Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 327

Archive for gennaio 2017

Alla Ford GT il titolo GTLM alla 24 Ore di Daytona

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

ford-gtDaytona Beach, Florida, USA. La 55esima edizione della 24 Ore di Daytona non avrebbe potuto essere più entusiasmante per il Team Ford Chip Ganassi. Tutte e 4 le Ford GT, infatti, sono rimaste in gara fino alla fine, per la prima volta dalla vittoria a Le Mans dello scorso anno. Dopo aver fatto segnare i 3 migliori tempi in qualifica, la vittoria si è giocata negli ultimi 30 minuti di gara.
Dopo l’inizio in pole, la Ford GT #66 ha spinto molto sin dalle prime ore del mattino. Durante la notte, i piloti hanno combattuto con le condizioni più difficili tra il bagnato e le temperature più rigide.Nonostante le difficoltà, il trio composto da Joey Hand, Dirk Müller e Sébastien Bourdais, lo stesso che ha condotto Ford alla vittoria nella categoria GTE Pro a Le Mans nel 2016, ha mantenuto la testa della corsa, ora dopo ora.“Aspettare la nostra GT tagliare il traguardo mi ha reso inquieto”, ha raccontato Hand, che insieme a Bourdais ha osservato sventolare la bandiera a scacchi all’arrivo di Müller, proprio come era accaduto a Le Mans. “Prima della gara ho anticipato alla mia famiglia di avere una buona sensazione. Mi sentivo che avremmo vinto. Abbiamo lavorato molto bene insieme. Questo è ciò che fa la differenza. Chi avrebbe mai pensato che noi 3, un tizio tedesco, un tipo francese che ha vinto un sacco di campionati nell’IndyCar, e un ragazzo californiano, avremmo funzionato così bene… e invece, lavoriamo davvero bene insieme”.Anche se sembrava che più di una Ford GT sarebbe salita sul podio, scelte sui pit e altre precauzioni hanno costretto la GT #69 (Andy Priaulx/Harry Tincknell/Tony Kanaan) al 5° posto e la GT #68 (Olivier Pla/Stefan Mücke/Billy Johnson) al 7°. La Ford GT #67 ha completato la gara con un po’ di ritardo, in 10a posizione, dopo un incidente occorso durante le difficili ore notturne.“È una cosa incredibile”, ha commentato Tincknell. “Giochi duro dall’inizio ma ogni cosa, alla fine, si concentra nell’ultima ora, e tutto sta nel rimanere in pista fino alla bandiera a scacchi… Nel complesso, però, questa è stata una grande esperienza. Gli americani sanno come fare spettacolo, vedere tutte le auto che insieme scendono in pista in questo modo, è fantastico. Ci saranno altre gare più avanti, ma già non vedo l’ora di tornare qui l’anno prossimo”Questa è stata la 7a vittoria alla 24 Ore di Daytona per il Team Ford di Chip Ganassi, la 1a nella categoria GT, e la 19a vittoria in assoluto per Ford in questa gara. Ford e il Chip Ganassi Racing Team avevano già unito le loro forze nel 2015 vincendo la categoria prototipi.“Nelle gare di endurance ci sono molti modi per vincere o per perdere”, ha commentato Bourdais. “Semplicemente, non abbiamo sbagliato nulla”.
Hand e Bourdais hanno ringraziato Müller per aver combattuto i rivali portando la loro Ford GT sul gradino più alto del podio, in un finale concitato.“Dirk ha portato a casa il risultato, alla fine”, ha continuato Bourdais. “È sempre così a Daytona… quasi non importa ciò che accade nelle prime 23 ore e mezza, tutto si gioca dall’ultima bandiera gialla”.“Devo ringraziare i miei compagni di squadra”, ha dichiarato Müller. “Ascoltando le cose che Chip ci ha sempre ripetuto al box, ovvero di riconsegnare la macchina come la si vorrebbe ricevere. Sono stato fortunato a non doverla cedere ulteriormente, perché c’è un piccolo graffio sullo specchietto destro, a causa di un mio piccolo contatto con la Ferrari (ride), ma che grande gara! Lo ha detto anche Joey. Credo che essere qui sia un grande onore, perché siamo riusciti a vincere una gara molto impegnativa. Credo che tutta la squadra abbia fatto un lavoro fantastico”. La storia di Ford con la più prestigiosa gara di auto sportive in Nord America risale alla nascita della manifestazione, nel suo attuale formato di 24 ore, quando nel 1966 vinse con la GT 40.

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Carnevale di Venezia tra vanità e bellezza

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

carnevale venezia angelo2Venezia 11-28 Febbraio 2017. Nelle intenzioni del direttore artistico, Marco Maccapani, si prospetta ancora più ricca e varia rispetto a quanto visto nel 2016. Tema di quest’anno, CREATUM: vanity (af)fair, un Carnevale tra vanità e bellezza che esalta da un lato la voglia di apparire delle persone che da tutto il mondo vengono nella Serenissima per mettersi in mostra e il fascino della città magnificato dagli artigiani attraverso il loro lavoro reale e non finto.
Proprio i risultati straordinari conseguiti lo scorso anno hanno costituito la base di partenza per la pianificazione della manifestazione invernale: in 18 giorni di festa si sono susseguiti più di 120 appuntamenti, di cui una trentina indirizzati ad un pubblico di bambini e ragazzi, altrettante iniziative culturali destinate ad un target più esigente, e oltre 200 artisti, compagnie e gruppi coinvolti; una sessantina gli eventi unici pensati da Vela e dai suoi partner appositamente per la kermesse lagunare, per la maggior parte ad ingresso libero, tra pièce teatrali, proiezioni cinematografiche, concerti, lezioni e itinerari raccontati (un conto che sale a 97 appuntamenti considerando anche le repliche), a cui hanno partecipato almeno 10mila spettatori. Fondamentali, nel 2016, anche le cinque mostre originali e i 150 artisti, performer, attori e musicisti coinvolti dall’organizzazione, capaci di attirare altri ottomila visitatori.Anche la forte vocazione metropolitana

carnevale venezia campanile2

07.02.2016 Carnevale di Venezia 2016: il volo dell’aquila Saturnino Celani dal campanile dio San Marco. © Matteo Bertolin/Unionpress

dell’edizione 2017 prende in realtà le mosse dal successo precedente: le vivacissime sfilate di carri a Marghera e Zelarino hanno visto ben 26mila presenze, confermandosi come l’appuntamento più sentito del Carnevale in terraferma, ma i più piccoli hanno apprezzato particolarmente anche l’iniziativa organizzata dalle Ali di Mestre e il percorso in 30 tappe del Trenino delle Meraviglie.Infine, una menzione d’onore va riservata anche al coinvolgimento del pubblico attraverso i social network e i canali istituzionali online: il Carnevale 2016 ha avuto nel volo dell’Angelo, interpretato dalla Maria 2015 Irene Rizzi, il suo momento clou, con 618.000 visualizzazioni e 14mila like, 839 commenti e 3.500 condivisioni soltanto per il video della discesa dal Campanile.
Più in generale, in un mese si sono registrati 16.500 nuovi fan nella pagina ufficiale del Carnevale, cinque milioni di visitatori unici e oltre 12 milioni di visualizzazioni, di cui tre milioni organici e 7,3 milioni virali; su Twitter i cinguettii nei giorni di festa hanno sfondato quota 400 e quasi mille nuovi follower hanno seguito i live tweeting della redazione; anche il profilo Istagram @venice_carnival_official ha raccolto 2500 nuovi followers e oltre 4000 fotografie con l’hashtag #carnevalevenezia2016, crescendo circa del 29% ogni settimana.Il sito ufficiale http://www.carnevale.venezia.it, invece, ha potuto contare su oltre un milione e 500mila pagine visualizzate, 490mila visitatori unici e un record di quasi 30mila visitatori e picchi di 2000 collegamenti simultanei sempre in occasione del volo dell’Angelo.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione del libro JIHAD Significato e attualità

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

milanodavedereMilano giovedì 9 febbraio 2017 – ore 20.30 Libreria Paoline – Via Francesco Albani, 21. Intervengono Prof.ssa Silvia Scaranari – Autrice del libro Prof.ssa Laura Boccenti – Responsabile Regionale di Alleanza Cattolica. Nel corso dell’incontro sarà presentata l’intera collana editoriale ISLAM – SAPERNE DI PIÙ (di cui il libro fa parte).
Il fenomeno del jihād – è scritto nel libro – armato è entrato prepotentemente nelle nostre case con i ripetuti attacchi degli ultimi anni, suscitando, anche nel mondo islamico, un dibattito molto articolato.Per non criminalizzare tutto l’islam o, al contrario, deresponsabilizzarlo immaginando l’esistenza di un’ala «deviata», è utile ricostruire il significato del termine jihād a partire dalla dottrina. Nel libro si esamina anche il suo sviluppo nel corso della storia, arrivando fino ai nostri giorni, in cui il martirio-suicidio, ignoto nell’islam sunnita fino al XX secolo, è diventato uno strumento privilegiato di lotta.Il tema è stato sviluppato in 5 capitoli dove vengono affrontati quindi la nascita, lo sviluppo, le diverse forme di jihad, le attuali dinamiche presenti nei principali gruppi jihadisti. Il linguaggio usato è divulgativo e i riferimenti bibliografici presenti in nota sono facilmente reperibili.
Silvia Scaranari, laureata in lettere moderne a Torino e in filosofia a Parma, è cofondatrice del «Centro Federico Peirone» per il dialogo cristiano-islamico di Torino. Collabora alla rivista bimestrale Il dialogo / al-hiwār ed è autrice di diversi testi, fra i quali: L’Islam (1998); con altri autori: Islam: storia, dottrina, rapporti con il cristianesimo (2004); con A.T. Negri: I musulmani in Piemonte (2005) e I ragazzi musulmani nella scuola statale (2008).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Napoli un Congresso Internazionale dedicato alle nuove strategie per ridurre il rischio cardiovascolare

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

Università di Napoli “Federico II”JPGSi svolge a Napoli dal 9 all’11 febbraio 2017 nella Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Università Federico II di Napoli, Via Patenope 36 il Congresso medico dal titolo “New strategies for reducing cardiovascular risk: from old factors to emerging and therapeutic opportunities” organizzato dalla Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Università Federico II di Napoli e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini. Il congresso, presieduto da Pasquale Perrone Filardi, Docente di Cardiologia all’Università Federico II di Napoli, si aprirà con i saluti di Luigi Califano, Presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Università Federico II di Napoli per proseguire con due letture scientifiche. La prima sull’ipertensione, da parte di Bruno Trimarco, Docente di Cardiologia all’Università Federico II di Napoli, la seconda su insufficienza cardiaca e diabete da parte di Stefan Anker, Docente all’Università di Gottingen, Germania. Il congresso prosegue venerdì 10 e sabato 11 febbraio con letture sui principali fattori di rischio per le malattie cardiovascolari, quali glicemia, colesterolo, ipertensione, alimentazione; sulla diagnosi, soprattutto per i pazienti asintomatici, e sulle più recenti terapie. Il meeting ha ottenuto 14 crediti CME per i medici italiani.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Europa antes de Europa: Baldassarre Castiglione, su tiempo, el nuestro

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

baldassarre-castiglioneMadrid el próximo jueves 2 de febrero a las 20h00, en el Instituto Italiano de Cultura de Madrid, tendrá lugar la presentación de la primera publicación completa del corpus epistolar de Baldassarre Castiglione, un hombre que fue punto de referencia de las cuestiones culturales, artísticas y políticas de las primeras y decisivas décadas del siglio XVI. Fueron suyas las tendencias y los cánones del gusto incluso antes de que apareciera su famosísimo Cortesano, con el que propuso un modelo insuperable de género, estilo e ideología. En 1524 Clemente VII lo nombró nuncio apostólico en Madrid ante el Emperador Carlos V. Entrada libre hasta completar el aforo. El encuentro será en italiano con traducción simultánea.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Australian Open: gli analytics di IBM “sono scesi”sul campo da tennis

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

melbourneMelbourne, Australia. IBM (NYSE: IBM) e Tennis Australia hanno reso noto come nuove funzionalità digitali abbiano migliorato l’esperienza dei tifosi agli Australian Open 2017. IBM ha offerto nuove e più complete informazioni sui giocatori in tempo reale, tramite gli analytics IBM SlamTracker, disponibili all’interno dell’app mobile del torneo.Per la prima volta al torneo, SlamTracker era disponibile tramite l’app mobile degli Australian Open, permettendo ai fan di essere vicino all’azione ovunque si trovassero. Tra le altre novità dell’edizione appena conclusa, SlamTracker ha offerto analytics in tempo reale sui giocatori e sulle loro probabili prestazioni nei momenti cruciali di una partita, ad esempio un tie break, sulla base dello stile di gioco e dei dati storici. Le informazioni sono state messe a disposizione dei tifosi dalla seconda settimana del torneo, quando l’intensità della gara e la pressione sui giocatori hanno iniziato, come di consueto, a farsi sentire. La nuova funzionalità è basata sulla piattaforma cloud Bluemix di IBM, per fornire le informazioni più rapidamente e aumentare la scalabilità.
“In ogni Australian Open il nostro approccio mette i tifosi al primo posto, e quest’anno siamo andati un passo oltre per fornire un’esperienza digitale completa end-to-end agli spettatori in Australia e nel resto del mondo”, commenta Primoz Trcek, CIO di Tennis Australia. “Nel 2016 più di 2 milioni di visitatori unici si sono collegati al sito degli Australian Open da dispositivi mobile, indicando un sempre maggiore interesse ad accedere alle statistiche sui match “in movimento”. Offrendo gli analytics di SlamTracker nell’app, progettata specificamente per la fruizione da mobile, abbiamo garantito a tutti i fan, sia che si trovassero allo stadio, in viaggio su un tram a Melbourne o stessero guardando il torneo dall’altra parte del mondo, la possibilità di ricevere informazioni aggiornate in tempo reale”.“Così come gli appassionati di altri sport tendono a preferire i dispositivi mobile per interagire in occasione delle competizioni, l’esperienza mobile degli Australian Open è stata pensata per collegare l’utente all’azione che si svolge sul campo. Il passaggio a una piattaforma cloud ha consentito a Tennis Australia l’agilità e la flessibilità necessaria per reagire con rapidità, fornendo informazioni ai fan in modo più veloce e approfondito”, spiega Ian Wong, IBM Interactive Experience.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istruzione: Scuole all’estero, inaccettabile la legge delega approvata in CdM

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

Palazzo chigi1L’attuale schema, in questi giorni all’esame delle commissioni parlamentari, diminuisce infatti ulteriormente l’indennità fissa di sede (-38% dal 2014 per docenti superiori), penalizza il rientro in Italia (no al super-punteggio e sì ad ambiti territoriali), cancella le supplenze (ore aggiuntive obbligatorie per chi è in servizio), svilisce la dirigenza (lontana dall’ISE dei diplomatici), mortifica le reggenze (nessun esonero o indennità), introduce un tetto all’organico di sostegno (10 unità). Per il sindacato è un’operazione inconcepibile proseguire coi tagli ai corsi e alle docenze all’estero avviati durante il Governo Monti, che ha già ridotto il numero di corsi e di docenti in servizio fuori Italia, penalizzando la domanda e l’allargamento dell’identità culturale italiana nel mondo. Inoltre, solo nel 2015 un docente di scuola superiore, a seguito delle operazioni di spending review, ha perso il 12% di indennità di sede. Ora, con la proposta di riforma, si aggiungerebbe un’ulteriore perdita netta del 26%. Svariate le proposte di modifica presentate dal sindacato all’Atto n. 383. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): non possiamo permettere che come ‘ringraziamento’ al servizio prestato dai precari nell’ultimo quinquennio si proceda alla loro cancellazione. Così come sono inaccettabili le probabili riduzioni di organici e gli spezzoni di ore. I problemi del precariato si risolvono invece riconoscendone dignità e parità di trattamento, alla luce anche delle ultime sentenze della Cassazione che equiparano il servizio pre-ruolo a quello di ruolo. Lo stesso vale per l’indennità tabellare, senza per forza rivolgersi a professionalità esterne non abilitate in Italia per le stesse materie. Se passa le delega, piuttosto che scegliere la sede e aver riconosciuto un super-punteggio, il personale si ritroverà suo malgrado nella ‘bolgia’ degli ambiti territoriali. Inoltre i nostri governanti sembrano non sapere affatto che ‘reggere’ una scuola all’estero, in assenza di un dirigente scolastico, non può prescindere dall’esonero dall’insegnamento e da un trattamento economico adeguato.

Posted in Diritti/Human rights, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dal Museo della Moda di Parigi una sfilata con Violeta Sanchez

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

o-saillardvioleta-sanchezmusee-galliera1Roma 2 febbraio 2017 ore 19 La danza celeste di Lassaâd Metoui ore 20.30 Olivier Saillard, Accademia di Francia a Roma – Villa Medici viale Trinità dei Monti, 1 Un museo nomade a Villa Medici. Olivier Saillard apre idealmente le porte del celebre Palais Galliera, da lui diretto, presentando, in maniera del tutto inconsueta, e con la complicità della leggendaria modella Violeta Sanchez, le collezioni del più importante museo della moda parigino.
Ore 19. La danza celeste di Lassaâd Metoui
Di origine tunisina, Lassaâd Metoui si basa sulla tradizione calligrafica per costruire composizioni che inglobano l’elemento decorativo delle arti islamiche, in cui grandi artisti come Hans Hartung e Pierre Soulage possono riconoscere la propria eredità. La performance a Villa Medici trae ispirazione dal personaggio di Simonetta Vespucci, che nel 1473, a Firenze, durante un ballo a Palazzo Lenzi in onore di Eleonora d’Aragona figlia del re di Napoli, colpì per la sua bellezza Botticelli, Leonardo da musee-gallieraVinci e Verrocchio. Il poeta Angelo Poliziano la descrive così: “I capelli ricci dalla testa bionda scendono sulla sua fronte, umile eppure superba”.
A Lassaâd Metoui, autore di diversi libri, sono state dedicate numerose mostre, in Francia e all’estero.
Ore 20.30. Olivier Saillard, Un museo nomade a Villa Medici
Fotografati e riprodotti in stampe di formato gigante, gli abiti e i costumi dal diciottesimo secolo a oggi del Musée Galliera diventano insolite mise di carta interpretate da Violeta Sanchez in una sfilata esclusiva. Questo museo nomade in formato ridotto, non più grande di una valigia, è presentato per la prima volta a Villa Medici. Insigne storico della moda, Olivier Saillard ha curato numerose mostre di successo ed è autore di un’esaustiva Histoire idéale de la mode contemporaine (Éditions Textuel) nella quale ha analizzato le più grande sfilate di moda dal 1970 ai giorni nostri. Il più recente Petit lexique des gestes Hermès (Actes Sud) stila un inventario poetico dei gesti tradizionali compiuti dagli artigiani della prestigiosa maison. Olivier Saillard è stato artista residente alla Villa Kujoyama.
ingresso gratuito nel limite dei posti disponibili. Incontri in italiano e francese con traduzione simultanea. (foto: O.Saillard, Violeta Sanchez, musee galliera)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il viaggio alla scoperta di LEO

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

leoleo1Roma Dal 4 febbraio al 4 marzo torna in scena al Teatro Argentina in Largo Argentina 1, riparte il viaggio alla scoperta di LEO, quel Genio di un bambino che il mondo conoscerà come Leonardo da Vinci, nello spettacolo che tanto ha affascinato e commosso adulti e piccini nella passata stagione. La figura del grande scienziato-artista restituisce alla scena un inedito Leonardo fanciullo, pronto ad ammaliare il pubblico con la sua fresca creatività ritrovata in una “particolare” seconda giovinezza. Così, tra emozionanti rivelazioni ed euforiche riscoperte di macchine e marchingegni, attraverseremo il suo ultimo anno passato a Vinci componendo insieme ai suoi amici un percorso vivace e inatteso che rivelerà nell’emozionante epilogo il “segreto di tutte le cose”.
Lo spettacolo, una produzione Teatro di Roma, da un’idea di Alberto Nucci Angeli e Lorenzo Terranera, per la regia di Francesco Frangipane, si inserisce nella rassegna IL TEATRO FA GRANDE, l’articolato programma di spettacoli e progetti per spettatori da 0 a 99 anni che trasforma il palcoscenico in un atelier della fantasia per tutte le età.
Di Leonardo da Vinci si conoscono le invenzioni, i suoi quadri, le armi, gli studi sul volo, sull’anatomia, gli indovinelli, la filosofia, anche i suoi protettori, i suoi spostamenti, le sue domande e l’incidenza nel mondo attuale. Quello che non sappiamo è che bambino fosse, quali fossero i suoi giochi, quali i suoi amici, cosa lo catturasse? E se dietro al più straordinario genio della storia dell’umanità non ci fosse che il più comune dei desideri? Lo scopriremo partendo dal Castello di Clos-Lucé ad Amboise. Siamo nel 1517, Leonardo, pittore, architetto e ingegnere presso la corte del Re di Francia, è ormai avanti negli anni. In procinto di svelare un importante segreto, si chiude in sé stesso, nelle sue meditazioni, e smette di parlare. Più di un medico pensa che il genio di Vinci sembra essere tornato bambino e che solo i suoi amici potrebbero aiutarlo a tornare in sé. Per risolvere il problema, il Re invita a corte Lisa, il primo tenero amore dell’infanzia di Leonardo, e il vecchio amico Maso. Introdotti nella camera studio di Leonardo, dove questi giace anziano e malato, Lisa e Maso vedono l’enorme armadio pieno di cassetti e sportelli che domina l’intera stanza in lungo e in largo e che conserva tutte le invenzioni e i progetti del genio. I due, comprendendo che con l’amico c’è poco da fare e che anche quando proferisce qualche rara parola questa è sconnessa e infantile, decidono di cercare il segreto, stando attenti a non farsi sorprendere da quello strano servitore. Ma nessuno di quei cassetti e sportelli si apre e non ci sono chiavistelli: sicuramente una diavoleria del loro vecchio amico sottintende all’apertura di quell’armadio. Leonardo si rigira nel letto e la sagoma del suo corpo lentamente si affloscia fino a scomparire e da sotto il letto ne esce fuori un bambino: Leo stesso, tornato bimbo che, con aria misteriosa, comincia ad aprire cassetti e offrire oggetti. Quel bambino/vecchio vuole giocare con i suoi amici e nel farlo apre gli sportelli, ognuno con una sua combinazione, cosa che induce Maso e Lisa ad assecondarlo: giocando e ripercorrendo l’ultimo anno insieme a Vinci, i tre arriveranno a svelare un segreto che sarà davvero la misura di tutte le cose.
leo2Con Leo e i suoi amici riscopriremo una insolita biografia del genio e dell’artista in movimento su una scenografia interamente in legno, realizzata da Lorenzo Terranera. Infatti, l’azione scenica si compone e costruisce come un enorme meccanismo a ingranaggio, trasformando di volta in volta gli elementi che accompagneranno i protagonisti nel progredire della storia: dal letto alla nave, dall’albero agli strumenti, fino all’armadio-memoria che campeggia sulla scena, ricco di cassetti e sportelli. Un allestimento magico e creativo, un atto unico per bambini e adulti che sentono ancora risuonare dentro di loro la propria parte infantile e per coloro che invece l’hanno smarrita.
Orari spettacolo: tutti i giorni ore 10.30 sabato ore 16.00 domenica ore 11.00 6, 7, 20, 21 e 26 febbraio riposo Biglietti:
bambini 10 € adulti 15 € matinée per le scuole bambini 8 € adulti 12€ Under14 card 36 €: 4 ingressi per bambini e adulti a scelta al Teatro Argentina per gli spettacoli del Teatro Ragazzi (platea, palchi platea, I e II ordine) dai 5 anni (foto: leo)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sessione Plenaria e incontri delle commissioni, Bruxelles

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

european parliamentBruxelles Parlamento europeo.
Unione Energetica. Mercoledì, in occasione del dibattito annuale sullo “Stato dell’Unione Energetica”, il vice Presidente della Commissione Maroš Sefčovič presenterà i progressi fatti e i prossimi passi da compiere per completare il processo di integrazione a livello europeo su efficienza energetica, sicurezza delle forniture, prezzi competitivi sia per l’industria che per i cittadini e impegni climatici.
Adozioni internazionali. Per proteggere al meglio i bambini adottati e le loro famiglie, gli europarlamentari chiedono che la Commissione europea stili regole comuni per l’accettazione delle adozioni internazionali che siano valide in tutti gli Stati membri dell’Unione. Una risoluzione legislativa sarà posta al voto dopo il dibattito di giovedì.
Pesticidi non nocivi. Gli europarlamentari interrogheranno la Commissione su come intenda superare le difficoltà sulle certificazioni di pesticidi a basso rischio. La certificazione permetterà a questi prodotti di sostituire gradualmente quelli sospettati di essere nocivi per l’ambiente e per la salute umana. Una risoluzione sarà poi posta al voto. (Dibattito mercoledì e voto giovedì).
Visti di viaggio per i Georgiani. Gli europarlamentari voteranno sull’esenzione dai visti per i cittadini georgiani quando viaggiano nell’Unione Europea. Il Parlamento ha garantito in un voto passato a dicembre che, se necessario, i visti di viaggio da Paesi terzi all’Unione possono essere sospesi per ragioni di sicurezza interna. (Dibattito e voto giovedì).
Congo e Gabon. Mercoledì pomeriggio, in un dibattito con l’Alto rappresentante per la politica estera europea, Federica Mogherini, gli europarlamentari discuteranno delle minacce allo stato di diritto nella Repubblica Democratica del Congo e in Gabon e prepareranno una risoluzione che sarà votata giovedì.
Commissioni
Artico. Le commissioni Affari esteri e Ambiente voteranno, giovedì, delle proposte per proteggere meglio l’Artico contro il cambiamento climatico e prevenire tensioni internazionali che potrebbero emergere a causa delle nuove opportunità di accesso alle risorse naturali e della presenza militare russa nella regione.
Albania, Bosnia e Herzegovina. Giovedì, la commissione Affari esteri valuterà i progressi fatti dall’Albania e dalla Bosnia Herzegovina nelle loro riforme in direzione dell’Unione Europea. Lo stato di diritto, la lotta alla corruzione e la protezione della libertà degli organi di informazione sono i campi che verranno valutati dagli europarlamentari.
European Parliamentary week. Da lunedì a mercoledì, i deputati di tutta Europa e gli europarlamentari si ritroveranno in occasione della “Settimana parlamentare europea” 2017 per discutere di economia, budget e temi sociali. La governance economica, l’unione monetaria, i diritti sociali e dei lavoratori così come la riforma del budget dell’Unione e l’inchiesta sui Panama Papers sono tra i temi del dibattito. Il Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, terrà il discorso di apertura.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Transnational experiences of prevention and protection

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

madridMadrid Spain Venerdì 3 Febbraio 2017, ore 0:00 / 4 Febbraio 2017 Univ. Rey Juan CarlosMichela Fusaschi, professoressa di Antropologia culturale e projet director (Dip Scienze Politiche ) del Progetto Daphne Multisectorial Academic Program to prevent and combat female Genital Mutilation (FGM/C) insieme agli altri componenti del team di Roma Tre: Francesco Pompeo, professore di Antropologia sociale (Dipp. Sc. Formazione), Valentina Vitale e Giovanna Cavatorta, post doc, prenderanno parte ai lavori dell’international seminar Socio-cultural and legal aspects of MGF/C: transnational experiences of prevention and protection.

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Seminario di Antichistica

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

Roma Venerdì 3 Febbraio 2017, ore 15:00 Aula Paolo Radiciotti dell’Area di Studi sul Mondo Antico del D.S.U. Via Ostiense 234/236 – Università degli Studi Roma Tre – il Prof. Lucio Ceccarelli (Università dell’Aquila), terrà un seminario sul tema: Formazione e fortuna del distico elegiaco ovidiano.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Workshop ‘La mente che medita’

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

Roma Venerdì 3 Febbraio 2017, ore 9:00 Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo , Aula 2 Via Ostiense 234 Aula 2, piano terra il Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo (via Ostiense 234,) si terrà il workshop La mente che medita con relazioni di Riccardo Chiaradonna, Stefano Canali, Elio Guarisco, Costantino Albino.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Seminario di Geometria

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

geometria1Roma Giovedì 2 Febbraio 2017, ore 14:30 Dipartimento di Matematica e Fisica, Aula 211 Largo San Leonardo Murialdo, 1 Coercivity of the K-energy and uniform K-stability Tomoyuki Hisamoto (Nagoya University). As a weak version of Yau-Tian-Donaldson conjecture, we expect that coercivity of the K-energy functional is equivalent to uniform K-stability. I would like to explain that this is true in the toric case.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Joyce’s Fiction and the New Rise of the Novel

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

james-joyceRoma Giovedì 2 Febbraio 2017, ore 9:30 / 3 Febbraio 2017 Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere, Sala Ignazio Ambrogio, Aula C Via del Valco San Paolo 19. Joyce’s Fiction and the new Rise of the Novel (La narrative di Joyce e la rinascita del romanzo) è il titolo del decimo convegno organizzato da The James Joyce Italian Foundation in collaborazione con il Dipartimento di Lingue, Culture e Letterature, e che si svolgerà nei giorni 2 e 3 febbraio prossimi, in occasione della data del compleanno dello scrittore irlandese, James Joyce. Il tema principale vuole sottolineare da una parte il rapporto del romanzo di Joyce con la nascita (Rise) del romanzo inglese nel Diciottesimo secolo, una linea di analisi proposta tra i primi da Giorgio Melchiori negli anni ’50 del secolo scorso. Dall’altra si riflette sull’eredità della narrativa joyceana nell’ambito della nuova-nascita, nella rinascita del romanzo oggi. Gli interventi molto numerosi, molto spesso di giovani studiosi non solo italiani – vengono infatti dall’Europa, dagli USA, dai paesi dell’Est, da Israele, dalla Nuova Zelanda – sono stati organizzati sullo schema di due serie di panel paralleli, preceduti dalla conferenza di apertura su Finnegans Wake tenuta dal professore Finn Fordham dell’Università di Londra e intervallati dagli interventi di alcuni studiosi prestigiosi. Uno spazio è stato riservato al ricordo dei soci onorari di The James Joyce Italian Foundation, scomparsi negli ultimi anni: Umberto Eco, Rosa Maria Bosinelli, Jacqueline Risset.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Eurostat: il cibo in Italia è più caro rispetto alla media Ue

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

eurostat_logoCome di consueto, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, riporta le ultime rilevazioni Eurostat relative i prezzi provvisori al consumo e gli effetti sui consumatori nell’ultimo mese. Secondo l’ente statistico dell’Unione Europea, i prezzi medi per cibo, bevande non alcoliche e tabacco in Italia sono più alti del 9% rispetto alla media europea, sono superiori a quelli medi di Germania e Belgio mentre sono in linea con quelli francesi. È quanto emerge nelle statistiche dell’Eurostat appena pubblicate, secondo le quali nell’UE i prezzi più alti per cibo e bevande si pagano in Danimarca (145% rispetto al 100 della media UE a 28) e i più bassi in Polonia (63%). L’Italia, guardando al solo prezzo del cibo, è dell’11% sopra la media per tutti gli alimenti. Ma lo scarto diventa più alto, del 21% per il gruppo “latte, formaggio e uova” (121). Guardando fuori dall’Ue il Paese europeo più caro per i soli alimenti è la Svizzera, a quota 172 punti. “Dati preoccupanti –commenta Giovanni D’Agata, che manifestano l’aumento dei prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori e il contestuale impoverimento generale dei cittadini”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Effetto cadrega

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

grillo1di Beppe Grillo. In questi anni, da quando è nato il MoVimento 5 Stelle, e anche negli ultimi tempi, ci sono state persone elette con il nostro simbolo che hanno deciso di andarsene, nei comuni, nelle regioni, in Parlamento e in Europa. Le motivazioni sono sempre ridicole, un copincolla delle balle dei giornali e che anche loro smentivano prima di uscire. Mancano di fantasia e di creatività. La cosa che li accomuna tutti è l'”effetto cadrega”, che poi è la vera ragione del tradimento. Ognuno di loro si è ancorato alla sua poltrona e al suo stipendio fregandosene di essere stato eletto con un simbolo e un programma che hanno tradito e senza il quale non sarebbero mai arrivati dove sono. Il MoVimento 5 Stelle senza queste zavorre può solo fare meglio. L’unico modo per eliminare l'”effetto cadrega” è il vincolo di mandato. Chi tradisce gli elettori e non è più d’accordo con il programma per il quale è stato eletto, se ne torna a casa e lascia spazio al primo dei non eletti. In questo senso è stata avviata la procedura per far valutare al collegio dei probi viri la condotta del consigliere regionale M5S in Liguria Battistini. (Fonte: blog di Grillo)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: A Palazzo Madama arriva il decreto per l’approvazione definitiva

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

senatoPer l’istruzione, diverse le richieste di modifica in vista del prossimo anno, per evitare che subentrino gli stessi problemi che hanno costellato l’anno in corso. Tra le modifiche dell’Anief reputate ammissibili, le assunzioni dei docenti delle scuole statali frequentate da alunni tra 3 e 6 anni, dove è alta la percentuale di supplenti; gli idonei nelle graduatorie di merito dei vincitori del concorso a cattedra ma ancora non assunti, poiché rischiano di rimanere al “palo” per via della prossima soppressione delle stesse; la tutela dei partecipanti all’ultimo concorso per dirigenti scolastici, rimasti impantanati nella burocrazia. All’ultimo momento, invece, disco rosso per l’emendamento sulla stabilizzazione di Ata ed educatori, esclusi a sorpresa dal piano straordinario dell’ultima riforma.
Marcello Pacifico (Anief-Cisal): sugli abilitati di seconda fascia d’istituto non ci arrendiamo, perché durante le prossime audizioni, riproporremo lo stesso tema ai parlamentari poiché chiedano al Governo di modificare la gestione della fase transitoria prevista dal decreto legislativo sulla formazione iniziale e reclutamento della L.107/2015. I docenti abilitati hanno diritto a essere assunti al di là dell’anno o della tipologia di abilitazione, specie quando sono impiegati come supplenti annuali (circostanza che si realizza nell’80% dei casi) per fare funzionare le nostre scuole. Di sicuro, continueremo la nostra azione per tutto il prossimo mese.

Posted in Politica/Politics, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Con Diego Velasquez Vittorio Camaiani ritorna alle sfilate Atelier

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

camaiani3Roma Hotel Westin Excelsior Via Veneto. Nelle splendide sale dell’Hotel Excelsior, con la Collezione P/E 2017 di Vittorio Camaiani, presentata nell’ambito del Calendario In Town di AltaRoma, si è ritornati a rivivere le magiche atmosfere delle sfilate “Atelier” tanto in voga negli anni cinquanta. Fonte d’ispirazione per lo stilista marchigiano, quest’anno non è un luogo o un periodo storico, ma il pittore spagnolo per eccellenza, Diego Velazquez. Un selezionato e folto pubblico composto da giornalisti, buyer e signore amanti delle proposte moda di Vittorio Camaiani hanno assistito alla presentazione di quindici outfits sartoriali con i quali il passato è diventato attualità.
L’ironia dei caratteristici baffi dell’artista spagnolo saranno il leit motiv della collezione, capi ricamati a mano o ad intarsio e applicati sugli abiti, riprodotti su seta batik dal disegno dello stesso stilista, che “entra” nell’Alcazar con Diego Velazsquez e riporta sui suoi abiti le suggestioni del Seicento spagnolo.Lo stilista di San Benedetto del Tronto “ruba” al pittore andaluso soggetti e modelli e privandoli del peso dei broccati barocchi li rende leggeri utilizzando lini, garze e chiffon. Dai colori alle linee riecheggia un passato suggestivo che il couturier marchigiano attualizza per creare abiti che, come in ogni stagione, vogliono rendere la donna Camaiani una regina del suo tempo.Troviamo le linee a trapezio per camicie e abiti, pantaloni in seta di linea morbida in lino e cotone più accostati al corpo, una nuova gonna la cui forma richiama l’Infanta Margarita, protagonista di un capolavoro del Velazquez, “Las Meninas”.
camaiani4I colori vanno dal bianco delle tele ancora da dipingere al grigio, dal rosso al nero passando per l’azzurro, colori che acquistano intensità e corposità su lino, chiffon, crepe, satin, garza di cotone, duchesse taffetà, organza e vinile.Non mancano le fantasie: micro spinati su organza, fantasia batik dove il baffo di Velazquez diventa motivo barocco Lella Baldi accompagna Camaiani con le calzature proponendo sandali anche alti con piccolo movimento che appoggia sul collo del piede nei colori della collezione.Dichiara Vittorio Camaiani, “Questa volta ho subito il fascino non soltanto della pittura ma della personalità del pittore stesso, della sua figura così caratteristica – Una “corrispondenza” tra me e Velazsquez, lontani e diversi, ma legati dalla stessa passione per l’arte”.Lungo il suo viaggio la matita di Vittorio Camaiani ha incontrato le sapienti mani dell’artista Marina Corazziari creatrice di gioielli scultura fatti di lastre d’argento, punte di madreperla cristalli antichi fumée e onice nero.Nella hall dell’Hotel Excelsior, di particolare suggestione la pausa caffè di “Orlandi passion” con la quale si è ritornati idealmente a quelle famose atmosfere di convivio tanto in voga nel Seicento.Hanno collaborato: per le calzature Lella Baldi, per i gioielli scultura Marina Corazziari, per l’Hair Stylist Compagnia della Bellezza, per il Make up Viviana Ramassotto e per le foto Alessando Lanciotti. Si ringraziano: la Città di San Benedetto del Tronto – Assessorato al Turismo, Orlandi Passion Happy Life Style, Pastificio Artigianale Leonardo Carassai, l’Hotel Excelsior e per il services TechnoElite. (foto: camaiani)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Migranti: dall’Italia a Trump

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

trump“Io sono per la Bossi-Fini, per bloccare il commercio criminale di esseri umani che si è fatto in questi anni con gli immigrati dal Nord Africa. Sono per il reato di clandestinità, sono perché l’Europa dia una risposta forte, perché l’Onu dia una risposta forte, perché non possiamo più accettare questi crimini e questa invasione”.Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio.“Trump arriva dopo, Trump continua il muro di Obama. Si sta facendo tanto chiasso e tanto rumore su decisioni di Trump che erano programmi elettorali e che negli Stati Uniti sono stati validati dal popolo sovrano.Per quanto riguarda l’Italia basta invasione, si ritorni ad una piena applicazione della Bossi-Fini e si ritorni a fare accordi con i Paesi della sponda sud del Mediterraneo affinché finisca questa tragedia e questa invasione. Tragedia per chi vede la propria gente finire in mare ed invasione per la nostra gente che si vede invasa dai clandestini, il tutto per favorire i mercanti di morte.
Basta a tutto questo. Si ritorni al governo Berlusconi, si ritorni alla Bossi-Fini, al blocco dei flussi, che tra l’altro pare che adesso anche la sinistra voglia con blocchi navali della costa Sud del Mediterraneo. Questa cosa noi la diciamo da anni”.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »