Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 14 gennaio 2017

Proper assessment of Privacy Shield needed, stresses Civil Liberties Committee Chair

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

european commissionThe Commission should conduct a proper assessment of the Privacy Shield for data transfers to the US, Civil Liberties MEPs say in a draft resolution debated on Thursday.Claude Moraes, Chair of the Civil Liberties, Justice and Home Affairs Committee, said after the debate on the draft resolution:“This resolution acknowledges that the Privacy Shield contains clear improvements compared to the previous Safe Harbour but key deficiencies remain to be urgently resolved. However, it also calls on the Commission to conduct a proper assessment and calls on the EU Data Protection Authorities to make use of their supervisory powers to ensure that EU data protection law is respected.
– Since the invalidation of the Safe Harbour framework in October 2015, the European Parliament has consistently called for a stronger arrangement, one that provides a protection of personal data which meets the requirements of the Charter of Fundamental Rights and the Data Protection legal framework.
– While the final agreement on the Privacy Shield adopted in July 2016 took a number of our concerns into consideration, the Civil Liberties Committee has decided to propose a new Parliamentary resolution as many of our concerns still remain. These include concerns regarding the principle of data retention, the bulk collection of personal data for national security purposes, the need for sufficient judicial redress and effective independent oversight as well as several law enforcement issues. If these concerns are not taken into account the Privacy Shield risks not achieving its purpose and could be challenged in the Court.
– The joint annual review of the Privacy Shield which is expected mid-2017 will be crucial in order to integrate these concerns to ensure that the arrangement provides a protection of personal data which meets the requirements of the Charter of Fundamental Rights and the Data Protection legal framework which will apply from May 2018.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A breakdown of trust between Donald Trump and America’s spy chiefs

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

trump-putin.jpg“I WON”. It is hard to overstate the psychological weight carried by those two words, offered by President-elect Donald Trump as evidence that “the American public” does not care that he has not released his tax returns. The defiant words were flung out near the start of a rowdy press conference in the marble and brass lobby of Trump Tower in Manhattan—the businessman’s first formal question-and-answer session with reporters in half a year.Many mainstream Republicans, including members of Congress or business types excited by the chance to advance a conservative agenda of tax cuts and deregulation once they control the White House and both chambers of Congress, had hoped that by this moment, nine days from his inauguration, victory might make Mr Trump more magnanimous.That was not the President-elect Trump who turned up. Instead, the man who spoke to the world on the morning of January 11th was, whether judged in terms of his character or on questions of substance, the same bullying, thin-skinned but brilliantly populist man who campaigned with such success.The press wanted, first and foremost, to ask about an extraordinary few days in which Americans learned that the country’s spy chiefs are confident that Russia’s president, Vladimir Putin, ordered an unprecedented operation to meddle in the presidential election of 2016 by hacking the emails of the Democratic National Committee and senior figures in Hillary Clinton’s campaign. Then, on January 10th , Americans learned from leaks to the press that American intelligence agencies have been weighing unverified (and perhaps wholly false) allegations that Mr Trump is vulnerable to blackmail by Russia thanks to personal indiscretions committed during a visit to Moscow.
Mr Trump offered some concessions. He accepted that Russia was behind the theft of emails from the DNC, though he blamed the Democrats for weak cyber-security and added: “But look at what we learned from the hacking.” But he mostly addressed himself to his supporters, as surely as if he was standing on a rally platform. Asked for his thoughts on intelligence findings that Mr Putin wanted him to win, he replied: “If Putin likes Donald Trump, guess what folks, that’s called an asset not a liability.” He doubled down on his insistence that Russia might be a legitimate and useful ally in the fight against the fanatics of Islamic State—though that is a suggestion that sharply divides his own party, as was proved when his nominee for secretary of state, Rex Tillerson, was sharply questioned today by Senator Marco Rubio of Florida, a Republican, about whether Russian attacks on civilians in Syria amount to war crimes.Hotly denying that he would have been foolish enough to misbehave while abroad, Mr Trump attacked intelligence agencies for leaking details of classified briefings to the press. On that he absolutely has a point, though the dossier suggesting that he has been compromised by the Russians, which was commissioned from a former British intelligence official by Republican opponents of Mr Trump during the presidential primary campaign, has been floating around newsrooms and foreign embassies in Washington for months. What was startling was the ferocity with which Mr Trump went after the spies who will soon be his eyes and ears around the globe, calling them “vital” but then calling it “disgraceful that intelligence services let out any information that turned out to be so false and fake” and comparing the leaks to “’something Nazi Germany would have done.”
That level of mistrust matters. During his Senate confirmation hearing Mr Tillerson, a former CEO of the energy giant ExxonMobil who has done much business in Russia, batted aside questions about his views of Mr Putin and whether America should maintain sanctions on his government by saying that he had not yet had classified briefings about Russian conduct. Those classified briefings, assuming that Mr Tillerson is confirmed, will be delivered by the same spy services that Mr Trump accuses of involvement in a “political witch-hunt” against him—though the new administration will have installed new agency chiefs by then. Mr Trump needs to start trusting his own government and acting like a leader for all Americans soon. A man constantly in campaign mode will struggle to make America great again. (photo: trumpputin) (font: The Economist by American politics columnist)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Versace apre a Hong Kong Central un nuovo flagship store

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

versace.jpgversace1.jpgHong Kong 12 Queen’s Road Central. Il negozio si sviluppa su un’area di 750 metri quadrati e fonde la tradizione architettonica italiana con il dinamismo e l’energia Versace di oggi. Il marmo fior di bosco e gli elementi in ottone danno vita ad un ambiente lussuoso e contemporaneo dove presentare le collezioni prêt-à-porter donna, uomo e accessori.Luogo di incontro tra passato e futuro, la boutique presenta pavimenti in marmo fior di bosco che creano un ambiente esclusivo e la facciata è interamente realizzata in onice retroilluminato.
«Il concept della boutique Versace ad Hong Kong è un omaggio al grande patrimonio culturale dell’Italia. Con questo progetto abbiamo creato uno spazio dove si esprime Versace oggi. Per me la boutique è un dialogo ininterrotto tra il nostro passato e il nostro futuro, tra Versace e i nostri clienti» afferma Donatella Versace.Per celebrare questa apertura, Donatella Versace ha disegnato una limited edition della borsa Palazzo Empire nella versione mini. Realizzata in cristalli Swarovski nella tonalità crystal silver, questa limited edition ha una tracolla removibile ed è impreziosita da una chiusura realizzata in palladio. Ogni borsa avrà all’interno una tag metallica con inciso The Palazzo Empire celebrating Hong Kong. Saranno inoltre disponibili un numero limitato di borse Palazzo Empire realizzate in pellami preziosi. Queste limited edition, realizzate in differenti varianti di colore, avranno all’esterno una tag metallica removibile con inciso Versace for Shanghai Commercial Bank Tower, Hong Kong. (foto: versace)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emergenza gelo nelle aree terremotate

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

terremoto“Il gelo sta bloccando le condutture e dunque molte aziende di allevamento non riescono a dare da bere agli animali. L’emergenza è soprattutto per bovini , suini e pecore. Il terremoto di fine Ottobre ha causato lo spostamento delle falde acquifere. Dunque sorgenti che prima davano acqua adesso invece non la danno più perché si sono parzialmente prosciugate. Spesso gli allevatori prendevano acqua da tali sorgenti che invece oggi sono secche soprattutto per il cambiamento dell’assetto idrogeologico causato dal terremoto di Ottobre”. Lo ha dichiarato Raffaele Capponi, Consigliere Nazionale delle Guide Ambientali Escursionistiche Italiane ed agronomo della Confederazione Italiana Agricoltori dell’Umbria. “Nelle zone terremotate ed in particolare in quelle dell’Umbria la vera emergenza è il gelo – ha proseguito Capponi – che sta creando seri problemi per l’approvvigionamento dell’acqua da parte degli allevatori . Il problema è serio”.
“La neve caduta in questi giorni sulle zone terremotate rientra nella normalità . Quando sarà terminata l’ondata di gelo e di neve sarà necessario ricontrollare i sentieri – ha concluso Capponi – ed in particolare quelli tra le gole delle montagne . Quando la neve si scioglierà potrebbero verificarsi frane e distacchi di rocce e dunque sarà necessario fare una radicale ricognizione dei luoghi e dei sentieri”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il difficile compito di Papa Francesco in Palestina

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

palestinaIl problema della cittadinanza è solamente uno dei problemi e neanche il più urgente. Il vero e ineludibile problema sta nel cercare e attualizzare la possibilità di integrazione culturale, senza la pretesa (fortunatamente messa all’angolo con le dimissioni di Ratzinger) di negare un dialogo interreligioso a solo vantaggio delle predicazioni tendenti a sostenere il primato religioso del cristianesimo, cercando ciò che divide Cattolicesimo e Islam, mortificando o trascurando ciò che unisce.
I danni commessi da Benedetto XVI hanno rischiato uno scisma, dopo l’accertamento fallimentare di una teologia scientista e non fideistica. Arduo il compito di Papa Francesco che dovrà riaprire quelle porte che il suo predecessore aveva chiuso.
Si risvegliano ansie mai sopite, ma solo distratte; ora ovunque si vuole parlare di dialogo cristiano-islamico, creando una confusione di progetti che disorienta, perché manca l’argomento sul quale concentra un possibile dialogo.
Le religioni monoteiste sono tre, intrise di cultura mediterranea e umanistica, vantano la medesima discendenza di Abramo, ma subiscono una frattura verticale, che le divide.E’ la figura di Cristo, con il suo insegnamento, che, erroneamente viene interpretato come una barriera, della quale servirsi a proprio comodo, ad aprire lettere di credito a piacimento, senza una discrezionalità coerente.
Dobbiamo chiarirci le idee nel nostro interno prima di affrontare un dialogo, perché ne usciremmo molto male; specialmente un dialogo con i musulmani, perché nei temi più importanti ne usciremmo pesantemente maltrattati.
Argomenti come La Pace, la guerra, i Sacramenti e i pilastri dell’Islam, le fonti della religione, “ma quali radici !!!”, sono tali da zittirci, specie se dovessimo fare riferimento alla predicazione del pontefice dimissionario.
Papa Francesco tenta l’ impresa difficile di un dialogo con il mondo ebreo; e tale difficoltà mi duole, perché li considero fratelli semiti, ma sono diventati uno Stato, lo Stato sionista di Israele, ritornando al loro antico vezzo di allearsi con i più forti.
Furono le frange marginali degli ebrei che vollero la morte di Cristo, quelle alleate ai romani; così adesso sono le frange sioniste che impongono il loro verbo che nulla mantiene delle Scritture.Se non facciamo una netta distinzione tra sionisti ed ebrei non caveremmo mai un ragno del buco.Ma rimane la presenza inquietante di Cristo a tenerci separati, mentre tale presenza ci unisce al mondo musulmano.
Noi cristiani crediamo in Cristo nella sua duplice natura umana e divina, ma non riusciamo e non riusciremo mai a fornire una spiegazione razionale. Ci impongono dottrine semantiche, teorie analogiche e anagogiche, letture esegetiche, ma rimane il mistero che non penetra nella nostra intelligenza, ma nella nostra coscienza e si fa Fede.
Per cui crediamo in Cristo con Fede ma non con intelligenza.
I musulmani hanno bisogno di capire, per questo l’Islam non impone dogmi, né impone una gerarchia religiosa che si fa da tramite tra Dio e l’Uomo.Non capiscono e non potrebbero mai capire l’adesione ad un dogma sancito da un uomo ex cattedra, o da tanti uomini riuniti in Concilio. Da qui la loro venerazione per Gesù con intelligenza, ma non con fede.
Non possiamo smettere di interrogarci sul nostro “Chi siamo ?”, perché rischiamo che la domanda possa tramutarsi in “Chi crediamo di essere ?”Continuiamo a sancire formule, come se la Fede possa mai essere racchiusa nelle parole di un qualunque uomo (Ma voi non fatevi chiamare Rabbi, perché siete tutti fratelli).Finora è emersa una tensione che parte dal vaticano, che avrebbe voluto forzare un avvicinamento allo Stato Sionista di Israele; ma questo avrebbe potuto farlo il vaticano in quanto Stato città del Vaticano, ma non certo come Stella polare del cristianesimo; questo ruolo viene rilanciato da Papa Francesco per cui ogni cristiano cerca dentro di sé la sua Stella polare: “In interiore homine habitat veritas. Noli foras ire, in te ipsum redi.”
Da qui il difficile impegno di Papa Francesco: il mondo musulmano , nella sua stragrande maggioranza sunnita che rappresenta il 90% del mondo musulmano, cerca e vuole il dialogo interreligioso, considerando gli ebrei fratelli semiti, ma non avviene la reciprocità da parte dello Stata sionista di considerare i Palestinesi fratelli semiti. Auguri Santità Papa Francesco. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il numero delle case all’asta in Italia è aumentato del 10% in sei mesi

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

case al mareLe procedure in corso sono infatti 33.304, a fronte delle 30.215 rilevate a luglio 2016. Una crescita che conferma e, anzi, accentua la tendenza emersa la scorsa estate, quando si era registrato un incremento di oltre il 5% rispetto all’inizio dell’anno. Lo rivela il Rapporto semestrale sulle aste immobiliari del Centro Studi Sogeea, che è stato presentato in Senato.Poco meno della metà degli immobili residenziali in vendita (15.749 unità) si concentra nel Nord del Paese, macro-area in cui l’impennata delle procedure forzate è stata pari al 17% (erano 13.423). Ancora più severo il dato del Mezzogiorno, che si attesta su un aumento del 21% sia nelle Isole (4.483 contro le 3.683 del semestre precedente) sia nella parte peninsulare (7.202 a fronte delle 5.949 di luglio 2016). Unica area in controtendenza quella del Centro, in cui si è verificata una flessione pari al 18%: le procedure attuali sono 5.870, quelle di sei mesi fa erano 7.160.
Un quinto circa degli immobili oggetto dello studio, pari a 6.963 unità, è localizzato in Lombardia. A seguire ci sono il Veneto (3.984 immobili, con un clamoroso +65% rispetto a luglio 2016), la Sicilia (3.572, +25%) e la Campania (2.484, +26%), mentre il Lazio (2.424) è una delle poche regioni a vantare un saldo negativo: le case all’asta sono diminuite del 18%, come in Piemonte (2.055 quelle forzatamente in vendita ora). Sopra quota duemila immobili anche la Toscana (2.267 unità, dato in linea con il precedente di 2.321) e la Puglia (2.247, incremento del 39%). A livello di province, invece, spiccano le 1.742 case all’asta di Bergamo, con Roma a quota 1.553 davanti a Verona (1.306), Palermo (1.201) e Napoli (1.033).«Il quadro che ne scaturisce è ancora più preoccupante rispetto a quello di sei mesi fa – spiega l’ing. Sandro Simoncini, presidente di Sogeea e direttore del Centro Studi –. Innanzitutto perché si è evidentemente aggravato il numero di proprietari di immobili in difficoltà nel Mezzogiorno d’Italia, area in cui la crisi dell’ultimo decennio si è andata a sommare a una fragilità economica e sociale che sembra ormai essersi incancrenita. In secondo luogo perché, essendo il mercato delle aste la fotografia di una situazione di sofferenza venutasi a creare anni addietro, non è azzardato ipotizzare che la stagnazione di medio-lungo periodo possa accentuare il fenomeno nel prossimo futuro, condannandoci a numeri ancora più severi.Inoltre, ed è forse questo il motivo di maggiore allarme, perché anche aree storicamente più solide del panorama economico italiano, si pensi al Nord-Est o al versante ligure, sembrano a loro volta esposte a venti insidiosi: in Friuli-Venezia Giulia, per fare un esempio, le case all’asta sono passate in sei mesi da 100 a 255 e in Liguria sono quasi raddoppiate (da 592 a 913). Numeri contenuti in valore assoluto, ma decisamente pesanti in relazione al territorio di riferimento.Le regioni settentrionali – prosegue Simoncini – possono essere state più reattive nel recepire e nello sfruttare le novità normative sull’acquisto, ma ciò non ha impedito che le operazioni di vendita andate a buon fine fossero rimpiazzate da nuovi arrivi di immobili sul mercato. Tra l’altro in una fase in cui gli istituti di credito sono tendenzialmente meno aggressivi nei confronti di chi è in sofferenza visto che, mediamente, il valore delle abitazioni è drasticamente calato rispetto all’anno di concessione del mutuo e, di conseguenza, un’asta non li farebbe comunque rientrare dei capitali erogati.Altro dato assai indicativo è quello che conferma, ancora una volta, come sia sempre la fascia di reddito medio-bassa a pagare il tributo più rilevante alla crisi: il 68% delle case in vendita ha un prezzo inferiore ai 100.000 euro, percentuale che sale addirittura fino all’88% se si prendono in esame anche gli immobili appartenenti alla fascia tra 100.000 e 200.000 euro. Nella stragrande maggioranza dei casi, insomma, non si tratta certo di abitazioni di particolare pregio. Tanti impiegati, piccoli imprenditori, artigiani, commercianti, per anni capaci di fare fronte alle crescenti difficoltà, sul lungo periodo si sono trovati a versare un dazio altissimo, arrivando a intaccare anche il patrimonio più prezioso: la prima casa. Di contro, considerando il punto di vista di chi è interessato ad acquistare, la presenza sul mercato di così tante case offre notevoli opportunità d’investimento. Molti istituti bancari mettono a disposizione strumenti finanziari ad hoc per procedere all’acquisto e i meccanismi di vendita all’asta sono trasparenti e tutto sommato semplici: chi ha disponibilità di denaro può realizzare dei veri e propri affari e c’è sempre la possibilità di farsi seguire da un tecnico o da un professionista del settore per avere la sicurezza di non commettere passi falsi».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

East Market, un nuovo anno a tutto vintage

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

East Market.jpgMilano domenica 22 gennaio dalle 10 alle 21 Via Privata Giovanni Ventura, 14 Prima edizione dell’anno per East Market, il mercatino milanese dedicato ai privati dove tutti possono vendere, comprare e scambiare. Dopo tre speciali date natalizie, East Market inaugura il nuovo anno con tanti nuovi espositori, articoli e singolari iniziative dedicate a tutto il suo pubblico.Oltre 250 espositori provenienti da tutta Italia, sempre scrupolosamente selezionati dagli organizzatori con le loro migliaia di oggetti nuovi e usati tra vintage, artigianato, collezionismo, modernariato, design e pulci colorano gli oltre 6000 mq espositivi dell’ex fabbrica di Lambrate.East Market può vantare un affezionato seguito di pubblico ed espositori, ispirandosi ai mercati dell’East London, si propone come un connubio di moda, fai da te, mercato del riciclo che strizza l’occhio alle nuove tendenze del fashion e della musica. Migliaia di persone si danno appuntamento a Lambrate, animando il quartiere e rivitalizzando anche gli esercizi commerciali, che posso beneficiare di un così vasto raggruppamento di ragazzi, famiglie e di venditori.Tra le varie proposte della prima edizione del 2017 ci sarà Nodo, un marchio che rilegge la tradizione artigiana dell’impagliatura affrontandola con idea e freschezza. Attraverso la ricerca di nuovi materiali direttamente lavorati sulle strutture e sfruttando le infinite possibilità della trama e dell’ordito, conferiscono un nuovo tempo e stile agli elementi. Direttamente dall’Oregon Usa ci saranno gli oggetti di Madame Talbot: una collezione di illustrazioni fatte a mano dark, gotici, del periodo vittoriano, ma, anche stranezze e curiosità tra sacro e profano. Direttamente dalla Sicilia arriva Wop Style che si occupa di arredamento moderno, riciclato e vintage. Tra design e artigianato presenta pezzi unici, interamente lavorati e colorati a mano. La vera chicca sono le vecchie maniglie di porte e finestre che diventano ganci e appendiabiti. Sul fronte accessori ci sarà Vintage Look specializzato in occhiali vintage, il mondo degli occhiali di una volta, di quelle stravaganti forme e modelli agée che usavano i nostri nonni. Montature sia da vista, sia da sole adatte a ogni tipo di viso per un look tutto rivolto al passato. Sempre a disposizione del pubblico anche il Braid Bar, uno speciale corner dedicato al look, dove sarà possibile farsi acconciare con le mitiche treccine hip hop, cult assoluto degli Anni ’90. Dj set pomeridiani a cura di Dj Hanry che suona esclusivamente vinili originali. Sempre aperto anche l’East Market Diner: il nuovo spazio food e beverage interno firmato e gestito dallo staff di East Market. Il Diner propone un’offerta culinaria internazionale: dai ravioli cinesi e giapponesi al vapore ai tacos di pollo, dall’hawaiian sashimi ai burger e hot dog più gustosi e il tipico “jerk chicken” jamaicano. (foto: East Market)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Si parte con la stagione dei concerti degli “Amici della Musica” di Trapani

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

ANDREA BACCHETTI.jpgfrancesca adamo.jpgTrapani. Si comincia domenica 15 gennaio alle ore 18.30, negli spazi della Chiesa di Sant’Alberto, in Via Garibaldi a Trapani. Sarà la volta di Francesca Adamo Sollima, soprano accompagnata al pianoforte da Andrea Bacchetti. Anche la sessantaquattresima stagione degli “Amici della Musica” di Trapani sta per iniziare, realizzata con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Regione Siciliana – Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo e con la collaborazione della Fondazione Pasqua 2000, dell’Ente Luglio Musicale Trapanese – Teatro di Tradizione. Contaminazioni e volontà di costruire nuovi percorsi musicali. Passato e presente, musica d’élite e linguaggi divulgativi, tradizione e sperimentazione. Ogni concerto avrà un suo brand. A partire dalle musiche di Mozart, Beethoven, Bach, Schumann, Schubert, Ravel, Čajkovskij, Gershwin per giungere a conversazioni concerto, spettacoli di danza, fino al tango classico. Il nuovo calendario concertistico è pensato per un pubblico che vuole conoscere, curioso e variegato.
I biglietti potranno essere acquistati presso la sede dell’evento: intero euro 7,00, ridotto euro 5,00 (studenti fino a 24 anni, Soci Fondazione Pasqua 2000 per l’anno 2017, possessori Diamond Card, abbonati Ente Luglio Musicale Trapanese – Teatro di Tradizione). (foto: ANDREA BACCHETTI, francesca adamo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Crisi Alitalia: il parere del sindacato Usb

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

alitaliaA prima vista sembrerebbero corrette le dichiarazioni del Ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda su Alitalia – afferma Fabrizio Tomaselli dell’Esecutivo nazionale confederale di USB -. Dire infatti che Alitalia “….ha problemi significativi di gestione. ” e che “Non esiste che si parli di esuberi prima di parlare di piano industriale. Nessuna azienda si salva senza piano industriale”, è cosa ragionevole, come lo è anche affermare che le colpe della gestione di Alitalia “non devono ricadere sui lavoratori”. Queste affermazioni del Ministro – continua il sindacalista – in realtà sono però insufficienti e parziali perché prendono in esame soltanto le responsabilità dell’azienda. Insufficienti perché il governo sa bene che senza un intervento dello stato è praticamente impossibile un reale piano industriale di sviluppo che consenta di evitare problemi occupazionali. Parziali perché oltre alle chiare responsabilità dell’azienda, che lo ricordiamo è stata guidata da vari management che in molti poi sono stati poi condannati per aver dilapidato il patrimonio dell’Alitalia, non prende in esame le gravissime responsabilità dei vari governi che si sono succeduti almeno in questi ultimi 15 anni.
La mancanza di regole certe nel trasporto aereo, la possibilità data a Ryanair di occupare quasi per intero il mercato italiano usufruendo di forti finanziamenti da aziende ed enti locali, di impiegare personale senza contratto di lavoro italiano e pagato all’estero, di usufruire di tassazioni ridicole o inesistenti e di un sistema di “tutele” che altri paesi europei non hanno mai applicato alle low cost, ha fortemente contribuito al tracollo di Alitalia, di Meridiana e dell’intero sistema italiano del trasporto aereo. Siamo quindi nella paradossale situazione per la quale il trasporto aereo si sviluppa in modo esponenziale e al tempo stesso aumentano le migliaia e migliaia di esuberi tra i lavoratori. Si licenziano lavoratori per assumerne altri che costano di meno e sono più precari. Il Governo sembra criticare l’azienda ma non fa nulla per modificare e migliorare il sistema di un’industria strategica come il trasporto aereo. Allora – insiste Tomaselli – non possiamo dire altro che il Governo deve smetterla di favorire in ogni modo Ryanair, deve fare la sua parte costruendo regole certe e valide per tutte le aziende che permettano di sviluppare l’intero settore in modo armonico e senza ulteriori licenziamenti. E se per fare questo serve tempo, bene, allora ci metta anche i soldi e si riappropri di un bene strategico per il paese, magari anche attraverso la nazionalizzazione. Se si trovano decine di miliardi per risanare banche e finanza, significa che i soldi ci devono essere anche per aziende come l’Alitalia o come l’Ilva o come le tante che si trovano in crisi ma che possono produrre ricchezza vera per tutti, molto più della finanza che di creativo produce solo nuovi rigonfi portafogli di pochi gruppi e speculatori nazionali ed internazionali. Solo così – conclude il rappresentante di USB – le enunciazioni del Ministro non rimarranno tali e si trasformeranno in progetti concreti: in caso contrario rimarranno solo retorica e chiacchiere in libertà alle quali ci opporremo in modo netto.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

IBM Watson Health e Food and Drug Administration valutano insieme l’uso della tecnologia blockchain per lo scambio sicuro dei dati sanitari

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

ibmMilano/Armonk, IBM Watson Health ha firmato un’accordo con la Food and Drug Administration (FDA), l’agenzia statunitense per gli alimenti e i medicinali, per definire una modalità di scambio sicuro, efficiente e scalabile dei dati sanitari attraverso la tecnologia blockchain. IBM e FDA esploreranno lo scambio di dati mediati dal proprietario provenienti da diverse fonti, quali cartelle cliniche elettroniche, sperimentazioni cliniche, dati genomici e dati sanitari generati da dispositivi mobili, dispositivi indossabili ed “Internet of Things”. Il progetto si focalizzerà inizialmente con la valutazione dei dati oncologici.Soluzioni sanitarie innovative sono possibili quando i ricercatori e le strutture che operano nel campo hanno accesso a 360 gradi ai dati dei pazienti. Oggi i pazienti hanno un accesso limitato ai propri dati sanitari e non sono in grado di condividerli facilmente con ricercatori o strutture. Consentire ai pazienti una condivisione sicura dei propri dati, per finalità di ricerca o tra varie strutture sanitarie, crea l’opportunità di compiere grandi progressi nell’assistenza sanitaria. Da qui la scelta di utilizzare proprio la tecnologia blockchain, che permette alle organizzazioni di collaborare in modo più sicuro.
Mantenendo traccia di tutte le operazioni su un “libro mastro” distribuito immodificabile, la tecnologia blockchain rende irreprensibile e tracciabile il processo di scambio dei dati. Precedentemente, la condivisione di dati sanitari su grande scala è stata limitata dai timori per la sicurezza dei dati e per la violazione della privacy dei pazienti durante il processo di scambio.
Un recente articolo dell’IBM Institute for Business Value “Healthcare rallies for blockchains”, basato su un’indagine condotta su circa 200 dirigenti sanitari, ha rilevato che più di sette leader su dieci prevedono che blockchain porterà importanti vantaggi soprattutto nella gestione della documentazione degli studi clinici, nella compliance normativa e nella documentazione medica/sanitaria.
IBM e FDA esploreranno i potenziali vantaggi che un framework blockchain potrà fornire alla Sanità supportando casi d’uso importanti per lo scambio di informazioni su un’ampia varietà di tipi di dati, inclusi studi clinici ed evidenze del “mondo reale”. Le nuove informazioni che combinano i dati di tutto l’ecosistema sanitario potranno portare anche a nuove scoperte nel campo biomedico. I dati dei pazienti provenienti da dispositivi indossabili e connessi possono, ad esempio, aiutare medici ed assistenti a gestire meglio la salute della popolazione.La collaborazione prevede anche di studiare nuovi modi per sfruttare i grandi volumi di dati eterogenei esistenti nei settori biomedico e sanitario di oggi. Un ecosistema di condivisione dei dati sicuro, mediato dal proprietario, promette nuove scoperte e una migliore salute pubblica.
IBM sta continuando a investire sulla tecnologia blockchain ed è stata tra i membri fondatori del progetto Hyperledger della Linux Foundation.L’iniziativa con l’FDA si basa su un accordo biennale. IBM Watson Health e l’FDA prevedono di condividere i risultati iniziali della ricerca nel 2017.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Raccolti 18mila euro a favore di Medici Senza Frontiere

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

micheli.jpgMacerata. Un altro sorprendente risultato. Il Macerata Opera Festival dopo la chiusura in bellezza, con il botteghino che ha registrato più di 1.200.000 euro con oltre 30mila presenze, regala un’altra buona notizia: il dato della donazione che sarà effettuata a favore di Medici Senza Frontiere (MSF), organizzazione medico-umanitaria indipendente premio Nobel nel 1999. Durante la stagione lirica 2016, dal titolo Mediterraneo, sono stati raccolti 17.906,30 euro, grazie ai donatori tra il pubblico, al charity sponsor Eurosuole di Germano Ercoli, e ad Hera Comm che ha favorito online la beneficenza con la prenotazione dei concerti gratuiti al Teatro Lauro Rossi del Mercoledì. “Siamo molto soddisfatti per il risultato raggiunto – dichiara Germano Ercoli – e per aver partecipato a questa nobile causa”.
Importante, come è tradizione nell’ultimo triennio, la serata organizzata allo Sferisterio, dedicata alla solidarietà. Quest’anno, l’11 agosto, è andato in scena lo spettacolo, ideato dal direttore artistico Francesco Micheli, Medea, da Cherubini a Pasolini. La rappresentazione ha visto la partecipazione di Alexandra Deshorties, una delle principali interpreti dell’opera di Cherubini, nei panni della protagonista, alla sua prima apparizione su un palcoscenico italiano. Giasone è stato invece interpretato dall’attore Cesare Bocci, che si è esibito nell’Arena maceratese per la prima volta. L’attrice María Pilar Pérez Aspa ha letto degli estratti dalla tragedia di Euripide, mentre l’esecuzione musicale è stata affidata all’Orchestra Regionale delle Marche, diretta dal Maestro Francesco Ivan Ciampa.
Dalla toccante tragedia di Euripide la narrazione è arrivata fino a Medici Senza Frontiere. All’organizzazione medico-umanitaria indipendente impegnata in prima linea nel soccorso e nell’assistenza sanitaria delle popolazioni in fuga da guerre e povertà è andato parte del ricavato della serata e la donazione effettuata da Eurosuole di Germano Ercoli che, a conclusione della recita, è salito sul palco per consegnare una busta con un assegno. Alla raccolta a favore di Medici Senza Frontiere ha contribuito pure il pre opera, organizzato in piazza Mazzini da IMT – Istituto Marchigiano di Tutela Vini con uno chef siriano e lo stellato Errico Recanati, e la vendita di uno dei bozzetti realizzati da Dante Ferretti, ispirato alla sua scenografia del film di Pasolini.La raccolta fondi va a sostegno della campagna #MILIONIDIPASSI che vuole ridare umanità al tema delle migrazioni forzate e racconta i passi di chi è costretto a fuggire, i passi degli operatori umanitari per assisterli e quelli che tutti possono fare per sostenere questa azione. Negli ultimi anni MSF ha aumentato i propri sforzi per le popolazioni in movimento, nei paesi di origine, nei paesi confinanti – dove si trova la maggioranza delle persone in fuga – e lungo tutto il percorso verso la salvezza. Oggi MSF offre assistenza medico-umanitaria a sfollati, rifugiati e richiedenti asilo in più di 30 Paesi. (foto: micheli)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pintus con lo show “Ormai sono una milf” approda a Marsala al Teatro Impero

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

pintus.jpgMarsala. Giovedì 16 febbraio ore 21.30 Teatro Impero Viale Nazario Sauro. E’ uno spettacolo tutto da ridere ma anche una riflessione ironica sul tempo che passa. Angelo Pintus approda a Marsala con il suo nuovo show “Ormai sono una milf”. L’appuntamento è giovedì 16 febbraio, alle ore 21.30, al Teatro Impero. Reduce dal successo di “50 Sfumature di…Pintus“, record di incassi e di presenze in tutta Italia, il comico rivelazione di Colorado torna con uno show che racconta la sua vita vista con gli occhi di un quarantenne che si sente sempre quel bambino che quando vedeva gli amici quarantenni dei propri genitori li considerava “vecchi” e si meravigliava di quanto vivessero a lungo “i grandi”.
Angelo Pintus nato a Trieste nel 1975 da padre di origine sarda e madre di origine franco-ligure, dopo le prime esperienze nei villaggi turistici, nel 2001 si esibisce insieme al comico Max Vitale formando il duo Angelo & Max partecipando a diverse trasmissioni televisive. Dal 2009 è presenza fissa nel cast di Colorado, in cui si fa conoscere al grande pubblico grazie alla rubrica Sfighe (parodia del programma di approfondimento sportivo Sfide), imitando fra gli altri il telecronista Bruno Pizzul, l’allenatore Josè Mourinho, il motociclista Valentino Rossi. Inoltre è nella squadra di calcio della Nazionale Italiana Cabarettisti. Nel 2013 è in tour nei teatri con lo spettacolo 50 sfumature di Pintus ottenendo un grande successo con 150 spettacoli e oltre 200mila spettatori. Prtecipa alCoca Cola Summer Festival, nel 2014 debutta al cinema con il film Tutto molto bello di Paolo Ruffini, e successivamente appare nel film , diretto da Neri Parenti. Dopo la partecipazione al Festival di Sanremo 2015, ha condotto su Italia 1 il programma tv Karaoke. Nella stagione teatrale 2015/2016 il nuovo spettacolo “Ormai sono una milf” è stato accolto dal pubblico con grande interesse. L’evento è organizzato da Tagg Eventi, Music&Motion e Bonagia Eventi con il patrocino del Comune di Marsala. (foto: pintus)
Costo dei biglietti: Poltronissima 30,00 euro, poltrona 25,00 euro, galleria 17,50 euro.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immobiliare: tedeschi e americani conquistati dall’Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

case storiche1Il pensiero di investire nel mattone italiano non è così démodé: l’anno appena trascorso ha dimostrato quanto l’Italia sia appetibile per gli stranieri che vogliono comprare una seconda casa nel nostro paese.
Secondo i dati del report annuale elaborato da Gate-away.com, il portale immobiliare dedicato agli investitori esteri che desiderano comprare immobili italiani, il 2016 si chiude con un bilancio favorevole: l’aumento delle richieste è pari a +53,89%.“Il dato positivo conferma i trend che avevamo rilevato nel corso dei mesi – spiega Simone Rossi, direttore generale di Gate-away.com – e il picco delle ricerche si è verificato principalmente nei mesi di aprile e agosto, anche se il periodo tra febbraio e marzo ha comunque visto un’attività intensa di ricerca. Considerevole il prezzo medio degli immobili valutati, che si attesta sui 428mila euro, mentre notiamo un aumento delle ricerche per case di lusso, oltre i 500mila euro, pari al 14,50% delle richieste totali. Questo può confermare la nostra idea che l’investimento estero nell’immobiliare italiano sia ancora appetibile. Oltre il 45% delle richieste arrivano soprattutto da persone che hanno più di 55 anni, coloro che probabilmente acquistano una casa in Italia per vacanze o in vista della pensione, e che comunque hanno presumibilmente maggiori possibilità economiche. Il dato interessante – conclude Simone Rossi – è quello relativo ai potenziali acquirenti fra i 25 e i 44 anni, che sono oltre il 23%. Una fetta di mercato su cui puntare”.Chi sono i potenziali acquirenti esteri? I tedeschi si piazzano in cima alla classifica delle nazionalità (14,34%), seguiti dagli americani (14,25%) e dai britannici (12,83%). Mentre le richieste in arrivo dagli Stati Uniti restano pressoché costanti rispetto all’anno precedente, nel 2016 la Germania ha spiccato il volo rispetto alle richieste dall’Inghilterra, sempre in crescita seppur con un rallentamento, probabilmente dovuto all’incertezza della Brexit. Il referendum non ha comunque compromesso l’interesse inglese per il nostro paese, considerando il terzo posto raggiunto dal Regno Unito.
La classifica dei primi dieci paesi più attivi include Francia (7,54%), Belgio (6,42%), Olanda (5,17%), Svizzera (4,75%), insieme con Svezia (4,01%), Canada (2,33%), Brasile (1,65%).
Da segnalare la crescita di Argentina e Spagna, probabilmente dovuta alla presenza carismatica di Papa Francesco, e le cinque città da dove arrivano più richieste: Londra, Stoccolma, Parigi, Amburgo e Monaco.
E i luoghi più richiesti dagli stranieri? Ostuni, Carovigno e Sanremo sono le città più richieste della classifica elaborata da Gate-away.com, seguite da Siracusa, Fivizzano, Scalea, Imperia Menaggio e Noto.Diversa la lista di preferenza se viene considerata la provincia: Imperia (9,15%), Brindisi (7,06%), Como (6,38%), Perugia (4,85%), Massa Carrara (3,86%), Chieti (3,67%), Siena (2,68%), Olbia Tempio (2,63%), Cosenza (2,57%), Siracusa (2,52%). La direttrice è segnata dalla classifica delle regioni preferite. Rispetto al 2015, la classifica delle top ten del 2016 stilata da Gate-away.com vede invariate le prime sei posizioni occupate da Toscana (15%), Liguria (12,7%), Puglia (11,48%), Lombardia (9,86%), Sardegna (6,98%) e Abruzzo (6,7%). Seguono Umbria (6,04%), Sicilia (5,76%), Piemonte (5,19%) e Marche (5,06%), queste ultime nel 2016 hanno confermato la decima posizione già conquistata l’anno precedente. (foto: Simone-Rossi-Gate-away)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Antonio Banderas e AMBI Media Group ancora insieme nel film BEYOND THE EDGE

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

beyond-the-edgeSono da poco terminate a Roma le riprese di “Beyond the Edge”, action movie prodotto da AMBI Media Group di Andrea Iervolino e Monika Bacardi con KINODANZ del produttore russo Evgeniy Melentyev e Victor Denisyuk. La produzione esecutiva è stata affidata ad ARES FILM.
Il progetto cinematografico vede nuovamente la collaborazione di AMBI con l’attore spagnolo Antonio Banderas, che ha da poco terminato le riprese del biopic sulla vita di Andrea Bocelli “The Music of Silence” e che poco più di un anno fa è stato il protagonista, al fianco di Jonathan Rhys Meyers, del thriller psicologico “Black Butterfly”. Entrambi i film sono stati prodotti da Andrea Iervolino e Monika Bacardi.
Il film è diretto dal regista russo Aleksander Boguslavskiy e co-diretto dall’italiano Francesco Cinquemani. Protagonisti del film, oltre ad Antonio Banderas, Milos Bikovich e Petar Zekavica.
Beyond the Edge è la storia di Michael, uno dei migliori bari in circolazione. Da mesi prepara un piano per sbancare un casinò avvalendosi di tutte le tecniche di sua conoscenza. Sembra andare tutto bene, fino a quando al tavolo da gioco non si siede un uomo misterioso, Alex, che vince quaranta milioni di euro. Alex riesce a sparire e nel frattempo Michael scopre che ha utilizzato dei poteri magici per poterlo battere al casinò. Così si affida a un gruppo di persone con delle capacità paranormali per riuscire ad emularlo: telecinesi, ipnosi e perfino una donna telepatica. Il colpo è previsto in un altro casinò europeo. Sembra andare tutto bene, fino a quando Michael non si imbatte nuovamente in Alex. Sarà costretto ad affrontare i poteri magici dell’uomo misterioso. E alla fine dovrà mettere in gioco tutto quello che ha, anche la sua stessa vita.Le scene romane sono state girate nel centro storico capitolino (nei pressi del teatro Marcello) e negli studi di Augustus Color e proseguiranno in Russia e Georgia nelle prossime settimane. AMBI Distribution, sales agency del gruppo AMBI, si occuperà come sempre delle vendite internazionali. (foto: Beyond the Edge)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno “Psico-somatico o Somato-psichico. Il corpo fra posture ed imposture”

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

Roma Venerdì 20 gennaio alle ore 17 presso l’Ateneo Ateneo Pontificio Regina Apostolorum a Roma (aula Master, 1° piano) si terrà il seminario “Psico-somatico o Somato-psichico. Il corpo fra posture ed imposture” organizzato dal Gruppo di neurobioetica. Interverrà il dottor Espedito De Leonardis. L’evento sarà reso fruibile anche dal canale YouTube del gruppo di studio.Il Prof. De Leonardis ha dichiarato, circa la tematica al centro del seminario: “Approfondendo i miei studi mi resi conto che il corpo umano era come un ologramma e che qualunque terapeuta che avesse avuto una chiave olografica poteva averne accesso e modificarlo. Era per questo che uno stesso problema poteva essere risolto sia da uno psicologo, da un medico, da un chiropratico, osteopata, fisioterapista o da un agopuntore. Da qui la deduzione che un’emozione condiziona un organo target, altera la sua chimica e si manifesta a livello strutturale. Cominciai allora a rivedere il corpo e a considerarlo come un’armonia interrotta dal disagio della persona che si traduceva in malattia”.
E prosegue: “Ho quindi cominciato a cercare l’espressione fisica delle emozioni e tutte le possibili tecniche per migliorare quella condizione di alterata armonia che definiamo malattia. Il corpo è un continuo fluire di energia che è legata essenzialmente ai bisogni che sono espressi dalle emozioni. Le emozioni, a loro volta sono veri e propri bisogni primari e rinnegarle e non riconoscerle porta ad uno stato di disagio fisico”.
Il lavoro che il docente porta avanti, parte dal presupposto che il corpo sia la “fisicità” della mente ma che, al tempo stesso, la mente non sia confinata nel cervello.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riciclaggio di denaro: i deputati potrebbero bocciare la lista nera proposta dalla Commissione

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

strasburgoStrasburgo Votazione: giovedì 19 gennaio In un progetto di risoluzione che sarà posto in votazione giovedì, si afferma che l’elenco proposto è troppo limitato e dovrebbe essere esteso per includere, ad esempio, i territori che agevolano i reati fiscali. La Commissione elenca undici Paesi, tra cui Afghanistan, Iraq, Bosnia-Erzegovina e Siria, giudicati carenti nella lotta al riciclaggio di denaro e al finanziamento del terrorismo. Le persone e i soggetti giuridici dei Paesi che fanno parte della lista nera sono sottoposti a controlli più severi di quelli abituali per la conclusione di affari in Europa. Qualora i deputati votassero per rinviare l’elenco alla Commissione, la lista dei Paesi terzi ritenuti a rischio resterà in vigore mentre la Commissione preparerà l’eventuale revisione.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rifugiati: i deputati chiedono aiuti di emergenza per l’ondata di freddo

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

Strasburgo Dibattito: giovedì 19 gennaio. In un dibattito che si terrà giovedì mattina, il Parlamento inviterà la Commissione e il Consiglio a fornire aiuti di emergenza per le migliaia di migranti e rifugiati che si trovano in difficoltà a causa delle condizioni climatiche con gelo e neve in varie parti d’Europa. La situazione è particolarmente grave nelle isole greche, dove ci sono ancora circa 15 mila richiedenti asilo.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dibattito con Juncker e Tusk sui risultati del Vertice UE e sulle sfide per il 2017

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

Strasburgo Dibattito: mercoledì 18 gennaio. I deputati dovrebbero incentrare la discussione sulla sicurezza esterna e interna dell’UE, sugli investimenti nei posti di lavoro e sulla migrazione, ma potrebbero anche affrontare i temi che riguardano le modalità procedurali per i negoziati sulla Brexit, le relazioni UE-Russia, l’Ucraina e i colloqui di riunificazione con Cipro.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Elezione del nuovo Presidente, dei vicepresidenti e dei questori

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

strasburgo-parlamento-europeoStrasburgo Votazioni: martedì 17 gennaio e mercoledì 18 gennaio. I deputati sceglieranno il nuovo Presidente del Parlamento europeo per i prossimi due anni e mezzo. Martedì alle 9.00, dopo le presentazioni di tre minuti per ciascun candidato, il Presidente uscente Martin Schulz presiederà le votazioni a scrutinio segreto.
Sette candidati hanno ufficializzato finora la propria candidatura alla presidenza. Nuove candidature potrebbero emergere nel corso di uno qualsiasi dei primi tre scrutini. Qualora nessun candidato avesse ottenuto la maggioranza assoluta dei voti validi espressi nei primi tre scrutini, il Presidente sarà eletto a maggioranza semplice durante un quarto e ultimo turno di votazione, che vedrà al ballottaggio i due candidati che hanno ottenuto più voti nel terzo scrutinio.I candidati al momento sono (in ordine alfabetico):
Eleonora Forenza, Sinistra unitaria europea/Sinistra verde nordica (IT),
Jean Lambert, Verdi/Alleanza libera europea (UK),
Gianni Pittella, Alleanza progressista di Socialisti e Democratici (IT),
Laurenţiu Rebega, Europa delle Nazioni e della Libertà (RO),
Helga Stevens, Conservatori e Riformisti europei (BE),
Antonio Tajani, Partito popolare europeo (IT), e
Guy Verhofstadt, Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l’Europa (BE).
14 vicepresidenti, 5 questori, 22 commissioni
Mercoledì, il Presidente neoeletto presiederà le votazioni elettroniche a scrutinio segreto per eleggere i 14 vicepresidenti e i 5 questori. Verrà inoltre approvata la composizione delle 22 commissioni permanenti.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio, con task force anti-buche a dicembre oltre 400 interventi

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

buche stradali romaContinua il lavoro della task force anti-buche potenziata dal Campidoglio ad inizi di dicembre con “squadre di controllo” in ogni Municipio per monitorare capillarmente le strade e la qualità dei lavori. Nello scorso mese sono state riparate oltre 400 buche.
Sono partiti lo scorso 5 dicembre i primi interventi per la manutenzione ordinaria delle strade di grande viabilità su tutto il territorio di Roma Capitale, in particolare nelle periferie. A febbraio inizieranno invece le attività di vero e proprio rifacimento del manto stradale dei tratti più disastrati delle principali arterie della città. Nel pacchetto di azioni programmate per migliorare le condizioni della rete stradale e garantire maggiore sicurezza ai cittadini, particolarmente corpose sono quelle dedicate al pronto intervento per la riparazione delle buche: solo in due settimane, dal 15 al 31 dicembre 2016, ne sono già state riparate 410 nelle strade di competenza del Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana (Simu). Le zone coinvolte vanno dal centro alle periferie e comprendono, ad esempio,via Casal di Marmo, piazza Verbano, Lungotevere Cadorna, Lungotevere della Vittoria, o ancora via Cassia, via della Storta, via Flaminia, via Battistini,via Trionfale, o la centralissima piazza del Popolo. Proseguono anche gli interventi di supporto avviati quest’estate per la manutenzione della grande viabilità, di competenza del Dipartimento Simu di Roma Capitale. Quelli dedicati alle caditoie, che vanno dalla pulizia alla sostituzione dei tubi di collegamento, o dei chiusini in ghisa, hanno coinvolto aree quali Piazzale Clodio, piazzetta del Bel Respiro a Villa Pamphili, Lungotevere degli Inventori, in zona Marconi, via delle Terme di Caracalla o via dei Fori Imperiali. Infine, per quel che riguarda la segnaletica verticale e orizzontale, si è provveduto, alla sostituzione di divieti di sosta e di cartellonistica varia, alla manutenzione di passaggi pedonali, linee di arresto, frecce e canalizzazioni, in varie aree tra cui via Casilina, piazza dell’Emporio, piazza Risorgimento, piazza Venezia e via Appia. (n.r. Se da una parte il comune ci informa che molte buche sono state coperte dall’altra girando per Roma non si ha proprio l’impressione che il problema sia stato affrontato in maniera decisa. E’ che il manto stradale delle vie di Roma è così danneggiato e tenuto da troppo tempo senza manutenzione ordinaria che per metterlo in sesto ci vorrebbero non 400 interventi ma ben 40,000. E non è un’esagerazione. Occorrono più investimenti e una ricognizione più accurata.)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »