Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 299

“Villa Ada incontra il mondo”?

Posted by fidest press agency su domenica, 19 marzo 2017

villa ada maneggioRoma. Apprendere che sono già in vendita online i biglietti per alcuni concerti (ad esempio per il gruppo dei “Primal Scream” per il 16 luglio 2017 a 25 euro più diritti di prevendita) della manifestazione “Villa Ada incontra il Mondo”, desta non solo meraviglia ma profonda indignazione, considerando che ad oggi non risulta assegnato alcun bando da parte dell’Amministrazione comunale (o se è stato fatto è passato con tutta evidenza inosservato alla cittadinanza ma non a chi aveva l’interesse di vederlo!). Sarebbe un vero peccato per Villa Ada e un’ulteriore occasione persa per gli attuali amministratori di segnare un cambio di passo nel gestire con la trasparenza necessaria e le sensibilità giuste il verde pubblico.Negli anni abbiamo visto di tutto: autoarticolati rimasti incastrati nei viali della Villa con danneggiamento delle siepi, auto dell’organizzazione che scorrazzavano sui prati, la recinzione e “privatizzazione” per mesi, oltre che della penisola del lago grande sede della manifestazione, anche di altre ampie porzioni del parco così chiuse alla frequentazione dei cittadini.La manifestazione negli anni si è ingrandita talmente a dismisura che il suo impatto e la sua pressione ambientale sono divenuti insostenibili per Villa Ada (basti pensare ai prati che non ricrescono, alle siepi divelte e non ripristinate, all’impatto acustico fortissimo sino a tarda ora con buona pace della fauna protetta, alle polveri e alle emissioni provocate dalle auto e dai mezzi dell’organizzazione), senza parlare della viabilità e della sosta selvaggia su via di Ponte Salario, che renderebbero impossibile il passaggio di un’autoambulanza in caso di necessità di soccorsi.Gli scorsi anni le nostre associazioni, temendo il solito scempio, hanno più volte richiesto invano ai vertici dell’Amministrazione Capitolina – Sindaco, Assessore all’Ambiente e Presidente del Municipio II – di valutare una necessaria e non più rinviabile delocalizzazione di tale evento al di fuori di Villa Ada, in modo da non impoverire l’offerta culturale dedicata al pubblico giovanile ma allo stesso tempo garantendo la salvaguardia di un importante polmone verde di Roma. Purtroppo non ci è mai giunta alcuna risposta concreta. Forse gli “impegni” erano stati già sottoscritti, con il reiterarsi di incredibili “deroghe ambientali” che da anni consentono manifestazioni così impattanti in una villa storica già allo stremo per la carente manutenzione da parte del Servizio Giardini.Anche con questa nuova Amministrazione abbiamo sollevato il tema e richiesto incontri. Aspettavamo fiduciosi, non pensavamo certo che già si vendessero on line i biglietti. Delle due l’una: o l’Amministrazione attuale è riuscita a superare per assenza di trasparenza le precedenti (e non era facile!) pubblicando un bando e individuando già gli organizzatori della manifestazione, oppure questi ultimi si sentono così forti e arroganti da pensare di essere certi che il bando lo possono vincere solo loro.Se il buongiorno si vede dal mattino, temiamo che anche quest’anno per Villa Ada sia iniziata un’altra brutta pagina: per l’ambiente e per i cittadini che la frequentano. (A.S.D. Leprotti di Villa Ada Osservatorio ambientale Sherwood)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: