Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 17 gennaio 2017

Christie’s France announces the sale of the collection Boni de Castellane & Anna Gould, la mémoire du Palais Rose

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

christiesParis on the 7 March 2017, continuing Christie’s long history of offering prestigious collections. Legendary figures of the late 19th and early 20th centuries, Boni de Castellane and his wife Anna Gould decorated their famous Palais Rose with the most exquisite works of art, including old master paintings and drawings, furniture, porcelain and jewelry. Collectors and connoisseurs will have the opportunity to enjoy the pre-sale exhibition for a week, from 28 February to 6 March 2017.Lionel Gosset, Head of Collection sales, Christie’s France, comments: “We are honoured to be offering this important collection at auction, and have no doubt that collectors will recognise the rarity of the Palais Rose’s provenance and pay tribute to the incredible taste of those who have assembled and enriched it”. M. Alexandre Pradère, expert, adds: “The contents of the home which will be offered at auction in March constitutes one of Paris’ best kept secrets. Diane de Castellane lived in this home surrounded by treasures, the majority of which she had inherited from her grandmother Anna Gould, and of which the impressive collection of Boulle furniture is the most significant of all. This auction stands as a testament to one of the most extraordinary palaces of the Belle Époque and a lasting memory of the Palais Rose”. (foto: Christie’s)

Posted in Estero/world news, recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Francesca Neri ospite al vernissage di Gian Paolo Zuccarello

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

falanga1falangaRoma Gran successo per il vernissage dello stilista Gian Paolo Zuccarello che a due passi da Via Veneto, in Via Calabria, 25 ha inaugurato il suo nuovo atelier romano. Moltissimi gli ospiti che sono intervenuti alla serata, invitati da Antonio Falanga ufficio stampa della Maison, fra questi: l’attrice Francesca Neri, Stefano Bongarzone, Janet De Nardis, Eduardo Tasca, Roberta Beta, Mauro Franciotti, Raffaele Squillace e Antonella Salvucci.Magica l’atmosfera che si è vissuta nelle varie sale dell’atelier ricreata da Grazia Marino della P&G Events, grazie anche alla collaborazione del Floral Designer Simone Bianchini, di Elisabetta Pagnotta di Piccadilly Banqueting e del fotografo Pietro Piacenti di Effetti Visivi Studio. Fra flute di champagne e finger food realizzati con prodotti tipici della cucina mediterranea, moltissime le creazioni d’alta moda realizzate interamente a mano, che per falanga2filosofia rispettano il rigore della classica tradizione sartoriale italiana, opere d’arte perfette, uniche, inimitabile, capaci di rispecchiare la personalità di chi lo indossa.
I tessuti selezionati grazie alla sapiente ricerca di Ninni Paduanelli braccio destro dello stilista, sono ed esclusivamente in fibre naturali e provengono dalle più prestigiose aziende tessili del Bel Paese. La perfezione propria del Made in Italy è data dalla costante ricerca stilistica, dalla cura per il dettaglio, dal sapiente know how e dall’attenzione per la cliente che oltre all’abito ha la possibilità di completare il proprio look grazie ad accessori esclusivi.Gian Paolo Zuccarello è ad oggi uno tra i creativi più ammirati delle passerelle italiane. Diplomatosi come Maestro sarto presso l’Istituto “Artistico dell’Abbigliamento Marangoni” di Milano crea dal 1996 collezioni per il mercato dell’haute couture sposa, della cerimonia e del prêt à couture, dal 2004 ricopre inoltre il ruolo di direttore artistico di una delle più importanti scuole di moda italiane, la Ida Ferri, con sede in Roma con la quale realizza la nuova linea “Ida Ferri Sposa”. (foto: falanga)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Precariato: la Buona Scuola è stata un flop

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

sole-24-oreDa un bilancio della riforma approvata nell’estate 2015, realizzato dal Sole24Ore, risulta chiaramente che il numero di insegnanti non di ruolo che occupano stabilmente delle cattedre sia altissimo; inoltre, il bonus annuale si è rivelato un vero fallimento, perché è andato a incentivare un lavoratore della scuola su quattro, con cifre irrisorie che corrispondono in media a incrementi pari a circa 30 euro netti al mese a beneficiario. Gli aumenti veri dovevano, però, essere di 150mila euro per tutti. La strada del ricorso rimane l’unica percorribile. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): il fallimento è totale, se solo si torna alle intenzioni espresse nell’estate del 2014 dall’ex premier Matteo Renzi nel presentare la sua riforma della scuola con 150mila assunzioni e la fine della supplentite. Noi, dal canto nostro, non avevamo dubbi su questo esito disastroso del piano assunzionale predisposto da un Governo tutto incentrato su stesso e incurante del parere di 600mila lavoratori scesi in piazza nella primavera di un anno e mezzo fa, come mai era successo prima. Non ha portato alcun beneficio nemmeno l’assegnazione del cosiddetto “merito” professionale.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Migranti: Raggi e Baldassarre ricevono in Campidoglio delegato Unhcr Jaquemet

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

campidoglio-incontroRoma. La sindaca di Roma Virginia Raggi ha ricevuto ieri in Campidoglio Stéphane Jaquemet, Delegato dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati per il Sud Europa. Presente all’incontro l’Assessora alla Persona, alla Scuola e alla Comunità Solidale di Roma Capitale, Laura Baldassarre.Al centro del colloquio la situazione dei migranti transitanti, dei richiedenti asilo e dei rifugiati a Roma e la volontà dell’amministrazione di trovare una soluzione di sistema al di là delle emergenze, tramite un approccio coordinato e sostanziale. La prima cittadina ha ricordato come si stia lavorando su più livelli: dall’info point alla creazione di posti permanenti per l’accoglienza dei transitanti; da una mappatura sull’accoglienza al piano sociale cittadino. Ognuno deve fare la sua parte, ha spiegato la sindaca sottolineando come sia necessaria la collaborazione di tutte le istituzioni riguardo a questo tema. L’Assessora ha infine ricordato come tra i temi all’attenzione del Campidoglio vi sia quello dei minori non accompagnati e la proposta di impegnare i richiedenti asilo in attività di volontariato, un modo per qualificare l’accoglienza. (foto: campidoglio incontro)

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Codici: Salvataggio banche costerà una manovra bis da almeno 3,4 miliardi

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

monte dei paschi di sienaNon appena 6 mesi fa il Governo ci rassicurava sul fatto che su Mps non avrebbero pagato i cittadini e che non ci sarebbe stata alcuna manovra bis. Come volevasi dimostrare, siamo già a metà dell’opera, infatti non riusciremo a scampare nemmeno alla manovra bis da 3,4 miliardi di euro. L’Unione europea boccia il piano di bilancio per l’Italia e il nostro deficit si attesterà attorno al 2,4€% del Pil.
L’Unione Europea infatti ci ha dato un ultimatum, se non aggiusteremo i conti pubblici entro il 1° febbraio 2017, ovvero domani, ci aspetta una procedura di infrazione per deficit eccessivo.
L’ultimatum di Bruxelles era uscito dalla porta alla vigilia del referendum, per rientrare dalla finestra con l’anno nuovo, con un ulteriore regalo da parte nostra: al debito pubblico italiano abbiamo aggiunto 20 miliardi di euro per salvare le banche nostrane.
Tenendo presente che questi 20 miliardi, a detta degli esperti, non sarebbero nemmeno sufficienti, come risultato abbiamo ottenuto: un ulteriore aumento del debito pubblico ed un declassamento del rating italiano. (fonte: codici)

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Broncopneumopatia, solo uno su sei sa di essere malato

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

verona-city-gateVerona 18 gennaio Sala Maffeiana, Teatro Filarmonico, Via Roma 1/G La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è una delle principali patologie respiratoria e colpisce circa sei persone su cento in Italia, ma solo una di queste sei persone sa di esserne affetta. I dati epidemiologici e di conseguenza l’importanza di una diagnosi precoce saranno uno degli argomenti del simposio dal titolo “Around COPD”, promosso a Verona dalla Fondazione Internazionale Menarini. Durante il simposio, presieduto dal Professor Roberto Dal Negro, Responsabile del Centro Nazionale Studi di Farmacoeconomia e Farmacoepidemiologia Respiratoria di Verona, si parlerà anche dei bisogni non soddisfatti dei pazienti con BPCO e di come tenere sotto controllo l’aggravarsi dei sintomi. I relatori saranno Giovanni Viegi, Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa, Peter Carverley, University Hospital Aintree di Liverpool, Regno Unito, e Jadwiga Wedzicha, Imperial College di Londra, Regno Unito.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Canon è prima tra le aziende giapponesi nella classifica dei brevetti US

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

canon1Secondo i risultati preliminari rilasciati da IFI CLAIMS Patent Services a gennaio 2017, Canon si riconferma al primo posto tra le aziende giapponesi e al terzo posto assoluto per numero di brevetti depositati negli Stati Uniti nell’anno 2016. Canon è costantemente impegnata in attività di ricerca e sviluppo, che si concentrano sia nell’ideazione di prodotti, soluzioni e servizi nelle proprie aree di business che nell’analisi di nuovi possibili settori d’ingresso. Per tale motivo promuove l’incremento del numero di brevetti, valutando strategie di business, tecnologie e prodotti in linea con le tendenze di ogni mercato. Gli Stati Uniti, con le loro aziende altamente tecnologiche e l’ampio mercato, rappresentano una nazione particolarmente importante in termini di ampliamento del business e alleanze tecnologiche.
Grazie a una stretta collaborazione tra le divisioni che si occupano di tecnologia e quelle che si occupano di proprietà intellettuale, l’azienda punta a migliorare ulteriormente le proprie capacità tecnologiche e i relativi diritti di proprietà. Per 31 anni consecutivi, Canon si posiziona tra le prime cinque aziende detentrici del più elevato numero di brevetti depositati.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Chiediamo a Gentiloni discontinuità nella politica economica

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

governo“Chiediamo di riconoscere gli errori fatti, quelli sulle banche, quelli sulla politica delle mance, sugli 80 euro. Se ci sarà un riconoscimento degli errori fatti ed un cambiamento di linea noi saremo pronti a dare le nostre indicazioni. Ma se Padoan continuerà a dire che tutto va bene, che tratterà con Bruxelles, che non è cambiato nulla e che è solo sfortuna, non possiamo accettarlo. Non possiamo accettare le facce di bronzo, la sfortuna”.Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio.“Questa sui conti non è sfortuna, è polvere messa sotto il tappeto che ti fa inciampare. Adesso si vede, e gli italiani lo hanno già visto con il referendum, ora purtroppo lo pagheranno.Noi siamo all’opposizione, chiediamo discontinuità e chiediamo che vengano accettate le nostre proposte: attacco al debito, taglio delle politiche clientelari, cambio della linea di politica economica. Fino ad ora di discontinuità se n’è vista ben poca, ma fino ad ora Aspettiamo ancora perché siamo pazienti e responsabili, ma la nostra pazienza non è infinita”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Popolare Vicenza e Veneto Banca: la strada dell’Arbitro Consob

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

BANCA

Come avevamo previsto tre mesi fa, le offerte di ristoro comunicate da Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza rappresentano un contentino.Per entrambe le oramai ex popolari venete l’offerta riguarda gli acquisti (di titoli già emessi) e le sottoscrizioni (di titoli di nuova emissione) avvenuti a partire dal 2007 tramite le banche dei due gruppi.
Per Veneto Banca l’offerta prevede un risarcimento pari al 15% delle perdite subite al netto delle vendite effettuate e dei dividendi percepiti: il prezzo offerto varia quindi da 4.50 a 6.00 euro per azione a seconda della data di acquisto. Più questa è recente, maggiore è il prezzo offerto per via dei dividendi che non vengono detratti.Per Banca Popolare di Vicenza il prezzo è invece fissato a 9.00 euro per azione.Le azioni restano di proprietà del cliente. La somma erogata non è assoggettata a tassazione, trattandosi di indennizzo forfettario, come specificato dall’Agenzia delle Entrate nella Risoluzione 3/E del 12 gennaio scorso. Si può decidere fino al 15 marzo, salvo proroghe. Esiste una condizione: le adesioni devono essere pari ad almeno l’80%. Questa condizione è pressoché impossibile da realizzare, e lo sanno anche loro. Accetteranno di pagare ugualmente gli aderenti, quindi.
Sono trattati separatamente i casi di acquisti/sottoscrizioni di azioni agganciati a finanziamenti e quelli di mancato rispetto dell’ordine cronologico nelle richieste di vendita dei titoli. Questi ultimi, i cosiddetti “scavalcati” riceveranno una raccomandata entro fine mese. Popolare Vicenza offre 30 euro. Mancano ancora i dettagli del prezzo di offerta agli scavalcati di Veneto Banca e quelli dell’altrettanto specifica offerta per le azioni prese in abbinamento con scoperti di conto, finanziamenti, ecc. Saranno trattate caso per caso anche le posizioni dei soci che versano in condizioni disagiate, ai cui ristori viene destinato un importo specifico extra di 30 milioni per ciascuna banca. Le condizioni per accedervi devono ancora essere stabilite.
Gli aderenti potranno accedere anche a “ricchi premi e cotillons” con offerte di depositi vincolati a tre (con tasso annuo lordo al 3%) e cinque anni (tasso al 5%) a cui destinare le cifre ottenute a titolo di ristoro più altro denaro per un massimo pari a 5 volte la somma ricevuta, fino a 200mila euro. Previsti anche un mutuo casa agevolato (ma stavolta non dovete comprare azioni come per i mutui passati) e un conto corrente senza canone (si sono sprecati). Sono esclusi dall’offerta le società di capitali, gli investitori istituzionali, gli azionisti che hanno già avviato cause civili, chi è rimasto coinvolto in operazioni di capitale finanziato, soggetti che abbiano ricoperto o ricoprono ruoli rilevanti all’interno dei due gruppi. Per gli azionisti che non volessero accettare l’offerta, la strada al momento più agevole è quella del neonato Arbitro per le Controversie Finanziarie, Acf, al cui Collegio si potranno sottoporre i ricorsi riguardanti la vendita delle azioni dei due istituti. Ricordiamo che l’Acf è competente fino a 500mila euro per ciascun soggetto, quindi chi lamentasse danni di importo superiore farà bene ad avviare il tentativo obbligatorio di mediazione con la banca, in modo da guadagnare tempo. Le due banche non si stanno presentando alle mediazioni, quindi si sopporta il solo della spesa fissa di avvio istruttoria presso l’Organismo di Mediazione.Aduc sta seguendo da tempo un cospicuo numero di azionisti. Chi fosse interessato all’assistenza, o anche solo a ricevere maggiori informazioni, può contattare Aduc sul canale Investire Informati del sito web http://investire.aduc.it (Anna D’antuono, legale, consulente Aduc)

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conti pubblici: procedura di infrazione sul deficit

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

Commissione-europea“Grande preoccupazione per la notizia, non smentita, secondo la quale la Commissione europea avrebbe chiesto al governo italiano di aggiustare in tempi brevi i conti pubblici. Da Bruxelles ci avrebbero detto che servono circa 3,4 miliardi di euro, una manovra bis che vale lo 0,2 per cento del Prodotto interno lordo, per evitare una procedura di infrazione sul deficit”.Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.“Questa cattiva notizia, che purtroppo avevamo denunciato inascoltati nello scorso autunno, arriva in un momento particolarmente difficile per la nostra economia. Basti pensare alla crisi del sistema bancario, con il decreto di Natale per salvare gli istituti a rischio fallimento, e a quanto ci dice oggi il Fondo monetario internazionale: il Fmi lima le stime di crescita per l’Italia per il 2017 e il 2018, il Pil crescera’ quest’anno dello 0,7%, 0,2 punti percentuali in meno rispetto alle stime di ottobre; Nel 2018 la crescita sara’ dello 0,8%, 0,3 punti percentuali in meno rispetto alle precedenti stime.Proprio per questo, al di là delle trattative in sede europea, il ministro dell’Economia e delle finanze, Pier Carlo Padoan, ha il dovere morale e politico di fare chiarezza, al più presto in Parlamento. È vero che l’Italia rischia la procedura di infrazione? Cosa farà il governo? Come coprirà questi buchi nei conti pubblici? Aumentando le tasse?Chiarezza e trasparenza sono la premessa del buon governo. Padoan venga in Aula a dire come stanno realmente le cose.Chi nel Partito democratico, in queste ore, mette in scena una difesa d’ufficio, o la butta in caciara insultando e demonizzando l’opposizione parlamentare si assume doppia responsabilità: di coprire gli errori di Renzi e di togliere credibilità al nuovo governo Gentiloni”, conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il Comune di Roma spende 20 milioni l’anno per risarcire i cittadini incidentati a causa delle buche

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

buche stradali romaRoma si sa, si porta dietro il problema delle buche da decenni. Cure palliative sono state propinate negli anni senza riuscire a risolvere il problema alla radice, ma tamponando qua e là veri e propri crateri grazie ai quali, le macchine normali danneggiano le sospensioni, i centauri spesso, cadono proprio dentro. Ma la Sindaca ha annunciato che da febbraio inizieranno i lavori completi. Finora sono state rattoppate 400 buche in varie zone della Capitale, ma a causa della pioggia si sono nuovamente espanse con i disguidi suddetti per i cittadini romani. Certo meglio di niente, la task force del Campidoglio antibuche, momentaneamente ce la facciamo andar bene, ma è palese che ci sia bisogno di interventi strutturali che consentano ai cittadini di non incorrere in un incidente, magari mentre si va a lavoro. Senza poi considerare che ogni buca è, o dovrebbe essere segnalata da un mini cantiere per la sicurezza, ma non sempre questo avviene.
Alcuni cittadini volontari hanno costituito l’Associazione “Tappami”, nata per riparare le strade. Intervengono su segnalazioni dei cittadini o dei vigili e riparano le buche in tutte le zone della città, utilizzando un bitume più costoso di quello utilizzato dal Comune. Sostengono che, oltre ad offrire un servizio utile per il cittadino, l’idea è nata per provocare, nel senso che se si vuole, si può intervenire tempestivamente, questo il messaggio rivolto all’Amministrazione.Il bitume utilizzato dall’Associazione “Tappami” è “particolare”: resistente all’acqua, si può utilizzare sotto la pioggia, è più costoso rispetto agli altri, ma più resistente.
Il costo? Venti euro per venticinque chili, sborsati di tasca propria, ma come ci pare sensato che sia, i cittadini non sono disposti a risparmiare sulla propria sicurezza.Ci chiediamo se con i 20 milioni annui spesi per risarcire i cittadini incidentati, non si possa acquistare un bel po’ di questo bitume speciale e risolvere in modo permanente, o quasi, il problema.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giano bifronte: alias Silvio Berlusconi

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

giano“Noi intendiamo lavorare con tutti coloro i quali sono alternativi a Renzi e alla Sinistra. Se Berlusconi sarà fedele al suo lascito storico ci troveremo dalla stessa parte, se invece cercherà accordi più o meno palesi con i suoi avversari, rischiando di far ripiombare l’Italia nelle sabbie mobili della Prima Repubblica, noi non lo seguiremo”. È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale intervistato da Intelligonews diretto da Fabio Torriero. “Per noi il Centrodestra con un uomo solo al comando è morto – ha aggiunto – Occorre passare dalla Monarchia alla Repubblica e dare ai tanti elettori di Centrodestra l’opportunità di partecipare alle scelte, sia quelle programmatiche sia quelle relative alla leadership della coalizione”. “Berlusconi – ha osservato – rivoluzionò la politica italiana e fece conoscere una travolgente stagione rivoluzionaria finalmente con l’avvento della democrazia dell’alternanza e con alleanze dichiarate a monte del voto. Sia fedele a quella missione”. Ma oggi però è necessario “costruire un Centrodestra diverso da quello che fu varato nel 1994 – ha puntualizzato Rampelli- e rappresentare in maniera trasversale tutti quei cittadini, famiglie e imprese che non si sentono garantiti e sono fuori dai circuiti esclusivi che hanno spadroneggiato senza regole nella seconda Repubblica”.
“Fratelli d’Italia guarda con interesse a tutti questi elettori orfani di riferimenti politici tradizionali. Tra questi – ha concluso il capogruppo – ci sono certamente gli elettori di Forza Italia che a Roma noi abbiamo già abbondantemente avvicinato alle ultime elezioni amministrative, proprio quando Berlusconi decise di non sostenere Giorgia Meloni restando solo con un manipolo di fedelissimi e perdendo la gran parte dei suoi sostenitori”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lettera al Direttore

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

logo-fidest-jpgCaro Direttore, Il Veneto dovrebbe imporre delle sanzioni a coloro che distruggono gli ecosistemi e uccidono degli individui indifesi attraverso la caccia e la pesca, invece di prendersela con le persone compassionevoli che difendono gli animali. Se un gruppo di persone desse la caccia a cani e gatti, per divertimento, noi non lo definiremmo uno “sport” ma maltrattamento – questo è ció che accade anche ai cervi, agli uccelli e agli altri animali. La caccia non è necessaria per la sopravvivenza degli umani e, oggigiorno, la maggior parte dei cacciatori pedinano e uccidono gli animali solo per il brivido di ammazzare un essere vivente. Questa forma di violenza che alcuni chiamano “intrattenimento” distrugge delle famiglie e lascia numerosi animali orfani o gravemente feriti, cosa che spesso succede quando i cacciatori sbagliano a mirare. Lo stesso dicasi per i pesci: nonostante sia stato scientificamente dimostrato che provano dolore, un numero incalcolabile di pesci soffrono terribilmente durante la cattura, soffocano lentamente o vengono fatti a pezzi mentre ancora coscienti. La stragrande maggioranza degli italiani si oppone alla caccia – il Veneto dovrebbe stare al passo coi tempi e mettere fuori legge questo “sport” arcaico e inutile. Cordiali saluti, (Sascha Camilli PETA Foundation 8 All Saints Street N1 9RL London, UK) (n.r. La Fidest si associa a quanto ha scritto il nostro lettore)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Russia è un alleato, non un nemico

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

moscadi Alessandro Di Battista Furono gli USA di Obama a “chiedere-pretendere” le sanzioni alla Russia. L’Europa eseguì a cominciare dall’Italia scendiletto degli americani. Chi pensava che le sanzioni avrebbero indebolito Putin adesso si starà vergognando. Il M5S non è mai stato né filo-russo né filo-americano. Vogliamo costruire un paese autonomo, sovrano, indipendente e soprattutto non stupido! Le sanzioni alla Russia ci sono costate miliardi di euro, migliaia di posti di lavoro e l’accentuarsi di una crisi prodotta dalla corruzione sì, ma ancor di più da questo folle capitalismo finanziario.Trump lo giudicheranno gli americani, non è affar mio, quel che mi importa sono quelle scelte che potrebbero ricadere positivamente sugli interessi italiani. Negli ultimi anni quel che ci siamo fatti imporre dagli USA ci ha indebolito. L’illegale guerra in Iraq, l’assurda guerra in Afghanistan, la deposizione violenta di Gheddafi (erano altri che gli baciavano le mani ma quel che va compreso è che se butti giù un dittatore con le bombe straniere quel paese non diventerà più sicuro, al contrario esploderà) e molte altre. Oggi Trump parla di una possibile revoca delle sanzioni alla Russia. E’ una buona notizia tuttavia l’Italia non dovrebbe aspettare le decisioni del Presidente degli USA per far quel che è giusto fare. Un Paese sovrano avrebbe già preteso e ottenuto lo stop di questa follia. Il M5S lo chiede da tempo. La Russia ha i suoi guai (come gli USA e come l’Europa intera) e non rispetta tutti i diritti (come gli USA e come l’Europa intera) ma è un partner economico con cui dialogare e un alleato contro il terrorismo, non un nemico!(by blog di Grillo)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Identità / Identity, al via il primo appuntamento con Yellow

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

villa-magnisiPalermo Sabato 21 gennaio alle ore 18,00 aprirà i battenti a Villa Magnisi la mostra-evento “Identità / Identity”, il primo dei tre appuntamenti previsti nell’ambito di “Yellow”, iniziativa ideata dagli artisti Tommaso Chiappa e Alessandro Di Giugno per valorizzare la settecentesca dimora nobiliare e promuovere un nuovo modo di vivere l’arte. Il primo incontro ruoterà intorno al tema “Identità / Identity”. Ne parleranno il medico Rosario Leone, l’avvocato Leonardo Canto presidente del Comitato civico “Cominciamo dal quartiere”, l’artista Alessandro Di Giugno, l’attore Filippo La Porta e la musicista Paola Consagra, che si esibirà anche in una performance musicale.È inoltre prevista l’interazione di alcune studentesse del liceo linguistico “Ninni Cassarà” di Palermo, che si sono cimentate nella realizzazione di alcuni video per lanciare il progetto, creati con l’apporto professionale di Pixelgrafica.Nella sala centrale e nelle stanze attigue si potranno ammirare, inoltre, le istallazioni site-specific di Tommaso Chiappa e Alessandro Di Giugno e le opere pittoriche e fotografiche di Leonardo Santoli, Gianni Cella, Dario Brevi, Davide Ferro, Olinsky, Lele Picà, Gianfranco Sergio, Massimo Romani, Emanuele Gregolin, Sabrina Romanò, Vittorio Valente, Stefania Romano, Riccardo Paternò Castello, Paola Schillaci, Mauro Rea, Tiziana Battaglia, Francesco Conte. Si tratta di lavori realizzati da artisti differenti per provenienza geografica, ascendenze culturali, stile e linguaggio, che hanno inteso misurarsi e confrontarsi sul tema proposto. Un ulteriore motivo interesse della mostra sta nel fatto che alcuni di questi artisti esporranno per la prima volta in Sicilia. La mostra resterà aperta fino al 26 febbraio e potrà essere visitata martedì e giovedì dalle ore 15,00 alle 18,00; gli altri giorni su appuntamento.L’iniziativa è realizzata con il patrocinio dell’Ordine dei Medici di Palermo, con la sponsorizzazione del Collegio universitario “Lorenzo Valla” di Pavia e in collaborazione con il Centro d’Arte Malagnini di Saronno (VA), la casa editrice People & Humanities, la Galleria La Piana Arte Contemporanea e il Comitato Civico “Cominciamo dal quartiere” di Palermo. (foto: Villa Magnisi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Gli innominati” al Lelio

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

gli-innominati2gli-innominati3Palermo in scena venerdì 20 gennaio alle 21,30 al teatro Lelio di via Antonio Furitano, 5 a. La regia e i testi sono di Chiara Giacopelli, le coreografie di Noemi Minì con il corpo di ballo dell’A.S.D. Ensemble Junior Company, in collaborazione con l’Associazione Culturale Mecenatia. “Gli Innominati” è il secondo appuntamento di “Casual Theatre Project”, prima rassegna fatta da ragazzi per il giovane pubblico di Palermo. La direzione artistica è di Marcello Carini e la coordinazione artistica di Renata Orlando.
Lo spettacolo ha debuttato lo scorso 10 dicembre al Teatro Pagliarelli ed è nato come omaggio morale per i detenuti del Carcere Pagliarelli di Palermo. Per motivi di sicurezza, non è stato fruibile da tutti e, inoltre, in molti hanno espresso il desiderio di poter assistere alla rappresentazione, che ha suscitato fortissime emozioni. Per queste ragioni, dunque, e in via del tutto eccezionale, l’Associazione Culturale Mecenatia e l’A.S.D. Ensemble, hanno accolto con grande entusiasmo la richiesta, decidendo di riproporlo e inserirlo nel programma di “Casual Theatre Project” al Teatro Lelio.Già il titolo dello spettacolo fa riferimento all’unico personaggio dell’opera manzoniana che non ha un nome, l’Innominato, potente figura a cui Don Rodrigo si rivolge per attuare il rapimento di Lucia. Nell’incontro con lei – che rappresenta la Provvidenza – una luce lo porta alla conversione e si capisce come solo in un animo senza vie di mezzo, si può mirare a una redenzione e a una trasformazione completa.Prosa gli-innominati1e coreografia si muovono sulla stessa lunghezza d’onda, dando vita a un unico corpo scenico. «Regia, coreografia, drammaturgia e drammaticità scenica – spiega Chiara Giacopelli – si fondono e si incontrano in un unico punto di origine: la colpa. Attraverso una struttura di interludio, concentrata, con i suoi monologhi e i suoi agoni verbali, sulla tormentata interiorità dei suoi “eroi sbagliati”, coinvolti in un percorso di autoanalisi dei propri errori o reati, la complessità psicologica dei “malvagi” del romanzo diviene, con “Gli Innominati”, indiscussa protagonista».La viltà di Don Abbondio, le omissioni di Perpetua, i segreti di Gertrude, la corruzione di Azzeccagarbugli, il silenzio del Nibbio e dell’Innominato si intrecciano per la prima volta in un’unica narrazione che li contiene tutti e parla per tutti loro, di ciascuno di loro; l’assassino, il mandante, il vigliacco, il corrotto: ciascuno racconta se stesso e viaggia verso la crisi del pentimento, favorita dall’unica presenza benevola e santa: Lucia.
Tra i numerosi protagonisti, una particolare attenzione meritano l’Innominato e Don Rodrigo: mandante e assassino. Ambedue i carnefici, ciascuno nella propria buia “maschera”, si ritrovano vittima della propria vittima: Lucia, umilissimo ponte fra rei e Dio. Questa, come avvolta da una potentissima aurea di fede, che la protegge come un velo di luce, li affronta uno per uno: ogni colpa o delitto, con tutto il suo peso, crollerà definitivamente grazie alla misericordia silenziosa di questa straordinaria figura femminile a cui Alessandro Manzoni per primo affida tutte le sue speranze.Tutto, insomma, ruota intorno alla speranza del perdono divino, rivolto anche al peggiore dei carnefici o al più vile dei corrotti. I biglietti interi costano 13 euro, mentre i ridotti 10. (foto: gli innominati)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio, al via il 22 gennaio la seconda ‘Domenica ecologica’

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

Via dei Fori ImperialiPrende il via il 22 gennaio la seconda delle quattro ‘Domeniche ecologiche’ programmate dalla giunta capitolina. Il provvedimento, reso operativo da un’ordinanza firmata oggi dalla sindaca di Roma Virginia Raggi, prevede il divieto totale della circolazione per i veicoli dotati di motore endotermico, nella zona a traffico limitato denominata “Fascia Verde” del PGTU, (Piano Generale del Traffico Urbano) durante le fasce orarie 7.30-12.30 e 16.30-20.30. Saranno esentati dalle restrizioni: i veicoli a trazione elettrica e ibridi; i veicoli alimentati a metano e a GPL; gli autoveicoli ad accensione comandata (benzina) Euro ‘6’; gli autoveicoli ad accensione spontanea (diesel) Euro ‘6’; i ciclomotori a 2 ruote con motore 4 tempi Euro ‘2’; i motocicli a 4 tempi Euro ‘3’. Altre specifiche deroghe saranno riportate nell’atto che sarà pubblicato sul sito istituzionale di Roma Capitale. Le altre date previste sono il 26 febbraio 2017 e il 26 marzo 2017. I giorni potranno essere modificati nel caso di eventi, ad oggi non previsti e non prevedibili, che siano ritenuti incompatibili e di interesse pubblico prevalente.La misura è stata adottata con l’obiettivo di contenere e prevenire l’inquinamento atmosferico. Roma presenta, infatti, criticità in termini di qualità dell’aria, soprattutto nel periodo invernale. Le giornate di chiusura al traffico costituiscono, inoltre, uno strumento utile a sensibilizzare la cittadinanza contribuendo alla diffusione di modelli culturali alternativi, tesi al miglioramento degli stili di vita. In occasione delle ‘Domeniche ecologiche’, soprattutto durante le fasce orarie di interdizione, sarà garantito il potenziamento del Trasporto Pubblico Locale. La Polizia di Roma Capitale si occuperà della vigilanza al fine di garantire l’osservanza delle limitazioni della da parte della cittadinanza. Il provvedimento conferma l’indirizzo di questa amministrazione, all’insegna di un’oculata programmazione che garantisca pienamente la sostenibilità ambientale.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Un italiano su tre ha la pressione alta

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

pressione arteriosaBrescia, 16 gennaio 2017 – L’ipertensione rappresenta oggi uno dei maggiori rischi di mortalità cardiovascolare. Un italiano su tre ha livelli elevati di pressione, una situazione che ha implicazioni non soltanto mediche ma anche sociali ed economici. E’ questo il messaggio di Enrico Agabiti Rosei, Direttore del Dipartimento di Medicina della Azienda Spedali Civili di Brescia e Presidente della ESH, European Society of Hypertension, in apertura del congresso dal titolo “ESH update on hypertension and cardiovascular protection”, promosso a Brescia dalla Fondazione Internazionale Menarini e di cui Agabiti Rosei è presidente.
«Stiamo parlando di una condizione che interessa l’apparato cardiovascolare che può portare a gravi conseguenze soprattutto a carico di arterie, cuore, rene e cervello. Si calcola che nel mondo provochi ogni anno oltre otto milioni di decessi. La Società Europea di Ipertensione è molto attenta a questo scenario ed è impegnata al miglioramento del controllo della pressione tra la popolazione generale. Uno degli strumenti principali è l’informazione, sia dei cittadini sia dei medici. E tra gli appuntamenti principali di quest’anno si segnala appunto il congresso di Brescia». Tra i temi principali, il miglior trattamento per ridurre il rischio cardiovascolare, l’analisi di nuovi fattori di rischio, l’associazione tra problemi cardiovascolari e altre condizioni, l’ipertensione nei bambini e negli adolescenti, la differenza di trattamento tra uomini e donne.
«Le donne non percepiscono le malattie cardiovascolari come un importante problema di salute, nonostante sia evidente che le donne sono a maggior rischio rispetto agli uomini di morire per malattie del cuore associate a problemi di pressione» avverte Maria Lorenza Muiesan, Dipartimento di Scienze Cliniche e Sperimentali, Università di Brescia. «Una corretta strategia di prevenzione dovrebbe prevedere una maggiore conoscenza dei diversi fattori di rischio nella donna, come per esempio l’ipertensione in gravidanza e la presenza concomitante di malattie autoimmuni, come il lupus eritematoso. Il sesso femminile rappresenta uno dei principali fattori associati a una maggiore prevalenza di “ipertensione da camice bianco”, caratterizzata da un aumento stabile dei valori pressori quando misurati in ambiente clinico e dalla pressoché completa normalizzazione dei valori pressori quando misurati al di fuori del contesto clinico. In ultimo non va dimenticato la progressiva perdita del fattore protettivo esercitato dagli ormoni femminili, riduzione che si verifica in post-menopausa con la riduzione degli estrogeni». Un’altra situazione in cui l’ipertensione può creare problemi è la gravidanza.
«L’ipertensione è presente in circa una gravidanza su dieci» conferma Renata Cifkova, del Centro per la Prevenzione Cardiovascolare all’Università di Praga, Repubblica Ceca.
«E’ importante distinguere i casi in cui la donna è già ipertesa prima della gravidanza, oppure se è proprio la gravidanza a indurre ipertensione (la cosiddetta ipertensione gestazione). Le linee guida della Società Europea di Ipertensione raccomandano il trattamento farmacologico nelle donne gravide se la pressione è superiore a 150 mmHg, mentre il trattamento antipertensivo deve iniziare già con un livello di 140 mmHg se la donna soffre di ipertensione gestazionale. Le donne con alto o moderato rischio di pre-eclampsia dovrebbero assumere 75 mg di aspirina ogni giorno nelle dodici settimane prima del parto. Donne che presentano ipertensione nella loro prima gravidanza hanno un rischio maggiore nella gravidanza successiva. Più precocemente si manifesta l’ipertensione nella prima gravidanza e più elevato è il rischio che l’ipertensione di manifesti nella seconda gravidanza. Le donne che sviluppano ipertensione gestazione o pre-eclampsia hanno un rischio più elevato di ipertensione, ictus e infarto in futuro. Per queste donne è raccomandato uno stile di vita sano e un controllo periodico, preferibilmente annuale, per misurare la pressione e tenere sotto controllo altri fattori metabolici».
Agabiti Rosei, infine, si sofferma sull’articolato problema della scarsa aderenza alla terapia. «È un aspetto che va affrontato sotto molti aspetti. La relazione medico-paziente non può essere limitata da tempi troppo stretti e richiede una precisa motivazione del curante. Il sistema deve poi favorire l’uso appropriato dei farmaci e se possibile risolvere i vari problemi economici e organizzativi. Spesso tutto ciò non basta e allora dovranno essere cercati sistemi più incisivi per favorire l’assunzione delle terapie in modo regolare, per esempio con l’aiuto, in vari modi, della telemedicina. C’è poi la semplificazione della terapia, in particolare con la riduzione del numero di compresse da assumere».
Una posizione condivisa anche da Michel Burnier, del Servizio di Nefrologia e Ipertensione dell’Università di Losanna, Svizzera. «Oggi la gestione clinica dell’ipertensione raccomanda un corretto stile di vita, con consigli che riguardano la perdita di peso, una minore assunzione di sale, maggiore esercizio fisico, cui si associa l’assunzione di farmaci per ridurre la pressione arteriosa» commenta Burnier. «Però l’aderenza del paziente alle indicazioni del medico rappresenta il maggiore determinante nel successo terapeutico, e i cambiamenti nello stile di vita necessitano di una perseveranza a lungo termine per essere efficaci. Allo stesso tempo, anche la terapia va seguita scrupolosamente, mentre secondo diverse ricerche i pazienti che smettono di assumere i farmaci rappresentano una percentuale molto alta. Ciò è dovuto al fatto che l’ipertensione è spesso asintomatica, ma anche perché i pazienti sono frequentemente affetti da più patologie e costretti ad assumere molti farmaci. Da questo punto di vista la disponibilità di farmaci in associazione contro l’ipertensione, e quindi poter assumere una sola compressa, può rappresentare un’arma in più per invogliare il paziente a proseguire la terapia».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fondazione Italiana Per Il Cuore: Prevenzione Rischio Cardiovascolare

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

cardiologiaRoma 18 gennaio 2017, ore 10.00-11.30 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Sala D’Antona – via Flavia n. 6. L’impatto socio-economico delle patologie cardiovascolari, che restano la prima causa di morte in Italia, è in costante aumento, con un ruolo sempre più incisivo sulla produttività. Un segnale forte può e deve arrivare, oltre che dall’ambito medico scientifico, anche dal mondo del lavoro, con azioni e iniziative adeguatamente inserite in una logica di welfare aziendale, come la Campagna “Lavora con il cuore”. Un tema di salute pubblica che se affrontato con specifiche politiche di prevenzione, con il tempo potrà portare a ricadute positive sui singoli cittadini e sull’intero Sistema Sanitario Nazionale. Durante l’incontro verranno analizzati e commentati i risultati e le prospettive della campagna “Lavora con il Cuore”, che nel periodo Dicembre 2015 – Febbraio 2016 ha coinvolto oltre 550 persone, valutando i principali fattori di rischio cardiovascolare dei lavoratori delle sedi centrali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali a Roma che si sono sottoposti a tale indagine, con l’obiettivo di informarli e sensibilizzarli sull’importanza della prevenzione di detti fattori di rischio.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

APRA: è partita l’VIII°edizione del Master in Consulenza Filosofica ed Antropologia Esistenziale

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

Ateneo Pontificio Regina ApostolorumRoma. E’ partita l’ottava edizione del Master in Consulenza Filosofica ed Antropologia Esistenziale organizzato Facoltà di Filosofia dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum in collaborazione con l’Istituto di Filosofia e di Antropologia Clinica Esistenziale, Consulenza Ricerca e Formazione (IFACEcrf http://www.ifacecrf.it).In virtù della convenzione con l’Università Europea di Roma sarà possibile conseguire il titolo congiunto dall’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum e dell’Università Europea di Roma.Il senso del master, dichiara il Prof Guido Traversa, che ne è il coordinatore accademico, è quello di dimostrare che la filosofia non ha alcun motivo di esistere se non per quello che è sempre stata. Capire la realtà individuale sociale, politica, per poterla trasformare in meglio e per poter risolvere i conflitti e le contraddizioni nella società attuale. Tutto ciò – prosegue il docente- è possibile a patto che le categorie del pensare hanno già in se la capacità di agire e di dare regole e forme all’azione.Il Master intende formare professionisti d’aiuto in grado di utilizzare metodologie e strumenti adeguati per coloro che sentono la necessità di una ricerca di senso: nel loro vissuto individuale, nelle relazioni intersoggettive, nell’affrontare le problematiche sociali, nelle dinamiche aziendali, nell’impegno per superare un proprio disagio o un problema legato ad una scelta, nella gestione di un percorso di cura per una propria malattia o perché impegnati nell’aiutare familiari o amici sofferenti, in un percorso di crescita personale o nella ricerca di modalità congrue per esprimere la propria creatività, nella propria ricerca spirituale interna.Nel percorso di studi si approfondiranno aspetti particolari delle scienze umane e delle metodologie di intervento d’aiuto, e lo studente verrà esercitato all’utilizzo di alcuni strumenti operativi, a sostenere ed aiutare la crescita lavorativa, affettiva ed etica del singolo e dei gruppi.Il Master è offerto sia in modalità presenziale sia a distanza (tramite internet).

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »