Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 26 aprile 2017

Teatro: “Il funerale del padrone” di Dario Fo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

funerale del padroneRoma Dal 28 al 30 aprile al Teatro India Lungotevere Vittorio Gassman (già Lungotevere dei Papareschi (Biglietti 10 € intero 7 ridotto, orari spettacolo: venerdì ore 19 sabato ore 21 domenica ore 19 _ Durata spettacolo 1 ora e 10 minuti) va in scena la restituzione finale del laboratorio condotto da Massimo Di Michele con gli attori della Scuola di Teatro e Perfezionamento Professionale del Teatro di Roma, IL FUNERALE DEL PADRONE, testo del Premio Nobel Dario Fo, un atto unico tratto dallo spettacolo Legami pure, tanto spacco tutto lo stesso, che ha debuttato a Genova nel 1969.
La vicenda è quella degli operai di una fabbrica all’indomani dell’occupazione. Mentre un improbabile commissario ne ordina lo sgombero, gli scioperanti architettano una messinscena per attirare l’attenzione dei passanti e sensibilizzarli sulle ragioni delle rimostranze. Recuperando degli abiti in prestito, gli operai decidono di rappresentare in una farsa il funerale del padrone. Prende il via uno straordinario esempio di teatro nel teatro, in cui ciascun operaio impersona i protagonisti di una cerimonia funebre. La rappresentazione è tutta sopra le righe e si arricchisce di presenze caricaturali di fine fattura, come il Gran Poiano, l’uccello che trasporta l’anima del defunto in cielo. Il punto più alto della farsa, quello in cui si decide di sacrificare un operaio per far quadrare i bilanci annuali degli incidenti sul lavoro, sbugiarda il gioco. Il cerchio sarà chiuso quando si chiuderà il sipario: a chi sarà fatto il funerale? Al padrone o all’operaio? E se i ruoli si scambiassero per un attimo, per una sorte bizzarra e circense, e si facesse il funerale al padrone vero, all’unico proprietario del proprio lavoro e della propria vita?
Con ironia lo spettatore si trova ad assistere alla messa in scena dei delitti più crudeli: dalla tratta degli organi alla mercificazione delle persone e dei valori, dalla corruzione della chiesa alla demagogia della politica, all’attuale populismo delle nostre forze politiche. «Ho forzato, in un certo senso, i limiti della struttura stessa. Il mio obbiettivo è quello di far ridere e divertire davanti ai drammi più atroci, denunciare con ironia, con forza il problema delle morti bianche e delle migliaia di persone rimaste invalide per incidenti sul lavoro – racconta Massimo Di Michele – Dal 1969, data in cui fu scritto il testo da Dario Fo, al 2006, data in cui ne curai la mia prima regia, ad oggi il numero delle morti bianche è rimasto quasi invariato e nessuno ne parla. La denuncia, tra ironia e sarcasmo, non si ferma al problema delle morti sul lavoro, ma si estende ad altre forme di violenza contro l’uomo, come ad esempio le sciagure in mare di migliaia di immigrati clandestini, le morti causate dall’inquinamento e la violenza sulle donne. Ed è proprio a loro che dedico questo spettacolo, a tutte le donne uccise per mano di un uomo, tutte le vittime dei numerosi femminicidi che insanguinano la cronaca. In loro memoria ho scelto di far indossare scarpe rosse a tutte le attrici. Questo dovrebbe farci riflettere. Per me, tornare in scena con questo testo è un omaggio al Maestro Fo, a cui sono grato per aver sostenuto da subito l’operazione consapevole e coraggiosa di un gruppo di giovani artisti».Lo spettacolo è l’esito del laboratorio tenuto da Massimo Di Michele per gli allievi della Scuola di Teatro e Perfezionamento Professionale del Teatro di Roma, finalizzato alla conoscenza degli strumenti utili all’attore per affrontare lo spazio vuoto della scena, mostrando come la pratica della recitazione, con tutti gli esercizi che sottende, possa portare a superare i propri limiti e a crescere mettendosi costantemente in gioco. (foto: funerale del padrone)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Organised crime: Europol threat assessment debated by Civil Liberties MEPs

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

europolCivil Liberties MEPs debated Europol’s report on serious and organised crime with Europol director Rob Wainwright. Europol’s director Rob Wainwright presented the report on ‘Serious and Organised Crime Threat Assessment, SOCTA, 2017 to Civil Liberties MEPs on Monday afternoon. The report identifies a number of threats affecting the internal security of the European Union, such as document fraud, money laundering and online trade in illicit goods and services, and gives recommendations to the Council of Justice and Home Affairs Ministers on priorities for the coming four years 2017 – 2021. According to Europol’s analysis, 5.000 criminal networks operate in Europe with people from more than 180 nationalities. The groups are diverse, flexible and can adapt easily to new environments. Drug trafficking counts as the largest criminal market, but also cybercrime, migrant smuggling, trafficking in human beings and organised property crime, are identified as serious threats and should be priorities for the future fight against organised crime, the report says.The exploitation of the rapid technological developments, such as the use of social media and the dark net, smuggling of unaccompanied minors, fraudulent ID-cards, and whether existing tools to fight cross border crime are sufficient, were among the topics raised by MEPs in the debate. In a separate debate following the SOCTA presentation, MEPs discussed the fight against cybercrime with experts from Europol’s Cybercrime Centre, Eurojust, civil society and data protection experts.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ease access to labour market for asylum-seekers to boost integration, MEPs say

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

european parliamentAsylum seekers should be able to work in the EU no later than two months after applying for asylum, instead of the current nine months, said Civil Liberties Committee MEPs on Tuesday.But for reasons of labour market policies, and especially regarding youth unemployment levels, member states may verify whether a vacancy could be filled through preferential access by their nationals, other EU citizens or by third-country nationals lawfully residing in the country, they added.To improve their integration prospects and self-sufficiency, applicants for international protection should also get access to language courses from the moment their application is filed, say MEPs.In amending the directive on reception conditions for asylum-seekers, MEPs aim to ensure equal and high reception standards in all member states, which should contribute to a more dignified treatment and fairer distribution of applicants across the Union.
Detention of asylum-seekers should be a measure of last resort and should always be based on a decision by a judicial authority, MEPs say. Detention or any confinement of children, whether unaccompanied or within families, should be prohibited, they add.
Member states must ensure that every unaccompanied minor gets a guardian from the moment of their arrival in the EU, as well as immediate access to health care and education under the same conditions as national minors, conclude MEPs.Parliament´s rapporteur for the proposal, Sophia In ‘t Veld (ALDE, NL), said: “Today we show that the European Parliament can agree sustainable and progressive solutions.On one element, we all agreed immediately: children should not be detained on any condition. I am pleased that this Parliament is willing to stand up for better protection of child asylum seekers. Detention is never in the best interests of a child.Newcomers in Europe need support to be able to learn the language immediately so they can start to integrate right away. It is in everyone’s interest that they participate as soon as possible in the host society and language is the starting point.”
The committee approved its changes to the draft legislation by 42 votes to nine, with three abstentions. MEPs also backed the opening of inter-institutional negotiations and the composition of the negotiating team. This decision needs to be endorsed by Parliament as a whole before beginning talks with the Council and the Commission on the final form of the text.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Frutti antichi edizione di primavera

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

falconeriaCastello di VaranoCastello di Paderna (Piacenza) sabato 13 e Domenica 14 Maggio 2017 dalle 9,30 alle 19: Frutti antichi edizione di primavera. 130 espositori da tutta Italia alla rassegna di piante, fiori e frutti dimenticati e prodotti di alto artigianato nel Circuito dei Castelli del Ducato in Emilia-Romagna.L’inaugurazione è in carnet alle ore 10 di sabato 13 maggio. Tra le domande che porta il giardino del Castello di Paderna all’attenzione del grande pubblico spiccano: come costruire la cultura della transizione verso una modalità sostenibile dell’abitare la terra? Perchè ci sono sempre meno allodole? Stiamo perdendo la bellezza e la diversita biologica delle nostre campagne? A questi e altri interrogativi risponderanno esperti del settore. Ne parleranno monaci, architetti, biologi.
C’è attesa, inoltre, per la presentazione del libro “La sua voce è profumo” di Giovanna Zucconi (autrice e conduttrice di fortunati programmi culturali per la radio e la televisione, ha ideato e diretto per Feltrinelli Effe): ci accompagna attraverso brani di capolavori e pagine meno conosciute, in una “passeggiata olfattiva“ davvero sorprendente: dal misticismo più astratto alla più turpe carnalità, la gamma delle esperienze legate al profumo ed agli odori del mondo è quasi infinita. E’ un viaggio che ci aiuta a rileggere in maniera diversa libri memorabili, secoli di odori,e ad apprezzare, una volta di più, l‘insostituibile potere della parola, grande ordinatrice di tutte le vicende umane.
Sapori antichi, ritrovati. Stili di vita green, più vicini alla natura. L’identità italiana a tavola e in giardino. La salvaguardia della biodiversità e della preziosa ricchezza delle produzioni agricole italiane.
Castelli_DucatoVolete scoprire i segreti delle tecniche di coltivazione di un orto? Desiderate arredare con gusto il vostro giardino? Portare i bambini ad un laboratorio creativo con ago, filo e feltro? Conoscere come nasce un profumo naturale? Ciò che avviene all’interno di un laboratorio di Profumeria Botanica dalla distillazione alla dinamizzazione in cucurbita? Credi alle indicazioni del calendario lunare e vuoi indagare i segreti antichi dell’erboristeria?
Ingresso a contributo minimo di 7 Euro; 5 Euro per gli iscritti FAI e per i possessori della Card dei Castelli del Ducato. Ingresso gratuito per i bambini fino ai 12 anni e per chi si iscrive al FAI in occasione della manifestazione. I contributi raccolti in occasione della manifestazione saranno destinati al restauro dell’Abbazia di Santa Maria di Cerrate a Lecce, bene che il FAI ha ricevuto in concessione dalla Provincia di Lecce.(foto: falconeria, Castello di Varano, Castelli_Ducato)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Chiesa Luterana: presentazione francobollo celebrativo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

Sinodo Luterano 500 anni.Venezia La Chiesa Evangelica Luterana in Italia (CELI), che riunisce le comunità luterane dell’intera penisola, annuncia che pochi minuti fa si è conclusa la presentazione ufficiale del francobollo celebrativo della CELI nel 500° anniversario della Riforma emesso dal Ministero dello Sviluppo economico.L’evento, in occasione dell’assemblea annuale del Sinodo (l’organo sovrano che dibatte e delibera su tutte le materie della vita ecclesiale) che si sta svolgendo a Venezia, si è svolto nella magnifica cornice di Ca’ Sagredo, il trecentesco palazzo che si affaccia sul Canal Grande.Il francobollo, stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato (del valore di € 0,95 e con una tiratura di 600.000 unità), riproduce un particolare del dipinto la Crocifissione, opera di Lukas Cranach, presente nella chiesa dei Ss. Pietro e Paolo (Herderkirche) a Weimar.
Alla presentazione sono intervenuti Paola Mar, Assessore al Turismo e alla Toponomastica del Comune di Venezia, Giovanni Accusani, Responsabile Filatelia Mercato Privati di Poste Italiane, Paola Nardini, Console Onorario della Repubblica Federale di Germania per il Veneto e Rappresentante della Camera di Commercio Italo Germanica, e Heiner Bludau, Decano della Chiesa Evangelica Luterana in Italia. E proprio il Decano Heiner Bludau ha così commentato: “Nel cuore del 2017, anno del V centenario della Riforma, nel pieno svolgimento del nostro Sinodo, nella città di Venezia sede della più antica comunità luterana d’Italia, si è svolto oggi un evento di incredibile valore simbolico per una Chiesa piccola come la nostra: l’emissione di un francobollo dedicato a Lutero e alla CELI è significativamente rappresentativo dell’altissimo valore storico e culturale che la Riforma ha avuto anche in Italia e di quanto la nostra Chiesa, nata originariamente come chiesa di migranti di lingua tedesca in questo Paese, sia ormai totalmente integrata nella società italiana. E siamo davvero lieti che come immagine per il francobollo sia stata accolta la nostra proposta di riprodurre la Crocifissione di Cranach, presente nella Chiesa dei Ss. Pietro e Paolo (Herderkirche) di Weimar. Perché rappresenta magistralmente i principi fondamentali della Riforma e del protestantesimo in generale: Sola Scriptura (con la sola Bibbia); Sola Fide (con la sola fede); Sola Gratia (con la sola grazia); Solus Christus (soltanto Cristo); Soli Deo Gloria (per la gloria di Dio solo). Si tratta del cuore della fede protestante in cui ancora oggi non solo la CELI, ma tutti i luterani e gli evangelici nel mondo si riconoscono e si uniscono in quest’anno di celebrazioni”.L’artista, amico di Lutero, mostra nell’opera un riassunto della dottrina del riformatore, dando vita a una predica dipinta. Al centro, il Cristo crocifisso che porta i peccati del mondo. A sinistra troviamo ancora Cristo che, come Cristo risorto, sconfigge la morte e il diavolo. Tre uomini sono a destra della croce: Giovanni Battista, che indica con la mano destra il Cristo e con la sinistra l’agnello. Accanto a lui il pittore Lukas Cranach stesso, sul cui capo si riversa il sangue che fuoriesce dalla ferita del costato di Cristo, come a dire che le sue capacità d’artista vengono da quello che Cristo ha fatto per lui e per tutti gli uomini. Ancora a destra c’è Lutero con la Bibbia aperta in mano, indicandovi tre passi neotestamentari. Sullo sfondo, Mosè mostra al popolo d’Israele le tavole dei dieci comandamenti, mentre Adamo, l’uomo, incapace di osservarli, corre verso la morte. Nel cielo, l’angelo di Natale illumina ai pastori di Betlemme la via della salvezza.La presentazione del francobollo è avvenuta nell’ambito di una giornata-evento davvero intensa dal punto di vista culturale: al mattino, il professore Stephan Oswald, docente universitario di lingua e letteratura tedesca, ha presentato la relazione Perché prima a Venezia?; nel pomeriggio sarà la volta della scrittrice Susanna Tamaro con la sua relazione Un quarto d’ora prima di mezzanotte; infine, stasera, ci sarà la video-installazione 500 dell’artista Philipp Geist, che fonde immagini in movimento, fotografia, luci e pittura.Il Sinodo terminerà la mattina di martedì 25 aprile con un culto presso la chiesetta sull’isola di San Servolo. (foto: francobollo)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Focus sull’ipertensione per ridurre le malattie cardiovascolari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

Università di Napoli “Federico II”JPGNapoli dal 4 al 6 maggio Aula Magna del Centro Congressi Federico II Università di Napoli, in Via Partenope 36. Due giorni e mezzo di relazioni di esperti provenenti da diverse parti del mondo, cinque sessioni dedicate ai principali aspetti dell’ipertensione e alle patologie associate: sono i numeri del simposio internazionale “From arterial hypertension to heart disease”, in programma a Napoli dal 4 al 6 maggio 2017. «La Società Europea di Cardiologia sta lavorando alle nuove linee guida sull’ipertensione, e questo simposio offrirà ai cardiologi un’occasione di confronto e di attenzione sui principali aspetti della circolazione arteriosa e il suo impatto sulle malattie cardiovascolari» spiega Giovanni de Simone, Docente del Dipartimento di Scienze Mediche Traslazionali all’Università Federico II di Napoli e Presidente del simposio. «Durante l’incontro parleremo di ipertensione, ma anche di aterosclerosi, angina pectoris, obesità e sindrome metabolica, differenze di genere e malattie cardiovascolari, fibrillazione atriale, prevenzione». Il simposio è organizzato dal Centro di Ricerca per l’Ipertensione Arteriosa dell’Università Federico II di Napoli ed è promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Eurostat: debito Italia 2016 a 132,6%

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

pilEurostat ha confermato che l’Italia, con un debito al 132,6% del Pil, ha il secondo debito pubblico più alto d’Europa dopo la Grecia, al 179%.”Non è una novità che l’Italia sia la peggiore in Europa dopo la Grecia. La cosa grave, però, è che in questi ultimi anni il nostro Paese non ha saputo approfittare della politica monetaria della Bce e del quantitative easing per abbattere il debito pubblico, vera catena al collo per la nostra economia” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.
“Tra poco il QE finirà ed il rischio di un futuro innalzamento dei tassi di interesse e, conseguentemente, dell’onere del debito pubblico renderà ancora più difficile il risanamento dei conti, in realtà mai iniziato. Continuiamo a comportarci come le cicale, invece che come le formiche” ha concluso Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tempo di Libri chiude la prima edizione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

maroniMilano. Chiude con 60.796 presenze in Fiera, cui se ne aggiungono 12.133 nelle 100 sedi del Fuori Fiera, la prima edizione di Tempo di Libri, la Fiera dell’Editoria Italiana organizzata da La Fabbrica del Libro e che ha animato i padiglioni 1, 2 e 4 di Fiera Milano Rho dal 19 al 23 aprile. Diversi appuntamenti della Fiera sono stati inoltre seguiti con oltre un milione di visualizzazioni in streaming fra Tempo di Libri, Corriere.it e Repubblica.it. Inaugurata dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini, insieme al Presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, al sindaco di Milano Giuseppe Sala, con Roberto Rettani, Presidente Fiera Milano, Federico Motta, Presidente Associazione Italiana Editori e Renata Gorgani, Presidente La Fabbrica del Libro, Tempo di Libri ha conquistato gli editori con i suoi spazi innovativi e accoglienti, una logistica funzionale e un design originale che ha conferito personalità a tutti gli stand, dimostrando una volta di più il livello di avanguardia delle strutture di Fiera Milano e della sua efficienza organizzativa.
Il mondo delle storie attraversate dall’alfabeto si è dipanato su 35mila mq e ha visto la partecipazione di 552 editori, grazie ai quali personaggi, racconti, testimonianze e voci si sono distribuiti in 720 eventi con 2.000 ospiti in Fiera e oltre 100 appuntamenti Fuori Tempo di Libri, tra Milano, Rho, Sesto San Giovanni e Monza.
Soddisfazione da parte degli organizzatori: “Dopo oltre 60 anni è avvenuto un altro ‘Miracolo a Milano’: gli editori e i lettori si sono trovati a Tempo di Libri, che è già una realtà nella vita culturale della città. Di qui la volontà di impegnarsi ancora di più e fin da subito per la seconda edizione, che si svolgerà nella primavera 2018, sempre nei padiglioni di Fiera Milano Rho. Le date saranno comunicate entro fine maggio, coerentemente con i colloqui avuti con il Ministro Dario Franceschini e con la Sindaca di Torino Chiara Appendino”.
Nelle 16 sale adibite agli incontri (più lo Spazio Education e l’auditorium) chiamate con i nomi di alcuni font che hanno scandito la storia della tipografia – Arial, Bodoni, Calibri, Cambria, Courirer, Futura, Garamond, Georgia, Gotham, Gothic, Helvetica, Optima, Tahoma, Verdana, i laboratori Papyrus ed Elephant – si sono alternati alcuni grandi nomi della letteratura contemporanea internazionale e i più rappresentativi del panorama nazionale, sia nella narrativa che nella saggistica, come Adonis, Simonetta Agnello Hornby, David Almond, Brit Bennett, Gianrico Carofiglio, Sveva Casati Modignani, Aidan Chambers, Javier Cercas, Mauro Covacich, Guy Delisle, Tom Drury, Ildefonso Falcones, Marcello Fois, David Grossman, Mohsin Hamid, François Jullien, Sophie Kinsella, M.G. Leonard, Carlo Lucarelli, Maurizio Maggiani, Valerio Magrelli, Marco Malvaldi, Melania Mazzucco, Michela Murgia, Edoardo Nesi, Edna O’Brien, R.J. Palacio, Patrizia Paterlini-Bréchot, Francesco Piccolo, Roberto Piumini, Massimo Recalcati, Clara Sánchez, Roberto Saviano, Luis Sepúlveda, Walter Siti, Licia Troisi, Andrea Vitali, Irvine Welsh, Abraham Yehoshua. Non sono inoltre mancate le presenze istituzionali come il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, il Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli.
L’Alfabeto è stato declinato in tutte le sue 26 lettere (più la @ del digitale) attraversando come una mappa il programma generale, curato da Chiara Valerio, quello a cura di Pierdomenico Baccalario dedicato a bambini, ragazzi e scuole (per le quali è stato siglato anche un patto di alternanza scuola-lavoro con il mondo del libro – AIE, AIB e ALI – alla presenza del Sottosegretario del MIUR Gabriele Toccafondi), il palinsesto professionale elaborato da Giovanni Peresson e il programma sulla Cittadinanza Digitale a cura di Nina Klein. Tempo di Libri ha offerto anche una finestra sulle attività e i contenuti di alcuni festival che si sono raccontati in Fiera: il Festival Isola delle Storie di Gavoi, il Festival della Mente di Sarzana, pordenonelegge, le Lezioni di Storia, Letterature Festival Internazionale di Roma, scrittorincittà, Leggermente, Liberodiscrivere e #FLA Pescara Festival. Un ricco filone di appuntamenti ha coinvolto anche giornali, riviste letterarie e siti web come la Lettura Corriere della Sera, Robinson la Repubblica, TuttoLibri La Stampa, Rivista Studio, Pagina99, Nuovi Argomenti, Il Post, Lercio.it, Donna Moderna, Panorama, Icon, Icon Design, Focus, TheFLR. Sono stati inoltre presenti con propri spazi e numerosi appuntamenti le testate RAI, Corriere della Sera, Robinson di la Repubblica, ilLibraio.it, Radio Popolare e Radio Radicale. Nell’ambito del programma ragazzi, fondamentali sono state le partnership tra la Fiera e Lucca Comics & Games e i laboratori in collaborazione con Focus Junior, Sale&Pepe e con la redazione di Topolino.
È stata un grande successo la prima edizione del MIRC – Milan International Rights Center (dal 19 al 21 aprile nel padiglione 1): oltre 500 partecipanti, da 34 Paesi, e più di 6.500 appuntamenti. I 170 operatori stranieri e gli oltre 330 italiani hanno avuto agende fitte e numerose occasioni di consolidare rapporti già avviati ed esplorare nuove opportunità di business. I 700 mq di Tempo di Libri A Tavola, dedicati al mondo dell’enogastronomia, con showcooking e laboratori per tutti, editoria di settore, incontri con gli chef e degustazioni sono stati molto frequentati.
Fra i tanti appuntamenti che hanno scandito Fuori Tempo di Libri, molto seguito il ciclo di eventi Milano ad alta voce, dal 19 al 22 aprile, in collaborazione con, e presso, il Teatro Elfo Puccini e la trasmissione Ad alta voce di Radio3, dedicati a quattro romanzi “milanesi” d.o.c.: I milanesi uccidono al sabato di Giorgio Scerbanenco, Il Ponte della Ghisolfa di Giovanni Testori, Adalgisa. Disegni milanesi di Carlo Emilio Gadda e Totò il buono di Cesare Zavattini (da cui Vittorio De Sica ha tratto il film Miracolo a Milano). Da venerdì 21 a ieri, Tempo di Libri e RadioCity si sono incrociati e si arricchiti a vicenda, con appuntamenti in Fiera e nell’UniCredit Pavilion (in piazza Gae Aulenti, con strutture realizzate grazie al contributo di Fiera Milano), tra cui due grandi eventi in esclusiva per la prima edizione della Fiera che si sono svolti sabato 22, Diego Bianchi “Zoro” con il suo Zoro Live con tutta la banda di Gazebo di Rai3 e Webnotte condotto da Ernesto Assante e Gino Castaldo, con ospiti scrittori e cantanti, e la festa finale di ieri sera, in occasione della Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, 23. Resistenze. Come la radio e i libri aiutano a resistere, una grande maratona di letture con scrittori e dj musicate in diretta da Saturnino, dedicata a tutte le forme di resistenza, come quella delle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto, che sono state rappresentate dal Sindaco di Amatrice.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La storia della città a disposizione dei cittadini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

raggi (2)Roma. È questo l’obiettivo dell’Archivio storico capitolino che continua ad arricchirsi di materiale storico per conservare la memoria attraverso coloro che con il proprio lavoro hanno dato lustro alla Capitale. Da oggi il patrimonio cresce ulteriormente grazie ad Aurelia Sergi Petroselli che ha deciso di donare il materiale fotografico e documentario prodotto da suo marito Luigi Petroselli nel corso della sua attività di sindaco di Roma (1979-1981).“Ringrazio a nome di tutti i romani Aurelia Sergi. Con questa preziosa donazione L’Archivio storico capitolino si arricchisce di un materiale unico. Fotografie, lettere, telegrammi, testimonianze e filmati che raccontano non solo il lavoro del sindaco Luigi Petroselli ma anche momenti della sua vita familiare. Un tesoro che permetterà di ricostruire e preservare la memoria storica della nostra città e dei suoi protagonisti più illustri come Luigi Petroselli, un uomo, un sindaco da cui trarre ispirazione sia per quel che riguarda le politiche, in particolare l’attenzione ai più deboli e alle periferie, sia per il legame forte che ha saputo stringere con i cittadini i cui interessi devono sempre essere il faro per l’amministrazione capitolina”, commenta la sindaca di Roma Virginia Raggi.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Si chiama “BFree”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

carrozzinacasa giuliettaE’ l’applicazione che segnala i percorsi per raggiungere agevolmente in carrozzina, elettrica o manuale, i principali luoghi d’arte di Verona, Roma, Siena e Lugano con informazioni sulle strutture e sul loro grado di accessibilità. L’applicazione è stata sviluppata da Global Accessibility, grazie anche al supporto e ai suggerimenti di DAS, compagnia di Generali Italia specializzata nella tutela legale, e della onlus romana Abiliatour, che durante la scorsa estate proprio a Verona avevano testato sul campo l’accessibilità delle principali attrazioni turistiche tracciando la mappa riportata nella app. La prima versione dell’applicazione è disponibile per dispositivi Android. Entro settembre sarà tuttavia sviluppata una versione 2.0 che permetterà alle aziende turistiche di proporre itinerari e servizi alternativi, purché accessibili e a misura dei portatori di handicap.“D.A.S. è scesa in campo – commenta Roberto Grasso, amministratore e direttore generale di DAS – per verificare direttamente, con alcuni colleghi disabili, l’accessibilità dei principali punti di interesse nel centro storico di Verona. Oggi il frutto di questo lavoro, grazie alla app gratuita BFree, è a disposizione di tutti coloro che hanno difficoltà di mobilità, non solo disabili, ma anche mamme con passeggini.”
D.A.S. continuerà a sostenere la onlus Abiliatour, per proseguire in questo percorso di “abbattimento delle barriere architettoniche”. Anche nel 2017, per il terzo anno consecutivo, devolverà infatti all’associazione 50 centesimi per ogni polizza “Difesa in movimento” venduta, il prodotto che tutela gli assicurati dai rischi legati alla circolazione stradale. (foto: piazza delle erbe, carrozzina, casa giulietta)

Posted in recensione, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immigrazione clandestina: allarmi che non si possono ignorare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

immigrazione-via-mare“Non si può più fingere di non comprendere i segnali d’allarme e gli appelli ripetuti da chi ha tutta la competenza e l’autorità per farli in tema d’immigrazione clandestina. La politica si è macchiata di troppa incompetenza e indifferenza fino a qui ma, di fronte alla sicurezza del Paese e alla stessa tenuta democratica messe in discussione, agire è assolutamente doveroso e improcrastinabile. Le degenerazioni di un fenomeno epocale come l’immigrazione di massa di questi anni stanno producendo, alimentando ed addirittura sostentando situazioni di illegalità gravissima. L’Italia sta di fatto consentendo di tenere in piedi un sistema che non solo non si traduce in alcuna seria accoglienza solidale, ma addirittura sfocia nello sfruttamento dei nuovi schiavi laddove si consente che gli immigrati che davvero sfuggono da guerre e torture non trovino alcuna seria possibilità di un futuro migliore, venendo anzi inseriti in circuiti di abbandono, trattamento indegno e povertà che li portano spessissimo sulla strada dell’illegalità; laddove non si è in grado di filtrare seriamente, severamente e tempestivamente tra chi deve essere accolto e aiutato e chi non deve assolutamente varcare i confini nazionali; laddove non si interviene in maniera massiccia per stroncare i traffici di migranti e per stabilizzare le situazioni che li spingono a fuggire dai loro paesi proteggendoli in loco, ma addirittura si chiude un occhio davanti alle poco chiare attività di chi oggi, inchieste alla mano, risulta agire in posizione ambigua e comunque controproducente rispetto agli obiettivi ed alle regole che il Paese tenta di far rispettare. E’ assurdo e intollerabile, specie quando si sente un’autorità come un Procuratore parlare di ‘problemi di ordine pubblico e di tenuta del sistema’ all’orizzonte, ripetendo peraltro una denuncia che noi facciamo da mesi. La politica deve agire subito, in maniera seria e concreta, perché le Forze dell’Ordine sono già allo stremo e non si potrà andare avanti così a lungo”. Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, torna sul tema dell’immigrazione clandestina e rincara la dose dopo le ultime notizie relative non solo alle inchieste delle Procure di Catania, Palermo e Cagliari a proposito dei dubbi sollevati a proposito dell’attività delle Organizzazioni non governative che si spingerebbero volutamente troppo oltre per il recupero dei migranti, ma anche al coinvolgimento del Viminale che ormai punta l’attenzione sulla questione, nonché al lavoro dell’intelligence che va nella medesima direzione. Particolarmente allarmanti, in proposito, le dichiarazioni del Procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, che ha parlato di prove certe di contatti diretti tra scafisti e alcune Ong esprimendo forti dubbi: “Non siamo affatto sicuri che alcune Ong facciano un lavoro pulito. Quando, all’inizio dell’operazione Sophia anche le navi militari stavano a ridosso delle acque libiche, abbiamo chiesto di farle arretrare e così è stato. Le ong invece sono sempre lì”. “Abbiamo evidenze che tra alcune Ong e i trafficanti di uomini che stanno in Libia ci sono contatti diretti – ha detto ancora Zuccaro – non sappiamo ancora se e come utilizzare processualmente queste informazioni ma siamo abbastanza certi di ciò che diciamo; telefonate che partono dalla Libia verso alcune Ong, fari che illuminano la rotta verso le navi di queste organizzazioni, navi che all’improvviso staccano i trasponder sono fatti accertati”.“Si tratta di cose troppo gravi perché non si reagisca di conseguenza – conclude Maccari –. Indipendentemente dall’evoluzione giudiziaria, è chiaro che si punta qui il dito contro un problema che non viene affrontato e gestito in maniera corretta e tale da consentirne di tenerne le redini. Un problema che ha mille altre manifestazioni altrettanto gravi sui nostri territori, dove Forze dell’Ordine e Militari sono sempre più spesso bersaglio di fenomeni criminali e di aggressioni da parte di clandestini, rispetto ai quali oltre tutto operano con regole d’ingaggio e con strumenti normativi inadatti, obsoleti, contraddittori e assolutamente inefficaci a consentirci di tutelare sufficientemente se stessi e gli altri”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Africa si salva con l’istruzione delle sue donne

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

africa7Roma Venerdì 28 Aprile 2017, ore 10:30 Aula Magna del Rettorato Via Ostiense 159. Riflettendo sulla sua lunga ed eccezionale carriera scientifica che le aveva meritato il Premio Nobel, Rita Levi-Montalcini si rese conto che alla base del suo personale successo c’era stata la possibilità di studiare e di frequentare l’università. Opportunità che a lei era stata concessa, ma che non era frequente per le ragazze all’epoca. A quattro anni dalla scomparsa di Rita Levi-Montalcini, la Fondazione Rita Levi-Montalcini Onlus e l’Università degli Studi Roma Tre di Roma organizzano un convegno che intende ricordare la figura del premio Nobel tornando su quella che è stata una delle sue più profonde intuizioni. L’istruzione è sempre stata considerata dalla professoressa Rita Levi-Montalcini come una condizione indispensabile per il progresso nella vita delle donne, quindi un problema di genere, ma anche la condizione di una loro piena partecipazione alla vita dei loro Paesi e quindi un grande fattore di sviluppo. Il convegno sarà l’occasione di dibattito sugli interventi relativi alle politiche di empowerment, le strategie di partecipazione femminile attraverso lo strumento dell’istruzione e la promozione del ruolo delle donne nei processi di sviluppo.
Programma: Saluto Prof. Mario Panizza, Magnifico Rettore dell’Università Roma Tre. Saluto Prof.ssa Biancamaria Bosco Tedeschini Lalli, Presidente Onorario della Fondazione Rita Levi-Montalcini Onlus. Ricordo di Rita Levi-Montalcini Avv. Giovanni Fontana, membro Cda rita levi montalciniFondazione Rita Levi-Montalcini Onlus. Dott.ssa Anna Maria Cacciami, Tesoriera Nazionale Fidapa BPW Italy. Dott.ssa Ruth Dureghello, Presidente della Comunità Ebraica di Roma. Prof. ssa Paola Gallo, Presidente del Comitato Unico di Garanzia dell’Università Roma Tre. Proiezione del discorso pronunciato in sede Nazioni Unite dal Premio Nobel per la Pace, Malala Yousufzai “One Child, one Teacher, one Book, one Pen can change the world”. Interventi: Moderatore Piero Badaloni, giornalista e scrittore. On. Cecile Kashetu Kyenge, parlamentare europeo e membro del Cda Fondazione Rita Levi-Montalcini Onlus. “L’istruzione delle donne africane, come strumento delle politiche di genere”. On. Silvia Costa, Presidente della Commissione Pari Opportunità del Parlamento Europeo. Prof. Pasquale De Muro, docente di Economia dello Sviluppo e delegato del Rettore per le Relazioni Internazionali (Africa sub Sahariana):“L’istruzione femminile, come strumento di sviluppo per i Paesi più poveri”. Prof.ssa Anna Rita Puglielli, Pres. Onorario Centro Interdipartimentale Studi Somali, Università Roma Tre: “Il caso della Somalia”. Conclusioni: Ambasciatore Francesco Aloisi de Larderel, Vice Presidente della Fondazione Rita Levi-Montalcini Onlus.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Seminario Formulas

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

Roma Venerdì 28 Aprile 2017, ore 12:00 Dipartimento di Architettura, Aula Musmeci. Largo Giovanni Battista Marzi 10. Stefania Tuzi (Sapienza Università di Roma) Il Tempio di Salomone e le sue colonne. Teoria e prassi tra XVI e XVIII secolo. Il seminario si terrà nell’ambito della lezione del corso Matematica – Curve e Superfici. http://www.formulas.it

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Yemen: crisi umanitaria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

yemen crisi umanitariaIl protrarsi della violenza in Yemen sta peggiorando una delle più gravi situazioni di crisi e di fame al mondo, con quasi 7 milioni di persone che non sanno dove troveranno il loro prossimo pasto e che hanno un disperato bisogno di assistenza. Quasi 2,2 milioni di bambini sono malnutriti, inclusi mezzo milione di loro che sono in stato di grave malnutrizione e a rischio imminente di morte se non ricevono con urgenza cure speciali.
“Milioni di bambini in Yemen sono in uno stato di malnutrizione acuta e molti stanno morendo a causa di malattie che sono completamente prevenibili”, ha detto Geert Cappelaere, Direttore Regionale UNICEF per il Medio Oriente e il Nord Africa. “Senza ulteriore azione delle parti in conflitto e della comunità internazionale, lo Yemen rischia seriamente di sprofondare nella carestia, con ancora più vite in bilico di bambini. Si tratta di una corsa contro il tempo.” “Quando un paese raggiunge lo stadio della carestia, significa che molte vite sono già perdute. Non dovremo mai raggiungere quel momento in cui si vedono, sugli schermi televisivi, bambini che muoiono di fare e madri in lutto che si disperano”, ha detto Muhannad Hadi, Direttore regionale del WFP per il Medio Oriente, Nord Africa, Asia Centrale ed Europa dell’Est. “Se agiamo ora, molte vite potrebbero essere salvate in Yemen. Facciamo appello alla comunità internazionale perché ci forniscano urgentemente fondi sufficienti e perché ci aiutino ad evitare una carestia in tutto lo Yemen.”
La violenza e l’insicurezza alimentare stanno avendo un impatto devastante sui redditi delle famiglie, che sono costrette, insieme ai figli, a mettere in atto misure estreme solo per sopravvivere, come matrimoni precoci o il prendere parte ai combattimenti. Nei primi tre mesi del 2017, un numero tre volte maggiore di bambini sono stati reclutati e usati dalle parti in conflitto rispetto agli ultimi mesi del 2016.La violenza ha reso ampie zone del paese inaccessibili agli operatori umanitari, impedendo ai bambini vulnerabili e alle famiglie di accedere agli aiuti urgenti di cui si ha bisogno. Nonostante queste e altre sfide, in febbraio: L’UNICEF ha sostenuto lo screening per la malnutrizione per 132.000 bambini e cure per la malnutrizione acuta severa per oltre 5.000 bambini al di sotto dei cinque anni;
– Supplementi di vitamina A sono stati dati a quasi 5 milioni di bambini al di sotto dei cinque anni nell’ambito della campagna per la vaccinazione contro la polio sostenuta dall’UNICEF;
– Il WFP ha fornito assistenza alimentare a un numero record di 5,3 milioni di persone in 17 governatorati. (foto: yemen crisi umanitaria)

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Oneness and equality inspire enthroned chief

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

Djaouga AbdoulayeNIKKI, Benin — In the West African country of Benin, a chief of the Fula people is focusing on the unity of the diverse populations of his land.The Fula are widely dispersed across North Africa. They are regarded as the largest nomadic pastoral community in the world—although in more recent times many have settled and now work as farmers, merchants, and artisans, among other occupations. A predominantly Muslim community, it was the Fula people who spread Islam across West Africa, and traditionally, Fula chiefs have been Muslim.For the first time, this position of moral and customary authority for the approximately 100,000 Fulani living in the area is held by a Baha’i. High Chief Djaouga Abdoulaye, a 76-year-old retired school teacher, was enthroned in July of last year. He became a Baha’i in the 1980s when the Faith initially came to Benin.This change in leadership signaled a new precedent, which was at first met with reservations by certain members of society. However, High Chief Djaouga’s example, and in particular his commitment to unity and oneness, have contributed to harmonious ties between local clergy and tribal leaders in the region.His enthronement ceremony was a vibrant and joyful gathering that attracted 5,000 people and reflected the principle of unity in diversity. The event was also broadcast on national radio and television. “The size of this ceremony was without precedent,” said Saadou Saidou, who attended communitythe event. “The fact that Junwuro [High Chief Djaouga] is an intellectual and, above all, that he has the qualities he has, means that we, his subjects, know that great things will be done during his reign.”
Speaking about the influence of the Baha’i Teachings in his life, High Chief Djaouga said that the principles of the oneness of humanity and the equality of men and women, guided by a high moral standard, have inspired his understanding of leadership.“Since I became a Baha’i, I have begun to understand the standard of excellence put forth in the Baha’i Writings,” he said.His commitment to justice and hope for strengthening unity comes through in his decisions. The High Chief’s court has emerged as a place his subjects can turn to for the resolution of conflicts, where the wealthy will not receive special favors, where bribery has no place, and where one’s social position will not influence the decision.When asked about his goals and hopes for his community, High Chief Djaouga stated that he wishes to help his traditionally nomadic people find a solution to the difficulties caused by being considered stateless and therefore unable to obtain proper identity papers. Above all, he hopes to foster unity among the Fula people. (photo: Djaouga Abdoulaye, community)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Catella exclusive advisor in sale of one of the largest real estate companies in Denmark for DKK 4.3 billon

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

Jesper Bo HansenCatella acted as exclusive financial advisor to the board of HD Ejendomme in the sale of the DKK 4.3 billion real estate company to funds managed by NIAM HD Ejendomme has agreed on terms with NIAM to divest all shares in the company. Simultaneously with the acquisition NIAM will inject new equity and recapitalize the company. Financial terms of the transaction are not being disclosed.NIAM is a strong owner with substantial experience on the Nordic real estate markets and the deal will enable HD Ejendomme to grow its portfolio under management with a focus on residential properties in Denmark.“This was a unique opportunity for us to acquire a large notably residential portfolio and a well-functioning management platform. We expect to utilize it as a platform for further investments and have a pipeline of potential acquisitions lined up,” says Kristian Krogh, Senior Director and Head of Denmark at NIAM.HD Ejendomme is one of the largest real estate companies in Denmark. It owns and operates approximately 2,000 residential and 375 commercial units across Denmark and employs some 85 people with headquarter in Odense. In 2014, the former CEO of Financial Stability Mr. Lars Jensen was appointed as chairman of HD Ejendomme to steer the company out of the financial crisis.“I am pleased that the assignment I took on is now solved. All the creditors will get their money back and those who continue to finance the company will continue under the new and recapitalized ownership,” say Lars Jensen, Chairman of HD Ejendomme.“We appreciate the trust and the mandate awarded to Catella by the board of HD Ejendomme. Catella is well positioned for this kind of highly complex mandate in line with our position being the link between property and finance,” says Jesper Bo Hansen, Head of Corporate Finance at Catella. (photo: Jesper Bo Hansen)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le migliori aziende in competizione nella finalissima degli European Business Awards

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

dubrovnikDubrovnik, Croazia/PRNewswire/ Il 4 maggio a Dubrovnik, Croazia, 132 finalisti provenienti da 34 paesi avranno la speranza di essere nominati vincitori nella finalissima della più prestigiosa e più grande competizione aziendale europea, gli European Business Awards, sponsorizzata da RSM. Le aziende hanno raggiunto la finale a seguito di un percorso lungo un anno, iniziato lo scorso anno con il coinvolgimento di oltre 33.000 aziende nella fase iniziale. Durante la serata verranno nominati 11 vincitori di categoria oltre al ‘Campione pubblico europeo’, il vincitore di una votazione pubblica che genera circa 250.000 voti da tutto il mondo.La manifestazione include una Conferenza sulla crescita durante la giornata, in cui i leader aziendali dibatteranno e individueranno i modi per promuovere l’ulteriore crescita delle proprie aziende, seguita da una cena di gala durante la quale saranno annunciati i vincitori.Adrian Tripp, amministratore delegato degli European Business Awards ha affermato: “Questa finalissima è un’eccellente opportunità per le aziende di incontrare i loro pari, concludere affari e celebrare un successo fenomenale. Auguro buona fortuna a tutti i finalisti”.Jean Stephens, amministratore delegato di RSM International, la sesta rete mondiale di revisori contabili, fiscalisti e consulenti, da lungo tempo sponsor della competizione, ha affermato: “Gli European Business Awards sono una piattaforma ideale per riconoscere e celebrare l’eccellenza aziendale in Europa e oltre. Il nostro impegno in questa competizione dimostra chiaramente l’esistenza di una fiorente comunità aziendale europea affamata di ulteriore crescita e successo nonostante l’incertezza per il futuro. Auguro buona fortuna a tutti loro nella finale”.Oltre ai finalisti saranno presenti VIP fra cui politici, ambasciatori, accademici e leader aziendali di punta provenienti dalle organizzazioni di maggior successo in Europa, molti dei quali hanno rivestito il ruolo di giudici per la competizione.RSM, con una presenza in 42 nazioni europee, è stato sponsor degli European Business Awards fin dalla loro creazione. Lo scopo principale della competizione è celebrare e promuovere l’eccellenza aziendale e supportare lo sviluppo di una comunità aziendale più forte e di successo in tutta Europa. Fra gli altri sponsor e partner della competizione si possono contare ELITE e PR Newswire.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le Pmi delle costruzioni in crescita all’estero grazie a una strategia di filiera

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

biancofioreIl ristagno della domanda interna non ha fermato il mercato italiano delle costruzioni. La crescita del fatturato estero delle imprese italiane tra il 2004 e 2015 è stata del 286,5%. Una performance cui hanno contribuito le pmi.
Lo evidenzia in una nota il Presidente del Comitato estero Pmi dell’Ance, Gerardo Biancofiore.“Il nostro successo ha fatto leva su una strategia di filiera”, sottolinea Biancofiore. “Abbiamo operato in sinergia con Governo ed enti preposti all’internazionalizzazione come Ice, Sace e Simest. In coordinamento con le Ambasciate. Affiancati da alcuni tra i principali istituti di credito. Ma le Pmi per crescere, come ho sottolineato anche in un incontro con il Ministro degli Esteri Angelino Alfano, hanno bisogno di un maggiore supporto del Sistema Italia sulle garanzie e fideiussioni per partecipare alle gare internazionali così come avviene in altri paesi”.Ma per il numero del Comitato internazionalizzazione delle piccole e medie imprese dell’Ance, si può fare ancora di più. “All’estero – spiega Biancofiore – gli standard produttivi ormai sono sempre attestati su alti livelli tecnologici e di qualificazione complessiva. Il vero valore aggiunto ormai è dato dal servizio. Conteranno sempre le soluzioni tecnologiche, si dovrà avere il dovuto riguardo alla componente costi, ma a diventare determinante è fin d’ora, e sarà ancora di più nel prossimo futuro, la capacità di realizzare opere in grado di durare nel tempo, sia in termini di eccellenza di esecuzione che di materiali impiegati. Per far sì che queste opere non diventino obsolete dopo qualche anno, la partita della manutenzione sarà importante almeno quanto quella della realizzazione”.Per Biancofiore, occorre fare ancora un ulteriore sforzo per assicurare azioni di sistema, che snellendo tempi ed evitando sovrapposizioni, assicurino soprattutto alle piccole aziende un affiancamento idoneo sui mercati esteri. “A parole e analisi debbono far seguito progetti e decisioni. In ballo c’è la costruzione del mondo dei prossimi decenni. I paesi che sapranno definire strategie più funzionali e lungimiranti acquisiranno il vantaggio competitivo di aver fissato nuovi standard globali. Per quanto riguarda le imprese, siamo pronti, lo è la maggior parte delle nostre realtà. Puntiamo ad accrescere ulteriormente il portafoglio ordini complessivo italiano su scala internazionale”. (foto: biancofiore)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alitalia: Dichiarare fallimento

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

tribunale-milanoPortare i libri in tribunale e dichiarare il fallimento. Dopo il No all’accordo tra sindacati e azienda non rimane che prendere atto di un dissesto che è iniziato decenni fa. In 40 anni l’Alitalia e’ costata al contribuente qualcosa come 7,4 miliardi di euro. Un pozzo senza fondo che ha inghiottito i soldi del contribuente. E’ ora di dire basta a questo sperpero di denaro. Non siamo disponibili a fare i donatori di sangue e consegnare la sacca al Dracula di turno. Commissariare l’Alitalia, liquidarla e iniziare una nuova era, se necessario. D’altronde, sono fallite la PanAm, la TWA, la Sabena e la Swissair, ma si continua a volare. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

L’Alitalia è alle ultime battute?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

alitalia“Non c’è nessuno spazio per una nazionalizzazione di Alitalia – lo dichiara il presidente dei deputati di Alternativa popolare ed ex ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi. – Già troppi salvataggi della compagnia di bandiera sono stati fatti con soldi pubblici. Nel 2013 e 2014, con il governo Letta e poi con il governo Renzi, avevamo invece imboccato un’altra strada, trovando un partner industriale e investimenti totalmente privati. Il governo Gentiloni ha operato in continuità con questo metodo: nuovi capitali privati erano pronti per un piano industriale che correggesse gli errori gestionali degli ultimi anni. I lavoratori liberamente, e coscienti di quello che facevano, hanno detto di no. Ora non c’è altra via che il commissariamento, i cui costi graveranno ancora una volta sui contribuenti. Poi basta, Alitalia sia trattata come una qualsiasi azienda privata che ha dimostrato di non saper stare sul mercato”. (n.r.I citati costi “a carico dei contribuenti” indicati nel comunicato dell’on.le Lupi non sono i soli. Pensiamo ai miliardi spesi per salvare una compagnia “decotta” (e lo sapevano tutti da almeno cinque anni) e sempre a carico dei contribuenti italiani. A questo punto sarebbe corretto che il parlamento italiano prendesse l’iniziativa di nominare una commissione d’inchiesta per individuare i responsabili di questo spreco di denaro pubblico. Qui parliamo di svariati miliardi di euro).

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »