Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 24 gennaio 2017

Torna il balletto Peter Pan

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

peter-panpeter-pan1Napoli martedì 24 gennaio 2017, ore 10.30, giovedì 26 gennaio, ore 10.30 / ore 12.00, venerdì 27 gennaio, ore 10.30 / ore 12.00, domenica 29 gennaio, ore 10.00 / ore 11.00 for families al Teatro di Corte di Palazzo Reale Torna il balletto Peter Pan balletto in un atto e tre quadri liberamente tratto dall’opera di James Matthew Barrie.
Protagonisti gli allievi della Scuola di Ballo del Massimo napoletano, la più antica scuola di genere in Itala (fondata nel 1812), attualmente diretta da Stéphane Fournial.
Sceneggiatura, coreografia e regia sono di Anna Razzi (presidente onorario della Scuola) firma le musiche originali il compositore napoletano Gaetano Panariello. L’allestimento è impreziosito dalle scene di Pasqualino Marino e dai costumi di Giusi Giustino.
Peter Pan è la fiaba dell’eterno bambino che si rifiuta di crescere trascorrendo un’avventurosa infanzia senza fine sull’Isola che non c’è, come capo di una banda di bimbi smarriti, in compagnia di sirene, indiani, fate, pirati e, ovviamente, Wendy, Gianni e Michele. (foto: peter pan)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Manuela Villa: In “Roma Canti, balli e poesia del popolo romano”

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

manuela-villaRoma. Da domenica 29 gennaio al Salone Margherita Via dei Due Macelli, 75, alle ore 20,30 andrà in scena lo spettacolo “Roma Canti, balli e poesia del popolo romano” per la regia di Pier Francesco Pingitore con Manuela Villa, prodotto da Nevio Schiavone, patron del Salone Margherita. Tutta la tradizione romana in uno spettacolo unico… “Roma!” vuole essere una scorribanda tra le canzoni ed i balli romani, dall’Ottocento ad oggi. Dagli stornelli che il popolo di Roma cantava contro i francesi invasori alle dolci melodie delle serenate, dalle canzoni delle prime feste di San Giovanni all’opera lirica di Puccini, fino brani autoriali dei cantautori di oggi.
Il tutto con l’apporto di una band dal vivo e con la voce inconfondibile di Manuela Villa, cantante italiana e super-romana. A lei si affiancheranno Nico di Barnaba, cantante romano anche lui, ed un gruppo di ballo che animerà tutta la serata.
emanuela-villa1“Roma!” è una vera e propria esperienza di romanità anche nel menu degustazione della cena nei prestigiosi palchi privati al piano superiore. La Chef Anna Dente, fondatrice dell’Osteria di San Cesario, famosa in tutto il mondo ed insignita da Roma Capitale del titolo di Ambasciatrice della Cucina Romana nel Mondo, in collaborazione col nostro Resident Chef Ben Hirst ha ideato un menu esclusivo per lo spettacolo “Roma!” con piatti e prelibatezze tipici della tradizione romana. Inoltre un piatto di pasta all’arrabbiata verrà offerto a tutti gli ospiti in platea. Un’esperienza unica ed indimenticabile nel più elegante ed incantevole teatro della Capitale dove la romanità è da sempre di casa con Petrolini, Gabriella Ferri e tanti altri. In scena accanto a Manuela Villa, il tenore Nico di Barnaba, Claudio Garofalo Pica alla Tastiera, Valerio Pallotta alla Chitarra, Adamo da Santis alla Batteria, Sergio Oliva al Basso, e i “Roma! Ballett” composti da Manuel Artino – Ilenia Dagostino – Shaila Di Giovanni – Sara Giovanale – Gaetano Messana – Erika Sorbera. La regia e’ di Pier Francesco Pingitore , la direzione Musicale è di Claudio Garofalo Pica, le Coreografie sono di Cristina Pensiero, l’allestimento sono di Graziella Pera. Lo spettacolo sarà in scena tutte le domeniche dal 29 gennaio ’17 a domenica 26 febbraio 2017 al Salone Margherita di Roma. Come di consueto in questo “nuovo” Salone margherita voluto dal “patron” Nevio Schiavone, ad ogni spettacolo sarà servita nei prestigiosi palchi al piano superiore una cena degustazione a lume di candela mentre al pianterreno verrà offerto il tradizionale piatto di pasta. (foto: manuela villa)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emma Dante porta in scena “Odissea a/r”

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

odisseaodissea1Roma Dal 31 gennaio al 5 febbraio al Teatro Argentina Largo Argentina 1 approda ODISSEA A/R liberamente tratto dal poema di Omero testo e regia Emma Dante con gli allievi attori della “Scuola dei mestieri dello spettacolo” del Teatro Biondo di Palermo Manuela Boncaldo, Sara Calvario, Toty Cannova, Silvia Casamassima, Domenico Ciaramitaro, Mariagiulia Colace, Francesco Cusumano, Federica D’Amore, Clara De Rose, Bruno Di Chiara, Silvia Di Giovanna, Giuseppe Di Raffaele, Marta Franceschelli, Salvatore Galati, Alessandro Ienzi, Francesca Laviosa, Nunzia Lo Presti, Alessandra Pace, Vittorio Pissacroia, Lorenzo Randazzo, Simona Sciarabba, Giuditta Vasile, Claudio Zappalà
Produzione Teatro Biondo Palermo. E’ una fiaba ironica e movimentata che offre una lettura inedita, divertente, dissacrante, e allo stesso tempo fedele, del poema di Omero, che la regista ha scritto e diretto per i 23 allievi della Scuola dei mestieri dello spettacolo del Teatro Biondo di Palermo, a conclusione del biennio formativo. In scena eroi umanizzati, spogliati delle loro vesti mitologiche, cambiati nel profondo dallo scorrere inesorabile degli anni e immersi in un contesto di quotidianità spicciole dell’oggi che mutano l’epopea di Ulisse, Penelope e Telemaco in una saga familiare a cavallo tra ironia, magia e tragedia. In questo “viaggio che ogni essere umano fa nella vita” domina, inconfondibile e distintiva, la cifra stilistica della Dante, con l’uso del dialetto siculo, intuizioni visionarie, incontri con figure umane e sovrumane, ninfe e mostri, e quei fremiti di corpi perennemente in movimento che svelano una tenera e universale fragilità. (foto: odissea)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bruxelles: Riunione delle Commissioni

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

european parliamentBruxelles. CETA. Martedì, gli europarlamentari della commissione Commercio Internazionale voteranno se approvare o meno il CETA, ovvero l’Accordo economico e commerciale globale con il Canada. Il CETA può entrare in vigore solo con l’approvazione degli europarlamentari.
Riduzione e riciclo dei rifiuti. Target europei più ambiziosi in tema di rifiuti saranno votati martedì in commissione Ambiente. Le misure sono tese alla riduzione dell’uso di discariche e a incentivare il riciclaggio di rifiuti quali imballaggi, componenti di veicoli, batterie e materiali elettrici. Circa un terzo dei rifiuti europei viene smaltito in discariche e meno della metà riciclato o compostato, con grandi differenze tra gli Stati membri.
Commissione Emis. La commissione speciale del Parlamento sulle misurazioni delle emissioni nel settore automobilistico (EMIS) continuerà il suo lavoro di inchiesta martedì, ascoltando i rappresentanti dell’azienda Audi AG, che fa parte del Gruppo Volkswagen.
Commissione di inchiesta sui Panama Papers. La commissione speciale sul riciclaggio di denaro, l’evasione e l’elusione fiscale (PANA) continuerà il suo lavoro di inchiesta martedì, analizzando il ruolo che hanno avuto banche, contabili e avvocati nella creazione di strumenti finanziari segreti per i loro clienti.
Euro/Budget. Riforme per creare una unione monetaria più stabile e resistente saranno votate dalla commissione Affari Economici e Monetari mercoledì. Gli europarlamentari vogliono completare l’unione bancaria e finanziaria, fare progressi attraverso la convergenza di più economie nella Eurozona e prevenire l’insostenibile condivisione dei rischi per proteggere i contribuenti e ripristinare la fiducia.
Armi da fuoco. L’accordo provvisorio con il Consiglio sulla direttiva europea aggiornata in materia di armi da fuoco, che stabilisce le condizioni sotto le quali le persone possono legalmente comperare e possedere armi o trasferirle in un altro Paese dell’Unione, verrà votato giovedì nella commissione Mercato Interno.
Diario del Presidente. Il Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, incontrerà lunedì il ministro spagnolo della Salute, Dolors Montserrat, e martedì il ministro pachistano del Commercio, Khurram Dastgir Khan. Mercoledì terrà il discorso di apertura di una cerimonia per la Giornata Internazionale della Memoria delle vittime dell’Olocausto (27 gennaio).

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Terrorist threat and refugee crisis: French and German answers/Menace terroriste et crise des réfugiés : réponses franco-allemandes

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

tribuneOn the anniversary of the Franco-German Treaty of the Elysée we issue a declaration from the “Think Tanks Tandem”, series of meetings organised between representatives of French and German think-tanks.
The challenges created by the threat of terrorism and the migrant crisis are so important that they could affect Franco-German relations, on a governmental level as well as on citizen level, especially if the the populist and anti-European actors from the two countries manage to provoke closure reflexes using these challenges in interior politics.
The necessity for tight cooperation is therefore more obvious today than ever before. If our two countries become closer the cooperation in the face of these challenges could consolidate not just Franco-German relations, but also the cohesion of the European Union.
Tribune par Yves Bertoncini, Gilles Finchelstein, Marcel Grignard, Julie Hamann, Ronja Kempin, Guillaume Klossa, Nicole Koenig, Martin Koopmann, Jean-Paul Maulny, Marc-Olivier Padis, Sophie Pornschlegel, Dominic Schwickert, Stefan Seidendorf, Hans Stark
Texte intégralTexte intégral. À l’occasion de l’anniversaire du traité franco-allemand de l’Elysée, nous vous adressons une déclaration issue du “Think Tanks Tandem”, série de rencontres organisées entre des représentants de think tanks français et allemands.
Les défis que représentent la menace terroriste et la crise des réfugiés sont à tel point importants qu’ils pourraient affecter les relations franco-allemandes, tant à l’échelon gouvernemental qu’à celui des citoyens. A fortiori si les acteurs populistes et anti-européens des deux pays parvenaient à attiser des réflexes de repli en instrumentalisant ces défis sur le plan de la politique intérieure.
La nécessité de coopérer étroitement est donc plus évidente aujourd’hui que jamais. Si nos deux pays font un pas l’un vers l’autre, la coopération face à ces défis pourra consolider non seulement les relations franco-allemandes, mais aussi la cohésion de toute l’Union européenne.(photo: tribune)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Futuro ha ripreso il Cammino

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

livorno1Livorno.livorno C’era anche la sezione di Cori intitolata ad ‘Enrico Berlinguer’ alla manifestazione nazionale organizzata per il 96° anniversario del Partito Comunista Italiano. Nell’anno del centenario della Rivoluzione d’Ottobre, le compagne e i compagni provenienti da tutta Italia si sono dati appuntamento a Livorno, dove iniziò la storia del PCI il 21 Gennaio 1921.
Un lungo corteo ha attraversato nel pomeriggio le strade della città. È partito dal Teatro San Marco, dove il PCI fu fondato da Antonio Gramsci, Amedeo Bordiga e gli altri componenti dell’ala di sinistra del PSI, quella che si riconosceva nel Comintern, nei 10 punti del Programma di Milano e nella necessità di costituire un vero Partito di classe.
Sul palco di piazza Attias ha parlato, tra gli altri, il Segretario Nazionale Mauro Alboresi, che ha anticipato le prossime mobilitazioni per la riduzione dell’orario e dell’età di lavoro, per la completa gratuità dell’istruzione e della sanità pubblica. Sono queste le priorità politiche per i comunisti, per i quali al primo posto ci sono i diritti del popolo e la loro effettività.
Con questa iniziativa, alla quale ha partecipato anche FGCI – Federazione Giovanile Comunista Italiana, il PCI ha dato prova della sua vitalità e presenza su tutto il territorio nazionale. Ha dimostrato che è ancora viva la prospettiva comunista e le istanze da cui nacque. Oltre a riaffermare i diritti del lavoro, il progetto punta alla rottura dell’Ue e dell’euro e alla sovranità nazionale. (foto: livorno)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo appuntamento de I Giovedì della Villa

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

atelierRoma 26 gennaio 2017 ore Accademia di Francia a Roma – Villa Medici viale Trinità dei Monti, 1 ore 19 Valérie Honnart Un atelier all’incrocio dei mondi, ore 20.30 I misuratori dello spazio. Olivier Kosta-Théfaine e Ugo Vitrani. E’in programma l’intervento artistico Un atelier all’incrocio dei mondi di Valérie Honnart e la conferenza I misuratori dello spazio di Olivier Kosta-Théfaine, artista e borsista dell’Accademia di Francia a Roma, e il curatore e giornalista Hugo Vitrani.
Valérie Honnart è nata a Parigi e ha vissuto a Hong Kong, Beijing e a Roma, dove attualmente vive e lavora. Nell’incontro a Villa Medici l’artista ricostruirà un atelier immaginario per illustrare la sua esplorazione delle tecniche cinesi e raccontare il suo percorso artistico, profondamente segnato dalla Cina e da Roma. Il suo lavoro è caratterizzato da una personalissima ricerca sul corpo umano e sul rapporto con l’altro e con il mondo, così come dalla fascinazione per la frammentazione e per l’unità del corpo in azione. Honnart espone regolarmente in Cina, Belgio, Francia e in Italia. A Roma ha presentato le sue opere in diversi sedi pubbliche e private, tra cui la Galleria Massenzio e, di recente, lo Spazio Cerere.
Nell’incontro con Olivier Kosta-Théfaine e Hugo Vitrani, al centro del discorso sarà il nostro rapporto, e quello degli artisti, con lo spazio pubblico, già affrontato da Guy Debord in Teoria della deriva (1956). Una riflessione sull’erranza che anima la storia dell’arte, dalle grotte rupestri ai tunnel della metropolitana, dalle strade ai musei: l’arte traccia il suo percorso prendendo sentieri a volte pericolosi, illegali, marginali. A partire da alcuni lavori di Kosta-Théfaine, attualmente borsista a Villa Medici, Vitrani e lo stesso artista evocheranno una serie di opere di altri artisti con l’obiettivo di creare valerie_honnartrisonanze e confronti, da Brassaï a Sterling Ruby passando per Aline Bouvy: tutti artisti flâneurs che “esplorano l’intervallo”.
Hugo Vitrani (1987, vive e lavora a Parigi), curator-at-large al Palais deTokyo, ha lanciato il Lasco Project (2012) e collaborato alla prima mostra monografica di Florian e Michael Quistrebert (2016). È caporedattore ospite della rivista Palais #24 (Palais deTokyo) sulle arti urbane. Dal 2010 realizza videointerviste di artisti per Mediapart e collabora regolarmente con la rivista Beaux-Arts. Co-autore delle opere Chiaro Scuro (Classic, Parigi, 2015) e Underground doesn’t exist anymore (Manuella, 2016), è membro del comitato consultivo della commessa pubblica del CNAP (2015-2018).
Olivier Kosta-Théfaine (1972), si definisce un “pittore di paesaggi”. Esplora la città attraverso le sue periferie, alla ricerca di elementi che normalmente ci sfuggono. Considerandosi a sua volta un puro prodotto della città, Kosta-Théfaine gioca con i cliché e trasforma i riferimenti comuni, reinventando il classico attraverso tecniche di “vandalismo cheap”: è il caso dei “cieli bruciati” disegnati con un comune accendino sulle volte del Palais de Tokyo e ispirati agli affreschi dei palazzi italiani, che trasformano i graffiti della sua adolescenza in dipinti rinascimentali contemporanei. Artista autodidatta, ha esposto, tra l’altro, al Palais de Tokyo (2016), all’Abbazia di Maubuisson (2012) e alla Fondation Cartier (2009). Alcune sue opere fanno parte delle collezioni del Fonds Départemental d’Art Contemporain dell’Essonne (2013) e del Fonds Municipal d’Art Contemporain della città di Parigi (2011). (foto: atelier, Valerie_Honnart)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlami d’amore Mariù

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

piano-a-cilindroBologna Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni via Manzoni 2, in occasione di Art City e fino a domenica 5 febbraio, Palazzo Fava ospita la mostra Parlami d’amore Mariù. I piani a cilindro della Collezione Marino Marini, a cura di Luigi Gerli e Anna Zareba. La mostra espone 14 degli 85 piani a cilindro, quasi tutti di fabbricazione italiana, della Collezione Marino Marini. La Collezione Marino Marini di Strumenti Musicali Meccanici è la più grande collezione italiana di questo genere e una delle più grandi nel mondo.
Le origini della collezione sono da ricercare negli anni ’50, quando l’imprenditore ravennate Marino Marini cominciò ad appassionarsi di piani a cilindro e, successivamente, di tutto quel mondo ricchissimo e variopinto della musica meccanica.
piano-a-cilindro1Nel 1985 lo Stato italiano definisce la Collezione di eccezionale interesse attraverso un vincolo ministeriale e nel 2007 l’intera collezione viene acquistata dalla Fondazione Carisbo.La costruzione dei primi piani a cilindro viene solitamente attribuita alla famiglia inglese Hicks di Bristol (inizio del XIX secolo). E’ stato però accertato di recente che negli anni in cui Hicks inizia a costruire i suoi piani a cilindro, strumenti di questo genere venivano costruiti anche in Italia: ne è prova il piccolo piano a cilindro “a spalla” costruito all’inizio dell’Ottocento da Pietro Volontè, cembalaro e inventore in Como, presente nella Collezione Marini ed esposto nella mostra a Palazzo Fava.I piani a cilindro, dai primi modelli piccoli e “a spalla”, assunsero successivamente forme diverse e di solito più grandi. Quelli più noti sono infatti i piani a cilindro verticali, con il cilindro nella parte anteriore dello strumento (al posto della tastiera). Sono stati costruiti anche piani a cilindro “cabinet”, raramente a coda (come il piano costruito dalla ditta Vosgien di Novara, presente in mostra) oppure di tipo “orchestrion” (con accessori come tamburi, nacchere, xilofoni etc.). Spesso gli strumenti sono stati arricchiti dagli automi.In Italia il piano a cilindro vide negli ultimi decenni dell’Ottocento e nei primi due del Novecento la sua ultima fioritura e il suo triste, definitivo tramonto. In occasione di Art City Night la mostra effettua un’apertura prolungata fino alle ore 24.
Ingresso gratuito Orari di apertura ordinari Da martedì a domenica h. 10.00 – 19.00. (foto: piano a cilindro)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ING al quinto posto tra le aziende più sostenibili al mondo secondo Corporate Knights

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

impreseING si colloca al quinto posto nella lista delle 100 aziende più sostenibili a livello mondiale nel 2017 secondo la classifica stilata da Corporate Knights, una delle più importanti riviste al mondo dedicata alla sostenibilità e al business sostenibile.La ricerca The Global 100, giunta alla sua tredicesima edizione, è presentata ogni anno in occasione del World Economic Forum di Davos, in Svizzera.L’indagine viene condotta su un campione di più di 4mila aziende sulla base di 14 indicatori di performance (KPI) che comprendono: finance, gestione delle risorse e del personale e prestazioni dei fornitori, prendendo in considerazione società di tutto il mondo, attive in ogni settore.
La novità di quest’anno è che le aziende sono state valutate solo sulla base dei KPI (key performance indicator, indicatori di performance) considerati “prioritari” per il settore di riferimento e sui quattro KPI universali utilizzati per ogni azienda. Gli indicatori di performance prioritari per il settore bancario includono: energia, effetto serra, acqua, rifiuti, turnover del personale e il rapporto tra la retribuzione dei CEO e dei dipendenti.Online è possibile visualizzare l’elenco completo e tutte le informazioni riguardanti la metodologia.
ING è un’istituzione finanziaria globale di origine olandese che offre prodotti bancari in più di 40 Paesi, con oltre 35 milioni di clienti e oltre 52.000 dipendenti. In Italia ING Bank è presente dal 1979 con la Divisione Wholesale Banking che offre servizi e finanziamenti a grandi imprese ed enti, e dal 2001 con la Divisione Retail ING DIRECT, la banca diretta leader in Italia per numero di clienti (oltre 1.000.000), la cui mission è quella di offrire a famiglie e risparmiatori prodotti semplici e trasparenti principalmente attraverso canali digitali. ING DIRECT propone oggi in Italia una gamma di prodotti mirata e completa: di pagamento, di risparmio, mutui, investimenti, assicurazione e prestiti personali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emergenza neve e terremoto: attenzione alle false raccolte fondi

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

internetLe continue scosse di terremoto e l’emergenza neve hanno messo in ginocchio l’intero Centro Italia, causando immani tragedie e situazioni di estremo disagio, anche per gli animali coinvolti.
Gli aiuti giungono da ogni angolo della penisola ma c’è chi, senza nessuna remora o scrupolo, approfitta anche di momenti come questo per ricavarne tornaconti personali.
E’ il caso di chi ha architettato una truffa proprio sfruttando questa emergenza e il buon cuore degli italiani.
L’inganno parte dal web: i truffatori, sui social, fingono di raccogliere fondi necessari per sistemare canili o altre situazioni a rischio, ma in realtà intascano tutte le donazioni. Il rischio di cadere vittima della truffa è alto: mentre le strutture a cui ci si riferisce versano realmente in una situazione di difficoltà, in seguito alle calamità che si sono abbattute su di esse, i conti correnti bancari indicati non corrispondono nè ai responsabili delle strutture, nè alle associazioni che le gestiscono. I malviventi, in questo modo, sono riusciti ad intascare cifre altissime e, poichè la truffa si diffode sui social, c’è il timore che le cifre aumentino a dismisura. L’Associazione Codici mette in allerta tutti i consumatori e suggerisce di non inviare alcun tipo di donazione se prima non si è sicuri della destinazione finale di quel denaro. L’unico modo per difendersi da questo genere di truffa è accertarsi che le strutture menzionate abbiamo realmente intrapreso una raccolta fondi per ricevere sostentamento e, solo in quel caso, procedere con la donazione.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Capodanno cinese

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

Capodanno cinese 2017

capodanno-cinese

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Broncopneumopatia: solo uno su sei sa di essere malato

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

broncopatiaVerona. L’asma e la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) sono le principali patologie respiratorie. e colpisce circa sei persone su cento in Italia, ma solo una di queste sei persone sa di esserne affetta. I dati epidemiologici e di conseguenza l’importanza di una diagnosi precoce sono stati uno degli argomenti del simposio dal titolo “Around COPD”, promosso a Verona dalla Fondazione Internazionale Menarini. Durante il simposio, presieduto dal Professor Roberto Dal Negro, Responsabile del Centro Nazionale Studi di Farmacoeconomia e Farmacoepidemiologia Respiratoria di Verona, si è parlato anche dei principali fattori di rischio, non soltanto per la BPCO ma anche per l’asma, in particolare per i giovani. «In Italia, le malattie respiratorie, dopo le malattie cardiovascolari e i tumori, rappresentano la terza causa di morte e si prevede che, anche a causa dell’invecchiamento della popolazione, la prevalenza di tali patologie sia destinata ad aumentare» avverte Dal Negro.
Secondo dati del Ministero della Sanità, la prevalenza di asma e BPCO è pari, rispettivamente, a 6,10% e a 2,83%. Le malattie respiratorie in Italia (dati Istat) sono la terza causa di morte per gli uomini (77,1 morti per 100 mila abitanti); tra le donne, invece, sono la quinta causa di morte, con un tasso di 61,8 eventi per 100 mila abitanti. I dati degli ultimi anni, inoltre, segnano un trend in negativo rispetto a dieci-quindici anni fa: da 39.949 a 43.444, da 67,6 casi ogni 100mila abitanti ai 73. Le regioni con i maggiori decessi sono, per valori assoluti, Lombardia (6.529), Piemonte (3.886), Lazio (3.724), Emilia Romagna (3.612), Campania (3.195). I rapporti ogni 100mila abitanti, però, segnalano una forte incidenza nelle seguenti regioni: Valle D’Aosta (102,2), Liguria (97,7), Friuli Venezia Giulia (91,6), Toscana (82,6) e Umbria (82,4).
Per quanto riguarda il Veneto, sono oltre 600mila i veneti malati alle vie respiratorie: 270mila i malati di Bpco e 340mila quelli con asma grave. «Le malattie cronico ostruttive delle vie respiratorie nella regione rappresentano già la terza causa di morte» commenta Roberto Dal Negro. «Nonostante in tutto il mondo questa proporzione fosse attesa per il 2030, già oggi si registra un indice di mortalità dell’1,5%. Questi dati sono validi per tutte le sette province della Regione».
Il Veneto, inoltre, è tra le regioni in Italia che ricorre meno alle ospedalizzazioni per Bpco. «Un dato importante, che potrebbe sottolineare un sistema che, forse, va meglio rispetto ad altre regioni del nostro Paese» prosegue Dal Negro. «Non è dimostrato, né certo, però, che questi numeri corrispondano a un effettivo miglioramento delle condizioni di salute, perché potrebbe essere una conseguenza della forte limitazione delle ospedalizzazioni richiesto dalle istituzioni negli ultimi anni per contenere i costi del Sistema sanitario».
Per quanto riguarda le cause, Dal Negro sottolinea il ruolo che ancora oggi giocano non soltanto il fumo di sigaretta, ma anche l’inquinamento. «Nella Bpco il tabagismo è una delle cause importanti, forse la più importante, però va anche tenuto conto che il rischio ambientale e lavorativo contano un 15% del fattore di rischio, ma bisogna soprattutto ricordare che il rimanente è frutto di un ambiente inquinato, di aria non pulita. Fattori che se sono presenti insieme hanno un effetto sinergico. E questi sono addirittura fattori causali per la Bpco, cioè la malattia respiratoria si manifesta proprio perché una persona fuma o perché lavora in un ambiente lavorativo a rischio. Per quanto riguarda l’asma, invece, il fumo di sigaretta è un fattore scatenante e non il principale responsabile. L’asma, infatti, nella sua grande maggioranza dei casi, cioè il 60-65%, ha una matrice allergica, in cui il fumo e l’inquinamento sono un fattore che favorisce la comparsa dell’asma e il suo peggioramento. Questo aspetto è importante anche per prevenire gli attacchi d’asma e le persone che soffrono di questa condizione dovrebbero tenerne conto. In particolare i giovani sono poco informati riguardo questo aspetto. Non soltanto dovrebbero evitare di fumare, ma anche di esporsi all’inquinamento. Per esempio, l’asma coinvolge molti giovani sportivi, anche professionisti, e queste persone, spesso inconsciamente, si espongono a fattori di rischio. In particolare, non è consigliabile fare attività fisica all’aperto nei momenti della giornata di massimi picchi di inquinamento, perché si induce un aumento circa 30-40 volte più elevato del rischio di avere una crisi asmatica».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al Teatro Arciliuto si presenta il nuovo libro di poesie di Francesco Basile

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

francesco-basile1francesco-basileRoma Sabato 28 gennaio alle ore 20,30 nel Salotto musicale del Teatro Arciliuto (Piazza Montevecchio, 5) si terrà la presentazione del libro “Qualche passo dopo l’anima” dell’autore siciliano Francesco Basile, pubblicato dalla casa editrice Kimerik.Francesco Basile, un diploma all’Accademia d’arte drammatica Pietro Scharoff di Roma e una spiccata vocazione per la poesia nata in Sicilia ma affinatasi nei lunghi anni di permanenza nella Capitale, a otto anni dall’esordio con la silloge “Anima”, tornerà al Teatro Arciliuto per presentare la sua nuova fatica letteraria, con un evento che mette insieme musica, teatro e poesia. Una collaudata formula, questa, che l’autore ha sperimentato con successo nel suo tour siciliano di presentazioni. Dopo l’apericena offerta agli ospiti della serata letteraria, la kermesse entrerà nel vivo con l’intervento di Enzo Samaritani, musicista, cantautore e poeta nonché fondatore (fin dal 1967) del Teatro Arciliuto. Enzo Samaritani, insieme al figlio Giovanni, ha firmato la prefazione al volume di Basile. A seguire, l’autore si cimenterà nella lettura attoriale di alcune poesie tratte dalla sua ultima raccolta. La serata sarà allietata dalle note del pianoforte del compositore Roberto Rocchetti.“Qualche passo dopo l’anima” comprende 41 componimenti in verso libero, distribuiti in tre sezioni. Nella prima, domina un forte legame con la terra d’origine vissuta come un’aspra e coercitiva realtà ancestrale. Dalla consapevolezza delle ingiustizie, delle contrapposizioni e degli odi, scaturisce il senso del percorso esistenziale dell’autore, che coltiva dentro di sé “i frutti migliori da donare al mondo”. La seconda sezione è incentrata sugli anni romani, gli incontri, gli amori, gli addii, le sensazioni che arricchiscono il suo percorso esistenziale, volto sempre alla ricerca dell’essenzialità interiore. Nella terza, infine, l’autore sembra trovare un approdo sicuro, un punto di snodo per le sue inquietudini esistenziali. I critici, nel recensire l’opera, hanno individuato la sua peculiare cifra stilistica nell’immediatezza, nella fluidità e fruibilità dei versi e nella capacità di prendere per mano il lettore e coinvolgerlo nel suo itinerario poetico.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Catella Investment Management completes two property acquisitions in Spain worth EUR 24 million

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

javier-hortelano-catellaCatella’s investment management team in Spain has closed the acquisitions of two residential properties located in Pinto’s Tenería neighbourhood in Madrid. The transactions were conducted on behalf of the Catella Wohnen Europa residential fund. The acquired twin buildings have a total floor area of 18,092 square metres, distributed over 216 apartments, 216 parking spaces and 216 storerooms. The occupancy rate of the buildings at present is 93%. The properties were acquired on behalf of one of Catella’s residential funds, Catella Wohnen Europa, which is a new pan-European residential fund with a broad-based investment strategy offering a unique risk/return profile.
Catella’s Spanish investment management team sourced the deal, acted as advisor in the acquisition process and will remain as strategic asset manager for the property.“After this transaction our newly established investment management operation in Spain has a portfolio of EUR 100 million under management in its first year of activity. Two months ago, our Spanish team closed four transactions, with the acquisitions of three residential buildings located in Madrid and Barcelona, and the acquisition of a retail park in Vinaroz. The transactions prove the interest and commitment of the team for the Spanish market,” says Javier Hortelano de la Lastra, Head of Investment Management in Spain.In Spain, Catella offers both corporate finance and investment management within the property sector. Catella manages all phases of the value creation process in property, for both cross-border and local investors – from analysis through transaction, acquisition, financing, strategic management and, finally, exit. The focus is acquisition and development of residential and commercial properties. (photo: JAVIER HORTELANO CATELLA)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La grande musica polifonica rinascimentale, barocca e contemporanea nell’esecuzione dei Tallis Scholars

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

peter-phillipstallis-scholarsRoma martedì 31 gennaio alle 20.30 aula magna dell’Università La Sapienza i Tallis Scholars e il loro direttore Peter Philips tornano per i concerti della IUC. Sono uno dei gruppi vocali più prestigiosi a livello mondiale, particolarmente nel campo della musica del rinascimento e del primo barocco, a cui dedicano questo loro concerto. Un posto speciale lo avrà la musica di Claudio Monteverdi, di cui ricorrono nel 2017 i quattrocentocinquanta anni dalla nascita.
I Tallis Scholars sono stati fondati nel 1973 da Peter Phillips, che è tuttora il loro direttore e che ha forgiato questo ensemble vocale, ottenendo la purezza e la limpidezza assolute del suono, che costituiscono la cifra stilistica tipica di questo gruppo. Le loro incisioni hanno ricevuto prestigiosi premi, tra i quali il “Record of the Year” della rivista Gramophone (la prima volta che il premio è stato attribuito ad un complesso di musica antica) e due “Diapason d’or de l’année”. Claudio Abbado li ammirava molto e Sting e Paul McCartney hanno collaborato con loro.
Nel 1994 i Tallis Scholars sono stati scelti per cantare all’inaugurazione del restauro degli affreschi di Michelangelo nella Cappella Sistina e per celebrare il quarto centenario della morte di Palestrina con un concerto nella Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma. Nel 2013 hanno festeggiato i 40 anni dalla fondazione con un’impressionante serie di concerti in ogni parte del mondo. Continuano ad effettuare regolari tournée in tutto il mondo con oltre 70 concerti all’anno nelle maggiori sale, chiese, festival e teatri d’Europa, Stati Uniti, in Australia e Giappone (dove hanno compiuto più di 10 tournée). Nel 2014, per dare una idea della loro attività, hanno cantato in Corea, Giappone, Nuova Zelanda, Australia, Stati Uniti ed in tutta Europa.
Di Claudio Monteverdi sono in programma cinque brani: la Messa a quattro voci da cappella, il Crucifixus, l’Adoramus te, Christe, il Domine, ne in furore tuo, il Cantate Domino, che rappresentano varo aspetti della sua musica sacra. Fanno corona a questi capolavori tre pezzi sacri di alcuni altri grandi compositori del rinascimento e del primo barocco: Virgo prudentissima di Palestrina, il Miserere di Allegri (celeberrimo anche perché Mozart lo trascrisse a memoria dopo averlo ascoltato una sola volta nella Cappella Sistina) e O vos omnes di Gesualdo da Venosa. Accanto ai brani similari composti da Allegri e Gesualdo saranno eseguiti due brani contemporanei, il Miserere del britannico Alexander Campkin in prima italiana e le Lamentations dell’americano Nico Muhly in prima romana, che dimostrano come dopo quattro secoli le musiche antiche continuino ad esercitare una forte suggestione sugli ascoltatori e sui compositori di oggi. (foto: Peter Phillips, Tallis-Scholars)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La razza nemica: La propaganda antisemita nazista e fascista

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

portico-dottaviaRoma Giovedì 26 gennaio 2017 ore 11.00 Via del Portico d’Ottavia 29 Fondazione Museo della Shoah – Casina dei Vallati si tiene la conferenza stampa con gli interventi di Mario Venezia – Presidente Fondazione Museo della Shoah Marcello Pezzetti – Curatore della mostra. In occasione della Settimana della Memoria, la Fondazione Museo della Shoah presenta presso la Casina dei Vallati, sede museale della fondazione, la mostra storico-documentaria “La razza nemica. La propaganda antisemita nazista e fascista”, a cura di Marcello Pezzetti e Sara Berger. L’esposizione si avvale del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Regione Lazio, di Roma Capitale, dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, del CDEC, Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea e della Comunità Ebraica di Roma. E’ realizzata, inoltre, con l’organizzazione generale di C.O.R. Creare Organizzare Realizzare e con il contributo di ACEA, dei collaboratori tecnici Istituto Luce Cinecittà e dell’Archivio Centrale dello Stato.
Manifesti, fotografie, oggettistica, giornali e riviste dell’epoca, la maggior parte dei quali inediti, insieme a documentari, film e corti di animazione, saranno esposti alla Casina dei Vallati dal 30 gennaio al 7 maggio 2017.
Per comprendere come sia stato possibile che centinaia di migliaia di “uomini comuni” abbiano potuto partecipare attivamente alla persecuzione e all’uccisione della minoranza ebraica dell’intera Europa, è necessario esaminare quale ruolo abbia avuto la propaganda antisemita nella Germania nazista e nell’Italia fascista. In tale ottica, la mostra analizza a fondo le ragioni, le dinamiche, le forme, i contenuti e i protagonisti di tale fenomeno. Al termine della conferenza stampa avrà luogo una visita in anteprima della mostra riservata ai giornalisti tenuta dai curatori Marcello Pezzetti e Sara Berger.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pediatria: ecco le nuove linee guida sulle cure per infanzia e l’adolescenza

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

Doctor with filesDopo una lunga attesa nei cassetti del Ministero approda alle Regioni il restyling delle cure pediatriche che prevede dieci linee di azione per migliorare qualità, sicurezza e appropriatezza nell’area pediatrico-adolescenziale, più un ampio approfondimento sulle cure d’emergenza-urgenza ai minori. Una revisione attesa da strutture, addetti ai lavori e famiglie, un tassello necessario a colmare disomogeneità nazionali e gravi lacune nel collegamento tra ospedale e territorio, nella formazione del personale, nel confezionare una rete di assistenza d’emergenza 118 ancora piena di buchi. Infine, ma non certo in ordine d’importanza, vi sono i bisogni emersi negli ultimi anni: la gestione delle cronicità pediatriche, le nuove emergenze in campo neuropsichiatrico, i percorsi assistenziali necessari alla gestione dei grandi prematuri. Queste, in sintesi, le linee d’indirizzo su cui focalizzare gli interventi: misure di politica sanitaria per l’integrazione dell’assistenza pediatrica; criteri e standard per l’assistenza pediatrica; hospice e terapia del dolore; assistenza al bambino con malattie croniche complesse e malattie rare; assistenza neuropsichiatrica in età evolutiva; riabilitazione in età evolutiva; formazione degli operatori; carta dei servizi e volontariato; monitoraggio e verifica delle attività; istituzione di una funzione di coordinamento permanente per l’assistenza in area pediatrico-adolescenziale. Il documento, elaborato dagli esperti del ministero della Salute già dal 2013 e tenuto in stand by fino a oggi, riscrive la rete delle cure d’emergenza a partire dalle criticità: l’insufficiente integrazione tra sistema di emergenza territoriale 118 con i Pronto Soccorso pediatrici, ove presenti, e con i Dea pediatrici di riferimento per l’emergenza-urgenza; la mancanza di sistemi di monitoraggio in tempo reale dei posti letto nelle terapie intensive neonatali e nelle terapie intensive pediatriche; la carenza di programmi formativi ad hoc per il personale. La griglia proposta prevede 4 livelli: i presidi ospedalieri di base (80.000-150.000 abitanti), i Dea di I livello (150.000-300.000 abitanti), i Dea di II livello (600.000-1.200.000 abitanti), i Dea di II livello pediatrico e il trauma center pediatrico. Nodo cruciale della rete, la terapia intensiva (Tip) e semintensiva pediatrica. Infine l’Obi, osservazione breve intensiva, va organizzata in tutti gli ospedali pediatrici. (fonte: doctor33) (foto doctor)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rafael Y. Herman: The Night Illuminates The Night

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

rafael-y-hermanRoma 25 gennaio – 26 marzo 2017 Piazza Orazio Giustiniani, 4 Padiglione A. Inaugurazione martedì 24 gennaio 2017, ore 17.30 – 19.30. il MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma ospita la mostra personale di Rafael Y. Herman dal titolo The Night Illuminates The Night, curata da Giorgia Calò e Stefano Rabolli Pansera, e promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.La mostra, nella sede di MACRO Testaccio, si presenta come una grande installazione ambientale in cui dallo spazio buio emergono le opere che si rivelano come epifanie. Nella dialettica fra tenebre e luce, infatti, si sviluppa la poetica di Rafael Y. Herman il cui sguardo rivela un nuovo approccio alla realtà che nasce e si struttura nell’oscurità.The Night Illuminates The Night si concentra sul lavoro cominciato nel 2010 e completato nel 2016. In questo periodo l’artista ha stabilito un dialogo con i grandi maestri della tradizione occidentale che hanno rappresentato nel corso dei secoli la Terra Santa, pur non avendola mai visitata, ma ispirandosi alle fonti bibliche e letterarie. Rafael Y. Herman ripercorre questa tradizione con il proprio metodo: lo scatto notturno senza ausili elettronici e manipolazioni digitali, che svela ciò che non si vede a occhio nudo.
From 25 January to 26 March 2017 MACRO – the Museum of Contemporary Art of Rome – hosts a solo show by Rafael Y. Herman entitled The Night Illuminates The Night, curated by Giorgia Calò and Stefano Rabolli Pansera, and supported by Roma Capitale, Department of Cultural Growth – Superintendent Capitolina of Cultural Heritage.The exhibition at MACRO Testaccio takes the form of a large environmental installation in which the works emerge from the darkness of the space like revelations. The poetics of Rafael Y. Herman develops in this dialectic between darkness and light. The artist’s gaze reveals a new approach to reality born and structured in darkness.The Night Illuminates The Night features works that began in 2010 and was completed in 2016. During this period Herman established a dialogue with the great masters of the western tradition who have depicted the Holy Land across the centuries without ever having been there, relying on biblical and literary sources. Herman traces back through this tradition using his own method: nocturnal photography, without electronic aids or digital manipulation, showing only what is visible to the naked eye. (photo: Rafael Y. Herman)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Novecento

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

novecento.pngRoma dal 24 al 29 gennaio 2017 Dal martedì al sabato ore 20.30 domenica ore 17.00 Teatro Lo Spazio, Via Locri, 42 (San Giovanni, una traversa di Via Sannio) va in scena Novecento di Alessandro Baricco regia Pablo Maximo Taddei con Flavio De Paola. Dopo il grande successo delle precedenti rappresentazioni, per la terza stagione consecutiva Flavio De Paola fa rivivere il suo Novecento, questo affascinante personaggio uscito dalla scrittura di Alessandro Baricco ed entrato a far parte dei nostri ricordi grazie anche alla trasposizione cinematografica di Giuseppe Tornatore (“La leggenda del pianista sull’oceano”).
Danny Boodman T.D Lemon Novecento, orfano abbandonato sul piroscafo Virginian, viene trovato e cresciuto da un marinaio dell’equipaggio. La nave che lo ha accolto salvandogli la vita diventa la sua casa ed è tra queste insolite “mura domestiche” che diviene il più grande pianista al mondo. La terraferma continua a rimanere una misteriosa realtà per il protagonista che, sotto la regia di Pablo Maximo Taddei, assume caratteristiche che incantano, conquistano e rapiscono lo spettatore, portandolo in un viaggio sensoriale in cui i suoni provengono da vari punti della sala, come a volerla avvolgere totalmente. La voce di De Paola, unico attore in scena, viene modulata a seconda del personaggio, utilizzando la tecnica degli psicosuoni, introdotta dal regista.
É così che nel racconto fa incursione un caldo accento siciliano, che riporta alla mente tante vicende umane, storie di migranti partiti dall’Europa con pochi stracci e sbarcati con il vestito buono per l’America, storie di marinai, di musicisti e di amicizie indissolubili. Uno spettacolo che si trasforma in un one man show, un racconto che diventa un viaggio, un pubblico che dimentica di essere in platea e tutt’a un tratto, tutto insieme, si ritrova sul piroscafo Virginian. Un’esperienza teatrale da vivere.
Biglietto intero 13 euro Biglietto ridotto 10 euro Tessera semestrale 3 euro. (foto: novecento)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il discorso di insediamento di Trump sotto la lente dell’AI

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

Donald TrumpModena. Sfruttando l’intelligenza di Cogito, Expert System Expert System ha analizzato il discorso inaugurale pronunciato a Washington il 20 gennaio 2017 dal neo presidente americano Donald Trump durante la cerimonia di insediamento alla Casa Bianca. Utilizzando il software semantico Cogito in grado di analizzare automaticamente testi e parole, l’indagine ha messo in evidenza caratteristiche e peculiarità del discorso di Trump e lo ha confrontato con quello dei due predecessori all’inizio del loro primo mandato, George W. Bush nel 2001 e Barack Obama nel 2009. Analizzando il testo integrale in inglese del discorso di Trump, Expert System ha cercato di rispondere a questa
duplice domanda: Da un punto di vista linguistico, come si caratterizza il discorso di Trump? E come si differenzia dai discorsi inaugurali pronunciati da Bush e Obama?
I concetti principali
L’analisi semantica di Expert System ha messo in luce prima di tutto i concetti principali presenti nel testo. Dal discorso di Trump emergono riferimenti costanti ad American e America (concetto presente anche nello slogan ripetuto più volte alla fine del discorso), mentre Bush insiste di più su country e story e Obama su work e generation. L’uso di American, che esprime un richiamo patriottico all’appartenenza nazionale, risulta più frequente nel discorso di Bush rispetto a Obama, e appare addirittura come il concetto più frequente per Trump. Se Bush si rivolge principalmente ai cittadini (citizen), Obama, e ancora di più Trump considerato che il suo discorso è stato più breve, alle persone (people). Mentre Obama cita le donne (woman), al contrario Bush non le menziona, e Trump le cita meno frequentemente di Obama, associandole entrambe le volte agli uomini e in relazione ad un aggettivo (forgotten o military). Trump, come entrambi i predecessori, dà molta importanza all’aggettivo possessivo nostro (our) e al sostantivo nazione (nation), che trasmettono un forte senso unitario. Obama esprime concetti legati all’ecologia (planet, earth) mentre Bush affronta maggiormente l’argomento della giustizia (justice, law). Trump ignora i concetti legati all’ecologia mentre si riferisce molto più frequentemente dei predecessori ad aspetti legati alla protezione (protect) e al sogno (dream). Oltre al celebre can, Obama richiama il futuro (future), concetto meno frequente per Trump come per Bush. Mentre Bush cita gli immigrati (immigrant) e Obama i musulmani (Muslim), dalle parole del neo presidente americano emerge un riferimento ad un connotato oggi più negativo per i musulmani (Islamic) ma non parla del famoso muro. Bush è l’unico dei tre ultimi presidenti che cita la democrazia (democracy, democratic), concetti assenti invece nel discorso di Obama nel 2009. Se ObamaObama ricorda la situazione di crisi (crisis) e di pericolo (fear, threat), Trump non cita la crisi e si sofferma meno frequentemente sul pericolo, evidenziando maggiormente l’aspetto protezione, come scritto sopra.
Obama cita concetti positivi (prosperity, success) come Trump, che si sofferma più su success; Bush rammenta situazioni di povertà (poverty) così come Trump, anche se con meno enfasi. Evidente nel discorso inaugurale di Bush il richiamo al ruolo presidenziale e all’impegno che ne comporta (president, promise, honored, responsibility), che non appare invece così marcato nelle parole di Obama: anche il neo presidente sembra un po’ meno focalizzato su questo punto. Trump, come Bush prima di lui, non nomina altri Paesi, mentre nel discorso presidenziale di Obama appaiono Iraq e Afghanistan. Citazioni per Nebraska e Detroit in rappresentanza delle zone americane più in linea con il messaggio del neo presidente.
Di sanità (health care, medicare) parlano entrambi gli ex presidenti, un argomento da cui sta lontano invece Trump.
Il discorso del neo presidente termina con ripetuti riferimenti a riportare l’America ai tempi che furono in cui la nazione era, almeno nelle parole di Trump, più ricca, grande, forte, orgogliosa e soprattutto sicura. (fonte Sito: http://www.expertsystem.com/it)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »