Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 209

Archive for 5 febbraio 2017

Study adds to evidence that electronic cigarettes are not harmless

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

sigaretteSophia Antipolis. A study published in JAMA Cardiology has added to growing evidence that electronic cigarettes (e-cigarettes) are not harmless. “Studies like this give further confirmation that e-cigarettes are not harmless,” said European Society of Cardiology cardiovascular prevention spokesperson Professor Joep Perk.“If I was a minister of health I would put my efforts into public anti-smoking campaigns especially directed towards the younger generation, and not promote e-cigarettes as an alternative to smoking,” he continued. “There are studies also showing that people that start with e-cigarettes have a tendency to become persistent tobacco cigarette smokers as well.” The 2016 European guidelines on cardiovascular disease prevention flagged up the need for further research on the long-term effects of e-cigarettes. The current study included 23 habitual e-cigarette users (used most days for at least one year) and 19 non-users between the ages of 21 and 45 years. It found that habitual e-cigarette users were more likely than non-users to have increased cardiac sympathetic activity (increased adrenaline levels in the heart) and increased oxidative stress – known mechanisms by which tobacco cigarettes increase cardiovascular risk. The authors said the findings “have critical implications for the long-term cardiac risks associated with habitual e-cigarette use” and “mandate a re-examination of aerosolized nicotine and its metabolites”. They added that causality could not be confirmed on the basis of this single, small study, and that further research into the potential adverse cardiovascular health effects of e-cigarettes is warranted. “Nicotine stimulates the central nervous system, so it’s not at all surprising that people continuously taking nicotine get this sympathetic stimulation,” said Professor Perk. “This then might lead to irregular heartbeat and raised blood pressure, and probably has long-term deleterious effects on the blood vessel walls.” “It is too large a step to say that these negative effects are proof that people are going to die early because they used e-cigarettes,” he continued. “To prove this you have to put people on e-cigarettes for 10 to 15 years and see how many die early – a study that will not be done for ethical reasons. The weakness of all studies in this field is that they are observational and small, and they look at indicators of vascular wall damage rather than incidence of cardiovascular disease or death.” Professor Perk said that, even after this study, e-cigarettes could still be used to help people stop smoking tobacco cigarettes, but they should be used with caution and other methods should preferably be tried first. He said: “E-cigarettes are one of the tools we have in nicotine replacement therapy but as clinicians we should be cautious of putting people on large amounts of central nervous system stimulant drugs. Other smoking cessation schemes, such as chewing gum or patches, always include the decision to taper off use and eventually stop. This is not in general the case with e-cigarettes, which tend to be seen as a replacement and not a weaning off nicotine addiction. In fact they prolong the addiction.” “This is an area where we need more knowledge,” continued Professor Perk. “The more data we collect, the more it seems that nicotine replacement strategies that taper off and ultimately end nicotine use are the way to go.” “At the end of the day the best thing is simply to prevent people ever getting into the vicinity of nicotine,” he concluded.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Number of children emerging as cardiovascular risk factor for both parents

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

cardiologiaSophia Antipolis Number of children is emerging as a novel factor that influences the risk for some cardiovascular diseases (CVD), and in some societies in both parents, according to Professor Vera Regitz-Zagrosek, chairperson of the European Society of Cardiology “management of CVD During Pregnancy” guidelines task force.Her comments come as new research published in Circulation found that experiencing multiple pregnancies increases a woman’s risk of developing atrial fibrillation (AF) later in life.1. “The authors describe a linear increase in AF with increasing number of children” said Professor Regitz-Zagrosek. “This is interesting by itself and an explanation could be given by biological and sociocultural factors.” A study of 0.5 million Chinese people found a statistically significant J-shaped relationship between number of children and risk of coronary heart disease and stroke.2 “It means that the risk decreases with one child, then increases with two or more children,” she said. “In the AF study, a J-shaped relationship was not statistically significant, but this may be because it was in around 34 000 women and relatively small in comparison with the Chinese study.” “The striking thing was that the Chinese study showed the same association for women and men,” said Professor Regitz-Zagrosek. “In a further study, they demonstrated the same J-shaped association between number of children and risk of diabetes in women and men.” “The authors believe that socioeconomic factors are the explanation,” she continued. “Having one child is protective because parents have social support in older age. But if they have a large number of children this benefit goes away because it increases the economic and social pressure on the parents.” “Number of children should be considered a new factor that may influence the risk for some cardiovascular diseases for women and men and included in research databases to be further investigated as a health indicator,” she added.
Professor Regitz-Zagrosek said further research should investigate biological and socioeconomic mechanisms to explain the relationship between number of children and cardiovascular risk. “There is evidence that pregnancy leads to alterations that change the body’s reaction to additional cardiovascular stressors,” she said, “And this may happen by epigenetic mechanisms. But the findings in Chinese men favour the socioeconomic explanation.” A separate study in Circulation found that delivering a premature baby may be associated with later cardiovascular disease, regardless of other risk factors.4 Researchers reviewed data on 70 182 women in the Nurses’ Health Study II and found that women who deliver a premature baby before 37 weeks gestation in their first birth have a 40% greater risk of later CVD compared to women who deliver at term, and those who deliver before 32 weeks are at twice the risk compared to full-term deliveries.Professor Regitz-Zagrosek said: “I fully agree that preterm delivery is a cardiovascular risk factor for women, just like preeclampsia or gestational diabetes. This study confirms the results of previous research and adds new findings: the increased risk from preterm delivery is not explained by previous lifestyle or coronary artery disease risk factors, and it’s also not accounted for by the development of risk factors after delivery.” “The paper’s weakness is that the only socioeconomic parameter it includes is parental education and we are not told if it is referring to the mother or father,” she added. “Again, socioeconomic mechanisms may be really important in this field.”

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Grotta dei Desideri, aumenta il montepremi a disposizione degli stilisti

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

abito-amadoriAMANTEA (Cs) – Mancano all’incirca trenta giorni alla scadenza del bando di selezione riservato agli stilisti che intendono partecipare all’edizione 2017 della Grotta dei desideri. L’evento di arte, moda e cultura, che avrà luogo ad Amantea tra l’1 ed il 4 agosto, non smette di stupire, tanto che la tredicesima edizione, senza ancora essersi disputata, è già destinata a passare alla storia come la più ricca di sempre. «Di concerto con le aziende private – spiegano gli organizzatori – che dal 2005 ad oggi non hanno fatto mai mancare sostegno e supporto, abbiamo deciso di procedere ad un sensibile aumento delle somme a disposizione dei designer ammessi alla fase finale: duemila euro per il primo classificato e settecento per il secondo. Ma come se tutto ciò non bastasse abbiamo deciso di confermare altri riconoscimenti. In particolare il vincitore della Fashion dinner riceverà un premio di trecento euro. Per la prima volta, inoltre, abbiamo riservato due borse di studio, da duecentocinquanta euro cadauna, agli stagisti della Rome University of Fine Arts che prenderanno parte al processo organizzativo della kermesse. Complessivamente il fondo capitale disponibile è pari a tremilacinquecento euro. Si tratta di una somma che non ha eguali in Calabria e a ben vedere in molte altre regioni d’Italia. La Grotta dei desideri è una vetrina perfetta, non solo dal punto di vista stilistico, ma anche da quello paesaggistico per favorire la conoscenza dei futuri protagonisti dell’arte sartoriale italiana».
La scadenza del bando è fissata inderogabilmente per il prossimo 4 marzo. Una data scelta non a caso dagli organizzatori che hanno voluto in tal senso omaggiare la grandiosità musicale di uno dei geni indiscussi del periodo contemporaneo: Lucio Dalla. In molti ignorano il legame che il cantautore bolognese aveva con la moda, non ricordando che per una delle sue creature più preziose, come “Tosca amore disperato”, ci fu una collaborazione a trecentosessanta gradi con Giorgio Armani che ideò i costumi di quel musical.
«Il progetto – proseguono gli organizzatori – vuole celebrare la relazione tra la moda, l’arte e la cultura: tra grandi ospiti e momenti di riflessione. Lo spettacolo, uno dei pochi esempi in Italia, è stato istituzionalizzato dal comune di Amantea con la delibera di giunta numero 333 del 25 novembre 2010 ileana-colavittoe nello stesso anno è stato dichiarato “evento di eccellenza” dalla Camera della moda. L’intento è promuovere i giovani talenti emergenti del design e dar loro una possibilità di confronto, formazione, crescita professionale e visibilità. L’evento, patrocinato dall’Assessorato al turismo del comune di Amantea e da Banca Mediolanum, è realizzato con il supporto dello studio di comunicazione Emmedia, dell’hotel “La Principessa”, della Rome University of Fine Arts e dello studio di consulenza legale dell’avvocato Ilaria Dolores Lupi. Il concorso è indirizzato a giovani stilisti diplomati, agli studenti degli istituti superiori pubblici e privati, alle accademie di design, moda e modellistica, alle università e alle scuole professionali. Possono partecipare altresì gli stilisti che abbiano già aperto un proprio atelier da meno di sei anni. L’evento si svolgerà ad Amantea dall’1 al 4 agosto, secondo un preciso calendario di serate e di iniziative. La commissione esaminatrice, delegata dalla direzione artistica e presieduta dal maestro Graziano Amadori, sceglierà i concorrenti ritenuti, a suo insindacabile giudizio, più meritevoli, sulla base di criteri di scelta predefiniti quali: stile, fattibilità, originalità, innovazione e sperimentazione. I partecipanti al concorso possono esprimere la propria espressività in massima libertà, senza temi fissi. I prescelti dovranno presentare gli abiti facendo riferimento alla taglia 42. I nominativi degli stilisti ammessi alla fase finale verranno pubblicati online sul sito lagrottadeidesideri.wordpress.com entro e non oltre il prossimo 30 marzo 2017». (foto: Abito Amadori, Ileana Colavitto)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Brunetta: “Renzi vuole le elezioni subito? Vada da uno psicanalista”

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

Banca d'Italia“Il Paese è allo sbando. I conti pubblici non tornano, siamo emarginati in Europa, stanno venendo a galla tutte le marchette e tutte le spese pazze di Renzi. Il sistema bancario sta crollando, è fallito l’approccio renziano all’emergenza terremoto. Abbiamo il problema dell’ordine pubblico, quello dei migranti, una politica estera inesistente. Addirittura, dopo la risposta di Padoan alla lettera dell’Ue, si parla di Italia sulla via del commissariamento. E cosa vuole Renzi? Le elezioni anticipate. Ha la fregola delle elezioni anticipate per salvare se stesso, per non andare al Congresso, per avere ancora un barlume di visibilità e di esistenza politica. Non se ne può proprio più. Basta”.Così Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in un’intervista a “Il Dubbio”.“Ha ragione da vendere Calenda: prima viene il Paese, e poi tutto il resto, elezioni anticipate comprese. Renzi se ha dei problemi esistenziali trovi qualche altra formula per risolverli. Vada da uno psicanalista, si trovi un lavoro, vada a studiare all’estero, ma basta fare del male ancora a questa povera Italia. Renzi vuole andare subito al voto per evitare il confronto all’interno del Partito democratico. Si vada alle elezioni quando sarà necessario, con una legge elettorale adeguata, per avere un governo. È inaccettabile andarci, purchessia, pur di salvare il soldato Renzi. E’ da irresponsabili e da avventuristi. Basta, basta Renzi, basta con il Pd renziano. C’è la rivolta dei deputati del Pd, ed anche dei deputati renziani del Pd. Nessuno lo vuole più”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Il genere e la crisi della mascolinità e della femminilità”

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

Ateneo Pontificio Regina ApostolorumRoma 23 febbraio dalle ore 17 alle 18 presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum conferenza nel quadro del ciclo di conferenze “Il dialogo con la cultura”, “Il genere e la crisi della mascolinità e della femminilità” a cura di Padre Alberto Carrara L.C. L’ingresso è libero. In generale questa serie di conferenze intende offrire un percorso formativo improntato al confronto con il mondo della cultura nelle sue varie espressioni e discipline quali: la scienza, la politica, l’economia, la psicologia, la sociologia, la medicina, il diritto e le scienze ambientali. L’obiettivo è quello di dare ai partecipanti strumenti idonei e contributi culturali ma anche esperienze esistenziali costruttive in grado di fornire risposte concrete alla crisi culturale che attraversa la società globalizzata. In particolare, in questa, il Prof. Carrara L.C. avvierà una riflessione interdisciplinare sull’aspetto costitutivo della persona umana, che è la sua sessualità alla luce delle più recenti ricerche neuroscientifiche contemporanee. Il senso è quello di porre l’accento sulle due diverse prospettive ossia quella della mascolinità e della femminilità.
A seguito di una prima parte dedicata all’identità sessuale, il discorso si sposterà piuttosto sulle conquiste nel campo delle neuroscienze in merito alla natura umana sessuata nelle sue due varianti costitutive maschile e femminile.
Il quesito di fondo – dichiara il docente- che verrà sviscerato attraverso la presentazione, l’analisi ed il commento delle più significative ricerche neurobiologiche è se le neuroscienze possano supportare il fatto che la diversità sessuale non sia soltanto genetica, ormonale, fenotipica ma anche e significativamente neurobiologica, tanto da poter sostenere la presenza di un “cervello sessuato”, maschile e femminile. Verranno prese in considerazione le recentissime visioni su quello che è stato denominato il “cervello a mosaico” (Mosaic Brain) per quanto riguarda le caratteristiche sessuali a livello cerebrale. Lo scopo della conferenza è anche quello di dimostrare che la nostra dimensione sessuale, tratto costitutivo della persona umana, non si basa soltanto o esclusivamente su fattori causali e/o originanti di ordine estrinseco, come per esempio, fattori sociali e culturali, bensì, come le neuroscienze ci aiutano a capire, l’essere umano ha anche dimensioni biologiche e, nello specifico, neurobiologiche che lo accompagnano in maniera altrettanto costitutiva ed essenziale e di cui deve tener conto all’ora di porsi in relazione con se stesso e con l’ambiente circostante. Si ricorda che l’ingresso è libero.Fonte: http://www.upra.org

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bce: tassi bassi ancora a lungo, Qe oltre 2017 se serve

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

Bce taglia stima inflazione Eurozona 2014 a 0,7%

(FILE) A file photo dated 17 February 2014 showing the glass facade of the new building of the European Central Bank, ECB, (R) in the last light of the day in Frankfurt Main, Germany. ANSA/BORIS ROESSLER

La Bce ha confermato che il quantitative easing, cioè l’acquisto di debito da parte della Bce, continuerà “sino alla fine di dicembre 2017 o anche oltre se necessario”. “Apprezziamo gli sforzi di Draghi e della Bce che, per l’ennesima volta, conferma il messaggio positivo di poter proseguire con il Quantitative easing anche oltre il 2017, se necessario, ma è ormai evidente che la politica monetaria non può bastare per la crescita, se gli Stati non l’accompagnano con opportune politiche fiscali” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “I tassi hanno raggiunto una soglia sotto la quale non è più possibile scendere e di conseguenza gli effetti sugli investimenti sono altrettanto limitati. Quello che serve, quindi, è il rilancio della domanda e dei consumi in particolare. Il QE, insomma, a quasi due anni dalla sua partenza, ha più che altro l’effetto positivo di evitare manovre correttive per l’aggiustamento dei conti pubblici. Certo che se poi gli Stati, come ad esempio l’Italia, non colgono questa occasione d’oro nè per ridurre il debito nè per rilanciare la crescita, ecco che gettiamo al vento questa opportunità” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Presentazione del volume “Avventure dell’Educazione. Studi in onore di Enver Bardulla”

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

parma universitàParma Mercoledì 8 febbraio 2017, alle ore 17, nell’Aula Magna del Palazzo Centrale dell’Ateneo, si terrà la presentazione del volume “Avventure dell’Educazione. Studi in onore di Enver Bardulla”, edito da Anicia, alla presenza del Rettore dell’Ateneo Loris Borghi, di Diego Saglia, Direttore del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali, di Davide Papotti, Presidente dei corsi di laurea in discipline pedagogiche. Alla presentazione interverranno i docenti Franco Cambi (Università di Firenze), Francesco Mattei (Università Roma Tre) e Giuseppe Gilberto Biondi (Università di Parma), coordinatore dell’evento.Enver Bardulla, professore emerito dell’Ateneo parmense, è stato Professore ordinario dal 1991 e Direttore prima dell’Istituto di Pedagogia, poi del Dipartimento di Scienze della Formazione e del Territorio dal 2003 al 2011. Accanto all’attività didattica e di ricerca su temi quali l’epistemologia pedagogica, lo scoutismo, l’educazione ambientale, ha ricoperto per molti anni un ruolo centrale per l’area pedagogica dell’Ateneo, promuovendo con determinazione la riapertura dei corsi di laurea triennale e magistrale in Scienze dell’educazione e il rafforzamento degli ambiti disciplinari ivi coinvolti. Sul piano nazionale è stata costante la sua partecipazione al dibattito scientifico, contribuendo alla fondazione della Società italiana di ricerca didattica. Anche nella sua funzione di Professore emerito è rimasto per molti colleghi un punto di riferimento, in virtù della sua esperienza in molti aspetti nevralgici della vita accademica.
Il volume in suo onore, ideato e coordinato dal prof. Giovanni Gonzi per celebrarne il pensionamento e il successivo conferimento da parte del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del titolo di professore emerito, raccoglie una serie di saggi appartenenti a una pluralità di ambiti disciplinari, cercando di rappresentare l’ampiezza degli interessi di ricerca e della rete di relazioni coltivate dal prof. Bardulla durante la sua carriera accademica. Docenti e ricercatori di area pedagogica dell’Ateneo e di altre sedi, rappresentanti dell’ambiente dello scoutismo, collaboratori e amici dai profili e competenze diverse hanno voluto portare in questo volume testimonianza di un cammino comune.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le Piace Brahms?

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

cappella-sistinaRoma 12 febbraio, ore 11.00 Teatro Sala Umberto, Via della Mercede, 50 a 120 anni dalla sua morte, Johannes Brahms verrà ricordato e omaggiato con “Le piace Brahms?”. Roma, è la città che il musicista amò e che fu per lui fonte d’ispirazione e rifugio (“pensa ad essere solo nella Cappella Sistina, a raggiungere nel pensiero i profeti di Michelangelo, uomo, Dio, mondo, tutto in uno solo!” scriveva il compagno di viaggio Billroth in una lettera a Eduard Hanslick). Un concerto unico, nella cornice perfetta di una delle sale storiche di Roma, che proprio pochi anni prima della morte del grande musicista, nel 1882, nacque per ospitare concerti e operette. Tre grandi artiste di calibro internazionale (Katia Castelli, mezzosoprano, Ilona Bàlint alla viola ed Edina Bak al pianoforte) daranno vita ad alcuni indimenticabili capitoli della musica di Brahms, raccontando attraverso le note la storia di un grande artista e del suo rapporto con la bellezza e la poesia, con splendidi brani tratti dal repertorio liederistico dell’autore, trascrizioni dalle Danze Ungheresi e la celebre e sempre amata Sonata Op. 120 n°2. Per molti un “anti-Wagner”, nella musica da camera e nei lieder che saranno protagonisti al Sala Umberto, Brahms mostrò più che altrove la sua ispirazione poetica, la dimensione del rapporto umano, la ricerca di un movimento nuovo e più libero, il superamento di una corazza difensiva e le sue audaci innovazioni. Contenuti presenti anche nella splendida sonata, la seconda dell’op. 120, in questo caso eseguita dalla viola, ma prevista anche per clarinetto. Al Teatro Sala Umberto, verranno eseguiti anche due lieder tratti dalla raccolta di quattro Lieder eines fahrenden Gesellen (Canti di un compagno di viaggio) di Gustav Mahler, il grande compositore boemo nato nel 1860 e, da giovane esordiente, puntigliosamente criticato da Brahms, furono inizialmente destinati a voce e orchestra, quest’ultima qui evocata dal sapiente uso del pedale del pianoforte, e nacquero da un amore infelice dell’autore per un’ affascinante cantante. Costo del biglietto: intero platea 18,00 €, intero galleria 12,00 €, ridotto platea 14,50 €, ridotto galleria 9,50 €, Bibliocard, Cral dopo lavoro e over 65, under 25, 5 €

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma capitale: Quanto pesano i diritti?

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

campidoglioRoma martedì 7 febbraio alle ore 15.30 nella sala della Protomoteca in Campidoglio l’assemblea è promossa oltre che dall’USB, anche dalla Carovana delle Periferie, da Diritto alla Città e da Salviamo il Paesaggio. Promotori dell’assemblea Carovana delle Periferie, Decide Roma, Unione Sindacale di Base, Forum Salviamo il Paesaggio.
E’ stato da poco approvato il bilancio della città di Roma con grande soddisfazione della giunta. Noi invece siamo preoccupati perché riteniamo che i diritti, soprattutto quelli sociali, abbiano pesato troppo poco nei conti del più grande Comune d’Italia. Le raccomandazioni dei revisori dell’OREF e la spinta a stare dentro i vincoli l’hanno fatta da padrone ancora una volta, costruendo un bilancio in piena continuità con quelli degli ultimi anni.
Perché le questioni sociali, dalla casa al lavoro, i due grandi temi che stanno a cuore a migliaia di romani, non entrano dentro i calcoli della giunta?
Il 4 ottobre si organizzò una grande assemblea popolare in Campidoglio che voleva essere un invito all’amministrazione a collaborare con i cittadini ed i movimenti sociali per provare a cambiare il volto della città. La giunta rispose chiudendo le porte e la sala della Protomoteca. Dopo altri quattro mesi purtroppo i segnali di un cambiamento vero non si sono avvertiti, mentre i drammi sociali continuano a mordere. Non basta il rispetto delle procedure per produrre un’inversione di tendenza rispetto ai tagli ai servizi sociali, ai licenziamenti, alla disoccupazione di massa, agli sfratti ed alla disperazione delle periferie. Più legalità non si traduce automaticamente in maggiore giustizia sociale e questo comporta un pericoloso sentimento di disillusione. Cittadini e lavoratori aspettano segnali forti di controtendenza e questi non si sono ancora manifestati. Anzi. La vicenda Almaviva così come il rischio di nuovi forti esuberi in Alitalia segnalano che la tendenza alla perdita di posti di lavoro non si è arrestata, né del resto è cominciata una nuova politica di investimenti nei servizi pubblici che potrebbe non solo risanare il cattivo funzionamento degli stessi ma anche ridurre i numeri di una disoccupazione dilagante. Sul fronte abitativo tutto è fermo tranne la politica degli sfratti. Non si interviene per fermare la politica speculativa sul patrimonio degli enti privatizzati e dei fondi immobiliari. I soldi destinati all’emergenza casa non vengono utilizzati, il patrimonio di case popolari resta esiguo e invece di allargarlo si alimenta la guerra tra poveri con la politica degli sgomberi. Sui Piani di Zona infine, dove il ripristino della legalità potrebbe effettivamente garantire più giustizia sociale, l’amministrazione si muove con imbarazzante lentezza, che finisce per favorire chi ha speculato.
Serve un grande movimento che rimetta il tema dei diritti e delle questioni sociali al centro dell’agenda cittadina. Occorre che le tante vertenze sociali, ambientali e culturali della città trovino la modalità giusta per collegarsi e invertire l’ordine dei fattori: prima i diritti, poi l’equilibrio di bilancio.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Unione Naz Consumatori su inflazione: stangata da 342 euro per coppia con due figli

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

istatSecondo i dati provvisori di gennaio resi noti oggi dall’Istat, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC) registra un rialzo dello 0,9% su base annua, il tasso più alto da oltre 3 anni.”Una stangata che non ci voleva. Il balzo dell’inflazione a +0,9% significa, per una coppia con due figli, la classica famiglia italiana, avere una maggior spesa annua di 342 euro. Una cifra davvero considerevole” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. Secondo i calcoli dell’associazione, l’incremento dei prezzi dello 0,9% significa pagare, in termini di aumento del costo della vita, per una una coppia con 1 figlio, 321 euro in più su base annua, per una coppia senza figli, con più di 65 anni, 274 euro in più. Un pensionato con più di 65 anni sborserà 177 euro in più nei dodici mesi, 180 euro un single con meno di 35 anni, 261 euro una coppia senza figli con meno di 35 anni.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Il conforto” è il singolo più ascoltato in radio della settimana

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

radio mariaTiziano Ferro e Carmen Consoli si aggiudicano la prima posizione della classifica airplay dei singoli più ascoltati in radio della settimana.Secondo i dati rilevati da Radiomonitor (azienda britannica leader del settore che elabora classifiche airplay in tutti i territori del mondo adottando un algoritmo di monitoraggio riconosciuto dall’industria musicale internazionale), “Il Conforto” (Universal) ha raggiunto il maggior numero di contatti nei sette giorni di riferimento.“Shape of you” (Warner) di Ed Sheeran guadagna due gradini e si piazza in seconda posizione mentre The Weeknd, numero uno la scorsa settimana, scende fino alla terza posizione con “I feel it coming” (feat. Daft Punk).Posizone #58 per il nuovo singolo di James Blunt “Love me better” (Warner), che è anche la più alta nuova entrata della settimana seguito da Shakira feat. Maluma con “Chantaje” (Sony) in posizione #65 e “Run Up” (Warner) dei Major Lazer feat. Partynextdoor e Nicki Minaj alla 71. La novità più rilevante della settimana nella Top 100 è “Automaton” (Universal) il nuovo attesissimo singolo di Jamiroquai già in rotazione su 39 emittenti.Tra le tre major, Universal è la casa discografica con il market share più alto (31,46%), seguita da Sony (28%), Warner (27,08%) e dalle indipendenti Energy Production (3,43%), Carosello (1,84%) e Sugar (1,81%).

Posted in recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Volare Libere: La danza di One Billion

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

volare-liberefemminicidioRocca Massima martedì 14 Febbraio avrà inizio alle ore 14:00 con la Parata che partirà da Piazza Largo Secondo Mariani e sfilerà su via Vittorio Emanuele III per raggiungere il Belvedere della Madonnella dove verrà presentata l’opera scultorea Femminicidio di Francesco Guadagnuolo.Dopo Angelo Tomei (Sindaco Rocca Massima) e Cinzia Bagaglini (Pres. Ass. Chi Dice Donna), interverranno Valentina Treu (psicologa e psicoterapeuta) e Stefania Munari (Pres. Ass. Casa Lazzara, Resp. Comitato Valore Persona e Sportello SOStegno Donna Aprilia).Il ballo di gruppo diretto dall’insegnante Ilenia Dell’Uomo, si concluderà con il lancio in aria dei palloncini rossi, simbolo di denuncia ma anche di speranza che uniti si può sconfiggere questa piaga sociale. Le donne potranno effettuare voli gratuiti sulla zipline più lunga e veloce del mondo.Ci sarà una dimostrazione di difesa personale. Saranno allestiti: un info point con materiale divulgativo; uno stand con esposizione di lavori nati dall’estro creativo del mondo femminile; l’angolo con La merenda di una volta, ossia pane, olio, zucchero e vin brulé.Parteciperanno: ASD Atletico, ASD Matisse, Carabinieri in Congedo, Centro Turistico Giovanile, Fare Rete Onlus, Fight Club Frasca, Scout CNGEI, Gruppo Sportivo ASAR, I.C. Cesare Chiominto, Il Cammino, La Castagna, Monsignor Centra, Officina dell’Arte, Sbandieratori Leone Rampante.
Nel mese dell’amore inoltre viene promossa la giornata di prevenzione medica ‘Amati Donna’: sabato 11 Febbraio dalle ore 08:00 alle ore 15:00, presso il laboratorio analisi Elkalab di Aprilia sarà possibile effettuare a condizioni agevolate visita cardiologica, ECG a riposo ed eco tiroide. (foto: volare libere, femminicidio)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I deputati europei chiedono il riconoscimento automatico per le adozioni transfrontaliere

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

parlamento europeoBruxelles. Per una migliore protezione degli interessi dei bambini adottati, i deputati hanno sollecitato la Commissione europea a chiedere ai Paesi UE il riconoscimento automatico dei rispettivi certificati di adozione. La risoluzione votata giovedì propone un certificato europeo di adozione per accelerare il processo di riconoscimento automatico.Il documento invita la Commissione a proporre regole per un ampio riconoscimento comunitario delle adozioni all’interno dell’UE in casi dove chi adotta e chi viene adottato risiedano nella stesso Paese.La Convenzione dell’Aia richiede un riconoscimento automatico di adozione in tutti i Paesi firmatari, fra cui tutti gli Stati membri UE, ma essa si applica solo in casi nei quali i genitori e il bambino adottato provengano da due Paesi differenti.
I deputati hanno proposto la creazione di un Certificato europeo di adozione per accelerare il processo di riconoscimento automatico dei certificati di adozione “nazionali” a livello UE. Inoltre, chiedono standard minimi comuni da seguire in caso di adozione, non in forma legislativa ma piuttosto definendo delle linee guida.Il relatore Tadeusz Zwiefka, (PPE, PL) ha dichiarato: “Ogni adozione dovrebbe essere fatta nel miglior interesse del bambino, tenendo in conto le specifiche circostanze di ogni caso. Poiché con l’adozione si deve garantire al bambino amore, cura e un ambiente stabile, chiediamo alla Commissione europea di adottare misure in materia di riconoscimento dei certificati di adozione nazionali, in modo che le famiglie con bambini adottati abbiano la certezza del diritto quando si spostano in un altro Stato membro.”
Le famiglie che hanno adottato bambini adottati del loro proprio Paese devono oggi affrontare ostacoli giuridici e amministrativi quando si spostano da uno Stato membro a un altro. Ad esempio, i genitori potrebbero non essere in grado di occuparsi dell’istruzione o di un trattamento medico del loro bambino adottato, a meno che non abbiano avviato iniziative legali per dimostrare che ne hanno la custodia.
La risoluzione è stata adottata con 533 voti in favore, 41 voti contrari e 72 astensioni. Secondo la procedura dell’iniziativa legislativa, la Commissione, pur non essendo obbligata a seguire le raccomandazioni del Parlamento, in caso di rifiuto dovrà spiegarne i motivi. Questa risoluzione riguarda solo il singolo rapporto genitore-figlio. Non obbliga, quindi, gli Stati membri a riconoscere il rapporto giuridico tra i genitori e il bambino adottato.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Diritto di cronaca e tutela della persona”

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

università per stranieri di perugiaPerugia mercoledì 8 Febbraio 2017, con inizio alle ore 17.30 “Diritto di cronaca e tutela della persona” presso la Sala Goldoniana di Palazzo Gallenga dell’Università per gli Stranieri di Perugia. E’ il tema di un dibattito in programma al quale vi prenderanno parte Fausto Cardella, Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Perugia, Roberto Conticelli, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti dell’Umbria e Giovanni Paciullo, Magnifico Rettore dell’Università per gli Stranieri di Perugia.
Il confronto valuterà il bilanciamento tra il diritto all’informazione e la tutela della persona nei vari profili di rilevanza: identità personale, privacy e immagine. L’incontro è organizzato dall’ Associazione “L’Una e L’Altra” di Perugia e si colloca all’interno di un nutrito programma culturale della nuova libreria di via Ulisse Rocchi diretta da Alberto Mori.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Vogliamo Zero Epatite C”

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

medicina sociale parte primaLe stime più aggiornate dicono che in Italia circa 300.000 persone hanno una diagnosi di Epatite C; ogni anno sono circa 1.200 i nuovi casi di contagio diagnosticati. Dal 2015 sono finalmente disponibili cure efficaci e risolutive, ma il virus dell’Epatite C è ancora diffuso. In Italia sono circa 10.000 le persone che ogni anno muoiono a causa dell’Epatite C e delle gravi complicanze che da essa derivano (come cirrosi e tumore del fegato). La campagna sarà veicolata su tutti i mezzi di informazione e supportata da uno spot istituzionale e da video appelli realizzati grazie all’impegno a sostegno di EpaC di numerosi testimonial: il capitano del Milan e centrocampista della Nazionale, Riccardo Montolivo; l’attaccante della Lazio e della Nazionale Italiana Ciro Immobile; l’allenatore ed ex calciatore Hernán Crespo, il campione olimpico, oro nel Fioretto a Rio 2016, Daniele Garozzo, il giornalista sportivo Gianluca di Marzio e la conduttrice e scrittrice Rosanna Lambertucci. Alla campagna informativa è legata la raccolta fondi con sms solidale al 45544 dal 3 al 20 febbraio. I fondi raccolti contribuiranno a realizzare un Numero Verde EpaC a disposizione dei cittadini, promosso dall’Associazione come strumento fondamentale per essere ancora più vicina e raggiungibile per le persone colpite da Epatite C, dai loro familiari che necessitano di un’informazione accurata e autorevole sulla malattia, sulle possibili cure e sui modi e luoghi dove ottenerle.
Oggi il 95% delle persone con questa malattia può essere completamente guarito dall’infezione con un ciclo terapeutico di 3-6 mesi attraverso la somministrazione di farmaci per via orale, chiamati antivirali ad diretta, con effetti collaterali minimi se non assenti.
In Italia, negli ultimi due anni su un totale stimato di 300.000 pazienti con Epatite C circa 66 mila malati hanno potuto accedere alle cure con i nuovi farmaci garantite dai protocolli del Servizio Sanitario Nazionale, guarendo totalmente dall’infezione. Si tratta di una vera rivoluzione scientifica. Ma non basta.
Proprio in virtù di questa rivoluzione terapeutica, l’OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità ha recentemente messo a punto una strategia globale per l’eliminazione dell’Epatite C nel mondo e si è posta importanti obiettivi per il 2030: ridurre le nuove infezioni di epatite virale del 90% e ridurre il numero di morti a causa di epatite virale del 65%.
locandina-epacDal 1999 Epac onlus è il punto di riferimento in Italia per migliaia di malati di epatite. L’associazione ha due sedi (Roma e Monza): collabora senza vincoli di subordinazione, con Istituzioni, Centri Specializzati, Aziende; con Ministero della Salute, Regioni, Società Scientifiche, ASL, Agenzia del Farmaco ed altri stakeholders. E’ membro fondatore della European Liver Patients Association (ELPA), della World Hepatitis Alliance (WHA) e Fondatore di Alleanza contro l’Epatite (ACE).
Le principali attività svolte dall’Associazione sono relative a 3 grandi aree:
la consulenza ai malati e ai loro famigliari: il cuore dell’attività, della quale beneficiano decine di migliaia di cittadini che vengono “accolti” da persone qualificate e consigliati, informati e indirizzati ai centri di cura più idonei vicini a loro;
l’informazione e la prevenzione: diffusione di manuali cartacei, video, notiziari e una newsletter mensile. Campagne Informative Nazionali di prevenzione e lotta con spot TV, radio, conferenze e articoli stampa, screening nelle piazze per il controllo delle transaminasi e test salivari. (n.r. Siamo orgogliosi d’aver preso l’iniziativa di dedicare la prima parte dell’edizione di Medicina sociale 2016 al tema dell’epatite di cui riportiamo il frontespizio del libro e che è possibile richiederlo gratuitamente alla Fidest e lasciamo alla disponibilità di chi lo legge d’effettuare donazioni online con carte di credito o usare il circuito PayPal alla benemerita associazione EpaC onlus http://www.epac.it)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Entra nel vivo il progetto di riqualificazione del Lungomare Trieste

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

tratto-storicoLignano Sabbiadoro (Udine). Passo in avanti decisivo per la riqualificazione del Lungomare Trieste di Lignano Sabbiadoro. Nel pomeriggio di oggi, infatti, la Commissione di gara del Comune si è riunita per analizzare le offerte economiche presentate dalle imprese che vi hanno partecipato. Tra le 22 in lizza ha prevalso l’ATI (Associazione Temporanea Imprese) POLESE – ADRIACOS, definita quale impresa provvisoriamente “individuata”, ma non ancora “affidataria”: serviranno, infatti, ancora 15 giorni per le necessarie verifiche e controlli di legge. Poi, una volta incaricata, la prima tranche del cantiere potrebbe partire già a fine febbraio. I lavori, in questa fase, dureranno un paio di mesi al fine di evitare disagi durante la stagione turistica estiva e riprenderanno a partire dal mese di ottobre.
L’opera, ritenuta strategica per il rilancio in chiave turistica di Lignano, comporterà un investimento di 18,8 milioni di euro finanziati dalla Regione FVG. L’iter relativo al progetto è piuttosto articolato, a partire dalla procedura stessa di affidamento: non è stata utilizzata la semplice forma del massimo ribasso, ma quella dell’offerta economicamente più vantaggiosa «a garanzia – sottolinea il sindaco di Lignano Sabbiadoro, Luca Fanotto – di serietà e qualità confacente a un progetto di tale portata». Ora che la riqualificazione del Lungomare Trieste entra nel vivo, Fanotto si leva qualche sassolino dalla scarpa verso «coloro che hanno dubitato fino all’ultimo che questa Amministrazione sarebbe riuscita a cantierare un’opera così importante e complessa. Io e la mia Giunta, infatti, ci siamo messi a lavorare sul Lungomare dal primo giorno di insediamento nel 2012, superando innumerevoli ostacoli a partire da quello finanziario, che aveva visto un mutamento delle regole per l’utilizzo delle risorse. Siamo sabbiadoroinfatti riusciti, dopo due anni di lavoro intenso, a concordare con la Regione, che ha preso proprio come modello il caso di Lignano anche per tutte le altre opere pubbliche locali, la creazione di strumenti che permettessero il pagamento per stati di avanzamento. Un conto è infatti ottenere 20 milioni in 20 anni, un altro in soli 3 anni e noi ci siamo riusciti. Abbiamo rivisto il progetto per salvare il doppio filare di alberi – continua il sindaco – come promesso nel programma elettorale e come richiesto anche dalla Sovrintendenza e dal Comitato “Il Lungomare è di tutti”». A tal proposito, il sindaco sottolinea che alle imprese partecipanti è stato chiesto di indicare nell’offerta tutte quelle tecniche che potessero essere utilizzate per la salvaguardia degli alberi durante l’esecuzione dei lavori. Il nuovo Lungomare prevedrà inoltre un miglioramento della pista ciclabile che oggi percorre tutto il Lungomare di Sabbiadoro e che, grazie all’accordo siglato con Efa-Getur, collega Sabbiadoro con Pineta. Sarà anche agevolato il transito dei pedoni, grazie a un nuovo arredo urbano. Il sindaco Fanotto esprime grande soddisfazione per questo traguardo raggiunto, che permetterà alla Città di Lignano, entro 3 anni, di presentarsi sul mercato con un prodotto interamente riqualificato, con un complessivo miglioramento dell’offerta turistica.«Ringrazio – conclude il primo cittadino – oltre alla mia Giunta, anche il Responsabile unico del procedimento comunale, la Soprintendenza, la commissione di gara e naturalmente la Giunta regionale ed i funzionari regionali, che hanno creduto in questo progetto davvero importante per la nostra città». (foto: tratto storico, sabbiadoro)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Siamo al “revival” di Berlusconi?

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

berlusconi“Stiamo lavorando al centrodestra unito di governo. Non solo con la Lega di Salvini e Fratelli d’Italia della Meloni, ma anche con i Conservatori e Riformisti di Fitto, i Popolari di Mario Mauro, Idea di Gaetano Quagliariello, l’Udc di Cesa, Rivoluzione Cristiana di Rotondi, i Repubblicani di Nucara, la Destra di Storace e Alemanno, i Liberali di De Luca, il Nuovo Psi di Caldoro, le forze del civismo che stanno attorno ai nostri sindaci come Brugnaro a Venezia e Di Piazza a Trieste… Il centrodestra da sempre, in Italia e in Europa, è plurale. L’importante è convergere su programmi, valori e regole”.Così Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in un’intervista a “Il Dubbio”.“Le grandi coalizioni sono l’estrema ratio di un sistema democratico, si rendono necessarie quando tutti perdono. Quindi sono la negazione della democrazia. Sono un’uscita d’emergenza per non tornare immediatamente al voto e dare comunque un governo al Paese. Le assicuro, non ci sarà alcun Nazareno bis con il Pd di Renzi, noi siamo alternativi a Renzi. Noi siamo convinti che il centrodestra unito di governo, con Berlusconi in campo e protagonista, possa raggiungere e superare il 40%. I sondaggi, già in questi giorni, ci danno al 34%, con i dem fermi al 30% e i 5 stelle in caduta libera. Torneremo a governare il Paese”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival di produzioni originali: ‘L’amico di Cordoba’

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

lamico-di-cordobaRoma Lunedi 6 febbraio 2017 ore 21 Teatro Eliseo, via Nazionale 183 ‘L’amico di Cordoba’con Peppe Servillo, Javier Girotto e la Saint Louis Big Band diretta da Gianni Oddi. Il cantante Peppe Servillo e il sassofonista Javier Girotto incontrano la Saint Louis Big Band diretta da Gianni Oddi, in un progetto ispirato al tango, al jazz e alla canzone d’autore italiana.”L’amico di Cordoba” unisce l’anima sudamericana con quella mediterranea; la latinità dei protagonisti è il filo conduttore di una fusione di stili e di emozioni. I brani originali composti da Javier Girotto e Peppe Servillo saranno per la prima volta eseguiti da una Big Band, in una inedita veste orchestrale, grazie agli arrangiamenti originali di Luigi Giannatempo e Milena Nigro.
Peppe Servillo nasce ad Arquata Scrivia, in provincia di Alessandria, il 15 ottobre 1960, ma cresce a Caserta. Autodidatta, debutta nel 1980 con gli Avion Travel, con cui debutta nel 1986 con “Sorpassando”. Nel 2000 arriva anche la vittoria al Festival di Sanremo con la canzone “Sentimento”. Autore e anche attore, dal 2005 è protagonista del progetto speciale “Uomini in Frac”, concerto omaggio a Domenico Modugno rivisitato in chiave jazz a cui partecipano diversi musicisti italiani. Nel 2012 si ritrova assieme al gruppo dei Solis Spring Quartet per “Spassiunatamente”, lavoro che ripercorre il repertorio della canzone napoletana.
Nato a Cordoba (Argentina), vive a Roma ed è cittadino italiano a tutti gli effetti. Ventunenne si trasferì a Boston (USA), al “Berklee College of Music”, diplomandosi in “Professional Music” “Cum Magna Laude”. In quel periodo “americano” studiò sax e improvvisazione con Joseph Viola, Bill Pierce, George Garzone, Hall Crook, Gerry Bergonzi. Nelle sue performance americane si esibì con Danilo Perez, George Garzone, Hall Crook, Bob Moses, Herb Pomeroy e tanti altri musicisti americani e non, che rappresentarono per lui la vera scuola musicale, quella della strada e dell’esperienza. A 25 anni si stabilisce a Roma dove inizia la vera attività professionale. Il primo gruppo nato a Roma è “Tercer Mundo”, insieme ad Horacio “El Negro” Hernandez (latin jazz), un sestetto formato da piano, basso, percussioni, batteria, tromba e sax. Nello stesso periodo ha cominciato a scrivere e ad arrangiare un nuovo repertorio per un nuovo gruppo: i “Six Sax”, un quartetto di sassofoni, basso e batteria, col quale inciderà il suo primo CD, ospiti Bob Mintzer e Randy Brecker.
Da quel momento comincia a miscelare il jazz con le sue radici argentine, iniziando a scrivere e a pensare al tipo di musica che oggi da vita agli “Aires Tango” col quale ha registrato 7 CD. La sua musica è un misto di tango, jazz, etnica, caratterizzato da molta improvvisazione, scrittura e arrangiamento.Parallelamente ad Aires Tango collabora con il quintetto di Roberto Gatto, ha suonato anche con Rita Marcotulli , Enrico Rava, Paolo Fresu, Gianluca Putrella, Bebo Ferra, Antonello Salis, Gianni Coscia, Peppe Servillo, Angà Diaz, Furio Di Castri, Tony Scott, Arto Tuncbovacivan, Michel Benità, Carlo Rizzo, Aldo Romano, Luis Agudo Maurizio Gianmarco, Stefano Battaglia, Michel Godard, Anouar Brahem, Gianluigi Trovesi e molti altri.
Gianni Oddi è uno dei più attivi sassofonisti italiani, collabora stabilmente con il maestro Ennio Morricone ed è stato 1° Sax Alto dell’orchestra della RAI. Ha all’attivo alcuni progetti molto apprezzati in ogni parte del mondo ed ha una intensa attività concertistica.
Saint Louis Big BandLa Saint Louis Big Band è una formazione orchestrale che rispetta in pieno la struttura classica della big band ovvero 4 trombe, 5 sax, tromboni, sezione ritmica, 6 coristi.Il repertorio dell’ensemble, di tipo jazzistico, sfiora gran parte delle espressioni e dei cambiamenti che hanno caratterizzato la musica afro-americana fin dall’inizio del secolo scorso, proponendo alcune tra le pagine più belle della letteratura jazzistica orchestrale (Benny Goodman, Duke Ellington, Dizzy Gillespie). Vengono privilegiate le elaborazioni di arrangiatori contemporanei dell’area americana (Sammy Nestico, Don Sebesky, Bob Mintzer).Javier Girotto ha scelto la Saint Louis Big Band per eseguire ed incidere i brani del suo progetto “Escenas en Big Band”. (foto: l’amico di cordoba)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Festival Sanremo 2017

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

festival-sanremoPer l’edizione 2017 del Festival della Canzone Italiana, Sanremo sarà più che mai la “Città della Musica” con spettacoli, eventi, mostre, proiezioni, installazioni e iniziative culturali realizzate in ben 10 diverse location sparse per la città.Una strategia coordinata di comunicazione racconterà i palchi, le iniziative, le esposizioni e le installazioni d’arte integrate nel progetto “Sanremo Città della Musica” durante la settimana del Festival.Tutti gli eventi in programma sono promossi dal Comune di Sanremo (Assessorato al Turismo, Cultura e Manifestazioni) e sono coordinati dalla Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo che si avvale della direzione organizzativa e logistica di iCompany (www.i-company.it) che curerà anche la comunicazione. Di rilievo è anche la presenza di importanti sponsor e sostenitori come TIM, SIAE e NUOVO IMAIE che supporteranno la realizzazione degli eventi di Sanremo Città della Musica durante il Festival di Sanremo 2017, ed anche la collaborazione dei principali organizzatori delle rassegne cittadine (Rock in The Casbah, Zazzarazzazz, Bravo Jazz, Unojazz – Festival internazionale del Jazz e Premio Tenco). (foto: festival sanremo)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

14ª Giornata mondiale della sicurezza in rete

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

rete contatti globaliRoma 7 febbraio alle 10 in Campidoglio. Una giornata di confronto per riflettere su rischi e opportunità offerti dalla rete.Intervengono l’assessora a Roma Semplice, Flavia Marzano, e l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità solidale, Laura Baldassarre. Come insegnare a ragazze e ragazzi a distinguere informazioni vere e fonti affidabili da bufale e fake? Quali sono gli strumenti più efficaci per prevenire o contrastare fenomeni come cyberbullismo e sexting? Come si educa a convivere con gli altri anche in Rete?
Sono chiamati a rispondere a queste domande esperti, operatori, decisori, genitori che si confronteranno con docenti e studenti in Campidoglio martedì prossimo, 7 febbraio alle 10, nel corso dell’evento “Educazione civica 4.0: vivere bene con gli altri anche in Rete”, promosso da Fondazione Mondo Digitale e Microsoft Italia, con il patrocinio dell’Assessorato Roma Semplice e in collaborazione con De Agostini Scuola, in occasione del Safer Internet Day. L’obiettivo è ragionare soprattutto sulle opportunità offerte dalla rete per costruire un nuovo ecosistema per l’educazione e la formazione basato sulla cittadinanza 4.0, attiva, responsabile e inclusiva.
Intervengono: Flavia Marzano, assessora Roma Semplice, Mirta Michilli, direttore generale della Fondazione Mondo Digitale, Carlo Rinaldi, Digital & Social Marketing Leader di Microsoft Italia, Massimo Bruno, vice questore aggiunto della Polizia di Stato del Dipartimento Polizia Postale Lazio, Alberto Pellai, autore per De Agostini del libro “Tutto troppo presto”.
In platea oltre 250 studenti, tra cui i protagonisti del progetto Sonet-Bull, promosso dalla Fondazione Mondo Digitale, che testimonieranno la loro esperienza nella realizzazione di una policy per contrastare il fenomeno del bullismo e cyberbullismo a scuola. Conclude la mattinata di confronto Laura Baldassarre, assessora alla Persona, Scuola e Comunità solidale di Roma Capitale. (foto: mondo digitale)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »