Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 327

Archive for 8 marzo 2017

Post-War and Contemporary Art Evening Auction Results

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

post warLondon – The Post-War and Contemporary Art Evening Auction continued the confidence that launched the season, totalling £96,384,000 / $117,781,248 / € 111,034,368, a 65% increase on last February’s equivalent total, with strong sell-through rates of 95% by lot and 98% by value. The top price of the evening was for Peter Doig’s spellbinding snow scene Cobourg 3 + 1 More, which saw determined bidding in the saleroom and on the phone and sold for £12,709,000 / $15,530,398 / €14,640,768. Another highlight Mark Rothko’s No. 1 (1949), realised a price of £10,693,000 / $13,066,846 / €12,318,336 demonstrating that American artists were a particular draw for collectors. This was echoed with Jean-Michel Basquiat’s Self Portrait, from the collection of U2’s Adam Clayton, selling for £2,225,000 / $2,718,950 / €2,563,200, and Basquiat’s Alpha Particles (£3,973,000 / $4,855,006 / €4,576,896, both emphasising international demand for the artist ahead of his first UK retrospective at the Barbican later this year. The appeal of contemporary European masters was demonstrated by Jean Dubuffet’s painting Être et poraître (To Be and to Seem), achieving £10,021,000 / $12,245,662 / €11,544,192, while his work on paper Deux Arabes gesticulant (Two gesticulating Arabs) set a world record at auction for the medium of £1,109,000 / $1,353,198 / €1,277,568. The total to date for 20th Century at Christie’s is £258,313,636 / £318,704,602 / £300,478,142.
“The exceptional sell-through rates of 95% by lot and 98% by value demonstrate that Christie’s is able to anticipate and meet the demands of the market today. The prices achieved for American artists demonstrate that they are a significant force and London is an international platform, with top prices achieved for Carl Andre, Jean-Michel Basquiat, Alexander Calder, Robert Rauschenberg, Mark Rothko and Andy Warhol. Jean Dubuffet was another major highlight selling above estimate. The evening opened with record prices at auction for Wolfgang Tillmans, currently the subject of a celebrated retrospective at Tate Modern, quickly followed by records for Cecily Brown, Njideka Akunyili Crosby, Henry Taylor, Albert Oehlen, Carol Rama and Günther Uecker.” Edmond Francey, Head of Department, Post-War and Contemporary Art, London (photo: post war)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

€14.2m for the sale of Boni De Castellane et Anna Gould

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

Boni De CastellaneParis On 7 March 2017, Christie’s Boniface de Castellane and Anna Gould ‘A way of Life’ auction realised a total of €14,266,563 / £12,342,004 / $15,155,370. These exceptional results reflect the relevant choices Boni had made when furbishing his legendary Palais Rose with the most exquisite works of art.
Lionel Gosset, Head of Collection sales, Christie’s France: “Continuing Christie’s long history of offering prestigious collections at auction, we are honoured to have paid such a beautiful tribute to this important collection. Its celebrated provenance and the pristine quality of its works have attracted bidders from 19 countries across five continents, establishing once again Christie’s France’s leadership in selling collections with success”.Connoisseurs, collectors and institutions, such as the Sèvres museum (lot 145) and the Lyndhurst museum –Anna Gould’s childhood home in the state of New York (lots 2, 6, 10 and 16)–, have acquired 96% of the sale, demonstrating continued interest in high quality 18th century pieces. The Palais Rose’s famous Boulle furniture achieved strong prices, as illustrated by the Louis XVI pair of meubles-à-hauteur-d’appui by Etienne Levasseur and Adam Weisweiler which sold for €818,500 (lot 132) and the Louis XIV console attributed to André-Charles Boulle sold for €506,500 (lot 140). Important decorative art from the period also performed very well, as shown by the Sèvres porcelain “vases” which realised €206,500 against a presale estimate of €80,000-120,000 (lot 52) and a George III clock attributed to James Cox achieved €290,500 (lot 89).Art Déco works by Cartier where among the highlights of the sale, as the Mystery Clock achieved €686,500 against a presale estimate of €150,000-200,000 (lot 18) and the ‘Jardin Japonais’ desk set achieved €1.118.500 (lot 19), a new record for an object by Cartier sold at auction.Finally, leading the sale was the magnificent view of the Piazza San Marco, with the basilica and the campanile by Francesco Guardi (lot 46), for which determined bidding resulted in a total of €6,738,500 / £5,829,476 / $7,158,309, making it the highest price achieved by far for an old master painting sold at auction in France over the past two decades.(photo: Boni De Castellane)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

3° appuntamento col cinema di Mimmo Calopresti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

uno per tutti1Roma giovedì 9 marzo Via Carlo Botta 19 ore 20.30 con il suo ultimo film, “Uno per tutti”, dal romanzo di Savatteri. Ingresso libero. Sorprende Mimmo Calopresti, e già questa, in un cinema italiano sempre più paludato e prevedibile, è una gran qualità, di questi tempi. Ma sorprende con grande coraggio e disponibilità a mettersi in gioco, proprio nel volere uscire fuori dai comodi confini del fin troppo consolidato, narrativamente, “cinema d’autore”. Come se per liberarsi del cappio mortale che stringe al collo il nostro cinema lo si dovesse tradire, magari inevitabilmente andando poi a scontrarsi con le difficoltà di stare al passo con le narrazioni forti di questi anni.
All’origine di Uno per tutti c’è il bel romanzo di Gaetano Savatteri, che deve avere sedotto non poco Calopresti. Doppia narrazione, anni sessanta e giorni nostri. Storie di migrazione, di ragazzi uno per tuttiche crescono nelle periferie del Nord. Storie di amicizie giovanili, ma anche di tragedie, di persone che si perdono e poi, per una notte, ormai adulti, si ritrovano. Tre amici d’infanzia che si rincontrano perché uno di loro, il leader fondatore del loro gruppo da ragazzi, è in bel pasticcio, e ha bisogno di loro. Il tutto dentro le coordinate dell’immaginario meridionale (il protagonista é siciliano) trasferito nelle desolanti tristi periferie dell’hinterland milanese negli anni del boom economico.Una storia che sembra appiccicata addosso a Calopresti, quasi un viaggio parallelo nell’immaginario della sua infanzia di figlio di immigrati calabresi.
Il film sarà introdotto al pubblico dal regista insieme al direttore editoriale di Sentieri Selvaggi Simone Emiliani. (foto: uno per tutti)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Rivista San Francesco e la festa delle donne

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

festa donneASSISI (PG) I volti di semplici donne sorridenti sono la copertina della rivista San Francesco di marzo dedicata alla Giornata Internazionale della Donna. Il ricordo di tutte le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, delle discriminazioni e delle brutalità cui sono state e sono ancora oggetto in tutto il mondo. “E’ inaccettabile che una donna subisca ancora oggi violenze e soprusi. – Dichiara il direttore del mensile, padre Enzo Fortunato – San Francesco non istituì mai gerarchie di merito a partire dal sesso, e neppure dallo stato di vita. Non credeva affatto che, per sua natura, un uomo fosse a motivo del proprio sesso, migliore di una donna”.
La rivista San Francesco propone il pensiero del sociologo Domenico De Masi “l’attuale violenza è dunque un colpo di coda del maschio perdente, uno stonato canto del cigno con cui tenta di confermare a se stesso di essere tuttora detentore del diritto di vita e di morte su quella che nei millenni passati è stata sua schiava e nei millenni futuri sarà sua padrona”. Le storie di violenza raccontate dalle operatrici di alcuni punti di ascolto in Italia: “è molto difficile riconoscere che l’uomo con cui si è scelto di condividere la vita e avere figli, oppure il partner con cui si vorrebbe avviare, approfondire, una relazione sentimentale, possa assumere comportamenti violenti”.Il mensile conduce per mano il lettore nel cammino quaresimale di Francesco: “un’esperienza di incontro con l’Altro da dove scaturisce la misericordia e l’attenzione per quel prossimo che ogni giorno ci cammina accanto e sta al nostro fianco”. Ma anche arte in Basilica, approfondimenti francescani e solidarietà.Il periodico e le esclusive illustrazioni per bambini sulla vita del Santo di Assisi sono scaricabili in digitale collegandosi al sito sanfrancesco.org. (foto: festa delle donne)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Leave a Comment »

Festa delle donne e la violenza di genere

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

otto marzoLa relazione della Commissione Europea sulla violenza di genere ha individuato le cause poste alla base di un fenomeno esteso che riguarda l’intero pianeta, ma che in Europa assume contorni più preoccupanti visto il livello di legislazione avanzata sui Diritti Umani rispetto ad altre Nazioni.Costume, tradizione e religione, sono questi i fattori che lo studio promosso dalla Commissione Europea ha individuato come responsabili della violenza sulle donne.Segno evidente che le legislazioni, di per sé, non sono sufficienti se non sono accompagnate da progetti culturali che possano effettivamente incidere su fenomeni così radicati come il costume, la tradizione e la religione.L’Unione Europea ha espresso degli “Orientamenti” specifici ponendo particolare attenzione alle politiche di prevenzione che possano arginare tutte le forme di discriminazione nei confronti delle donne e delle bambine.In Italia il costume, la tradizione e la religione sembrano fenomeni irrinunciabili e nessuno mette in relazione questi tre elementi con i femminicidi che si consumano al ritmo di uno ogni tre giorni, o con la violenza domestica tanto diffusa quanto silente.Anche l’Italia aveva avviato un progetto scolastico di prevenzione sulla discriminazione di genere, ma poi i mantenuti del Vaticano, con le loro logiche criminali, hanno lasciato credere alla popolazione che si volesse insegnare ai bambini la masturbazione, inventando una fantomatica teoria gender che ha avuto come principale oppositore Bergoglio.Gli italiani, disposti a credere a qualunque menzogna purché pronunciata dal monarca confinante, sono andati dietro alle castronerie bergogliane, e abbiamo perso l’ennesima occasione di civiltà.L’Italia ha ratificato la Convenzione di Istanbul che focalizza alcuni rimedi quali, ad esempio, l’istituzione di linee telefoniche apposite per la segnalazione degli abusi, di luoghi di rifugio e protezione, servizi medici, legali e di consulenza.Si tratta di rimedi rispetto alla violenza già consumata mentre la sfida è sulla “cultura” che porta gli uomini ad essere violenti.Non si focalizzano abbastanza le circostanze che concretizzano una reale prevenzione nei confronti degli autori.Non sarà sufficiente soltanto una legislazione a favore delle vittime se nel contempo non si creeranno centri di ascolto anche per gli uomini violenti.Non sarà sufficiente se non si avvieranno nelle scuole i progetti contro la discriminazione di genere.La forza comunicativa di una protesta estesa è una occasione di riflessione non comune e non consueta.Buon 8 Marzo di lotta da Democrazia Atea a tutte e a tutti. (La Segreteria Nazionale di Democrazia Atea) (foto: otto marzo)

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio: Franco Giampaoletti nuovo direttore generale di Roma Capitale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

campidoglioFranco Giampaoletti è il nuovo direttore generale di Roma Capitale. La scelta della sindaca Virginia Raggi è stata recepita da una delibera della Giunta Capitolina che autorizza l’instaurazione di un rapporto di lavoro a tempo determinato ex art. 108 del Tuel, con durata corrispondente al mandato della stessa sindaca.
Nato ad Ancona l’1 febbraio 1961, dal settembre 2015 Giampaoletti è stato direttore generale del Comune di Genova, per il quale ha svolto anche il ruolo di delegato alla gestione dei rapporti con la Citta Metropolitana. La più recente esperienza professionale lo ha visto invece direttore delle Operations Interne in Unicoop Tirreno, società che conta circa 500 dipendenti e 1 miliardo di euro di fatturato annuo. Manager per oltre 20 anni nelle aree Risorse Umane e Corporate Legal & Compliance, il nuovo direttore generale del Campidoglio ha lavorato per diverse aziende industriali con organizzazione multinazionale, sviluppando competenze specifiche in analisi dei processi, gestione del cambiamento organizzativo, ristrutturazioni e riorganizzazioni, gestione delle crisi.
“L’esperienza e le competenze di Franco Giampaoletti saranno importantissime per rendere ancora più efficace ed efficiente l’azione della macchina amministrativa del Comune – dichiara la sindaca Virginia Raggi –. Sono certa che il suo lavoro consentirà di attuare gli indirizzi fissati dalla Giunta e dall’Assemblea capitolina, e supporterà il raggiungimento degli obiettivi delineati da questa amministrazione per restituire ai romani una città più moderna e vivibile”.In considerazione della complessità e rilevanza dell’incarico, così come definito dall’art. 11 del Regolamento sull’ordinamento degli uffici e servizi di Roma Capitale, verrà attribuito al dottor Giampaoletti un trattamento economico annuo lordo complessivo pari a 170.000 euro, integrato da 10.000 euro annui lordi in caso di raggiungimento degli obiettivi determinati dalla Sindaca: si tratta di un compenso in linea e addirittura inferiore a quanto corrisposto a chi riveste incarichi analoghi nelle altre grandi città italiane.
E a proposito dello stipendio assegnato a Giampaoletti c’è d’aggiungere che: “Sarebbe fantastico se qualche nostro collega, fresco di proroga delle indagini che lo riguardano, si informasse prima di dare fiato alle corde vocali. Il dottor Giampaoletti, per venire a Roma a coadiuvare l’amministrazione nell’immane opera di efficientamento della macchina comunale, ha rinunciato a ben 70mila euro in più all’anno che avrebbe guadagnato se solo fosse rimasto a fare il lavoro che faceva prima. Noi crediamo che un tale atteggiamento sia moralmente meritevole e da esempio per tanti altri”. Lo dichiara in una nota il capogruppo M5s in Assemblea capitolina Paolo Ferrara.
“Poi – aggiunge Ferrara – il suo stipendio è ben al di sotto del corrispettivo del Comune di Milano, città complessa ma mai paragonabile a Roma, ed è uguale a quanto percepiva nello stesso ruolo a Genova, la cui complessità non è minimamente paragonabile a quella della capitale d’Italia. Quindi – in conclusione – sarebbe meglio che certi consiglieri pensassero più ai propri guai e prendessero appunti su come si fa l’interesse dei cittadini, non quelli personali e particolari”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il restauro del trittico con la Resurrezione di Lazzaro di Nicolas Froment

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

tritticoFirenze fino al 30 aprile 2017 Uffizi, Galleria delle Statue e della Pitture, Sala del Camino si presenta al pubblico, dopo il restauro realizzato grazie al contributo dei Friends of Uffizi Gallery/Amici degli Uffizi, il dipinto del pittore francese Nicolas Froment (c. 1430 – 1486), firmato e datato 1461. Si tratta di una delle opere più considerevoli della collezione di pittura straniera delle Gallerie degli Uffizi del XV secolo, oltre che di un’ importante testimonianza dell’interesse della committenza italiana per la pittura del nord Europa.
Il trittico illustra la storia di Lazzaro e delle sue sorelle Marta e Maria: nell’anta sinistra, Marta va incontro a Gesù per informarlo della morte del fratello; al centro, Gesù resuscita Lazzaro fra la commozione di Marta, Maria e degli apostoli; nell’anta destra la narrazione si conclude con la Cena in casa del fariseo, dove Maria onora il Salvatore ungendogli i piedi. Sul verso delle ante, il committente del dipinto Francesco Coppini, accompagnato da altri due personaggi non identificati, è effigiato, a destra, mentre ptega davanti alla Vergine con il Bambino, raffigurata sull’nata sinistra. In basso, un’iscrizione reca la firma di Nicolas Froment e la data 1461.
L’opera è pervenuta alle Gallerie fiorentine dal convento francescano di Bosco ai Frati in Mugello in seguito alle soppressioni degli istituti religiosi di epoca napoleonica.
Fu dipinta da Nicolas Froment, maestro originario della Piccardia del quale rimangono oggi pochissime opere e conosciuto soprattutto per l’attività che almeno dal 1465 svolse in Provenza, dove lavorò anche per il sovrano Renato d’Angiò. Il trittico con la Resurrezione di Lazzaro, l’opera più antica oggi nota di Froment, fu eseguito per un prelato originario di Prato, Francesco Coppini, che dal 1459 al 1462 visse fra Fiandre, Inghilterra e Francia svolgendo incarichi per conto di papa Pio II. Il veristico ritratto presente sul verso dell’anta destra del trittico ci restituisce l’aspetto di questo intraprendente, colto e ambizioso prelato.
Nato a Prato nel 1402, di umili origini, Francesco intraprese la carriera ecclesiastica divenendo un abile giurista e distinguendosi per le capacità diplomatiche. Nominato vescovo di Terni nel 1458, l’anno seguente fu inviato da papa Pio II come collettore delle decime nelle Fiandre e in Francia, per poi trasferirsi in Inghilterra con la missione di pacificare le lotte per la corona fra Lancaster e York. L’appoggio offerto da Coppini a Edoardo IV di York, re dal 1461 dopo aver deposto Enrico VI di Lancaster, fu disapprovato dal papa che richiamò Francesco a Roma e lo privò, nel 1463, della carica di vescovo e dei suoi beni. Il prelato vestì quindi l’abito benedettino e trascorse gli ultimi mesi della sua vita nel monastero romano di San Paolo fuori le Mura, dove morì nel 1464.
Non ci è noto quale fosse l’originale destinazione del trittico, che pervenne a Pisa nelle mani di una compagnia mercantile. Dal XVI secolo è documentato nel convento di San Bonaventura di Bosco ai Frati in Mugello, dove giunse forse come dono dei Medici.
«La scelta di Nicolas Froment, un pittore ancora giovane, portatore di un espressionismo a tratti impietoso, ironico, tutto spigoli – un artista che, trasferitosi poco dopo nel sud della Francia, avrà tra i suoi patroni l’intellettuale re Renato d’Angiò – ci parla del gusto “forte” e quasi temerario di Coppini, e solletica la nostra immaginazione su come sarebbe stata quella cappella che il presule probabilmente non vide mai compiuta. La Sala del Camino degli Uffizi, dove è esposto ora in mostra il trittico di Froment, può idealmente sostituire lo spazio raccolto e sicuramente prezioso che il suo committente aveva di certo in mente.» (Eike D. Schmidt, Direttore delle Gallerie degli Uffizi)
Il restauro recentemente concluso ha restituito brillantezza alla cromia squillante della stesura pittorica, migliorando la leggibilità di particolari minuti e curiosi. E’ stata inoltre accertata l’originalità della maggior parte degli elementi che lo costituiscono secondo caratteristiche costruttive ascrivibili alla tradizione fiamminga. Realizzato interamente con legno di quercia, è composto da tre pannelli che, prima di essere dipinti, furono alloggiati nelle cornici, incastrati nell’incavo ricavato nello spessore. I trafori in legno dorato della tavola centrale, simili alle arcate di una cattedrale gotica, furono invece applicati dopo la stesura pittorica. Il perimetro del pannello centrale è stato alterato nel corso di un vecchio restauro e le cerniere che collegano le ante laterali non sono originali, come pure il meccanismo di chiusura degli sportelli.
Prima di procedere con la pittura, sulle tavole erano stati stesi due strati di preparazione, il primo a base di carbonato di calcio e il secondo con bianco di piombo. La riflettografia, di cui in mostra si proiettano le immagini, ha rivelato l’esistenza di un disegno preparatorio realizzato in gran parte a mano libera.
Il legante della stesura pittorica di tipo oleoso e tra i pigmenti adoperati figurano il carminio e la lacca di robbia per i toni di rosso, il resinato di rame per il verde e l’indaco, presente nella delicata ombreggiatura delle nicchie che accolgono la Vergine col Bambino e il committente nel verso delle ante.
In occasione della conclusione e presentazione del restauro del trittico Daniela Parenti ha curato il volume Il restauro del trittico con la Resurrezione di Lazzaro di Nicolas Froment, edito da Silvana Editoriale.
Ci piace unirci a Maria Vittoria Colonna Rimbotti, Presidente degli Amici degli Uffizi, nel suo ringraziamento per la generosa sponsorizzazione – che ha reso possibile questo restauro ed il libro che lo documenta – ai Friends of the Uffizi e a «Susan McGregor, la donatrice americana che con grande generosità ha scelto di restaurare questo trittico che tanto l’ha emozionata e commossa, in modo particolare la scena dell’incontro di Marta con Gesù. E che con rara sensibilità ha cosi commentato la conclusione del restauro: “Grazie perché riempite la mia vita di tanta bellezza e mi avete dato possibilità di tornare indietro nel tempo per catturare l’abilita e la maestria di Nicolas Froment che tutto il mondo può vedere. Ho ricevuto molto di più di quanto ho dato”». (foto: trittico).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trent’anni dopo: Primo Levi e le sue storie

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

sonia bergamascoTorino Giovedì 9 marzo, alle ore 21, nell’auditorium del grattacielo Intesa Sanpaolo, si terrà la seconda serata del ciclo di letture, Trent’anni dopo. Primo Levi e le sue storie, a cura di Giulia Cogoli. Un omaggio voluto da Intesa Sanpaolo nel trentennale della morte di Primo Levi, narratore, uomo di scienza e pensatore di rango internazionale.Protagonista della serata sarà l’attrice Sonia Bergamasco, che leggerà alcune pagine dei racconti: Alcune applicazioni del Mimete, Psicofante, Naso contro naso, Il passa-muri e le poesie: Cuore di legno, 12 luglio 1980, Alla Musa.
Introduce la lettura Marco Belpoliti.Trent’anni – l’arco di una generazione – sono trascorsi da quando Primo Levi è mancato a Torino, la città dov’era nato. Trent’anni durante i quali si è affermato come il testimone di Auschwitz per eccellenza. Trent’anni durante i quali è stato riconosciuto come un narratore, un uomo di scienza, un pensatore di rango internazionale. Le sue opere complete sono oggi disponibili non solo in italiano ma, caso unico tra gli autori italiani di tutti i tempi, anche in inglese, mentre a decine si contano le lingue nelle quali i suoi libri sono stati tradotti.
Se Primo Levi è divenuto un classico contemporaneo, letto e amato in tutto il mondo, lo si deve alle sue storie: storie, al plurale. Difatti, l’omaggio che Intesa Sanpaolo gli rende nella città dove ha trascorso l’intera sua vita («con involontarie interruzioni», come egli stesso osservava con spirito) è intitolato alle storie, perché Levi fu una persona dalle molte avventure e dai molti talenti. In tre serate, affidate ad altrettanti attori di prima grandezza, saranno dunque offerte tre letture tematiche, ciascuna delle quali esplorerà una delle storie di Levi scrittore e figura pubblica.
La seconda storia, meno nota, ma altrettanto avvincente, riguarda le invenzioni di Levi come narratore di talento: i suoi racconti ispirati a una peculiare fantascienza o fanta-biologia o fanta-tecnologia, le sue poesie dal linguaggio ricco e arguto, chiare come cristalli e costruite a loro volta come racconti. Infine, la terza storia da ripercorrere riguarda la passione che Levi testimoniò per il proprio mestiere di chimico e per l’avventura del lavoro in generale: che ci parli degli elementi della tavola periodica legandoli alla propria vicenda personale, o ci racconti le peripezie di un operaio giramondo, al suo lettore-ascoltatore giungerà inalterata – e inconfondibile – la pronunzia della sua voce morale.
Sonia Bergamasco è una delle attrici italiane più versatili. Nata a Milano, dove si è diplomata in pianoforte presso il Conservatorio Giuseppe Verdi, e in recitazione presso la Scuola del Piccolo Teatro. Debutta nell’Arlecchino servitore di due padroni di Giorgio Strehler, ed è la Fatina dell’ultima edizione teatrale e televisiva del Pinocchio di Carmelo Bene. A teatro ha lavorato anche con Theodoros Terzopoulos, Massimo Castri e Glauco Mauri. Dal 2001 è interprete e regista di spettacoli in cui l’esperienza musicale si intreccia più profondamente con il teatro. Premio Duse 2014 per il suo lavoro d’attrice, nel 2015 è regista e interprete dello spettacolo Il ballo (tratto dal racconto di Irène Némirovsky). Al cinema, debutta nel 2001 con il film L’amore probabilmente di Giuseppe Bertolucci. Nastro d’argento 2004 come attrice protagonista nel film La meglio gioventù di Marco Tullio Giordana; lavora anche con Bernardo Bertolucci in Io e te, Giuseppe Piccioni in Giulia non esce la sera, Silvio Soldini nel cortometraggio D’estate, con Franco Battiato in Musikanten. Ottiene il Premio Flaiano come miglior interprete nel film De Gasperi, di Liliana Cavani e sempre per la televisione riscuote grande successo nelle innovative e fortunate serie Tv Tutti pazzi per amore e Una grande famiglia di Riccardo Milani. Attualmente è impegnata nelle riprese delle nuove puntate del Commissario Montalbano.Il suo film più recente è Quo vado?, diretto da Gennaro Nunziante, per il quale vince nel 2016 il Premio Flaiano come interprete dell’anno, il Premio Alida Valli come migliore attrice non protagonista al Bari International Film Fest e il Premio CIAK d’oro.Madrina della 73^ Edizione della Mostra Internazionale d’Arte cinematografica di Venezia. (foto: sonia bergamasco)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo: Roma sbarca a Berlino per ‘ITB Travel Fair’

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

berlinoBerlino fino al 12 marzo nella Capitale tedesca Roma torna protagonista sulla scena internazionale delle fiere di settore dedicate al turismo. Primo palcoscenico di questo rilancio, nel segno dell’accoglienza e della sostenibilità, è “ITB Berlin Travel Fair”, tra le più importanti Fiere e Borse turistiche al mondo.
Una scelta non casuale per la promozione turistica della Città Eterna: da sempre Roma e l’Italia sono in cima alle preferenze dei turisti tedeschi. La Germania è il terzo paese per provenienza di turisti che scelgono gli alberghi della Capitale (dietro Usa e Regno Unito) e primo per la preferenza accordata alle strutture complementari (residence, B&B, case per ferie, campeggi e ostelli). Nel 2016 sugli oltre 14 milioni di arrivi negli alberghi romani, i tedeschi sono stati oltre 513mila e le presenze hanno toccato quota 1,59 milioni. Spicca la quota di mercato del turismo tedesco nell’extra-alberghiero, che incide per il 17%, la più alta tra i Paesi esteri.
Roma Capitale sarà presente a Berlino nell’area dedicata alla Regione Lazio insieme a 35 imprese romane. Alberghi, luxury, cultura, spettacolo, parchi a tema: ogni settore sarà rappresentato al meglio per garantire a turisti e operatori internazionali la possibilità di conoscere da vicino la nuova stagione del turismo romano.
Roma“I turisti tedeschi da sempre amano Roma e le sue meraviglie. Un rapporto privilegiato che ora puntiamo a consolidare. Il nostro obiettivo, grazie al rinato Dipartimento Turismo di Roma Capitale, è quello di presentare ai professionisti del settore uno sguardo completo sull’offerta turistica della città, in grado di soddisfare tutti i gusti e le esigenze. Abbiamo deciso di dare un impulso concreto al nostro piano operativo turistico e di farlo nel miglior modo possibile: al fianco delle imprese romane che ogni giorno offrono un’accoglienza di qualità. Roma vuole tornare ad essere protagonista. Con due obiettivi, l’accoglienza e la sostenibilità”, spiega l’assessore al Turismo di Roma Adriano Meloni.
Ampio spazio sarà dedicato anche alla promozione dei pacchetti turistici e alla “Roma Pass”, la card che consente un’offerta integrata per musei, siti archeologici e trasporto pubblico locale nelle Foro romanodue versioni da 72 ore e 48 ore. Si parlerà anche dei nuovi Pit, i Punti informativi turistici, con un occhio sempre più attento al digitale e alla personalizzazione dei servizi, e in particolare di quelli informativi: il portale http://www.turismoRoma.it e il call center multilingue 060606.
Natura e archeologia saranno in primo piano. Roma, la città più verde d’Europa, presenterà gli itinerari tra parchi, ville e dimore storiche. Per la prima volta, grazie all’accordo tra Roma Capitale e Soprintendenza Speciale per il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma, i turisti potranno visitare i Fori imperiali in un unico grande percorso nel cuore della Capitale. Da maggio a ottobre 2017 tornerà anche “Viaggio nei Fori”, l’esperienza interattiva che fa rivivere la storia della fondazione dei luoghi in cui si svolgeva la vita civile e religiosa dell’Impero, a un passo dal Colosseo.
Queste sono solo alcune delle novità, senza dimenticare tutto quello che da sempre rende unica Roma: la lirica, il teatro, la buona cucina e i vini, le sue vie più eleganti, dove ci si può concedere un po’ di shopping, tra grandi boutique, botteghe artigiane e pezzi unici del Made in Italy.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Data from Tildrakizumab Clinical Development Program Presented at the 2017 American Academy of Dermatology Meeting

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

barcelonaBarcelona, Spain, March 7, 2017 – Almirall S.L (Spanish Stock Exchange ticker: ALM) and Sun Pharmaceutical Industries Ltd (Reuters: SUN.BO, Bloomberg: SUNP IN, NSE: SUNPHARMA, BSE: 524715, “Sun Pharma” and includes its subsidiaries or associate companies), today announced that several new analyses from Phase-I and the pivotal Phase-III clinical trials (reSURFACE 1 and 2) of Tildrakizumab, an investigational IL-23p19 inhibitor being evaluated for the treatment of moderate-to-severe plaque psoriasis, was presented at the 2017 Annual American Academy of Dermatology (AAD) in Orlando, Florida.
Over 1,800 patients across more than 200 clinical sites participated in the Tildrakizumab Phase-III pivotal trials (reSURFACE 1 and 2). Data were presented for the first time demonstrating results through 28 weeks of treatment at the European Academy of Dermatology and Venerology (EADV) Congress in October 2016. Regulatory filings for Tildrakizumab in the U.S. and Europe are proceeding as planned.
Psoriasis is a chronic immune disease that appears on the skin. It affects an estimated 7.5 million people in the U.S. and approximately 125 million people worldwide1. It is a non-contagious disorder that speeds the growth cycle of skin cells1 and results in thick scaly areas of skin2. The most common form of Psoriasis, called plaque Psoriasis, appears as red, raised areas of skin covered with flaky white scales, which may be itchy and painful and can crack and bleed2. Despite existing treatment options, many people with plaque psoriasis continue to struggle with the ongoing, persistent nature of this chronic disease.
Tildrakizumab is an investigational humanized, anti-IL-23p19 monoclonal antibody designed to selectively block the cytokine IL-23. With this precise targeting, Tildrakizumab has the potential to help control the pathogenic cells responsible for the inflammatory process of Psoriasis with limited impact on.the rest of the immune system. Phase-III Tildrakizumab data provide further evidence for the role of the Sun Pharma is committed to expanding our dermatology portfolio to bring healthcare providers and patients around the world more treatment options and ongoing support for conditions with high unmet medical needs like Psoriasis. Sun Pharma, along with its subsidiaries, is ranked fourth in dermatology prescription volume within the U.S. per IMS and is fifth largest specialty generic pharmaceutical company globally. In addition to the investigational candidate Tildrakizumab, an investigational anti-IL- 23p19 monoclonal antibody, Sun Dermatology is comprised of several branded products indicated for the treatment of acne and actinic keratosis with a focus on other dermatologic conditions with unmet needs such as Psoriasis and atopic dermatitis.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Apre la sede romana della Galleria TRIPHE’ con la mostra personale dell’artista cinese: Ma Lin

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

Ma LinMa Lin1Roma venerdì 10 marzo 2017 ore 19,30 (10 marzo-22 aprile 2017) Via Delle Fosse di Castello, 2- Roma (Castel Sant’Angelo –San Pietro) inaugurazione su invito mostra a cura di: Maria Laura PERILLI, con il patrocinio dell’Ufficio Culturale dell’Ambasciata della R.P. Cinese in Italia. La mostra personale dell’artista MA LIN, patrocinata dall’Ufficio Culturale dell’Ambasciata della R.P. Cinese in Italia. Sintetizza un percorso artistico autonomo e peculiare, una sintesi di due linguaggi, figurativo e concettuale, resi con una tecnica frutto della duplice formazione dell’artista presso l’Accademia d’arte di Hubei, in Cina, e l’Accademia di Bologna. L’artista esalta il corpo, i volti e le espressioni per sottolineare la centralità, tutta rinascimentale dell’uomo, unita ad uno status di leggerezza e immediatezza zen, tipico della cultura orientale. In mostra saranno presenti 18 opere, realizzate in gran parte con tecnica mista e installate all’interno di vere e proprie tavole in legno, di provenienza cinese. Sono creazioni che hanno la Ma Lin2capacità di comunicare pensieri profondi, personali e sociali; il linguaggio, solare e stimolante, intercetta un range generazionale ampio che lo rende ancor più interessante ed apprezzabile. Il concettuale, nato negli anni 60 con lo scopo di affermare che l’idea ed il concetto dovevano prevalere sul risultato estetico e sensoriale dell’opera, rischia di scadere in una estetica del disgusto ‘banale ed ovvia’; l’arte figurativa, invece, come semplice rappresentazione della realtà, rischia di essere relegata in una stantia parafrasi del visibile. E’ necessario, quindi, un nuovo percorso in grado di fondere entrambe le correnti superandone contrasti generazionali e di tempo. Le tavole dell’artista, in legno, vogliono rappresentare, anche, una sorta di ponte, di apertura verso ciò che è diverso, con l’intento di educare all’accoglienza, letta come opportunità di crescita, umana e culturale, pur nel rispetto di origini, tradizioni e identità.
Per questo, la scelta della titolare della Galleria, Maria Laura Perilli, di inaugurare un nuovo spazio artistico in Roma, è ricaduta su MA LIN, in quanto ponte artistico dei due linguaggi, figurativo e concettuale, esempio di una vita vissuta per creare sinergia tra Oriente ed Occidente.
Orari: dal martedi al venerdi (10.00-13.00 16.30-19.30) il sabato ( 16,30-19,30) http:// http://www.triphe.it/ (foto:Ma Lin)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Etats Généraux de l’Europe: « Fiers d’être français, Fiers d’être européens»/ États Généraux de l’Europe 2017: “Proud to be French, proud to be European”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

lilleLille Samedi 18 mars 2017 Nouveau Siècle, 17 Place Pierre Mendès France, 9h30 > 22h30. L’Institut Jacques Delors est partenaires du grand rendez-vous de la société civile européenne en France pour parler des 60 ans du Traité de Rome mais aussi de l’avenir de l’UE lors des 6èmes Etats Généraux de l’Europe qui se tiennent à Lille.Pendant la matinée auront lieu deux sessions d’ateliers participatifs citoyens visant à produire:des recommandations de la société civile qui seront transmises aux décideurs européens réunis le 25 mars à Rome,des questions qui seront posées aux candidats à la Présidence de la République française.L’après-midi acceuillera des personnalités politiques ainsi que des personnalités du monde économique, culturel, scientifique, et sportif, qui partageront leurs attentes et leur vision du projet européen lors de la session « l’Europe vue des étoiles ».En clôture de cette journée le Nouveau Siècle accueillera 3 groupes d’électro-pop pour un concert : EVRST, GYM et Sold-Out.
Lille Saturday 18 March 2017 Nouveau Siècle, 17 Place Pierre Mendès France, 9:30 a. m. > 10:30 p. m.In the morning, two sessions of citizens participative workshops take place in order to produce:the civil society recommandations to be given to the European leaders in Rome on the 25 March, the questions which will be asked to the candidates to the French Republic’s presidency. During the afternoon, politic, economic, cultural, scientific, and sports VIPs will share their vision of the European project during a sessions ” Europe seen from the stars”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: “Affette da affitto”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

Roma dal 16 al 19 febbraio 2017 dal giovedì al sabato ore 21 domenica ore 18 al Teatro L’Aura Vicolo di Pietra Papa, 64 (angolo con Via Pietro Blaserna, 37) Roma Zona Viale Marconi. Torna a grande richiesta al Teatro L’Aura AFFETTE DA AFFITTO scritto e diretto da Francesca Milani. Dopo il debutto dello scorso mese torna con grande attesa la commedia scritta e diretta dalla poliedrica attrice reduce dalle risate di Colorado. In scena con lei Chiara Canitano e Roberta Mastromichele. Ultime quattro attesissime repliche. Tre donne diverse, per diversi motivi, si ritrovano a condividere lo stesso appartamento. Nulla sembra accomunarle… ma l’arrivo di un ospite inatteso in una notte come le altre, che in realtà si rivelerà non esserlo affatto, darà loro modo di scoprire di essere più simili di quanto mai avrebbero immaginato. Risate, un velo di noir e continui colpi di scena condurranno lo spettatore all’inaspettato finale!!
E’uno spettacolo da ridere sull’universo femminile, sul mondo del precariato, sulle dinamiche dei single, sugli appartamenti condivisi…e non solo

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La sofferenza di famiglie: mamme e mogli nella strage di Cefalonia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

cefaloniaNel nuovo romanzo “Cefalonia, Io e la mia storia” Vincenzo Di Michele ripercorre i fatti del settembre ’43 con un racconto autobiografico su una delle pagine più buie della storia italiana. È una lettura vissuta sullo sfondo familiare e soprattutto al femminile quella che Vincenzo Di Michele ripercorre da quei giorni fino a oggi. Nel suo nuovo romanzo storico “Cefalonia, Io e la mia storia” (Editore il Cerchio), Di Michele rilegge una delle pagine più buie della storia italiana da una prospettiva diversa: le angosce e le attese delle mamme e delle mogli che attendevano il ritorno dal fronte dei loro cari.
Partendo da fatti realmente accaduti, lo storico e saggista rivive in prima persona gli avvenimenti di quel settembre del 1943 quando l’esercito italiano, dopo la proclamazione dell’armistizio, si dissolse nel nulla. «Il dramma della seconda guerra mondiale e quella crudele carneficina di Cefalonia vengono narrate attraverso le voci e le testimonianze di quelle mamme e di quelle mogli che attendevano il ritorno dal fronte dei loro figli o mariti», spiega l’autore. Nel suo racconto vissuto a pelle, Di Michele narra in prima persona le attese della sua famiglia. «Ci sono le voci della mia bisnonna, di mia nonna e di mia mamma che hanno vissuto con angosciosa trepidazione tanti e poi tanti anni. Un’attesa di veder tornare “il loro Caro” che poi al dunque è stata vana», aggiunge Di Michele. Ma anche «c’è il racconto, preso da un diario inedito, di quel soldato che ha fatto di tutto per sopravvivere alla tragedia della guerra pur di far ritorno a casa per riabbracciare la propria moglie e quella figlia di 7 anni che non aveva mai conosciuto».
La ricostruzione della strategia militare passa in secondo piano per lasciare spazio ad un dramma personale che porta ad un racconto autobiografico. In una narrazione personale e con piglio a tratti provocatorio, l’autore chiama in causa il lettore mettendo in evidenza il passato del suo Paese, che è anche il passato sofferto di tante famiglie italiane che hanno avuto un disperso in guerra.I fatti storici, letti con le lenti della vicenda personale, assumono nuovi contorni e nuove prospettive. E il risultato non è per nulla scontato. A partire proprio da come il generale Antonio Gandin era solito rivolgersi ai propri soldati: “Dodicimila figli di mamma tutti obbedienti agli ordini” per arrivare a come e perché quella strage di Cefalonia stracolma di sangue e vite umane stroncate nel fiore degli anni, di certo si poteva evitare. (foto: cefalonia)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Innovations to prevent heart disease take centre stage at EuroPrevent congress

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

Sophia AntipolisSophia Antipolis. Innovations to prevent heart disease will take centre stage at EuroPrevent 2017 in Malaga, Spain.EuroPrevent is the annual congress of the European Association of Preventive Cardiology (EAPC), a registered branch of the European Society of Cardiology (ESC). EuroPrevent 2017 takes place 6 to 8 April at the Palacio de Ferias y Congresos de Malaga (FYCMA). This year’s theme is “innovations in preventive cardiology”. The congress will explore novel ideas and technologies that could have an impact on society and what that impact could mean. “It’s the right time to talk about innovation in preventive cardiology because we are moving beyond classical treatments and approaches on a number of fronts,” said Professor Jean-Paul Schmid, programme committee chair.
Could the Nordic diet be the new Mediterranean diet? Experts will discuss how it provides cardiovascular protection that is also eco-friendly. Sessions on nutrition will also explore diet and the microbiome as the next frontier in cardiovascular prevention, examine whether patients with metabolic syndrome should eat low carbohydrate or low cholesterol diets, and ask “Do superfoods exist and do we need them?”.“Nutrition used to be our main weapon to lower cholesterol but it took a back seat when statins came on the scene,” said Professor Schmid. “EuroPrevent will look at new therapeutic uses of food and nutrients and also the potential dangers of genetically modified food.”
A breakthrough in the management of high cholesterol could see some patients using monoclonal antibodies called PCSK9-inhibitors. Journalists will find out which patients should add these to their statin regime and how effective the newer drugs are. Novel oral antidiabetic drugs are another important discovery that will be presented.Professor Schmid said: “Monoclonal antibodies are used in oncology and rheumatology, and now intensive lipid lowering with this new class of drugs is a hot topic. This potent medication may help patients unable to reach cholesterol targets on statins alone and better protect patients with familial hypercholesterolaemia who have genetically high cholesterol. Leaders in the field will talk about the safety of very low lipid levels.”
A session on social inequalities will examine cardiovascular disease incidence and survival in migrants, and explain the association between cardiovascular risk factors and borough socioeconomic level. “Cardiovascular disease in migrants is an increasingly important topic and we need strategies for prevention,” said Professor Schmid. “Members of the press will hear about the scale of the problem, how these populations are unique, and how we might screen and then help them.”
The latest science on the health effects of e-cigarettes and waterpipe will be presented, along with the impact of TV and movies on tobacco use and cessation in the young. “After the harms of secondhand smoke were confirmed and actions taken to prevent it we thought we knew everything about tobacco,” said Professor Schmid. “But e-cigarettes have reactivated the discussion about smoking, smoking cessation, and smoking behaviour. We will delve into the latest facts about the hazards of e-cigarettes and waterpipe.”
Experts will present the most up-to-date evidence on physical activity monitoring in patients with cardiovascular disease and investigate whether mobile apps help prevent cardiovascular disease in people of all ages. Journalists will hear lively, balanced debates on whether too much exercise can be detrimental to cardiovascular health, and whether exercise restriction is necessary for athletes with cardiac disease.Dr Michael Joner, previous winner of an ESC Grant for Medical Research Innovation will give the EuroPrevent 2017 Keynote Lecture. The Spanish Society of Cardiology will hold cardiopulmonary resuscitation workshops for the general public at Malaga Town Hall on all three days of the congress.Professor Schmid said: “As the leading international congress in preventive cardiology, EuroPrevent covers epidemiology and population science, cardiac rehabilitation and exercise, and sports cardiology. We are expecting more than 1000 cardiologists, allied health professionals, general practitioners, researchers and policy makers to attend. Journalists should register now for this top notch event.”

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A proposito dello stadio a Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

stadio-roma“Sullo Stadio della Roma il Movimento 5 Stelle è l’unica forza politica che ha dato certezze alla città. Ha ottenuto un accordo storico con i proponenti, che mette in primo piano l’interesse dei cittadini, elimina tre torri e dimezza le cubature. Quelle previste dalla delibera del Pd, che preferiva una colata di cemento a un intervento eco-sostenibile, e che ora addirittura parla di presunti ritardi e tentennamenti. Ma quali? Noi in sette mesi una soluzione l’abbiamo trovata! Di fronte alle sterili polemiche altrui rivendichiamo i risultati del nostro lavoro. Abbiamo dato massima attenzione alle opere pubbliche e alle infrastrutture per la viabilità, dal ponte sul Tevere alla Roma-Lido, al verde, alla messa in sicurezza dell’area, alla qualità degli standard energetici. Per #UnoStadioFattoBene”. Lo scrive su Facebook il capogruppo del Movimento 5 Stelle in Assemblea capitolina, Paolo Ferrara.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Firmato il protocollo con I partner francesi per il progetto transfrontaliero: Cuore delle Alpi”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

cuore delle alpiIl presidente della Conferenza Alte Valli Jean Claude Raffin sindaco di Modane, la consigliera della Città metropolitana di Torino delegata ai progetti europei e relazioni internazionali Anna Merlin, la vicesindaca di Pinerolo Francesca Costarelli , la presidente del Gal Escarton e Valli Valdesi Patrizia Giachero, il presidente della CNA artigiani Torino Nicola Scarlatelli e il presidente dell’UnionCoop Torino Giovanni Gallo hanno firmato questa mattina ad Oulx il protocollo per la candidatura del progetto transfrontaliero “ Cuore delle Alpi” .
Quattro i temi su cui il progetto si fonderà: innovazione imprenditoriale dedicata al turismo di montagna, resilienza intesa come prevenzione dei rischi naturali , mobilità sostenibile, inclusione sociale.Entro la prima settimana di luglio si conoscerà l’esito del bando transfrontaliero, un piano integrato territoriale (PiTer) che la Conferenza Alte Valli nei suoi versanti italiano e francese candida nella programmazione Alcotra 2014/2020 per rendere il vasto territorio di montagna una destinazione intelligente, accessibile ed attrattiva anche per nuovi residenti, attività produttive e turisti e garantendo un’elevata qualità della vita per chi vive le Alte Valli, riducendo il rischio che si trasformino in un luogo di passaggio.Per il versante francese, il partenariato è composto dal Syndacat Pays de Maurienne che avrà il ruolo di capofila del progetto, la Communauté de Communes du Briançonnais, la Communauté de Communes du Pays des Ecrins, la Communauté de Communes Porte de Maurienne, Communauté des Communes Maurienne Galibier .
Il territorio metropolitano direttamente coinvolto e’ quello geograficamente compreso nelle Unioni Montani Comuni Olimpici Via Lattea; Alta Valle di Susa; Val di Susa; Val Sangone; Pinerolese; Valli Chisone e Germanasca. (foto: cuore delle alpi)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Stati Uniti d’Europa. Vertice di Versailles. A cosa serve?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

europa-comunitariaVertice dei capi di Stato e di Governo a Versailles (Francia). Partecipano Hollande (Francia), Merkel (Germania), Rajoy (Spagna) e Gentiloni (Italia).
Ci siamo chiesti a cosa sia servito questo summit, perche’ il presidente Holland e’ in dirittura di uscita (ad aprile ci saranno le votazioni), Merkel in autunno dovra’ affrontare le elezioni, Rajoy guida un governo di minoranza e il nostro presidente del Consiglio viaggia in acque insicure. Che cosa poteva decidere un vertice siffatto? Nulla. I partecipanti affermano di puntare sull’Europa a due velocità. Dimenticano che questa Europa gia’ esiste, come abbiamo scritto: politiche fiscali, difesa, immigrazione, consumatori, ecc.Insomma, decisioni non se ne prendono e questo modo di far politica fa prosperare l’antieuropeismo. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »