Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 307

Apertura dell’Anno Culturale 2017 con il ciclo degli Aperitivi Culturali

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 marzo 2017

fabrizio casuTorino Sabato 25 marzo 2017 alle ore 17,30 Sede AIP, Sala Principe Eugenio, via Legnano 2/b apertura dell’Anno Culturale 2017 con il ciclo degli Aperitivi Culturali. Presentazione del libro di Fabrizio CASU.Partecipano e dialogano con l’Autore:
Gian Luca BOVENZI, storico del tessuto, Roberto COALOA, storico e scrittore. Modera: Vittorio G. CARDINALI, presidente dell’Ass. Immagine per il Piemonte.
Semplice e sciolta come una tunica, la chemise “nasce” sotto il segno della modernità più radicale: essa promuove la simbiosi fra corpo ed abito e, con la sua immacolata innocenza, cancella gli artifici e le costrizioni della moda rococò. Maria Antonietta, l’ultima regina di Francia, se ne innamora follemente: la indossa nella privacy fiabesca del Petit Trianon, la impone come dresscode delle sue fêtes champêtres e ne lancia la tendenza attraverso lo scandaloso ritratto di Vigée Lebrun. Ma sono soprattutto le Merveilleuses del Direttorio a farne una moda globale (e trasversale): essa interpreta alla perfezione la nuova sensibilità neoclassica e soprattutto sta bene a tutte le donne. Questo indumento attraversa i continenti (dall’Europa all’America) e le stagioni politiche (dall’Ancien regime all’Impero napoleonico), ma il suo viaggio è prima di tutto concettuale: da capo di biancheria ad abito formale; dal mondo infantile al guardaroba adulto; da divisa elitaria a fenomeno di massa. In una fase di transizione brevissima ma densa di cambiamenti, essa riassume esteticamente tutte le istanze culturali che incontra nel suo cammino e diventa significativamente lo spartiacque fra il vecchio mondo fino ad allora conosciuto e quello nuovo, edificato sulle ceneri della Rivoluzione.
Fabrizio CASU, Il lungo viaggio di una chemise. Un’epoca attraverso un abito, Europa Edizioni, 2014. (fonte: Associazione Immagine per il Piemonte) (foto: fabrizio casu)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: