Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 175

Archive for febbraio 2017

Parlamento europeo: Preparazione del summit Europeo di marzo

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

european-parliamentBruxelles I gruppi politici si confronteranno, mercoledì, per dare i loro input in vista del prossimo Summit europeo. Misure prioritarie per la crescita, strategia del Mercato Unico (compreso il mercato digitale) e sicurezza interna ed esterna. Questi i principali argomenti che verranno discussi dai leader europei i prossimi 9 e 10 marzo. Reciprocità dei visti con gli Stati Uniti. Gli europarlamentari voteranno giovedì una risoluzione che prevede la reciprocità dei visti con gli Usa e che potrebbe chiedere alla Commissione europea a reintrodurre temporaneamente l’obbligo dei visti per i cittadini statunitensi. In questo modo, si vuole spingere Washington a garantire ai cittadini di tutti i paesi europei l’ingresso negli Usa senza visto. Gli Usa, infatti, al momento obbligano i cittadini di Bulgaria, Croazia, Cipro, Polonia e Romania a fornirsi di visto per l’ingresso nel paese.
Libertà di movimento per i cittadini europei nel Regno Unito. Visto il numero crescente di rapporti del Ministero dell’Interno del Regno Unito secondo cui Londra utilizza un’interpretazione restrittiva del diritto dei cittadini europei a rimanere nell’isola britannica, mercoledì, i gruppi politici discuteranno della questione con la Commissione.
Accesso ai farmaci. Gli europarlamentari discuteranno mercoledì e voteranno giovedì le raccomandazioni per migliorare l’accesso delle persone ai farmaci. I prezzi di nuove medicine sono cresciuti in Europa negli ultimi decenni fino a diventare proibitivi per molti cittadini e, ora, possono minacciare la sostenibilità dei sistemi sanitari nazionali.
Inchiesta sulle emissioni delle automobili. La commissione di inchiesta sulle Misurazioni delle emissioni nel settore automobilistico (EMIS) voterà, martedì, il suo rapporto finale sulle discrepanze tra i test e le emissioni reali delle vetture diesel, con una bozza di raccomandazioni alla Commissione e agli Stati membri per migliorare l’applicazione degli standard. Alle ore 16.00 di martedì ci sarà un punto stampa con il presidente della commissione Emis e i co-relatori. Il testo sarà discusso e votato durante la Plenaria di aprile a Strasburgo.
Riciclaggio di denaro/Finanziamento del terrorismo. Le commissioni Affari economici e monetari e Libertà civili voteranno martedì l’aggiornamento della legislazione europea contro il riciclaggio di denaro, il finanziamento del terrorismo e l’elusione fiscale. Misure che porrebbero fine al segreto sui veri proprietari delle aziende e porterebbero a una maggiore condivisione delle informazioni tra gli Stati membri.
Diritti fondamentali in Ungheria. Gli europarlamentari della commissione Libertà civili discuteranno della situazione dei diritti fondamentali in Ungheria con il ministro della Giustizia magiaro, László Trócsányi, e i rappresentanti della società civile.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Accesso al credito da parte degli italiani

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

bancomatSta diventando un processo sempre più digitale, come dimostrato da un mercato in costante crescita e dalla nascita di numerose piattaforme online che agevolano l’incontro tra domanda e offerta di finanziamento. Younited Credit, leader in Europa nel settore credito al consumo online sbarcata sul mercato italiano nel 2016 e diventata velocemente uno dei player di riferimento a livello nazionale con 20 milioni di euro erogati a 3.000 famiglie nel periodo compreso dal lancio delle attività in Italia ad aprile 2016 sino a gennaio 2017, ha voluto analizzare il mercato del prestiti online nel nostro Paese, rilevando i principali trend emersi dallo studio dei progetti finanziati in Italia tramite la sua piattaforma.Quanto richiedono gli Italiani nel momento in cui effettuano una richiesta di prestito? In generale, nel momento in cui si rivolgono ai canali online come Younited Credit, lo fanno per un ammontare medio di 7.500 euro erogato con una rateizzazione media di 48 mesi e un tasso di interesse medio del 7,5%.“Gli ottimi risultati che abbiamo riscontrato in questi primi mesi di attività in Italia dimostrano un interesse sempre più diffuso verso il digitale come strumento di accesso al credito” ha sottolineato Tommaso Gamaleri, Country Manager per Younited Credit in Italia. “Dall’analisi emerge innanzi tutto quanto questo interesse sia ripartito in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale, dal Nord al Sud. Tra le finalità, è interessante notare come gli Italiani diano priorità ad esigenze come la sostituzione dell’automobile o il rinnovamento della propria abitazione, piuttosto che a progetti legati al tempo libero, come i viaggi, o alla tecnologia.”Nello specifico, lo studio ha rilevato che gli Italiani si rivolgono alle piattaforme di credito digitali principalmente per finalità legata alla ristrutturazione della propria casa (22,5%) e all’acquisto di un auto, nuova o usata (19%). Una fetta consistente di richieste avviene per un bisogno liquidità (oltre 42%) e finalizzare progetti di diversa natura. Tra questi sembra che i viaggi e la tecnologia non siano tra le priorità degli italiani nel momento in cui cercano un credito, raccogliendo nel complesso solo poco più del 2%. (grafico: crediti)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Se la donna si sente inferiore all’uomo: combattere gli stereotipi di genere tutto l’anno

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

violenza sulle donneL’Ordine degli Psicologi ER per la Giornata Internazionale della Donna offre il suo contributo alla Giornata di protesta e di supporto a battaglie civili, cresciuta nei decenni per rivendicare la parità nei diritti e denunciare soprusi e violenze, compresi quelli della salute e del lavoro, la “Festa della Donna” pare essere sfumata in una giornata di festeggiamenti con obiettivi più di carattere commerciale che culturale. La Giornata Internazionale della Donna, nome meno fuorviante per la ricorrenza, è tutt’altro che un vezzo o un’occasione per brindare. Al pari del 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, è uno strumento per la costruzione di una nuova cultura capace di contrastare alla radice le discriminazioni e la violenza di genere. Ma l’Ordine degli Psicologi dell’Emilia-Romagna – la cui stragrande maggioranza degli iscritti è di genere femminile – sottolinea come la sensibilizzazione dovrebbe avere uno spazio nella quotidianità, perché solo così si può davvero creare una cultura basata sulla parità dei diritti e delle possibilità, nel rispetto e nella valorizzazione delle differenze esistenti tra uomo e donna, senza cadere nella mascolinizzazione degli atteggiamenti mentali e dei comportamenti.
Nonostante le enormi trasformazioni sociali e culturali dei ruoli maschili e femminili, persiste tuttora una profonda e negativa asimmetria di genere, una disuguaglianza de facto di diritti tra donne e uomini. Non è facile modificare elementi culturali profondamente radicati che incidono sulla psicologia delle persone e sulla loro identità, elementi culturali da cui derivano anche gli stereotipi della femminilità e della mascolinità, le rappresentazioni psicologiche e sociali della donna e dell’uomo.
Gli studi di genere, dagli anni settanta in poi, hanno evidenziato come gli stereotipi di genere si trasmettono attraverso diversi canali come la famiglia, il linguaggio, l’educazione e i mezzi di comunicazione di massa. Tali stereotipi condizionano l’approccio psicologico alla realtà contestuale, nonché il pensiero, le scelte e i comportamenti in modo sottile e spesso inconsapevole. Le caratteristiche discriminanti tra uomo e donna vengono definite secondo una schematizzazione, ancora molto presente nella società attuale, che nella descrizione del maschile individua coraggio, potere, lavoro, forza, successo e razionalità, mentre al femminile vengono attribuite sensibilità, intuito, ricettività, emotività, gentilezza, bisogno di filiazione e nel contempo passività, remissività, dipendenza e fragilità. Tale schematizzazione evidenzia un chiaro contenuto di dominanza/potere per lo stereotipo maschile e di subordinazione/sottomissione per lo stereotipo femminile. Sono infiniti i messaggi che ci vengono veicolati fin da bambini che vanno, anche in modo sottile, a rimarcare una presunta inferiorità della donna. Questi messaggi possono essere condizionanti a tal punto da sollecitare la donna a cercare di affermarsi imitando l’uomo – o, meglio, la visione stereotipata delle caratteristiche maschili – anche per dimostrare la propria parità, invece di cercare una via autonoma di realizzazione.
La parità, infatti, non dovrebbe consistere nel rendere la società speculare, con le donne che copiano le abitudini tipicamente attribuite al genere maschile, finendo per interpretare questa giornata come un’occasione per “comportarsi da uomini”. Perché se il termine di paragone continua a rimanere l’elemento maschile, anche nei vissuti femminili una donna “in gamba”, coraggiosa, diventa una “donna con gli attributi”, perpetrando ancora – più o meno consapevolmente – lo stereotipo che svaluta tutto ciò che è associato al “femminile” considerandolo inferiore al “maschile”.
Le donne, prima di tutto, dovrebbero effettuare un lavoro su di sé per annullare la posizione di inferiorità, che spesso vivono anche nelle relazioni affettive. Sentendosi come copie mancanti dell’uomo negano la propria soggettività, la propria forza generatrice – che non si esprime solo nell’essere madre – rimanendo prigioniere degli stereotipi che le vogliono subordinate e remissive.
Riconoscersi ed essere riconosciute con le proprie caratteristiche e singolarità, pregi e limiti, è indispensabile per la propria salute psicologica. Le differenze tra donna e uomo, tra persona e persona, sono una ricchezza da salvaguardare e da valorizzare, mentre le diseguaglianze tra tutti gli esseri umani devono essere ridotte fino alla totale eliminazione per migliorare il benessere psicosociale dell’intera società.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Musica classica per tutti

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

canino-alognabulychevComo domenica 5 marzo alle 17.30 presso il Salone Musa dell’Istituto Carducci di Como, vedrà protagonista la formazione cameristica per antonomasia, il quartetto d’archi, con il Quartetto di Fiesole, vincitore del Primo Premio assoluto al “Gui” di Firenze, al Concorso di Cremona ed erede della tradizione della scuola del “Quartetto italiano”.
Il Quartetto di Fiesole si esibirà sulle note di Wolfgang Amadeus Mozart (Quartetto in Re maggiore KV 575, Allegretto, Andante, Minuetto Allegretto, Allegretto), Franz Schubert (Quartettsatz in Do minore op. postuma D 703) e Aleksandr Borodin (Quartetto n. 2 in Re maggiore, Allegro moderato, Scherzo-Allegro, Notturno-Andante, Finale).
Nato nel 1988 sotto la guida dell’indimenticabile Piero Farulli, il Quartetto di Fiesole trasmette il messaggio della più luminosa tradizione cameristica italiana nelle maggiori sale da concerto e festival di tutto il mondo ottenendo sempre un grande successo di pubblico e critica. Nel dicembre 2016, dopo quattro anni di silenzio, i componenti del Quartetto di Fiesole sono tornati sulla scena concertistica con nuova linfa. Il quartetto è composto da Alina Company e Simone Ferrari al violino, Flaminia Zanelli alla viola e Sandra Bacci al violoncello.
Per il secondo appuntamento, sabato 26 marzo, tornerà sulle rive del Lario un’autentica leggenda della storia della musica: Bruno Canino, partner tra gli altri di Itzakh Perlman e Victoria Mullova, che si esibirà in duo con il violinista Davide Alogna.
Dopo il successo del loro cd realizzato per la rivista Suonare News e varie tournée in giro per l’Europa che hanno registrato sempre il tutto esaurito, i due musicisti ritornano a Como Classica con un nuovo programma tra il cameristico ed il virtuoso con musiche di Mozart, Beethoven, Paganini, Fano, Saint Saëns.
gibboniquartetto-di-fiesoleIl 9 aprile sarà invece l’occasione per ascoltare un Trio di violino, corno e pianoforte con un programma dedicato a Brahms e Beethoven.
Domenica 23 aprile spazio alla musica antica nella splendida basilica di San Vincenzo in Galliano a Cantù con un duo flauto e clavicembalo formato da Roberto Loreggian e Stefano Maffizzoni.
Il 14 maggio toccherà invece al pianista e compositore americano Michael Bulychev che proporrà un recital di respiro internazionale improntato al virtuosismo sullo Steinway del Salone Musa del Carducci.
La quinta stagione di Como Classica si chiuderà con un concerto davvero speciale. Ogni anno, infatti, Como Classica riserva un evento dedicato alle giovani promesse del concertismo: domenica 28 maggio sarà la volta di un ospite davvero unico, Giuseppe Gibboni, 16 anni, astro nascente del violino italiano.
Un grandissimo talento, già premiato al Premio Crescendo di Firenze 2016 lo scorso maggio proprio da Davide Alogna, e che recentemente ha vinto la trasmissione di Raiuno “Prodigi”, registrando un cd per l’etichetta Warner e diventando il più giovane ambasciatore Unicef.L’ingresso ai concerti è gratuito ma riservato ai soci che sottoscriveranno la tessera annuale al costo di 20 euro. (canino alogna, Bulychev, Gibboni, Quartetto di Fiesole)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fino al 5 marzo a Romaest in mostra le mitiche Ferrari

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

ferrariRoma Romaest GRA uscita 14 – 15 – Autostrada A24 uscita Ponte di Nona – Roma Lunghezza. Un grande evento da non perdere per gli appassionati e tifosi della Ferrari, quello che si svolgerà fino al 5 marzo presso il Centro Commerciale Romaest, Via Collatina, 858 (secondo piano, ingresso nord). La Scuderia Ferrari Club Roma Centro, il più grande sodalizio del Lazio e decimo nel mondo per numero di iscritti, intende omaggiare tutti i fan del cavallino rampante e i visitatori del Centro Commerciale Romaest con un’esposizione di due vetture Ferrari, la prima una F430 Challenge campione del mondo 2009 e l’altra una Ferrari stradale dell’ultima generazione. Presso lo stand del Club sarà possibile farsi fotografare con le auto, avere informazioni sulle loro caratteristiche e iscriversi al Club ufficiale Ferrari per usufruire di numerosi vantaggi. Associandosi ad uno dei Club ufficiali, infatti, è possibile, ad esempio, partecipare al Passion Day, incontro con i piloti e la squadra di Formula 1, visitare con il Factory Tour gli stabilimenti di Maranello o sedere in una tribuna riservata per assistere al GP d’Italia, entrare nei Musei Ferrari di Modena e Maranello, oltre ad avere accesso gratuito alla community web del sito HYPERLINK “http://www.ferrari.com/”www.ferrari.com per avere notizie in diretta della Ferrari e delle attività sportive.
SCUDERIA FERRARI CLUB è una società consortile, senza scopo di lucro, fondata nel 2006 da Ferrari S.p.A. con l’obiettivo di coordinare le attività dei molti tifosi della Scuderia, riuniti in Club operanti in tutto il mondo. HYPERLINK “javascript:mails_addtocal(1,%22Oggi%22);” Oggi la Società conta oltre 150 Club ufficialmente riconosciuti, distribuiti in 16 paesi. Un insieme di nazionalità, culture e stili di vita differenti, ma uniti dalla stessa grande passione: la Ferrari. (foto: ferrari)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontro organizzato dall’Ufficio d’Informazione del Parlamento europeo in Italia

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

palazzo-chigiRoma lunedì 6 marzo alle ore 10:00 presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in via Santa Maria in Via, 37 si terrà l’incontro organizzato dall’Ufficio d’Informazione del Parlamento europeo in Italia, insieme alla Rappresentanza in Italia della Commissione europea, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche europee, all’associazione Action Aid, con il Sakharov Prize Network del Parlamento europeo, e in collaborazione con il Comitato Nazionale Italia di UN Women, la Rete di giornaliste indipendenti, libere e autonome GiULiA, e l’Università di Tor Vergata, nonché l’Osservatorio interuniversitario Studi di Genere dell’Università Roma Tre.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo codice del consumo: Facciamo il punto

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

telefonoLa direttiva consumatori dell’Unione Europea attuata in Italia con il d.lgs. 21/2014 ha apportato significative modifiche al Codice del consumo, introducendo importanti novità a tutela del consumatore.
CONTRATTI AL TELEFONO. CONFERMA SCRITTA O NO? Un punto particolarmente importante è quello relativo alla necessaria conferma scritta dei contratti conclusi per telefono; ciò vale anche quindi per i contratti con gestori di luce, gas e servizi di telefonia. Infatti, l’art. 46, comma 1, c. cons. definisce l’ambito di applicazione oggettivo della disciplina facendo riferimento a “qualsiasi contratto” concluso tra un professionista e un consumatore ivi compresi i contratti per la fornitura di acqua, gas, elettricità o teleriscaldamento.Il contratto pertanto non vincola chi riceve telefonate promozionali, se alla telefonata non fa seguito un contratto scritto che contenga tutte le informazioni utili al consumatore in modo chiaro dettagliato e che ha effetto solo dopo esser stato accettato e firmato per iscritto, anche con firma elettronica. E’ tuttavia importante sapere che è possibile derogare telefonicamente al consenso scritto ma la registrazione deve contenere una espressa deroga e rinuncia al consenso scritto (c.d. Clausola salva call center).
LOCALI COMMERCIALI O NO? La fattispecie del “contratto negoziato fuori dai locali commerciali” risulta ampliata rispetto alla previgente in quanto include non solo il contratto concluso in luogo “diverso” dai locali commerciali (art. 45, lett. h) n. 1) ma anche il contratto concluso “nei” locali del professionista purché tale conclusione avvenga “immediatamente dopo che il consumatore è stato avvicinato personalmente e singolarmente in un luogo diverso dai locali del professionista” (art. 45, lett. h) n. 3).
BENI PERSONALIZZATI E DIRITTO DI RECESSO Per quanto riguarda il diritto di recesso spettante al consumatore, il termine per esercitarlo nei contratti a distanza e conclusi fuori dai locali commerciali viene esteso a 14 giorni, decorrenti: a) nel caso di contratto avente ad oggetto la prestazione di servizi, dal giorno della conclusione del contratto (che, nel caso di contratto conclusi telefonicamente, corrisponderà alla sottoscrizione, da parte del cliente, della conferma del contratto concluso a distanza); b) nel caso di contratti di vendita, dal giorno in cui il consumatore acquisisce il possesso fisico dei beni. Una volta esercitato il recesso da parte del cliente (e comunque entro il termine di 14 giorni dalla ricezione della relativa comunicazione), il professionista è tenuto a rimborsare al consumatore ogni pagamento da questi eseguito, comprensivo anche delle eventuali spese di consegna, mentre il cliente (nello stesso termine di 14 giorni) deve restituire i beni, sostenendo solo il costo diretto della restituzione, senza spese o esborsi supplementari; a favore del professionista è prevista la possibilità di trattenere il rimborso sino a che non gli siano restituiti i beni.
Casi particolari: le esclusioni dal diritto di recesso. Il Codice del consumo, all’art. 59, prevede che vi siano alcune fattispecie di acquisti a distanza per i quali resta del tutto escluso il diritto di recesso.
Nella categorizzazione indicata dalla legge si ritrova, in via esemplificativa:
la fornitura di beni personalizzati o confezionati su misura;
la fornitura di beni deteriorabili;
la fornitura di beni sigillati che, per motivi di sicurezza o di salute, non si prestano alla loro restituzione dopo l’apertura;
la fornitura di bevande alcoliche il cui prezzo, concordato, sia legato a fluttuazioni di mercato e la cui consegna non possa avvenire prima di 30 giorni;
la fornitura di giornali, riviste e periodici;
la fornitura di video/audio/software consegnati sigillati e che siano stati aperti;
i contratti in cui il consumatore ha specificamente richiesto una visita da parte del professionista ai fini dell’effettuazione di lavori di riparazione o manutenzione.
In tali casi, imperativi, espressamente codificati e non suscettibili di ampliamento analogico o modifica da parte del professionista o delle parti, il venditore ha diritto di rifiutare la restituzione del prodotto e negare il rimborso del prezzo pagato solo se, in modo puntuale ai sensi dell’art. 49, ha indicato nelle condizioni generali per quali prodotti è esclusa la facoltà di cui all’art. 54.
Discorso a parte merita la restituzione dei beni personalizzati. Attenzione, perchè spesso il venditore fa passare quali beni personalizzati beni per i quali in realtà si è solo optato per una determinata scelta messa a disposizione dal rivenditore (di quale colore vuoi il bene tra i pochi disponibili oppure di che misura vuoi il bene tra le poche misure standard messe a disposizione dall’azienda). In questo caso NON si tratta di beni personalizzati e quindi possono essere restituiti. Solo quando un bene viene effettivamente personalizzato, ovvero fatto su specifica misura o coloro ecc., verrà meno il diritto di recesso. Non è invece sufficiente che il venditore offra opzioni standard e prestabilite per “personalizzare” il bene e quindi eliminare il diritto di recesso. Smeralda Cappetti, legale, consulente Aduc (in abstract. Il testo integrale è visibile su: http://www.aduc.it/articolo/nuovo+codice+consumo+facciamo+punto_25668.php

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La “Trumponomics” continua a sostenere i mercati

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

borsa-merci-telematica-italianaLe attività rischiose stanno evidenziando una straordinaria tenuta e le borse indicano chiaramente che il Presidente Trump giova agli utili societari. I mercati si aspettano dalla nuova amministrazione uno stimolo fiscale, che darà impulso alla redditività e ai profitti aziendali: uno sviluppo positivo per i listini azionari, a parità di tutte le altre condizioni. Ciò comporterà probabilmente un aumento dei tassi d’interesse, data la fase del ciclo economico in cui ci troviamo. Il conseguente rialzo dei rendimenti obbligazionari avrebbe normalmente l’effetto di raffreddare l’economia, ma la ricerca di rendimento a livello internazionale innescata dai programmi globali di quantitative easing (QE) manterrà plausibilmente a freno il mercato dei Treasury USA. Pertanto, mentre gli utili societari registrano una ripresa, difficilmente i rendimenti obbligazionari torneranno a salire, perché gli investitori globali non lo permetteranno.
Ci avviciniamo alle elezioni in Europa, dove gli elettori olandesi e francesi saranno i primi a recarsi alle urne. Questi eventi metteranno in risalto numerose tensioni e divergenze di opinioni, e a seconda dell’esito potrebbero persino esercitare pressioni sul sistema finanziario. Eppure i mercati trasudano ottimismo, nonostante la grande popolarità dei partiti di estrema destra in entrambi i paesi. In caso di sorprese, possiamo aspettarci un’impennata della volatilità degli asset rischiosi per via dell’incertezza riguardo agli sviluppi futuri.L’economia europea appare ragionevolmente solida, ma si avverte una crescente consapevolezza del fatto che la politica monetaria e specialmente il QE in Europa hanno perso efficacia, nonostante nel 2016 la crescita della regione abbia superato quella degli Stati Uniti. È probabile che l’aumento della crescita e dell’inflazione induca la BCE a credere di poter sollevare il piede dall’acceleratore, e un’eventuale riduzione del QE assumerà un’importanza cruciale nel corso del 2017 e nel 2018.A occupare i nostri pensieri sono anche le potenziali ripercussioni delle politiche del Presidente Trump. Abbiamo esaminato gli esiti associati alla prevista espansione fiscale e ad un orientamento più restrittivo da parte della Fed, nonché alle politiche migratorie e alle barriere commerciali di Trump. Alla luce di tutto questo, Trump avrà nell’insieme un effetto da neutrale a negativo sulla crescita del PIL, il che significa che in questa fase il mercato sta concedendo al magnate il beneficio del dubbio.Ma la costante incertezza sulle politiche economiche solleva molti interrogativi ai quali il mercato non è sempre in grado di rispondere. Ci aspettiamo ancora l’adozione di politiche favorevoli alle aziende da parte del governo degli Stati Uniti? Ha ragione il mercato ad essere ottimista su ciò che vede e ciò che sente? La Fed opererà tre o quattro rialzi dei tassi anziché un paio, e quali saranno le implicazioni per i rendimenti obbligazionari? Ci preoccupa anche il potenziale impatto della deducibilità dell’imposta sugli interessi, qualora Trump scegliesse di percorrere questa strada. Pur considerando i tagli dell’aliquota principale, il trattamento della spesa per interessi potrebbe rivelarsi nel complesso sfavorevole. È vero che la redditività delle aziende potrebbe aumentare, ma le riforme fiscali proposte potrebbero incidere negativamente sugli azionisti o sugli obbligazionisti.Quanto alla Fed, alcuni ritengono che le spinte deflazionistiche globali e il rafforzamento del dollaro contribuiranno a mitigare l’aumento delle pressioni inflazionistiche nel Nord America, ragion per cui un aumento aggressivo dei tassi d’interesse non sarebbe necessariamente inevitabile.In questo contesto, cerchiamo di non fasciarci la testa. In quanto investitori orientati alla prudenza, siamo consapevoli che l’adozione di politiche pro-crescita è favorevole per le azioni e le attività rischiose più in generale, ma non altrettanto per le obbligazioni.
Alla luce delle valutazioni e dei fondamentali, nelle ultime settimane abbiamo considerato la situazione nei mercati emergenti e in Giappone (dove abbiamo una significativa sovraesposizione), ma abbiamo deciso di non modificare il nostro posizionamento. In termini generali, nelle economie emergenti il quadro macroeconomico e di policy è in miglioramento, con una riduzione dei disavanzi di conto corrente, un rafforzamento della crescita economica e tendenze positive dei consumi interni, specialmente in India e in Indonesia. Diversamente dall’Europa e dagli Stati Uniti, la politica interna nei paesi emergenti sembra allontanarsi sempre più dal populismo.
Tuttavia, la Cina continua a destare apprensioni. I recenti fattori d’impulso alla crescita (come le vendite di immobili cinesi) sono in via di attenuazione ed è improbabile che questo rallentamento sarà compensato da un aumento sufficiente delle esportazioni. A fronte dell’indebolimento di settori chiave, i consumi interni non sembrano abbastanza robusti da riuscire a sostenere l’economia. In Giappone, sulla scia del deprezzamento dello yen e dell’accelerazione della crescita mondiale, si è registrato un aumento delle valutazioni azionarie che sarà probabilmente seguito da revisioni al rialzo delle stime sugli utili; ci aspettiamo pertanto un’elevata crescita a una cifra dei profitti e un incremento delle distribuzioni agli azionisti da parte delle società giapponesi. (a cura di Mark Burgess, CIO EMEA e Responsabile azionario globale di Columbia Threadneedle Investments) (foto: grafico)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata Mondiale delle Malattie Rare

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

trapianto_reneIl 28 febbraio è la Giornata Mondiale delle Malattie Rare. Sono più di 6 mila le malattie rare, l’80% delle quali di origine genetica. Di queste, solo 583 sono ufficialmente riconosciute in Italia, dove colpiscono più di 670.000 persone.In occasione della Giornata delle Malattie Rare, IVI (Istituto Valenciano di Infertilità) fa il punto sulla diagnosi genetica preimpianto nella riproduzione assistita.“Malattia dominante del rene policistico, distrofia miotonica, fibrosi cistica, malattia di Charcot-Marie-Tooth, Còrea di Huntington: sono queste le cinque malattie rare più cercate dai pazienti che si rivolgono ad un centro IVI – spiega il Prof. Antonio Pellicer, Presidente IVI e co-direttore di Fertility and Sterility – Si stima che rappresentino il 42,2% delle malattie rare su cui si indaga attraverso la diagnosi preimpianto. Nel 2016, in coloro che hanno indagato sulle malattie rare presso i nostri Centri, abbiamo registrato un tasso di gravidanza pari al 56,92%. Ad oggi sono più di 200 i bambini nati da pazienti che si sono rivolti ad un centro IVI per avere una diagnosi di preimpianto su una malattia rara”.
“Nella riproduzione assistita i pazienti richiedono il test per la Diagnosi Genetica Preimpianto – afferma la Dottoressa Daniela Galliano, Direttrice del Centro IVI di Roma – perché hanno già avuto un bambino o perché hanno un membro della famiglia affetto da una malattia e sanno di essere portatori. Vale a dire, la malattia è identificata nella famiglia e chi è interessato sa che c’è il rischio che un bambino la erediti. Questo test ha un duplice vantaggio: il primo è che il figlio non erediterà la malattia e interromperà la catena di malattie genetiche; il secondo è che la malattia non farà mai più la propria comparsa nelle future generazioni”.
Per le malattie rare c’è un vantaggio applicabile a tutte le coppie. “Dato che oggi le gravidanze sono programmate – aggiunge la Dott.ssa Galliano – le cliniche IVI, tra le prime a farlo in Spagna, offrono la possibilità di usufruire di un test per sapere se si è o meno portatori di malattie genetiche. Il Test di Compatibilità Genetica (TCG) è volontario e viene proposto a tutte le coppie, anche se non hanno una malattia conosciuta, perché sappiamo che un rischio c’è sempre. E’ questo il modo di fare una prevenzione primaria”. “Oggi – conclude il Prof. Pellicer – la Società Europea di Ginecologia e Ostetricia raccomanda la visita pre-concezionale a tutte le coppie, anche se in pochi lo fanno. Consiglia inoltre una vista dal ginecologo e dal consulente genetico quando la coppia stessa decide di avere un figlio, per evitare il rischio di trasmissione di malattie genetiche. Tutti noi siamo portatori di 4/5 mutazioni recessive, che a priori non producono alcun problema, ma se la coppia ha mutazioni dello stesso gene è quello il momento in cui la malattia può fare la propria comparsa nel bambino”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo addebito in arrivo il 1° marzo per tutti i clienti delle banche

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

salva bancheEnnesima brutta sorpresa per i titolari di conti correnti affidati. Il 1° marzo 2017 in arrivo per tutti i clienti affidati gli interessi anatocistici maturati per l’utilizzo del conto nel 2016.Nonostante le ripetute sentenze e l’introduzione per legge del divieto di anatocismo, mai applicata dalle Banche nel silenzio della Banca d’Italia, oggi assistiamo alla reintroduzione dell’odiata regola.L’anatocismo è il calcolo degli interessi sugli interessi già maturati: il fenomeno in particolare riguarda i rapporti di affidamento su conto corrente.
La regola resta infatti solo a parole il divieto di anatocismo, con deroga relativamente ai rapporti di conto corrente, dove vale la regola della reciprocità nel calcolo degli interessi debitori e creditori. Il conteggio della capitalizzazione va effettuato al 31 dicembre di ogni anno, salvo che il conto corrente venga chiuso anticipatamente.
Per alcune tipologie di finanziamenti sono previste regole differenti: per aperture di credito e sconfinamenti, dopo il conteggio al 31 dicembre, gli interessi maturati diventano esigibili il 1° marzo dell’anno successivo.
La Banca in ogni caso deve comunicare l’importo maturato almeno 30 giorni prima del primo marzo. La Banca in ogni caso deve contabilizzare interessi e capitale in modo separato e non può ritenersi “sforato” il limite del fido in conseguenza dell’addebito di questi interessi capitalizzati.Facendo un esempio: un cliente con un fido accordato e completamente utilizzato di €10.000,00, il 1° marzo riceverà l’addebito di € 200,00 (cifra ipotetica). Il primo bonifico in entrata sul conto del cliente il 2 marzo, per € 500,00, deve andare a ridurre l’importo di fido, che torna ad essere utilizzato per 9.500,00; questo stesso bonifico di € 500,00 quindi non può essere utilizzato dalla banca per ridurre gli interessi capitalizzati conteggiati il 1° febbraio.
Tutti coloro che ravvisino anomalie nell’addebito degli interessi capitalizzati a marzo sono invitati a prendere contatto con CODICI ai seguenti recapiti: http://codici.org/servizi-bancari.html o al numero dello sportello legale 06.5571996.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Civitan International conferisce Honorary Membership a VicePresidente Croce Rossa

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

rosario-valastroRoma. In occasione della visita in Italia del Vice President, Conventions, Meetings & Awards del Civitan International, Mary M. Luck, è stata conferita la Honorary membership di questa importante Organizzazione internazionale al Vice Presidente Nazionale della Croce Rossa Italiana, Rosario Valastro. La cerimonia, tenutasi in una prestigiosa location nel centro della Capitale, è stata presenziata dal Segretario Generale per l’Italia del Civitan International, Carmelo Cutuli e dal Segretario Generale per Malta, Gaetano Armao, in presenza di rappresentanti della società civile, del mondo professionale e delle associazioni di volontariato.
Rosario Valastro, di Acireale, è avvocato e patrocina dinanzi la Cassazione e le altre giurisdizioni superiori. Esercita, in particolare, nel campo del diritto amministrativo. Svolge patrocinio e difesa legale anche per conto di Comuni ed Enti e ha svolto altresì la professione di consulente legale in diverse Società, anche in materia di riservatezza sui dati personali, ed ha al suo attivo la docenza in svariati corsi di formazione. È volontario della C.R.I. dal 1993 e, prima di essere eletto Vice Presidente Nazionale, ha ricoperto tutti i ruoli all’interno dei Giovani della C.R.I. nonché la carica di Presidente Regionale C.R.I. della Sicilia.“Il Civitan International, Organizzazione di service internazionale che proprio quest’anno celebra i cento anni di attività, collabora sin dalla fondazione con le più importanti organizzazioni di volontariato mondiali ed è partner della International Red Cross – ha dichiarato Carmelo Cutuli, Segretario Generale del Civitan International per l’Italia – è per noi pertanto un onore conferire al Vice Presidente CRI Rosario Valastro la qualifica di socio onorario per l’attività svolta a favore del volontariato, nell’ottica peraltro della possibile attivazione di future collaborazioni tra il Civitan e la Croce Rossa anche nel nostro Paese”Il Civitan International (www.civitan.org), con sede a Birmingham, in Alabama, è un’organizzazione internazionale di service club a favore della comunità fondata nel 1917. L’Organizzazione mira a “costruire buoni cittadini”, fornendo una organizzazione di volontariato basata su club dedicati a servire le esigenze individuali e della comunità con particolare attenzione per l’assistenza di persone con “disabilità dello sviluppo”.
Hanno fatto parte attiva del Civitan International personaggi molto importanti nella storia degli Stati Uniti quali Thomas A. Edison, Rep. Joseph W. Byrns, Sr., Juliu Vanderbilt ed i Presidenti Calvin Coolidge, Franklin D. Roosevelt, John F. Kennedy ed Harry Truman.(CUT/OPNMKR) Foto: In ordine: Rosario Valastro (VP CRI), Carmelo Cutuli (GS Italy Civitan International), Mary Luck (VP Conventions Civitan International), Gaetano Armao (GS Malta Civitan International).

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Danze e canti della Sardegna

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

giorgio-adamotenore-supramonteRoma Mercoledì 1 marzo alle 18.00 nell’Auditorium “Ennio Morricone” dell’Università di Roma “Tor Vergata” (Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1) per la stagione dei concerti organizzata dall’Associazione Roma Sinfonietta sono di scena le danze, i tenores, le launeddas e i canti a chitarra della Sardegna, con alcuni dei solisti e dei gruppi più noti nel campo della musica tradizionale sarda. A sottolineare il legame molto forte tra queste musiche e il ballo interverranno due coppie di danzatori.Introducono Giorgio Adamo dell’Università di Roma “Tor Vergata” e Marco Lutzu dell’Università di Cagliari, che è stato il responsabile scientifico della grande Enciclopedia della Musica Sarda pubblicata dall’Unione Sarda.La musica tradizionale sarda, oltre ad essere molto varia e ricca e a presentare delle caratteristiche uniche al mondo, ha la particolarità di essere tuttora molto diffusa e presente nelle campagne e anche nelle città dell’isola. La giovane età di alcuni dei musicisti che partecipano al concerto è la testimonianza di come questa musica sia ancora una realtà viva e non un reperto del passato.Il canto a tenore, che ha avuto il riconoscimento di patrimonio culturale dell’umanità dall’Unesco, sarà eseguito dal gruppo Tenore Supramonte di Orgosolo. Questo tipo di canto è tipico della Barbagia, mentre sono diffuse nel sud e lungo la costa occidentale dell’isola le launeddas, unico esempio al mondo di clarinetto triplo, le cui tre canne vengono suonate da un unico esecutore con la tecnica delle respirzione continua. Si pratica in tutta la Sardegna il canto a chitarra, che è tuttora molto richiesto nei matrimoni, nelle feste di paese e in altre occasioni di festa. (foto: giorgio adamo, Tenore Supramonte)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Grazie alla collaborazione con Intel, ZTE lancia la prima IT BBU 5G del mondo

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

barcelonaBARCELLONA, Spagna, /PRNewswire/ ZTE Corporation (0763.HK / 000063.SZ), affermato provider internazionale di soluzioni di telecomunicazioni e di tecnologia per consumatori e imprese nel settore dell’Internet mobile, ha annunciato oggi il lancio di IT BBU 5G, unità banda base di prossima generazione, realizzata in collaborazione con Intel® Corporation. L’unità IT BBU rappresenta la prima soluzione RAN 5G al mondo, basata sulla tecnologia SDN/NFV (Software Defined Networking/Network Function Virtualisation).Avvalendosi dell’avanzata tecnologia di virtualizzazione SDN/NFV, l’unità IT BBU modulare è compatibile con sistemi 2G/3G/4G/Pre5G e supporta reti di accesso cloud-radio (C-RAN), reti RAN distribuite (D-RAN) e unità 5G distribuite e centrali (CU/DU), che le conferiscono una solida potenzialità per sviluppi futuri. Quale ultima generazione di piattaforme di processing in banda base modulari basata su architettura Intel®, IT BBU dispone di altissima capacità, elevata integrazione e funzionalità di networking flessibili e multimodali. È in grado di ridurre in modo significativo il consumo energetico con sofisticati algoritmi e meccanismi, di supportare i business verticali e una distribuzione flessibile in più scenari, nonché di supportare reti ibride 4G e 5G per un’efficace protezione degli investimenti degli operatori.In genere, per ampliare portata e funzioni le reti mobili ricorrono all’incremento della dotazione hardware, ma questa soluzione fa aumentare il consumo energetico oltre a complicare i processi di manutenzione e uso. Ne risulta un aumento del TCO che danneggia lo sviluppo della rete nel lungo termine, compromettendone l’evoluzione. La nuova generazione di piattaforme di reti ZTE basata sulle tecnologie SDN/NFV aiuta a ovviare a queste problematiche. Virtualizzando le funzioni delle apparecchiature di rete, la piattaforma di processing in banda base è in grado di trasportare funzioni di rete diversificate in modo più flessibile, accelerando in modo significativo la distribuzione e l’ottimizzazione della rete, e riducendo di conseguenza il costo dell’investimento complessivo.”Le tecnologie Intel alimentano oltre al cloud miliardi di dispositivi informatici smart sempre connessi, per cui siamo felicissimi di avere un partner nel settore del 5G. Da questa collaborazione scaturirà lo sviluppo a lungo termine delle due nostre aziende” ha dichiarato Jianguo Zhang, Senior Vice President di ZTE. “Data la nostra posizione leader nel fornire soluzioni e apparecchiature di comunicazione, il 5G rientra nella strategia chiave di ZTE, da sempre dedicata alla ricerca e allo sviluppo delle tecnologie di virtualizzazione. La cooperazione tra ZTE e Intel offrirà agli operatori di telefonia una rete aperta, più semplice e più flessibile e rappresenterà un valore maggiore per gli utenti.”
ZTE è un fornitore di sistemi avanzati di telecomunicazioni, di dispositivi mobili e di soluzioni tecnologiche professionali per consumatori, carrier, imprese e settore pubblico.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vision di Ford ‘City of Tomorrow’

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

fordBarcellona, Spagna. Per oltre mezzo secolo, i veicoli commerciali hanno giocato un ruolo chiave nell’ambito della logistica delle merci. I droni, invece, sono senz’altro un fenomeno più moderno. Ma i due vettori, in futuro, potrebbero lavorare l’uno al fianco dell’altro, per migliorare la mobilità ‘dell’ultimo miglio’ nelle aree urbane. Ecco un esempio di quello che potremmo aspettarci dalle città del domani, secondo la vision di Ford ‘City of Tomorrow’.I van elettrificati a guida autonoma potrebbero continuare a occuparsi, in modo efficiente, del trasporto di ogni genere di merce, dai generi alimentari ai medicinali; potrebbero però essere coadiuvati da droni per raggiungere destinazioni inaccessibili con un mezzo di terra, come, ad esempio, in cima a un grattacielo o in luoghi poco pratici, scarsamente sicuri o dove sarebbe impossibile parcheggiare il veicolo.L’innovativo sistema di consegne ‘Autolivery’, sviluppato da un team di dipendenti-inventori Ford all’ultima ‘Last Mile Mobility Challenge’, che grazie alla cooperazione tra van elettrificati a guida autonoma e droni potrebbe rivoluzionare la logistica ‘dell’ultimo miglio’ nelle città del futuro, sarà presentato al Mobile World Congress di Barcellona nell’ambito della vision di Ford ‘City of Tomorrow’, attraverso un video-concept in grado di far vivere l’experience attraverso la realtà virtuale.
Il video-concept trae spunto dai preparativi per una cena… al mancare dell’ingrediente fondamentale, questo viene ordinato e immediatamente recapitato, giusto in tempo per salvare la ricetta e la serata! Considerando che, secondo gli studi di settore*, nell’ultimo anno, il 2016, gli automobilisti delle realtà urbane europee hanno trascorso fino a 91 ore bloccati nel traffico, il sistema di consegna ‘Autolivery’ mette in luce come le nuove tecnologie possano migliorare la vita dei consumatori grazie ad abitazioni connesse, e contribuire in tal senso ad aprire la strada ad un futuro più sostenibile.
La vision ‘City of Tomorrow’ è un programma creato per ispirare innovazione tecnologica e offrire soluzioni alle sfide in tema di mobilità che dovranno essere affrontate dalle realtà metropolitane, dalla congestione dovuta al traffico all’inquinamento atmosferico, con la finalità ultima di aiutare le persone a muoversi più facilmente, oggi e in futuro.
Lo spazio stradale sarà riconvertito in aree verdi, consentendo una migliore qualità della vita per la collettività urbana. Ford invita regolarmente i propri dipendenti, imprenditori e start-up a sviluppare soluzioni innovative attraverso hackathon e challenge. ‘Autolivery’, infatti, è stato sviluppato da 3 dipendenti-inventori della sede di Shanghai, Euishik Bang, James Kuo e Chelsia Lau, partecipanti all’ultima ‘Ford Last Mile Mobility Challenge’, organizzata per raccogliere nuove soluzioni di mobilità per le aree urbane.
Ford, inoltre, entro il 2021, introdurrà il suo primo veicolo a guida autonoma, destinato a operatori di ride-sharing e servizi navetta on-demand, conforme allo standard SAE-4, che non prevede la presenza fisica di un pilota.L’offerta di veicoli elettrificati continuerà a crescere: si prevede, infatti, che entro 15 anni i veicoli elettrificati supereranno nelle vendite globali quelli alimentati esclusivamente da motore a benzina. Le modalità di trasporto condiviso continueranno a diffondersi in maniera crescente e le comunicazioni tra veicoli connessi e infrastrutture si svilupperanno ulteriormente.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ospedali e medici sui social tra informazione e privacy

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

dirittiLa vicenda dell’ospedale di Nola arrivata su tutti i giornali, in cui una persona ha fotografato pazienti curati per terra per mancanza di posti letto ha scoperchiato un vaso di Pandora: denunce, interviste e la scoperta dell’esistenza di decine di gruppi sui principali social. Sono gruppi segreti o chiusi che hanno lo scopo di raccogliere le segnalazioni sui disservizi delle varie strutture sanitarie italiane. Sono già decine, vi si accede su invito e sono difficili da individuare ma si stima che ne nascano circa 10 al giorno.Più che una moda, un desiderio di denuncia, una valvola di sfogo, un luogo dove canalizzare commenti rabbiosi. Tanto praticamente tutti hanno in tasca un tablet o uno smartphone con cui riprendere la visita medica del parente o registrare l’audio della propria, spiare cosa accade in corsia e raccogliere documentazione per eventuali denunce di disservizi. Il passo successivo è postare il video su un social network e raccogliere la solidarietà degli altri membri, oppure collezionare testimonianze analoghe. Peccato che si rischi di commettere un illecito, se non addirittura un reato, come spiega l’avvocato Salvatore Frattallone, del Foro di Padova e Chairman del Network di avvocati View Net Legal.
Il Garante per la privacy ha chiarito che se le informazioni sono caricate online e risultano visibili in rete in modo libero, da parte di chiunque si connetta al web, allora operano le più stringenti regole della privacy.Dunque, bisogna prestare attenzione alle regole sulla privacy del proprio account sui social: rendere il post visibile a tutti o solo agli amici fa una bella differenza! I social network devono essere considerati dei mezzi divulgativi di informazioni verso una quantità indeterminata di soggetti e quindi potenzialmente devastanti.Il fatto di caricare foto altrui su di un profilo facebook (o un gruppo), purché ‘chiuso’, non comporta, di per sé, l’applicazione del Codice della Privacy ma può aprire la strada del penale. Può essere commesso, infatti, il reato di corte europea giustiziadiffamazione quando si verifica una lesione dell’altrui reputazione (purché la comunicazione avvenga fra almeno tre persone).Per essere colpevoli del delitto, basta un commento offensivo o un LIKE ad un commento offensivo della dignità del soggetto ripreso; peraltro, nel processo penale, si può innestare una causa civile se la vittima intende ottenere un risarcimento per la reputazione che gli è stata lesa. In questi casi, infatti, opera l’art. 595 c.p. perché è fuori discussione che il binomio ‘immagine+didascalia’ è sicuramente idoneo a ledere la professionalità o l’immagine dell’ospedale, al pari di quella delle persone riprese in video e dileggiate.
Per la Cassazione, il post su Facebook, se offensivo, comporta l’aggravante ex art. 595, co. 3, c.p. perché il reato è stato consumato attraverso un mezzo di pubblicità, che fa scattare la pena da 6 mesi a 3 anni (Cass. Pen., Sent. n° 4873/17).“Se una persona scatta una foto o gira un video e la tiene per sé, non c’è alcuna violazione, ammesso che il documento non contenga ad esempio informazioni sullo stato di salute di un soggetto riconoscibile, perché sono dati considerati sensibili e soggetti alla riservatezza. Quindi in questo caso, social network o no, prima di effettuare la ripresa è necessario sia dare l’informativa (art. 13), che ottenere il consenso scritto dell’interessato, sennò il trattamento è illecito. Anzi, in alcuni peculiari casi è stato persino ritenuto integrato il reato di ‘interferenze illecite nella vita privata’” prosegue l’avvocato Frattallone.Se sono il familiare della persona ricoverata, posso riprendere il parente per uso personale, senza postarlo, qualora mi serva la prova di una responsabilità medica, ad esempio. Ma se la ripresa è destinata ad essere postata sui social, ho bisogno anche del consenso scritto delle altre persone riprese nella stanza d’ospedale.
Mentre nel caso sia fotografato un operatore sanitario da parte di un paziente entra in gioco l’art. 4 dello Statuto dei Lavoratori, per il quale v’è il divieto assoluto di controllo del lavoratore tramite impianti audiovisivi o altre apparecchiature simili, salvo siano state ottenute le prescritte autorizzazioni. In questo senso, la tutela del lavoratore deve ritenersi trasversale. Se, facciamo un esempio, un infermiere gioca al pc mentre è di turno al lavoro, la condotta può essere fotografata da un paziente ma solo per allegarla ad una denuncia da consegnare alle autorità che per accertare l’illecito dovranno comunque eseguire delle indagini su mandato di un giudice. Quindi non ogni impiego delle risorse tecnologiche è di default lecito e consentito. Ricapitolando, nel caso in cui si vogliano scattare delle foto o riprendere degli operatori sanitari mentre lavorano, va richiesto preventivamente il consenso. E se si riprendono, anche accidentalmente, degli altri pazienti (ad esempio allettati nella camera in cui sono ricoverati) a loro va chiesto il consenso scritto (o va documentato che il permesso è stato chiesto e concesso) e i volti vanno oscurati, a loro tutela.

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il cosmo magico di Leonardo da Vinci: l’Adorazione dei Magi restaurata

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

palazzo-pitti10Firenze 28 marzo – 24 settembre 2017 Uffizi, Galleria delle Statue e delle Pitture a cura di Eike Schmidt, Marco Ciatti, Cecilia Frosinini. L’Adorazione dei Magi di Leonardo da Vinci torna agli Uffizi dopo sei anni dedicati al restauro e alle indagini conoscitive dell’opera, condotti dall’Opificio delle Pietre Dure con il sostegno economico degli Amici degli Uffizi. La tavola fu commissionata a Leonardo nel 1481 dai monaci agostiniani per la chiesa di San Donato a Scopeto; la partenza del maestro per Milano, nel 1482, determinò l’abbandono dell’opera, mai ultimata da Leonardo, tanto che alcuni anni più tardi i committenti fecero eseguire a Filippino Lippi un’altra pala d’altare con l’Adorazione dei Magi, terminata nel 1496. Il dipinto, interrotto da Leonardo dopo una lunga elaborazione preliminare, rimase per qualche tempo nelle case della famiglia fiorentina dei Benci, per poi entrare nelle collezioni dinastiche dei Medici. Costituisce oggi la tavola vinciana di più grandi dimensioni pervenutaci (cm. 246 x 243). Il suo restauro, oltre ad aver risolto alcuni problemi conservativi, ha consentito di recuperarne tonalità cromatiche inaspettate e la sua piena leggibilità, ricchissima di dettagli affascinanti che aprono nuove prospettive sul suo complesso significato iconografico. Con l’Adorazione dei Magi di Leonardo, viene esposta anche la versione eseguita da Filippino Lippi nel 1496, in un affascinante dialogo che farà emergere le diversità tra i due maestri e la loro differente interpretazione del soggetto, frutto delle mutazioni politiche e culturali intercorse a Firenze nell’arco di poco più di un decennio.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tesori salvati, tesori da salvare

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

firenzeFirenze 28 marzo – 30 luglio 2017 Uffizi, Aula Magliabechiana a cura di Gabriele Barucca. La mostra, i cui proventi verranno utilizzati per la ricostruzione dei monumenti colpiti dal sisma, presenta una selezione di capolavori provenienti dai paesi e dalle cittadine delle Marche, in particolare dalle province di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata colpite dal terribile terremoto che ha semidistrutto o reso inagibili le chiese, i palazzi e i musei dove erano custoditi, spesso fin dalla loro origine. Occasione eccezionale per far conoscere i tesori di questi territori dell’entroterra marchigiano meridionale, l’iniziativa intende costituire un omaggio alle Marche da parte delle Gallerie degli Uffizi, che, grazie all’eredità di Vittoria della Rovere, mantengono un forte legame storico con le collezioni artistiche marchigiane e in particolare urbinati. La scelta delle opere esposte si prefigge anche l’intento di ripercorrere sinteticamente un ideale percorso nella storia dell’arte di questi territori a partire dal Medioevo e fino al XVIII secolo. Sono promotori della mostra, insieme alle Gallerie degli Uffizi, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche e il Segretariato Regionale Mibact per le Marche.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Morante e le scrittrici del Novecento

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

Roma Venerdì 3 Marzo 2017, ore 16:19 / 5 Maggio 2017 Dipartimento di Studi Umanistici, Aula 22 Via Ostiense 234 Nell’ambito dell’insegnamento dedicato a “Scrittrici, scrittori e opere della Letteratura italiana” del corso di laurea in Lettere, avrà luogo un ciclo di incontri dedicato a Morante e le scrittrici del Novecento, in collaborazione con la Società Italiana delle Letterate. Intervengono studiose e critiche che da diversi posizionamenti hanno affrontato questioni come quella del canone letterario, l’insegnamento della letteratura ai vari livelli della formazione, il suo apprendimento. Agli incontri parteciperanno studenti del corso e insegnanti e il corso ha il riconoscimento del Miur come corso di formazione e aggiornamento. http://www.societàdelleletterate.it

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Citazione poetica e trazione semantica: Platone

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

Roma Venerdì 3 Marzo 2017, ore 15:00 Dipartimento di Studi Umanistici, Aula Paolo Radiciotti Via Ostiense 234/236 il Prof. Mauro Tulli (Università di Pisa) terrà, nell’ambito del ciclo di seminari d’Antichistica, un seminario sul tema: Citazione poetica e trazione semantica: Platone.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premiazione immatricolazione gratuita a Roma Tre

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

Roma Giovedì 2 Marzo 2017, ore 16:00 Dipartimento di Matematica e Fisica, Aula F Largo S.L.Murialdo. A seguito della gara del 21 febbraio che si è tenuta al Dipartimento di Economia, aperta agli studenti dell’ultima classe delle scuole superiori, si terrà al Dipartimento di Matematica e Fisica la cerimonia ufficiale di premiazione dei primi classificati. Sono invitati tutti gli studenti che hanno partecipato alla gare, con i loro professori. Nella edizione passata la premiazione è stata presieduta dal rettore Mario Panizza.Il programma prevede:
Ore 16:00: Benvenuto e saluti
Ore 16:10: Seminario per gli studenti del Prof. P. Caputo “Probabilità e paradossi”
Ore 16:40: Premiazione degli studenti vincitori
http://dmf.matfis.uniroma3.it/matematica/orientamento/gare.php

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »