Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 299

Archive for 16 aprile 2017

Studenti di Everett visitano l’Abruzzo e la sua natura

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

orsogna1Orsogna da lunedì di Pasqua, 17 aprile, a domenica 23 aprile una delegazione di studenti di Everett, città del Massachusetts (USA) gemellata dal 1988 con Orsogna (Chieti), sarà ospite del paese abruzzese per uno scambio culturale con gli alunni delle scuole locali. L’iniziativa rientra in un progetto per la valorizzazione e la conoscenza dei parchi e riserve abruzzesi, finanziato dalla Regione Abruzzo tramite l’assessorato a Parchi riserve e montagna cui è delegato Bartolomeo Donato Di Matteo. Il gemellaggio è stato rilanciato un paio di anni fa, con l’impegno dei due sindaci, Fabrizio Montepara per Orsogna e Carlo DeMaria per Everett, e i ripetuti incontri tra rappresentanti delle istituzioni e associazioni della città statunitense, dove vi è una numerosa e importante comunità di orsognesi, e quelle del paese abruzzese. Un progetto su cui ha puntato tantissimo il sindaco, Fabrizio Montepara, con la creazione di canali privilegiati sulla cultura e la formazione dei giovani, ma anche per scambi già avviati di prodotti vinicoli, esperienze imprenditoriali, amministrative e nella gestione del territorio.
«Un grazie particolare – commenta il sindaco Montepara – voglio rivolgerlo all’Istituto comprensivo di Orsogna, rappresentato dalla dirigente Irma D’Amico, dalla coordinatrice del progetto Vittoria Iocco e dal relativo, efficiente gruppo di lavoro».
Il primo appuntamento per gli studenti americani sarà, naturalmente, la mattina di martedì 18 aprile con la festa dei Talami (dalle ore 10), i quadri biblici viventi che rappresentano una delle espressioni più suggestive della tradizione religiosa abruzzese. Mercoledì 19 aprile visiteranno le scuole di Orsogna e seguiranno le lezioni di musica e l’esibizione dell’Orchestra d’istituto. Nel pomeriggio ci sarà la visita a Guardiagrele e al Parco nazionale della Majella. Il giorno successivo saranno a Villa Santa Maria, Borrello e Rosello. Poi, venerdì, l’immancabile visita al mercato settimanale in piazza a Orsogna e al vicino Convento Francescano dell’Annunziata, cui seguirà un viaggio a Pescara. Nel pomeriggio ci sarà l’incontro con le associazioni sportive di Orsogna.
Sabato 22 faranno tappa a Ortona, alla Costa dei Trabocchi e al Bosco di Don Venanzio. Domenica 23 ultimo giro tra Fara San Martino, Lanciano e Fossacesia.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ddl concorrenza: Calenda, cosa da gestire non prudenza

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

calenda-carloIl ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda ha dichiarato oggi, in risposta a Matteo Orfini, che la fine della maggior tutela nel mercato elettrico è una cosa da gestire con grandissima prudenza perché riguarda 23 milioni di consumatori e proprio per questo ha fatto inserire una nuova data di entrata in vigore.
“Non basta. Il punto va tolto. Anche se giugno 2019 è certo meglio del 2018, non è accettabile che il libero mercato si faccia sulle tasche e sulla pelle di 23 milioni di consumatori. L’articolo va soppresso definitivamente. E’ il principio che è sbagliato! Prima si creano le condizioni per un’effettiva concorrenza e poi si elimina il mercato tutelato, non viceversa!” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Inoltre, va tolta la condizione capestro, secondo la quale chi non sceglierà nel frattempo il nuovo fornitore del mercato libero, finirà nel servizio di salvaguardia, pagando così il 20/30% in più rispetto a quanto paga finora. Un sopruso bello e buono!” conclude Dona.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Linee guida per l’accreditamento dei dottorati

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

università roma tre«Le Linee guida per l’accreditamento dei dottorati appena firmate dalla ministra Valeria Fedeli, – afferma il rettore dell’università Roma tre Mario panizza – che consentiranno l’attivazione dei corsi di dottorato nelle università, accolgono le richieste degli atenei non cambiando le regole del gioco a ridosso della scadenza. C’è da rilevare una declinazione di dottorati intersettoriali, interdisciplinari e internazionali un po’ più stringente rispetto al passato, vedremo se questo si rivelerà un fattore positivo». Così Mario Panizza, rettore dell’Università degli Studi Roma Tre, alla notizia dell’emanazione del documento da parte del Miur.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Linee Guida per Il Regolamento del Verde e del Paesaggio di Roma Capitale

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

azaleeRoma Capitale. La Giunta Capitolina ha approvato una delibera contenente le linee guida per il Regolamento del Verde e del Paesaggio di Roma Capitale. “Con questo atto normativo d’indirizzo vogliamo predisporre una regolamentazione organica e uniforme di tutte le aree verdi, pubbliche e private della città, per assicurarne un’efficace gestione sostenibile, accrescerne il valore ambientale e paesaggistico, salvaguardarne caratteristiche e peculiarità”, dichiara l’Assessora alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale Pinuccia Montanari. Tra gli obiettivi, oltre a garantire la manutenzione, promozione e recupero del verde e del paesaggio, c’è anche la riduzione delle emissioni di CO2 (secondo gli obiettivi fissati nel Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima – PAESC); la tutela della biodiversità; la valorizzazione e conservazione di parchi, riserve, aree naturali protette, giardini e ville storiche; assicurare il ripristino e il mantenimento delle potature “artistiche” storiche di alcuni quartieri di Roma; coinvolgere i cittadini e promuovere le iniziative volte alla sensibilizzazione sul verde.Il testo, elaborato dal Dipartimento Tutela Ambientale – Servizio Giardini e dall’Assessorato alla Sostenibilità Ambientale, tiene conto delle esperienze normative pregresse e della disciplina ambientale nazionale e comunitaria attualmente vigente. Le linee guida sono state oggetto di confronto anche con le università romane e le associazioni nazionali quali WWF, Legambiente, Giardini e Parchi d’Italia, Touring Club Italia e tante altre associazioni.“Si tratta di linee programmatiche chiare e innovative per l’azione amministrativa – spiega Montanari – Possiamo contare su milioni di metri quadrati di Verde: siamo il più vasto comune italiano per estensione territoriale, uno dei più verdi d’Europa, con eccezionali peculiarità ambientali, ecologiche, paesaggistiche, storico-culturali, archeologiche e con flora e fauna ricche di biodiversità da tutelare. Fare di Roma il più grande Giardino d’Europa si può”.“Il verde urbano è una risorsa fondamentale per la sostenibilità urbana e queste Linee Guida sono lo strumento che mancava per dare concretezza alle ambizioni di riqualificare, migliorare la rete verde, la sua ricchezza, che non appartiene esclusivamente alla nostra città, ma ha un rilievo nazionale e internazionale. Uno strumento strategico per conoscere, censire, valorizzare, proteggere e tutelare il verde in città, inteso come sistema di interconnessioni, superando quella visione, spesso prevalente nella pratica amministrativa, che lo concepisce esclusivamente quale elemento residuale della città”, conclude.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra “Have a Nice Time. Da Kounellis a Shiota”

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

Have a Nice TimeDomodossola sabato 20 maggio ore 18 a Palazzo San Francesco mostra “Have a Nice Time da Kounellis a Shiota” a cura di Antonio D’Amico. (Apertura: dal 21 maggio al 15 ottobre 2017 Orari: dalle ore 10:00 alle ore 12:30 e dalle ore 16:00 alle ore 19:00 Giorni di chiusura: lunedì e martedì; mercoledì su prenotazione Biglietto: è previsto il solo pagamento dell’ingresso al museo: intero € 3,00 – ridotto ragazzi da 12 a 19 anni e universitari € 2,00 – ridotto bambini da 6 a 11 anni, over 60 e diversamente abili € 1,00 – tesserati Associazione Musei d’Ossola, Tessera Regionale Musei e insegnanti accompagnatori classi di scuole, ingresso gratuito). Promossa e realizzata dalla Città di Domodossola, Assessorato alla Cultura, nell’ambito delle iniziative dell’Associazione Musei d’Ossola, l’iniziativa è, inoltre, sostenuta dall’Associazione Ruminelli e dalla Fondazione Comunitaria del VCO. In collaborazione con Mimmo Scognamiglio, la rassegna presenta un nucleo di 24 opere e installazioni.
Il progetto espositivo è una finestra che si apre sulla storia artistica dell’ultimo ventennio, e si presenta come spazio privilegiato dove fermarsi a guardare e compenetrare le ricerche e le tematiche poste in essere da alcuni fra i più significativi artisti del panorama dell’arte contemporanea italiano e mondiale.
Le opere in mostra tentano di rispondere a una preponderante domanda che si pone la nostra contemporaneità: “a cosa serve l’arte?”, la riposta a questo interrogativo è: “a trovare se stessi”, una risposta implicita – anche se non del tutto -, che si scorge nelle opere, nelle performance e nelle installazioni dell’ultimo ventennio. Può sembrare una risposta banale, retorica, ma è profonda e reale, tanto più che questa considerazione non è soltanto tale per chi crea arte ma anche per chi la propone sul mercato, ovvero il gallerista, e quindi per chi la compra, dunque il collezionista. Un circolo vizioso e allettante in cui i protagonisti sembrano alla ricerca di uno specchio nel quale incontrare e riconoscere qualcosa di se stessi. Da questo girotondo seduttivo si può uscire sconfitti dalla tanta imperfezione, smarriti dall’assenza di punti di riferimenti, divertiti dalle molte stimolazioni, “Have a Nice Time”, ovvero trovare se stessi nello spazio dell’arte, o ritrovarsi salvati dall’immersione nell’ignoto per ritrovarvi il nuovo, come suggerirebbe Baudelaire.
Nel panorama artistico degli ultimi vent’anni, ricco di nuove modalità di pensiero visuale e di idee, si inseriscono il lavoro e la passione di Mimmo Scognamiglio che in questo girotondo è un anello di congiunzione tra artisti in grado di cavalcare linguaggi e proporre nuove letture del reale e dell’Io e i collezionisti, sempre alla ricerca di immagini entro cui ritrovarsi.
La mostra, infatti, propone il lavoro e le passioni di Mimmo Scognamiglio, il gallerista che tra Napoli e Milano ha tracciato con le sue scelte artistiche uno spaccato di storia dell’arte contemporanea, tra Kounellis e Shiota. Dal 1995 a oggi, si sono susseguiti nelle sue gallerie artisti che oggi calcano il panorama dell’arte internazionale e dettano ondate di pensiero che sarà possibile vedere radunati nella suggestiva cornice di Palazzo San Francesco a Domodossola. In quella che è stata un’antica chiesa medioevale e oggi sede della Pinacoteca Civica, potremo soffermarci dinanzi a un racconto per immagini che diventa il fissante di istanti di vita vissuta, di pensieri sconnessi tra loro che si lasciano ricomporre o dipanare dal pubblico con singolarissime interpretazioni e chiavi di letture. Le opere sono frutto di un percorso mentale intrapreso dall’artista che rimane pur sempre fascinosamente misterioso, tanto è vero che ogni opera assume il suo valore reale soltanto grazie al messaggio che ne recepisce chi guarda. Dunque a Domodossola sarà possibile ritrovare vicini tra loro tanti percorsi mentali visibili nelle opere di Maddalena Ambrosio, Chiharu Shiota, Antony Gormley, Peppe e Lucio Perone, Jason Martin, Mimmo Paladino, Joerg Lozek, Daniel Canogar, Jannis Kounellis, Jenni Hiltunen, Jaume Plensa, Anneé Olofsson, Bernardi Roig, Marcus Harvey, Gavin Turk, Giovanni Manfredini, Ximena Garrido Lecca, Spencer Tunick, Julian Opie, Max Neumann, Massimo Kaufmann, Franco Rasma.
È certamente uno spaccato caotico, ma pieno di fermento della cultura artistica del così detto “secolo breve”, non sempre ben definibile entro un linguaggio riconoscibile e univoco, ma che ha portato questi artisti a sovvertire il vecchio concetto di “bellezza” e a definire inediti percorsi che mettono in relazione mondi empirici e sistematici. Così, ciascuno, ancora oggi, procede nelle sue creazioni comportandosi come un vero “motore di ricerca che, lanciato all’inseguimento dei segni, naviga su gigantesche masse di informazioni, in un contesto culturale caratterizzato dall’iperproduzione, dalla moltiplicazione dei formati espressivi, nonché dall’espansione insieme geografica e disciplinare del campo dell’arte”, per dirla con le parole di Nicolas Bourriaud.
Mimmo Scognamiglio fa parte di quella scuola di galleristi napoletani che nel mondo hanno contribuito in maniera sistematica, e con fare imprescindibile, alla produzione degli artisti contemporanei. (foto: Have a Nice Time)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Piano rifiuti Roma e il ministro Galletti

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

rifiutiLe dichiarazioni rilasciate dal ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti sul piano rifiuti 2017-2021 parrebbero essere figlie di una lettura superficiale e poco attenta delle misure in esso contenute. Stiamo parlando di un piano innovativo, che punta a elevare i tassi di raccolta differenziata al 70%, a ridurre il volume dei materiali post-consumo del 3% e a promuovere la riduzione dei rifiuti e il riciclo eco-efficiente degli stessi, in piena coerenza con i dettami previsti dall’Unione Europea ai fini del corretto perseguimento di un’economia di tipo circolare.
Il Ministro sostiene che il piano non sia in grado di chiudere il ciclo dei rifiuti e perora la causa della realizzazione di un inceneritore e di una discarica. È evidente che la traumatica e scellerata esperienza di Malagrotta non sia stata sufficiente ai fini di una corretta comprensione degli errori commessi in passato. Così come non parrebbero fungere da adeguato “campanello d’allarme” alcuni autorevoli dossier miranti a evidenziare i rischi legati alla combustione dei rifiuti urbani, tra cui quello elaborato dall’ISDE (Associazione Medici per l’Ambiente) che propugna un “abbandono progressivo e definitivo della tecnica dell’incenerimento a favore di altre strategie di gestione del ciclo dei rifiuti a cominciare dalla loro riduzione fino al recupero reale dei materiali, pratiche ormai ampiamente sperimentate, sicuramente più sostenibili dal punto di vista ambientale e sanitario e più socialmente ed economicamente vantaggiose per la comunità”.
Il piano rifiuti di Roma Capitale per il quinquennio 2017-2021 si pone l’ambizioso obiettivo di una gestione eco-sostenibile dei rifiuti, attraverso l’incentivazione di comportamenti virtuosi da parte dei cittadini. Cittadini che attendono ancora risposte concrete dal Governo sui 12 milioni di euro stanziati dal Ministero dell’Ambiente nel 2012 per la raccolta differenziata di Roma Capitale e mai conferiti a quest’ultima. Così come si attendono iniziative governative che affrontino, con coraggio e determinazione, le tristi vicende legate alla discarica di Malagrotta.
Attendo che il ministro Galletti dia un segnale concreto in tal senso, certo del fatto che vorrà concentrarsi sulle spinose questioni che lo riguardano più da vicino anziché perdersi in polemiche prive di qualunque costrutto.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il mondo di Davide Martinazzo

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

martinazzomartinazzo1Lucca 25 aprile al 21 maggio 2017 (ingresso libero orario mostra: da martedì a domenica 10-19, chiuso lunedì Ingresso libero) spazi espositivi del Lu.C.C.A. Lounge&Underground. Il mondo di Davide Martinazzo fatto di segni, parole e simboli, prenderà consistenza nella sua mostra personale dal titolo “Panta Rei”, a cura di Matteo Bellenghi e Ilaria Magni. Per le sue composizioni – dove si palesa il suo amore per la musica e per l’Antica Grecia, culla della civiltà, dell’epica e della tragedia – l’artista veneto utilizza diversi supporti. “Panta Rei – spiega il co-curatore Matteo Bellenghi – è un titolo non casuale che nell’artista trova un significato ambivalente: da una parte indica l’armonia compositiva delle sue sculture composte sia da lettere in ferro applicate su lastra che sembrano lentamente scivolare via dal supporto, sia da impressioni su malta che rimandano alle frasi impresse sulla sabbia fino a quando il ‘soffio di Zefiro’ non le cancella; dall’altra viene posta l’attenzione sul profondo significato emotivo che l’artista cerca di liberare rendendolo a noi noto attraverso l’arte della scultura, della scrittura e della letteratura”. (foto: martinazzo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il mondo come prigione?

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

PeoplePushingRoma Auditorium del MAXXI, mercoledì 19 aprile 2017, 15:00-19:30 ingresso libero fino a esaurimento posti. Il mondo come prigione? (al MAXXI fino al 31 maggio 2017), di cui approfondisce alcuni i temi. Il convegno – introdotto dai saluti istituzionali di Giovanna Melandri, Presidente Fondazione MAXXI, e Antimo Cesaro, Sottosegretario ai Beni e alle Attività Culturali, e al quale è stato invitato il Ministro della Giustizia Andrea Orlando – è stato organizzato in occasione della mostra Please Come Back. Esperti nazionali si confrontano sul tema dei sistemi detentivi, esplorandone la dimensione fisica e il significato metaforico, legato alla società contemporanea.Da Monsignor Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura a Luigi Manconi, Presidente della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani del Senato; da Luca Zevi, architetto e consulente del Dipartimento Amministrazione Penitenziaria per gli spazi della pena a Giancarlo Paba, Presidente Fondazione Michelucci; da Mauro Palma, Garante nazionale delle persone detenute e private della libertà personale a Stefano Anastasia, Garante dei detenuti della Regione Lazio; e poi docenti universitari, architetti e urbanisti, appresentanti di associazioni.
Il tema del carcere come luogo fisico sarà al centro del convegno del 19 aprile. “Non si crea sicurezza alzando i muri”, aveva detto il Ministro Orlando in occasione della presentazione della mostra al MAXXI, lo scorso 8 febbraio. E se il sistema penitenziario italiano produce oggi una recidiva che riguarda il 70% dei detenuti, questo significa che il carcere così com’è non mette al sicuro la società. Gli spazi del carcere vanno configurati come sorta di “protesi” della società esterna, dal cui contesto il detenuto deve considerarsi solo “temporaneamente” sospeso, per tornarvi quanto prima a pieno titolo. Il carcere non deve essere più la risposta univoca alla molteplicità di comportamenti che caratterizza il mondo della devianza, ma “extrema ratio”. Maggior sviluppo va dato alle misure alternative alla detenzione, in modo che la maggior parte dei reati non venga più scontata nella segregazione del carcere, ma dentro la società e al servizio di essa. (foto: PeoplePushing)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’inquinamento ambientale può portare tanti problemi alla salute dei giovanissimi

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

ministero-ambienteTra questi la diminuzione di numero di spermatozoi e quindi la riduzione della fertilità e alcune anomalie di sviluppo dei genitali esterni maschili. E’ questo il monito della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) che ha deciso di dare il via a nuovi corsi di formazione per migliorare la preparazione degli specialisti su questo particolare aspetto della salute dei bambini. “L’ambiente nel quale viviamo – afferma il prof. Sergio Bernasconi Ordinario di Pediatria e docente della Scuola Ambiente della FIMP – è stato progressivamente contaminato da numerose sostanze chimiche che sono responsabili di danni all’ecosistema ed alla salute della popolazione. Numerosi studi epidemiologici e su modelli biologici hanno suggerito la possibile interferenza di tali sostanze chimiche sui sistemi ormonali dell’uomo. Diverse organizzazioni internazionali hanno perciò posto l’attenzione sul problema dei cosiddetti Interferenti Endocrini (IE) definiti come “..qualsiasi sostanza o materiale esogeno che possa alterare una o più funzioni del sistema endocrino e conseguentemente causare effetti avversi sulla salute di un organismo sano e della sua progenie” ed hanno ribadito la necessità di approfondire le ricerche in questo settore e, anche in assenza di dati definitivi, di applicare il principio di precauzione, in particolare nei periodi biologicamente più critici quali la vita fetale e i primi anni di vita postnatale”. “I corsi di formazione dei Pediatri della FIMP – riferisce la dott.ssa Maria Grazia Sapia Referente Nazionale FIMP Ambiente – proseguono il loro percorso e ampliano sempre di più le conoscenze dei pediatri di famiglia sulle conseguenze drammatiche che l’inquinamento, e i cambiamenti che esso determina, portano sullo sviluppo dei nostri figli. L’interesse e l’attenzione ricade adesso sugli interferenti endocrini e sulle loro ricadute sulla crescita”. “Attualmente – prosegue il prof. Bernasconi – esistono sul mercato oltre 100.000 prodotti chimici di cui almeno 1.000 possono agire come EDC. In questa categoria sono stati principalmente identificati pesticidi, sostanze di produzione industriale (tra cui Bifenili Policlorinati o PCBs, Alchifenoli e Ftalati) e composti naturali di origine vegetale, come i fitoestrogeni. Gli effetti negativi degli Interferenti Endocrini sulla salute sono molti: dal danno prenatale nella fase critica di sviluppo del sistema nervoso centrale, con conseguenti alterazioni a livello cognitivo e/o comportamentale, all’obesità e diabete di tipo 2. Numerose poi le evidenze scientifiche che portano a considerare gli IE tra i fattori che determinano da un lato la diminuzione di numero di spermatozoi e quindi l’aumento di sterilità in varie popolazioni e dall’altro le anomalie di sviluppo dei genitali esterni maschili, sia come posizione del testicolo fuori dalla sede naturale (criptorchidismo), sia come morfologia del pene (dimensioni ridotte e sbocco uretrale anomalo (ipospadia)). Nella bambina potrebbero contribuire al più precoce sviluppo del seno (telarca) evidenziato in molti Paesi tra cui l’Italia”. “E’ perciò importante – conclude la dott.ssa Sapia – che il pediatra possa trasmettere alle famiglie dei suoi pazienti informazioni concrete in questo settore, al fine di mettere in atto quei comportamenti che possano ridurre il più possibile l’esposizione agli IE. Anche questa problematica seguirà l’iter informativo del corso, a cascata, dai referenti provinciali a tutti gli iscritti che saranno interessati all’argomento in periferia”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mercato elettrico: Rischio aumenti dal 20 al 30%

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

energia-elettricaIl ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda ha dichiarato oggi, in risposta a Matteo Orfini, che la fine della maggior tutela nel mercato elettrico è una cosa da gestire con grandissima prudenza perché riguarda 23 milioni di consumatori e proprio per questo ha fatto inserire una nuova data di entrata in vigore.
“Non basta. Il punto va tolto. Anche se giugno 2019 è certo meglio del 2018, non è accettabile che il libero mercato si faccia sulle tasche e sulla pelle di 23 milioni di consumatori. L’articolo va soppresso definitivamente. E’ il principio che è sbagliato! Prima si creano le condizioni per un’effettiva concorrenza e poi si elimina il mercato tutelato, non viceversa!” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.
“Inoltre, va tolta la condizione capestro, secondo la quale chi non sceglierà nel frattempo il nuovo fornitore del mercato libero, finirà nel servizio di salvaguardia, pagando così il 20/30% in più rispetto a quanto paga finora. Un sopruso bello e buono!” conclude Dona.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Oscar Biondi Events presenta l’evento latino più atteso della Capitale

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

Locandina Noche CubanaRoma 12 maggio 2017 a partire dalle ore 21:00, Las Arcadas Latina – Viale di Porta Tiburtina, 36A/38 si terrà l’attesissima serata Me Emborrachare Noche Cubana.
Per la prima volta la Oscar Biondi Events presenta a Roma la Noche Cubana, una serata ricca di salsa, bachata, reggaeton il tutto condito da uno dei dj più in voga della capitale Dj Cecco. Ospiti della serata, inoltre, la scuola di danza del maestro Kelwer de Oliveira di cui sarà special guest El Pirata de la Salsa.
L’Associazione Culturale Las Arcadas Latina insieme alla professionalità della Oscar Biondi Events organizzeranno, per tutti gli amanti della musica cubana e non, un vero e proprio punto di aggregazione dove potersi divertire assaporando del buon cibo in ottima compagnia. Uno dei principali obiettivi della serata è quello di favorire un meraviglioso esempio di aggregazione basata su valori positivi tra forme di comunità, create soprattutto grazie alle passioni per la danza, in compagnia di un “buon piatto” di specialità latine. Presso Las Arcadas Latina si può godere ed approfittare di un ampio spazio per dare libero sfogo a passioni come il canto e la danza, ma, allo stesso tempo, degustare un gustosissimo buffet a soli 10 euro! La Oscar Biondi Events in associazione con la Las Arcadas Latina darà l’opportunità, a chi parteciperà a questa memorabile serata, di scatenarsi a ritmo di musica, ma allo stesso tempo di conoscere tanti nuovi amici che non aspettano altro che fare gruppo e conoscersi. Infatti l’Associazione Culturale Las Arcadas Latina viene considerata da sempre un faro per tutte le associazioni culturali e sportive che hanno, come obiettivo, quello di migliorare i rapporti e creare una società Meltin Pot. Ma senza dare troppe anticipazioni vi invitiamo a recarvi in Viale di Porta Tiburtina, 36A/38 per una serata vi riserverà infinite sorprese! (foto: Locandina Noche Cubana)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Lo scrittore albanese Ylljet Aliçka per presentare «Il sogno italiano»

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

Ylljet Aliçka Il sogno italiano_OKRoma 20 aprile, alle 18,00, in collaborazione con la rivista Confronti e l’associazione «Occhio Blu – Anna Cenerini Bova», presso la sala della Chiesa Valdese di via Marianna Dionigi 59, Ylljet Aliçka incontrerà i lettori italiani, per presentare il libro e dialogare con loro, raccontando l’Albania a cavallo della caduta del regime e le speranze infrante di una famiglia albanese che ebbe il coraggio di sfidare la dittatura, sognando l’Italia. L’incontro si aprirà con i saluti di Luigi Franco, direttore editoriale della Casa Editrice Rubbettino e di Claudio Paravati, direttore della rivista Confronti. Interverranno nel dibattito, insieme all’autore, il giornalista e scrittore Oliviero La Stella, il sociologo Rando Devole e l’antropologo, docente a Messina, Mauro Geraci.
L’incontro sarà moderato dall’Ambasciatore Mario Bova, presidente dell’Associazione «Occhio Blu – Anna Cenerini Bova» (foto: sogno italiano)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Documentario: “Buio a Mezzogiorno”

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

Loy e SimmonsPerugia Mercoledì 19 aprile, ore 11,00 Sala Goldoni di Palazzo Gallenga dell’Università per Stranieri di Perugia sarà presentato il documentario “Buio a Mezzogiorno” di Angelo Loy e Tommy Simmons. Ad aprire i lavori della giornata sarà il Magnifico Rettore, prof. Giovanni Paciullo. A seguire sono previsti, inoltre, gli interventi degli autori del documentario Angelo Loy e Tommy Simmons, e di Federica Guazzini, docente di Storia e Istituzioni dell’Africa dell’Università per Stranieri di Perugia.
Il 2 aprile del 2015, miliziani di al-Shabaab con decisione, brutalità e violenza fino ad allora mai viste nel nord-est del Kenya hanno attaccato l’unica Università presente sul territorio, a Garissa, uccidendo 143 studenti – tutti “non locali” – e sei membri delle forze dell’ordine, diffondendo un senso di terrore che ha avuto un impatto devastante su di un territorio vastissimo. Nelle settimane successive all’attacco l’Università è stata chiusa e dalle scuole, i centri sanitati e gli ospedali della zona c’è stato un intenso esodo di personale “non locale” portando ad un forte indebolimento dei servizi sociali che continua a perdurare. Con il massacro di dozzine di ragazzi innocenti i terroristi hanno raggiunto l’obiettivo di impoverire e rendere ancora più isolate le vaste zone aride e semi-aride del nord est del Kenya, emarginando ancor più e frustrando le speranze delle popolazioni islamiche che le abitano. (foto: Loy e Simmons)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Campidoglio: tornano le azalee sulla scalinata di Trinità dei Monti

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

azalee“Come da tradizione, dal semenzaio di San Sisto le splendide e pregiatissime azalee sono tornate ad arricchire la scalinata di Trinità dei Monti a Piazza di Spagna”. Così in una nota l’Assessora alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale Pinuccia Montanari.
L’esposizione durerà fino alla fine della stagione di fioritura, circa 30 giorni. Le azalee, del genere Rhododendrum Indicum di colore sia lilla che bianco, sono coltivate e curate durante tutto l’anno presso l’area del parco storico di San Sisto alle pendici del Celio dal personale del Servizio Giardini del Dipartimento Tutela Ambientale di Roma.
“Si tratta di circa centocinquanta esemplari, delle pregiate ericacee, che tornano sulla più famosa scalinata del mondo per offrire a romani e turisti uno spettacolo unico. Negli anni, le azalee capitoline hanno partecipato alle più importanti esposizioni europee, ottenendo numerosi riconoscimenti internazionali. Terminata la fioritura, il Servizio Giardini ricondurrà le azalee nei vivai, dove saranno ospitate fino alla prossima primavera”, conclude Montanari. (foto: azalee)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Agenda digitale di Roma

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

mercato digitaleRoma Declinare al femminile l’Agenda Digitale di Roma Capitale attraverso la raccolta online di proposte utili a ridefinire in ottica di genere le azioni strategiche per la trasformazione digitale dell’Amministrazione capitolina previste nel documento approvato a febbraio dalla Giunta. Con questo obiettivo dal 9 marzo al 9 aprile l’Assessorato Roma Semplice ha avviato una consultazione online per invitare cittadini e associazioni a partecipare attraverso l’invio di idee, suggerimenti e proposte progettuali intorno a cinque macro-aree tematiche – Partecipazione e collaborazione, Trasparenza, Servizi digitali e processi, Competenze digitali, Connettività e Accountability.Gli oltre 30 contributi pervenuti, che hanno ricevuto in Rete più di 280 voti e 40 commenti, sono stati illustrati ieri in Campidoglio alla presenza dell’Assessora Flavia Marzano nel corso di un incontro con le persone che hanno partecipato alla consultazione.
Declinare in ottica di genere sia dati in formato aperto da rendere disponibili sul portale istituzionale che obiettivi concreti e misurabili; progettare percorsi formativi di facilitazione digitale; realizzare un’anagrafe dell’associazionismo femminile sono alcune delle idee progettuali emerse dal confronto. A queste si affiancano iniziative di carattere sociale, economico e di ricerca.”Così come l’Agenda Digitale di Roma Capitale è stato il frutto di un percorso partecipato di successo che ha coinvolto tutti i portatori di interesse – dichiara l’Assessora a Roma Semplice Flavia Marzano – allo stesso modo abbiamo deciso di ascoltare chiunque volesse proporci la propria idea per declinare in ottica di genere quello che rappresenta il primo documento programmatico sul digitale dell’Amministrazione capitolina. Crediamo fortemente che solo attraverso la partecipazione sia possibile costruire una corretta interazione tra un’Amministrazione sempre più aperta e i cittadini, in linea con gli obiettivi di democrazia diretta previsti nelle linee programmatiche”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Montepulciano: Tempio San Biagio

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

tempio san biagioMontepulciano. Le Opere Ecclesiastiche Riunite di Montepulciano a partire dalle festività pasquali, hanno deciso di iniziare un servizio teso a migliorare l’accoglienza ai visitatori del Tempio di San Biagio, capolavoro dell’architettura italiana del Rinascimento maturo, nonché a rendere più sicuro e vigilato l’interno della chiesa monumentale.Con la progressiva crescita de visitatori a Montepulciano, a ragione definita la “perla del Cinquecento”, ma anche a seguito di produzioni cinematografiche in cui la chiesa e la città sono diventati magnifici set, è sorta la necessità di una maggiore tutela del luogo con la presenza assidua di una custodia e di un’offerta più ampia dei servizi aggiuntivi. In questa prospettiva, all’ingresso del Tempio, vi sarà una nuova struttura che si confà all’elegante architettura dell’interno che riflette le armoniche proporzioni esterne.Con il biglietto d’ingresso sarà consegnata un’audiovideoguida in cui il visitatore, attraverso uno strumento digitale, potrà seguire testo/immagine, la spiegazione del monumento in relazione alle fotografie di riferimento. La novità di questo racconto sarà l’intervento dello stesso architetto, Antonio da Sangallo, detto il Vecchio, che presenta il suo capolavoro, il Tempio di San Biagio, a coloro che ascoltano l’audiovideoguida. D’altra parte l’architetto fiorentino è colui che più ha delineato l’aspetto di Montepulciano, in cui eleganti palazzi si susseguono nelle vie cittadine offrendo prospettive sorprendenti. Per questo la visita prosegue nel centro storico della città con l’ausilio di una app. Dopo la visita del Tempio di San Biagio, il visitatore può continuare il suo percorso scaricando per il tramite del proprio smartphone l’app-guida di Montepulciano, con testi brevi, ma efficaci, corredati da immagini.
Le Opere Ecclesiastiche Riunite di Montepulciano si sono avvalse di un gestore, Opera-Civita, per il nuovo riordinamento dei servizi e auspicano una fruizione più consapevole del Tempio da parte dei turisti. L’accesso ai residenti, continuerà ad essere libero. Qui paesaggio e architettura, patrimonio di una terra ricca di storia e di cultura, si confondono in forme armoniche e danno vita a uno scenario unico. La chiesa si colloca infatti al centro di un prato pianeggiante là dove la Val d’Orcia s’innesta nella Val di Chiana e la sua posizione, fuori della città, in mezzo a uno scenario naturale ne evidenzia la grandiosità. Tempio di San Biagio Orari SS. Messe Domenica e festivi ore 11.00 Il tempio riaprirà al pubblico alle ore 12.30
Orari di apertura/ Opening hours 1 Marzo – 31 Maggio: 10.00-18.00 (tutti i giorni)
1 Giugno – 30 Settembre: 09.30 – 18,30 (tutti i giorni)
1-31 Ottobre: 10.00-18.00 (tutti i giorni)
1 Novembre – 25 Dicembre: 10.00-12.00 / 15.00-17.00 (solo sabato e domenica)
26 Dicembre – 6 Gennaio: 10.00 -18.00 (tutti i giorni)
7 Gennaio – 28 Febbraio: 10.00-12.00 / 15.00-17.00 (solo sabato e domenica)
Ultimo ingresso trenta minuti prima della chiusura Biglietto d’ingresso Intero: € 3,50 (audioguida gratuita) Ingresso gratuito: bambini al di sotto dei 6 anni, residenti nel comune di Montepulciano, portatori di handicap, ecclesiastici, giornalisti, guide turistiche autorizzate. (foto: tempio san biagio)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arte: alla Case Romane del Celio la “Pìetas” di Corrado Veneziano

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

hitlerRoma giovedì 20 aprile alle 18.00, nello straordinario complesso archeologico delle Case Romane del Celio (Clivo di Scauro), “Pìetas”, la mostra di Corrado Veneziano a cura di Raffaella Salato.L’esposizione, in programma fino al 2 maggio prossimo (orario: tutti i giorni, dal giovedì al lunedì, con orario 10.00-13.00 e 15.00-18.00, ingresso al pubblico: intero 8 euro, ridotto 6 euro) in uno dei poli museali più affascinanti dell’intero patrimonio laziale, presenta dieci tele di lino installate su strutture autoportanti che interpretano e riprendono la struttura visiva della Sacra Sindone, una delle forme estetiche più illuminanti della condizione mortuaria al di là di ogni risvolto di natura religiosa. I dieci sudari, che rappresentano altrettante figure umane immaginate in posizione funebre, sembrerebbero ritrarre uomini apparentemente comuni. In realtà, le somiglianze richiamano alla mente dello spettatore alcuni personaggi tristemente noti, annoverabili fra i despoti e i dittatori più sanguinari del XX e XXI secolo: Hitler, Mussolini, Pol Pot, Videla, Batista, Bin Laden, Gheddafi, Mobutu e Pinochet. Ritratti a misura reale, con le palpebre chiuse e le mani congiunte sotto il ventre in una postura che ricorda la Sacra Sindone, i soggetti di questi lavori, su cui evidente è il lavorìo intenso condotto dalla mano dell’artista, presentano i tratti del viso e del corpo trasfigurati e colti in una dimensione eterea, astratta, allo stesso tempo distaccata e appartata che solo la percezione della morte può produrre.
Nell’attimo solenne della dipartita, dunque, come dimostrano le opere di Veneziano, anche il volto di un individuo, assolutamente esecrabile in vita e privo di alcun genere di pentimento, può essere rappresentato in un’espressione più umana e dignitosa, risultato di quell’elevato sentimento della pìetas latina che insiste tra l’altro sul rispetto e sull’amore dovuto comunque a ogni essere umano a prescindere dalle nefandezze che gli sono appartenute. Come se la scomparsa terrena sia capace di allontanare lo sdegno e il ripudio per portare al suo posto una qualche forma di rasserenamento.Partendo dalle considerazioni di Ricoeur e Lèvinas, che avevano posto l’attenzione sull’assunto della religione cristiana secondo cui qualsiasi volto “potrebbe essere quello di Cristo”, Veneziano recupera l’immagine della Sindone e con un gioco di sostituzioni-trasformazioni riesce, dunque, a “trasferire” sul lenzuolo di lino le sembianze di uomini la cui ferocia ha segnato la storia dell’umanità.
mussolini“Il volto di Cristo – ha detto Veneziano – è, allo stesso tempo, l’immagine più riprodotta e la raffigurazione più astratta e priva di documentazione che ci sia. In questo senso l’operazione di ragionevole verosimiglianza delle immagini di Pìetas potrebbe rappresentare un tributo all’arricchimento semantico di tale immagine, ma anche diventare un onesto lavoro di allargamento delle opzioni figurative in cui Cristo si è materializzato”.Molteplici le domande che l’esposizione pone, infinite le questioni estetiche e artistiche, le problematiche politiche, religiose, psicologiche e sociologiche. In questo senso la mostra diventa l’occasione per riflettere sulla distanza tra mondi incomparabili o distanti, come quello della vita e della morte, della immanenza e della trascendenza, della guerra e della pace. Mentre, per l’ennesima volta, come ha scritto in passato Achille Bonito Oliva le opere di Veneziano ”massaggiano il muscolo atrofizzato della memoria collettiva”.L’appuntamento per il vernissage è fissato per giovedì 20 aprile alle ore 18. Apertura al pubblico: da giovedì 20 aprile 2017 a martedì 2 maggio Orario: 10.00-13.00 e 15.00-18.00 dal giovedì al lunedì Ingresso: intero 8 euro, ridotto 6 euro (foto: hitler, mussolini)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Risicoltura: eccellenza italiana

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

irrigazione riso2“La promessa di sperimentare l’etichettatura di origine per il riso, così come le altre azioni proposte dal Ministro dell’agricoltura, Maurizio Martina, a tutela del reddito dei produttori agricoli di riso, rappresentano soltanto un primo passo avanti. Credo che per salvare la produzione italiana di riso dalla concorrenza, a volte sleale del sudest asiatico, servano decisamente anche altri interventi. Non basta fare nuove proposte, ma occorre far valere la propria voce in Europa e portare a casa dei risultati concreti. Gli stessi risultati richiesti a gran voce, questa mattina, dai 500 risicoltori lombardi giunti a Roma per protestare contro l’import di riso dall’estero e la mancanza di un’etichetta d’origine”. Così Mariastella Gelmini, vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera e coordinatrice lombarda, che aggiunge: “Lo scorso 30 marzo ho presentato un’interpellanza proprio al Ministro Martina, perché penso che la risicoltura italiana sia un’eccellenza che non merita di essere svenduta. Adesso che il Governo, finalmente, si è svegliato spero si realizzino presto azioni concrete per salvaguardare e valorizzare il made in Italy e le nostre produzioni”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Istruzione: Fotografia Istat boccia l’Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

istatL’Istituto nazionale di statistica ha pubblicato il rapporto ‘Noi Italia’: nella graduatoria delle persone di 25-64 anni con livello d’istruzione non elevato, il nostro Paese ha un’incidenza quasi doppia rispetto all’Ue28 (rispettivamente 40,1% e 23,5%)”. Inoltre, in Europa il nostro Paese continua a ricoprire l’ultima posizione, 25,3% contro il 38,7% della media Ue28. Sugli abbandoni scolastici siamo al quartultimo posto (14,7% contro una media Ue28 dell’11%). Peggio di noi solo Romania, Malta e Spagna. Per la quota di Neet siamo al top in Europa con 2,2 milioni i giovani di 15-29 anni che nel 2016 non studiano e neppure lavorano.L’Ufficio studi Anief ricorda che l’Italia già nel 2000 spendeva il 2,8% in meno della sua spesa pubblica rispetto alla media OCSE (Italia 9,8% – Ocse 12,6%): dieci anni fa era sempre all’ultimo posto persino tra i Paesi G20 (32° posto) con un -4,1% (Italia 8,9% – Ocse 13,0%). Né la situazione è migliorata in rapporto al P.I.L.: -0,9% nel 2000 (Italia 4,5% – Ocse 5,4%) e -1,6% nel 2010 (Italia 4,7% – Ocse 6,3%), dove ci collocavamo al terzultimo posto (31°). Inoltre, siamo l’unico Paese dell’Ocse che dal 1995 non ha aumentato la spesa per studente nella scuola primaria e secondaria a dispetto di un aumento in media del 62% degli altri. Nell’ultimo periodo sono, persino, aumentate dal 25% al 100% le tasse richieste dagli atenei.Marcello Pacifico (Cisal-Anief): bisogna incentivare gli sforzi, innanzitutto, sul fronte della dispersione scolastica, maggiorando gli organici delle aree a rischio, migliorando l’orientamento e innalzando l’obbligo formativo fino alla maggiore età. Quello che i nostri governanti non hanno compreso è che si deve spendere più per la formazione: perché, nella cultura, nella ricerca, nella scuola, nell’università ogni finanziamento non è una spesa, ma un investimento per rilanciare lo sviluppo economico del Paese. Spendere per formare capitale umano significa credere nella capacità civilizzatrice e lavorativa dell’uomo, gettare le basi per la costruzione di una società equa e solidale e per il rilancio dell’economia nazionale.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conti pubblici e la “manovrina” del governo

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

palazzo-chigi“Il governo è stato costretto a fare la manovrina perché l’Europa ha detto: ‘attenzione, siete fuori con i numeri, rientrate’. Questo vuol dire che se si fa la manovrina i conti non vanno bene. E per riequilibrarli o si taglia la spesa, cioè minori benefici per i cittadini, o si aumentano le tasse, oppure tutti e due. In realtà il governo ha voluto fare la manovrina assieme al Def per fare confusione, per metterla in secondo piano rispetto al libro dei sogni che è il Def”. Lo ha detto a Zapping (Rai Radio1) Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati. “Il governo ha voluto nascondere la manovrina per nascondere che gli italiani, dal prossimo mese, dovranno sborsare 3,4 miliardi di euro. È un grande imbroglio”, ha concluso l’esponente azzurro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »