Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 299

Archive for 17 febbraio 2017

“I nuovi linguaggi del Design”

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

mostra-jpgZurigo 01 marzo 2017, ore 14:00 Liceo Artistico Parkring 30 conferenza di Elena Salmistraro sul tema “I nuovi linguaggi del Design” con introduzione dell’Architetto Davide Musmeci. Lanciato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in collaborazione con la Triennale di Milano, l’Italian Design Day intende promuovere il Design italiano contemporaneo.
Per tale occasione, in circa 100 sedi del mondo, 100 “Ambasciatori” della cultura italiana (designer, imprenditori, giornalisti, critici, docenti …) racconteranno progetti di eccellenza. Il Design in genere, e quello italiano in particolare, nasce dall’idea che la bellezza possa e debba applicarsi ai prodotti di uso quotidiano. Esso ha sempre un’influenza sul costume e la società ed è collegato al continuo rinnovamento dei gusti e delle mode. Attraverso il Design, oggetti come lampade, sedie, pentole e biciclette possono aggiungere bellezza e fascino alla nostra vita. Il Design in Italia permea i campi della cultura, dell’arte, della filosofia e il suo successo si fonda sulla sapienza dell’artigianato, sullo spirito di sperimentazione e soprattutto sulla bellezza artistica applicata agli oggetti.
Ambasciatrice del Design italiano a Zurigo sarà ELENA SALMISTRARO. L’evento è organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Zurigo in collaborazione con il Consolato Generale d’Italia in Zurigo e il Liceo Artistico di Zurigo.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Exposición Paolo Gioli

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

madridMadrid sábado 25 de febrero, en el Instituto Italiano di Cultura di Madrid, en el ámbito de la Feria Internacional de Arte contemporáneo ARCO 2017 se inaugurará La exposición Paolo Gioli. Cuerpos evocados por la noche, producida por el Instituto Italiano de Cultura de Madrid y comisariada por Giuliano Sergio.
Cuerpos evocados por la noche es la primera exposición personal en España de Paolo Gioli, maestro reconocido a nivel internacional por sus investigaciones artísticas, fotográficas y de cine experimental. En las salas del Instituto Italiano de Cultura de Madrid se expondrán sesenta obras. Desde los primeros grandes dibujos de 1962-63 hasta los trabajos que a partir de los años setenta contaminan las técnicas de la fotografía, de la pintura y de la serigrafía. Amplio espacio se dará a las investigaciones sobre la Polaroid, con los ciclos Toraci (1981-2007), las Vessazioni (2007-2010), las Naturae (2007-2010) y los Luminescenti (2006-2010), donde el artista transfiere la imagen sobre otros soportes, como el papel y la seda. Se incluirá también la experimentación fotográfica en blanco y negro con la serie de las Fotofinish (Volti attraverso, 1987-2002) y de los Sconosciuti (1994-2015), mientras que el cine se presentará con dos obras: L’uomo senza macchina da presa (1973-1981-1989) y Volto sorpreso al buio (1995).
Paolo Gioli (Rovigo, 1942) es un artesano de la memoria y del sueño, capaz de dar forma contemporánea a las raíces de nuestra cultura visual.Después de haber estudiado, a comienzo de los años 60, en la Escuela Libre del Desnudo en la Academia de Bellas Artes de Venecia, se traslada a Nueva York donde conoce el New American Cinema. De vuelta a Italia, sigue investigando, hasta hoy, utilizando técnicas como el agujero estenopeico, la foto finish y la Polaroid. Hábil, a la hora de realizar injertos y superposiciones de tradiciones aparentemente inconciliables, Gioli crea iconos inéditos, capaces de contar las infinitas representaciones que el hombre ha construido para medirse con el mundo y con su propio cuerpo, con el subconsciente y con la representación de lo divino. http://www.paologioli.it El catálogo, producido por el Instituto Italiano de Cultura de Madrid, maquetado por el artista, editado en italiano y en español, a cargo de Giuliano Sergio, incluye una presentación de la crítica de arte Gloria Moure, una antología de textos del artista y ensayos críticos de Clément Chéroux, Joan Fontcuberta y Roberta Valtorta.
La exposición estará abierta al público del 27 de febrero al 5 de mayo de 2017 De lunes a viernes de 10.00 a 18.00 horas. Festivos cerrado. Entrada gratuita.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Preventing terrorism: clampdown on foreign fighters and lone wolves

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

terrorismoTo counter the growing threats from “foreign fighters” travelling to conflict zones for terrorist purposes and “lone wolves” planning solo attacks, new EU-wide rules were approved by Parliament on Thursday.The new directive on combatting terrorism will update the current EU “framework” rules on terrorist offences and widen their scope to include emerging threats.“We need to stop the perpetrators before they commit these acts rather than regretting the fact that there have been attacks”, said Parliament’s lead MEP Monika Hohlmeier (EPP, DE) in the debate ahead of the vote. “We have struck a good balance between improving security and strictly upholding fundamental rights, because there is no point in having security without rights”, she stressed. The text, informally agreed by Parliament and Council in November 2016, was approved by 498 votes to 114, with 29 abstentions.The extended list of preparatory acts to be criminalised includes:
travelling abroad to join a terrorist group and and/or returning to the EU with the aim of carrying out a terrorist attack,
recruiting for terrorism,
training or being trained for terrorism,
aiding, abetting or attempting to carry out an attack,
public incitement or praise of terrorism, and
financing of terrorism and terrorist groups
The new directive also includes provisions to ensure immediate assistance to victims and their relatives after an attack. For example, EU member states should ensure that support services are in place to help families find out which hospital their relative has been taken to, and help victims to return to their home countries, if they have been caught in an attack while visiting another EU country. Assistance should also include medical and psychological support as well as advice on legal and financial matters such as legal procedures for making claims.
Once the new rules are published in the EU Official Journal, member states will have 18 months to transpose them into national law. The UK and Ireland will not be bound by the directive, but may notify the EU Commission of their intention to opt in, if they so wish. Denmark will not be covered by the directive.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inaugurazione dell’anno accademico dell’Università Europea di Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

universita-europeaRoma Giovedì 2 marzo 2017, alle 11.00, in via degli Aldobrandeschi 190, si terrà la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2016 – 2017 dell’Università Europea di Roma. Sarà aperta dal saluto e dalla relazione del Rettore Padre Pedro Barrajón LC.
Il tema dell’incontro sarà “Le sfide dell’università oggi: interculturalità ed etica”.
Ne parleranno Mons. Nunzio Galantino, Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana, e Raffaele Cantone, Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione.
L’incontro proseguirà con la menzione di merito dei migliori studenti e con l’intervento di un docente e di uno studente.
Parteciperà anche il Coro dell’Università Europea di Roma, con l’inno della Repubblica Italiana e un intermezzo musicale.
L’Università Europea di Roma ha tra i suoi obiettivi principali la formazione della persona. Una formazione che consenta non solo l’acquisizione di competenze professionali ma che orienti anche lo studente ad una crescita personale e sviluppi uno spirito di servizio per gli altri. (foto: università europea)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Omicidio stradale: E’ una cosa priva di senso?

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

DavigoCon un’intervista a tutta pagina su “Il Corriere della Sera”, il Presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati, Dr. Piercamillo Davigo ha dichiarato che la recente approvazione della legge sull’omicidio stradale è una cosa “priva di senso”, aggiungendo che “.per l’omicidio stradale la pena è talmente alta che tra un po’ a qualcuno converrà dire che voleva ammazzare, per rispondere di omicidio volontario.”.”Ciò che risulta ancor più incomprensibile ed incoerente di tale nuova legge – commenta Giovanni Polato, Presidente A.N.E.I.S. (Associazione Nazionale Esperti Infortunistica Stradale) – è che a fronte di tanto accanimento contro l’indagato per un reato riconducibile a condotte imprudenti, non risulta un equivalente accanimento nei confronti di chi deve riparare il danno con un giusto risarcimento. Ancora una volta – continua Polato – Governo e Parlamento non hanno inteso dedicare un solo articolo che garantisse alle vittime ed ai loro famigliari un adeguato e tempestivo risarcimento, lasciando così mano libera alle Compagnie di assicurazione, che potranno continuare a beneficiare dei tempi infiniti della malagiustizia italiana. E’ stata persa un’occasione – conclude Polato – per dare certezze e tempistiche inderogabili entro le quali i risarcimenti dovrebbero essere liquidati, stabilendo contemporaneamente pesanti sanzioni alle compagnie di assicurazione inadempienti”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Catella: A strong year for property investments in Finland ahead

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

The new Catella Market Indicator Finland spring 2017 has now been published. The real estate transaction volume last year exceeded the previous record in Finland, and it seems like the market will remain very active also in 2017. The total transaction volume for 2016 was EUR 7.1 billion, which is a new Finnish record. This time, the all-time high volume was reached during a period of relatively slow economic growth. As in recent years, the majority of buyers were domestic investors, while during the previous peak years, the growth in volume was largely a result of international investors operating at high levels of leverage.In addition, a large part of the volume was this time attributable to residential properties, with transactions of more than EUR 2.7 billion. For the first time in the Finnish real estate investment market, residential property transactions exceeded the amount of office or retail property transactions.“At the moment, there is no reason to doubt that the record pace in the real estate investment market will continue in 2017. In a low interest rate environment, real estate is seen as a very attractive investment option, to which many investors are willing to direct more capital. In addition, international investors have increasingly begun to show more interest in the Finnish market. In our view, several international investors are currently actively searching for suitable properties in Finland, and we may see more transactions involving foreign players this year than the year before”, says Antti Louko.catella.com/Market-Indicator-Finland.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Artists Donate Works to Raise Funds for Zeitz Museum of Contemporary Art Africa

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

el-anatsuiLondon, 8 March 2017 Christie’s will present work by some of the world’s leading international contemporary artists, donated to benefit Zeitz Museum of Contemporary Art Africa, the first major contemporary art museum in Africa, which will open in Cape Town during September 2017. Fourteen artists including El Anatsui, Roger Ballen, Yto Barrada, Peter Beard, Eamonn Doyle & Niall Sweeney, Frances Goodman, Kendell Geers, Antony Gormley, Rashid Johnson, Isaac Julien, Harland Miller, Athi-Patra Ruga, Yinka Shonibare MBE and Pascale Marthine Tayou, will be offered in Christie’s Post-War and Contemporary Art Day Auction on the 8 March. The proceeds will be used towards Zeitz MOCAA’s endowment to ensure the long-term sustainability of the museum. The works will be exhibited in London from 3 to 7 March 2017 as part of 20th-Century at Christie’s, a series of auctions that take place in London from 28 February to 10 March 2017.
Mark Coetzee, Executive Director and Chief Curator: “Zeitz MOCAA is dedicated to creating a platform for artists from Africa and the world, and providing Access for all to our exhibitions and programming. The extraordinary generosity of artists from around the world in donating to this fundraising auction will guarantee that we fulfil our mission for years to come.” (photo: El Anatsui)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Une Commission politique grâce à une nouvelle organisation. “Cette fois, c’est différent”. Vraiment?/A Political European Commission through a new organisation “This Time it’s Different”. Really?

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

commission-europeenneEn 2014, Jean-Claude Juncker, président de la Commission européenne, a déclaré qu’il souhaitait faire de la Commission une institution « plus politique ». En créant des équipes de projet dirigées par des vice-présidents, le président Juncker a mis en place une nouvelle structure organisationnelle instituant une nouvelle hiérarchie politique et tendant vers un processus décisionnel interne plus politique. Cette expérience répond-elle à l’ambition première du président Juncker? Doit-elle être maintenue dans les futures Commissions ?Dans ce Policy Paper, Marine Borchardt, diplômée du Collège d’Europe et lauréate du Prix Jacques Delors 2016, examine la nouvelle hiérarchie politique mise en place, les évolutions du processus décisionnel interne et la coopération entre vice-présidents et commissaires au sein de ces équipes de projet. Le Policy Paper conclue que la nouvelle organisation répond à l’ambition de rendre la Commission plus politique, tout en soulignant les problèmes devant encore être résolus, notamment concernant la mise en œuvre de la structure en pratique.
In 2014, Jean-Claude Juncker, President of the European Commission, said he wanted to make the Commission ‘more political’. He created project teams led by Vice-Presidents, and so implemented a new organisational structure that has instituted a new political hierarchy and a more political internal decision-making process. Does this new organisation deliver on President Juncker’s ambition? Will it continue to exist in future Commissions?
In this Policy Paper, Marine Borchardt, alumna of the College of Europe, winner of the Jacques Delors Prize 2016, reviews the new political hierarchy in the Commission, the evolutions of the internal decision-making process and the cooperation between Vice-Presidents and Commissioners within the project teams. The Policy Paper concludes that the new organisation delivers on President Juncker’s ambition to make the Commission more political. However, there are some misgivings that have to be solved, particularly concerning the implementation of the structure in practice. (photo: Commission européenne)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Catella: German office markets continue to impress in 2017

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

catellaThe new office map from Catella shows the positive economic situation of the German office market at 76 locations. While prime rents have increased almost everywhere, the attractiveness of prime objects can be seen in the continuously decreasing yields – from first tier to fourth tier.“The strongest increase of rents in the German office market is found in second-tier locations, with an increase of 5.3% compared to last year, followed by the first tier. Frankfurt is currently the frontrunner for rents, with EUR 39.00 /square metre. For the first time ever, the EUR 10.00 /square metre level for prime rents was exceeded in the fourth tier, with EUR 10.25 /square metre (compared to EUR 9.98/square metre at the end of 2015), which shows the sound economic situation in all regions,” says Dr. Thomas Beyerle, Head of Group Research at Catella.With an average prime yield of 3.67% (down 53 basis points compared to 2015), the first-tier category fell below the 4% level for the first time. The average yield difference between first-tier and second-tier locations (currently 179 basis points) became even larger in 2016, and is evident in the high valuation of first-tier properties.“On the other hand, investors are proceeding with a more balanced understanding of the risk-to-yield ratio and are relying on a sustainable cash flow, with Munich as the frontrunner at 3.3%,” says Dr. Thomas Beyerle.When analysing the differences between location categories from first to fourth tier from a strictly geographical perspective, it becomes clear that average yields of between 3.67% (first tier) and 7.02% (fourth tier) are in accordance with the course of the yield-risk profile for 2017. At third- and fourth-tier locations, however, no outstanding investment activities can be found, despite attractive yields and many market studies, according to analysts.“We expect a large increase in the number of transactions in this segment in the coming months. The increasing desire of owners to exit is up against certain yield attractiveness for investors,” according to Beyerle.The complete Catella map “Investment location Germany 2017, Office – rents and yields” is now available at catella.com/research.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Renzi irresponsabile?

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

“Le elezioni saranno a scadenza naturale della legislatura, è solo l’indecente Renzi che usa la sua storia personale, la sua rivincita personale dopo la batosta referendaria per destabilizzare il Paese”. Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio.“Noi diciamo no alla destabilizzazione del Paese per dare soddisfazione al povero Renzi, che si trovi qualche altro giocattolo, qualche altra compensazione psicologica, ma lasci stare questo povero Paese che è già abbastanza martoriato: dalla disoccupazione, dal debito, dal deficit, dagli immigrati clandestini, dalla crisi bancaria. Non abbiamo bisogno di altri confusioni o di altre destabilizzazioni. Renzi se vuole le elezioni anticipate è un irresponsabile, se vuole usare il congresso del suo Partito democratico per arrivare ad elezioni anticipate è un irresponsabile”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Roma Tre: A Young University for Young People”

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

video-roma-treRoma L’Università Roma Tre si presenta per la prima volta nello scenario nazionale e internazionale con un video prodotto dall’ateneo dal titolo “Roma Tre. A Young University for Young People”.«Il video, pronto per essere diffuso in Italia e all’estero, vuole essere la sintesi visuale dello spirito che anima il nostro ateneo», spiega il rettore Mario Panizza. «Esteticamente molto bello e di grande impatto, è la descrizione delle caratteristiche principali e della missione di Roma Tre, che vuole essere una “finestra sul mondo”, come afferma uno degli slogan della clip».Appena realizzato dal Centro di Produzione Audiovisivi (Cpa), laboratorio del Dipartimento Filosofia Comunicazione e Spettacolo, è stato ideato e diretto dal regista, storico e critico cinematografico Vito Zagarrio, docente di Cinema al Dams dell’ateneo. Le musiche originali sono di Paolo Vivaldi, la fotografia di Stanislao Cantono Di Ceva, il montaggio di Fabrizio Mambro. L’organizzazione è stata curata da Emiliano Aiello e Christian Carmosino del Cpa e le ricerche sono state affidate a un gruppo di giovani studenti e dottorandi. Consulenti per l’ateneo sono stati i prorettori Francesca Renzi, Giuseppe Di Battista e Vincenzo Mannino.
Due giovani attori, studenti di Roma Tre, Federica Mignemi e Stefano Cencelli, guidano lo spettatore attraverso la “grande bellezza” di Roma e di Roma Tre.
La voce over è una sorta di “diario” giovanile di una ragazza in visita all’ateneo, protagonista di un piccolo viaggio informativo ma anche emozionale.Roma Tre ha trasformato aree abbandonate e in degrado in luoghi moderni dalle preziose architetture che hanno conservato il sapore dell’archeologia industriale, dove gli studenti vivono le loro giornate non solo di studio, ma anche d’incontro, di relax, di convivialità. E così il video, illustrando le peculiarità dell’“università giovane e per giovani”, trasporta lo spettatore – con effetti grafici d’alta qualità – dal passato al presente dei tanti luoghi di Roma Tre disseminati nell’area sud-ovest e nel centro storico della capitale. L’Università Roma Tre è una terrazza sulla città e sul mondo, come nell’ultima scena del video in cui i due ragazzi guardano verso il Gazometro, verso il quartiere Ostiense e verso tutta la città eterna.La produzione si è avvalsa di tecniche d’avanguardia, dalle riprese effettuate con droni agli effetti speciali realizzati con procedure sofisticate. La postproduzione è stata curata dalla società Command B. Il video è stato realizzato in versione italiana, con la voce di Federica Mignemi, in inglese, con la voce di Bridget Michael, e in versione breve senza speaker, una sorta di teaser del filmato. (foto: video roma tre)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Fantasia”: tre grandi capolavori di Beethoven, Schubert e Schumann

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

giuseppe-albanesegiuseppe-albanese1Roma “Tor Vergata” mercoledì 22 febbraio alle 18.00 Auditorium “Ennio Morricone” della Macroarea di Lettere e Filosofia in via Columbia 1 concerto di Giuseppe Albanese, uno dei pianisti della giovane generazione più richiesti dalle grandi istituzioni musicali di tutto il mondo. La stagione concertistica è stata organizzata da Roma Sinfonietta presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata. Sono in programma tre dei capolavori più famosi non solo dei primi anni dell’Ottocento ma di tutta la letteratura pianistica: la Fantasia in do maggiore op. 17 di Robert Schumann, la Sonata quasi una fantasia op. 27 n. 2 “Al chiaro di luna” di Ludwig van Beethoven e la Fantasia “Wanderer” di Franz Schubert.Per questo suo concerto Giuseppe Albanese ha scelto il titolo “Fantasia”, come il disco dallo stesso titolo e con lo stesso programma che nel 2014 ha segnato l’inzio della sua collaborazione con Deutsche Grammophon, l’etichetta più prestigiosa nel campo della musica classica. A questo primo cd è seguito nel 2015 l’album “Après une lecture de Liszt”, interamente dedicato al compositore ungherese. Nel marzo 2016 Decca Classics ha inserito nel box con l’opera omnia di Bartók la sua registrazione in prima mondiale del brano “Valtozatok”. Giuseppe Albanese, che ha ora trentasei anni, è nato a Reggio Calabria, ha studiato pianoforte al Conservatorio di Pesaro e all’Accademia Pianistica Internazionale di Imola e si è laureato anche in filosofia. Ha vinto nel 1997 il Premio Venezia e nel 2003 il primo premio al Concorso Internazionale “Vendome Prize”, definito da Le Figaro “il concorso più prestigioso del mondo attuale”. È invitato a dare recital e concerti con orchestra sulle più prestigiose ribalte internazionali e ha suonato in tutta l’Europa, nelle due Americhe ed in estremo oriente. (foto. giuseppe albanese)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ten Years and Eighty-Seven Days / Dieci anni e ottantasette giorni

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

luisa-menazziSiena, Santa Maria della Scala 13 aprile – 4 giugno 2017 Anteprima stampa Lunedì 10 aprile ore 11.30 Mostra fotografica di Luisa Menazzi MorettiDopo il successo della mostra a Berlino (EMOP Berlin 2016) e il premio dell’International Photography Awards del 2016, giunge a Siena, al Santa Maria della Scala, che ne ha curato la produzione, il progetto fotografico Ten Years and Eighty-Seven Days /Dieci anni e ottantasette giorni di Luisa Menazzi Moretti che sarà visibile dal 13 aprile al 4 giugno 2017.
La mostra è composta da 17 fotografie di grande formato (esposte come opere singole, dittici e trittici) e 9 testi tratti da lettere e interviste rilasciate dai prigionieri del braccio della morte del carcere di Livingston, vicino ad Huntsville, in Texas e il titolo – Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni – fa riferimento al tempo medio che deve attendere un condannato a morte, in solitudine, dal momento della condanna all’esecuzione. Le opere sono una sorta di trasposizione delle storie e dei testi con cui i condannati del braccio della morte raccontano le loro vite o descrivono le emozioni vissute nel carcere texano, dove tutt’oggi vengono eseguite più esecuzioni di ogni nazione democratica del mondo occidentale.
Scrive Daniele Pitteri, direttore del Museo Santa Maria della Scala di Siena: “….Queste esistenze Luisa Menazzi Moretti non le documenta, né le interpreta. Le trasfigura. Le compenetra, le filtra attraverso la propria sensibilità e le rimanda, trasfigurate appunto, sotto forma di immagini che non raccontano, ma che danno forma ai pensieri, alle sensazioni e alle emozioni provocate in lei dai pensieri, le sensazioni e le emozioni non di reietti a scadenza, ma di esseri umani che, nonostante tutto, esistono”. Distante da ogni realismo, la fotografia di Luisa Menazzi Moretti richiama, in effetti, a una profonda riflessione sulla pena di morte. Sono, infatti, 29 gli Stati che ancora oggi negli USA praticano la pena di morte; se Luisa Menazzi Moretti ha scelto di lavorare su quanto continua ad accadere nel ricco ed evoluto Texas (dove ha vissuto per molti anni) è per il triste primato che rappresenta tra gli Stati confederati d’America, modello di democrazia liberale che non riesce a risolvere questa feroce contraddizione. Scrive Bruno Valentini, Sindaco di Siena: “Quando mi fermo e penso che i civilissimi Stati Uniti d’America, simbolo delle democrazie occidentali, applicano ancora la condanna a morte, un brivido mi attraversa la schiena. Com’è possibile? Come può essere giustificata questa barbarie? Come può uno Stato decidere sulla vita e la morte dei propri cittadini? Queste stesse domande mi hanno ossessionato per tutto i percorso artistico che Luisa Menazzi Moretti propone. Un percorso fatto di immagini e di parole, di significati che si intrecciano, di richiami continui tra due diverse sostanze dell’espressione e soprattutto è fatto di sensazioni forti. La mostra, curata da Luisa Menazzi Moretti è prodotta dal Complesso Museale Santa Maria della Scala con la collaborazione dell’Istituto Italiano di Cultura di Berlino, è patrocinata dal Comune di Siena con il supporto organizzativo di Opera-Civita, il catalogo è edito da Contrasto.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Il sistema parlamentare si è trasformato: siamo in presenza ormai di un monocameralismo di fatto”

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

senato“Siamo in presenza ormai di un monocameralismo di fatto. Quando un provvedimento, soprattutto un dl, arriva dal Senato, il Governo pone la fiducia alla Camera impedendo ai deputati di discuterlo e di emendarlo. Questa pratica risulta ancora più scandalosa quando si tratta di materia sensibile, come quella che riguarda il sistema bancario”. È quanto ha dichiarati il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli durante la conferenza stampa di presentazione degli emendamenti al disegno di legge di conversione del decreto legge misure di tutela del risparmio nel settore creditizio (Ac 4280).
“Il governo – ha aggiunto Rampelli – si è letteralmente incartato sul sistema del credito italiano. Questo decreto salva banca, l’ennesimo, è in linea con gli esecutivi di Letta e Renzi: indulgente con il sistema del credito. Evidenti i profili d’ incostituzionalità visto che presenta un’incomprensibile disparità di trattamento tra i risparmiatori delle quattro banche fallite (Banca Etruria, Banca Marche,CariFerrara, CariChieti) dei mesi scorsi e i risparmiatori del Monte dei Paschi di Siena. Nel corso del dibattito abbiamo tentato di attribuire la paternità di questi disastri non solo ai manager ma anche e soprattutto al Pd. Giova ricordare nel caso di Mps che gli enti territoriali e locali, da sempre governati dal Pci ieri e dal Pd, oggi esprimono consiglieri di amministrazione: lo fa il Comune di Siena, lo fa la Regione Toscana che nominano entrambi propri componenti nel cda. Per questo continuiamo a reclamare la commissione d’inchiesta monocamerale sul sistema del credito in Italia per fare luce sulla gestione dei risparmi degli italiani dal secondo dopoguerra a oggi”.
“Il punto di caduta dei Dem è stato e resterà quello delle banche. – ha osservato il deputato Walter Rizzetto- Guardiamo quanto è accaduto alla ministra Boschi e a suo padre. Per colpa del Partito democratico la legislatura è paralizzata, in aula si fa ben poco e anche questa volta in modo vigliacco è stata posta la fiducia per evitare il confronto. Non capiamo la ratio di questo provvedimento. La disparità di trattamento tra alcuni risparmiatori parzialmente indennizzati e altri che vengono totalmente indennizzati lede il principio di uguaglianza tra i cittadini (art. 3) e la tutela costituzionale del risparmio (art. 47)”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sollecitare l’implementazione dell’Accordo sulle patenti tra Italia e Canada

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

fucsia-nissoli-fitzgeraldL’on. Fucsia Nissoli FitzGerald, con una lettera indirizzata al Ministro degli Affari esteri, Angelino Alfano, ha sollecitato la necessità di procedere alla stipula di intese tra l’Italia e le singole Province del Canada in conformità all’Accordo firmato tra i due Paesi nel 2015. In particolare l’on. Nissoli, raccogliendo le esigenze espresse dagli italiani residenti in Alberta, ha chiesto che si avvii al più presto il negoziato con questa Provincia canadese, secondo principi chiari di reciprocità.
“Il problema della conversioni delle patenti di guida è molto sentito dai nostri connazionali che vivono in Canada, esso tocca la quotidianità della vita di ciascuno e non vedo il motivo perché non si possa procedere al mutuo riconoscimento delle patenti di guida tra due Paesi amici, tanto più che proprio oggi il Parlamento europeo ha ratificato l’Accordo di libero scambio (CETA) tra l’Ue ed il Canada”.
“Convinta di questo – ha precisato l’on. Nissoli – ho deciso di porre il problema al Ministro Alfano affinché possa essere affrontato con decisione al più presto”.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dalla rete al piatto

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

Roma Venerdì 24 febbraio 2017 ore 17.30 IL MARE LIBRERIA INTERNAZIONALE Via del Vantaggio, 19. Presentazione esiti del progetto “DALLA RETE AL PIATTO”, una filiera corta dedicata esclusivamente al PESCE POVERO. Una sperimentazione nazionale sostenuta dal MIPAAF per sostenere un’alimentazione sana ed equilibrata, favorire l’apertura di nuovi mercati per il settore ittico locale, offrendo un prodotto di qualità, competitivo e pronto per la mensa. Sono state coinvolte 8 marinerie di quattro diverse regioni: Emilia Romagna, Abruzzo, Marche e Lazio. Servito tipologie di mense diversificate: ospedali, scuole, un’azienda privata e persino un campo base dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile allestito per gestire l’evento sismico che ha colpito il centro Italia.
L’incontro sarà l’occasione per illustrare i dati raccolti, le criticità e le prospettive che tale ricerca può offrire al settore ittico locale e nazionale. Inoltre, saranno messe a confronto Ie informazioni elaborate con le sperimentazioni precedenti, per individuare un modello di gestione che sia replicabile e adattabile in base alle esigenze dei territori. Ne discuteremo con:
Riccardo Rigillo Direzione Generale della Pesca MIPAAF
Elvira Naselli Giornalista di Repubblica Salute
Giorgio Pruccoli Consigliere Assemblea legislativa Regione Emilia Romagna
Concetta Fusco Movimento Italiano Casalinghe Regione Lazio (MOICA)
Uriano Meconi Dirigente PF Attività Ittiche della Regione Marche
Vincenzino Crescenzi Pescatore, Imprenditore Ittico
Agostino Macrì Membro del Comitato direttivo dell’Unione Consumatori
Parteciperanno al dibattito i rappresentanti delle Ditte di ristorazione coinvolte nel progetto e gli Operatori del settore ittico.
Coordina: VALENTINA TEPEDINO Direttrice del periodico Eurofishmarket specializzato nel settore ittico.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Matilde Davoli al Kabuki nella rassegna Ubique

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

matilde-davoliBari Venerdì 18 febbraio ore 21:00 al Kabuki di Bari,Piazzetta dei Frati Cappuccini, 1 per la rassegna elettronica curata da Ubique nella quale si alternano in ogni appuntamento musica live e djset, si esibirà in concerto Matide Davoli, cantante di origine salentina ma residente da tempo a Londra. “In realtà non avevo in programma di spostarmi dal Salento – ha spiegato l’artista – ma poi, si sa, la vita è sempre piena di sorprese. Una serie di incastri soprattutto personali mi hanno portato ad andare a Londra nello specifico”.
Ingegnere del suono, produttore e songwriter, quest’artista che è un’ intrepida sperimentatrice elettronica, ha iniziato il suo percorso musicale con il fratello Gianluca De Rubertis nel progetto Studio Davoli, formazione pop-indie. Insieme ad un altro musicista suo conterraneo molto apprezzato, Popolous, è impegnata nel trio Girl With The Gun, progetto creato nel 2006 e formato dai due più Daniele Moreno che verte su suoni folk elettronici.
“Sicuramente l’esperienza con gli Studiodavoli è stata molto importante per me. Conservo davvero matilde-davoli1tanti bellissimi ricordi, esperienze e traguardi di quegli anni. Stiamo parlando di più di 10 anni fa, quindi, insomma, è passato un bel po’ di tempo ma sono molto affezionata a quel periodo del mio percorso”.
Nell’estate 2015 ha esordito come solista con il suo nuovo disco “I’m Calling You From My Dreams”. Questo lavoro è frutto del suo trasferimento nella capitale inglese ed è uno scintillante gioiello elettronico che tra risonanze di chitarra alla Stereolab e foschie dream pop con il quale racconta delle persone a lei più care e delle suggestioni e luoghi rimasti lontani come sbiadite istantanee.
Dall’incalzante “Realize”, ai suoni intergalattici di “Dust”, fino ad arrivare al malinconico folk di “Still Rolling”, durante la sua performance al Kabuki, Matilde Davoli proporrà un viaggio musicale attraverso la sua musica.
“Suonerò tutto il mio album d’esordio, cercando di proporlo nel più fedele dei modi. Non sono molto estroversa sul palco, di carattere sono una persona abbastanza riservata e di conseguenza credo di esserlo anche durante i live, quindi mi concentrerò molto sulla musica”.
Al termine dell’esibizione canora di Matilde Davoli, l’appuntamento del Kabuki continuerà con le selezioni musicali dei Doppelwelt, un duo composto dai dj baresi Pierpaolo Guaragno e Lorenzo Boffoli, che spaziano nei diversi generi della musica elettronica. (foto: Matilde Davoli)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Maschera funeraria: Ventidue secoli fa in Egitto, oggi a Modenantiquaria

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

maschera-funerariaModenantiquaria, fino a domenica 19 febbraio a ModenaFiere. oggi a Modenantiquaria: una maschera funeraria è l’opera più antica in mostra.
Occhi spalancati, lunghe ciglia nere stilizzate, labbra che accennano un sorriso. E’ un oggetto dal fascino espressivo senza tempo, che risale a oltre 2.000 anni fa: la maschera funeraria egizia proposta a Modenantiquaria da Ars Antiqua di Milano è datata I secolo a.C. ed è senza dubbio l’opera più antica degli innumerevoli tesori d’altri tempi esposti a Modenantiquaria, fino a domenica 19 febbraio a ModenaFiere.Questa maschera è un ritratto idealizzato del defunto, ed è stata posta sul volto del corpo mummificato: serviva per aiutare lo spirito della persona morta a riconoscere il suo corpo. E’ realizzata in cartonnage, una tecnica che prevede l’applicazione di fogli di lino o di papiro, incollati tra di loro e successivamente dipinti. La maschera risale a una fase di transizione tra il regno tolemaico e la dominazione romana, che vede l’Egitto annesso nel 30 a.C. e nominato provincia da Ottaviano Augusto nel 29 a.C.Questo è solo uno dei preziosi oggetti che si possono trovare a Modenantiquaria, fino a domenica 19 febbraio a ModenaFiere.Modenantiquaria segue i seguenti orari: dal giovedì alla domenica dalle 10.30 alle 20.00. Biglietto intero: euro 15 Biglietto ridotto: euro 12 E’ possibile acquistare online sul sito il biglietto al prezzo ridotto di 12 € (foto: maschera funeraria)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A proposito dell’impianto di Tor di Valle

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

paolo berdiniRoma «L’epilogo del percorso di Paolo Berdini nella Giunta capitolina non poteva essere diverso. La pubblicazione di alcune sue dichiarazioni confidenziali su Virginia Raggi ha solo fatto da detonatore a una situazione divenuta ormai insostenibile per le posizioni antitetiche riguardo allo stadio della Roma: la contrarietà al progetto da parte dell’assessore all’Urbanistica non era più conciliabile con l’improvviso cambio di vedute operato dal Sindaco e dai vertici del Movimento 5 Stelle, evidentemente convinti della necessità di tentare di recuperare parte del consenso dilapidato dopo mesi di passi falsi, polemiche e incertezze».Lo dichiara l’ing. Sandro Simoncini, docente a contratto di Urbanistica e Legislazione Ambientale presso l’università Sapienza di Roma e presidente di Sogeea SpA.«È singolare – prosegue Simoncini – che gli stessi che avevano apertamente sfidato Governo, Coni e multinazionali rinunciando alla candidatura alle Olimpiadi si dimostrino oggi così disposti a chinare il capo a proposito dell’impianto di Tor di Valle, i cui intenti speculativi sono così palesi. Rimproverare a uno come Berdini eccessiva rigidità sull’argomento vuol dire rinnegare gli stessi presupposti ideologici che avevano portato alla sua scelta per un ruolo tanto delicato, in particolare in una città con una catastrofica storia urbanistica come Roma. Quel famoso segnale di discontinuità con il passato, che era stato da più parti salutato come non più rinviabile, viene di fatto cancellato. A differenza di quanto accaduto con l’avventura olimpica, stavolta la Raggi e il suo staff non hanno dimostrato altrettanta capacità di reggere alle pressioni esterne, optando per un cambio di prospettiva e per una accelerazione del processo decisionale che non possono che destare perplessità. Soprattutto perché sembrano più che altro strizzare l’occhio a un potenziale bacino elettorale, quello dei tifosi romanisti, anche in prospettiva della prossime consultazioni politiche. Un compromesso al ribasso avvilente e inquietante, che scatenerà gli appetiti degli speculatori e che rischia di far scivolare ulteriormente Roma lungo una china di decadenza che non sembra avere fine».

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: pianeta Islam

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

pianeta-islamdi Vittorio Pozzo (Editrice Elledici – Pagine 96 – € 6,90) L’Islam è un “pianeta” dalle mille sfaccettature, difficili da decifrare e capire. La situazione odierna, che vede oggi i musulmani vittime e protagonisti di episodi drammatici, richiede una lettura attenta e puntuale. Le pagine del nuovo libro Pianeta Islam di Vittorio Pozzo aiutano a far chiarezza e a eliminare pregiudizi e interpretazioni distorte, per evitare di continuare a innalzare muri invece di costruire ponti. Solo conoscendosi è possibile capirsi e vivere insieme.L’autore, VITTORIO POZZO, sacerdote salesiano, è un grande conoscitore del mondo islamico, laureato in studi arabi e islamistica e con 60 anni di presenza continua in Medio Oriente, dove tuttora risiede. Il libro, partendo dall’attualità, drammatica e problematica, offre un serio contributo alla conoscenza dell’Islam attraverso una panoramica sui suoi princìpi e le sue pratiche. Dall’introduzione: «C’est la guerre!» (Siamo in guerra!): questo il grido allarmato lanciato dalle massime autorità politiche francesi in reazione ai sanguinosi attentati del 13 novembre 2015 a Parigi. Ripreso e rilanciato dai media, sembra fare presa sull’opinione pubblica non solo transalpina.
Quest’offensiva islamista, attuata da esecutori e mandanti ben definiti, in nome di Dio (Allâh), in nome e per l’esaltazione dell’Islam di cui si diventa martiri o eroi, vuol forse dire che la controffensiva dovrà estendersi su tutti i fronti dove si possono trovare musulmani inermi e pacifici, del tutto estranei ai fatti?
Quando la pancia si sostituisce alla mente nel reagire in simili frangenti, è facile sviare. La situazione deve decantare e occorre ragionare a mente fredda, facendo leva sulla conoscenza, la prudenza e la saggezza, per evitare di fare di ogni erba un fascio o di gettare il bambino con l’acqua sporca della bacinella. La realtà va guardata in faccia, ma colta nella sua totalità. Solo così è possibile analizzarla, distinguere il positivo dal negativo, discernendo cioè un “vero” Islam da un “falso” Islam, la follia omicida e suicida di pochi dalla “normalità” dei più.
Si vive ormai in società plurali, nelle quali la gestione del pluralismo culturale e religioso è un vero problema. Inoltre, l’individualismo e il senso di superiorità prevalenti nelle società occidentali non favoriscono la conoscenza degli altri, soprattutto se “diversi”. Non di rado, si ignora persino chi sia il proprio vicino di casa. Se poi si hanno dei sospetti, diffidenza, isolamento e chiusura diventano ancora più accentuati.
Eppure la via preferenzialmente percorribile per una gestione più positiva di questo pluralismo sembra consistere proprio nell’adeguata, mutua conoscenza tra le varie componenti della stessa società.
Avversione, diffidenza, pregiudizi reciproci sono per lo più frutto dell’ignoranza, bandita la quale ci si trova con uno sguardo più sereno e un cuore più aperto, disponibile all’accoglienza del diverso fino alla comprensione e all’apprezzamento della sua identità.
Anzi, se si è credenti, si può giungere fino a una vera solidarietà spirituale che è qualcosa di più di un semplice dialogo che mantiene gli interlocutori sulle rispettive posizioni, sia pure con la disposizione dell’animo a capire le ragioni dell’altro. Questo è vero in modo particolare con i musulmani che, salvo imprevisti, saranno sempre più numerosi nelle società occidentali.
Qualcuno, allarmato, già si chiede: «Sarà l’Islam il futuro dell’Europa?». Comunque sia, è bene sapere che la maggioranza dei musulmani attribuisce una grande importanza alla dimensione religiosa, contrariamente alla mentalità occidentale odierna.
Obiettivo finale della conoscenza deve essere quello di vivere insieme – e non solo l’uno accanto all’altro -, in vista, sia pure a lungo termine, di una cittadinanza inclusiva che inglobi le diversità, esprimendosi finalmente come cittadinanza interculturale.
A questa ovviamente ci si deve preparare e formare. Solo allora la diversità etnica, culturale e religiosa non apparirà più come minaccia o provocazione, ma come ricchezza, anche in società che tendono a emarginare l’aspetto religioso per confinarlo nella sfera del privato.
Partendo dall’attualità, a volte drammatica e particolarmente problematica, queste pagine intendono offrire un modesto contributo in questa direzione, aiutando a far conoscere l’Islam attraverso i suoi princìpi e le sue pratiche, così come sono interpretati e vissuti dalla stragrande maggioranza dei musulmani che non sono tutti vicini scomodi e pericolosi, né tanto meno fanatici e potenziali terroristi come, purtroppo e troppo spesso, vengono dipinti o come vengono percepiti, con indebite generalizzazioni.
D’altra parte non occorre cadere nel buonismo e in un ingenuo irenismo, né rinunciare a chiedere di essere riconosciuti nella propria identità. Senza nascondere eventuali, anzi crescenti difficoltà, si tratta di un’opportunità da non sottovalutare, ma da affrontare con coraggio e saggezza, indipendentemente dalle convinzioni religiose personali, per evitare il troppo sovente sbandierato scontro di civiltà e di religioni. Se alle autorità politiche e civili compete l’aspetto istituzionale del problema con la ricerca di soluzioni adeguate, ai singoli cittadini compete quello di stabilire rapporti di correttezza, di rispetto, di stima, di collaborazione nella ricerca del bene comune. Si potrà pure giungere a rapporti di solidarietà e di vera amicizia. Se poi si è credenti, non è escluso di poter compiere ulteriori passi insieme, facendo però sempre il primo passo, così come ha insegnato e praticato Gesù. (Vittorio Pozzo) (foto. pianeta islam)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »