Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 209

Archive for 15 febbraio 2017

Greenpeace contro il Ceta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

ceta2STRASBURGO (FRANCIA)Undici attivisti di Greenpeace sono entrati in azione questa mattina nelle acque che circondano il Parlamento Europeo a Strasburgo, dove hanno mantenuto a galla una statua raffigurante la Giustizia, evitandone l’affondamento, per denunciare la pericolosità del CETA, l’accordo di libero scambio tra Canada e Ue per il quale sono chiamati a votare oggi i parlamentari europei.Gli attivisti immersi in acqua, supportati da altri attivisti a bordo di tre gommoni, hanno aperto uno striscione con la scritta “Affondate il CETA, non la Giustizia”, chiedendo ai parlamentari europei di rigettare l’accordo. Secondo Greenpeace e molte altre organizzazioni che si oppongono a questo trattato, il CETA rappresenta una minaccia per la tutela dell’ambiente, la salute pubblica e i diritti sociali.«Questo accordo commerciale rischia di minare la democrazia e lo stato di diritto in Europa, a vantaggio di una manciata di multinazionali», dichiara Federica Ferrario di Greenpeace Italia. «I rappresentanti eletti dell’Italia e degli altri Paesi dell’Ue hanno ancora la possibilità di fermare questo accordo pericoloso e prendere una posizione netta a favore delle persone e dell’ambiente».Anche se la maggioranza dei parlamentari Ue dovesse votare per l’approvazione del CETA, il trattato dovrebbe comunque passare al vaglio dei parlamenti nazionali e regionali. Il Belgio sta valutando di chiedere alla Corte di giustizia dell’Unione europea di pronunciarsi sulla legittimità di un controverso sistema di tutela degli investimenti – conosciuto come Investment Court System (ICS) – che grazie al CETA permetterebbe alle multinazionali di citare in giudizio i singoli Stati, ma non consentirebbe il contrario. Se l’ICS non dovesse passare l’esame di legittimità della Corte di giustizia europea, si bloccherebbe l’applicazione del CETA.L’obiettivo principale del CETA non è solo l’eliminazione delle barriere tariffarie, ma soprattutto la rimozione di ogni ostacolo al commercio e agli investimenti dovuto a norme differenti vigenti in Canada e in Europa. Questa operazione rischia di trasformarsi in un attacco diretto verso gli standard di protezione per persone, diritti e ambiente.Secondo uno studio indipendente, l’entrata in vigore del CETA causerebbe la perdita di circa 200 mila posti di lavoro nell’Unione europea. Inoltre, secondo quanto stimato dalla stessa Commissione europea, con l’adozione di questo trattato, nel lungo periodo in Europa si registrerebbe una irrisoria crescita economica compresa tra lo 0,02 e lo 0,03 per cento. In Canada questa percentuale sarebbe invece compresa tra lo 0,18 e lo 0,36 per cento. (foto: ceta)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Ceta: Un nuovo regalo alle multinazionali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

europa comunitariaIl Ceta, l’accordo di libero scambio tra il Canada e L’Unione Europea a cui il Parlamento del vecchio continente ha appena dato il via libera, rappresenta un nuovo favore fatto dalla classe politica alle multinazionali dell’agroindustria. Questo accordo infatti produrrà un duro colpo alla sovranità alimentare e all’ambiente e si tradurrà in immensi guadagni realizzati dalle grandi imprese ai danni dei cittadini europei e canadesi.
Il Ceta è volutamente descritto dai suoi sostenitori come un passo avanti verso la liberalizzazione dei mercati e verso una maggiore concorrenza commerciale, ma la verità è che l’accordo provocherà un abbattimento degli standard qualitativi dei prodotti alimentari e che darà, attraverso delle cause giudiziarie, la possibilità alle multinazionali di piegare gli Stati nazionali ai propri interessi.
Trattati come questi non sono affatto il simbolo di quel progresso tanto auspicato, ma al contrario l’emblema della degenerazione di una politica che oramai risponde esclusivamente alle richieste delle lobby invece che a quelle dei cittadini.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Parlamento Europeo si è espresso oggi con un voto favorevole sul CETA

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

cetaSi tratta del controverso accordo di libero scambio tra Ue e Canada. Secondo Greenpeace questa decisione pone il Parlamento europeo dalla parte sbagliata della storia.«Nonostante il voto odierno, la ratifica del CETA da parte di tutti i Parlamenti nazionali e regionali degli Stati membri resta alquanto improbabile, la richiesta al Parlamento italiano è di votare un chiaro no a questo pericoloso accordo», commenta Federica Ferrario di Greenpeace Italia. «Non possiamo però non registrare lo scollamento tra i deputati europei e le preoccupazioni delle persone per la protezione degli standard di vita, salute e ambiente. Questo è un altro duro colpo per l’Unione europea, proprio quando sono più necessari principi come solidarietà e cooperazione».Secondo l’organizzazione ambientalista, i politici europei – soprattutto chi si definisce progressista – dovrebbero porsi come priorità l’interesse pubblico e la giustizia, anziché privilegiare gli interessi privati delle multinazionali, e ascoltare i milioni di persone che su entrambe le sponde dell’Atlantico protestano contro la diminuzione dei diritti sociali e ambientali.Il voto favorevole del Parlamento europeo al CETA entrerà presumibilmente in contrasto con l’opinione dei singoli parlamenti nazionali e regionali europei chiamati ad esprimersi a loro volta nei prossimi mesi su questo accordo. Il Belgio, inoltre, sta valutando di chiedere alla Corte di giustizia europea di pronunciarsi sulla legittimità di un controverso sistema di tutela degli investimenti – conosciuto come Investment Court System (ICS) – che grazie al CETA permetterebbe alle multinazionali di citare in giudizio i singoli Stati, ma non consentirebbe il contrario. Se l’ICS non dovesse passare l’esame di legittimità della Corte di giustizia europea, l’applicazione del CETA si bloccherebbe. Stamane molte persone a Strasburgo hanno manifestato per denunciare che il CETA consentirà alle multinazionali il potere di citare in giudizio i governi e minacciare le norme che proteggono l’ambiente, la salute pubblica e i diritti sociali. Attivisti di Greenpeace hanno simbolicamente mantenuto a galla una statua raffigurante la Giustizia, evitandone l’affondamento nelle acque che circondano il Parlamento Europeo a Strasburgo, per denunciare la pericolosità del CETA e hanno aperto striscioni con la scritta “Affondate il CETA, non la Giustizia”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Approvazione dell’accordo commerciale e dell’accordo di partenariato strategico con il Canada

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

parlamento europeoIl Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ha accolto con favore l’esito della votazione odierna in Aula sull’accordo economico e commerciale globale UE-Canada (CETA) e sull’accordo di partenariato strategico con il Canada. La votazione si è conclusa con una chiara maggioranza dopo una discussione ampia e approfondita.Il Presidente Tajani ha dichiarato: “Si tratta di un buon accordo per i nostri cittadini. Permetterà di creare nuovi posti di lavoro e di stimolare la crescita portando vantaggi a imprese e consumatori e tenendo conto delle loro preoccupazioni. L’accordo garantisce standard UE elevati di protezione della salute, dell’ambiente e del lavoro.Gli imprenditori europei sono leader dell’eccellenza e della qualità. Molte delle nostre PMI esportano nei mercati globali. L’Unione europea ha un forte interesse a promuovere una politica commerciale intelligente che punti all’apertura dei mercati nel rispetto delle regole e a parità di condizioni.Grazie all’eliminazione delle tariffe e degli ostacoli normativi e amministrativi, oltre che all’apertura degli appalti pubblici, questo accordo crea opportunità di crescita – in particolare per le PMI – e le rende più concorrenziali. L’intera economia reale, inclusi gli investimenti, la manifattura, i servizi, il commercio elettronico, l’agricoltura o la pesca, trarrà importanti vantaggi dall’accordo.La nostra amicizia di lunga data con il Canada va ben al di là del commercio: si fonda su radici culturali comuni e valori condivisi, su una società aperta, diritti umani, Stato di diritto e sviluppo sostenibile, che sono alla base dell’accordo di partenariato strategico.Abbiamo dato ai nostri cittadini quello che chiedevano: un’Unione europea forte che affronta con successo le sfide globali, attraverso regole comuni e un solido partenariato in grado di offrire soluzioni efficaci.Affinché l’Europa possa beneficiare pienamente del CETA, invito gli Stati membri a ratificarlo al più presto. Nel commercio, così come nella cooperazione politica, uniti siamo più forti.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Top 17 Trends to Watch This Year

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

london-centralLondon. 22 February 2017 at 6:00pm GMT Online, with complimentary registration Is your organisation prepared to take advantage of the most impactful and transformational trends set to take place in 2017?
Frost & Sullivan’s Visionary Innovation Group has drawn on the expertise of its global team of futurists, consultants, and analysts to forecast which trends will most affect business, society, and government this year. Each of our top 17 trends are analysed and supported with key predictions and the expected impact of those predictions.Questions this webinar will answer:
What trends should I be tracking in 2017?
How will the most influential trends of 2017 affect business, society, and government this year?
What 2017 trends are your competitors investing in that you have never heard of?
What themes are emerging that underlie the most influential trends of 2017?
What are outlier predictions related to key trends that may have a low likelihood of occurring, but could dramatically disrupt established norms (similar to the unexpected events of Brexit and the Trump presidency)?
Frost & Sullivan, the Growth Partnership Company, works in collaboration with clients to leverage visionary innovation that addresses the global challenges and related growth opportunities that will make or break today’s market participants. For more than 50 years, we have been developing growth strategies for the global 1000, emerging businesses, the public sector and the investment community.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Ritual: a photographic exhibition by Vincenzo Pietropaolo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

ritualToronto (Canada) from Thursday, February 23, 2017 To Thursday, March 16, 2017 Time: From 6:30 pm To 8:30 pm Organized by : Istituto Italiano di Cultura 496 Huron St., in collaboration with : The Mariano A. Elia Chair in Italian-Canadian Studies at York University Entrance : Free. On the occasion of the recently published book RITUAL by documentary photographer Vincenzo Pietropaolo, the Istituto Italiano di Cultura, in collaboration with The Mariano Elia Chair of Italian-Canadian Studies at York University, is pleased to present a photographic exhibit by the same name. Vincenzo Pietropaolo will be in attendance. In Ritual, Pietropaolo brings together a retrospective collection of 150 photographs spanning 46 years. The book is an historic documentation, unparalleled in scope, of the Good Friday procession—an elaborate event that takes place annually in the streets of Toronto’s Little Italy, the largest Italian immigrant community in the world. Consisting of multiple re-enactments with live actors and statues of Biblical tableaux vivants that depict the Via Crucis (Way of the Cross), the event is the emotional high point of the community.Pietropaolo has attended the event for over four decades, documenting its transformation from a tiny local parish affair to a major urban gathering to which tens of thousands throng every year in reverence or as curious onlookers. Ritual is a moving document of social history that reflects the acculturation of an immigrant community of humble origins into a dynamic life-force of their city.“What makes the photographs so compelling is Pietropaolo’s ability to slip past the surface pageantry to the telling moments that from its very human core, as if he has pulled a curtain aside to reveal the deepest truths of who we are.” -Nino Ricci
Italian-born, Canadian-based documentary photographer Vincenzo Pietropaolo has made it his life’s mission to photograph the immigrant experience, working class culture and social justice issues. Considered “one of Canada’s pre-eminent documentary photographers”, his work is distinguished for the sense of dignity and empathy toward his subjects. (photo: ritual)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio: dare impulso al turismo congressuale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

campidoglioDare impulso al “sistema congressuale cittadino” e, attraverso la collaborazione tra pubblico e privato, favorire la programmazione di eventi di richiamo nazionale e internazionale. È l’obiettivo della memoria approvata dalla Giunta capitolina con la quale si pongono le basi per una più stretta collaborazione con le imprese romane nella pianificazione turistica.In molte Capitali europee e in altre città italiane si sta affermando come vincente il modello di partenariato tra amministrazione e soggetti privati per attrarre investimenti e intercettare nuovi flussi turistici. Con il provvedimento approvato l’Amministrazione capitolina condivide il primo passo per il percorso che porterà alla costituzione di un Convention Bureau di Roma e del Lazio, organismo che riunirà attori istituzionali e operatori del settore impegnati a dare a Roma la migliore visibilità sul mercato dell’offerta congressuale. A promuoverne la costituzione ci sono alcune delle più rappresentative Associazioni di categoria del settore turistico romano e regionale: Confesercenti, Federalberghi, Federcongressi&eventi, Unindustria.“Oggi scriviamo un altro tassello del nostro piano operativo sul turismo – dichiara l’assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale Adriano Meloni – Dopo aver incontrato numerosi operatori culturali e imprenditoriali ai quali abbiamo illustrato alcune delle future azioni di promozione internazionale, con questo provvedimento mettiamo in campo l’amministrazione per un modello virtuoso che favorisce qualità e sostenibilità del turismo”. “L’immagine di Roma si rilancia con un gioco di squadra in cui tutti gli attori vincono. E soprattutto con una prospettiva condivisa che favorisce la città, i cittadini, gli investimenti e l’occupazione” conclude.

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Con Renzi la pressione fiscale è aumentata

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

fisco2005aDichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia:“Al giovane professor Marattin, perché impari a fare i suoi grafici e ad essere un po’ meno assertivo e arrogante nelle sue comparsate televisive: innanzitutto esiste la funzione “mostra etichette dati” che li rende più leggibili. La usi quando vuol comunicare onestamente! In secondo luogo: se la fonte citata è il Def, quello di quale anno? Per andare indietro fino al 2012 deve prendere la Nota di aggiornamento del Def 2013, dove la pressione fiscale riferita al 2012 è, però, al 44% e non poco meno del 43,5% come emerge dal suo impreciso istogramma. Né può appellarsi ai dati Istat, che per il 2012 danno la pressione fiscale al 43,6%. Quanto al 2015 e al 2016, poi, probabilmente Lei fa riferimento alla Nota di aggiornamento del Def 2016 e non al Def, come indicato in maniera frettolosa e superficiale, utilizzando tra l’altro l’imbroglio della dicitura “al netto del bonus 80 euro”, quando sa benissimo che Istat, Eurostat e Ufficio Parlamentare di Bilancio sono stati chiari nel ribadire come per le regole contabili il bonus degli 80 euro è da considerarsi “maggiore spesa” e non “minore entrata”, come vorrebbe Lei e il suo capo, “professor” Renzi. Pertanto, la pressione fiscale nel 2015 si è attestata al 43,4%, e questo non solo è scritto nella Nota di aggiornamento del Def 2016 ma anche certificato dall’Istat, che Lei in tv cita per farsi il bello, ma che poi nel suo lavoro evidentemente non consulta. Altro che il 42,8% (circa) che vorreste farci credere.In termini assoluti, per concludere, le entrate correnti nel 2013, prima dell’avvento di Renzi al governo, ammontavano a 742,4 miliardi di euro (fonte: Def 2014), mentre nel 2016 (fonte: Nota di aggiornamento del Def 2016) sono salite a 778,6 miliardi. Il che vuol dire che nei mille giorni di Renzi la pressione fiscale è aumentata di 36,2 miliardi di euro. Prelevati dalla tasche degli italiani per finanziare, caro professor Marattin, le mance e mancette del Suo presidente del Consiglio, per fortuna ormai ex. E a suo promemoria, onde evitarLe difficili ricerche, con Berlusconi nel 2011 la pressione fiscale era ben più bassa: al 41,6%”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata Internazionale per l’Epilessia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

epilessiaIn occasione della Giornata Internazionale per l’Epilessia che si celebra oggi, la Società Italiana di Neurologia (SIN) richiama l’attenzione sulla gestione del percorso diagnostico-terapeutico dell’epilessia.La gestione del percorso assistenziale delle persone con epilessia, dalle indagini diagnostiche di routine o più complesse, alla prescrizione di uno o più farmaci, dall’eventuale terapia neurochirurgica, al supporto psicologico, è articolata e richiede la collaborazione di un team multidisciplinare. In Italia, tutte le Regioni dispongono di uno o più “Centri per l’Epilessia” riconosciuti dalla Lega Italiana Contro l’Epilessia che ne garantisce la qualità. In questi Centri, un’équipe composta da medici epilettologi, neurochirurghi, neuroradiologi, psicologi, tecnici di neurofisiopatologia, si fa carico della complessità gestionale, caso per caso.Attualmente, la maggior parte delle forme di epilessie può essere ben curata con farmaci antiepilettici che consentono una soddisfacente qualità della vita in gran parte delle persone che ne sono affette.
Solo una minoranza necessita di trattamenti più complessi che possono essere gestiti solo da Centri Specializzati.“Va premesso – dichiara il Prof. Umberto Aguglia, Coordinatore Gruppo di Studio Epilessie SIN, Professore Ordinario di Neurologia presso l’Università Magna Graecia di Catanzaro e Direttore del Centro Regionale Epilessie presso il G.O.M. Bianchi Melacrino Morelli Reggio Calabria – che esistono alcune epilessie dell’età infantile, cosiddette benigne o autolimitantesi, per le quali la terapia può essere evitata e la guarigione avviene spontaneamente, con la “maturazione” cerebrale. In tutti gli altri casi è necessario un trattamento personalizzato, rispondente alle diverse esigenze mediche, sociali e occupazionali della persona con epilessia. Ad oggi con oltre 20 tipologie di farmaci antiepilettici oltre la metà dei soggetti ottiene un ottimo controllo delle crisi con un singolo farmaco; mentre in quei casi più complessi di epilessia cosiddetta “farmacoresistente” può essere indicata la terapia neurochirurgica”.La Società Italiana di Neurologia persegue con impegno e costanza un’intensa attività di ricerca scientifica sulle malattie neurologiche correlate all’epilessia, con l’obiettivo di sviluppare strumenti diagnostici e terapeutici sempre più efficaci nell’identificazione e nella cura di questa patologia.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Università: Mai così tanti studenti iscritti nel mondo, in Italia investimenti inadeguati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

universita-la-sapienza-romaL’approfondimento odierno di ‘Repubblica’ riporta cifre impressionanti: duecento milioni di studenti affollano gli atenei del globo e a oggi rappresentano un terzo dei giovani in età da università. Tra otto anni cresceranno fino a 260 milioni. L’Unione europea non è da meno: guida la classifica delle pubblicazioni universitarie e ha il blocco di atenei con maggiore proiezione internazionale. Il Belpaese è in pericolosa controtendenza con investimenti pubblici e privati non adeguati: il Paese attrae pochi stranieri e i nostri laureati restano il 25,3% della popolazione tra i 30 e i 34 anni anche se nell’agenda di Lisbona si chiede come soglia minima il 40%.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): si continua a investire poco per l’orientamento. La stessa Legge 107/2015 ha previsto investimenti per l’alternanza scuola-lavoro, anello anch’esso rilevante (se ben fatto) ai fini della collocazione post-diploma, ma quasi nulla per ancorare i nostri ‘maturati’ al mondo accademico. A rendere la situazione ancora più difficile, considerando le difficoltà delle famiglie e degli stipendi bloccati per tanti lavoratori, è stato il continuo innalzamento delle tasse d’iscrizione: basta dire che nell’ultimo decennio per gli studenti fuori corso i costi di frequenza sono aumentati dal 25% al 100%. E, dulcis in fundo, ogni tanto qualche benpensante al Governo propone pure di cancellare il valore legale del titolo di studio.
Anief-Cisal ricorda che le immatricolazioni a un corso accademico dal 2003 (anno del massimo storico di 338 mila) al 2013 (con 270 mila) sono calate del 20%. La tendenza al ribasso non si è arrestata. Addirittura, non c’è nemmeno più il desiderio di diventare ‘dottori’: si è ridotta del 10% la percentuale dei quindicenni italiani che vogliono iscriversi all’università (da circa il 50% al 40%). Nel nostro Paese, la spesa pubblica pro capite per l’istruzione è pari a 1.103,89 euro l’anno, contro i 1.511,04 della media Ue, circa il 27% in meno. Il risultato è che all’Università si registra una situazione di stand by, con sempre meno iscritti, troppi studenti fuori corso e un numero altissimo di cultori, assegnisti, dottori di ricerca, ricercatori (figura a esaurimento) e quasi-docenti in perenne attesa. E nel 2015 è stato pubblicato il decreto-beffa sul riparto del Fondo di finanziamento ordinario alle università statali e sul ‘costo standard’ di formazione per studente, che penalizza gli atenei minori.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Raffaello – il Principe delle Arti – in 3D”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

raffaello1Il film (della durata di 90’) esordirà nei cinema italiani il 3, 4 e 5 aprile, distribuito da Nexo Digital per poi approdare nei cinema di 60 paesi del mondo. Dopo il successo dei primi 3 film, Sky e Nexo Digital, in collaborazione con i Musei Vaticani, e con Magnitudo Film, presentano il quarto film d’arte per il cinema: “Raffaello – il Principe delle Arti – in 3D”, la prima trasposizione cinematografica mai realizzata su Raffaello Sanzio (1483-1520).Il film è stato riconosciuto di interesse culturale dal MiBACT – Direzione Generale Cinema.
“Raffaello – il Principe delle Arti – in 3D”, prodotto da Sky 3D, con Sky Cinema e Sky Arte, segue il percorso tracciato dai 3 precedenti progetti, con un ulteriore apporto innovativo che pone l’accento su un aspetto ancora più cinematografico: è un connubio tra digressioni artistiche, affidate a celebri storici dell’arte, raffinate ricostruzioni storiche, che garantiscono un coinvolgimento intimo ed emotivo, e le più evolute tecniche di ripresa cinematografica in 3D ed UHD per un’esperienza visiva totalizzante e raffaellocoinvolgente.
La digressione artistica partirà da Urbino (città natale di Raffaello) passando per Firenze, per approdare a Roma e in Vaticano, al contempo apice ed epilogo del folgorante percorso artistico di Raffaello: un totale di 20 location e 70 opere, di cui oltre 30 di Raffaello, raccontate attraverso molteplici esclusive e punti di vista inediti. La digressione artistica sarà affidata al commento autorevole ed appassionato di tre celebri storici dell’arte: Antonio Paolucci, Antonio Natali e Vincenzo Farinella.
Le ricostruzioni storiche, ispirate a dipinti dell’800 che testimoniano frammenti di vita di Raffaello, rappresentano istantanee della vita dell’artista, momenti delicati ed evocativi capaci di coinvolgere emotivamente lo spettatore introducendolo nei capitoli di digressione artistica.A dare il volto a Raffaello Sanzio nelle ricostruzioni storiche sarà l’attore e regista Flavio Parenti (To Rome With Love, Io sono l’amore, Un Matrimonio). La Fornarina, la donna amata dall’artista, sarà interpretata da Angela Curri (La mafia uccide solo d’estate), mentre Enrico Lo Verso darà il volto a Giovanni Santi e Marco Cocci a Pietro Bembo. Scenografia e costumi sono stati curati da due eccellenze del cinema italiano, rispettivamente Francesco Frigeri e Maurizio Millenotti. La produzione esecutiva è affidata a Magnitudo Film. (foto: raffaello)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una nuova strategia per la formazione sanitaria basata sul valore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

Milano. Medtronic ha annunciato oggi il lancio di Medtronic Impact, un programma di formazione rivolto a medici e personale sanitario, che interesserà l’Italia e tutta l’Europa, Medio Oriente & Africa (EMEA) e che fa parte delle iniziative dell’azienda per una Sanità basata sul Valore.Medtronic Impact introduce un approccio completamente nuovo nei confronti delle attività formative e di crescita professionale nell’area healthcare, andando oltre gli schemi tradizionali. L’obiettivo di Medtronic Impact è di offrire una formazione ampia con l’obiettivo di migliorare gli ‘esiti’ clinici dei pazienti, misurando i risultati sui benefici e sul valore generato in un’ottica di accessibilità e sostenibilità. Il programma riguarderà un ampio spettro di argomenti ed è rivolto agli operatori sanitari di tutte le discipline e specialità, con l’obiettivo di coinvolgere oltre 500.000 operatori sanitari nell’arco di 5 anni.Medtronic Impact prevede la realizzazione di percorsi formativi ad hoc, mirati al grado di preparazione e specializzazione dei “fruitori”. Si tratta di un programma diviso in più fasi, che riguarderà diverse tematiche e utilizzerà differenti metodi di training.
“Il programma Impact rappresenta un investimento importante e stabilisce uno standard assolutamente nuovo per la crescita professionale nel settore sanitario” – ha dichiarato Rob ten Hoedt, Presidente EMEA di Medtronic – “Questa nuova e ampia offerta formativa consentirà agli operatori sanitari di accrescere le proprie competenze non solo in ambito clinico ma anche su percorsi che possano sviluppare una sanità basata sul valore”.
“Medtronic Impact segna una trasformazione fondamentale e rivoluzionaria per la formazione medico sanitaria. La collaborazione tra la comunità scientifica e l’industria – dichiara Michele Perrino, Amministratore Delegato di Medtronic Italia – favorisce l’innovazione medico-scientifica. Per questo motivo sosteniamo il programma Medtronic Impact anche in Italia; vogliamo contribuire ad un miglior percorso di cura del paziente, con migliori benefici clinici ad un costo accessibile e sostenibile per il sistema sanitario”.
Medtronic Impact prevede anche una rete di collaborazioni con Centri d’eccellenza a livello internazionale. Collaborazioni che sono fondamentali per consentire agli operatori sanitari e a Medtronic di centrare i propri obiettivi formativi e che, per il momento, riguardano il Campus di Barcellona, l’IRCAD (Research Institute against Digestive Cancer) di Strasburgo, il Laboratorio Sunskill dell’Università di Stellenbosch, in Sudafrica e la Facoltà di Medicina dell’Università di Dundee in Scozia.
Medtronic Impact prevedrà anche nuove esperienze di training online ‘immersive’ a complemento del portfolio di Medtronic e sessioni face to face. Ci sarà, inoltre, un portale web a piattaforma personalizzata che consentirà ai singoli operatori sanitari di accedere a percorsi individuali, sulla base delle proprie esigenze. A questa piattaforma saranno associate tecnologie innovative quali Aule Virtuali, Realtà Aumentata e l’opportunità di osservare casi in remoto, per far vivere l’esperienza formativa come la più ricca e articolata possibile.
Medtronic Impact è un programma pluriennale, che vedrà la propria attuazione nel corso del 2017.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fiera: Canapa Mundi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

maria-novellaRoma 17 – 18 – 19 febbraio 2017 Pala Cavicchi, Via Ranuccio Bianchi Bandinelli, 130 la Fiera Internazionale della Canapa più grande in Italia, apre le porte alle arti grafiche con 3 mostre: i disegni ed i fumetti di Ivan Art come ponte tra l’immaginazione e la realtà, la fotografia di Maria Novella De Luca e Franco Strain Hunter con i suoi attimi rubati per testimoniare e raccontare. Al fianco di importanti conferenze e laboratori di carattere scientifico e tecnico, la manifestazione proporrà un angolo di pace, per viaggiare con la mente e con le emozioni nel mondo canapa.
Nel padiglione hemp, a fianco della sala della Conferenza Annuale della Canapa, sarà allestita una mostra con le tavole più belle di Ivan Art. Per i visitatori sarà un’occasione per conoscere meglio Ivan Artucovich, aka IvanArt, un artista dal tratto sagace e anticonformista, particolarmente noto nel settore della canapa. Con la sua fantasia accompagnerà i visitatori in un mondo a colori che nasce dall’estro di una matita che sa raccontare con spirito ironico l’attualità e i suoi paradossi. Un’esposizione che raccoglie vignette satiriche, a tratti irriverenti che risvegliano uno spirito critico in chi li ammira. Uno spazio ludico che promette un viaggio nel divertimento e nella conoscenza della canapa.Dalle sfumature delle matite alla cattura di momenti con una macchina fotografica. Un’immagine può raccontare una vita intera, le sue emozioni e le sue speranze. Lo sa bene Maria Novella De Luca, una giovane fotografa che ha immortalato le storie di alcune persone che hanno scelto di introdurre l’uso della cannabis nel loro piano terapeutico. Pazienti con ricetta medica che hanno deciso di raccontare come hanno conosciuto la cannabis, le difficoltà incontrate per reperire informazioni e come hanno ottenuto questa terapia naturale. Maria Novella ha scelto di ritrarre scene di vita quotidiana per dare voce all’esperienza di persone che desiderano una vita normale. Un racconto per immagini descritto da un occhio sensibile e discreto che cerca di condividere la loro storia senza perdere di vista le loro scelte ed aspettative. Canapa Mundi riserva lo spazio accanto alla sala workshop per la mostra fotografica di Maria Novella per dimostrare che non solo le parole possono descrivere e avvalorare le potenzialità della canapa nel settore terapeutico.
Accanto alla mostra di Maria Novella sarà allestita la mostra fotografica dedicata a Franco Strain Hunter. Nel mondo “canaposo” Franco è una leggenda: una vita dedicata in giro per il mondo alla ricerca delle migliori genetiche di Cannabis Sativa. Da anni strain hunter di punta della storica GreenHouse, assieme hanno vinto decine di Cannabis Cup Olandesi. A Canapa Mundi 2017 verrà ripercorsa la sua incredibile vita, purtroppo di recente prematuramente interrotta da un terribile male contratto in Congo. (foto: maria novella)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I Giovedì della villa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

laurethierr1Roma 16 febbraio 2017 Accademia di Francia – Villa Medici viale Trinità dei Monti, 1 16 febbraio 2017 I Giovedì della villa.
Ore 19 Laure Thierrée, Il paesaggio costruttore dalle ore 19 Art Club – Villa Medici #14 installazione di Eva Marisaldi a cura di Pier Paolo Pancotto ore 20.30 Alain Pralon, Novelle per un Giovedì.
l’Accademia di Francia a Roma ospita tre diversi appuntamenti spaziando tra architettura, arte e teatro. Si comincia alle 19 con Il paesaggio costruttore, incontro tenuto da Laure Thierrée, architetto paesaggista in residenza a Villa Medici. A partire dalle 19, nella Cisterna di Villa Medici sarà possibile scoprire l’installazione di Eva Marisaldi, artista che fin dai suoi esordi si è imposta all’attenzione della critica italiana e internazionale. A chiudere la serata, alle 20.30, il grande attore francese Alain Pralon “dialogherà” con le Novelle per un anno di Pirandello.
Ore 19. Laure Thierrée, Il paesaggio costruttore Particolarmente legata all’interazione tra ricerca e progetto, Laure Thierrée si concentra sulla questione dell’abitabilità mediterranea basata sulla nozione di cultura locale e sostenibilità dei territori. Durante l’incontro a Villa Medici, illustrerà come il giardino, elemento trasponibile su diverse scale, possa rendere il paesaggio di una metropoli europea protagonista del progetto spaziale e culturale. Roma viene vista come un laboratorio di sperimentazioni possibili, con l’obiettivo di realizzare un paesaggio urbano in grado di offrire un ambiente nuovo ai propri abitanti. L’approccio scelto propone una visione di quella che potrebbe diventare una nuova forma di progettazione, in un processo di co-costruzione.
Nata nel 1979, Laure Thierrée ha studiato belle arti per poi iscriversi nel 2001 all’École nationale supérieure de paysage. Dal 2005, anno in cui si è diplomata e stabilita a Marsiglia, esercita il suo mestiere di paesaggista svolgendo incarichi pubblici per diversi progetti: studi prospettici di grandi territori, direzione dei lavori in spazi pubblici fino alla gestione del cantiere e all’assistenza all’esecuzione dei lavori. Vincitrice degli AJAP 2014, condivide l’approccio trasversale del paesaggista in quanto motore di progetti e dibattiti che accolgono le sfide della necessaria metamorfosi dei nostri sistemi economici, sociali e ambientali.
alain-pralonDalle ore 19. Art Club 14: Eva Marisaldi, Senza titolo, installazione Dopo un lungo periodo di assenza, Eva Marisaldi torna ad esporre a Roma in forma individuale. A Villa Medici, per la rassegna Artclub a cura di Pier Paolo Pancotto, concepisce un’unica installazione che si sviluppa nei suggestivi ambienti della Cisterna. Attraverso una varietà di sistemi linguistici, l’artista trasforma lo spazio in un luogo articolato ove il suono si esplicita in soluzione grafica (il video Cornucopia, 2005), plastica (la scatola meccanica Senza titolo, 2017) o puramente acustica (Analfabeta, 2000), introducendo lo spettatore in una esperienza multisensoriale, sospesa nel tempo e nello spazio. Con un approccio quasi antropologico, procedendo per analogie e contrasti, Eva Marisaldi indaga ciò che si cela dietro le convenzioni che regolano la comunicazione e il linguaggio, e le norme che influenzano i nostri comportamenti individuali e sociali. Nei suoi lavori – per i quali sperimenta modalità espressive diverse, dalla fotografia alla scultura, dal video al ricamo – la comunicazione prende forme fluide e aperte, come il linguaggio parlato o i frammenti di scrittura.
Eva Marisaldi è nata nel 1966 a Bologna, dove vive e lavora. Tra le mostre personali: Mamco, Geneve (2003); Galleria d’Arte Moderna, Torino (2002); Kunsthaus, Essen (1995); ARC Musèe de la Ville de Paris, Parigi (1993). Tra le mostre collettive: Think twice, Whitechapel Gallery, Londra (2012); Biennale de Lyon (2003); La ville, le jardin, la memoire, Villa Medici, Roma (1998); L’Hiver de l’Amour, ARC Musèe de la Ville de Paris, Parigi/PS1, New York (1994); Biennale di Venezia (2001; 1993).
Ore 20.30. Alain Pralon, Novelle per un Giovedì. I sentimenti umani, l’amore impossibile, la morte, il grigiore dell’esistenza quotidiana, i conflitti con sé e con gli altri sono i temi affrontati nelle celebri Novelle per un anno di Luigi Pirandello. Per il pubblico di Villa Medici, Alain Pralon si concentrerà sul confronto tra la gelosia e la verità, argomento familiare a Pirandello, che dovette confrontarsi con la fragilità nervosa della moglie e la sua crudele gelosia. Da quella esperienza, Pirandello trasse l’ispirazione per mettere in scena i deliranti, i gelosi ossessivi, i maniaci e i perseguitati, pur mantenendo una predilezione per la vita vista come un teatro assurdo, non priva di tinte di umorismo nero.
Alain Pralon ha vinto i due grandi premi del Conservatorio di arte drammatica di Parigi ed è membro della Comédie Française dal 1982. Uno dei suoi ruoli più importanti alla Comédie Française fu proprio ne Il berretto a sonagli di Luigi Pirandello, che interpretò con la direttrice di Villa Medici Muriel Mayette-Holtz. (foto: ALAIN PRALON, LaureThierr)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Malattie reumatiche: quelle rare hanno molto da insegnare sulle patologie più comuni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

porta nuova milanoMilano 16 e 17 febbraio “Incontri di Reumatologia Clinica” PALAZZO MEZZANOTTE Piazza degli Affari 6, Le malattie rare, in area reumatologica, rappresentano un osservatorio privilegiato sulle caratteristiche e sui meccanismi che sono alla base delle patologie più diffuse e impattanti, dal lupus eritematoso all’artrite reumatoide. Da questo punto di vista la rarità è soltanto un dato statistico, che nulla toglie all’opportunità di approfondire i meccanismi fisiopatologici di una malattia, che colpisce magari una persona su due milioni, per comprendere meglio i segreti delle patologie che affliggono invece un’ampia fetta di popolazione. Questo approccio critico alle malattie reumatiche caratterizzerà gli “Incontri di Reumatologia Clinica” – organizzati con il patrocinio del Centro Specialistico Ortopedico Traumatologico Pini-CTO, della SIR (Società Italiana di Reumatologia) e di Alomar (Associazione lombarda malati reumatici) – che il 16 e 17 febbraio riuniranno a Milano (a Palazzo Mezzanotte) un panel di esperti d’eccezione provenienti da tutta Italia: riuniti, appunto, per discutere le evidenze che si possono trarre dalle “lezioni” offerte dalle malattie reumatiche rare.
Responsabile scientifico è il dottor Luigi Sinigaglia, Direttore della Struttura Complessa di Reumatologia DH del Centro Specialistico Ortopedico Traumatologico Gaetano Pini-CTO, che illustra i principali contenuti degli Incontri: “Lo studio delle malattie rare deve essere orientato non solo alla miglior comprensione della specifica malattia investigata, ma può essere inteso anche come osservatorio privilegiato su alcuni dei più reconditi segreti delle patologie reumatiche a più elevata incidenza e prevalenza. Molte di queste condizioni cosiddette ‘rare’ rappresentano una vera e propria ‘scuola’ per scoperte che hanno avuto e possono ancora avere importanti ripercussioni sulla pratica clinica, in particolare svelando meccanismi patogenetici che sono in grado di suggerirci importanti orientamenti diagnostici e terapeutici”.
La Reumatologia offre numerosi esempi di questo tipo e, proprio durante gli “Incontri” del 16 e 17 febbraio, verranno presentati studi che hanno confermato la validità di queste relazioni fra malattie rare e malattie ampiamente diffuse.
Tra le patologie rare si affronterà ad esempio il caso dell’alcaptonuria, un raro disturbo geneticamente determinato che colpisce le cartilagini, la cui la prevalenza alla nascita è stimata in circa 1 su 111.000-1.000.000 nel mondo: si tratta di una malattia metabolica caratterizzata dall’accumulo di acido omogentisico (HGA) a livello della cute e delle cartilagini articolari, con conseguente comparsa di grave artrosi che esordisce in giovane età.
“Lo studio di questa malattia ci ha portato a comprendere meglio i meccanismi dell’artrosi ed è divenuto modello per lo studio del danno cartilagineo”, spiega il dottor Sinigaglia.
C’è poi l’ipofosfatasia, malattia ereditaria che interessa lo scheletro e i denti, e che si manifesta spesso prima o subito dopo la nascita rendendo fragile l’osso e causando anomalie scheletriche assai simili a un altro disturbo osseo dell’infanzia: il rachitismo. Spiega il dottor Massimo Varenna, del Dipartimento di Fisiatria e Reumatologia del Pini-CTO: “Questa rara patologia ci ha permesso di studiare meglio i meccanismi della condrocalcinosi, patologia che interessa articolazioni, tendini e borse sierose, provocata dal deposito di cristalli di pirofosfato di calcio diidrato. La manifestazione di questa malattia è l’artrite acuta di una sola articolazione ed è la causa più comune di monoartrite nell’anziano”.
Altro esempio, proposto dal dottor Sinigaglia, consiste in due rare sindromi da disregolazione di una sostanza di recente scoperta denominata FGF23: “Si tratta – spiega Sinigaglia – di due rare malattie che hanno consentito la scoperta di questo nuovo ormone prodotto essenzialmente dall’osso che è oggi considerato il principale regolatore del metabolismo del fosforo nell’organismo”.
E ancora, lo studio dei meccanismi che portano alla fibrosi tissutale in altre malattie rare ha permesso di approfondire le cause della sclerodermia, malattia cronica del tessuto connettivo, a eziologia multifattoriale e a patogenesi autoimmunitaria, caratterizzata da disfunzione endoteliale e progressivo accumulo di tessuto fibroso a carico della cute e degli organi interni.
La fibrodisplasia ossificante, invece, è una malattia rara ereditaria gravemente disabilitante che interessa il tessuto connettivo. È caratterizzata da malformazioni congenite degli alluci e da un’ossificazione eterotopica progressiva, con la formazione eccessiva di osso qualitativamente normale in siti extrascheletrici caratteristici. La prevalenza mondiale è circa 1 su 2milioni, ma le stesse vie patogenetiche che sostengono questa malattia sono implicate anche nei meccanismi che portano alla progressiva ossificazione nella assai più diffusa spondilite anchilosante, malattia infiammatoria articolare cronica che si associa spesso a una malattia cutanea, la psoriasi.
“Non bisogna infine dimenticare – aggiunge Sinigaglia – che la maggior parte delle cosiddette ‘malattie autoinfiammatorie’, spesso di origine genetica e modulate da meccanismi ancora non del tutto chiariti, sono divenute modello di comprensione per molte malattie croniche autoimmuni, molto diffuse e a notevole impatto sulla qualità di vita dei pazienti”.
Conclude il dottor Sinigaglia: “Per tutti questi motivi il messaggio che deriva da queste osservazioni e che rimane insito nel significato di questo convegno può essere riassunto in un semplice motto: ‘Treasure your exceptions’: facciamo cioè tesoro delle informazioni che derivano dallo studio e dalla osservazione delle malattie rare la cui conoscenza non deve essere intesa semplicemente come un approccio a una cultura elitaria e settoriale ma come un vero e proprio messaggio che la natura ci offre per la comprensione di meccanismi ancora in parte misteriosi che sottendono patologie molto più diffuse”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La IUC presenta “Serata Gershwin”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

pieranunzi-e-mirabassiRoma Sabato 18 febbraio 2017 alle 17.30, nell’Aula Magna della Sapienza, la IUC presenta “Serata Gershwin”, con il trio formato da Enrico Pieranunzi al pianoforte, Gabriele Pieranunzi al violino e Gabriele Mirabassi al clarinetto.
È un omaggio a un musicista che è stato una figura fondamentale nella storia della musica americana, a ottant’anni dalla sua precoce morte. Gershwin fu insieme songwriter dalla vena inesauribile, pianista brillantissimo, compositore di fervida immaginazione e soprattutto portatore di una visione straordinariamente profetica, al cui centro si trovava l’accostamento jazz/classica di cui egli era convinto assertore. Fu il primo ad avere l’idea di unire quelle due tradizioni musicali fino allora inconciliabili, e con lavori come il Concerto in fa e la Rhapsody in Blue inventò il jazz sinfonico. La storia del jazz deve molto a questo ebreo di origine russa nato a Brooklyn, che fu uno dei primissimi musicisti non afro-americani a coltivare con successo quel genere musicale allora rivoluzionario.
“Serata Gershwin” intende rendere omaggio a quella sua intuizione geniale, coraggiosa e sempre attuale, presentando una selezione di alcuni dei suoi più celebri capolavori. Il concerto inizia con le Variazioni su un tema di Gershwin di Enrico Pieranunzi, cui seguono una serie di brani di Gershwin stesso, alcuni dei quali saranno eseguiti nelle trascrizoni/elaborazioni di Enrico Pieranunzi e di Jasha Haifetz. Brani di ampie dimensioni – quali An American in Paris e Rhapsody in Blue – si alternano a composizioni brevi ma non meno geniali e fascinose, quali i Songs (tra cui i celeberrimi “The man I love”, “I got rhythm” e “It ain’t necessarily so” tratto da Porgy and Bess) e i Preludi.
Cresciuti all’intersezione tra jazz e classica, Enrico e Gabriele Pieranunzi e Gabriele Mirabassi sono idealmente vicini a Gershwin e ripropongono con totale adesione la musica di colui che per primo ha unito jazz e classica – oggi parleremmo di ibridazione – e che proclamò che “se ci sono idee e feeling, tutto è possibile in musica”: quest’affermazione era allora tutt’altro che scontata, ma la storia gli ha dato ragione. Sicuramente sono tre dei migliori interpreti di Gershwin. È perfino superfluo ricordare i loro meriti. Enrico Pieranunzi è da anni ambasciatore del jazz italiano nel mondo. Gabriele Pieranunzi è uno di migliori violinisti classici italiani – è “spalla” del Teatro San Carlo di Napoli – ma il fratello gli ha trasmesso anche la passione per il jazz. Gabriele Mirabassi è un fantastico virtuoso del clarinetto, che si muove con uguale disinvoltura sia nella musica classica che nel jazz, suonando spesso – oltre che con i fratelli Pieranunzi – insieme a Richard Galliano, John Taylor, Roberto Gatto e Mario Brunello. (foto: enrico-pieranunzi, Pieranunzi e Mirabassi)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Endometrio e disordini del ciclo mestruale, un congresso a Bologna

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

bolognaBologna dal 23 al 25 febbraio Palazzo Re Enzo, Piazza del Nettuno 1/C, congresso dal titolo “Endometrium – From physiology to pathologies”, organizzato dal DIMEC-Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell’Università di Bologna e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini. «Le patologie dell’endometrio e i disordini del ciclo mestruale sono tra le principali cause di malattie nelle donne» spiega Renato Seracchioli. Professore associato al DIEMC-Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche di Bologna. «Il trattamento di queste condizioni rappresenta una grossa sfida, anche perché le stesse terapie utilizzate potrebbero esse stesse determinare complicanze mestruali e ormonali nelle donne trattate. Lo scopo di questo congresso è quello di condividere tra medici le attuali conoscenze sulla fisiologia, la patofisiologia, la diagnosi e il trattamento dei disordini dell’endometrio. Si tratta si un appuntamento non soltanto relativo alla teoria medica, ma anche agli aspetti pratici nella gestione di patologie cliniche. Esperti internazionali porteranno i loro contributi scientifici da condividere con ginecologi, endocrinologi, oncologi e colleghi di altre specializzazioni».
http://www.fondazione-menarini.it

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Parco di Villa Massimo tra abbandono e degrado

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

“Villa Massimo, una delle ville suburbane più importanti della città collocata in zona piazza Bologna, oggi purtroppo in gran parte scomparsa a causa dell’urbanizzazione selvaggia avvenuta nella prima metà del Novecento, si manifesta ormai soltanto con tre aree che sono rimaste a testimoniare il suo aspetto originario, vedi il Parco dell’Accademia di Germania, il Casino e la Pineta pubblica di Villa Massimo. E proprio della Pineta, di proprietà comunale, ci stiamo interessando da tempo su sollecitazione di centinaia di residenti e cittadini, stanchi dello stato di abbandono in cui versa ormai da troppo tempo, visto che è chiusa da oltre quattro anni. Abbiamo a tale riguardo presentato un’interrogazione e un accesso agli atti, per cercare di far luce sulle motivazioni che hanno causato lo stato di degrado sempre più crescente, e oggi su nostra richiesta si è riunita la Commissione capitolina Controllo e Garanzia, per analizzare e cercare soluzioni sulla situazione di decadimento in cui versa l’area in questione. Sebbene la Pineta sia vincolata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, come dimostra un decreto del 1927, vista la sua bellezza naturale non comune, questa area a causa di una convenzione stipulata nel 2001 tra l’Amministrazione capitolina e due concessionari successivamente diventato uno, per la realizzazione di un punto verde per l’infanzia, ha visto iniziare tutte le sue problematiche a causa di vincoli non rispettati e controlli non fatti, che hanno evidenziato numerose anomalie che hanno portato a procedimenti annullati e ricorsi di diversa natura. Ciò che chiediamo a gran voce è che, nel rispetto delle regole, si proceda quanto prima alla riapertura alla cittadinanza dell’intera area o almeno di gran parte di essa con conseguente pulizia e manutenzione della Pineta, e che paghi chi ha sbagliato in questa vicenda dato che per molto tempo ha privato i cittadini, specie i bambini, di poter fruire dell’area verde”. Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alto Adige: Se gli italiani sono minoranza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

bolzano“Non possiamo non condividere l’appello dei docenti a favore della tutela di nomi italiani nella segnaletica toponomastica altoatesina. FdI si batte da anni a tutela della comunità di lingua italiana, ormai minoranza in Alto Adige e recentemente, con Giorgia Meloni e Fabio Rampelli alla Camera abbiamo espresso la nostra solidarietà agli italiani dell’ Alto Adige venduti da questo governo in cambio di bassi tornaconti politici in occasione del referendum. Giustamente i docenti, e anche il presidente della Crusca, Claudio Marrazzini si chiedono “in quale Paese dell’universo si consentirebbe di eliminare dall’uso pubblico la lingua ufficiale e nazionale parlata dai suoi cittadini”.
Ecco succede nel nostro Paese e il presidente Mattarella, che si interessa del destino delle minoranze migranti, ha l’obbligo come massimo rappresentante, di difendere la nostra identità italiana tutelando anche gli italiani quando sono minoranza nella propria stessa terra”.
Così in una nota, Federico Mollicone, responsabile nazionale della Comunicazione FdI-An e membro dell’esecutivo nazionale.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tagli al sociale e alla non autosufficienza: nessuna smentita

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

ministero-finanzeGiorni febbrili di confronto-scontro fra le Regioni e il Ministero dell’Economia. Le Regioni, chiamate a stringenti clausole di salvaguardia, non sempre e non ovunque sono state in grado di rispettarne la perentorietà.Il MEF da parte sua spinge verso un rigoroso e rigido controllo dei conti e del loro equilibrio tentando, di conseguenza, di ridurre i trasferimenti alle Regioni stesse.
Il primo tentativo, denunciato nei giorni scorsi dal coordinatore della commissione Affari finanziari della conferenza delle Regioni Massimo Garavaglia, è sul fronte della sanità: ridurre i trasferimenti proprio all’indomani dell’approvazione dei Lea e della legge di bilancio che ne prevedeva una già limitata copertura finanziaria.Avendo incontrato una durissima opposizione da parte delle Regioni, l’attenzione del MEF sembrerebbe ora spostarsi sul FNPS, Fondo Nazionale per le Politiche Sociali (appena poco più di 300 milioni di euro) e sul FNA, Fondo per le Non Autosufficienze (500 milioni per il 2017). Voci insistenti ne prospettano una riduzione al fine di recuperare almeno 400 milioni.“Una ipotesi da rispedire con durezza al mittente – replica Vincenzo Falabella, presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap – “Abbiamo sempre ritenuto risibile la destinazione al FNPS che dovrebbe affrontare emergenze ma, soprattutto, sostenere la qualità delle politiche sociali nel nostro Paese. Si può ben immaginare come possiamo accogliere questa ipotesi che, se concretizzata, sarebbe fonte di ulteriore disparità, emarginazione, diseguaglianza.” Ma ancora più offensiva viene considerata la voce di una riduzione del FNA: “Da anni stiamo ipotizzando l’avvio di un Piano per la non autosufficienza. Finalmente c’è un impegno politico in questo senso, risultato di una pressione molto forte dell’intero movimento delle persone con disabilità. I 500 milioni destinati al FNA per il 2017 rappresentano un traguardo raggiunto con impegno e con lotte di persone con disabilità, loro familiari, associazioni. Non ci lasceremo scippare questa conquista che è il primo tassello per politiche più inclusive e servizi più efficaci.”
La FISH, assieme a migliaia di persone con disabilità, attende dal Governo quella netta smentita che ad ora non è ancora giunta.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »