Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Roma ricorda partigiani Gori e Righi, desaparecida Erize, architetto Ersoch e musicista Urbani

Posted by fidest press agency su domenica, 22 gennaio 2017

campidoglioRoma, Presto a Roma nasceranno quattro luoghi che avranno i nomi di personalità che alla Capitale hanno donato, seppur in forme diverse, il proprio contributo. La Giunta capitolina ha approvato oggi una memoria per l’intitolazione di nuove aree in tre Municipi di Roma: il II, il VI e il XIV.In particolare nel II Municipio, all’interno di Villa Borghese e lungo viale degli Ippocastani nascerà “Largo Gioacchino Ersoch: Architetto del Comune di Roma (1815-1902)”. Ersoch negli anni realizzò numerosi progetti di opere urbanistiche come la fontana con l’orologio ad acqua e la vicina Casina oltre a condurre i lavori di emersione di una parte dell’Ara Pacis e il Mattatoio di Testaccio.
Nel VI Municipio invece sorgerà “Parco Marie Anne Erize: Desaparecida (1952-1976)” compreso tra Via Amico Aspertini e Via Tor Bella Monaca. Erize, argentina impegnata profondamente nel sociale, abbandona la professione di modella per dedicarsi all’aiuto degli immigrati. Nel 1973 diviene attivista nel movimento peronista Montoneros. A seguito del colpo di stato del 1976 fu sequestrata e scomparse. Nel 2000 il principale imputato dell’assassinio, l’ex maggiore Jorge Olivera, fu bloccato a Roma mentre si trovava in vacanza.
Due le intitolazioni che invece sorgeranno nel XIV Municipio: “Giardino Massimo Urbani: Musicista jazz (1957-1993)” e “Parco Guido Gori e Antonio Righi: Partigiani eroi della Resistenza (1943)”. Urbani, nato e vissuto nel quartiere di Monte Mario, studia il clarinetto a 11 anni e poi il sassofono con uno stile si rifà agli insegnamenti di Charlie Parker e Albert Ayler. Invitato da Enrico Rava in America, sparisce per alcuni giorni. La notte tra il 23 e il 24 giugno 1993 muore per collasso cardiocircolatorio. È considerato uno dei maggiori interpreti della storia del jazz. Il quartiere di Monte Mario è storicamente noto anche per la sua attività antinazifascista. Il 26 ottobre 1943 viene messo sotto assedio dalle SS e i partigiani Guido Gori e Antonio Righi, già arrestati il 24 ottobre vengono condotti poi verso la campagna per poi essere trucidati a colpi di mitra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: