Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 299

Archive for 22 febbraio 2017

Italian design day: Aldo Cibic “Rethinking Happiness”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

aldo_cibicToronto 03/02/2017 at 6,30 p.m. 496 Huron Street. Maeci Aldo is the founder of Cibicworkshop, a design studio and multidisciplinary research centre based in Milan, Italy. The latest evolution of his signature Rethinking Happiness project, first presented at the 12th La Biennale di Venezia, has grown into a platform for discussion on how through the broadest interpretations of design, we can promote happiness. Its focus is both on collective intelligence learnings, and unique ideas.During this 45-minute presentation, followed by an audience Q&A, Aldo will explore his findings and draw parallels between great and poor design (his own and others) in the context of the Rethinking Happiness paradigm. Come prepared to share.Aldo Cibic was born in Schio, Vicenza, Italy in 1955, and quickly developed a self-directed interest in the world of design.
In 1981, as a partner in Sottsass Associati, he was a founding member of Memphis, an artists’ collective that was to mark an epoch-making transition in the universe of design and architecture. By vocation and inclination an innovator, one who has never favoured generic labels nor stylistic excesses, Cibic adopted “experimentation as praxis”. In the late 1980s he founded the Studio Cibic and launched “Standard” (1991), his first self- produced collection.At the same time he became a teacher at the Domus Academy and set up research activities with various schools, while developing his ideas around the “design of services”. His projects, such as “The Solid Side” (1995) and “New Stories New Design” (2002), fostered a dynamic relationship between people and space and offered a new mode of designing places based on social interactions. He continued in this vein in subsequent years with “Microrealities” (2004) and “Rethinking Happiness” (2010). Both were presented at the Venice Architecture Biennale, and both invent contemporary narratives aimed at multiplying opportunities for meetings, exchanges and sharing in community life. In 2015 he curated the Venice Architecture Biennale of the Arts & Craft exhibition at the Venice pavilion. In 1989 he founded the practice Cibic & Partners and, in 2010, the Cibicworkshop, not only a design studio but also a multidisciplinary research centre, began to focus more heavily on alternative sustainable project types aimed at enhancing whole local areas and defining new cultural, emotional and environmental awareness of public space.
Aldo Cibic teaches at the Politecnico di Milano, the IUAV, Venice, and the Domus Academy; he is an honorary professor at the Tongji University, Shanghai.
Organized by: Istituto Italiano di Cultura; Design Exchange; Consulate General of Italy in Toronto In collaboration with: George Brown College – School of Design; Triennale di Milano; Cibic Workshop

Posted in Estero/world news, recensione, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LuganoMusica: giornata-omaggio a György Kurtag

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

kurtag_gyorgyLugano Sabato 25 febbraio verrà dedicata un’intera giornata a György Kurtag. A 91 anni appena compiuti, il grande maestro ungherese ha visto la sua musica eseguita dai più grandi direttori, da Boulez a Abbado, e dai più grandi solisti.Musica essenziale (Kurtag si sente molto vicino a Anton Webern), piccole forme, durate brevissime e grande espressività contraddistinguono l’arte del compositore.
La giornata inizierà con una conferenza di Giada Marsadri – seguirà la proiezione video di un concerto eseguito a Parigi nel 2012 da György Kurtag e sua moglie Marta. Nel pomeriggio, una tavola rotonda riunirà il compositore Alessandro Solbiati, Giada Marsadri e Etienne Reymond per condividere con i presenti alcuni aspetti di Kurtag. Per concludere, il Quartetto Energie Nove, Paolo Beltramini, Ivan Vuckevic (tutti membri dell’OSI Orchestra della Svizzera italiana) e i pianisti Alfonso Alberti e Anna D’Errico (che il pubblico ha avuto l’opportunità di ascoltare al LAC a dicembre) proporranno un programma ricco e variegato.La conferenza, la proiezione e la tavola rotonda hanno ingresso libero.Per i concerti, biglietto unico Fr. 33.- (studenti e apprendisti Fr. 13.20) Informazioni su : http://www.luganomusica.ch (foto: )

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La commedia degli equivoci “Un papà per tutti”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

papa-per-tutti1papa-per-tutti2Roma Dal 2 al 19 marzo 2017 dal giovedì al sabato ore 21:00 – domenica ore 18:00 – Via Giuseppe De Santis, 29 Teatro degli audaci. Questa divertentissima commedia di Jhon Tremblay, curata nei minimi dettagli dalla regia di Flavio De Paola, sarà in scena al Teatro degli Audaci. Saliranno sul palcoscenico Maria Cristina Gionta, Marina Pedinotti, Antonella Rebecchi, Enrico Franchi, Antonio Coppola e lo stesso Flavio De Paola, che, oltre a dirigere gli attori, in qualità di regista, ricoprirà un ruolo sostanziale all’interno della commedia!
“Un papà per tutti” è l’apoteosi degli equivoci: tra menzogne, fraintendimenti e mezze verità, quella messa in atto non è che non una storia della nostra quotidianità. Il protagonista Matteo – interpretato da Flavio De Paola – quando finalmente sta per diventare padre adottivo, è vittima di ciò che non dovrebbe mai accadere in una simile situazione: il suo rapporto di coppia si frantuma e le certezze svaniscono, lasciando spazio a improvvisi e folli equilibri in un “gioco” di menzogne e mezze verità.
Matteo, inoltre, si troverà ad affrontare un incaricato dei servizi sociali, un’impassibile signorina Rottermeier, che incombe come un tuono in una situazione di calma apparente. Ma quella che doveva essere una semplice pratica burocratica di assegnazione dell’infante, si trasforma in una vera e propria baraonda, su cui si innestano storie di tradimenti, di false identità e di nuove scoperte.
Una commedia degli equivoci che non manca di divertire lo spettatore grazie a situazioni tanto assurde quanto comiche e che non perde occasione di trattare, seppur con leggerezza, temi sociali legati all’adozione, alla famiglia e all’omosessualità, lasciando spazio alla riflessione. Le relazioni umane sono al centro dell’intera pièce teatrale e s’intrecciano formando nuovi e insoliti legami, spesso con colpi di scena. (foto: papà per tutti)
Orari botteghino: dal lunedì al sabato 10 – 13.30 / 16.00-20.00; domenica: 16.00-18.00. Costo dei Biglietti: INTERO € 18,00 – RIDOTTO € 15,00 – GRUPPI € 12,00

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La carestia colpisce parti del Sud Sudan

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

sud sudanJUBA, Sud Sudan, PRN Africa / — A causa della guerra e di un’economia al collasso circa 100.000 persone devono affrontare una grave situazione di fame in alcune parti del Sud Sudan, dove oggi è stata dichiarata la carestia, hanno avvertito tre agenzie delle Nazioni Unite. Un altro milione di persone sono state classificate sull’orlo della carestia.L’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura delle Nazioni Unite (FAO), il Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia (UNICEF) e il Programma alimentare mondiale (WFP) hanno anche avvertito che occorre intervenire subito per evitare che molte altre persone muoiano di fame. Se verrà fornita con urgenza un’assistenza duratura e adeguata, la situazione potrà migliorare nei prossimi mesi e si potranno mitigare ulteriori sofferenze.Se non si interverrà per frenare la gravità e la diffusione della crisi alimentare, si prevede che al culmine della stagione magra, nel mese di luglio, il numero totale delle persone che soffrono di insicurezza alimentare raggiungerà 5,5 milioni.Secondo l’ultimo aggiornamento del Quadro integrato di classificazione della sicurezza alimentare (IPC) pubblicato oggi dal governo, dalle tre agenzie e da altri partner umanitari, 4,9 milioni di persone – vale a dire oltre il 40% della popolazione del Sud Sudan – hanno bisogno di urgente assistenza alimentare, agricola e nutrizionale .
Le agenzie delle Nazioni Unite sollecitano che tutti coloro colpiti dalla carestia, o a rischio carestia, abbiano immediato accesso agli aiuti umanitari, per fermare l’estendersi della catastrofe, che può essere evitata solo se si incrementa l’assistenza umanitaria e si raggiungano i più vulnerabili.La carestia interessa attualmente zone dello Unity State, nella parte centro-settentrionale del paese. Una dichiarazione formale di carestia significa che le persone hanno già iniziato a morire di fame. La situazione odierna è la peggiore catastrofe della fame dall’inizio dei combattimenti scoppiati più di tre anni fa.La malnutrizione è una grave emergenza sanitaria, aggravata dall’estendersi del conflitto, dal crescente numero di sfollati, dallo scarso accesso ai servizi sanitari e dalla bassa copertura di strutture igieniche. Il rapporto IPC stima che 14 sulle 23 contee valutate soffrono di malnutrizione acuta globale (GAM) pari o superiore alla soglia di emergenza del 15%, con alcune zone che raggiungono addirittura il 42%.
In tutto il paese, tre anni di conflitto hanno gravemente pregiudicato la produzione agricola e i mezzi di sussistenza rurali. La recrudescenza della violenza dal luglio 2016 ha ulteriormente devastato la produzione alimentare, anche in zone in precedenza stabili. L’inflazione galoppante – fino all’800% di anno in anno – ed il crollo dei mercati hanno colpito anche zone che tradizionalmente si basavano sul mercato per soddisfare le esigenze alimentari. Le popolazioni urbane devono anche fare i conti con massicci aumenti dei prezzi dei prodotti alimentari di base.
La FAO, l’UNICEF e il WFP con altri partner, dall’inizio del conflitto hanno condotto estese operazioni di soccorso, e intensificato questi sforzi nel corso del 2016 per mitigare gli effetti più gravi della crisi umanitaria. Nello stato di Bahr El Ghazal, nel Nord del paese, il gruppo di valutazione IPC ha scoperto che gli aiuti umanitari sono riusciti a far diminuire il rischio di fame in quella zona.
La FAO ha fornito kit di sostentamento d’emergenza a più di 2,3 milioni di persone per aiutarli a pescare o coltivare verdure. La FAO ha anche vaccinato oltre 6 milioni di animali, capre e pecore, per evitare ulteriori perdite.Il WFP continua ad incrementare il suo sostegno in Sud Sudan via via che aumentano i bisogni umanitari, e prevede di fornire quest’anno assistenza alimentare e nutrizionale a 4,1 milioni di persone per l’intera stagione della fame. Questo include cibo di emergenza salvavita, aiuti in denaro e assistenza nutrizionale per gli sfollati e per tutti coloro che sono stati colpiti dal conflitto, insieme a programmi di recupero incentrati sulle comunità e pasti scolastici.
L’UNICEF si propone nel 2017 di curare 207.000 bambini per grave malnutrizione acuta. Lavorando con oltre 40 partner e in stretta collaborazione con il WFP, l’UNICEF sostiene 620 programmi terapeutici ambulatoriali e circa 50 programmi ospedalieri in tutto il paese per fornire ai bambini un trattamento urgente. Attraverso un meccanismo di risposta rapida, condotto congiuntamente con il WFP, l’UNICEF continua a raggiungere le comunità nei luoghi più remoti. Queste missioni di reazione rapida trattano migliaia di bambini per malnutrizione, e forniscono loro anche servizi di immunizzazione, acqua potabile e servizi igienici. SOURCE Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite (FAO)

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Il Mobile Payment & Commerce alla conquista del mondo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

porta nuova milanoMilano Giovedì 9 Marzo 2017, ore 9.00 – 13.00 Aula Carassa-Dadda, edificio BL.28, via Lambruschini 4, campus Bovisa. Prosegue l’espansione mondiale dei grandi attori internazionali nel lancio dei servizi di Mobile Payment. Come in una battaglia di Risiko, Apple, Google e Samsung stanno conquistando il mondo con i loro servizi di pagamento, “piantando” nuove bandierine in nuovi paesi ogni mese. Ma quando conquisteranno l’Italia? Il nostro Paese dovrà attendere ancora qualche mese, dato che al momento non sembra essere tra le priorità espansionistiche di questi attori per i servizi di Mobile Payment. Tuttavia, dietro la calma apparente nel mercato italiano, si intravedono segnali incoraggianti: finalmente gli esercenti italiani mostrano maggior interesse ad accettare i pagamenti con il cellulare e i consumatori appaiono sempre più incuriositi dalle opportunità offerte.Nel convegno verrà fornito un quadro delle principali innovazioni emerse durante l’ultimo anno e verranno discussi i risultati della Ricerca che ha visto la partecipazione dei principali player del settore: Telco, Banche, Service & Technology Provider. L’Evento sarà l’occasione per provare a rispondere alle seguenti domande: Quali sono le maggiori novità a livello internazionale per il Mobile Payment & Commerce?
Quanto vale oggi il mercato dei pagamenti digitali, quali sono le previsioni di crescita e le tendenze in atto?
Quali sono state le mosse dei grandi attori internazionali in ambito Mobile Payment e quando arriveranno in Italia?
Come stanno evolvendo le soluzioni di pagamento Mobile person-to-person? Sono pronti gli esercenti italiani ad accettare i Mobile Payment? E i consumatori a pagare tramite telefono cellulare?
Cosa pensano gli utilizzatori dei Mobile Wallet italiani dei servizi offerti?
Qual è il punto di vista degli esercenti utilizzatori del Mobile POS?
Esistono le caratteristiche di un Mobile Wallet ideale? E quali sono i KPI da monitorare per ottenerlo?
Quali sono le principali direttrici d’innovazione in ambito Mobile Payment & Commerce anticipate dalle startup? La partecipazione al Convegno è gratuita.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Usb è un sindacato indipendente

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

campidoglioRoma Leggiamo oggi su un articolo de Il Messaggero: “…Quelli dell’USB sono schierati per i Cinquestelle fin dalla campagna elettorale (il dicono le sigle rivali….”. Chi conosce USB è scrive simili sciocchezze può farlo esclusivamente in malafede. Che sia un tentativo di screditare USB o quello di affiancare la nostra organizzazione ad interessi politici specifici, il risultato non cambia. Usb è un sindacato indipendente a differenza di chi come Cgil, Cisl, Uil e Ugl ha fatto e continua a fare la cinghia di trasmissione dei partiti, garantendosi trattamenti di favore da chi governa a livello nazionale e locale.
A Roma, come in tante altre città, abbiamo criticato e ci siamo contrapposti con tante amministrazioni locali e continuiamo a farlo quando non riteniamo corrette e positive le loro politiche: continuiamo a farlo anche ora. Nello specifico siamo l’unica organizzazione sindacale che negli ultimi mesi ha organizzato due manifestazioni in Campidoglio alle quali hanno partecipato centinaia di cittadini e associazioni non certo schierate a favore dei 5 stelle. A Il Messaggero chiediamo, se interessato, di informarsi meglio e di contattarci: l’indipendenza è cosa che pratichiamo e conosciamo bene, forse anche meglio di molte testate giornalistiche.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convenzione tra l’Università di Camerino e la Confederazione Produttori Agricoli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

unicam1Camerino E’ stata firmata, nel corso di una conferenza stampa nella sede del Rettorato presso il Campus universitario a Camerino, la convenzione tra l’Università di Camerino e la Confederazione Produttori Agricoli (COPAGRI) Marche. A siglare l’accordo di collaborazione il Pro Rettore Vicario dell’Università di Camerino Claudio Pettinari ed il Presidente di COPAGRI Marche Giovanni Bernardini.L’Università di Camerino e la Copagri danno così l’avvio ad un proficuo rapporto di collaborazione per lo svolgimento di iniziative e attività di formazione e di ricerca, sviluppo tecnologico ed innovazione, promozione e valorizzazione delle produzioni agroalimentari ed enogastronomiche dell’entroterra marchigiano.Saranno pertanto realizzati progetti di sviluppo riferiti a processi, prodotti e servizi innovativi delle imprese agroalimentari ed enogastronomiche che favoriscano la conoscenza del territorio e delle produzioni locali, nonché definite progettualità condivise di promozione e valorizzazione delle produzioni agroalimentari ed enogastronomiche dell’entroterra marchigiano. È inoltre previsto lo sviluppo di format innovativi per la promo-commercializzazione di produzioni tipiche e nuove, supportate da processi produttivi innovativi e sostenibili.Saranno inoltre organizzati convegni e seminari, attivate collaborazioni scientifiche e didattiche su temi specifici di comune interesse, tirocini formativi e di orientamento e di altre attività didattiche e divulgative, borse di studio o assegni di ricerca. Tutte le attività saranno coordinate per Unicam dal prorettore vicario prof. Claudio Pettinari e per la Copagri dal Presidente pro-tempore Giovanni Bernardini. (foto: unicam)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione del volume «La Sicilia, il regionalismo e la questione meridionale»

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

dino-grammaticoTrapani venerdì 24 febbraio 2017 (Ore 17.30) presso la Sala Conferenze di Palazzo D’Alì (P.zza Vittorio Veneto), la presentazione del volume «La Sicilia, il regionalismo e la questione meridionale» di Dino Drammatico. Porteranno i saluti Vito Damiano (Sindaco di Trapani), Nicola Lamia (Dirigente Nazionale AICS) e Umberto Balistreri (Presidente ISSPE). Interverranno Fabrizio Fonte (Presidente Centro Studi Dino Grammatico), Giuseppe Bica (Sindaco di Custonaci) e Nello Musumeci (Presidente Commissione Antimafia all’A.R.S.). Modererà l’incontro Nino Maltese (Giornalista).«Un galantuomo della vecchia destra», con queste parole Maurizio Barbato sulle pagine de «La Repubblica» definiva Dino Grammatico e credo – afferma Fabrizio Fonte – che ricalchino perfettamente, seppur in maniera estremamente sintetica, la sua persona. Un’attività politica e culturale lunghissima (dalla fine degli anni ’40 del secolo scorso fino, sostanzialmente, alla sua scomparsa avvenuta nel febbraio 2007) da cui ancora oggi, non solo per fare memoria, possiamo attingere a piene mani, ma soprattutto per sottolineare la «lungimiranza visionaria», sia dell’uomo che del politico, in termini di idee. Ammesso che sia possibile, in qualche modo, scindere le due figure. Questo suo «pragmatismo di prospettiva» lo ha certamente proiettato, e non poteva essere diversamente, sul proscenio nazionale. Tant’è vero che ancora oggi se ne riserba ampiamente il ricordo. Ed in occasione della ricorrenza del primo decennale dalla scomparsa – prosegue Fonte – si è ritenuto opportuno ripresentare ai lettori alcuni tra i suoi scritti (esiste una notevole produzione), che sottolineano ampiamente questo tratto del suo profilo, che certamente travalica i confini Isolani e lo colloca tra i personaggi che hanno positivamente caratterizzato la seconda metà del Novecento italiano. Per tutta questa serie di motivazioni ci è sembrato opportuno selezionare alcune pubblicazioni, proposte di legge, interventi a conferenze o articoli giornalistici che potessero permettere, soprattutto alle nuove generazioni, di non disperdere il patrimonio derivante dal suo pensiero culturale e politico. A partire, in particolare, dal rilevante, quanto ovvio, impegno per la «Sicilia», ma anche l’attenzione prestata verso il concetto di «regionalismo» e la problematica della «questione meridionale». Proprio in tal senso – continua Fonte – si è voluta riprendere la narrazione di un’irredimibile Sicilia, con il suo «Processo alla regione siciliana» del 1974, in cui si metteva, già allora, in evidenzia che una certa idea malsana di autonomismo avrebbe, sul medio-lungo termine, portato al baratro socio-economico l’Isola. Il triste esempio della Sicilia consentì, pertanto, a Dino Grammatico di prospettare una visione differente della «rappresentanza nelle Regioni» e, di conseguenza, delle modalità con cui le stesse dovrebbero essere amministrate per il bene comune. A partire, ad esempio, dagli organi di governo che sarebbero dovuti, per poi come del resto avviene oggi, essere eletti direttamente dai cittadini e non dalle assemblee. Particolare attenzione – conclude Fabrizio Fonte – non poteva, infine, non avere la «questione meridionale», che ancora oggi paradossalmente non sembra trovare soluzione dinanzi ad una crisi strutturale che, in particolare sul piano socio-economico, proietta il Sud-Italia a rimanere, chissà per quanto tempo ancora, periferico e marginale rispetto ai canoni di sviluppo europei». (foto: dino drammatico)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ham Radio Show: in mostra a Pompei

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

ham-radio-showham-radio-show1Pompei Sabato 25 e domenica 26 febbraio, nell’area espositiva di via Plinio (di fronte alla pineta degli Scavi), si svolgerà la XV edizione di “Ham Radio Show, la mostra-mercato del Radioamatore, dell’Elettroni-ca e dell’Informatica”. L’elemento centrale dell’evento fieristico è rappresentato, come sempre, dall’esposizione degli ultimi ritrovati tecnologici: computer, smartphone, tablet, tv, stampanti 3D, home theater, digitale terrestre e satellitare, foto-videocamere, droni e tutti gli accessori connessi a questi moderni dispositivi, il tutto a prezzi interessanti. Ham Radio Show rappresenta anche una buona occasione per chi è caccia di affari e vuole puntare all’usato di qualità. Da visitare è anche la sezione “vintage” di Ham Radio Show, che consente di ammirare dei veri “gioielli” del passato e di riscoprire la tecnologia che ha fatto parte della nostra vita quotidiana solo fino a qualche decennio fa (radio ham-radio-show2d’epoca, giradischi, telefoni a disco, ecc.). La mostra-mercato è promossa e organizzata dall’Associazione Radioamatori Italiani (Ari) di Pompei. Pertanto è presente un’apposita sezione che raccoglie tutto ciò che riguarda gli appassionati di radiocomunicazioni amatoriali: apparecchiature per telecomunicazioni, radio rice-trasmittenti e tanto altro. La mostra torna a Pompei proprio nell’anno in cui la locale sezione Ari festeggia trent’anni di attività. Nata nel giugno del 1987 con lo di scopo di riunire e rappresentare i radioamatori di Pompei e dell’area vesuviana, essa svolge attività di studio, di sperimentazione, educative e sociali connesse al servizio di radioamatore. Tra gli obiettivi c’è anche la promozione dell’utilità sociale dei radioamatori, mediante lo sviluppo delle attività di telecomunicazione a supporto della Protezione Civile e della tutela del territorio in generale. (foto: Ham Radio Show)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gravi carenze alimentari dei rifugiati in Africa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

africa7Il Direttore Esecutivo del Programma Alimentare Mondiale (WFP/PAM) Ertharin Cousin e l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati Filippo Grandi esprimono profonda preoccupazione per la grave carenza alimentare che sta interessando circa 2 milioni di rifugiati in dieci Paesi africani.
La disponibilità di alimenti potrebbe diminuire ulteriormente nei prossimi mesi se non si troveranno nuove risorse a cui attingere.
Il numero di rifugiati in Africa è quasi raddoppiato passando dai 2,6 milioni del 2011 ai quasi 5 del 2016. Se da un lato, in questo periodo, sono aumentate le donazioni per l’assistenza ai rifugiati, dall’altro non hanno tenuto il passo con la crescita repentina dei bisogni. Di conseguenza, la risposta umanitaria risulta fortemente sotto finanziata e ciò ha portato a dover ridurre la distribuzione di alimenti per alcuni gruppi di rifugiati.
Il Direttore Esecutivo del WFP e l’Alto Commissario dell’UNHCR avvertono che questa carenza alimentare produrrà conseguenze disastrose sulla salute e sui sistemi di protezione di queste popolazioni così vulnerabili, se non si riuscirà a garantire maggiore assistenza.
“Non possiamo nemmeno immaginare quanto possa essere difficile la vita per le migliaia di famiglie rifugiate che non hanno cibo sufficiente e, spesso, non hanno la possibilità di lavorare o trovare altri mezzi di sostentamento. I rifugiati sono persone straordinariamente resilienti, ma i tagli alla distribuzione di alimenti – a volte perfino del 50 per cento – stanno avendo un impatto devastante sulla salute e sulla nutrizione di migliaia di famiglie”, ha dichiarato l’Alto Commissario Filippo Grandi. “Il diritto al cibo è un diritto fondamentale. Collaboriamo con il WFP per assicurarci che nessun rifugiato debba soffrire la fame, ma è necessario ottenere ulteriore sostegno al più presto”.
“Per poter sopravvivere, milioni di rifugiati dipendono dagli aiuti alimentari distribuiti dal WFP e dal nostro lavoro per gestire e prevenire la malnutrizione. Ma in Africa essi rischiano di passare in secondo piano a causa delle grandi crisi umanitarie in corso altrove”, ha dichiarato il Direttore Esecutivo Ertharin Cousin. “I nostri sostenitori si sono dimostrati davvero generosi di fronte a crisi globali senza precedenti. Tuttavia, nessun rifugiato merita di essere abbandonato e dimenticato”.
L’UNHCR e il WFP riconoscono che la situazione nel Corno d’Africa in termini di sicurezza alimentare e nutrizione è estremamente preoccupante e che i bisogni di assistenza sono di una portata senza precedenti. Le persone in fuga dalla Somalia e dal Sud Sudan arrivano nei campi di accoglienza in condizioni critiche. A partire da gennaio oltre il 75 per cento dei minori somali che sono arrivati a Dollo Ado, in Etiopia, erano gravemente malnutriti.
Dieci operazioni di assistenza per i rifugiati in Africa sono state interessate da tagli che hanno avuto ripercussioni sulla quantità e la qualità degli alimenti da distribuire a circa 2 milioni di rifugiati. Le razioni di cibo sono state drasticamente ridotte – in alcuni casi anche del 50 per cento – nelle operazioni su vasta scala quali quelle in Camerun, Ciad, Kenya, Mauritania, Sud Sudan e Uganda.
I rifugiati di Burkina Faso, Gibuti, Burundi ed Etiopia hanno subito tagli alla distribuzione di prodotti specifici quali gli alimenti fortificati contenenti micronutrienti, necessari per garantire una dieta adeguata.
L’UNHCR e il WFP temono che i significativi tagli alla distribuzione di alimenti avranno gravi conseguenze sulla nutrizione e sulla protezione dei rifugiati, che saranno spinti ad adottare espedienti per far fronte alla situazione come saltare i pasti o tenere i figli a casa o mandarli a lavorare piuttosto che a scuola.
La situazione nutrizionale di questi rifugiati destava preoccupazione prima ancora dei recenti tagli all’assistenza alimentare e ora sta peggiorando. Le analisi sulla nutrizione effettuate nel 2016 hanno documentato elevati livelli di malnutrizione acuta, anemia e di arresto della crescita. In molti campi rifugiati in Etiopia, Ciad, Sudan e Gibuti la malnutrizione acuta ha raggiunto uno stato critico e l’anemia è diffusa in oltre il 40 per cento della popolazione, dati che indicano una crisi di salute pubblica.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gloria Campisi e Mauro Caspanello in concerto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

campisiPalermo venerdì 24 febbraio alle 21 da Bontà Kilometrozero, il locale in via Emilia 69 specializzato in cibo made in Sicilia, per la rassegna tutta “Bontà di jazz” presenta la cantante Gloria Campisi, accompagnata dal chitarrista Mauro Caspanello che porterà il suo repertorio di cantanti pop e dalla voce nera. In scaletta brani di Alicia Keys, Giorgia, Christina Aguilera, U2, Coldplay e Beatles.
L’evento è promosso da CAST, scuola di musica e canto, produzione e distribuzione musicale, a Palermo in via Maggiore Tommaso de Cristoforis 8. (foto: campisi)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sciopero gruppo Alitalia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

alitaliaI lavoratori di Alitalia Sai e di Cityliner sciopereranno compatti il 23 febbraio per difendere il proprio posto di lavoro e le condizioni contrattuali di fronte all’ennesima crisi che coinvolge la più grande azienda del Trasporto Aereo – dichiara Francesco Staccioli di USB Lavoro Privato Trasporti. Una crisi che vola sopra le teste dei lavoratori: all’interno di un CdA litigioso, nelle alleanze tra Etihad e Lufthansa dove non si capisce che ruolo possa avere Alitalia, negli incontri riservati a una parte di sigle sindacali e il Governo, mentre quest’ultimo ancora non scioglie la riserva su cosa intenda fare e il Piano industriale rimane tuttora un mistero.
I lavoratori non saranno spettatori inermi, nessuno può neanche immaginare di presentare pacchetti preconfezionati e legati al ricatto – continua Staccioli. – Attraverso le partecipate assemblee tenute fino a qui e con lo sciopero, i lavoratori vogliono dire la loro e lottare con le proprie parole d’ordine:
per un piano di investimenti concreto e per dire un enorme NO ai licenziamenti;
per dire basta ai tagli salariali e ad eventuali societarizzazioni;
per chiedere l’intervento diretto del Governo che assicuri lo sviluppo di Alitalia ma anche per imporre un sistema di regole uguali a tutti gli operatori del Trasporto aereo e far cessare la concorrenza sleale in atto tra i vettori e dentro gli aeroporti.
Non si può continuare a curare un malato cronico con la stessa medicina e gli stessi dottori che ne hanno persino peggiorato le condizioni – insiste il sindacalista USB. – Gli anni buttati via dietro piani fallimentari impongono una scelta radicale e onerosa che pensiamo possa essere sostenuta attraverso la nazionalizzazione di un’Azienda strategica per gli interessi nazionali.
Non più un posto di lavoro perso, non più il far west senza regole dentro un settore che sviluppa – conclude Staccioli -.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Terapie su misura contro l’asma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

asma-bronchialeAnche nelle malattie respiratorie il futuro è la medicina personalizzata. Gli esperti già oggi hanno la possibilità di distinguere diversi tipi di asma, capire grazie a test innovativi quali differenti proteine infiammatorie sono responsabili della malattia e di conseguenza quale terapia mirata deve essere somministrata per ogni singolo paziente. La conferma giunge dal primo meeting internazionale dal titolo “Focus on upper & lower airways disease”, appena concluso a Genova e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini. «L’asma è un target della medicina personalizzata da quando abbiamo la possibilità di selezionare i pazienti utilizzando i biomarcatori» spiega Giorgio Walter Canonica, Presidente del congresso, Docente di Asma e Allergia Clinica al Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università Humanitas di Rozzano, Milano e al Dipartimento di Medicina Interna dell’Università di Genova. «Grazie ai biomarcatori possiamo identificare il meccanismo che provoca la malattia in un determinato paziente. Con una diagnosi precisa la medicina personalizzata può garantire diversi vantaggi: la scelta della terapia più efficace e dell’inalatore più appropriato per ogni paziente; lo sviluppo di una rete tra centri di riferimento qualificati per gestire i pazienti con asma severa; lo sviluppo di farmaci biologici come nuovo approccio terapeutico nei pazienti con asma severa».
Sono diversi i test diagnostici che possono aiutare nella differenziazione dei pazienti con asma, alcuni già disponibili, e altri nel prossimo futuro. Tra questi le tecniche di imaging come l’imaging ottico in vivo con sonde fluorescenti degli infrarossi vicini per monitorare l’infiammazione del tessuto polmonare. Per valutare i cambiamenti del tessuto polmonare dovuti all’asma, i ricercatori hanno usato anche la tomografia micro-computerizzata. Anche un semplice esame del sangue potrebbe diventare uno strumento estremamente efficace per guidare le cure in chi soffre di asma, grazie alla conta degli eosinofili. «Sono cellule infiammatorie che si trovano nel sangue circolante e nei diversi tessuti e la cui quantità si correla all’intensità di alcune malattie polmonari e delle vie aree, prime fra tutte l’asma» precisa Canonica. «Quindi arrivare a contare gli eosinofili potrebbe aiutare a individuare i pazienti a maggior rischio di riacutizzazione di queste patologie e di conseguente decadimento funzionale nonché a impostare una terapia ad hoc caso per caso. Il numero degli eosinofili è facilmente acquisibile da un esame del sangue, molto meno oneroso della ricerca che potrebbe essere fatta anche sull’espettorato. Si qualificano quindi, per queste patologie respiratorie, come un biomarcatore a basso costo e in grado di discriminare i pazienti più esposti a complicanze, ma anche di migliorare la sintomatologia respiratoria impostando terapie personalizzate con una ricaduta positiva, in termini di risparmio, per il sistema sanitario nazionale».
Per quanto riguarda le terapie, sono in corso di sperimentazione diversi anticorpi monoclonali, i cosiddetti farmaci biologici, che consentono di bloccare in maniera totalmente selettiva alcuni mediatori responsabili dell’infiammazione. È già a disposizione l’anticorpo anti-IgE e sarà presto disponibile l’anticorpo anti interleuchina 5, proteina infiammatoria secreta da cellule del sistema immunitario. Si tratta del primo di una serie di farmaci biologici che rivoluzioneranno la terapia dell’asma, consentendo l’intervento farmacologico a diversi livelli del meccanismo che scatena i sintomi della malattia e dando così allo specialista altrettante armi per una terapia personalizzata. «Se infatti questo farmaco dà buoni risultati nei casi in cui il meccanismo della malattia è sostenuto proprio da questa specifica molecola, i prossimi farmaci “intelligenti” saranno quelli mirati contro altre molecole coinvolte in altre forme di asma grave, come l’interleuchina-4 o l’interleuchina-13» aggiunge Canonica. «Si tratta di farmaci specifici in grado di spegnere gli interruttori molecolari responsabili di diverse tipologie di asma grave: questi farmaci inoltre, essendo del tutto simili agli anticorpi umani, non determinano alcuna risposta negativa nel sistema immunitario. La loro azione selettiva consente efficacia senza significativi effetti collaterali, perché mirano a cause precise della malattia, che però devono essere riconosciute in ciascun paziente, per poter prescrivere a ognuno il farmaco più adatto al suo caso». Per raggiungere questi obiettivi è stato creato il Progetto SANI – Severe Asthma Network Italy, un network di centri di eccellenza nella cura dell’asma grave diffusi su tutto il territorio nazionale, selezionati sulla base di precisi requisiti definiti dalle più rigorose linee guida internazionali, ciascuno dei quali deve garantire la presenza di adeguate risorse strumentali e conoscenze clinico-scientifiche. L’elenco dei centri è consultabile sul sito http://www.sani-asma.org.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Endometrio e disordini del ciclo mestruale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

bolognaBologna dal 23 al 25 febbraio Palazzo Re Enzo, Piazza del Nettuno 1/C, si svolge il congresso dal titolo “Endometrium – From physiology to pathologies”, organizzato dal DIMEC-Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell’Università di Bologna e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini. «Le patologie dell’endometrio e i disordini del ciclo mestruale sono tra le principali cause di malattie nelle donne» spiega Renato Seracchioli. Professore associato al DIEMC-Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche di Bologna. «Il trattamento di queste condizioni rappresenta una grossa sfida, anche perché le stesse terapie utilizzate potrebbero esse stesse determinare complicanze mestruali e ormonali nelle donne trattate. Lo scopo di questo congresso è quello di condividere tra medici le attuali conoscenze sulla fisiologia, la patofisiologia, la diagnosi e il trattamento dei disordini dell’endometrio. Si tratta si un appuntamento non soltanto relativo alla teoria medica, ma anche agli aspetti pratici nella gestione di patologie cliniche. Esperti internazionali porteranno i loro contributi scientifici da condividere con ginecologi, endocrinologi, oncologi e colleghi di altre specializzazioni».
The endometrium is at the heart of the female genital system. The menstrual flow, distinctive to the primates, has timed the daily lives of humanity for centuries. The unique cyclic change of human endometrial cells are controlled by the harmonious interaction between hypothalamus, pituitary gland and ovaries, thus making the endometrium proliferate, differentiate, exfoliate and then reproduce. Since the sixties, our knowledge on endometrial physiology coupled to biochemical discoveries has allowed the opportunity to modulate and control endometrial changes. Disorders of human endometrium and menstrual cycle are major causes of morbidity in women. In addition, the treatment of such conditions presents an enormous clinical challenge, especially since some of the treatments used can themselves result in
further menstrual and hormonal complications. The aim of this congress is provide in-depth review of current knowledge of the endometrial physiology pathophysiology, investigations, and treatment of endometrial disorders. The emphasis of this particular scientific meeting is not only on the theoretical, but also on the practical aspects in the management of these common clinical conditions. World-leading experts will outline menstruation from physiological and pathological perspectives, wishing to improve knowledge of gynecologists and family practitioners of this utmost important gynecological key player. Bologna is a town with a historical cultural tradition of hospitality and openness to people. The University of Bologna is the oldest of the Western World and one of the largest in Italy. We hope that our guests will benefit from scientific content of the meeting, and have a chance to enjoy Bologna culture.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Taxi Roma: Assessora incontra delegazione tassisti in protesta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

taxi-romaL’Assessore alla Città in Movimento di Roma Capitale Linda Meleo, dopo aver incontrato questo pomeriggio una delegazione dei tassisti in protesta, ha inviato una lettera al ministro dei Trasporti Graziano Delrio per chiedere un intervento che possa favorire “lo stralcio dell’emendamento Lanzillotta-Cociancich al decreto Milleproroghe in discussione alla Camera dei Deputati”.“L’eliminazione del principio di territorialità – spiega -, se portata avanti, potrebbe determinare ripercussioni negative sull’assetto concorrenziale del mercato del trasporto pubblico non di linea che vedrebbe, da un lato, l’avvio di un percorso di liberalizzazione di fatto del segmento NCC e, dall’altro, il mantenimento di un segmento regolato come quello del servizio taxi, generando confusione e instabilità nella disciplina e impatti importanti sul governo delle città a cui ciascuna Amministrazione sarebbe costretta a far fronte”.“Serve un confronto costruttivo con le associazioni di categoria ma soprattutto con le amministrazioni locali. Solo così si possono portare avanti buone riforme. Perché quella finita nel mirino delle proteste, lo voglio sottolineare chiaramente, non è una buona riforma” aggiunge. “Il servizio taxi è fondamentale per i trasporti della Capitale. Sono il nostro biglietto da visita per turisti e stranieri che visitano la nostra città. Per questo è necessario ripristinare la normalità: faccio nuovamente appello alla categoria invitandola ad interrompere la protesta” conclude Meleo.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nato: Alli incontra Mike Pence

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

nato“A nome dell’Assemblea Parlamentare della Nato ho espresso apprezzamento a Mike Pence per le sue recenti affermazioni sulla Nato, che confermano la solidità dei rapporti tra Stati Uniti e Alleanza”. Così Paolo Alli, deputato di Area Popolare e Presidente dell’Assemblea Parlamentare Nato, che oggi a Bruxelles ha incontrato il Vice Presidente degli Stati Uniti Mike Pence.
“Col Vice Presidente – continua – ci siamo trovati d’accordo su una maggior attenzione e presenza della Nato sul fronte meridionale e, più in generale, sull’importante contributo che l’Alleanza può dare nel contrasto al terrorismo internazionale. A Pence ho ribadito l’impegno dell’Assemblea Parlamentare per lavorare coi diversi parlamenti nazionali in modo da poter arrivare a una più equa distribuzione delle spese tra tutti i membri dell’Alleanza”. E conclude: “Il Vice Presidente Pence nel corso del nostro dialogo ha ribadito la totale lealtà degli americani al legame transatlantico e indicato l’Assemblea Parlamentare Nato come un prezioso strumento per mantenere i rapporti tra il Congresso Americano e i Parlamenti europei.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Situazione rom nelle periferie romane

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

Fabio_Rampelli_daticameraUna delegazione di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale di Roma guidata dal capogruppo alla Camera dei deputati Fabio Rampelli ha oggi effettuato un sopralluogo nel campo nomadi di via Salone nel VI Municipio.“Abbiamo trovato – ha detto Rampelli – una situazione terribile, rifiuti ovunque, fetore insopportabile dalla fogna ostruita, degrado ambientale e sociale, bambini ovunque che invece sarebbero dovuti stare a scuola, continue perdite di acqua, tracce di fuochi ovunque. Non riusciamo a capire che fine facciano i 25 milioni di euro all’anno che il Comune di Roma stanzia per la scolarizzazione né le centinaia di milioni per la manutenzione di queste cloache. Né riusciamo a rassegnarci all’idea che la Capitale d’Italia debba continuare ad avere campi nomadi le cui condizioni igienico-sanitarie-sociali sono incompatibili con il diritto alla legalità e alla pulizia dei cittadini italiani. A tutto ciò si aggiungono le piaghe dell’illegalità manifestata anche dai circa quaranta arresti domiciliari e obblighi di firma presenti nel campo di Salone e dai continui fumi tossici prodotti per estrarre rame da cavi regolarmente rubati da insediamenti pubblici.Il gravissimo fenomeno della mendicità infantile e il proliferare del rovistaggio nei cassonetti sono solo le più recenti ‘anomalie’ di questa tragedia”. “Tra la ‘marzianità’ dell’ex sindaco Marino e il dilettantismo della sindaca Raggi, – ha concluso Rampelli – Roma si trova in una situazione di totale abbandono. Su questa situazione che lede il principio base della convivenza chiederò alla commissione d’inchiesta sullo stato delle periferie di audire urgentemente il ministro dell’Interno Minniti”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola Sostegno, cade il mito della continuità didattica: la delega della riforma va modificata

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

ministero-pubblica-istruzioneIl decreto della Legge 107/15 sull’inclusione scolastica degli studenti con disabilità non salvaguarda i diritti dell’alunno. E nemmeno del docente specializzato. I motivi sono stati spiegati dall’Anief, durante le audizioni tenute al Senato e alla Camera dei deputati, e ribaditi a seguito delle crescenti proteste di questi ultimi giorni: l’insegnamento del sostegno è assegnato alla scuola, quindi alla classe, al pari degli altri componenti. E siccome l’alunno con disabilità è collocato in un gruppo-classe, è chiaro che è il Consiglio ad approvare la programmazione differenziata, come l’ammissione alla classe successiva: pertanto, o si bloccano tutti i membri del Consiglio stesso o si lede la continuità didattica. Essa infatti diventa un obiettivo impossibile da conseguire, perché significa che ogni docente non dovrebbe mai assentarsi per maternità, malattia o altro.
Marcello Pacifico (Anief-Cisal): il vincolo di dieci anni di permanenza dei docenti specializzati dopo l’immissione in ruolo non tiene conto di troppi aspetti. Ecco perché la continuità è un mito da sfatare. Poi c’è almeno un’altra incongruenza: se un docente insegna tre anni alle medie o cinque alla primaria o alle superiori, perché il vincolo sul sostegno è stato portato a dieci anni?

Posted in Politica/Politics, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

M5S Lombardia. Moschee: nessuna novità, solo propaganda

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

regione lombardia“Sostanzialmente sulle moschee non è cambiato nulla. L’assessore Beccalossi, che millanta l’ennesimo propagandistico stop ai centri culturali islamici che svolgono funzione di luogo di culto, si è fermata solo a un censimento dei circa 700 luoghi di culto non ufficiali che esistono in Lombardia e che peraltro erano già noti a tutti, Comuni e forze dell’ordine, ossia gli unici che possono gestire la situazione. Sono i sindaci che devono intervenire e non la regione che ha prodotto un obbrobrio legislativo bocciato dalla Consulta e soprattutto da tutte le undici confessioni religiose presenti in Lombardia perché rende molto difficile la costruzione di nuove attrezzature religiose, non solo delle moschee. Come al solito in Lombardia si dimentica che forze dell’ordine, magistratura e servizi segreti sono concordi sul fatto che avere luoghi ufficiali di culto per i musulmani favorisce il contrasto al terrorismo islamico e non il contrario come questa Maggioranza continua a ripetere ingannando i cittadini”, così Eugenio Casalino, consigliere regionale del M5S Lombardia.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra Helmut Newton

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

!HUSTON 4498-9Napoli, 25 febbraio – 18 giugno 2017 PAN Palazzo Arti Napoli Anteprima stampa Venerdì 24 febbraio ore 11.30. Il progetto della mostra Helmut Newton. Fotografie. White Women / Sleepless Nights / Big Nudes, nasce nel 2011 per volontà di June Newton, vedova del fotografo e presidente della Helmut Newton Foundation, e raccoglie le immagini dei primi tre libri di Newton pubblicati tra la fine degli anni Settanta e l’inizio degli anni Ottanta, da cui deriva il titolo della mostra e l’allestimento articolato in tre sezioni. I tre libri sono fondamentali per capire la fotografia di Newton, che li ha progettati personalmente, selezionando le immagini fotografiche e la loro impaginazione. L’esposizione, curata da Matthias Harder e Denis Curti e aperta al pubblico dal 25 febbraio al 18 giugno 2017 al PAN, Palazzo Arti Napoli, presenta per la prima volta a Napoli oltre 200 immagini di Helmut Newton, uno dei più importanti e celebrati fotografi del Novecento.
White Women Nel 1976 Helmut Newton dà alle stampe il suo primo libro monografico, che subito dopo la sua pubblicazione riceve il prestigioso Kodak Photo Book Award. 84 immagini a colori e in bianco e nero in cui per la prima volta il nudo e l’erotismo entrano nel mondo della moda: si tratta di fotografie innovative e provocanti che rivoluzionano il concetto di foto di moda e testimoniano la trasformazione del ruolo della donna nella società occidentale. Visioni che trovano spunto anche nella storia dell’arte, in particolare nella Maya desnuda e nella Maya vestida di Goya del Museo del Prado di Madrid.
Sleepless Nights Anche Sleepless Nights pubblicato nel 1978, ruota attorno alle donne, ai loro corpi, abiti, ma trasformando le immagini da foto di moda a ritratti, e da ritratti a reportage di scena del crimine. I soggetti sono solitamente modelle seminude che indossano corsetti ortopedici o sono bardate in selle in cuoio, fotografati fuori dal suo studio, quasi sempre in atteggiamenti sensuali e provocanti, a suggerire un uso della fotografia di moda come mero pretesto per realizzare qualcosa di completamente nuovo e molto personale. Sicuramente si tratta del volume a carattere più retrospettivo che raccoglie in un’unica pubblicazione i lavori realizzati da Newton per diversi magazine (Vogue fra tutti), ed è quello che definisce il suo stile rendendolo un’icona della fashion photography.
Big Nudes Con la pubblicazione Big Nudes del 1981, Newton raggiunge il ruolo di protagonista della fotografia del secondo Novecento, inaugurando una nuova dimensione – misura, quella delle gigantografie che entrano prepotentemente e di fatto nelle gallerie e nei musei di tutto il mondo. Fonte di ispirazione dei nudi a figura intera ed in bianco e nero ripresi in studio con la macchina fotografica di medio formato, sono stati per Newton i manifesti diffusi dalla polizia tedesca per ricercare gli appartenenti al gruppo terroristico della RAF.
Il percorso espositivo permetterà di conoscere un Helmut Newton più profondo e se vogliamo più segreto rispetto a quanto già diffuso: infatti, se l’opera del grande fotografo è sempre stata ampiamente pubblicata e con enorme successo su tutte le riviste di moda, non sempre la selezione effettuata dalle redazioni corrispondeva ed esprimeva compiutamente il pensiero dell’artista.
L’obiettivo di Newton aveva la capacità di scandagliare la realtà che, dietro il gesto elegante delle immagini, permetteva di intravedere l’esistenza di una realtà ulteriore, che sta allo spettatore interpretare.
Obiettivo della mostra è presentare i temi distintivi dell’immaginario artistico di Helmut Newton, offrendo la possibilità ai visitatori di comprendere fino in fondo il suo lavoro come mai prima d’ora. Promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, la mostra è organizzata da Civita Mostre in collaborazione con la Helmut Newton Foundation. La mostra è accompagnata da una pubblicazione edita da Marsilio. (foto: nudo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »