Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 14 gennaio 2017

Le malattie autoimmuni sono causate da errori del sistema immunitario

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

tiroide5Accade quando aggredisce le cellule dei tessuti sani invece di attaccare i nemici, virus, batteri, ecc. che l’organismo può ospitare. Possono colpire un solo organo o organi diversi anche nello stesso soggetto e in genere la causa non è nota.«Una delle malattie autoimmuni più comuni è la tiroidite di Hashimoto che si riflette con una sintomatologia che va dall’ipo o all’ipertiroidismo o anche non avere necessariamente avere una sintomatologia evidente, spiega Michele Zini, Centro Malattie Tiroidee dell’IRCCS Arcispedale “S. Maria Nuova” di Reggio Emilia e membro AME, Associazione Medici Endocrinologi.Un recente studio, pubblicato sulla rivista Autoimmunity Reviews, ha dimostrato che i pazienti con tiroidite autoimmune sono esposti al rischio di sviluppare nel tempo altre malattie autoimmuni in misura maggiore rispetto alle persone non colpite da tiroidite autoimmune. Le malattie autoimmuni sono state rilevate nel 19.5% dei pazienti con tiroidite autoimmune, e solo nel 3.9% dei controlli. Questo significa che avere una tiroidite autoimmune conferisce un rischio 5 volte maggiore di sviluppare una seconda patologia autoimmune oltre alla tiroidite.Le malattie autoimmuni più frequentemente associate alla tiroidite indicate dallo studio sono la gastrite cronica autoimmune, la vitiligine, la artrite reumatoide, la polimialgia reumatica, la celiachia, il diabete mellito tipo 1, la malattia di Sjögren, la sclerosi multipla, il lupus eritematoso sistemico, la sarcoidosi.
Il problema può essere visto anche da una prospettiva diversa, e cioè arrivare alla diagnosi di tiroidite autoimmune partendo da altre patologie autoimmuni. Questo ha importanti ricadute pratiche, ad esempio, tutti i pazienti con diabete mellito tipo 1 devono essere periodicamente testati per valutare la funzionalità tiroidea e la formazione di anticorpi antitiroidei, soprattutto i bambini diabetici. I pazienti con malattie reumatologiche autoimmuni dovrebbero essere periodicamente valutati per cogliere la presenza di una tiroidite autoimmune, così come i pazienti con le altre patologie autoimmuni più frequentemente associate alla tiroidite. Il riconoscimento di una tiroidite autoimmune è semplice: bastano due test di laboratorio (TSH con metodo reflex e anticorpi anti-tireoperossidasi), eventualmente seguiti in caso di risultato patologico da una ecografia tiroidea.Nella pratica clinica, l’endocrinologo e i medici di medicina generale terranno presente la possibilità che una seconda malattia autoimmune si manifesti nei pazienti con tiroidite autoimmune di Hashimoto, soprattutto in coloro che ne hanno una suscettibilità genetica: eventuali sintomi, dati di laboratorio, famigliarità possono essere indicatori per la ricerca di altre patologie autoimmuni.Se, in teoria, sembrerebbe ragionevole ricercare attivamente la presenza di malattie autoimmuni in tutti i pazienti con tiroidite di Hashimoto, cercando di identificarle in una fase precoce quando ancora non hanno dato sintomi, al lato pratico, la numerosità delle possibili patologie autoimmuni rende molto difficile questa ricerca, che comporterebbe il ricorso a numerosissimi test di laboratorio ed esami strumentali. Inoltre, anche quando fossero colte in una fase iniziale, non è possibile mettere in atto una vera e propria prevenzione, cioè non si riesce ad evitare l’insorgenza della malattia conclamata.Non esiste una manifestazione clinica comune a tutte le malattie autoimmuni, e i sintomi, i disturbi e le conseguenze cliniche delle malattie autoimmuni sono quelle specifiche di ogni singola patologia. Analogamente, non esiste un trattamento comune unico per tutte le patologie autoimmuni, ma ognuna viene trattata con farmaci e schemi specifici. E’ vero che per molte malattie di questo gruppo si ricorre a farmaci che sopprimono il sistema immunitario, ma i singoli farmaci, gli schemi, i tempi, le dosi e le associazioni sono stati studiati e validati singolarmente per ogni patologia. Analogamente, anche il decorso clinico di ogni malattia autoimmune è indipendente. In altre parole, non ci può aspettare che curando una malattie autoimmune anche le altre eventualmente presenti migliorino.In conclusione, spiega l’esperto, è bene conoscere queste interazioni tra patologie autoimmuni senza che questo diventi fonte di ansia dal momento che possibilità di ammalarsi non significa necessariamente malattia».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riscaldamento scuole: Campidoglio, tutti gli edifici al caldo

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

scuolaRoma. I tecnici comunali sono intervenuti su tutti i malfunzionamenti degli impianti termici di competenza di Roma Capitale Tutti gli impianti termici nelle scuole di competenza di Roma Capitale sono stati riaccesi e funzionano correttamente. Gli edifici scolastici sono dunque adeguatamente riscaldati. È quanto rende noto il Campidoglio sulla base dei dati rilevati dal Dipartimento Sviluppo infrastrutture e manutenzione urbana (Simu). Su 1.124 impianti a servizio delle scuole si sono complessivamente verificati 62 malfunzionamenti o mancati avvii, pari a circa il 6% del totale: su circa 20 di questi si è già intervenuti nella giornata di domenica 8 gennaio; i restanti malfunzionamenti si sono verificati nella mattinata del 9 gennaio e sono stati prontamente risolti, ad eccezione di 7 situazioni con problematiche strutturali che ora risultano eliminate.
“Con l’operazione ‘scuole calde’ abbiamo disposto l’accensione in anticipo dei termosifoni negli edifici scolastici di Roma – spiega la sindaca Virginia Raggi – per far fronte all’ondata di freddo che ha investito la nostra città. Ci sono stati dei malfunzionamenti ma hanno comunque riguardato una minima parte degli impianti, sui quali siamo immediatamente intervenuti inviando delle squadre per risolvere le criticità.
L’amministrazione ha garantito il massimo impegno per affrontare una realtà che abbiamo ereditato – continua Raggi – e che purtroppo in molti casi è drammatica, come hanno confermato anche tanti presidi: i continui tagli dei finanziamenti ai Comuni e la mancata manutenzione ci hanno consegnato strutture fatiscenti, termosifoni danneggiati, tubature vecchie e impianti elettrici inadeguati. Per tutte queste ragioni, e per valutare le misure necessarie a evitare analoghi disagi in futuro, ho convocato un’apposita riunione che si svolgerà la prossima settimana: l’obiettivo è di individuare delle procedure standard, fino ad oggi mancanti, per prevedere l’accensione
anticipata degli impianti nei casi di prolungata chiusura delle scuole. Ho inoltre chiesto di approntare dettagliate disposizioni che individuino per ogni Municipio i soggetti incaricati di garantire l’accesso, in qualunque momento, a ciascun edificio scolastico”, conclude la sindaca.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Politiche Giovanili: 150.000 euro per le redazioni locali del portale Piemonte Giovani

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

regione piemonteUn altro passo avanti verso la riattivazione della rete regionale degli Informagiovani: approvata la graduatoria e la procedura di erogazione dell’acconto del finanziamento assegnato con bando per la formazione delle redazioni locali che sosterranno il portale internet Piemonte Giovani.
Il Bando era rivolto a Comuni, Unioni di Comuni, Unioni montane, consorzi e ASL. Le amministrazioni che hanno aderito contribuiranno così alla realizzazione della rete regionale che dovrà assicurare su ciascun territorio provinciale tutte le funzioni previste dai nuovi Informagiovani. In totale verranno assegnati 151.980 euro che dovranno essere distribuite sulla base della popolazione giovanile e in modo equo. Al bando hanno partecipato trenta Comuni, in forma singola o associata, rappresentativi di una platea di 314.594 giovani (banca dati regionale) coprendo tutte le province a eccezione del VCO.
Le redazioni locali avranno il compito di creare un collegamento stabile con gli altri servizi territoriali in modo da fornire adeguate risposte alla partecipazione dei giovani alla vita della società. Regione Piemonte e Università degli Studi di Torino ora avranno il compito di organizzare nei primi mesi del 2017 momenti di formazione per i Comuni coinvolti.
«I giovani sono ancora troppo lontani dalle istituzioni e noi abbiamo il dovere di cercare di colmare questa distanza. Dobbiamo stimolare e intercettare la loro voglia di partecipazione perché sono una nostra risorsa. Loro hanno voglia di fare e noi dobbiamo dare loro gli strumenti per andare verso una piena autonomia. Come Regione abbiamo avviato un percorso nello scorso anno che ha visto il coinvolgimento della popolazione giovanile piemontese finalizzato a definire i principi di quella che sarà la nuova legge regionale sulle Politiche Giovanili che dovrà essere costruita in questi mesi» – ha concluso Monica Cerutti, assessora alle Politiche Giovanili della Regione Piemonte.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

GEARBEST si classifica tra le prime 30 nel Chinese Global Brand Builders 2017 di BrandZ™

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

pechinoPECHINO, PRNewswire/ GEARBEST, un sito inglese B2C (Business – to – consumer) si è classificato tra i primi 30 quale leader di settore dell’Internet mobile sul rapporto di BrandZ™ Chinese Global Brand Builders 2017 (Costruttori di marchi globali cinesi 2017) distribuito dalla maggiore società pubblicitaria al mondo WPP e Kantar Millward Brown insieme a Google il 10 gennaio a Pechino, Cina.”Siamo onorati di entrare a far parte dei primi 30 dell’elenco,” ha dichiarato Thomas Liu, direttore del marketing di GEARBEST, “Il rapporto, la più autorevole classifica di marchi cinesi, rappresenta la propensione a consumare quando i consumatori scelgono un determinato marchio. Riunisce oltre 270.000 consumatori di diversa provenienza da sette mercati sviluppato tra cui Stati Uniti, Gran Bretagna, Germania, Francia e Giappone per classificare il loro riconoscimento nei confronti di 560 marchi, dimostrando così che il sito web e i prodotti di GEARBEST sono stati gradualmente riconosciuti dal nostro cliente e in questo modo l’immagine del nostro marchio viene distribuita con successo.”
GEARBEST, azienda leader dell’e-commerce, extra nazionale, offre ai clienti diversi prodotti che comprendono telefoni cellulari, prodotti elettronici per i consumatori, applicazioni per abitazioni smart, droni telecomandati e altro ancora. Dal 2014, GEARBEST ha raccolto 20.000 prodotti online SKU (Stock Keeping Unit – articolo gestito a magazzino) e opera 13 magazzini per vendere i prodotti in oltre 180 nazioni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Profughi, al via i nuovi corridoi umanitari

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

viminaleÈ stato firmato al Viminale il Protocollo di intesa per l’apertura di nuovi corridori umanitari che permetteranno l’arrivo in Italia, nei prossimi mesi, di 500 profughi eritrei, somali e sud-sudanesi, fuggiti dai loro Paesi per i conflitti in corso.
A siglare il “protocollo tecnico” quattro soggetti: la Conferenza Episcopale Italiana (che agirà attraverso la Caritas Italiana e la Fondazione Migrantes) con il Segretario Generale, Mons. Nunzio Galantino, e la Comunità di Sant’Egidio con il suo Presidente, Marco Impagliazzo, come promotori; il Capo del Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno, Mario Morcone, e il Direttore delle politiche migratorie della Farnesina, Cristina Ravaglia, per lo Stato italiano.
“Troppo spesso ci troviamo a piangere le vittime dei naufragi in mare, senza avere il coraggio poi di provare a cambiare le cose: questo Protocollo consentirà un ingresso legale e sicuro a donne, uomini e bambini che vivono da anni nei campi profughi etiopi in condizioni di grande precarietà materiale ed esistenziale”, dichiara Mons. Galantino, che aggiunge: “La Chiesa Italiana si impegna nella realizzazione del progetto facendosene interamente carico – grazie ai fondi 8 per mille – senza quindi alcun onere per lo Stato italiano; attraverso le diocesi accompagnerà un adeguato processo di integrazione ed inclusione nella società italiana”.
Il fondatore della Comunità di Sant’Egidio, Andrea Riccardi, commenta: “Questo accordo per nuovi corridoi umanitari, che siamo felici di realizzare con la Cei, risponde al desiderio di molti italiani di salvare vite umane dai viaggi della disperazione. Si tratta di un progetto che offre a chi fugge dalle guerre non solo la dovuta accoglienza ma anche un programma di integrazione. L’Europa, tentata dai muri come scorciatoia per risolvere i suoi problemi e troppe volte assente, guardi a questo modello di sinergia tra Stato e società civile replicabile anche in altri Paesi”.
Secondo l’Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati (Unhcr), l’Etiopia oggi è il Paese che accoglie il maggior numero di rifugiati in Africa, più di 670.000 persone: un afflusso di dimensioni tanto ampie è stato determinato da una pluralità di motivi, da ultimo la guerra civile in Sud Sudan scoppiata nel dicembre 2013.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »