Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 15 gennaio 2017

Le Maratone e le corse di Israele

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

maratona-di-tiberiadeGerusalemme. La stagione dello sport legato alla corsa ha inaugurato Il 2017 con la 40ma edizione della Maratona Internazionale di Tiberiade sul Mar di Galilea. Ha così avuto luogo la “più bassa” maratona del mondo poiché si svolge a circa 200 metri sotto il livello del mare, nella Valle del Giordano e il suo percorso si snoda lungo 42,195 km su un terreno di asfalto piatto e veloce. Il tracciato segue la costa del Mare di Galilea e si staglia a contrasto con un paesaggio mozzafiato dal sapore rustico, che si snoda attraverso antichi monumenti storici della Valle del Giordano. Si tratta di una vera e propria corsa andata e ritorno, attraverso le principali vie di Tiberiade lungo il Mare di Galilea, percorrendo il fiume Giordano fino al punto di svolta situato all’altezza del Kibbutz Ein- Gev e di nuovo fino a Tiberiade. il record per il percorso della maratona nella categoria maschile è stato raggiunto nel 2012 ed è di 2:07:30.
Israman, gara Ironman ad Eilat – 27 gennaio 2017 Israman, la massacrante competizione Ironman che viene classificata come una dei 10 triathlon più impegnativi del mondo, si svolgerà nella località costiera di Eilat, in Israele il 27 gennaio 2017. L’ Israman completo comprende: 3,8 km di nuoto, un giro in bicicletta di 180 km seguita da una maratona di 42,2 km corsa e, per coloro che cercano una sfida più contenuta, ma pur sempre temibile, l’Half Israman comprende: 1.8 km di nuoto, un giro in bicicletta di 90 km e una corsa di 21,1 km corsa. Quest’anno ci sarà anche l’IsraKids permetterà così di estendere l’esperienza del triathlon a due gruppi di età.
maratona-di-tel-avivTel Aviv Samsung Marathon – 24 Febbraio 2017. Oltre 40.000 corridori sono attesi per partecipare agli eventi della Tel-Aviv Samsung Marathon il 24 febbraio 2017, uno dei più importanti eventi internazionali corsa in Israele. La maratona è già una tradizione ed è naturalmente uno dei principali eventi internazionali che si tengono a Tel Aviv. Ai corridori sarà offerto un percorso urbano unico, passando per ogni strada principale della città, al fine di consentire a migliaia di partecipanti un’esperienza di corsa unica, nei luoghi e nelle strade più interessanti della città. Il percorso è stato progettato per mettere in evidenza il meglio di Tel Aviv, riconosciuta ufficialmente come patrimonio mondiale dell’UNESCO e per questo ai corridori sarà possibile ammirare ad esempio Dizengoff Street, Rothschild Avenue, le Torri Azrieli, Piazza Rabin, il lungomare rinnovato,
ironman-ad-eilatJerusalemm Winner Marathon – 17 marzo 2017 Arrivata alla sua settima edizione, quest’anno la maratona di Gerusalemme avrà luogo il 17 marzo 2017. Sono attesi più di 20.000 corridori provenienti da oltre 54 nazioni che avranno la fortuna di correre attraverso il paesaggio unico di Gerusalemme, ricca di storia, religione e cultura. Tra gli eventi previsti: una maratona completa, una mezza maratona, una gara di 10 km e una corsa di 4,2 km. La maratona di Gerusalemme offre ai corridori la possibilità di competere in uno scenario di incomparabile bellezza naturale e culturale a differenza di qualsiasi altra maratona internazionale. Un percorso unico che attraversa la storia di Gerusalemme e dei sui 2000 anni, passando sul selciato dell’antica e santa città murata di Gerusalemme e attraverso il centro moderno della città capitale di Israele. Il percorso comprende i siti più noti della città, tra cui, tra gli altri, la Knesset, la Città Vecchia, la Piscina del Sultano, il Monte Sion, la Colonia Tedesca, la Gerusalemme Promenade e il Monte degli Ulivi.La topografia della città si presta a un percorso impegnativo che metterà alla prova anche il più esperto dei partecipanti.
Mountain2Valley – 17-19 maggio 2107 Circa 10.000 persone provenienti da tutto il mondo sono attese a partecipare alla Mountain2Valley. Questo sarà il nono evento sportivo annuale che ha avuto luogo nel nord di Israele, e organizzato dall’Associazione Mountain2Valley (M2V). Una staffetta di 215 km che combina sfide personali con cameratismo di squadra, in esecuzione giorno e notte nelle zone rurali, dal Nord d’Israele alla valle dell’ Yizrael. L’idea è quella di dare ai partecipanti una combinazione di pura emozione correndo insieme e anche con lo sfondo della spettacolare Terra Santa. La maggior parte dei tratti del percorso si addentrerà in sentieri di campagna, anche se alcune sezioni comprendono comunque strade asfaltate. Ai sentieri si uniscono panorami di importanza storica per le tre religioni monoteistiche: ebraica, cristiana e musulmana. La partenza è prevista ai piedi della statua della ‘Roaring Lion’ a Tel-Hai, nel nord, l’itinerario prosegue lungo la valle del fiume Giordano, passando per la Riserva Naturale della Valle di Hula fino a incontrare la parte nord del Mare di Galilea. Il percorso sale poi e attraversa la parte inferiore della Galilea; attraversando la Valle di Jezreel nelle montagne del Menashe – parte settentrionale del Monte Carmelo; e, infine, termina a Timrat, a ovest di Nazareth.
L’evento si estende su un periodo di 24 ore in quanto la staffetta di 215 km è suddivisa in 24 sezioni, ognuna delle quali si estende dai 5 km ai 14 km ciascuna. Gruppi di 4, 6 o 8 corridori possono iscriversi sia alla categoria professionisti sia in quella dilettanti. Le iscrizioni si aprono il 16 gennaio maratona-di-gerusalemme-20162017. Informazioni e registrazione su http://www.mountain2valley.org/m2v/portal”Il turismo legato allo sport continua a crescere di importanza” ha dichiarato Avital Kotzer Adari, direttore dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo.
“Grazie una varietà climatica davvero unica al mondo – 5 diffenti climi ogni 50 km – Israele è il posto ideale per realizzare esperienze turistiche legate allo sport, alla natura, fruendo, proprio grazie all’esperienza sportiva, di paesaggi e di contesti irripetibili”, ha continuato Avital.Vivere l’emozione, per esempio, di partecipare ad una maratona come quella di Gerusalemme è davvero qualcosa di irripetibile: correre tra le pietre che raccontano 5.000 anni di storia, la spiritualità di 3 religioni, percorrendo i luoghi che possono testimoniare il passaggio di tutte le più importanti civiltà della Terra sarà un’emozione davvero irripetibile, qualcosa di unico e di indimenticabile” ha concluso Avital.
Per partecipare a questo come ad altriventi e per vivere l’emozione di una vacanza in Israele, si visiti il sito: go.goisrael.it (foto: Maratona di Tiberiade, Ironman ad Eilat, Maratona di Tel Aviv, Maratona di Gerusalemme 2016)

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra d’arte contemporanea Metafisiche e metamorfosi

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

metafisica.jpgRoma Il 19 gennaio p.v., alle ore 18.00 presso l’Accademia d’Ungheria in Roma (Palazzo Falconieri – Via Giulia, 1) verrà inaugurata la mostra d’arte contemporanea Metafisiche e metamorfosi. Valerio Adami, Csaba Fürjesi, Ervin Hervé-Lóránth. In occasione del vernissage si esibirà il gruppo Music Fashion Jazz Agency.L’Accademia d’Ungheria in Roma, con la presente mostra, intende aderire ad un’iniziativa artistica di ampia portata che prevede nella capitale tre mostre parallele intese a presentare l’opera e l’attività di Valerio Adami; tra cui una appunto presso l’Accademia, e altre due rispettivamente presso la Galleria André (via Giulia 175, Roma) e la Galleria Mucciaccia (Largo della Fontanella di Borghese 89, Roma). È la prima volta che a Roma viene inaugurata un’ampia retrospettiva dedicata all’artista italiano di fama mondiale. L’Accademia d’Ungheria in Roma, intesa a rafforzare la propria posizione culturale acquisita negli anni, e tenendo conto della propria missione – quale la promozione della cultura ungherese a Roma -, affiancherà alle opere di Adami anche alcune opere del noto pittore ungherese Csaba Fürjesi. Infine la mostra verrà accompagnata da un’installazione street art dell’artista e addetto culturale Ervin Hervé – Lóránth. Valerio Adami è un artista italiano residente a Parigi. Nato a Bologna nel 1935. Le opere del suo primo periodo artistico sono caratterizzate da aspetti espressionisti ispirati a Francis Bacon, per passare successivamente alla pittura astratto-gestuale. La pittura di Adami si evolse e si completò attorno al problema del recupero della figurazione risolta, diventando uno stile proprio. Nelle sue opere di contenuto ironico oggetti banali si mescolano a topos mitologici producendo uno stile fortemente contorniato, basato sul disegno, con un uso cromatico simile al Pop Art. Le opere di Adami rievocano il mondo dei fumetti, infatti non è casuale se al suo nome spesso e volentieri viene associata come parallelismo l’opera di Roy Lichtenstein.
L’arte di Fürjesi presenta numerosi punti parallelli con il mondo pittorico di Adami. Le sue riposte artistiche relative alle questioni puramente esistenziali sono caratterizzate da basi di disegni che si spostano sempre di più verso le composizioni pittoriche.
L’aspetto eccitante del progetto sarà l’installazione street art dell’artista e addetto culturale Ervin Hervé – Lóránth, il quale parafraserà alcune opere di Adami. Le figure monumentali estratte dai quadri di Adami e collocate presso il Palazzo Falconieri al di fuori del loro valore artistico rivestiranno anche un ruolo non indifferente di marketing. Orari: lunedì 15.30 – 19.30; dal martedì al sabato 10.00 – 19.00; domenica chiuso. (foto: metafisica)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Street Art diventa fumetto

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

street art.jpgstreet art1.jpgRoma Giovedì 19 gennaio alle ore 19, presso gli spazi del ristorante vegetariano Margutta Veggy Food & Art, in via Margutta 118, a Roma, si terrà la presentazione ufficiale di «Lee Sergic e la genesi contesa», il primo fumetto del noto street artist italiano, Mauro Sgarbi. Si tratta di una novità assoluta: per la prima volta un artista di graffiti crea su carta un fumetto, non limitandosi a trasporne di famosi su muro. L’artista sarà presente e a disposizione dei partecipanti per customizzare la prima pagina del fumetto con uno sketch a piacere.
IL FUMETTO – Arriva nelle librerie un’assoluta novità nel panorama del graphic novel “Lee Sergic e la genesi contesa”. Finalmente e per la prima volta uno street artist italiano si cimenta con il fumetto, non semplicemente traendone spunto ma dandogli vita su carta prima ancora che su parete. Non si tratta di traslare figure e caratteri in un contesto urbano. Più di un’artista ha fatto riferimento nei suoi graffiti al mondo comics, ma è questa la primissima volta che in Italia qualcuno che di solito dipinge sui muri decide di far nascere un personaggio su carta.
street-art3Appena lo inizi a sfogliare credi di trovarti di fronte a una sorta di trasposizione al maschile di Alice in Wonderland, riproposto nella frastagliata ed eccitante realtà storica di fine ‘900. Lee è un ragazzo, probabilmente sulla ventina e dall’aspetto quasi efebico, i tratti apollinei, capelli lunghi biondi, occhi chiari e fisico affusolato. Compare in un limbo, sul confine di una dimensione che si immette in un’altra, così ha inizio “Lee Sergic e la genesi contesa”: l’apertura di una porta, l’ingresso maldestro in un mondo dai tratti fantasy e distopici.Non ci sono colori e questo gli habitué del fumetto lo sanno, tuttavia lo scenario riporta alla mente le chiazze fluorescenti e cangianti tipiche del romanzo di Lewis Carroll. Vi sono enormi piante parlanti, insetti e vari altri Animali street-art2fantastici, che, in questo periodo si sa, vanno molto di moda. Il mondo dei caratteri afferenti l’universo.
Prosegue con successo, nelle sale del ristorante vegetariano Il Margutta, la mostra “Margutta Stazione Urban”, curata da Francesca Barbi Marinetti e voluta da Tina Vannini. Dal barocco al neo pop, dal pop surrealismo al lettering, i nomi degli street artist in mostra: Beetroot, Gomez, Lucamaleonte, Moby Dick, M.sgarbi, Omino71, Solo e Daniele Tozzi. La mostra sarà visitabile sino al 15 febbraio. Il progetto espositivo, avviato sin dall’inizio in stretta collaborazione con Emergenza Sorrisi, è un progetto di solidarietà finalizzato alla raccolta di fondi per scopi. Le opere saranno battute all’asta in occasione dell’evento di chiusura previsto per il 12 febbraio 2017: parte del ricavato sarà devoluto all’associazione benefica. Andranno all’asta anche i decori natalizi firmati Moby Dick, che ha rivisitato con il suo inconfondibile stile, tra spray e tag, i più comuni simboli natalizi. (foto: street art)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Torna Eugenio Bennato

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

bennato.jpgRoma sabato 21 gennaio 2017 Sala Petrassi Viale Pietro de Coubertin, 30 torna Eugenio Bennato. L’artista partenopeo, definito dalla stampa tra i più grandi esponenti attuali della musica popolare, torna a calcare il palco della Sala Petrassi dove solo qualche mese fa aveva presentato in anteprima l’album “Canzoni di Contrabbando”, la prima grande raccolta del percorso creativo di Eugenio Bennato, artista che si è sempre riferito ad un linguaggio stilistico e ad un circuito alternativo rispetto ai modelli della musica leggera. Un percorso che parte da “Brigante se more” – brano dei primi anni ’80 che diventa col tempo un inno spontaneamente scelto, al di fuori della logica discografica, da centinaia di migliaia di voci del sud – fino all’ultima composizione, “Monpère et ma mère”, unico inedito della raccolta.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Università Sapienza Roma: Inaugurazione anno accademico 2016-2017

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

la sapienza roma1Roma Giovedì 19 gennaio nell’Aula magna del Rettorato, si terrà la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2016-2017 la 714°dalla fondazione. L’evento si aprirà con il GaudeaMuS eseguito da MuSa Classica, MuSa Jazz e MuSa Coro diretti dal maestro Silverio Cortese e dal “Coro MuSa”.
A seguire la prolusione del Magnifico Rettore Eugenio Gaudio e dello studente Niccolò Belcecchi, della Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali, del direttore dell’Area Contabilità, finanza e controllo di gestione Simona Ranalli. Paolo Grossi, Presidente della Corte costituzionale pronuncerà la Lectio magistralis dal titolo “La Costituzione italiana come espressione di una società plurale”. Interverranno alla cerimonia Carle Bonafous-Murat presidente dell’Université Sorbonne Nouvelle – Paris 3 e Deborah Bull del King’s College London.
Gli “Ottoni di MuSa”, diretti dal maestro Silverio Cortesi e il “Coro MuSa”, diretto dai maestri Paolo Camiz e Giorgio Monari, eseguiranno al termine della manifestazione la Toccata dell’Orfeo di Claudio Monteverdi.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bankitalia:a novembre nuovo aumento debito, a 2229 mld

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

Banca d'ItaliaContinua la crescita del debito pubblico italiano. A novembre, secondo quanto informa la Banca d’Italia, è stato pari a 2.229,4 miliardi, in aumento di 5,6 miliardi rispetto al mese precedente.
“Molto grave. Anche se non si è battuto il record storico di luglio, continua a salire il debito, nonostante l’incremento delle entrate tributarie. Ci troviamo, insomma, di fronte al solito Stato incapace di contenere la spesa pubblica e che indebita le generazioni future. Nessun miglioramento per il 2017, sia per via degli interventi sul sistema bancario sia per la legge di Bilancio appena entrata in vigore, zeppa di interventi a pioggia” dichiara Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. L’associazione ricorda che nell’ultima legge di Bilancio ci sono 120 interventi di spesa e che, nel solo 2017, per fondi ad hoc, sono stanziarti in totale un miliardo e mezzo di euro (1,513 mln), che salgono a 1 mld e 689 nel 2018 e a 1 mld e 886 nel 2019.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Immigrazione: visita al centro d’accoglienza di Cona

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

Fabio_Rampelli_daticamera“Nella visita ispettiva effettuata per la seconda volta oggi nel centro d’accoglienza di Cona, in provincia di Venezia, con collega Walter Rizzetto abbiamo constatato il deciso peggioramento delle condizioni di permanenza dovuto all’aumento del numero degli immigrati (a settembre 920, oggi 1250), la chiara sensazione di un prolungarsi della permanenza, l’assoluta certezza a monte che nessuno degli ospiti stia scappando da una guerra, l’esasperazione della pacifica popolazione italiana dei Comuni di Agna, Bagnoli e Cona, la strumentalizzazione degli immigrati da parte dei centri sociali, oggi artefici di un corteo in zona… Insomma, tutti i parametri dimostrano che il modello Alfano è stato catastrofico ed è utile solo per ingrassare le tasche delle cooperative sociali. Per questo chiediamo ai sindaci e ai cittadini italiani di tenere duro, al governo nazionale di attrezzarsi per rispondere in una sola settimana alle domande di asilo politico per ospitare conseguentemente chi fugge da guerre (con precedenza a bambini e donne) e rispedire a casa chi cerca solo migliori condizioni economiche”. È quanto ha dichiarato il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Buona Scuola: Il CdM approva 8 decreti attuativi

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

Palazzo chigi1I provvedimenti vanno ora in Conferenza Unificata per l’apposito parere e alle competenti Commissioni parlamentari, dove andranno necessariamente migliorati. Via libera per inclusione scolastica, cultura umanistica, diritto allo studio, formazione iniziale e accesso all’insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado, istruzione professionale, scuole italiane all’estero, sistema integrato di istruzione dalla nascita fino a sei anni, valutazione e certificazione delle competenze ed Esami di Stato. Rimane fuori, rispetto ai nove decreti indicati nella Legge 107/15, solo il nuovo Testo Unico in materia di istruzione.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): è un’ottima opportunità quella che si profila, perché i decreti delegati possono attuare nel mitigare o deviare gli effetti perversi della Legge 107/15. Da parte nostra, sono giunte precise indicazioni al Parlamento attraverso degli emendamenti al decreto Milleproroghe. È importante, però, che già le deleghe non contengano profili di incostituzionalità, come già accaduto con i decreti legislativi della Pubblica Amministrazione, e che si apra un dibattito adeguato nonostante i tempi siano decisamente ristretti. Altrimenti, toccherà ancora una volta rivolgersi al giudice. Il disco verde del Consiglio dei ministri, su otto delle nove deleghe della legge di riforma “Buona Scuola”, va considerato come un inizio di un percorso da completare: i provvedimenti vanno ora in Conferenza Unificata per l’apposito parere e alle competenti Commissioni parlamentari, dove andranno necessariamente migliorati.I decreti delegati su cui c’è stato parere favorevole riguardano: inclusione scolastica; cultura umanistica; diritto allo studio; formazione iniziale e accesso all’insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado; istruzione professionale; scuole italiane all’estero; sistema integrato di istruzione dalla nascita fino a sei anni; valutazione, certificazione delle competenze ed Esami di Stato. Quello rimasto fuori dal ‘pacchetto’, approvato oggi in CdM, riguarda il nuovo Testo Unico in materia di istruzione, cioè il riordino delle disposizioni legislative vigenti comprendente numerose norme che andrebbero a superare il Decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, più noto come Testo unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado scolastico.Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal, è “rilevante l’opportunità che i decreti delegati possono attuare nel mitigare o deviare gli effetti perversi della Legge 107/15. Da parte nostra, sono giunte precise indicazioni al Parlamento attraverso degli emendamenti al decreto Milleproroghe. È importante, però, che già le deleghe non contengano profili di incostituzionalità, come già accaduto con i decreti legislativi della Pubblica Amministrazione, e che si apra un dibattito adeguato nonostante i tempi siano decisamente ristretti. Altrimenti, toccherà ancora una volta rivolgersi al giudice”.
Sulla riforma del sostegno, il giovane sindacato ritiene che qualsiasi cambiamento non debba andare a scollare la figura del docente di sostegno dagli organici della scuola (rifiutando logiche di “medicalizzazione” della professione), facendo venire meno anche il progetto di portare a 10 anni l’obbligo di permanenza sul sostegno dopo l’immissione in ruolo. Per l’immediato, occorre poi assolutamente provvedere alla trasformazione di circa 40mila posti dall’attuale organico di fatto a quello di diritto, visto che i posti in deroga hanno una valenza annuale e non possono, come intende fare l’amministrazione, procrastinarli a tempo indeterminato in quello status.
Per quanto riguarda le scuole all’estero, è fondamentale che si valorizzi al massimo l’operato del personale che agisce in strutture collocate in territorio non italiano poiché, ancora oggi, il 50 per cento dei docenti è precario e nei loro confronti l’indennità aggiuntiva, assegnata al personale di ruolo‎, è inspiegabilmente ridotta della metà. Vengono, poi, spezzoni per anni assegnati su posti vacanti, le cui situazioni non sono state considerate nella riforma “La Buona Scuola”, mettendo così a rischio il servizio scolastico offerto a 31mila studenti frequentanti quelle scuole.
Sulla riforma della formazione fino a 6 anni, invece, il decreto delegato dovrebbe contenere delle misure che prevedono l’aggiunta del segmento 0-3 anni all’attuale impianto 3-6 anni, nell’ottica di una continuità verticale che vedrebbe finalmente integrato il sistema fino all’inizio della primaria. Tra le novità, servirebbe però anche la fondamentale introduzione dell’anno “ponte”, con la presenza contemporanea di maestri della scuola dell’infanzia e primaria: a 5 anni di età, infatti, i bambini necessitano di un’attenzione pedagogica maggiore, con il percorso scolastico che potrebbe anche esaurirsi a 18 anni, come avviene in molti altri Paesi.
L’introduzione della copresenza porterebbe l’incremento di almeno 30mila docenti, cui si aggiungerebbero quelli considerati dalla riforma, pari ad almeno altri 25mila nuovi insegnanti di settore (necessari per incrementare fino al 33 per cento la diffusione degli asili nido, soprattutto al Sud). In tal modo, le nuove immissioni in ruolo permetterebbero finalmente la stabilizzazione dei docenti dell’infanzia delle Graduatorie ad Esaurimento, incredibilmente dimenticati dalla Legge 107/15 e, con loro, anche dei precari abilitati non inseriti nelle Graduatorie ad esaurimento, che hanno svolto oltre 36 mesi di servizio, nonché tutti i vincitori dei passati concorsi e di quello del 2016.
L’ultimo decreto, relativo al riordino dell’istruzione professionale, è chiaro che, dopo la sentenza n. 284/2016 della Corte Costituzionale, non si può non tenere conto della centralità delle Regioni su questo versante. In particolare, come ha detto la Consulta, sulla “previsione degli standard strutturali, organizzativi e qualitativi dei servizi educativi per l’infanzia e della scuola dell’infanzia, diversificati in base alla tipologia, all’età dei bambini e agli orari di servizio, prevedendo tempi di compresenza del personale dei servizi educativi per l’infanzia e dei docenti di scuola dell’infanzia, nonché il coordinamento pedagogico territoriale e il riferimento alle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione, adottate con il regolamento di cui al decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 16 novembre 2012, n. 254”.
Allo stesso modo, sempre in tema di riforma dell’istruzione professionale, bisogna tenere conto di due norme basilari: lo statuto dei lavoratori, il D.M. 300 del 1977, il quale nonostante alcune modifiche recentemente apportate, prevede ancora, all’articolo 10, che il lavoratore è un soggetto avente titolo a completare un percorso di studi. Allo stesso modo, lo statuto degli studenti e delle studentesse del 1998 accorda il diritto degli studenti alla partecipazione alle attività extracurricolari organizzate dalla scuola. Purtroppo, sinora di tali indicazioni non risulta traccia nelle bozze attuative predisposte.
A proposito, della delega su valutazione e certificazione delle competenze ed Esami di Stato, il sindacato ritiene di continuare a mantenere un assetto tradizionale con una parte maggioritaria esterna alla scuola di appartenenza degli alunni. Vanno scongiurate, a tal proposito, quelle derive che vorrebbero trasformare gli Esami di Stato in un pro-forma. Altrettanto fondamentale ed imprescindibile è il mantenimento del valore legale del titolo di studio.
Sulla cultura umanistica, Anief ritiene che vanno introdotte nella scuola secondaria di secondo grado due ore obbligatorie di Filosofia sia di Storia. Per quel che concerne, invece, il diritto allo studio, è basilare un incremento sostanzioso delle borse di studio, ad iniziare dagli studenti appartenenti a nuclei familiari non abbienti. Inoltre, vanno incrementati gli organici laddove sono più alti i tassi di dispersione scolastica, di disoccupazione e di collegamento con il mondo del lavoro. Ricordiamo, a questo proposito, che l’Italia è l’unico Paese dell’Ocse che dal 1995 non ha aumentato la spesa per studente nella scuola primaria e secondaria, a dispetto di un aumento in media del 62% degli altri Paesi dell’area Ocse. Con le tasse universitarie che continuano costantemente ad aumentare.
Su formazione iniziale e accesso all’insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado, è utile gestire al meglio la fase transitoria che ci si appresta a vivere, al fine di tutelare i docenti precari. In particolare, il perdurante disallineamento tra domanda e offerta dovuto al blocco dell’aggiornamento delle GaE, il mancato inserimento di personale abilitato, la contrazione degli organici e la falsa individuazione dell’organico di diritto, che produce nuovo precariato con sempre più numerose e certe condanne del Miur al pagamento di scatti stipendiali, mensilità estive, risarcimenti, spese legali.

Posted in Politica/Politics, scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Riflettori puntati su Malta

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

maltaIl primo gennaio 2017 si è inaugurato il semestre di presidenza Maltese al Consiglio dell’Unione Europea. Per celebrare questa occasione, l’On. Dr. Ian Borg, SottoSegretario per i Fondi Europee e la Presidenza 2017, presiederà l’evento di lancio della mostra Mediterraneo in chiaroscuro. Ribera, Stomer e Mattia Preti da Malta a Roma ospite a Palazzo Barberini il prossimo 14 gennaio. All’inaugurazione della mostra sarà presente S.E L’Ambasciatore della Repubblica di Malta in Italia, Vanessa Frazier che introduce così l’inaugurazione: ‘L’apertura di questa mostra è frutto di un’importante azione di diplomazia volta a creare una partnership internazionale tra enti maltesi ed italiani che si occupano di promozione d’arte. L’obiettivo principale è quello di creare uno scambio alla pari di risorse culturali che permetta la conoscenza reciproca tra i due paesi e la divulgazione di contenuti presenti in due patrimoni ricchissimi di risorse e tradizioni, uniti da indissolubili legami storici’. Per l’occasione, il Direttore Marketing per l’Italia di Malta Tourism Authority, Claude Zammit-Trevisan dichiara: ‘Con questo importante evento in Italia, MTA vuole richiamare l’attenzione sul ricco calendario di eventi che Malta ha in programma per tutto il 2017. A seguito di un 2016 dai risultati molto positivi che hanno visto l’anno chiudersi con percentuali di crescita a doppia cifra (+10,4% a novembre 2016) nel numero dei turisti Italiani ed il superamento degli obiettivi che ambivano a toccare le 300 mila presenza dall’Italia, l’intenzione è quella di consolidare l’attenzione verso l’Arcipelago maltese, continuando a creare occasioni di interesse per il pubblico italiano.’ La mostra, a cura di Sandro Debono e Alessandro Cosma, e presentata alle Gallerie Nazionali di Arte Antica dirette da Flaminia Gennari Santori, sarà aperta fino al 21 maggio 2017 nella sede di Palazzo Barberini. La mostra raccoglie alcuni capolavori della collezione del MUZA – Muzew Nazzjonali tal-Arti (Heritage Malta) di Valletta a Malta messi a confronto per la prima volta con celebri opere della collezione romana. La mostra coglie l’occasione dell’attuale periodo di chiusura del museo maltese, per la realizzazione del nuovo ed innovativo progetto MUZA, che ha permesso di avviare un fruttuoso scambio che ha portato a Roma le opere in mostra, mentre approderanno sull’isola altrettanti dipinti provenient i dalle Gallerie Nazionali in occasione di una grande esposizione nell’ambito delle iniziative relative a Valletta, capitale europea della cultura nel 2018.
In mostra diciotto dipinti che riprendono l’intensa relazione storica e artistica intercorsa tra l’Italia e Malta a partire dal Seicento, quando prima Caravaggio e poi Mattia Preti si trasferirono sull’isola come cavalieri dell’ordine di San Giovanni (Caravaggio dal 1606 al 1608, Preti per lunghissimi periodi dal 1661 e vi morì nel 1699), favorendo la progressiva apertura di Malta allo stile e alle novità del Barocco romano. (foto: malta)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Canapa Mundi: Fiera Internazionale della Canapa

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

canapacanapa1Roma 17 – 18 – 19 febbraio 2017 Pala Cavicchi, Via Ranuccio Bianchi Bandinelli, 130 Le feste sono ormai finite, lasciandoci più rilassati e rigenerati dalle belle giornate passate con amici e parenti, ma spesso anche più gonfi e appesantiti da abbuffate e qualche (molti…) strappo di troppo alla dieta. Nel tentativo di ritrovare la forma perduta, è bene abbinare all’esercizio fisico un’alimentazione sana e leggera, povera di grassi, zuccheri e sale. Tra gli alimenti che possono tornare utili in questo senso, troviamo la canapa, e in particolare i suoi semi.
Ancora poco utilizzata in Italia, la canapa è una pianta dai molteplici utilizzi, dall’alimentazione alla cosmesi, fino alla bioedilizia e all’abbigliamento, tanto che le è stata dedicata un’intera manifestazione, Canapa Mundi – Fiera Internazionale della Canapa, al Pala Cavicchi di Roma e organizzata dall’Associazione Culturale Tuanis. Anche quest’anno ci saranno decine di espositori provenienti dall’Italia e da tutto il mondo, stand gastronomici che proporranno alimenti a base di canapa, sia dolci, sia salati, magari accompagnati da un buon boccale di birra, rigorosamente alla canapa! Si tratta di alimento 100% gluten free, che può essere consumato da tutti, anche da celiaci e vegani, e che fa bene alla nostra salute. I suoi semi, infatti, sono ricchissimi di Omega 3 e Omega 6, elementi utili al benessere del sistema cardiocircolatorio e indispensabili per il nostro organismo, ma anche di proteine, vitamine, carboidrati, sali minerali e fibre. Il ridotto apporto di grassi e zuccheri ne consente il consumo anche in caso di diete ipocaloriche. Ad esempio, i suoi semi possono essere mangiati anche crudi, aggiungendoli ai cereali o allo yogurt per una colazione sana, leggera ma gustosa, oppure all’insalata o alla macedonia di frutta. I semi possono, inoltre, essere polverizzati e aggiunti per insaporire zuppe o condire carne e pesce, senza dover ricorrere a troppo sale o condimenti grassi e calorici, oppure per dare una nota diversa e profumata usateli nella preparazione di torte, frullati di verdura o frutta. I fiori di canapa, invece, sono ideali per realizzare tisane, come quelle proposte da Hemp Farm Italia. Coltivati in Abruzzo con metodi di agricoltura biologica, senza l’utilizzo di pesticidi o additivi chimici, l’infuso realizzato con questi fiori ha effetti miorilassanti, antipsicotici, tranquillanti, antiepilettici, antiossidanti ed antinfiammatori. Ottimo per il nostro benessere anche l’olio di canapa, noto per le sue proprietà antiinfiammatorie e utile in casi di “incendio” nel corpo, dovuto, ad esempio, ad un accumulo di tossine o in caso di affaticamento di stomaco e intestino. Quest’olio è anche un fidato alleato della pelle, quasi un elisir di giovinezza, in grado di rendere la cute morbida, elastica e levigata.“In tutte le precedenti edizioni la parte dedicata alla canapa alimentare ha riscosso un grandissimo successo, non solo nel corso dei giorni della manifestazione. Molti dei clienti incontrati in fiera, infatti, sono tornati a contattarci anche successivamente, chiedendo di acquistare i prodotti provati in quei giorni. – Ha commentato Alessandro Palumbo di Hemp Farm Italia. – Benché sia così ricco di proprietà benefiche, la canapa è un alimento ancora poco presente sulle nostre tavole, e il motivo principale è che lo si conosce ancora poco, o non si sa bene dove trovarlo. Ringrazio, quindi, gli organizzatori di Canapa Mundi per questa importante vetrina che offrono. Una volta che si scopre la canapa, sia nel sapore, sia nelle virtù, non se ne può più fare a meno! Provare per credere!”. (foto: canapa)

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Inaugurazione Winter Village

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

regione lombardiaMilano, mercoledì 18 gennaio 2017, ore 10.00 Sala conferenze Winter Village – Via Mario Pagano / Via del Burchiello cinque giorni di consulenze mediche, conferenze, show cooking, degustazioni e la possibilità di conoscere il proprio corpo e i rischi legati a stili di vita non corretti attraverso un’esperienza digitale di realtà virtuale. L’evento è promosso da Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna, grazie al contributo incondizionato di Doc Generici, con il patrocinio di Regione Lombardia, della Città metropolitana e del Comune di Milano, e la collaborazione di 8 fra Società scientifiche e Associazioni – AIDI (Associazione Igienisti Dentali Italiani), AMD (Associazione Medici Diabetologi), ARCA (Associazioni Regionali Cardiologi Ambulatoriali), SIIA (Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa), SIMG (Società Italiana di Medicina Generale), SIP (Società Italiana di Psichiatria), SOI (Società Oftalmologica Italiana) e URI (Urological Research Institute dell’Ospedale San Raffaele). Saranno inoltre premiati i giornalisti vincitori del concorso “Donne e salute. Prevenzione, cura e assistenza”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Abu Dhabi è una destinazione MICE in rapida ascesa

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

abudhabiAbu Dhabi, EAU – 13 Gennaio 2017: Abu Dhabi Convention Bureau, una divisione di Abu Dhabi Tourism & Culture Authority (TCA Abu Dhabi), nel 2016 ha supportato molte gare per l’assegnazione di Congressi e molte altre ne ha vinte: l’Emirato ospiterà 14 conferenze con più di 35.000 delegati.
S.E. Saif Saeed Ghobash, Direttore Generale di TCA Abu Dhabi, ha dichiarato: “il 2016 è stato un anno record per Abu Dhabi Convention Bureau con il maggior numero di conferenze vinte fino ad oggi. Le conferenze hanno un impatto importante sull’economia di Abu Dhabi.Le più grandi gare vinte nel 2016 includono le Sepcial Olympics nel 2019, che dovrebbero attirare 10.000 partecipanti, la International Conference in Medicine & the Healthcare Professions – Ottawa Conferences nel 2018 e la World Obesity Federation – Gulf Regional Conference on Obesity nel 2017.
Altre significative gare vinte nel 2016 nel campo della medicina includono il 6° Congresso della World Union of Wound Healing Societies che attirerà ad Abu Dhabi nel 2020 circa 6.000 professionisti e il Wonca World Conference 2020 per la medicina della famiglia sempre nel 2020 con circa 4.000 delegati.
L’incremento del numero e delle dimensioni di conferenze in ambito medico e dell’ healthcare sta avendo un impatto strategicamente positivo sull’Emirato con un settore destinato sempre più a crescere in linea con l’interesse di mantenere i meeting annuali ad Abu Dhabi.
Nel mese di ottobre 2016, l’Abu Dhabi Convention Bureau ha sottoscritto un protocollo d’intesa con la Emirates Medical Association (EMA) e Abu Dhabi National Exhibitions Company (ADNEC), un’iniziativa importante che sancisce ulteriormente Abu Dhabi quale fiorente hub internazionale per i convegni medici.
Il protocollo d’intesa mira ad aumentare il numero di congressi medici internazionali ospitati da Abu Dhabi, ed è volto a promuovere un sistema di collaborazione e di opportunità di informazioni redditizie e produttive per i professionisti del settore sanitario in tutta la regione.
Un dato significativo è dettato anche dall’aumento di riunioni aziendali organizzate ad Abu Dhabi con particolare enfasi dall’India, che rimane la più grande fonte di mercato di visitatori d’oltremare per l’Emirato. Lo scorso ottobre, Abu Dhabi ha ospitato 600 membri dell’Associazione Indiana Agenti di Viaggio (TAAI), e l’Associazione Britannica Agenti di viaggio (ABTA). Il Regno Unito rappresenta il più grande mercato europeo in termini di guest night, un mercato chiave che ha visto una crescita continua di visitatori a tutto il 2016.
abudhabi1Tra gli eventi principali più importanti di quest’anno previsti nell’Emirato il World Skills, la più grande gara di abilità professionale del mondo, prevista nel mese di ottobre ad Abu Dhabi dove sono attesi 7.000 giovani partecipanti da 76 Paesi.A dicembre 2017 più di 15.000 membri della comunità mondiale diabete convergeranno nell’Emirato per partecipare al International Diabetes Federation 2017 Congress. A questo importante avvenimento sono attesi più di 200 relatori, sia di fama mondiale che emergenti, 230 associazioni nazionali diabete da 170 Paesi e l’importante partecipazione della Health Autority Abu Dhabi (Haad) oltre ad altre organizzazioni sanitarie.
Il 2018 sarà un anno altrettanto impegnativo per l’Emirato poiché il Bureau continuerà il impegno nell’ospitare World Roads Congress e il World Energy Congress.
Abu Dhabi Tourism & Culture Authority (TCA Abu Dhabi) conserva e promuove il patrimonio e la cultura dell’Emirato di Abu Dhabi ponendoli al centro dello sviluppo di una destinazione di livello, sostenibile e distintiva, che arricchisce la vita di visitatori e residenti. L’autorità gestisce il profilo turistico dell’Emirato e commercializza la destinazione a livello internazionale attraverso una vasta gamma di attività volte ad attirare visitatori e investitori. Le sue politiche, piani e programmi sono relativi alla conservazione del patrimonio e della cultura, compresi la protezione di siti archeologici e storici e lo sviluppo di musei, tra cui il Louvre Abu Dhabi, lo Zayed National Museum e il Guggenheim Abu Dhabi. L’autorità sostiene le attività intellettuali e artistiche e gli eventi culturali per far crescere il ricco patrimonio culturale e l’onore dell’Emirato. Un ruolo chiave dell’autorità è di creare sinergia nello sviluppo della destinazione attraverso uno stretto coordinamento con la sua ampia base di stakeholder. http://www.visitabudhabi.ae (foto: AbuDhabi)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corte costituzionale e legge elettorale

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

corte costituzionale“Dopo la sentenza della Corte costituzionale sulla legge elettorale si riparte dal Parlamento, si riparte dalle Commissioni Affari costituzionali di Camera e Senato, si riparte dalle motivazioni della decisione della Consulta. Ci sarà un lavoro libero e serio per costruire un nuovo sistema di voto, con il massimo consenso possibile di tutti i gruppi parlamentari, noi auspichiamo a forte base proporzionale”.Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in un’intervista a Rai Parlamento.“Dalle elezioni politiche del 2013 ad oggi sono cambiati tre governi – Letta, Renzi, Gentiloni –, e c’era il Porcellum, una legge elettorale con un forte premio di maggioranza. Abbiamo cambiato quasi un governo all’anno.Dopo il referendum non può non esserci una legge elettorale a forte base proporzionale, che congiunga il consenso del popolo sovrano ai rappresentati. Altrimenti si verifica ciò che abbiamo visto con la consultazione costituzionale del 4 dicembre: Renzi ha fatto approvare a colpi di maggioranza l’Italicum e la riforma della Costituzione e poi il popolo sovrano gli ha detto ‘no’. I suoi rappresentanti, che poi erano quelli di Bersani, che poi erano quelli figli, 130 alla Camera, del premio di maggioranza incostituzionale del Porcellum, non rappresentavano il volere del popolo sovrano. La linea di Forza Italia è quella di aspettare con rispetto la sentenza della Corte costituzionale e poi sulla base degli orientamenti di partito, che sono quelli che ha espresso più volte il presidente Berlusconi, discutere con tutti in sede parlamentare, solo in sede parlamentare”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tutte le tasse del 2017

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

TasseCome ogni inizio d’anno Unione Fiduciaria ricorda ai contribuenti le scadenze fiscali che dovranno rispettare. La lettura del volume non produce ilarità, ma certamente, valutando il successo delle passate edizioni, è reputata di grande utilità.La proliferazione di norme e leggi, modifiche ed integrazioni è quantitativamente elevata nel nostro Paese e offre all’autore del Vademecum una notevole opportunità di lavoro sia per la sezione dedicata alle nuove disposizioni sia per gli aggiornamenti. Il tutto, come sempre, deve essere tradotto affinchè il contribuente o il professionista possano accedere alla lettura in modo rapido e con tutta una serie di facilitazioni anche grafiche, che rendono assolutamente chiara una materia spesso complessa.
Con i numerosi esempi offerti dalla pubblicazione è possibile simulare gli importi delle imposte dovute. Questa caratteristica pratica del Vademecum è molto apprezzata dai lettori preoccupati dal peso economico che può avere l’adempimento fiscale.Come per ogni edizione, va sottolineato il tempismo e la meticolosità dell’autore nel raccogliere norme, variazioni e integrazioni che puntualmente vengono ufficializzate a fine anno ed oltre, fino ad un giorno prima della stampa.Ed è per questo che Unione Fiduciaria sottolinea, con una punta d’orgoglio, che il Vademecum è la guida fiscale più completa ed aggiornata.Infatti, i lettori troveranno, tra l’altro, già in questa edizione la disciplina della Voluntary Disclosure bis, inclusa tra le norme del Decreto Governativo di fine anno. Inoltre, potranno documentarsi sulla nuova imposta sul reddito d’impresa IRI, al 24%, anziché con le aliquote progressive IRPEF, con gli utili che si deducono dal reddito e che sono tassati con le aliquote progressive, quando vengono prelevati o distribuiti all’imprenditore individuale e ai soci. Inoltre, il volume tratta in diversi capitoli della tassazione delle rendite finanziarie e degli strumenti finanziari all’estero, con specifiche in merito al monitoraggio di quelle operazioni che devono essere evidenziate a tal fine nel modello RW della dichiarazione. Sono approfondite, tra le altre, le norme che riguardano le imposte dirette, l’imposta sul valore aggiunto, le imposte sui trasferimenti di beni, il capital gain, le transazioni finanziarie (Tobin Tax), le successioni e le donazioni, le operazioni straordinarie riguardanti la ristrutturazione dell’impresa, la cedolare secca sulle locazioni.Sono incluse le imposte locali: IUC, IMU, TARI E TASI e quelle regionali (le addizionali sull’IRPEF l’imposta regionale sulle attività Produttive o IRAP).
Non mancano le nuove disposizioni previste dal Decreto collegato di fine anno e dalla Legge di Stabilità per il 2017.Il volume, che consta ad oggi di ben 370 pagine, è un prezioso strumento per chi non vuole farsi trovare impreparato all’appuntamento annuale con tutte le scadenze fiscali. Il Vademecum del Contribuente 2017 sarà distribuito ai clienti dalle Banche socie di Unione Fiduciaria e a tutte le banche che da anni lo richiedono anche con copertina personalizzata ed ora, ad ulteriore conferma della considerazione ottenuta dal volume, anche ad Istituti esteri in particolare di Svizzera e Montecarlo.

Posted in Spazio aperto/open space | Leave a Comment »

Gravi rischi per rifugiati e migranti in Europa a causa dell’inverno

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

rifugiati sirianiL’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) esprime forte preoccupazione per la situazione in cui si trovano rifugiati e migranti in Europa a causa del rigido inverno. L’UNHCR ha aumentato l’assistenza in diversi Paesi, come Grecia e Serbia. Salvare vite umane dev’essere una priorità ed è urgente che le autorità nazionali di tutta Europa si impegnino maggiormente per assistere e proteggere rifugiati e migranti.
Negli ultimi giorni, sulle isole di Lesbo e Chio, in Grecia, l’Agenzia ONU per i Rifugiati ha trasferito centinaia di persone in alloggi più idonei. Resta tuttavia la forte preoccupazione per le condizioni in cui versano circa 1.000 persone, incluse famiglie con bambini, che continuano a vivere in tende e dormitori non riscaldati sull’isola di Samos. Continua la distribuzione di kit per l’inverno in Grecia e sulle isole, dove l’UNHCR ha già distribuito quasi 360.000 articoli, fra cui coperte termiche, sacchi a pelo, scarpe e indumenti pesanti. La distribuzione degli aiuti umanitari svolta insieme alle organizzazioni partner è coordinata dal Ministero delle Politiche Migratorie. Rinnoviamo il nostro appello ad accelerare ulteriormente le operazioni di trasferimento delle persone dalle isole alla terraferma greca, dove sono disponibili migliori strutture di accoglienza. In Serbia, oltre l’82 per cento dei 7.300 rifugiati, richiedenti asilo e migranti che vivono nel Paese sono ora accolti in strutture riscaldate messe a disposizione dal governo. Tuttavia, preoccupa la situazione di circa 1.200 uomini che vivono in alloggi di fortuna inadeguati nel centro di Belgrado, inclusi circa 300 minori non accompagnati o separati. Nelle scorse settimane l’UNHCR ha trasferito in strutture messe a disposizione dal governo circa 1.200 persone, di cui 190 negli ultimi giorni. Quali misure salva-vita, l’Agenzia continua a fornire stufe, coperte e indumenti invernali a coloro che risiedono in sistemazioni di fortuna e che non hanno accettato di essere trasferirti nei centri governativi. L’UNHCR rivolge un appello alle autorità affinché continuino nello sforzo si aumentare la capacità di accoglienza delle struttura di emergenza, tenendo particolarmente in considerazione i bisogni specifici dei minori non accompagnati. L’Agenzia ONU per i Rifugiati è estremamente preoccupata dalle notizie secondo le quali diversi rifugiati e migranti hanno perso la vita nel tentativo di entrare in Europa o di spostarsi tra i vari Stati membri. Cinque persone sono morte per congelamento dall’inizio dell’anno.Il 6 gennaio i corpi di due uomini iracheni sono stati rinvenuti in Bulgaria sudorientale. Si ritiene che siano deceduti per il freddo e lo sfinimento dopo aver attraversato il confine turco. Nella stessa regione, ad inizio gennaio, è stato ritrovato dalle autorità il cadavere di una giovane donna somala. Due giovani somale che viaggiavano con lei sono state ricoverate con lesioni da assideramento dopo avere trascorso cinque giorni nella foresta in condizioni climatiche di estremo freddo. Da allora le autorità bulgare hanno rafforzato i pattugliamenti nella zona al fine di prevenire altri decessi dovuti alle rigide condizioni climatiche. Al confine terrestre fra Grecia e Turchia, il 3 gennaio, un giovane afghano di 20 anni è morto per le complicazioni dovute all’esposizione al forte freddo in seguito all’attraversamento di notte del fiume Evros, con temperature inferiori ai -10°C. L’UNHCR rinnova il proprio appello ad aumentare canali sicuri per l’ammissione di persone che hanno bisogno di protezione, come il reinsediamento, il ricongiungimento familiare, le sponsorizzazioni private e altri meccanismi che offrano un’alternativa concreta rispetto agli spostamenti irregolari e al doversi affidare ai trafficanti.C’è anche fortissima preoccupazione per gli abusi perpetrati nei confronti di rifugiati e migranti dai gruppi criminali, inclusi sequestri, violenze fisiche, minacce ed estorsioni. L’UNHCR si appella con urgenza agli Stati europei affinché rafforzino il loro impegno nell’eliminare queste reti criminali e garantire sicurezza a rifugiati e migranti.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vita di O-Haru donna galante di Mizoguchi Kenji inaugura MOVIE CLUB 2.0.

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

O-Haru1.jpgo-haruTorino Cinema Massimo Via Verdi 18. Si apre a gennaio la prima delle due rassegne progettate dagli studenti universitari scelti tra i partecipanti al bando Giovani programmatori per giovani spettatori lanciato in estate dal Museo Nazionale del Cinema. L’idea di Movie Club 2.0, progettata dal gruppo ‘I 92 minuti di applausi’, intende proporre alcuni titoli del programma del Movie Club in diversi momenti della sua storia. “Ora come non mai ci vorrebbe un pizzico di quello spirito appassionato che nel 1974 infiammò coloro che fondarono il Movie Club di Torino, un modello da seguire per i giovani cinefili”.Il progetto prevede, inoltre, che ogni proiezione sia preceduta dall’introduzione di uno dei protagonisti del Movie Club, considerato dagli autori “Il modo migliore per gettare le fondamenta di un ponte che colleghi le due generazioni”.
A gennaio si inizia con Vita di O-Haru donna galante, film che inaugurò l’intera attività del Movie il 7 dicembre del 1974, in un cinema parrocchiale in disuso sito in via Giusti. Il film sarà introdotto da Stefano Della Casa. Nel secolo XVII, O’Haru (Tanaka Kinuyo), la figlia d’un samurai, per aver amato un uomo di classe inferiore (Mifune Toshiro) viene venduta come concubina di un principe che la caccia non appena gli dà un figlio. Suo padre, allora, la vende a un bordello. Dopo molte peripezie diventerà una vecchia prostituta, prima di farsi monaca.Ingresso 3.00 euro.Mizoguchi Kenji Vita di O-Haru donna galante (Saikaku ichidai onna) (Giappone 1952, 148’, Hd, b/n, v.o. sott.it.) (foto: O-Haru)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Retrospettiva: I maestri dell’avventura

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

Distant Drums1.jpgTorino 16 gennaio ore 15,30 sala Incontri via Montebello 22. Prosegue, nella sala incontri della Bibliomediateca Mario Gromo, la rassegna I MAESTRI DELL’AVVENTURA: un omaggio al grande cinema hollywodiano di avventure, con alcuni titoli classici che hanno fatto sognare e trasportato in mondi lontani e fantastici generazioni di spettatori. Dai Caraibi de Il corsaro dell’isola verde alla Florida di Tamburi lontani, dalla Francia di fine Settecento di Scaramouche al medioevo de I cavalieri della tavola rotonda, i quattro appuntamenti del lunedì propongono alcuni dei migliori film d’avventure realizzati nella prima meta degli anni Cinquanta, quando il cinema era davvero una straordinaria macchina dei sogni.Rifacimento in chiave western di Obiettivo Burma, Tamburi lontani è un film bellico del 1945 interpretato da Errol Flyn. “Il film ha il suo punto di forza nell’ambientazione naturale, cioè nella presenza di una natura selvaggia e ostile: non più la giungla, ma le altrettanto infide paludi popolate da serpenti a alligatori, nonché da zanzare e sanguisughe (le riprese sono avvenute sul luogo dell’azione, le paludi delle Everglades, in particolare in posti non raggiunti prima dal piede di un bianco, dove i rapporti con gli indiani locali – unici a non avere stipulato trattati col governo di Distant Drums.jpgWashington – non erano dei più facili)”. Ermanno Comuzio, Raoul Walsh, La Nuova Italia, 1981.Il film mette in scena le gesta del capitano degli scouts Quincy Wyatt, il quale insieme all’ufficiale di marina Tufts è inviato a combattere nel loro territorio (siamo in Florida, nel 1940) gli indiani Seminole, i quali, riforniti di armi dagli spagnoli, stanno preparando un’offensiva. Distrutto il deposito di armi degli indiani e tratte in salvo alcune persone che erano prigioniere, la pattuglia di soldati si apre la strada del ritorno attraverso un percorso ostile e pieno di insidie. Oltre al territorio inospitale delle paludi della Florida, popolate da alligatori e altri pericolosi animali, gli uomini sono sottoposti al costante e logorante attacco degli indiani, che sbarrano loro la strada verso la salvezza.
Regia: Raoul Walsh; Soggetto: Niven Busch; Sceneggiatura: Niven Busch, Martin Rackin; Fotografia: Sid Hickox; Scenografia: Douglas Bacon; Montaggio: Folmar Blangsted; Musica: Macx Stirner; Interpreti e personaggi: Gary cooper (capitano Quncey Wyatt), Mary Aldon (Judy Beckett), Arthur Hunnicut (Monk), Richard Webb (tenete Tufts), Ray Teal (soldato Mohair), Angelica McCall (Amelia). Tutte le proiezioni sono a ingresso libero fino esaurimento posti, previo tesseramento gratuito alla Bibliomediateca e presentazione di un documento d’identità. (foto: Distant Drums)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Buona Scuola: in CdM 4 dei 9 decreti attuativi: il Governo tapperà le falle aperte dalla riforma?

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

ministero-pubblica-istruzioneIl Governo chiamato ad esprimersi su riordino dell’istruzione professionale, scuole all’estero e sostegno; inoltre, è quasi ultimata anche la delega 0-6 anni, che dovrà tener conto dei rilievi della Corte costituzionale sollevati a fine dicembre. Per i rimanenti cinque provvedimenti (formazione iniziale docenti, esami di Stato, cultura umanistica, testo unico, diritto allo studio) si va verso la proroga di due mesi. Intanto, il Ministro Fedeli ha chiesto consiglio a tutti gli operatori scolastici. Anief si presta a collaborare e propone i cambiamenti fondamentali, da attuare proprio sui primi quattro decreti delegati della Legge 107/2015.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): molte di queste modifiche le abbiamo presentate in questi giorni al Parlamento attraverso alcuni emendamenti al decreto Milleproroghe. È importante, però, che Palazzo Chigi ne tenga conto già nella stesura dei decreti delegati: questi, infatti, potrebbero sanare una parte rilevante delle storture presenti nella riforma Renzi-Giannini. Approvare delle deleghe in sintonia con dei profili di incostituzionalità sarebbe, infatti, controproducente per tutti: ciò significa che la lezione derivante dalla bocciatura della Consulta dei decreti legislativi della Pubblica Amministrazione non ha portato alcun cambiamento positivo.Si chiude il cerchio su alcune delle nove leggi delega della Legge di riforma 107/2015: secondo quanto riportato dalla stampa nazionale, infatti, Miur e Palazzo Chigi hanno concordato di portare nel Consiglio dei ministri di sabato 14 gennaio solo quattro decreti attuativi: riordino dell’istruzione professionale, scuole all’estero e sostegno e “quasi ultimata è anche la delega 0-6 anni, che dovrà tener conto dei rilievi della Corte costituzionale sollevati a fine dicembre. Per i rimanenti cinque provvedimenti (formazione iniziale docenti, esami di Stato, cultura umanistica, testo unico, diritto allo studio) si punterebbe a una proroga di due mesi da inserire in un Ddl ad hoc (sembrerebbe tramontata la strada del Milleproroghe – si aprirebbe un precedente “pericoloso” che potrebbe essere utilizzato anche da altre amministrazioni, in primis Funzione pubblica)”.I motivi della proroga della maggior parte delle leggi delega sono noti: “ostruzionismi interni al sistema scolastico (e ministeriale), contrasti tra le forze di maggioranza (e dentro lo stesso Pd), problemi di copertura, a cui si è aggiunta, a dicembre, la fine anticipata dell’esecutivo Renzi, stanno, nei fatti, segnando la sorte di questi Dlgs”. Il Ministro Valeria Fedeli, dal canto suo, poco dopo il suo insediamento al Dicastero di Viale Trastevere ha però garantito, nell’Atto d’Indirizzo che elenca le priorità dell’amministrazione per il 2017, “di voler proseguire nel processo di implementazione e completa attuazione della Legge 107 del 2015”.Ma non sarà semplice: perché “per rispettare il dettato della legge 107 (deadline per le deleghe 16 gennaio) i testi, non solo, debbono essere approvati, in prima lettura dal governo, ma, poi, vanno subito incardinati presso le competenti commissioni parlamentari (che devono esprimere i pareri, per poi trasmetterli all’Esecutivo per il via libera finale). L’obiettivo della neo-ministra Fedeli è utilizzare questa finestra temporale “aggiuntiva” per migliorare gli articolati, anche a seguito di un confronto con tutti gli operatori scolastici”.A questo proposito, l’Anief conferma la volontà di collaborare al loro miglioramento, a iniziare dai testi riguardanti le prime quattro deleghe in dirittura d’arrivo. Sulla riforma del sostegno, il giovane sindacato ritiene che qualsiasi cambiamento non deve andare a scollare la figura del docente di sostegno dagli organici della scuola (rifiutando logiche di “medicalizzazione” della professione), facendo venire meno anche il progetto di portare a 10 anni l’obbligo di permanenza sul sostegno dopo l’immissione in ruolo. Per l’immediato, occorre poi assolutamente provvedere alla trasformazione di circa 40mila posti dall’attuale organico di fatto a quello di diritto, visto che i posti in deroga hanno una valenza annuale e non possono, come intende fare l’amministrazione, procrastinarli a tempo indeterminato in quello status.Per quanto riguarda le scuole all’estero, è fondamentale che si valorizzi al massimo l’operato del personale che agisce in strutture collocate in territorio non italiano poiché, ancora oggi, il 50 per cento dei docenti è precario e nei loro confronti l’indennità aggiuntiva, assegnata al personale di ruolo‎, è inspiegabilmente ridotta della metà. Vengono, poi, spezzoni per anni assegnati su posti vacanti, le cui situazioni non sono state considerate nella riforma “La Buona Scuola” mettendo, così, a rischio il servizio scolastico offerto a 31mila studenti frequentanti quelle scuole.Sulla riforma della formazione fino a 6 anni, invece, il decreto delegato dovrebbe contenere delle misure che prevedono l’aggiunta del segmento 0-3 anni all’attuale impianto 3-6 anni, nell’ottica di una continuità verticale che vedrebbe finalmente integrato il sistema fino all’inizio della primaria. Tra le novità, servirebbe però anche la fondamentale introduzione dell’anno “ponte”, con la presenza contemporanea di maestri della scuola dell’infanzia e primaria: a 5 anni di età, infatti, i bambini necessitano di un’attenzione pedagogica maggiore. Con il percorso scolastico che potrebbe anche esaurirsi a 18 anni, come avviene in molti altri Paesi. L’introduzione della copresenza porterebbe l’incremento di almeno 30mila docenti, cui si aggiungerebbero quelli considerati dalla riforma, pari ad almeno altri 25mila nuovi insegnanti di settore (necessari per incrementare fino al 33 per cento la diffusione degli asili nido, soprattutto al Sud). In tal modo, le nuove immissioni in ruolo permetterebbero finalmente la stabilizzazione dei docenti dell’infanzia delle Graduatorie a Esaurimento, incredibilmente dimenticati dalla Legge 107/2015 e, con loro, anche dei precari abilitati non inseriti nelle graduatorie ad esaurimento, che hanno svolto oltre 36 mesi di servizio nonché tutti i vincitori dei passati concorsi e di quello del 2016.L’ultimo decreto, relativo al riordino dell’istruzione professionale, è chiaro che, dopo la sentenza n. 284/2016 della Corte Costituzionale, non si può non tenere conto della centralità delle Regioni su questo versante. In particolare, come ha detto la Consulta, sulla “previsione degli standard strutturali, organizzativi e qualitativi dei servizi educativi per l’infanzia e della scuola dell’infanzia, diversificati in base alla tipologia, all’età dei bambini e agli orari di servizio, prevedendo tempi di compresenza del personale dei servizi educativi per l’infanzia e dei docenti di scuola dell’infanzia, nonché il coordinamento pedagogico territoriale e il riferimento alle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione, adottate con il regolamento di cui al decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 16 novembre 2012, n. 254”. Allo stesso modo, sempre in tema di riforma dell’istruzione professionale, bisogna tenere conto di due norme basilari: lo statuto dei lavoratori, il D.M. 300 del 1977, il quale nonostante alcune modifiche recentemente apportate, prevede ancora, all’articolo 10, che il lavoratore è un soggetto avente titolo a completare un percorso di studi. Allo stesso modo, lo statuto degli studenti e delle studentesse del 1998 accorda il diritto degli studenti alla partecipazione alle attività extracurricolari organizzate dalla scuola. Purtroppo, sinora di tali indicazioni non risulta traccia nelle bozze attuative predisposte.“La Legge 107/2015 – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal – va fortemente modificata. Molte di queste modifiche le abbiamo presentate in questi giorni al Parlamento attraverso degli emendamenti al decreto Milleproroghe. È importante, però, che il Governo ne tenga conto anche nella stesura dei decreti delegati: questi, infatti, potrebbero sanare una parte rilevante delle storture presenti nella riforma Renzi-Giannini. Approvare delle deleghe in sintonia con dei profili di incostituzionalità sarebbe, infatti, controproducente per tutti: ciò significherebbe che la lezione derivante dalla bocciatura della Consulta dei decreti legislativi della Pubblica Amministrazione non ha portato alcun cambiamento positivo e che, a metterci mano, per sistemare le cose, dovrà ancora una volta essere il tribunale”, conclude Pacifico.

Posted in scuola/school, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra antologica di Guido Strazza

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

strazza.jpgRoma Inaugurazione lunedì 6 febbraio 2017, ore 18.00, Sala Via Gramsci ingresso da Via Gramsci 69 Apertura al pubblico: martedì 7 febbraio – domenica 26 marzo 2017. (orari di apertura: martedì-domenica dalle 8.30 alle 19.30 ultimo ingresso ore 18.45) Ingresso gratuito. Lunedì 6 febbraio la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea inaugura la mostra antologica di Guido Strazza (Santa Fiora, Grosseto, 1922), a cura di Giuseppe Appella. L’esposizione ripercorre oltre mezzo secolo attraverso la sua attività: 56 dipinti, 3 sculture, 42 disegni, 31 incisioni (le cartelle Ricercare del 1973 e Orizzonti olandesi del 1974, insieme ad alcune incisioni datate 1974-2001 legate ai dipinti e ai disegni dal 1942 al 2016).
Le opere scelte, che provengono dallo collezione dell’artista e da alcune collezioni pubbliche e private, sviluppano metodologicamente la didattica del segno, ovvero l’elaborazione di ogni immagine possibile, il pensiero in dialogo con ciò che possiamo vedere e far vedere. Nel corso della sua lunga carriera, in cui – come l’artista spesso ha sottolineato – grande importanza ha avuto, come elemento originale di confronto e creatività, il “momento” didattico, Strazza ha sviluppato una forte connotazione personale, che ne rende impossibile l’inquadramento in uno qualsiasi dei tanti movimenti che hanno attraversato il dibattito artistico del dopoguerra, al quale ha comunque partecipato con contributi a tutto campo.
Il nucleo di opere provenienti dallo studio e collezione dell’artista sarà donato alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea. (foto: strazza)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il Premio Nobel della letteratura nel mondo, a confronto critici letterari da nove paesi

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

Pozzallo (RG). Dal 20 al 21 gennaio venticinque tra scrittori, saggisti e critici di fama internazionale, provenienti da nove paesi del mondo, tra cui Giappone, Spagna, Francia, USA, Venezuela, Romania, Albania, Catalogna, oltre che da diverse città italiane parteciperanno al convegno annuale dell’Associazione internazionale dei Critici letterari (AICL) dal titolo «Il Premio Nobel della letteratura nel mondo» nell’auditorium “Paolo Monaca” dell’Istituto comprensivo “Antonio Amore”. Il convegno, organizzato in Sicilia in occasione dei centocinquanta anni dalla nascita del Premio Nobel Luigi Pirandello, intende offrire un contributo alla riflessione sul valore dei Premi Nobel per la letteratura nei diversi Paesi del mondo. È la seconda volta che l’AICL sbarca in Sicilia: la prima risale nel 2001, quando si tenne un convegno a Gela per il centenario della nascita di Salvatore Quasimodo. La manifestazione sarà preceduta il 19 gennaio (ore 10,00) dall’intitolazione dell’Auditorium a Paolo Monaca, primo preside della seconda scuola media di Pozzallo, oggi Istituto Comprensivo “A. Amore”. La cerimonia prevede una breve commemorazione con l’intervento del figlio Corrado, la scopertura di una lapide e di un busto di bronzo dell’artista Paolo Marazzi, donato dalla famiglia Monaca.
Il convegno di Pozzallo, rivolto a studenti di scuole medie e superiori, universitari e docenti, sarà articolato in due sessioni pomeridiane, con inizio alle ore 16,00. Gli interventi spazieranno sul vasto panorama sulla letteratura mondiale: dai francesi Federic Mistral e Albert Camus allo spagnolo Camilo Josè Cela, dalla polacca Wislawa Szybroska al cileno Pablo Neruda passando per gli italiani Pirandello, Quasimodo, Deledda, Fo fino all’ultimo premio Nobel, lo statunitense Bob Dylan. Per i dettagli si rinvia al programma allegato. Ai partecipanti al convegno sarà rilasciato, ai sensi di legge, l’attestato di partecipazione, da parte dell’UCIIM (Unione cattolica italiana insegnanti medi), quale Ente riconosciuto dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
La kermesse letteraria rappresenterà anche un’importante vetrina per il territorio ibleo. I delegati e gli ospiti dell’AICL incontreranno i sindaci di Pozzallo e Ispica e visiteranno i luoghi di cultura del territorio a Pozzallo, Ispica, e Modica. In conclusione del convegno sarà consegnato il Premio Europeo Farfa di cultura e territorio. (foto: maddalena migliore)

Posted in Cronaca/News, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »