Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 6 gennaio 2017

Quarta edizione di Photomed Beirut

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

byblos-bank-head-officeBeirut (Libano) si aprirà il 18 gennaio alle 18 al Byblos Bank Head Office la Quarta edizione di Photomed Beirute e resterà aperta al pubblico fino all’8 febbraio. L’Istituto Italiano di Cultura partecipa alla quarta edizione della nota manifestazione nata a Sanary-sur-Mer e per l’occasione saranno presentate le opere di due fotografi italiani, Sergio Strizzi e Paolo Ventura, e di un fotografo francese, Alain Fleischer. Photomed Libano, nasce come ponte tra le diverse culture mediterranee, e oggi è diventato uno degli appuntamenti più importanti per la fotografia internazionale. Costituisce, per altro, uno degli appuntamenti che, come lo dimostrano le precedenti tre edizioni, è stato al centro dell’attenzione internazionale di pubblico e di critica. Ingresso libero. (fonte: christian flammia) (foto: Byblos_bank_beirut)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Global research priorities for interpersonal violence prevention: a modified Delphi study

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

Almost half a million people are victims of homicide every year and one in three women has experienced violence from an intimate partner at some point during her life. Furthermore, a quarter of adults report having been physically abused in childhood and one in five women and one in 13 men report having been sexually abused in childhood. Interpersonal violence during childhood can have serious, lifelong consequences that affect mental and physical health, academic and job performance and social functioning.In addition, interpersonal violence, which includes child maltreatment, intimate partner violence, youth violence, armed violence, sexual violence and elder abuse, create an economic burden on society. Over the last two decades, the prevention of interpersonal violence has risen on the international public health agenda. In May 2016, the World Health Organization (WHO) adopted a global plan of action to strengthen the role of health systems in World Health Organizationaddressing interpersonal violence, particularly against women and girls and against children. The 17 sustainable development goals (SDGs) recently adopted by the United Nations include four targets on interpersonal violence: to eliminate all forms of violence against women and girls, to eliminate all harmful practices against women and girls (target, to reduce significantly all forms of violence and related deaths everywhere; and (iv) to end abuse, exploitation, trafficking and all forms of violence against children In spite of progress in the past 20 years, major gaps in violence prevention remain. The Global status report on violence prevention1 reveals that civil and vital registration data on homicide are lacking in 40% of countries. Moreover, fewer than half of all countries have reported conducting population-based surveys on most forms of nonfatal violence, such as child maltreatment, youth violence and elder abuse. Only 9.3% of all outcome evaluation studies in violence prevention have been conducted in low- and middleincome countries and there is no indication that this is increasing, despite over 85% of violent deaths occurring in these countries.
Research has a major role to play in reducing the global burden of interpersonal violence, by: clearly defining the magnitude and distribution of violence; identifying risk and protective factors; developing effective interventions that target these factors to prevent and respond to violence; and increasing understanding of the legislative and policy environment and the human, institutional and financial resources required to scale up effective interventions. However, current research remains under-resourced relative to the burden of the problem, it is fragmented and disproportionately focused on high-income countries.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La ‘Tinderata’ che non ti aspetti? A bordo di una Ford Mustang

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

mustang.jpgmustang1.jpgLe frecce di Cupido questa volta hanno deciso di viaggiare diversamente: a bordo di una Ford Mustang. Degli oltre 1,5 milioni di utenti Tinder che hanno interagito con il profilo creato da Ford per aggiudicarsi questo insolito primo appuntamento, rigorosamente al buio, 5 fortunate coppie sono riuscite ad aggiudicarselo e a trascorrerlo a bordo dell’iconica ‘muscle car’ dell’Ovale Blu.Le coppie sono state scelte tra quelle che sono sembrate più ‘matchable’ per l’account di Ford Mustang che prometteva: “Questo è l’incontro che hai sempre aspettato… Ford Mustang vuole invitarti all’appuntamento al buio più unico di sempre”. I fortunati si sono lanciati sulle strade di Londra per vivere questa straordinaria esperienza, che si è conclusa in un cinema drive-in, dal sapore vintage. Durante la conoscenza ‘on the road’, le coppie, per rompere il ghiaccio tra loro, sono state sottoposte alle domande più strane dalla star di serie tv Jarred Christmas…dai tatuaggi nei posti più strani ai ‘belfies’.Avranno trovato il vero amore? Per scoprirlo non resta che vedere il video al seguente link https://www.youtube.com/watch?v=55uCGbEDbT8.“Un inizio decisamente niente male, quello di presentarsi al primo appuntamento in Mustang. È un’auto iconica, che da sempre fa girare la testa” ha commentato Jim Farley, Executive Vice President e President, Europe Middle East e Africa, Ford Motor Company.“La Mustang ha cambiato per sempre, rivoluzionandolo, il concetto di auto sportiva americana nel cuore degli appassionati, e non solo. Tinder, ha cambiato completamente, rivoluzionandolo, il modo di incontrarsi per le persone di tutto il mondo. Per questo l’idea di collaborare insieme per sviluppare nuove modalità di relazione ci è sembrato interessante,” ha commentato Derek Callow, Vice President International, Tinder. (foto: mustang)

Posted in recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

13° edizione di Sposami

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

sposami.jpgCatania dal 14 al 22 gennaio salone del Matrimonio e della Casa de Le Ciminiere di Catania. Come le più maestose wedding cake il Salone ha ampliato i propri spazi, aggiungendo un piano all’esposizione: oltre al PIANO TERRA e al PRIMO PIANO con tutti i fornitori e i professionisti per l’organizzazione del matrimonio, dalle aziende di arredamento con gli ‪‎architetti e i progettisti a disposizione per immaginare il focolare domestico dove far crescere la famiglia. Nasce il SECONDO PIANO con nuovi ed elegantissimi stand: l’Area dei giochi a premio e degli spettacoli, show, sfilate, proiezioni, degustazioni.
La nuova AREA EVENTI sarà il luogo perfetto per quelle coppie alla ricerca di ispirazione per l’arredo casa e l’organizzazione delle nozze. Più grande, suggestiva, tecnologica, nella passerella di Sposami le coppie potranno concretamente ammirare, sotto forma di show, tutte le anteprime dal settore wedding e del design. E soprattutto le sfilate! Sul palco le collezioni sposa, sposo e cerimonia 2017/2018. Smartphone alla mano, l’imperativo è godersi le “fashion week” siciliane a Sposami.
Il “Wedding taste” è una delle grandi novità del Salone della Sposa organizzato dalla Expo di Barbara Mirabella. E’ il primo “meeting in fiera” dedicato alle eccellenze del gusto e alla cultura del cibo di qualità dove uditori privilegiati saranno le coppie ma anche il sempre più vasto e appassionato pubblico dei wedding foodies alla ricerca crescente di qualità ed unicità. Un viaggio attraverso i sensi e sposami1.jpgle idee, alla scoperta delle tante e spesso nuove modalità in cui oggi si esprime e si sperimenta il banchetto di nozze: tra tradizione e innovazione, tendenze e scuole di pensiero, attrezzature e tecniche professionali, food & kitchen design. Nato dalla collaborazione di Expo con Blu Lab Academy, il Wedding Taste andrà in scena in una tecnologica sala degustazione attrezzata per l’occasione presso la nuova area eventi del Salone, al 2° piano, con uno spazio speciale al termine del percorso dove fermarsi a chiacchierare con lo chef cominciando a delineare le prime idee di menù. Questi e altri gli ingredienti di Sposami che, come sempre viaggerà in parallelo tra i Social Network e in diretta streaming. Chicche, curiosità, aggiornamenti in tempo reale dalla Fiera, possibilità di scaricare l’invito omaggio per entrare gratis … tutto tramite il sito http://www.sposamiexpo.it.
La Fiera si potrà visitare tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle ore 16.00 alle 21.00 e sabato e domenica dalle ore 10.00 alle 22.00. Inaugurazione Sabato 14 Gennaio ore 16.30. Ingresso da piazzale Rocco Chinnici (già piazzale Asia.) (foto: sposami)

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un laboratorio da Nobel nel cuore della Capitale

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

Istituto_Nazionale_Tumori_Regina_Elena_-_RomaEugenio Gaudio, il Magnifico Rettore dell’Università La Sapienza di Roma, l’ateneo più grande d’Europa con oltre 700 anni di storia e 115mila studenti iscritti, ha consegnato ufficialmente le chiavi dell’ex complesso Regina Elena alla Fondazione Ebri, (European Brain Research Institute). In questo luogo storico e prestigioso nascerà infatti uno dei centri di ricerca più all’avanguardia nel campo delle neuroscienze intitolato al Premio Nobel Rita Levi-Montalcini. “Questo – precisa il professore Giuseppe Nisticò, direttore generale dell’Ebri – sta a documentare l’impegno diretto del Rettore in questo ambizioso progetto di realizzare presso La Sapienza con la nuova sede dell’Ebri la cittadella dell’Alzheimer. È noto come l’Ebri sia un’infrastruttura di eccellenza dove lavorano circa 60 ricercatori riconosciuta dall’ANVUR, Agenzia nazionale del MIUR preposta alla valutazione della qualità della ricerca scientifica nel nostro Paese come pure apprezzata come documentato dai finanziamenti ricevuti dalla Commissione Europea e da prestigiosi Istituti ed industrie internazionali”.“Agli inizi di gennaio – continua Nisticò – saranno avviati i lavori di ristrutturazione e di riqualificazione funzionale dei locali, cioè tre piani per una superficie di circa 1200 mq della palazzina C dell’ex complesso ospedaliero Regina Elena. Tali locali saranno dotati di attrezzature avanzate nel campo della Biologia Molecolare e della Neurofisiologia. Sarà attivata inoltre – prosegue il direttore – una piattaforma tecnologica dotata di un microscopio a risoluzione, acquistato con i fondi Filas della Regione Lazio, e che sarà utilizzata in collaborazione con il professore Giancarlo Ruocco, direttore della sede romana dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT). Con il microscopio a luce strutturata, ha dichiarato il professor Enrico Cherubini Direttore Scientifico dell’Ebri sarà possibile approfondire i meccanismi molecolari alla base di molte malattie del SNC ancora incurabili, contribuendo così ad aprire nuovi orizzonti per la loro cura”.Un obiettivo volto ad aprire nuove prospettive terapeutiche anche per la cura dell’Alzheimer, patologia che ogni 10 minuti colpisce una persona nel pianeta; solo in Italia sono 800mila le persone affette da questa patologia. “Con il trasferimento dell’Ebri presso l’Università Sapienza, – prosegue Nisticò – come è stato già ribadito lo scorso anno in occasione del Workshop per il Decennale dell’Ebri, si svilupperanno una serie di sinergie con Istituti di Ricerca e Dipartimenti Clinici della Sapienza che consentiranno di realizzare un centro internazionale per la malattia di Alzheimer e altre malattie degenerative. Con la firma di questo atto di cessione in comodato d’uso gratuito dei locali della Sapienza- conclude Nisticò – si raggiunge un’altra tappa importante per la realizzazione dell’ultimo sogno di Rita Levi-Montalcini cioè un Istituto, che sarà intitolato con il nome dello stesso premio Nobel e accoglierà studenti, dottorandi, ricercatori italiani e stranieri e darà lustro al nostro Paese.”“L’obiettivo ambizioso in un laboratorio d’eccellenza come questo, – afferma Giancarlo De Matthaeis, presidente della società Labozeta che realizzerà i laboratori – è quello di creare uno spazio armonico, un epicentro di creatività e performance in sintonia con il background dei ricercatori e dei loro valori identitari, culturali e sociali in un ambiente che accolga la persona nella sua totalità di individuo”.
Di sicuro i nuovi laboratori, la cui consegna è prevista per fine marzo, daranno ulteriore stimolo e continuità alle ricerche dell’Ebri, già ampliamente apprezzate in tutto il mondo. (foto: istituto regina elena)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presidente Gentiloni: Rapporto sul terrorismo

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

gentiloni“Il rapporto sul terrorismo presentato dal presidente Gentiloni e dal ministro Minniti non corrisponde alla realtà dei fatti. Diciamo che la lettura politica che ne dà il governo fornisce un quadro fortemente edulcorato. Non sappiamo se la ‘censura’ dei dati più significativi sia dettata dalla volontà di non creare allarmismo nell’opinione pubblica, già provata, o se serva a coprire le pesanti responsabilità del governo sul mancato oggettivo controllo dei flussi migratori”. È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale alla Camera dei deputati Fabio Rampelli. “Intanto, se è vero che la radicalizzazione avviene nelle carceri e attraverso il web- ha aggiunto Rampelli- è altrettanto vero che per andare in carcere ci vuole un reato e quindi, prima di finire in prigione, il recluso si è già posizionato ai bordi della società e fuori dalle regole di convivenza civile”.
“Completamente e irresponsabilmente elusa nel rapporto del governo – ha precisato- è la maggiore fonte di indottrinamento radicale, quello che avviene nelle moschee clandestine e abusive, migliaia in Italia. Vorremmo conoscere inoltre quali studi e percentuali tra gli appartenenti alle comunità islamiche italiane siano stati svolti attraverso sondaggi. Secondo infatti le analisi del King’s College di Londra sono altissime le adesioni alle tesi complottiste anti-Occidentali dei predicatori radicali e oltre il 50% degli intervistati islamici ritiene giusto il ricorso alla violenza contro chi offende, a loro giudizio, il Profeta”.
“Sul fatto poi che l’Islam radicale in Italia sia meno radicale…. sono i fatti a dimostrare il contrario: quasi tutti i responsabili degli attentati in Europa sono passati per l’Italia, hanno organizzato da qui la logistica, hanno i loro fiancheggiatori e restano parcheggiati ricevendo soldi e accoglienza. Le centrali del terrorismo islamico sono radicate sia nel nord che nel Mezzogiorno”.
“In sostanza, cari Gentiloni e Minniti, – ha concluso il capogruppo- dopo i disastri di Renzi occorre responsabilità, l’approccio sociologico e l’ipocrisia buonista hanno fallito, vanno bene per le accademie non per governare processi complessi. Scendete dal piedistallo e andate a farvi un giro tra i cittadini di Cona e Tor Sapienza, avrete quelle informazioni salienti che i vostri esperti a senso unico non potevano dare. Per interesse, per surplus di astrazione o per malafede”. (Quanto esposto da Rampelli nel suo comunicato ci trova in gran parte concordi. Vorremmo aggiungere un aspetto, a nostro avviso, più inquietante. E’ che gli italiani, proprio a causa delle politiche immigratorie del governo e della maggioranza che lo regge, stanno diventando razzisti. Eppure abbiamo più volte segnalato la disponibilità dei romani, nello specifico, all’accoglienza, ma l’aumento della criminalità di strada, i furti nelle abitazioni, le leggi permissive esistenti che sembrano facilitare la diffusione degli illeciti amministrativi e penali e che alcuni immigrati colgono a loro vantaggio convinti di poter farsi beffa delle leggi italiane, rendono la convivenza sempre più difficile. Diciamo che la filiera giustizia già inadatta a gestire la normale amministrazione ora a fronte del fenomeno migratorio mostra delle crepe ancora più vistose e rischia di fare flop.)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontro con Pinar Selek sulla libertà di pensiero e di stampa

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

Teatro-Dal-Verme-Milano.jpgMilano Teatro Dal Verme (Sala Piccola) 12 gennaio 2017, ore 18.30 la sociologa turca Pinar Selek, il giornalista Lirio Abbate e la studiosa Lea Nocera si confrontano sul tema della libertà di pensiero e di stampa, in un incontro sulla figura di Asli Erdogan (giornalista e scrittrice sotto processo in Turchia per la sua collaborazione a un giornale filo-curdo). Modera Marino Sinibaldi.
Asli Erdogan interverrà in diretta, in videoconferenza dalla Turchia (dove è stata scarcerata il 29 dicembre ed è tuttora in libertà provvisoria in attesa di sentenza).Intervengono Silvia Ballestra, Alessandro Bertante, Helena Janeczek, Federica Manzon, Alessandro Mari e Bianca Pitzorno con letture tratte da Il mandarino meraviglioso di Asli Erdogan (Keller).L’evento apre un ciclo di incontri che anticiperanno la prima edizione di Tempo di Libri, la nuova Fiera dell’Editoria Italiana, in programma a Fiera Milano Rho dal 19 al 23 aprile 2017.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il governo prende in giro 17 milioni di persone a rischio povertà

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

governo.jpgdi Nunzia Catalfo, MoVimento 5 Stelle Senato. Per questo governo le famiglie in difficoltà e i 17 milioni e mezzo di persone che sono a rischio povertà nel nostro Paese non sono una priorità. Non contano nulla.Questo è quello che è stato provato in questi anni di governo Renzi e questo è quanto si evince chiaramente dalle recenti dichiarazioni fatte dal Ministro Poletti. L’attuale ministro del lavoro ha affermato, infatti, che per il 2017 verrà destinato circa 1 miliardo e mezzo di euro per ampliare il Sia, ovvero, il sostegno di inclusione attiva che nulla ha a che vedere con una misura seria e strutturale di contrasto alla povertà. Una proposta, quella avanzata dall’attuale esecutivo, che continuerebbe a lasciare senza alcun aiuto milioni e milioni di persone, famiglie, giovani, disoccupati, liberi professionisti, pensionati ecc disperati, che per il semplice fatto di avere un ISEE di poco più di 3000 euro o per il semplice fatto di avere anche solo un motociclo di proprietà, resterebbero totalmente esclusi dalla proposta avanzata dal governo.
Annunci poco seri, privi di contenuto e tipici dello stile renziano che hanno come scopo esclusivo quello di buttare fumo negli occhi dei più deboli, quando in realtà si trovano sempre le risorse per aiutare i più forti.Basta pensare che solo qualche settimana fa il governo ha trovato in un batter d’occhio ben 20 miliardi di euro per salvare le banche e non i risparmiatori, tra cui Mps. Senza dimenticare i 18 miliardi di euro spesi per finanziare il Jobs Act che è servito solo per far aumentare il precariato e i 20 miliardi di euro che sono stati spesi finora per cercare consensi elettorali con gli 80 euro. Poi chiesti indietro a molti beneficiari.Il governo ha detto che considera una priorità assoluta l’impegno per l’attuazione di una misura universale di contrato alla povertà e all’esclusione sociale e che considera apprezzabile anche ogni altra iniziativa del Parlamento che vada nella direzione di renderla rapidamente attuabile dichiarandosi pronti a sostenerla. Bene.
Una misura strutturale seria e capace di porre fine al dilagante fenomeno della povertà c’è. È la proposta del Movimento 5 stelle che è ferma da 2 anni in Parlamento per colpa del governo Renzi e della maggioranza. Si chiama reddito di cittadinanza, serve ad azzerare la povertà più grave e a reinserire i beneficiare nel mondo del lavoro e nel contesto sociale e come ha dichiarato l’ISTAT costa 14,9 miliardi di euro. Molto ma molto meno di quanto il governo ha fatto spendere finora agli italiani per aiutare le banche, per precarizzare ulteriormente il lavoro e per cercare consensi elettorali.Non diteci che non ci sono i soldi. Avete dimostrato ampiamente che quando volete le risorse ci sono e si trovano subito.Si tratta solo di una questione di priorità e di volontà politica.Sostenete la nostra misura per ridare dignità alle persone o preferite continuare a difendere solo e sempre gli interessi dei più forti?Se non avete capito che la priorità è aiutare chi è rimasto indietro, allora fatevi da parte senza aspettare un minuto in più! (fonte.blog5 stelle (foto: governo)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spettacoli: My Time is not Your Time eThe Dark Side of the Moon

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

teatro-trastevere2teatro-trastevere3Roma martedì/sabato h 21.00, domenica h 17:30 Teatro Trastevere via Jacopa de’Settesoli due spettacoli. Il primo My Time is not Your Time.
dal 12 al 13 gennaio 2017 e The Dark Side of the Moon Spettacolo di teatro-danza dal 14 al 15 gennaio 2017.
Il Teatro Trastevere ha il piacere di ospitare un doppio appuntamento con la danza ed il teatro insieme: un connubio di realtà artistiche, la contaminazione dei generi che si fa spettacolo, il tutto ad opera di Giuliana Maglia, drammaturga e coreografa, da noi già ospitata con successo nella Stagione precedente.
Dal 12 al 13 gennaio My Time is not Your Time con Ylenia Dimauro, Emiliana Grosso, Giuliana Maglia, Eleonora Marrone, e la partecipazione di Diletta Brancatelli.Una riflessione sul tempo: “Il tempo inteso come tempo materiale, il tempo inteso come preciso periodo storico. Il tempo inteso nell’umano significato dello scorrere e non tornare indietro”
Dal 14 al 15 gennaio invece ci sarà The Dark Side of the Moon con Elettra Carangio, Ylenia Dimauro, Emiliana Grosso, Giuliana Maglia, Eleonora Marrone. Un omaggio in danza ai Pink Floyd per celebrare l’album omonimo. Il lavoro coreografico porterà lo spettatore in relazione con i lati oscuri dell’esistenza umana che verranno proposti in un susseguirsi di 9 quadri danzati, in cui danza e teatro si fonderanno l’un l’altro. Il crescente conflitto interiore, le piccole nevrosi dell’uomo contemporaneo, il rapporto ossessivo con il denaro, lo scorrere del tempo che ci scivola tra le mani, la solitudine e l’incapacità crescente di comunicazione fisica, la paura della morte, la follia: questi sono i temi principali che verranno affrontati con “drammatica ironia” dai 5 danzatori in scena. (foto: teatro trastevere)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lucio Battisti è ancora tra noi

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

Alberto-Radius.jpgbattisti.jpgPalermo venerdì 13 gennaio alle 22 al Malaluna di Palermo in via della Resurrezione 80/82. E uno splendido ricordo dell’uomo che Renzo Arbore definiva «Il più grande dei nuovi cantautori italiani» è contenuto in “Parole di Lucio”, il libro scritto da Rentato Marengo che sarà presentato Il volume riscopre il valore e le sensazionali conseguenze sul popolo del rock della celebre intervista di Marengo a Lucio nel 1974 per la rivista settimanale musicale “Ciao 2001”. Quell’intervista non fu solo un grande scoop, ma ebbe infatti il grande merito di far scoprire ai rigorosi cultori del rock, che non lo amavano, Battisti nella sua completezza e complessità di musicista, come l’album “Anima Latina” avrebbe di lì a poco rivelato. L’intervista viene riproposta in questo libro con una nuova chiave di lettura, con tutti i suoi risvolti, le sue testimonianze, le trame collegate alla sua pubblicazione, alla guerra tra le riviste concorrenti, a intrighi, notiziari e strategie internazionali.
Lucio, in quei 5 giorni passati con l’autore, si lasciò veramente andare. Si liberò per la prima volta dei luoghi comuni e dell’immagine che di lui il sistema discografico aveva prodotto e commercializzato. Si espresse finalmente da musicista, parlando della musica che ascoltava, dei suoi gusti, dei suoi viaggi, dei concerti che vedeva, degli artisti internazionali che amava e delle sue fonti di ispirazione, ma pure della sua stanchezza e del suo non sopportare più quel ruolo di divo. Di essere insomma noto nel suo Renato_Marengo.jpgruolo di mito: cantante famoso, con “un bel faccino”. E non piuttosto, come era sua intenzione e sua aspirazione, come un valido, validissimo compositore. Un grande autore di musica rock.Il libro contiene inoltre il saggio “Il codice Battisti” del musicologo Gianfranco Salvatore ed uno scritto di Francesco Coniglio – editore e scrittore esperto di musica – sull’influenza di Battisti sulla scrittura dei testi delle sue canzoni più famose.
Interverrà l’autore Renato Marengo – attuale produttore della Nuova Compagnia di Canto Popolare – che descriverà il percorso che lo ha portato a questa narrazione nei confronti di Lucio Battisti. Con lui anche Alberto Radius, figura storica tra i chitarristi italiani e fondatore della Formula 3, ovvero la nota band degli anni Settanta che ebbe il privilegio di essere l’unica ad accompagnare Lucio Battisti nei suoi tour tra il 1970 e il 1971. Radius presenterà inoltre il suo nuovo album. Suoneranno con lui i musicisti palermitani Fausto Riccobono alla batteria, Giuseppe La Grutta al basso e Giuseppe Cammarata alle tastiere. Con loro anche Salvo Pistoia, ideatore e direttore artistico del “Mariposa premio letterario”.Alcune parti del testo saranno lette dalla speaker di Radio Time Simona Farana.
L’evento rientra nelle iniziative e attività del “Mariposa premio letterario” per il testo letterario, che nel 2017 compie 20 anni di attività. (foto: battisti, Alberto-Radius, Renato_Marengo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libreria Paoline: Incontri biblici

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

paolineRoma Dal 9 gennaio, presso la Libreria Paoline Multimedia International di via del Mascherino, 94, partirà un ciclo di 5 incontri di riflessione biblica sulla Lettera di San Paolo ai Filippesi. Relatore degli incontri sarà il noto biblista don Romano PENNA. Tutti gli incontri si terranno dalle 18,30 alle 19,30 presso i locali della Libreria. Questo il programma:
Lunedì 9 Gennaio Paolo si presenta: «Per me vivere è Cristo» (Fil 1,1-26)
Lunedì 6 Febbraio L’inno cristologico e il suo contesto etico (Fil 1,27-2,30)
Lunedì 6 Marzo Fuori di Cristo, spazzatura (Fil 3,1-11)
Lunedì 3 Aprile La corsa cristiana aperta ai valori (Fil 3,12-4,9)
Lunedì 8 Maggio Gioia personale nel rapporto con i lettori (Fil 4,10-23)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Minniti e i CIE: un fallimento annunciato

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

corte di giustizia europeadi MoVimento 5 Stelle. Aprire un CIE per regione, come propone il Ministro Minniti, rallenterebbe solo le espulsioni degli immigrati irregolari e non farebbe altro che alimentare sprechi, illegalità e mafie con pesanti multe (pagate dai cittadini italiani) per la violazione di sentenze della Corte di Giustizia Europa e della Corte Costituzionale in materia di diritti umani. È necessario identificare chi arriva in Italia, scovare i falsi profughi, espellere rapidamente gli immigrati irregolari nel giro di qualche giorno, senza parcheggiarli in inutili CIE spesso gestiti dalle mafie, accogliere chi ha diritto d’asilo ed integrare seriamente gli immigrati regolari.
Sono cose che il M5S afferma con buonsenso da anni. Per far questo serve prima di tutto un governo credibile e in grado di farsi rispettare dai partner internazionali. Condizione necessaria affinchè si stipulino tutti quegli accordi bilaterali che ci permetterebbero di espellere gli immigrati irregolari che, come certificato dalla stessa UE, sono l’80% di chi è giunto in Italia negli ultimi anni.
In assenza di questi accordi però, l’Italia ne può espellere solo poche migliaia degli oltre 75.000 che risiedono sul nostro territorio.
Da mesi dai territori della Penisola arrivano disperati appelli. L’ultimo, è quello del prefetto di Reggio Emilia che ha dichiarato che “sono raddoppiati i richiedenti asilo, non sappiamo più dove metterli ed il rischio è che molti non abbiano diritto agli aiuti”.
L’allarme è stato portato subito all’attenzione del Parlamento, dove abbiamo rilanciato le nostre proposte, inclusa quella di assumere migliaia di laureati in discipline giuridiche che possano identificare al più presto chi ha diritto all’asilo e chi no. Gli irregolari identificati dopo questo processo vanno subito rimpatriati, altro che riaprire i CIE che piacciono a ‘Mafia capitale’!
L’ex presidente USA, il premio Nobel per la Pace Barack Obama, tanto osannato dai “democratici” di casa nostra, durante il suo mandato ha espulso 2,5 milioni di irregolari, una media di 300-400mila ogni anno.
Con la proposta di abolizione del reato d’immigrazione clandestina votata dagli iscritti del M5S (reato inutile che ancora non è stato cancellato dal governo Pd-Ncd) miravamo a rendere più snelle le espulsioni, diminuire i costi a carico dei cittadini e facilitare il duro lavoro di magistrati e forze dell’ordine.Già nel 2008 le forze di Polizia denunciavano l’inefficienza di questa norma propagandistica voluta dalla Lega che nel 2010 ha bloccato l’espulsione dell’89% dei clandestini come ricordavano i sindacati di polizia.
Parliamo della stessa Lega e dello stesso PD che hanno firmato il Regolamento di Dublino III che fa sì che l’Italia si debba accollare tutti i migranti che giungono nel nostro Paese come primo approdo. Regolamento di Dublino che il M5S, per primo, ha proposto di modificare.Il Movimento 5 Stelle ha le idee molto chiare in tema immigrazione, soluzioni concrete che metterà a punto, in rete, con il voto degli iscritti certificati. Un serio programma sull’immigrazione che coniugherà buonsenso, rispetto ferreo della legalità e diritti umani.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“I ​Martedì alla Gregoriana”

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

Roma Martedì 10 gennaio alle ore 18.00 riprenderanno “ I Martedì alla Gregoriana”. Sarà con noi Don Roberto Repole. pontificia università gregorianaRoberto Repole (1967), presbitero della diocesi di Torino, ha conseguito licenza e dottorato in Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma.
È docente di Teologia sistematica presso la sezione di Torino della Facoltà Teologica dell’Italia settentrionale.Ha dedicato buona parte della sua riflessione a un ripensamento dell’ecclesiologia nell’orizzonte della cultura contemporanea.Dal 2011 è presidente dell’Associazione Teologica Italiana (A.T.I.).Tra le sue opere più significative si possono segnalare:
Chiesa, pienezza dell’uomo. Oltre la postmodernità: G. Marcel e H. de Lubac (Glossa 2002); Il pensiero umile. In ascolto della Rivelazione (Città Nuova 2007);
L’umiltà della Chiesa (Qiqajon 2010);
Come stelle in terra. La Chiesa nell’epoca della secolarizzazione (Cittadella 2012);
Dono (Rosenberg & Sellier, 2013);
La vita cristiana (San Paolo 2013);
Chiesa (Cittadella 2015). Insieme a Serena Noceti sta curando la pubblicazione del Commentario ai documenti del Vaticano II, Edb, Bologna 2014ss.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ford e Toyota creano SmartDeviceLink Consortium

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

auto-fordFord Motor Company e Toyota Motor Company hanno costituito lo SmartDeviceLink Consortium, un’organizzazione no-profit per lo sviluppo e la gestione di una piattaforma software open source che si pone l’obiettivo di dare ai consumatori l’opportunità di accedere e controllare le applicazioni dei propri smartphone nei momenti trascorsi al volante.Mazda Motor Corporation, il Gruppo PSA, Fuji Heavy Industries Ltd. (FHI) e Suzuki Motor Corporation sono stati i primi costruttori d’automobili ad aderire al consorzio, mentre Elektrobit, Luxoft, e Xevo i primi fornitori a divenirne parte. Inoltre, Harman, Panasonic, Pioneer e QNX hanno firmato lettere di intenti per l’adesione.
SmartDeviceLink fornirà ai consumatori un facile accesso alle applicazioni del proprio smartphone utilizzando, in modo integrato, i comandi vocali e il touchscreen dell’auto. Adottando una piattaforma open source sarà possibile per le case automobilistiche e i fornitori utilizzare uno standard uniforme di riferimento per l’integrazione delle app. Gli sviluppatori ne potranno trarre un notevole vantaggio perché potranno concentrarsi maggiormente sulla creazione di una migliore experience per i clienti, integrando una soluzione unica di connessione per l’utilizzo dell’applicazione da parte di tutti i costruttori d’automobili partecipanti.SmartDeviceLink consente agli sviluppatori di integrare, in modo funzionale, le app per smartphone con la tecnologia a bordo del veicolo, come l’interfaccia del touchscreen, i comandi al volante e il riconoscimento vocale. Grazie a questo nuovo livello di integrazione, gli automobilisti potranno utilizzare le loro applicazioni preferite durante la guida in modo più semplice e comodo.Dal punto di vista dei consumatori, inoltre, il beneficio sarà maggiore poiché sviluppatori e case automobilistiche, lavorando insieme, contribuiranno al costante miglioramento dell’open source code, aumentando la qualità e la sicurezza del software.L’adozione globale dello SmartDeviceLink potrà dare agli sviluppatori di applicazioni l’opportunità di vedere integrate le proprie innovazioni su milioni di veicoli in tutto il mondo. Le aziende partecipanti e i fornitori saranno quindi in grado di offrire un’esperienza finale all’utente che possa soddisfarne le singole esigenze, pur mantenendo il controllo sulle modalità di interazione tra auto e applicazione, oltre al notevole accesso ai dati del veicolo che le applicazioni possano avere.La tecnologia SmartDeviceLink si basa sul contributo di Ford reso attraverso il software AppLink™ per la comunità open source rilasciato nel 2013. Il Ford AppLink è attualmente disponibile su oltre 5 milioni di veicoli a livello globale.Le applicazioni più diffuse come Pandora, Spotify, iHeartRadio, AccuWeather e altre sono già disponibili per gli utenti Ford AppLink.Lo sviluppatore di applicazione Livio gestirà il progetto di open source e si occuperà di fornire assistenza e supporto allo SmartDeviceLink Consortium e ai suoi membri.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Canon celebra il 30º anniversario del sistema EOS

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

canon.pngcanon1.jpgIl prossimo marzo, Canon celebrerà il 30º anniversario dal lancio del suo celebre sistema EOS, che comprende fotocamere reflex e mirrorless oltre a una vasta gamma di obiettivi intercambiabili EF e accessori.Il sistema Canon EOS fece il suo debutto nel marzo 1987 con il lancio della reflex EOS 650 e degli obiettivi EF1. EOS è l’acronimo di “Electro Optical System” ed è stato il primo sistema reflex al mondo con innesto degli obiettivi, dotato di trasmissione completamente elettronica, ora diffuso in ogni macchina fotografica.Tutti i componenti chiave della fotocamera digitale – sensore CMOS, processore di immagini e obiettivi intercambiabili – utilizzati nel sistema EOS sono sviluppati direttamente da Canon. In questo modo Canon mantiene il controllo diretto su tutte le fasi dell’elaborazione delle immagini, dalla cattura all’output. Questo vantaggio gli ha consentito di diventare rapidamente il punto di riferimento per la qualità delle immagini e la resa dei colori.Fra i passaggi chiave della storia del sistema Canon EOS è da citare sicuramente il lancio della prima reflex digitale entry-level nel settembre 2003, EOS 300D, che ha inaugurato una nuova era digitale. EOS 300D ricevette elogi per il suo design compatto e leggero, la facilità d’uso e il prezzo competitivo. Il lancio di questo modello ha consentito all’azienda nipponica di diventare il numero uno nel mercato delle fotocamere a obiettivi intercambiabili nel 2003 e per i successivi 13 anni a venire.Grazie all’ininterrotta fiducia da parte dei clienti, nel mese di novembre 2015 la produzione complessiva di fotocamere EOS ha raggiunto 80 milioni di unità, e nel mese di agosto 2016 il numero totale di obiettivi EF prodotti ha superato la soglia dei 120 milioni di unità.
Il sistema EOS, che ora comprende anche Cinema EOS, si compone di 24 modelli2 con una selezione di 97 obiettivi EF. Il sistema EOS è pensato per soddisfare ogni tipo di esigenza, da quelle del professionista a quelle dell’appassionato. Dal suo debutto nel 1987, il sistema EOS amplia i confini della fotografia e della videoripresa e, grazie alla tecnologia ottica, l’azienda continua a perfezionare il suo potenziale nell’ambito dell’imaging. Il sistema EOS è progettato per soddisfare le sempre più diversificate esigenze degli utenti e promuovere l’uso di foto e video come forme chiave della comunicazione visiva. (foto: canon)

Posted in recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immobiliare USA: RE/MAX +19.1 % vendite a novembre 2016

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

RE-MAX.jpgRE/MAX pubblica l’indagine sul mercato immobiliare americano A Novembre le vendite sfidano i trend stagionali. Nonostante il tipico rallentamento invernale, le vendite di novembre sono aumentate del 19,1% rispetto all’anno scorso e dell’1,4% da ottobre 2016. Tutti eccetto una città nel National Housing Report ha registrato un numero di vendite crescente rispetto al 2015, con circa metà di esse con un aumento del 20%. In tutte, lo scorso mese si sono registrate molte più vendite rispetto a qualsiasi altro novembre negli otto anni di Housing Report.Ad un mese dalla fine dell’anno, il 2016 è sul passo di superare quello che è stato un forte 2015. Il 2016 ha registrato aumenti di prezzi e le vendite sono cresciute in nove mesi e Novembre ha segnato la più alta percentuale di aumento del 2016.
Lo scorso mese, il prezzo medio di vendita nelle 53 aree analizzate si è avvicinato a quello di ottobre ammontando a $ 220.000 e maggiore dell’8,9% rispetto a novembre 2015. Nei primi 10 mesi del 2016, l’offerta ha continuato a diminuire, con una diminuzione del 17%.
L’offerta mensile di case sul mercato è stata di 4.0, rispetto al 5.0 registrata a novembre 2015. I giorni sul mercato sono stati 59, rispetto ai 58 di ottobre e ai 65 dell’anno scorso.“La continua diminuzione di offerta e l’aumento dei tassi di interesse hanno contribuito allo slancio di novembre delle vendite delle case” – dichiara Dave Liniger, Amministratore delegato RE/MAX e Presidente del consiglio di amministrazione – “Negli ultimi 11 mesi, la maggior parte dei mercati ha visto un ritorno dei prezzi ai livelli pre-recessione, riaffermando che il 2016 è stato il miglior anno da quando viene pubblicato l’Housing Report”.
re-max-jpg1Nelle 53 aree metropolitane coinvolte nell’indagine condotta da RE/MAX a novembre, il numero medio degli immobili venduti è diminuito del 19,1% rispetto allo scorso anno, segnando così il secondo mese negli otto anni di Housing Report con un declino nelle vendite. Solo una città di quelle analizzate ha visto una diminuzione delle vendite (Miami, FL al -11.4%), mentre le altre 52 hanno registrato aumenti. Le città con l’aumento maggiore sono state Billings, MT +38,1%, Las Vegas, NV +34,9%, Boise, ID +33,1%, Burlington, VT +30,7%, Honolulu, HI +30,3% e Phoenix, AZ, +29,1%.
A novembre, il prezzo mediano di vendita degli immobili venduti nelle aree analizzate è stato di $220.000, maggiore dell’1,4% rispetto al mese scorso e maggiore dell’8,9% rispetto a novembre 2015. Delle 53 aree, tutti tranne due (Billings, MT e Des Moines, IA), hanno visto un aumento del prezzo mediano di vendita con 15 città con un aumento percentuale a doppia cifra. Gli aumenti maggiori si sono verificati a Honolulu, HI +17,7%, Tampa, FL +15,9%, Dallas/Ft. Worth, TX +15,0%, Seattle, WA re-max-jpg2+13,2% e Birmingham, AL +13,1%.
A novembre la media dei giorni sul mercato delle case vendute è stata di 59 giorni, un giorno in più rispetto alla media registrata ad ottobre 2016, ma minore di sei rispetto allo scorso anno a novembre. I due mercati con la più bassa offerta di immobili sono San Francisco e Denver rispettivamente con 32 e 33. Quelli più alti invece, si sono registrati ad Augusta, ME (148) e a Burlington, VT (97). I giorni sul mercato sono il numero medio di giorni che intercorre dalla presa dell’incarico alla firma del contratto.Il numero degli immobili in vendita ad novembre è diminuito del 9,3% rispetto ad ottobre e del 17% rispetto a novembre 2015. Basata sul tasso di immobili in vendita a novembre, l’offerta mensile di immobili è stata di 4.0, lo scorso mese ammontava a 3.9 e l’anno scorso era a 5.0. Un’offerta di immobili a 6.0 rappresenta un mercato in equilibrio tra acquirenti e venditori. A novembre, 49 delle 53 aree metropolitane hanno registrato un’offerta minore di 6.0 che viene tipicamente considerata adeguata per “un mercato di acquirenti”. Il numero delle città con l’offerta più bassa si è registrata a San Francisco, CA 1.3, Denver, CO at 1.5 and Seattle, WA 1.6. (foto:RE-MAX)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Agenzia Europea per i Medicinali ha acconsentito di esaminare la richiesta di commercializzazione per il KRN23

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

farmaci(NASDAQ: RARE) e Kyowa Kirin International plc (KKI), società interamente controllata da Kyowa Hakko Kirin Co., Ltd. (Kyowa Hakko Kirin), hanno annunciato oggi che l’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) ha accettato di esaminare la richiesta riguardante la commercializzazione (MAA) del KRN23, terapia farmacologica per il trattamento della Ipofosfatemia X-linked (XLH). La richiesta è stata depositata e accolta a fine 2016, mentre un parere del comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) è previsto per la seconda metà del 2017. Ultragenyx e Kyowa Hakko Kirin hanno stretto un accordo di collaborazione e di licenza nell’agosto 2013 per sviluppare e commercializzare il KRN23.“Sulla base dei risultati positivi emersi da diversi studi su pazienti pediatrici e adulti con XLH, stiamo cercando di ottenere l’autorizzazione alla commercializzazione al fine di accelerare l’accesso dei pazienti a questa terapia” – ha dichiarato Emil D. Kakkis, MD, Ph.D., Chief Executive Officer e Presidente di Ultragenyx.“L’Ipofosfatemia X-linked è una condizione debilitante che provoca dolori e sofferenze cronicizzanti ai malati, per i quali attualmente non esistono trattamenti approvati in grado di agire sulle cause scatenanti” – ha detto il Dott. Tom Stratford, Presidente e CEO di KKI. “Come Kyowa Hakko Kirin stiamo mettendo il massimo impegno nel contribuire alla salute e al benessere delle persone in tutto il mondo grazie ai progressi nella scienza e nella tecnologia. Richiedendo l’autorizzazione stiamo compiendo un passo significativo verso il miglioramento della vita dei pazienti che soffrono di ipofosfatemia X-linked.”
La XLH è un disturbo del metabolismo del fosfato causato dalla perdita di fosfato attraverso le urine che porta a grave ipofosfatemia. La XLH è la forma ereditaria più comune di rachitismo (fragilità e indebolimento delle ossa), che viene ereditata come carattere dominante X-linked e che colpisce maschi e femmine. La XLH è una malattia peculiare caratterizzata da un’inadeguata mineralizzazione delle ossa che porta a parecchie anomalie, tra cui rachitismo, progressivo incurvamento delle gambe, osteomalacia, dolore osseo, andatura ondeggiante, bassa statura, insufficienza motoria, debolezza muscolare, frequenti pseudofratture, stenosi spinale, entesopatia e osteoartrite. La maggior parte dei pazienti pediatrici e alcuni pazienti adulti sono curati utilizzando terapie che prevedono l’assunzione di fosfato per via orale e di vitamina D attiva (calcitriolo), che richiedono più dosi suddivise nell’arco della giornata e il monitoraggio dei potenziali rischi quali nefrocalcinosi, ipercalciuria e iperparatiroidismo.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rinnovato il Consiglio di Amministrazione di 24 ORE Cultura

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

sole_24_ore.jpgLa società del Gruppo 24 ORE attiva da oltre vent’anni nell’organizzazione di mostre in partnership con le maggiori istituzioni nazionali e internazionali e nella gestione di musei e di spazi espositivi ha rinnovato il suo consiglio di amminisstrazione.
Il nuovo Consiglio risulta composto dal dott. Giancarlo Coppa (CFO Gruppo 24 ORE) che ne assume la presidenza, dall’avv. Salvatore Lo Giudice (Direttore degli Affari legali Gruppo 24 ORE) e dal dott. Franco Moscetti (Amministratore Delegato Gruppo 24 ORE).
Negli oltre vent’anni di attività 24 ORE Cultura ha prodotto più di duecento grandi mostre in Italia e all’estero, in partnership con le maggiori istituzioni nazionali e internazionali, tra cui Picasso, in collaborazione con il Museo Nazionale Picasso di Parigi; Manet. Ritorno a Venezia, con il Musée d’Orsay di Parigi; Klimt, con il Museo Belvedere di Vienna; Dalí, con la Salvador Dalí Foundation a Figueres; Giappone. Potere e splendore, con il Tokyo National Museum; Canova, con l’Ermitage di San Pietroburgo; Warhol, con la Brant Foundation di Greenwich negli USA; Kandinskij, con il Centre Pompidou di Parigi; Chagall, con i principali musei internazionali; Van Gogh, con il Museo Kröller-Müller di Otterlo.
Attiva nella gestione di musei e di spazi espositivi, nel 2015 la Società ha infatti vinto il bando per la gestione Mudec – Museo delle Culture di Milano, un vero e proprio hub, luogo d’incontro fra le culture e le comunità, inaugurato il 26 marzo 2015 e che grazie alla gestione affidata a 24 ORE Cultura ha attratto ad oggi oltre 700 mila persone attraverso mostre, incontri, conferenze, proiezioni cinematografiche, laboratori didattici. 15 le esposizioni, dall’apertura nel 2015 a oggi: da Barbie in collaborazione con Mattel, a Gauguin, in collaborazione con la Glyptotek di Copenhagen, a Miró, con la Fundació Joan Miró di Barcellona fino alle mostre attualmente in corso Jean-Michel Basquiat, con la collezione Mugrabi e Homo Sapiens. Le nuove storie dell’evoluzione umana.
24 ORE Cultura si è inoltre specializzata nel corso degli anni nella realizzazione e gestione di Bookshop temporanei dedicati alle proprie mostre e nei servizi di ticketing e promozione. La società pubblica volumi a proprio marchio per il mercato librario nazionale e ha sviluppato progetti editoriali per alcuni dei più importanti editori internazionali, collaborando con Phaidon, Hatje Cantz, Laurence King, Moleskine, Actes Sud, de La Martinière e altri. (foto: museo culture milano)

Posted in Cronaca/News, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il 20 gennaio Siracusa capitale dell’ortofrutta italiana

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

orto-frutta.jpgCresce l’attesa per la giornata dei Protagonisti dell’Ortofrutta Italiana che si terrà a Siracusa il prossimo 20 gennaio. Un appuntamento ormai nel calendario annuale dei big del settore, giunto alla quinta edizione e per la seconda volta nel Sud, principale bacino produttivo del nostro Paese, dopo la tornata di gennaio 2016 a Matera. I partner dell’iniziativa, lanciata dalla redazione della rivista di settore Corriere Ortofrutticolo, sono Italia Ortofrutta Unione Nazionale, CSO Italy e FruitImprese.
I Protagonisti dell’Ortofrutta Italiana selezionati per il 2016 sono Ilenio Bastoni, direttore generale Gruppo Apofruit (Emilia Romagna), Salvatore Bua, direttore commerciale OP La Deliziosa (Sicilia), Simone Bernardi, presidente Lagnasco Group (Piemonte), Giuseppe Calabrese, presidente Consorzio Monteverde (Sicilia), Antonio Giaccio, presidente OP Giaccio Frutta (Campania), Salvatore Giardina, amministratore Azienda Agricola F.lli Giardina (Sicilia), Guido Grimaldi, dirigente Grimaldi Group (Campania), Riccardo Martini, amministratore Tramaco (Emilia Romagna), Salvatore Novello, amministratore Novello&C. (Sicilia), Fabio Massimo Pallottini, presidente Italmercati Rete d’Imprese (Lazio), Giulio Romagnoli, presidente Romagnoli SpA (Emilia Romagna). Tra costoro sarà nominato la sera del 20 gennaio, a Palazzo Beneventano di Siracusa, l’Oscar della Frutta 2017, il più ambìto riconoscimento nazionale riservato ai manager e agli imprenditori del settore. A fine dicembre era in corso di definizione la terna all’interno della quale sarà individuato l’Oscar. Il meccanismo di selezione prevede infatti che si proceda dagli 11 Protagonisti 2016 a individuare tre personalità tra le quali una ristretta cerchia di ‘grandi elettori’ indica, in prossimità dell’evento, il vincitore. ‘Protagonisti’ ha anche un’importante parte contenutistica, con seminari previsti al mattino e al pomeriggio del 20 gennaio a Palazzo Vermexio, incentrati sui temi della logistica dei prodotti freschi nel Sud Italia e nel Mediterraneo (al mattino) e alla presentazione delle ‘nuove frontiere della Sicilia ortofrutticola’ (al pomeriggio). Oltre ai seminari, sono previste le presentazioni di importanti iniziative tra le quali il Congresso dei Mercati Mondiali di Roma del maggio prossimo da parte del presidente di Italmercati e amministratore delegato del CAR Fabio Massimo Pallottini e l’Accademia dell’Ortofrutta lanciata dalla SG Marketing di Bologna, che sarà presentata dal direttore dell’agenzia, Claudio Scalise. Sarà anche annunciata la prossima costituzione del Club dei Protagonisti dell’Ortofrutta Italiana, un’associazione senza scopo di lucro di cui è in corso di definizione lo statuto e che dovrebbe avere tra le sue finalità orto-frutta1.jpgquella di sostenere l’evento nel corso dell’anno, di intervenire sul programma del medesimo in modo che i temi trattati nei seminari rispondano alle reali esigenze del settore e – più in generale e in prospettiva – quella di fare lobby a livello nazionale in affiancamento alle azioni già messe in atto dai partner di Protagonisti, in particolare CSO Italy, FruitImprese e la stessa Italia Ortofrutta Unione Nazionale, che dell’evento, negli ultimi tre anni, è stata il main sponsor. Si sta tra l’altro assistendo ad alcune ulteriori richieste di partnership, come testimonierà la presenza a Siracusa dei presidenti di alcuni organismi nazionali. Al Club parteciperanno di diritto un rappresentante di ciascun partner di Protagonisti, i vincitori dell’Oscar della Frutta a partire dalla prima edizione, il direttore del Corriere Ortofrutticolo e il direttore del Gruppo Editoriale. Altri aspetti costitutivi del Club sono in corso di definizione. Tra le presentazioni previste a Siracusa, infine, quella della nuova edizione del libro della Pera IGP da parte di CSO Italy. Protagonisti dell’Ortofrutta Italiana 2017 conta sul patrocinio del Comune di Siracusa e sul sostegno di Unitec, Oranfrizer e Fiera Milano – Tuttofood con il marchio Fruit&Veg Innovation (sponsor di fascia Gold), oltre che di ILIP e Valfrutta Fresco (sponsor di fascia Bronze). E gode della collaborazione di Fruitecom. Le iscrizioni all’evento sono notevoli, supereranno quelle delle edizioni precedenti, tanto che la cerimonia finale, quando tra i Protagonisti dell’Ortofrutta Italiana 2016 verrà nominato l’Oscar della Frutta 2017, sarà a numero chiuso. (fonte: http://www.corriereortofrutticolo.it) (foto: orto-frutta)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Lev Golinkin Uno zaino, un orso e otto casse di vodka

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

lev-golinkinLev Golinkin nasce a Char’kov, in Ucraina, nel 1980. La Guerra Fredda e l’Unione Sovietica sono al tramonto. Era un’epoca di macchinoni neri e di sparizioni notturne, informatori del KGB appostati a ogni finestra, umiliazioni, paura e violento antisemitismo. I genitori di Lev desideravano per lui e sua sorella, Lina, una vita migliore, ma le frontiere erano ancora sigillate e il sogno dell’America lontanissimo. Poi, alla fine del 1989, si aprì uno spiraglio per la fuga – una fuga definitiva – e i Golinkin, insieme a centinaia di migliaia di ebrei sovietici, rischiarono tutto per riuscirci. Ma dovevano fare in fretta: girava voce che a partire dal 31 dicembre l’America non avrebbe accolto più nessuno. Vivace, emozionante, venato di humour nero, Uno zaino, un orso, e otto casse di vodka è un viaggio nella follia totalitaria che snatura la vita e le coscienze di adulti e dell’infanzia, visto dalla prospettiva personale di un bambino vulnerabile ma ostinato, costretto a vivere in un Paese che non lo vuole. Ma è anche la storia dell’uomo Golinkin diventato americano, che torna in cerca delle tante persone che avevano reso possibile la sua fuga, per ritrovare il senso di quella solidarietà umana, unica superstite di un’epoca di grandi macerie.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »