Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 13 gennaio 2017

Sekisui Diagnostics Announces Launch of OSOM® BVBLUE® Rapid Test for Bacterial Vaginosis in Europe, Middle East and North Africa

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

osomLEXINGTON, Massachusetts, /PRNewswire/ — Today, Sekisui Diagnostics announces the launch of the OSOM® BVBLUE® Test in Europe, Middle East and North Africa. The OSOM® BVBLUE® Test, which is used in the diagnosis of bacterial vaginosis (BV), is now CE marked. The test provides accurate results with minimal hands on time through detection of elevated levels of the enzyme sialidase produced by the four major pathogens associated with the condition.The OSOM® BVBLUE® Test, combined with the OSOM® Trichomonas Test, provide comprehensive diagnostic tools for two of the most common vaginal and sexually transmitted infections in the world. “Worldwide, it is estimated that 20 –30 % of women of reproductive age attending sexually transmitted infection (STI) clinics suffer from BV, the prevalence of which can be as high as 50–60 % in high-risk populations”.The OSOM® BVBLUE® Test delivers fast, accurate results in 10 minutes by utilizing a simple procedure with less than one minute hands on time. The ability to rapidly diagnose a BV infection is beneficial to the patient in order to begin immediate and proper treatment, while reducing the chance of serious health complications.In studies, the OSOM® BVBLUE® Test demonstrated highly accurate results with 92.8% sensitivity and 98% specificity vs. Gram Stain, with the added benefit of objective result interpretation. Along with the accuracy of the statue_lexington_massachusettsresults, the OSOM® BVBLUE® Test provides economic benefits by helping to reduce the intensive labor and also the need for advanced expertise required to perform and interpret Gram Stains by microscopy.
“Sekisui Diagnostics is committed to providing products that can have a direct impact on the improvement of patient care,” says Lee Lipski, Vice President of Global Sales and Marketing, Sekisui Diagnostics. “Building on the successful adoption of this test in the US, we are pleased to be able to offer the OSOM® BVBLUE® Test internationally, which now enables physicians and laboratories in those countries to offer simple and efficient testing for both bacterial vaginosis and trichomonas infections.”Along with these women’s health products, Sekisui Diagnostics provides a broad line of OSOM® rapid tests for Influenza, Strep A, Mononucleosis, Helicobacter pylori, hCG and Faecal Occult Blood. Sekisui’s Diagnostics expanding Point-of-Care product line also includes the FastPack® IP System, which offers a convenient, rapid, decentralized testing solution for Vitamin D, Testosterone, PSA, Free PSA, TSH, Free T4, and hCG.Point-of-Care Testing (POCT) is a highly relevant and growing area of diagnostics, particularly due to the increased focus on cost efficiency through rapid and appropriate treatment. Market analysis and consulting firm Enterprise Analysis Corporation estimated the global market for POC testing at $5,924 million in 2015. (photo: osom)

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Catella asset management advised German institution on acquisitions of residential developments for EUR 40 million

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

xavier-jongen-catellaThe residential team of Catella Real Estate has advised a southern German institution on acquisitions of 130 new development apartments in Bamberg and Berlin for a total of some EUR 40 million. The purchases were made for a special fund of the German institution. The fund is managed by German capital management company Institutional Investment Partners. Catella performs the portfolio management in the residential segment of the fund.In Berlin, construction phase B of the Hasenheide project development was acquired for EUR 30 million. The project includes construction of 97 apartments with 6,475 square metres of lettable space in the district of Neukölln, and is planned be completed in 2018.In Bamberg, north of the metropolitan area of Nuremberg, a new construction of a residential complex was acquired for EUR 10.25 million. The new construction comprises 23 newly built apartments in 3 buildings as well as six renovated existing apartments and five terraced houses, with a total of 3,152 square metres of lettable space. The property is located in the so-called Katharienhof, which is part of a new neighbourhood development in the heart of Bamberg.“With the acquired project developments, at demographically stable and prospering locations, we can take advantage of the high yield potentials of project developments for our investors,” says Michael Keune, Portfolio Manager at Catella.“Meanwhile, we have been able to build a broad and geographically diversified portfolio for our investors. We are confident that we will be able to benefit from favourable purchasing situations from our Europe-wide network in 2017 as well,” adds Xavier Jongen, Head of Catella’s initiative within residential property funds. (photo: Xavier Jongen, Catella)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

European identity in the context of globalisation/L’identité européenne dans la mondialisation

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

europeThis synthesis by Elvire Fabry presents the main analysis and recommendations formulated on the occasion of the first round table of our 2016 European Steering Committee, organized as part of the 20th anniversary of the Jacques Delors Institute on 6-7 October 2016 in Paris.
The discussion dealt with European identity in the context of globalisation, starting with the internal perception offered by Margrethe Vestager, the European Commissioner for Competition, and the external perception illustrated by Lakhdar Brahimi, former Algerian Minister for Foreign Affairs and a former High Representative of the United Nations in the course a debate introduced by Pascal Lamy, President Emeritus of the Jacques Delors Institute. This synthesis presents the main analysis and recommendations formulated by the participants under the Chatham House Rule.
Cette synthèse d’Elvire Fabry présente les principales analyses et recommandations formulées à l’occasion de la première table ronde de notre Comité européen d’orientation 2016, organisée dans le cadre de la célébration des 20 ans de l’Institut Jacques Delors les 6-7 octobre 2016 à Paris. La discussion a porté sur l’identité européenne dans la mondialisation à partir du regard intérieur de Margrethe Vestager, commissaire européenne à la concurrence, et du regard extérieur de Lakhdar Brahimi, ancien ministre des affaires étrangères algérien et ancien haut représentant des Nations unies, à l’occasion d’un débat introduit par Pascal Lamy. Cette synthèse présente les principales analyses et recommandations que les différents participants ont pu formuler sous la règle de Chatham House. (photo: europe)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Suspicious killing of Baha’i in Iran

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

iranNEW YORK — The Baha’i International Community has learned about the killing of a Baha’i in Iran, under suspicious circumstances.A report received on 9 January indicated that Ahmad Fanaian was found dead, having sustained severe burns to his body. Mr. Fanaian was an elderly and respected man from Semnan Province. This killing comes at a time of ongoing, systematic oppression of Baha’is in Semnan Province, which has been the focus of extensive anti-Baha’i activity. In 2012, the Baha’i International Community published a special report detailing numerous acts of violence and discrimination against Baha’is there. (photo: iran)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Strengthened sanctions to deter fraud against EU budget

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

corte di giustizia europeaNew rules to tackle and punish fraud against the EU budget establishing criminal penalties, including imprisonment, for the more serious cases were approved on Thursday by the Civil Liberties and Budgetary Control Committees. The text, which was passed with 47 votes to 8, had been informally agreed with the Council in December 2016.MEPs ensured during the negotiation that the rules will also apply to VAT fraud, provided the total damage exceeds 10 million euros, involves more than one member state and is committed in a “structured way” (like carrousel fraud).
The legislation sets a common definition of fraud against the EU´s financial interests, which will include money laundering, passive and active corruption, and misappropriation. All these should be considered criminal offences when committed intentionally, and punished by “dissuasive criminal sanctions”, with a maximum of at least 4 years imprisonment if they involve damages or advantages over 100 000 euros.
Establishing a minimum level of maximum jail sentences should guarantee an equivalent protection of Union´s financial interests in all member states, states the text, adding that the sanctions will serve as a strong deterrent for potential criminals.The prescription period, within which fraud can be investigated and prosecuted, should be of at least five years for the criminal offences potentially subject to prison sentences.Both national and EU officials will be covered by the directive, as well as any other person assigned and exercising a public service function involving the management of EU funds, such as contractors.For offences involving damages below 10 000 and advantages under 100 000 euros, national authorities may choose to apply other than criminal sanctions.
The interinstitutional deal is set to be confirmed by Parliament as a whole, and formally adopted by the Council of Ministers, in the coming weeks. Member states will have two years to transpose the directive into national legislation.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Civil Liberties MEPs confirm deal granting Georgia visa-free access to the EU

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

SchengenThe deal reached between Parliament and Council negotiators granting Georgian citizens visa-free access to the Schengen area was endorsed on Thursday by the Civil Liberties Committee. The text, which was approved with 42 votes to 2, with 1 abstention, will need to be confirmed in plenary, probably in February.Under the visa exemption, Georgians who hold a biometric passport will be able to enter the EU without requesting a visa for 90 days in any 180-day period, for business, tourist or family purposes.The visa waivers apply to the Schengen area, which includes 22 EU member states (all except Ireland, the United Kingdom, Croatia, Cyprus, Romania and Bulgaria) plus Iceland, Liechtenstein, Norway and Switzerland.
The legal change transferring Georgia from the list of countries whose nationals need a visa to enter the EU (the “negative” list) to the list of countries exempted of that requirement (the “positive” list) will have to be confirmed by Plenary as a whole, most likely in February. Following adoption by the Council of Ministers, the text will be signed and published in the Official Journal of the EU.
The visa waiver for Georgia will enter into force on the same date as the review of the visa suspension mechanism, which was approved by Parliament on 15 December (still pending finalisation of the official translation of the legal texts).

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Come cambierà il lavoro nei prossimi 10 anni

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

infortuni-lavorodi Tiziana Ciprini e Claudio Cominardi. Roma Mercoledì 18 e giovedì 19, per la prima volta, se ne discuterà in due intere giornate alla Camera dei Deputati con il noto sociologo Domenico De Masi, professore emerito di Sociologia del Lavoro e che ha coordinato questo studio grazie alla collaborazione di 11 tra i maggiori esperti in vari ambiti: dall’economia al diritto, dalla tecnologia alla psicologia.
Il lavoro rappresenta per l’individuo una delle dimensioni più importanti del suo rapporto col mondo. Secondo Aris Accornero “un uomo che ha perso il suo lavoro ha perso il suo passaporto per la società”. Oggi ci troviamo nel bel mezzo di un’epoca di grandi trasformazioni dettate dall’innovazione tecnologica, dalla globalizzazione, dai nuovi media e dalla scolarizzazione di massa; cambiamenti che la politica tende ad ignorare perché incapace a proiettarsi oltre la scadenza della legislatura.In un contesto drammatico come è quello italiano, dove la povertà dilaga con 4,6 milioni di cittadini che vivono sotto la soglia di povertà assoluta e un tasso di disoccupazione giovanile tra i più alti in Europa (36,4% Fonte ISTAT) il tema del lavoro deve essere sempre più centrale.
Come evolverà il mercato del lavoro? Quali saranno le professioni del futuro? I posti di lavoro aumenteranno o diminuiranno in rapporto alla popolazione attiva? Quali settori saranno carenti, quali adeguati e quali esuberanti di occupati? Come evolverà il mix tra lavoro fisico, lavoro intellettuale di tipo esecutivo e lavoro intellettuale di tipo creativo? La globalizzazione, lo sviluppo dei metodi organizzativi, il progresso tecnologico, la longevità, i flussi migratori come influiranno sulla creazione e sulla distruzione dei posti di lavoro?” Possiamo, quindi, affermare che il MoVimento 5 Stelle le risposte ce le ha, grazie a questa inedita e approfondita ricerca previsionale su come evolverà il mondo del lavoro da qui al 2025. (fonte: blog grillo)

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’università dell’Insubria va in Cina

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

pechinoshanghaiComo dal 19 maggio al 1° giugno 2017, un gruppo di venti studenti sarà guidato dal Prof. Giorgio Maria Zamperetti, Ordinario di diritto commerciale, e si svilupperà su quattro tappe fondamentali: oltre alla pittoresca Guilin, nella cui regione fluviale è previsto un tratto in navigazione, la delegazione insubre si recherà a Xi’an, sede di una delle più prestigiose università della Cina e nota per l’esercito di terracotta; a Shanghai, cuore economico e finanziario della Cina; e naturalmente nella capitale Pechino. Nelle bell_towerultime tre città sono in corso di organizzazione incontri istituzionali con autorità accademiche, diplomatiche e politiche, volti a creare nuovi contatti in vista delle prospettive professionali dei futuri laureati e ad espandere l’area di influenza dell’Ateneo insubre. Gli studenti avranno anche occasione di incontrare loro colleghi cinesi per un informale confronto sulla vita universitaria nei due Paesi e non mancheranno interessanti visite ai principali siti culturali; il viaggio sarà preparato da una serie di incontri di approfondimento sui vari aspetti della cultura e dell’economia cinesi e da un weekend di team building volto a creare una delegazione coesa e motivata. Il bando di selezione è aperto a tutti gli studenti e dottorandi dell’Università dell’Insubria, e in un’ottica di apertura a esperienze esterne verrà valutata la candidatura di studenti anche di altri Atenei. (foto: shanghai, Pechino, Bell_tower)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XXV Anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

borsellino falcone“Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi, perché è in ciò che sta l’essenza della dignità umana.” Frase di John Fitzgerald Kennedy citata da Giovanni Falcone che raccontò di aver letto in un posto di polizia nell’aeroporto di Milano, in cui viene racchiusa tutta la vera essenza della sua vita: il suo impegno, la sua dedizione al lavoro, il senso del dovere, la sua determinazione ma soprattutto il suo ideale di Giustizia. Da questa citazione nasce il titolo del concorso per l’anno scolastico 2016/2017 bandito dalla Fondazione Giovanni e Francesca Falcone insieme al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca che culminerà il 23 maggio 2017 – XXV anniversario della strage di Capaci.
Il concorso, rivolto a tutte le scuole italiane, di ogni ordine e grado, mira a stimolare, attraverso la memoria, la riflessione degli studenti che oggi siedono tra i banchi di scuola, ma che ancora non erano nati negli anni in cui la storia d’Italia è stata segnata da tragici eventi, omicidi e stragi, di stampo mafioso.
Le scuole vincitrici del concorso saranno premiate a Palermo durante il convegno presso l’Aula Bunker del Carcere Ucciardone alla presenza delle più alte cariche istituzionali. Le scuole che intendono partecipare al concorso dovranno iscriversi entro e non oltre il 14 gennaio collegandosi al sito http://www.fondazionefalcone.it.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra di Silvia Celeste Calcagno If (but I can explain)

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

silviaGenova 20 gennaio – 19 febbraio 2017 Museo d’Arte Contemporanea Villa Croce Via Jacopo Ruffini, 3 orario visite giovedì-venerdì: 12:00 – 19:00 sabato-domenica: 10:00 – 20:00. Il Museo d’Arte Contemporanea Villa Croce è lieto di annunciare la mostra di Silvia Celeste Calcagno If (but I can explain) a cura di Alessandra Gagliano Candela. Progetto studiato site-specific per la Project Room al primo piano del Museo, If ( but I can explain) presenta una nuova condizione del proprio “stare”. Partendo da un lavoro autobiografico, l’artista evoca una condizione di sospensione, in cui il corpo di donna vive o sopravvive.
In una riflessione metafisica, gli oggetti del quotidiano, gli abiti, le fotografie appese al muro, diventano il racconto di una quotidianità infranta. Come nei fotogrammi di un film, vengono proposti brandelli di una vita che è stata spogliata, depauperata, violata. Un’esistenza che si interroga su quel che è stato e su quel che sarebbe potuto essere.
È lo stato perpetuo del “sé”. Sono solo due lettere quelle che danno il titolo all’installazione. Due lettere che, però, aprono a un universo di contenuti: il dubbio, l’incertezza, il pentimento, l’ipotesi.
È un “sé” che guarda all’infinito quello che l’artista propone al pubblico, coinvolgendo lo spettatore in un viaggio intimo, in cui ciascuno si può riconoscere. Dopo “l’uno, nessuno e centomila” delle numerose donne protagoniste delle precedenti opere, dalle installazioni dedicate a “Rose” a quelle di “Carla” e “Interno 8”, la Calcagno supera il dramma esistenziale di una identità fragile.
“If” è un’installazione composta da tre elementi: una quadreria di lastre in grès che avvolgono le pareti della Project Room, una suggestione sonora e un video. If (but I can explain) racconta un’esistenza sospesa, incompiuta. Il riferimento ideale è il Cimitero di Modena, progettato negli anni Settanta da Aldo Rossi, la soglia tra la vita e la morte, tra la realtà e il ricordo, come scrive Alessandra Gagliano Candela.
Nei suoi lavori, Silvia Celeste Calcagno fa riferimento a una dimensione autobiografica, che, tuttavia, diventa biografia di un femminile in senso ben più ampio. Esperienze, vissuti che da strettamente personali si fanno universali, per citare Angela Madesani. Un mantra, scritto dall’artista, intitolato “Could you please stop talking?” riferimento al testo di Raymond Carver accompagna lo spettatore. Recitato da una voce maschile, descrive stralci di esistenza che si concludono con la litania “Vuoi star zitto, per favore?”. Una rabbia che non eccede mai nell’ira, pur travalicando la sottile linea che separa il dolore dalla collera.
A completare il percorso è un video, “Air fermé”, che riprende con telecamera fissa il paesaggio urbano da una finestra attraverso una tenda. Un filtro che registra lo scorrere del tempo, marcato dal variare delle luci, osservando i ritmi dell’esistere.
Vincitrice del 59° Premio Internazionale Faenza della Ceramica d’Arte Contemporanea, Silvia Celeste Calcagno porta avanti una ricerca, in cui il contenuto si è sviluppato in continua simbiosi con l’evoluzione tecnica, a dimostrare lo stretto legame fra concept e studio materico.La riflessione sul corpo, sull’esistenza, sulla femminilità si sposano con la fotografia e la ceramica, attraverso una interpretazione personale e innovativa, in grado di accompagnare uno dei media più antichi, la ceramica, nel mondo dell’arte contemporanea.
Ogni installazione è frutto di un lungo e complesso lavoro che costituisce, esso stesso, una performance.
L’artista parte da una serie di constatazioni fotografiche, scattate in modo ossessivo per ore e ore, sino al raggiungimento della totale trasposizione emotiva nello scatto.A questo punto, il passaggio alchemico: la fusione fra immagine e materia. Un percorso di ricerca che ha preso il via, ormai una decina di anni fa, dalla decalcomania per raggiungere vertici del tutto inaspettati che mettono insieme tecniche, in apparenza, incompatibili. L’immagine fotografica è impressa su impasto da grès ingobbiato a fresco e sottoposta a cotture ad alta temperatura, ottenendo un risultato che può evocare la serigrafia conservando una dinamicità e una poeticità del tutto nuove.
La mostra è accompagnata da un catalogo che documenta il progetto, pubblicato da Nomos editore, con un’intervista di Ilaria Bonacossa all’artista, testi di Alessandra Gagliano Candela e Angela Madesani. Il catalogo verrà presentato nel corso dell’esposizione. (foto: silvia)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

6° sondaggio annuale realizzato da Allianz Global Corporate & Specialty SE (AGCS) che analizza i rischi più temuti dalle aziende

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

allianzA livello globale le aziende temono sempre più l’imprevedibilità del contesto economico, laddove i mercati sono volatili (2°) e crescono i rischi politici come il protezionismo o il terrorismo. Altre preoccupazioni crescenti riguardano le nuove tecnologie e i rischi informatici (3°), ma anche le catastrofi naturali (4°). Tuttavia, a preoccupare maggiormente le aziende rimangono le perdite dovute a interruzione delle attività (1°). Sono questi i risultati dell’Allianz Risk Barometer, il 6° sondaggio annuale realizzato da Allianz Global Corporate & Specialty SE (AGCS) che analizza i rischi aziendali a livello mondiale, ma anche per area, Paese, settore e dimensione di attività. Anche in Italia i principali rischi più temuti dalle aziende sono dovuti alle interruzioni di attività (36%) e ai cambiamenti nei mercati (30%), mentre, diversamente, al terzo posto rientrano le catastrofi naturali (25%). Con il 23% seguono, a pari merito, i rischi informatici e i timori dei cambiamenti nello scenario macro economico.
L’interruzione delle attività (Business interruption, BI) rimane il rischio principale per il quinto anno consecutivo (37% delle risposte a livello globale e 36% in Italia), soprattutto perché può provocare perdite di reddito significative, ma anche perché emergono nuove cause scatenanti, quali i danni immateriali o i rischi intangibili, come gli attacchi informatici e l’interruzione delle attività dovuta a instabilità politiche, scioperi o attacchi terroristici. Questa tendenza è guidata in parte dalla crescita dell’“Internet delle cose” (Internet of Things, IoT) e dalla sempre maggiore inter-connettività delle macchine, delle aziende e delle loro supply chain, che può facilmente moltiplicare le perdite in caso di incidente. Le aziende si trovano anche di fronte a potenziali perdite finanziarie derivanti dal continuo mutamento dello scenario politico (Brexit, Elezioni Usa, imminenti elezioni UE, etc.) che generano paure di un maggiore protezionismo e di un processo di anti-globalizzazione.
“Le aziende di tutto il mondo si stanno preparando ad un anno di incertezze”, afferma Chris Fischer Hirs, CEO di AGCS. “Sono preoccupate per i mutamenti imprevedibili nel panorama legale, geopolitico ed economico di tutto il mondo. Stanno emergendo nuovi rischi, oltre a quelli classici di incendio e di catastrofi naturali; per questo è necessario ripensare agli attuali strumenti di monitoraggio e gestione del rischio”.
Evoluzioni e volatilità del mercato (31% delle risposte a livello globale e 30% in Italia) è il secondo più importante rischio aziendale del 2017 e la preoccupazione principale nei settori dell’aviazione/difesa, dei servizi finanziari, del marittimo e dei trasporti, così come in tutta l’Africa e il Medio Oriente in generale. Per anticipare eventuali modifiche normative improvvise che potrebbero influire sui mercati, le aziende nel 2017 dovranno investire più risorse in un miglior monitoraggio della politica e della definizione delle politiche mondiali. Secondo Euler Hermes, assicuratore del credito commerciale e società del Gruppo Allianz, dal 2014 sono state introdotte a livello mondiale 600-700 nuove barriere commerciali all’anno.Nel contempo, la crescente dipendenza dalla tecnologia e dall’automazione trasforma e condiziona le aziende in tutti i settori industriali. Infatti, se è vero che la digitalizzazione assicura nuove opportunità alle imprese, è vero anche che essa trasforma la natura dei beni aziendali da fisica a sempre più immateriale, portando con sé nuovi rischi, primi fra tutti quelli informatici (30% delle risposte). A livello mondiale, le minacce informatiche si posizionano al 3° posto, mentre salgono al 2° nelle Americhe e in Europa, per diventare il rischio n°1 in Germania, Regno Unito e nei Paesi Bassi, mentre in Italia si posizionano al 4° posto, con il 23% delle risposte. Al tempo stesso, è il timore principale nel mondo per le aziende che operano nel campo della tecnologia informatica e delle comunicazioni, o in quello delle vendite/ingrosso.
La minaccia va molto oltre la pirateria informatica e la violazioni dei dati e della privacy, anche se le nuove normative sulla protezione dei dati accentueranno gli effetti negativi che queste possono avere sulle aziende. Resta ormai poco tempo perché le aziende si preparino all’attuazione, che avverrà in tutta Europa nel 2018, del nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati, e, anche se il costo dell’adattamento sarà alto, le sanzioni per inadempienza saranno ancora più costose. La crescente interconnessione e la sofisticatezza degli attacchi informatici non solo pone le aziende di fronte ad un enorme rischio diretto, ma le mette di fronte anche a quelli indiretti, per via dell’esposizione di infrastrutture sensibili come l’IT e le forniture di energia e acqua. Inoltre c’è anche la minaccia costituita dai guasti tecnici o dall’errore umano, che può provocare esposizioni diffuse e durature all’interruzione delle attività. Nell’ambito della produzione digitalizzata o dell’Industria 4.0, l’incapacità di presentare o interpretare correttamente i dati potrebbe provocare un’interruzione della produzione. Le aziende devono pensare ai dati come ad un bene, e a ciò che ne può impedire l’utilizzo. I risultati dimostrano inoltre che le piccole aziende talvolta sottovalutano il rischio informatico: in questa categoria (ricavi <€250 milioni), infatti, il rischio informatico è solo al 66° posto. Tuttavia, l’effetto di un incidente grave potrebbe essere molto più dannoso per questo tipo di aziende.Anche le catastrofi naturali (4° posto a livello mondiale) e i cambiamenti climatici/la crescente variabilità del meteo (rispettivamente il 24% e il 6% delle risposte), si trovano tra i primi rischi percepiti dalle aziende, soprattutto in Italia (3° posto con il 25% delle risposte) e in Asia dove si sono verificati molti terremoti (Italia centrale e zona di Kumamoto). Le catastrofi naturali sono la preoccupazione principale in Giappone e ad Hong Kong, come anche a livello mondiale tra le aziende di ingegneria/costruzioni e servizi/energia.“Le catastrofi naturali e il cambiamento climatico preoccupano i nostri clienti e le società in generale”, conferma Axel Theis, Membro del Consiglio Amministrativo di Allianz SE. “Riteniamo che il riscaldamento climatico superiore a 1,5 gradi Celsius possa intensificare in modo significativo i danni climatici come, ad esempio, le ondate di calore e l’innalzamento del livello del mare. Come assicuratori, è nostro compito sviluppare soluzioni per queste eventualità e creare una prevenzione e protezione per i nostri clienti e partner pubblici, avvalendosi anche della loro collaborazione”.
“I terremoti verificatisi nel centro Italia nel corso del 2016 hanno sicuramente aumentato la percezione del rischio, nonché riacceso le discussioni su come migliorare la prevenzione e finanziare meglio i rischi in modo da dipendere meno dagli aiuti del Governo, che sono sempre più difficili da ottenere in questo periodo di limitazioni di bilancio”, aggiunge Nicola Mancino, CEO di AGCS Italia.
Il 6° rapporto annuale Allianz Risk Barometer pubblicato da Allianz Global Corporate & Specialty SE si basa su un sondaggio condotto su 1.237 esperti di rischio di 55 Paesi. (foto: allianz)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gino Baglieri: Dipinti

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

gino-baglieriMantova dal 14 gennaio al 2 febbraio 2017 Inaugurazione: Sabato 14 gennaio, ore 17.00. Sarà presente l’artista Orario di apertura: dal Lunedì al Sabato 10.00-12.30 / 15.30-19.30. Chiuso festivi via Ippolito Nievo 10 Galleria “Arianna Sartori” mostra: Gino Baglieri.
Dopo l’interessante mostra tenuta nel 2013 alla Galleria Arianna Sartori di Mantova, ritorna l’artista Gino Baglieri con un nuovo ciclo di opere. “Qualche decennio fa Gino Baglieri sarebbe stato ritenuto un pittore sociale o, perlomeno, si sarebbe sottolineata in lui la tendenza a diventare tale. In realtà, oggi si è indotti a considerare la pittura come un fatto autonomo, che prescinde da specifici impegni di ordine socio-politico. Invece, nel pittore siciliano, un impegno di codesto genere sicuramente sussiste. Più che un colore partitico, però, il suo è un fatto ideologico, non contaminato dagli inevitabili compromessi che l’esercizio del potere, o l’ispirazione ad esercitarlo, comportano. La sua da un lato è una denuncia senza riserve, dall’ altro è una dichiarazione di una nostalgia per quelli che, un tempo, erano considerati i sentimenti più nobili e legittimi. Solo che il più delle volte egli li esprime con rabbia, quasi volesse celare la dolcezza ch’essi potrebbero provocare in lui qualora si fosse ancora in grado di resuscitarli a quella vita, serena quanto circoscritta, che si identifica in un traguardo d’arrivo, per chi non nutrisse ambizioni smodate.
Queste opinioni, per certo verso contrastanti, ci derivano dall’osservazione non superficiale dell’opera sua che, a sua volta, stupisce per certe apparenti contraddizioni.
Sapere ch’egli è autodidatta, sconcerta chi ne esamina i disegni, così sicuri proprio per quel che concerne le difficoltà d’ordine accademico superate con una disinvoltura che gli permette, poi, d’imprimere ai suoi personaggi quel tanto di deformazione che li caratterizza, li interpreta più a fondo, ne scopre l’animo al di là dell’involucro formale.
Nella pittura, invece, bisognerebbe non sapere affatto ch’egli non ha frequentato regolari scuole d’arte: infatti, conoscendo il suo percorso, si sarebbe indotti a credere che certe abbreviature, talune stesure del colore approssimative e trasandate (almeno all’apparenza), derivino proprio da carenze tecniche. invece è esattamente l’opposto: così forte è il suo istinto, così attenta è la sua naturale capacità di cogliere i valori pittorici nella loro reale essenza, ch’egli si può permettere di violare quelle regole che non ha mai studiato ma di cui ha intuito il peso, per giungere a risultati di sorprendente efficacia espressiva.
Che poi in lui vi sia costante un senso di ribellione, anche là dove il soggetto potrebbe invece far pensare a un senso nostalgico suscitato dagli affetti familiari, appare evidente dalla concitazione del suo pennello, dalla decisione dei contrasti, dal persin aspro rifrangersi delle luci. Tutte cose che solo un pittore nel pieno possesso degli strumenti tecnici e linguistici di quell’ arte può possedere con altrettanta sicurezza.
Non a caso Comiso, la sua città natale, ha prodotto artisti e letterati di assai alta estrazione (da Fiume a Gesualdo Bufalino, per andare in ordine di tempo) e non a caso egli vive in quella Vittoria – siamo sempre in provincia di Ragusa – dove l’arte vien tenuta in gran conto (Giovanni Conservo, lo scultore figlio d’arte, è la riprova, come pure lo scultore Di Modica che eseguì il Toro posto davanti a Wall Street a New York). Ma poiché Baglieri pensa con la sua testa, fa di testa sua anche la propria pittura: e in essa pone il suo modo d’essere che è ricco di sentimento e, magari, di nostalgia, ma che non cessa mai di essere aggressivo. Aggressivo non per insultare gli altri, ma per convincerli a diventare più umani, più comprensivi, alla fin fine più buoni. Non è facile e lui lo sa. Per questo lo prende, a tratti, il bisogno di gridare più forte e di denunciare a gran voce le storture di una società e di un’epoca. Poi, però, si placa guardando la campagna, il cielo e non importa se è nuvoloso perché la luce, sulla sua terra, è sempre intensa e gli permette di convertire in pennellate secche e spezzate quel tanto di tumultuoso che si agita in lui.
Il pittore sociale, che con qualche ingenuità scopriva le sue intenzioni qualche anno fa, si è raffinato, si è fatto meno polemico e più essenziale, il narratore ha acquisito maggiore scioltezza e abilità.
Sono affiorati, dai fondi lividi e ossessivi, anche quegli atleti che nel parossismo della velocità (umana, non delle macchine soltanto) esprimono un’esigenza insita nella vita d’oggi, sono comparse le visioni di un crepuscolo non decadentistico che rinvigoriscono le sue esigenze d’affetto: di darlo, oltre che di riceverlo.
Un artista, dunque, Gino Baglieri, da tener d’occhio per quello che è oggi e per quello che potrà essere domani. Ma da considerare con molta serietà, poiché il suo impegno non ha nulla di provvisorio e le sue capacità si temprano quotidianamente in quella sacra fucina che è il lavoro”. (by Mario Monteverdi)La mostra resterà aperta al pubblico fino al prossimo 2 febbraio 2017. (foto: Gino Baglieri)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli inventori IBM nel 2016 hanno battuto il record con più di 8.000 brevetti

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

ibmArmonk, N.Y. IBM ha annunciato di aver battuto con 8.088 brevetti il record 2016 negli USA, segnando per il 24° anno consecutivo la sua leadership nell’ambito dell’innovazione. I brevetti di IBM dell’anno appena trascorso comprendono una vasta gamma di invenzioni nel campo dell’Intelligenza Artificiale e del cognitive computing, della salute, del cloud, della sicurezza informatica e in altre aree di crescita strategiche per l’azienda.Agli inventori IBM sono stati assegnati più di 22 brevetti al giorno, consentendo alla società di essere la prima a ottenerne più di 8.000 nel solo 2016. I ricercatori IBM, gli ingegneri e i progettisti hanno generato più di 2.000 invenzioni nell’ambito dell’Intelligenza Artificiale, del cognitive computing e del cloud. “Continuare ad essere leader a livello mondiale nel campo dell’innovazione per 24 anni consecutivi non avviene per caso. L’impegno di IBM nella ricerca rimane ineguagliato e si riflette nel nuovo record di quest’anno, che supera per la prima volta la barriera degli 8.000 brevetti”, ha detto Ginni Rometty, IBM chairman, presidente e CEO. “Siamo molto orgogliosi del contributo che i nostri inventori portano al settore delle scienze e della tecnologia, guidando il progresso di imprese e società e aprendo la strada alla nuova era del business cognitivo”.
I ricercatori di IBM hanno anche brevettato invenzioni che aiuteranno a fare passi avanti nel settore della sanità cognitiva. Per esempio:
• L’uso di immagini per meglio valutare la salute del cuore
• Un apparecchio acustico personalizzato per soddisfare esigenze specifiche
• Un drone per effettuare le pulizie negli ospedali, nei reparti produttivi e nei campi agricoli
• Utilizzo del Machine Learning per arrivare a risposte più aderenti alla realtà
• Pianificare il percorso di viaggio migliore a seconda dello stato d’animo del viaggiatore
• Il Cloud cognitivo per le tue app: il Cloud Computing consente resilienza e disponibilità di risorse per le applicazioni
• Rilevare e isolare preventivamente intrusioni nella reti di applicazioni in cloud
• Gestione delle comunicazioni in entrata per prevenire il phishing e la diffusione di contenuti dannosi (foto: patents)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

TOYO ITO: Tomorrow Architecture

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

toyoito_housethejapanesehouseRoma sabato 14 gennaio dalle 11.30 alle 13.00 via Guido Reni 4a, Toyo Ito, il grande Maestro giapponese dell’architettura internazionale è protagonista al MAXXI di un incontro realizzato in occasione della mostra The Japanese House. Architettura e vita dal 1945 a oggi (fino al 26 febbraio) dedicata alla casa giapponese. L’incontro (Auditorium del MAXXI – ingresso libero fino a esaurimento posti – in giapponese con traduzione italiana) dal titolo Tomorrow Architecture viene introdotto da Margherita Guccione Direttore MAXXI Architettura e moderato da Pippo Ciorra Senior Curator MAXXI Architettura e curatore della mostra The Japanese House che ospita tra le altre opere anche la ricostruzione in scala reale di uno dei progetti più iconici dell’architetto: la White U del 1976. Toyo Ito è nato nel 1941 a Seoul, quando la Corea era ancora sotto il dominio giapponese, si è poi trasferito con la sua famiglia a Nagano, in Giappone. Nel 1965 si è laureato in architettura all’Università di Tokyo e in seguito ha collaborato con l’architetto Kiyonori Kikutake, prima di creare il proprio studio d’architettura : Urban Robot (oggi Toyo Ito & Associates, Architects).
Ha lavorato come professore associato alla Columbia University, Tokyo University, Tohoku University e Tama Art University e ha ricevuto premi prestigiosi come il Good Design Award nel 2001, il Leone d’oro alla Biennale d’architettura di Venezia (2002), il premio annuale dell’Architectural Institute of Japan (2003) e la Medaglia d’oro del Royal Institute of British Architects (2006). Nel 2013 ha inoltre ottenuto il Pritzker Architecture Prize. orario di apertura: 11.00 – 19.00 (mart, merc, giov, ven, dom) |11.00 – 22.00 (sabato) | chiuso il lunedì, Ingresso gratuito per studenti di arte e architettura dal martedì al venerdì. (foto: ToyoIto_House, TheJapaneseHouse)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Consiglio di Amministrazione di Bayer SpA ha nominato Monica Poggio nuovo Amministratore Delegato di Bayer in Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

monica-poggioPoggio manterrà anche il ruolo di Head of Human Resources.Il nuovo AD, nel Gruppo dal 2012, ha sviluppato il suo percorso professionale principalmente in multinazionali del settore farmaceutico, metalmeccanico e del credito.Dal marzo 2014 è inoltre Presidente della Fondazione “Istituto Tecnico Superiore Lombardo per le Nuove tecnologie Meccaniche e Meccatroniche”, scuola di formazione tecnica superiore ispirata al modello formativo duale già sperimentato in altri paesi europei. Lo stesso Consiglio di Amministrazione ha inoltre ratificato la nomina di Mauro Chiassarini a Presidente di Bayer in Italia. (foto: Monica Poggio)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

UNC, Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca presentano proposta di transazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

BANCA

“L’indennizzo proposto da Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca è irrisorio e francamente non si comprende come le due banche possano pensare di recuperare la fiducia dei propri clienti con simili proposte. Oltretutto, la richiesta di adesione di almeno l’80% dell’azionariato ha il sapore amaro del ricatto mentre l’offerta delle proposte commerciali, a latere dell’offerta di transazione, non può non essere interpretata come l’intento di recuperare nuovi fondi”. E’ quanto dichiara l’Avv. Valentina Greco, legale dell’Unione Nazionale Consumatori in merito all’offerta di transazione presentata a Padova dalla due banche.“È stato, infatti, previsto -continua l’Avv. Greco- un rimborso di soli 9 euro per azione per la Popolare di Vicenza, e fra i 4,5 ed i 6 euro ad azione per Veneto Banca. I soci che aderiranno alla proposta manterranno il possesso delle azioni ma dovranno obbligatoriamente rinunciare alle azioni legali nei confronti dei due istituti. L’offerta è, inoltre, accompagnata da una serie di proposte commerciali volte ad aumentarne l’entità come ad es. condizioni agevolate su mutui residenziali, depositi vincolati e conti correnti”.“Invitiamo quindi tutti gli azionisti che saranno contattati dalle due banche a valutare attentamente i termini della proposta -conclude l’Avv. Greco- anche perché una volta aderito, non sarà più possibile tornare indietro”.Per accettare l’offerta vi è tempo fino al 15 Marzo 2017 per Veneto Banca e 22 Marzo 2017 per Banca Popolare di Vicenza, con il vincolo che se non aderiranno alla proposta almeno l’80% dei soci interessati (in totale 169 mila azionisti delle due banche), la stessa perderà efficacia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immobili di lusso: -3,7% i budget di spesa, il Sud Europa è la meta più ambita

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

lusso3,2 milioni di euro: è questa la cifra media che chi cerca immobili di lusso nel mondo ha intenzione di spendere. Somma elevata ma in contrazione del 3,7% rispetto al 2015. A dirlo è un’analisi di LuxuryEstate.com, portale internazionale partner di Immobiliare.it per il settore del lusso.
Nel 2016 il Sud Europa si è confermato l’area del pianeta più ambita dai Paperoni del mattone: Spagna, Francia e Portogallo occupano il podio della classifica dei Paesi che hanno attratto il maggior numero di richieste di immobili residenziali di prestigio.
Anche l’Italia si piazza bene per il numero di richieste nel 2016: con un incremento del 5% arriva al quarto posto e raccoglie l’interesse di acquirenti pronti a spendere mediamente 2,2 milioni di euro, cifra che però risulta in calo rispetto al 2015 (2,4 milioni). (foto: lusso)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Manifestazioni nel giorno della memoria

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

anpiMilano Sabato 14 gennaio 2017 in piazza Fontana a partire dalle ore 16,00. A distanza di settantadue anni dalla Liberazione dal nazifascismo assistiamo, in Europa, al preoccupante diffondersi di movimenti neofascisti, xenofobi e razzisti. Il rifiuto dello straniero, la chiusura delle frontiere mentali prima ancora che geografiche caratterizzano questi gravissimi fenomeni. Negli ultimi mesi a Milano e in Lombardia dobbiamo registrare il reiterarsi di manifestazioni e iniziative di tipo dichiaratamente fascista, in aperta contrapposizione ai principi della Costituzione repubblicana e alle leggi Scelba e Mancino. In questo quadro si colloca la preannunciata manifestazione nazionale neofascista di Forza Nuova, particolarmente preoccupante perché, oltre a offendere Milano Città Medaglia d’Oro della Resistenza, è previsto proprio a ridosso del Giorno della Memoria. Milano, città multietnica e antifascista vuole dare una risposta forte, pacifica e unitaria ai troppo frequenti episodi e manifestazioni di antisemitismo, xenofobia e razzismo che si svolgono in città e nei comuni dell’area metropolitana. Importanti, sotto questo profilo, sono state la decisa presa di posizione di tutte le forze democratiche e antifasciste e del Sindaco di Milano. (foto: anpi)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sulla vicenda dei 4 fondi immobiliari servono risposte chiare da Poste

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

posteRete Consumatori Italia apprezza lo sforzo di Poste Italiane di affrontare la grave perdita di quasi 850 milioni di euro garantendo i risparmiatori. E’ un segnale di serietà, anche se postumo, e di stabilità del sistema Paese. Ma per questa ragione, è necessario che da Poste arrivi un impegno che garantisca l’intera restituzione delle somme agli ignari e sprovveduti risparmiatori, tratti in inganno dal buon nome della più grande azienda italiana.
L’incontro con i vertici di Poste Italiane, previsto a breve con i consumatori, dovrà essere risolutivo e porre sul tavolo offerte allettanti per i risparmiatori traditi. Nessun onere a carico di chi è stato raggirato.
Queste sono le condizioni di Rete Consumatori Italia per rinunciare all’azione di responsabilità verso gli amministratori che intenderemmo promuovere, qualora dall’Azienda non ci dovessero essere prese di posizione nette e garantiste nei confronti dei consumatori.
Sbagliare è lecito, risarcire è doveroso. A queste condizioni potrà svilupparsi una collaborazione costruttiva, in caso contrario, Rete Consumatori Italia annuncia l’avvio di una azione collettiva risarcitoria a tutela dei risparmiatori traditi.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’uomo più veloce del mondo

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

thomas-covilleDomenica 6 novembre 2016, Thomas Coville ha iniziato il suo quinto tentativo di record a vela intorno al globo senza scali o assistenza. La mattina prima di salpare, composto e determinato al successo, Thomas Coville era convinto che questa volta sarebbe stata quella giusta. Dopo quattro tentativi di record precedenti, era sicuro che la sua esperienza e perseveranza sarebbe stata premiata nell’avventura che lo attendeva. Poco prima della partenza, il velista era ottimista per le condizioni meteo a suo favore nella prima parte del suo viaggio ed era davvero carico.
Thomas non è nuovo ai record poichè nel 2008 ha battuto il record attraversando l’Atlantico del Nord da solo nel 2016, è stato il primo velista a percorrere oltre 700 miglia in meno di 24 ore. Fornitore ufficiale da lungo tempo di questo grande professionista della vela, Helly Hansen è davvero orgogliosa di aver supportato Thomas con i suoi capi tecnici in tutti i suoi record e di averlo protetto vittoria dopo vittoria.
thomas-coville1Partenza: 6 novembre 2016 alle 14 49 minuti
Arrivo: 25 dicembre 2016 alle 17 57 minuti
Complimenti Thomas, sei ufficialmente l’uomo più veloce del mondo! FeelAlive
ApropositodiHellyHansenFondata in Norvegia nel 1877, Helly Hansen continua a sviluppare abbigliamento tecnico che aiuta a stare e sentirsi vivi. Grazie alle sue expertise negli ambienti più avversi del mondo, il brand ha sviluppato una lunga serie di innovazioni esclusive sul mercato, compresi i primi indumenti da lavoro impermeabili creati oltre 140 anni fa, il primo tessuto in pile nel 1960 e il primo intimo tecnico nel 1970, con la Lifa® Stay Dry Technology™ e oggi, la brevettata e premiata tecnologia H2Flow per la regolazione della temperatura. Helly Hansen è leader nel settore dell’abbigliamento tecnico da vela e da sci. Le sue uniformi da sci sono indossate e consigliate da più di 50.000 professionisti, così come dalle nazionali di sci, squadre olimpioniche e in oltre 200 ski resort nel mondo. L’abbigliamento protettivo, l’intimo tecnico, lo sportswear e il footwear di Helly Hansen sono venduti in oltre 40 nazioni e utilizzati sia da professionisti che da entusiasti dell’outdoor.(foto: Thomas Coville)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »