Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 317

Archive for 7 maggio 2017

Large nuclear cardiology laboratory slashes radiation dose by 60% in eight years

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

viennaVienna, Austria. A large nuclear cardiology laboratory has slashed its average radiation dose by 60% in eight years, according to new research presented today at ICNC 2017 and published in JACC: Cardiovascular Imaging.1,2 The study in over 18 000 patients shows dose reductions were achieved despite a large number of obese patients.
“There has been concern amongst the medical community and the public that the radiation from medical diagnostic tests could increase the risk of cancer,” said Professor Randall Thompson, a cardiologist at the Mid America Heart Institute, Kansas City, Missouri, US.
He continued: “Although the risk of harm from an individual nuclear cardiology test is very low – even very conservative estimates suggest only one in 1 000 extra patients would develop cancer 20 years later – the cumulative dose from multiple medical diagnostic tests may be a concern.” Medical societies advocate getting radiation doses as low as is reasonably achievable. There are ways to do this but surveys show that adoption of new technologies, which cost money, and new testing algorithms, which take more physician time, has been slow.
This study assessed the impact on radiation dose of modifying protocols and introducing new hardware (cameras) and post processing software in a large nuclear cardiology laboratory network in Kansas City.The study included the 18 162 single photon emission computed tomography (SPECT) myocardial perfusion imaging (MPI) studies performed at all four of the Saint Luke’s Mid America Heart Institute nuclear cardiology laboratories from 1 January 2009 to 30 September 2016. SPECT MPI shows how well blood flows through the muscle of the heart and is primarily performed to diagnose the cause of chest pain or to help manage patients with known coronary artery disease. Protocols were modified by performing stress-only tests where possible, which saves the radiotracer dose from the rest scan. Stress and rest scans are still required in some patients since shadowing from body parts can look like a lack of blood flow and two scans can clarify the findings. Technetium tracers are now used instead of thallium 100% of the time at one-third of the radiation dose.Small field of view cameras which have advanced post processing, and a new generation of camera systems which are more sensitive and need less radiotracer injected into the body, have both been introduced. These camera systems are equipped with advanced processing which enhances the nuclear pictures and need less radiation or shorter image acquisition times. Professor Thompson’s laboratory focussed primarily on reducing the radiation dose.
The average radiation dose fell from 17.9 mSv in 2009 to 7.2 mSv in 2016 and the median dose (the 50th percentile) dropped from 10.2 mSv to 2.5 mSv. Professor Thompson said: “There was a dramatic lowering of the radiation dose with all of these concerted efforts. The average dose fell by 60% and the median dropped by 75%.” “The average dose had fallen to 5.4 mSv in 2012 but crept up as we’ve had more obese patients referred in whom we have to use the higher dose protocols,” he added. “But more than half of patients now are tested with a low-dose, stress-only test using the new technology, which is why the median dose of radiation has fallen so dramatically.”
The average background dose for people living in Europe and North America from radon underground and cosmic background sources is about 3 mSv a year. Medical societies consider higher and lower dose tests to be above 10 mSv and below 3 mSv, respectively. In 2010 the American Society of Nuclear Cardiology set a target of 9 mSv or less for the majority of tests. Professor Thompson said: “The majority of studies were in the high dose range back in 2009 and now most tests have a radiation dose that is about a third of the target. This is despite being referred a larger number of obese patients. In the last 2.5 years, 17% of patients have needed the large field of view camera as their average body mass index was 46 kg/m2 and they were simply too big for the small cameras.”He concluded: “By adopting contemporary protocols and technologies it is feasible to substantially lower radiation doses in nuclear cardiology in very large numbers of patients in real world clinical practice.”

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Omicidio Sara e una condanna

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

carcere“Omicidio volontario aggravato dalla premeditazione e da futili motivi, stalking, distruzione di cadavere e incendio sono accuse gravissime per l’assassino di Sara di Pietrantonio e reputiamo che la sentenza emessa dal gup sia proporzionale all’efferatezza del delitto, a maggior ragione del fatto che Paduano non ha mai mostrato pentimento.
Anche se la battaglia giudiziaria non si ferma qui, quello di ieri è un verdetto storico, perché nonostante il rito abbreviato, pur non confermando l’isolamento diurno, il giudice ha deciso per l’ergastolo.
Sono fermamente convinta che in Italia non serve una legislazione più severa, ma vi sia invece la necessaria urgenza di applicare la legge non in eccesso di favor rei ma con più riguardo ai diritti lesi della parte offesa.
E infatti, quante volte dalla cronaca apprendiamo che tra attenuanti generiche, scarcerazione anticipata, rito abbreviato, affidamento ai servizi sociali, concessione dei domiciliari, l’assassino rimane in carcere solo per qualche anno. Tutto ciò contribuisce al dileguare di un pesante senso di ingiustizia per la Vittima ed i familiari, che sono molte volte sbeffeggiati dai processi nonostante la gravità del danno subito. Non solo: qualunque cittadino non si sente più al sicuro perché con queste sentenze edulcorate passa il messaggio che il “mostro” non paghi mai per quanto commesso.
Nessuno potrà restituirci Sara, ma molto possiamo fare per evitare che avvengano questi delitti così atroci. Auspichiamo, intanto, che la sentenza rimanga invariata nei successivi gradi di giudizio.
Invitiamo le donne a denunciare, a non tenere nascoste minacce e condotte violente nei loro confronti, a non perdonare e a non trascurare gli episodi di violenza, come fece Sara, per paura e per vergogna. Lo stalker è, infatti, un soggetto dalle azioni non prevedibili, perché ormai è una persona che è in preda alla follia e al desiderio di vendetta, perciò capace di qualunque cosa.
Infine, ci auguriamo che presto in Parlamento si approvi la proposta di legge di Fratelli d’Italia riguardante la notifica alla Vittima del premesso premio concesso al suo molestatore. Una legge voluta fermamente dal nostro Dipartimento, affinché la donna possa sapere se il suo persecutore esce temporaneamente dal carcere e metterla nelle condizioni di cautelare se stessa e i figli da azioni di disturbo, minacce o veri e propri agguati alla sua persona. Agguati che, come nel caso di Sara, posso purtroppo sfociare in un triste epilogo.”
Così scrive in una nota Cinzia Pellegrino, Coordinatore nazionale del Dipartimento tutela Vittime di FdI AN, in merito alla sentenza emessa dal GUP sull’efferato delitto di Sara di Pietrantonio.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giovanni Rana apre un nuovo ristorante a Berlino

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

giovanni ranaBerlino. Giovanni Rana inaugura il suo primo ristorante in Germania e offre agli amanti della cucina italiana la possibilità di gustare la sua pasta fresca e le sue creative ricette proprio nel cuore di Berlino. Si tratta del quarto ristorante aperto dal Gruppo Rana nel mondo, che si aggiunge agli altri ristoranti europei di Londra e Lussemburgo e a quello oltre oceano di New York. Il nuovo ristorante tedesco si affianca anche ai 22 ristoranti “Giovanni Rana” presenti in Italia. Con questa apertura prosegue l’espansione sia in Italia che all’estero della ristorazione firmata Rana. Il nuovo ristorante “Giovanni Rana” si trova nel Mall of Berlin, il grande centro commerciale della città situato nella centralissima Leipziger Platz, a pochi passi dalla famosa porta di Brandeburgo e dal Palazzo del Reichstag.
La formula proposta è quella dello “show food”, qualità e freschezza sono godibili a partire dalla vista… ma il gusto arriva subito dopo! La pasta fresca è perfetta per questo genere di format, in quanto naturalmente, senza nessuna precottura, cuoce in un batter d’occhio. Dalla cucina a vista, ispirata alla condivisione delle tradizionali cucine di casa, è possibile soddisfare la propria curiosità culinaria e le proprie papille gustative dall’aperitivo al pranzo e fino alla cena, il tutto berlinoall’insegna dell’estrema qualità delle materie prime.A fare gli onori di casa per l’inaugurazione nella capitale tedesca è stato proprio Giovanni Rana, fondatore e presidente del Pastificio Rana, che ha accolto gli ospiti del suo nuovo ristorante:“Sono molto felice di essere a Berlino, nel cuore della Germania. – ha dichiarato Giovanni Rana – Una città vibrante, cosmopolita, crocevia di culture diverse e di tante tradizioni culinarie. Luogo ideale per portare non solo la nostra pasta fresca, ma anche tutta la tradizione culinaria italiana!” Per tutti i berlinesi e anche per i molti viaggiatori in visita a Berlino, un posto dove poter vivere l’esperienza di una cucina sapiente e semplice al tempo stesso, in grado di coniugare tradizione, creatività e gratificazione per il palato, all’interno di un ambiente caldo e accogliente. Questo nuovo ristorante è il luogo ideale per tutti coloro che si trovano a mangiare fuori casa, non hanno molto tempo a disposizione ma non rinunciano alla qualità e al gusto della buona cucina italiana.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Telemarketing un errore: lo dice Renzi e lo smentisce il PD

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

camera deputatiPer Matteo Renzi, segretario del Pd, l’emendamento sul telemarketing è stato un errore. “Bene, una buona notizia. Il suo partito si impegni allora a correggere il ddl concorrenza su questo punto, accogliendo le nostre proposte” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.
Queste le richieste dell’UNC, appoggiate anche dal Garante della Privacy:
1) Introduzione di un meccanismo di corresponsabilità tra l’azienda che avvia la campagna e il call-center che fa le telefonate (per evitare rimpalli di responsabilità e di dover perseguire piccoli call-center con sede all’estero).
2) Potenziamento del Registro pubblico delle opposizioni: la possibilità di iscrivere anche i numeri di cellulare e soprattutto che una volta iscritto il proprio numero si possano “cancellare” tutti i precedenti consensi (in modo tale da consentire al cittadino di riprendere il pieno controllo dei propri dati).
3) Oggi il pagamento alla Fondazione Ugo Bordoni (che si occupa del Registro) è proporzionale all’attività di scrematura dei numeri: tanto più si puliscono le liste, tanto più l’azienda deve pagare la Fondazione. Ma in questo modo si disincentivano le imprese a cancellare i numeri (di fatto preferiscono pagare le sanzioni), mentre sarebbe meglio stabilire il pagamento in base al fatturato.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Precariato scuola: tanto rumore per nulla: solo 9.600 posti per le assunzioni, l’Italia sempre più lontana dall’Europa

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

ministero-pubblica-istruzioneLe 25mila cattedre rivendicate dal Miur al Mef erano solo frutto di un errore di calcolo prodotto dallo stesso Ministero dell’Istruzione: nella circolare degli organici, la cui pubblicazione è prevista entro una settimana, le cattedre da spostare in organico di diritto sono meno della metà di quelle indicate dal Dicastero di Viale Trastevere. Anief aveva previsto tutto, anticipando come sarebbero andate a finire le cose: sia con la conferma sostanziale delle 100mila supplenze annuali, sia con il mancato svuotamento (purtroppo!) delle GaE. C’è poi un altro dato che lascia a dir poco perplessi: nei 9.600 posti da trasformare sono compresi 2.200 dei licei musicali e appena 2.000 per il sostegno. A fronte, in quest’ultimo caso, di oltre 52mila posti liberi.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): eppure solo qualche giorno fa il Consiglio di Stato ha stabilito che scuole e Mef non possono negare, per esigenze di mero contenimento della spesa pubblica, l’effettiva fruizione delle ore di sostegno e di tutte le altre misure di assistenza previste per legge nei confronti degli alunni con disabilità. Evidentemente, siamo rimasti fermi alla logica contabile imposta dal Ministero dell’Economia. Con le necessità della scuola ancora una volta schiacciate e messe da parte. Noi, francamente, come sindacato abbiamo le tasche piene di questo modo di risolvere i mali della scuola. Perché a settembre assieme alle 100mila supplenze ci ritroveremo con una miriade di docenti sempre meno titolari di cattedra, a insegnare materie che conoscono appena e sballottati anche su tre scuole, oltre alla scandalosa reggenza di quasi 2mila istituti e tutti i problemi derivanti da un algoritmo segreto che anche nel 2017 promette nulla di buono.Il giovane sindacato ricorda che sono ancora aperti i ricorsi per essere stabilizzati, per vedersi assegnati gli scatti di anzianità del personale di ruolo, anche durante il periodo di precariato, per ottenere le mensilità di luglio e agosto in tutti quei casi in cui ai docenti si assegna una supplenza annuale fino al 30 giugno dell’anno successivo, anziché sino al 31 agosto, pur in presenza di posti liberi.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

French and Europeans: Stronger Together!/Français et Européens: plus forts ensemble!

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

lepenmacronThe secound round of the French presidential election will be held on the 7 May 2017 and will be played out in a duel between Marine Le Pen and Emmanuel Macron. We are hoping the victory of M. Macron, in order to reaffirm France’s attachment and influence in Europe, and to continue and deepen the challenging dialogue on which European integration has always been founded. This tribune, signed by Enrico Letta, President of Jacques Delors Institute, Pascal Lamy, President emeritus of the Jacques Delors Institute, and Yves Bertoncini, Director of the Jacques Delors Institute, provide three observations:
a decisive national election will have major consequences for Europe;
the French are note Europhobic and can put an end to the Brexit-Trump sequence;
we have to look to the outside world in order to become even more European.
Le second tour de l’élection présidentielle française oppose Marine Le Pen à Emmanuel Macron, dont la victoire est souhaitable pour réaffirmer l’ancrage et l’influence de la France en Europe, et pour poursuivre et approfondir le dialogue exigeant sur lequel a toujours reposé la construction européenne.
Cette tribune, signée par Enrico Letta, président de l’Institut Jacques Delors, Pascal Lamy, président emeritus de l’Institut Jacques Delors et Yves Bertoncini, directeur de l’Institut Jacques Delors, dresse trois constats:
cette élection nationale aura des conséquences majeures pour l’Europe;
les Français ne sont pas europhobes et peuvent interrompre la séquence “Brexit-Trump”; nous devons regarder le monde pour être davantage Européens. (photo: le pen-macron)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’ambasciatore israeliano Sachs: “L’Italia è un Paese dove investire

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

equitalia1Un Paese che vanta “una solida capacità industriale, accademica, e soprattutto un buon grado di sicurezza”, in uno contesto globale minacciato dal fenomeno del terrorismo. Ma c’è ancora molto da lavorare perché tra gli investitori israeliani si diffonda una percezione dell’Italia, così come avvertita da Ofer Sachs, ambasciatore di Israele in Italia da settembre scorso, protagonista, ieri sera a Roma, di un incontro con gli studenti del Collegio universitario dei Cavalieri del Lavoro “Lamaro Pozzani”.
“L’Italia – dice – è veramente un bel Paese dove lavorare insieme. Sfortunatamente la maggior parte degli imprenditori israeliani va negli Stati Uniti, in molti casi nel Regno Unito oppure in Cina o in India. Negli ultimi anni sono stati questi i principali motori dell’industria tecnologica israeliana”. Ma la partita non è chiusa. Anzi, assicura Sachs, “è sicuramente parte della mia missione far cambiare idea agli imprenditori del mio Paese”. Per il giovane diplomatico (45 anni, di cui gli ultimi cinque trascorsi a Bruxelles come rappresentante delle relazioni economiche di Israele con la Ue), è necessario implementare il dialogo e lo scambio commerciale tra l’Italia e Israele.
Punto di forza del nostro Paese, più volte rimarcato dall’ambasciatore, il grado di sicurezza nello scacchiere internazionale. “Penso che l’Italia debba andare molto fiera di avere al suo interno una situazione di forte sicurezza. E un chiaro messaggio per chi vorrebbe danneggiarla”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Forum On Peripheral Neuropathies

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

pragaPraga. Sciatica, infiammazioni, ernie del disco, alterazioni di tipo artrosico: le radicolopatie in Italia sono sempre più in aumento nella popolazione adulta, dopo i 40 anni. Sotto accusa: obesità, vita sedentaria e cattiva postura. Non a caso, i pazienti che hanno a che fare con lavori pesanti o alcuni tipi di sport sono a rischio tanto quanto coloro che conducono uno stile di vita più sedentario. Dolore lancinante nella parte bassa della schiena che blocca al letto, perdita del tono muscolare e della sensibilità, formicolìo e intorpidimento. A farne le spese qualità del sonno e della vita di chi ne è affetto.
E’ quanto emerge dai lavori del Forum On Peripheral Neuropathies in corso a Praga e che riunisce oltre 200 specialisti in Neurologia, Ortopedia, Reumatologia, Fisiatria e Terapia del dolore. “Tra le categorie più colpite – afferma il prof. Rocco Liguori, Direttore della Clinica Neurologica dell’Università di Bologna Irccs Insb – impiegati, operai edili, tennisti, calciatori e quegli sportivi dediti al “fai da te”, con una leggera prevalenza tra gli uomini rispetto alle donne”. Alla comparsa di primi segni e sintomi, è opportuno contattare il medico. “Solo dopo – aggiunge l’esperto – si possono eseguire radiografia, risonanza magnetica, Tac e una elettromiografia, per capire le cause e quali sono i nervi coinvolti”. Tra i rimedi contro le radicolopatie, l’assunzione di antinfiammatori, steroidi e di farmaci con un duplice meccanismo d’azione neurotrofico e antidolorifico come L-acetilcarnitina, oltre ai trattamenti chiropratici e terapie fisiche. Nei casi più gravi potrebbe essere necessario ricorrere a interventi chirurgici per cercare di eliminare la compressione del nervo interessato. Ma quanto conta la prevenzione? “Molto direi – conclude Liguori -. La vita sedentaria è chiaramente controindicata e predispone alla radicolopatia. Ovviamente, quello che bisognerebbe fare è cercare di mantenere il peso forma, praticare l’ attività fisica che mantenga un’adeguata massa muscolare, evitando sforzi fisici”. (fonte: Adnkronos Comunicazione)

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

P.D. nel caos

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

“Sul provvedimento sulla legittima difesa il Partito democratico ha fatto un pasticcio. Il centrodestra il modo unitario ha detto ‘no’ ad un testo scritto male e confuso. La maggioranza ha approvato il testo, hanno esultato. E poi cosa succede? Renzi, neo segretario del Pd disconosce la legge, ironizza su ‘notte-giorno’ e dice che la norma va cambiata al Senato. Renzi come un Brunetta, un Gasparri o una Meloni. Tutta la stampa ha evidenziato la confusione di questa norma. Che governo è questo? Caos totale”. Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo ad un incontro pubblico organizzato dal partito azzurro, con amministratori e attivisti, a Mestre (Venezia).

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Previsioni di voto: cinque stelle in calo?

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

elezioni“In Italia da qualche mese tutti i sondaggi segnalano che il Movimento 5 stelle è in forte calo, stanno tornando a quel 25% preso nel 2013. Nel centrodestra, invece, dopo la vittoria del referendum costituzionale dello scorso dicembre, si segnala la crescita di Forza Italia che ha superato la Lega ed è la terza forza a livello nazionale”. Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo ad un incontro pubblico organizzato dal partito azzurro, con amministratori e attivisti, a Mestre (Venezia).“Dobbiamo ripartire da qui, dai numeri positivi che ci indicano la strada da seguire. E a queste amministrative abbiamo una grande occasione: vincere in tutte le realtà chiamate al voto.In futuro, ne sono certo, ci sarà una grande ricomposizione del centrodestra, dobbiamo essere pronti. Certo la strategia dipenderà anche dalla legge elettorale con la quale saremo chiamati a confrontarci. Ma servono i voti, con qualsiasi sistema di voto.Il centrodestra deve essere unito, il vero scontro finale sarà con il Pd che si ricompatterà a sinistra, io penso che i 5 stelle saranno la terza area politica. Noi dobbiamo essere pronti, dobbiamo continuare il dialogo con la Lega, nonostante le difficoltà, e con le tutte le forze politiche all’interno del centrodestra. Dobbiamo essere pronti e ce la possiamo giocare per vincere”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il diabete nel Lazio

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

diabete testTerzo posto al Lazio per prevalenza di diabete in Italia, con il 6,6 per cento della popolazione colpita dalla malattia. Situazione molto preoccupante soprattutto a Roma e provincia – dove risiedono più persone con diabete che in tutto il Piemonte, ben 286 mila. Nella sola capitale si concentra il 50% delle persone con diabete residenti nel Lazio, ovvero quasi 190 mila persone, pari a quanti diabetici risiedono in Toscana. “Non bastasse, il Lazio e, in particolare, Roma registrano un aumento di obesità e invecchiamento della popolazione, entrambi fattori di rischio strettamente legati all’incremento della prevalenza del diabete”, spiega Ketty Vaccaro, Fondazione Censis e coordinatore di Roma Cities Changing Diabetes. “Il numero di persone obese, ad esempio, ha avuto un aumento del 21 per cento negli ultimi 13 anni nel Lazio, tant’è che oggi 1 residente su 10 in età adulta è affetto dalla malattia”, sostiene Antonio Nicolucci, Direttore Coresearch. “Inoltre, anche il numero di over 65 ha subìto una crescita analoga negli ultimi anni, raggiungendo nella sola città di Roma la quota di 631 mila persone. Anche il problema della sedentarietà non è da sottovalutare. Nel Lazio oltre il 40 per cento della popolazione è totalmente sedentaria e solo un quinto dei cittadini svolge attività fisica con regolarità”, aggiunge Nicolucci. D’altro canto tra le 339 mila persone che ogni giorno si spostano per lo più all’interno della capitale per motivi di lavoro o studio, ben 1 su 5 impiega oltre 45 minuti per il viaggio, valore decisamente superiore a quello nazionale. Se si considera che quasi il 60 per cento utilizza l’auto, se ne deduce che sono in molti i cittadini di Roma che trascorrono parte della loro giornata seduti nel traffico caotico romano. Il lato positivo è che Roma risulta essere uno tra i comuni più verdi d’Europa vantando un’estensione di parchi, giardini, ville storiche e aree protette di vario tipo di 16,5 m2 per abitante, considerate funzionali per lo stato di salute e al benessere della persona.
Questi dati emergono dall’analisi preliminare del progetto internazionale Cities Changing Diabetes per Roma e l’area metropolitana presentato oggi nella sede della Città Metropolitana di Roma. Dopo Città del Messico, Copenhagen, Houston, Shanghai, Tianjin, Vancouver, Johannesburg è, infatti, Roma la metropoli scelta per il 2017 dal progetto nato tre anni fa in Danimarca e promosso dall’University College London (UCL) e il danese Steno Diabetes Center, con il contributo dell’azienda farmaceutica Novo Nordisk, in collaborazione con istituzioni nazionali, amministrazioni locali, mondo accademico e terzo settore, con l’obiettivo di studiare il legame fra il diabete e le città e promuovere iniziative per salvaguardare la salute e prevenire la malattia. Il progetto in Italia e a Roma è coordinato dall’Health City Institute in collaborazione con il Ministero della Salute, l’Anci, Roma Città Metropolitana, l’Istituto Superiore di Sanità, l’Istat, la Fondazione Censis, Coresearch, l’Italian Barometer Diabetes Observatory (Ibdo) Foundation, Medi-Pragma e tutte le Università di Roma, le Società scientifiche del diabete e dell’obesità e le associazioni pazienti e di cittadinanza.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Haward, Di Maio e quanto si dice disinformare

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

di maio10di Luigi Di Maio In questi giorni per colpire me, si è deciso di far apparire Harvard come una Università di studenti e docenti spocchiosi che prima invitano un rappresentante delle istituzioni per discutere con lui e poi gli organizzano un processo per ”tartassarlo”. Nulla di più falso. Questo è stato il racconto tendenzioso e con gravi omissioni di alcuni giornalisti italiani che non erano lì, che sono accecati dall’odio nei nostri confronti e che per questo hanno già preso delle cantonate che resteranno nella storia del giornalismo italiano: do you remember Beatrice Di Maio, alias la moglie di Brunetta? Ecco, c’è anche il suo di racconto distorto.
Avete ascoltato o letto da qualche parte le opinioni dei docenti di Harvard sul mio speech? Eppure ce ne sono state.
Avrò risposto a oltre 10 domande quella sera, ma i media hanno riportato l’unica che domanda non era, fatta da una persona che non era né ricercatore, né studente, né docente di Harvard. Ma che grazie alla furia cieca della disinformazione, da oggi potrà fregiarsi di questi titoli.
E’ mio dovere prima di tutto dirvi che ad Harvard sono stato accolto con il massimo degli onori e della gentilezza. Appena arrivato mi hanno invitato a firmare il Guest Book di Harvard nel Marshal’s Office – dove hanno apposto la loro firma reali e capi di stato di tutto il mondo – subito dopo mi hanno illustrato la storia del loro Ateneo in un tour guidato dagli studenti.
Nel pomeriggio ho avuto il piacere di confrontarmi con studenti e docenti di Harvard in due riunioni distinte, abbiamo parlato dei nostri sistemi di democrazia diretta, di regole interne, del nostro programma e degli argomenti di attualità. C’era tanta ma davvero tanta curiosità.
Poi alle 18:00 – ora di Boston – ho tenuto il mio speech e il successivo dibattito.
Il dibattito si è concluso con le parole di ARCHON FUNG (Professor of Democracy and Citizenship ad Harvard), colui che ha moderato la serata accanto a me dall’inizio e che in apertura credeva fossi un populista di destra: <<Ciò che avete ascoltato è uno dei più interessanti e sensati tentativi di rinnovare la politica in questa contingenza storica (…) nuovi politici e nuovi candidati capaci di inventare nuovi metodi di azione politica per cercare di riprendere contatto con la gente e darle una voce>>. Ma queste parole nessuno le riporterà mai.
Come nessuno riporterà mai le parole del Prof. TONY SAICH, direttore del the Ash Center alla Kennedy School of Government: <>.
Non c’è neanche traccia degli interventi del Prof. Italiano ad Harvard FRANCESCO ERSPAMER: <>. Nessuno deve sapere che una delle Università più prestigiose al mondo, è interessata al Movimento 5 Stelle.E siccome in queste ore qualcuno sta addirittura insinuando che non sia stata Harvard ad invitarmi, faccio presente che è stato Tony Saich in persona – direttore del the Ash Center alla Kennedy School of Government – a rivolgermi l’invito ufficiale. fonte: blog 5 stelle)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Recital del pianista Simone E. Pierini

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

Simone E. PieriniRoma venerdì 12 maggio alle 20.30 alla biblioteca di Villa Leopardi (via Makallé) appuntamento con il pianista Simone E. Pierini. Introduce all’ascolto Manuel Caruso, studente del corso di perfezionamento in Musicologia dell’Università la Sapienza.
Continua “Note in Biblioteca”, la serie di incontri musicali ad ingresso gratuito nelle biblioteche comunali di Roma realizzata dalla IUC (Istituzione Universitaria dei Concerti) in collaborazione con il Sistema Biblioteche Centri Culturali di Roma Capitale, l’Università Sapienza e il Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma.
Sono in programma la Fantasia in si minore op. 28 di Aleksander Skrjabin, gli Improvvisi op. 90 di Franz Schubert e due degli Studi Trascendentali di Franz Liszt, precisamente il n. 5 “Feux Follets” e il n. 12 “Chasse-neige”.
Nato a Roma nel 1996, Simone El Oufir Pierini ha studiato presso il Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma sotto la guida di Maura Pansini e presso la Scuola di Musica di Fiesole nel corso di perfezionamento di Elisso Virsaladze. È stato premiato in numerosi concorsi nazionali e internazionali e ha già dato numerosissimi concerti, tra cui spiccano quelli al Teatro “La Fenice” di Venezia, al Teatro Eliseo di Roma, al Festival Internazionale di Portogruaro e all’Auditorium Parco della Musica di Roma, dove ha suonato insieme a Lang Lang. Il concerto fa parte della rassegna “Sapienza in musica” con il sostegno della Regione Lazio. (foto: Simone E. Pierini)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Ti porto la luna”

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

ti porto la lunaBusto Garolfo e Buguggiate 7 maggio nell’auditorium Don Besana della Bcc (in via Manzoni, 50) sarà esposto un frammento di roccia lunare. L’esposizione è aperta dalle 14.30 alle 20; alle 17 è in programma la conferenza di Luigi Pizzimenti sul progetto Apollo. L’ingresso è libero.
Promosso dal Gruppo di Ricerca Storica di Busto Garolfo in collaborazione con il CAT Circolo Astrofili di Trezzano sul Naviglio e la NASA, e con il supporto del Comune e della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, l’evento si inserisce nella prima edizione del “Weekend della Scienza”, una due giorni che vuole coinvolgere studenti, genitori ed insegnanti delle scuole primarie e secondarie di primo grado, in un percorso destinato a far conoscere alcuni aspetti della ricerca scientifica rendendoli disponibili per il pubblico giovane e meno giovane. (foto. ti porto la luna)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Manifestazione dedicata al Lavoro e alla Formazione

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

job zoneRoma. Dall’11 al 14 maggio, presso il Centro Commerciale Romaest, Via Collatina 858, si terrà, per la prima volta nella Capitale, Job Zone, la manifestazione dedicata al lavoro, alla formazione dedicata all’orientamento scolastico e post-scolastico.
L’iniziativa, che ha ottenuto il patrocinio dal Comune di Roma, Assessorato allo Sviluppo Economico, Turismo e Lavoro, rappresenta uno spazio libero in cui domanda e offerta avranno la possibilità di incontrarsi e comunicare, scambiandosi informazioni dirette e strumenti concreti, al fine di favorire l’ingresso nel mercato del lavoro, attraverso l’acquisizione di abilità e competenze da utilizzare nella ricerca di un nuovo impiego.
Durante la manifestazione, le aziende e gli enti partecipanti raccoglieranno i curriculum vitae presso gli appositi stand al piano terra, inoltre, sarà possibile sostenere dei colloqui di preselezione, usufruire dei servizi gratuiti di consulenza e di servizio revisione CV, oltre a poter consultare una bacheca annunci.
Nelle giornate di giovedì 11 e venerdì 12 maggio, dalle ore 11.00 alle ore 12.00, presso l’area della food court al 2° piano, si terranno due conferenze sul tema “Giovani e Lavoro” dedicate alle Scuole Secondarie di Secondo Grado di Roma, in particolare del territorio limitrofo a Romaest. Il 12 maggio, tra gli altri, interverrà anche il Prof. F. Avallone, Magnifico Rettore dell’Università Unitelma Sapienza – Università degli Studi di Roma. Inoltre, il 12 e 13 maggio, (area food court, 2° piano) sono previsti due corsi di formazione gratuiti. Il tema sarà scelto dai ragazzi attraverso una votazione su Facebook, tra gli argomenti proposti in un sondaggio a questo link: http://bit.ly/jobzone-votailcorso. I seminari gratuiti, saranno tenuti da SoWhat Factory, agenzia specializzata nel web marketing. (foto: job zone)

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tutti a scuola di Europa

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

parlamento europeo romaRoma 8 maggio 2017 – 15.00-17.00 Teatro della Cometa, Via del Teatro di Marcello 8. In occasione del 60° Anniversario della firma dei Trattati di Roma e della Festa dell’Europa del 9 maggio, l’Ufficio di Informazione in Italia del Parlamento europeo organizza una simulazione in cui gli studenti saranno eurodeputati per un giorno e si sfideranno in una gara di oratoria per convincere una giuria di politici e giornalisti sulle loro proposte di modifica di alcuni articoli del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea.
L’iniziativa – nell’ambito del progetto New Generation EP, teso a fornire ai giovani una maggiore informazione sul ruolo e sul funzionamento del Parlamento europeo.
Alla manifestazione, organizzata in collaborazione con il Dipartimento delle Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri e con la partecipazione degli Archivi Storici dell’Unione europea, verranno coinvolte le classi dei seguenti licei di Roma: Cristo Re, Deutsche Schule Rom, Santa Maria Ausiliatrice, Manara, Orazio e Aristofane.
Gli studenti saranno chiamati a discutere modifiche ad alcuni articoli del Trattato di Lisbona e si cimenteranno nella stesura di emendamenti, si troveranno coinvolti in negoziati di compromesso e dovranno compilare liste di voto. Presenteranno poi le loro proposte di modifica al trattato in interventi di quattro minuti di fronte alla giuria che dovrà decretare la classe vincitrice. La giuria che valuterà le scuole partecipanti sarà composta da: Parlamentari europei;
Alessio Di Francesco, giornalista Radio Radio;
Metis Di Meo, giornalista RAI 1, Uno Mattina;
Tiziana De Simone, giornalista Radio RAI1, Manuale d’Europa;
Maria Antonietta Spadorcia, giornalista, TG2.
L’evento vedrà la Premiazione del concorso degli alunni della classe VB dell’Istituto Comprensivo Stoppani di Milano vincitori del concorso “Trivia Quiz 2017” promosso dal Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Sarà altresì presentato il progetto educativo degli Archivi Storici dell’Unione europea in presenza della classe 5D dell’Istituto Elsa Morante di Firenze, vincitrice del concorso “Un Nuovo Trattato per l’Europa”.
Le classi vincitrici avranno, come premio, la possibilità di recarsi a Strasburgo in visita al Parlamento europeo nell’ambito del programma Euroscola.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Studenti: tutti in piazza il 9 maggio

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

studenti in piazza1Un mese fa sono state approvate dal consiglio dei Ministri le deleghe della 107. In soli due mesi si è conclusa la discussione su alcuni dei temi più importanti per la scuola: diritto allo studio, valutazione ed esami di stato, disabilità, formazione tecnica e professionale. Ancora assente decreto su Statuto studenti in alternanza e delega Testo Unico, studenti pronti a mobilitarsi il 9 Maggio. “L’approvazione delle deleghe a scatola chiusa, senza ascoltare gli studenti è un atto gravissimo. I contenuti della 107 peggiorano le condizioni delle scuole e di chi le vive, le Invalsi non possono diventare uno strumento di valutazione individuale.” Dichiara Francesca Picci, Coordinatrice Nazionale dell’Unione degli studenti- “Siamo lontani da una legge nazionale sul diritto allo studio che combatta la dispersione scolastica che è ancora al 17%, l’apprendistato a 15 anni è un passo indietro per la formazione degli studenti, inoltre l’esame di stato basato su alternanza scuola- lavoro e INVALSI, svilisce i nostri percorsi di studio” “Non possiamo più subire le decisioni, vogliamo prenderle noi! Per questo il 9 Maggio ci mobiliteremo, boicottando i test INVALSI attraverso cortei, sit-in e assemblee pubbliche!” Dichiara l’Unione degli studenti- “Se non ci ascoltano, grideremo ancora più forte. Vogliamo un’istruzione gratuita e di qualità, un’alternanza formativa e con uno statuto che tuteli i diritti degli studenti. Basta sfruttamento, barriere economiche ed esclusione, adesso la scuola la facciamo noi. Tutti in piazza il 9 Maggio!” (foto: studenti in piazza)

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Guardia costiera libica dà ragione a Zuccaro: “Ong responsabili dell’aumento del flusso migratorio”

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

libiaLe organizzazioni non governative fanno credere ai migranti in Libia che verranno comunque soccorsi e questo li spinge a imbarcarsi aggravando la crisi. E le navi delle ong hanno più volte violato le acque territoriali libiche senza avvertire le autorità competenti. Sono le accuse alle ong formulate dal capo della Guardia Costiera libica per la regione centrale, Rida Aysa, che nel corso di un’intervista esclusiva ad Aki-Adnkronos International parla di “centinaia di migliaia di migranti clandestini” pronti a imbarcarsi per l’Europa, anche se “non esistono cifre precise. La maggior parte di questi migranti proviene dai Paesi dell’Africa orientale e occidentale, come Eritrea e Somalia”.
Scrive Aki-Adnkronos International:Aysa esprime “irritazione” nei confronti di queste ong affermando che “le organizzazioni presenti nel Mar Mediterraneo con la missione di salvare i migranti hanno dato loro ad intendere che saranno inevitabilmente soccorsi e questo ha aggravato la crisi, aumentando il numero di migranti”. Il funzionario libico spiega quindi che “abbiamo comunicato tutto questo sia all’Ue sia ai comandanti dell’Operazione Sophia, che hanno manifestato irritazione verso queste organizzazioni, ma finora non hanno preso alcuna misura al riguardo”.Il militare aggiunge che “la Guardia Costiera libica ha fermato alcuni gommoni all’interno delle acque territoriali libiche, per poi imbattersi in alcune organizzazioni umanitarie che si sono lamentate del fatto che quei gommoni appartenevano a loro, benché non l’avessero comunicato alla Guardia Costiera, violando così le acque territoriali libiche”. Aysa ricorda l’episodio di un “gommone tedesco fermato a nord di al-Zawiyah (30 chilometri a ovest di Tripoli, ndr) che poi si è rivelato di proprietà di un’organizzazione umanitaria chiamata ‘Sea Watch'”, oppure del caso di “una nave allontanata con alcuni colpi di avvertimento per aver violato le acque territoriali libiche. Dopo essere saliti a bordo e averla ispezionata – prosegue Aysa – è emerso che apparteneva a ‘Medici senza Frontiere'”.Quanto alle accuse rivolte alla Guardia Costiera libica di aver attaccato le navi delle ong, Aysa risponde che “tali imbarcazioni entrano in acque territoriali libiche senza avvisare la Guardia Costiera, che è l’organo preposto ad autorizzare questo e di conseguenza è logico rispondere per proteggere le nostre acque e le nostre coste”. “Quando le navi delle organizzazioni si fermano a 12 miglia dalla costa libica, in una zona visibile dalla costa, le loro luci notturne segnalano ai trafficanti che possono iniziare a imbarcare i migranti e questa è una delle cause delle ondate migratorie cui si assiste periodicamente”, conclude Aysa. (fonte blog 5 stelle)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il ritorno del “cavaliere”?

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

berlusconi-di-spalle“Con la discesa in campo di Berlusconi, dopo che la Cedu gli ridarà l’onore, non c’è trippa per gatti. Già adesso il centrodestra unito supera tranquillamente il 30%, con Berlusconi riabilitato e in campo vinciamo. E in queste amministrative il centrodestra è unito, abbiamo candidati unitari praticamente ovunque. Allo stesso tempo il Pd dimezza i suoi partecipanti alle primarie. Il Pd e Renzi sono in stato comatoso”.Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo ad una manifestazione a Jesolo per sostenere Valerio Zoggia sindaco.
“Il centrodestra deve essere unito e tenersi pronto a governare. Dobbiamo vincere al centro, non si vince con il lepenismo o con il sovranismo. Abbiamo una grande occasione e un grande dovere. Il programma, l’unità, le personalità.Nel 2011 siamo stati oggetto di un colpo di Stato, ci hanno portato via la vittoria e il governo. Abbiamo il dovere di tornare a guidare questo Paese. Ne abbiamo viste troppe dal 2011 ad oggi. Monti, Letta, Renzi, Gentiloni, e adesso Renzi che vuol far fuori Gentiloni.Tocca a noi, no ad egoismi, no a personalismi, sì all’unità. Siamo qui, forti e coesi, il nucleo storico di Forza Italia e del centrodestra è ancora forte. Barra dritta: centrodestra unito di governo, con perno centrale Forza Italia. Ormai da mesi per tutti i sondaggi siamo il primo partito del centrodestra. Con Berlusconi in campo possiamo puntare al 20%, e con una Lega forte e con Fratelli d’Italia forte, più il civismo vincente, torniamo al governo. La mia teoria del quadrifoglio. Questo è il modello vincente. Abbiamo di fronte una grandissima occasione. Vinciamo ovunque si vota alle amministrative e con questa vittoria creiamo il sentiero per vincere le elezioni politiche. Centrodestra unito di governo”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The Global Food Innovation Summit: Obama ospite d’onore

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

obamaMilano dall’8 all’11 maggio (FieraMilano Rho, padiglioni 8-12). Quattro giorni di conferenze e incontri sui grandi temi legati al food e all’innovazione in questo campo, dalle nuove tecniche di produzione alimentare, alla nutrizione del futuro fino alla food security e al diritto al cibo, sano, sostenibile e accessibile a tutti; una parte espositiva con start up, aziende, incubatori che presenteranno le loro proposte tecnologiche; più di 200 speakers internazionali, investitori e policy maker da tutto il mondo per confrontarsi sulle maggiori sfide globali.
Ospite d’onore di questa terza edizione di Seeds&Chips sarà l’ex Presidente degli Stati Uniti Barack Obama, che sarà presente al Summit il 9 maggio, quando terrà un keynote speech e poi dialogherà con Sam Kass, chef-consigliere dell’ex Presidente USA e artefice della rivoluzione salutista alla Casa Bianca.
Nel ricco calendario di conferenze, autorevoli esperti del settore si confronteranno sugli scenari più significativi dell’alimentazione, della produzione e dell’approvvigionamento di cibo. In particolare, alla special conference Feeding the Cities – Urban and Vertical Farming dedicata alla coltivazione sostenibile nelle grandi metropoli, sarà il keynote speech del Sindaco di Milano Giuseppe Sala ad aprire i lavori. Alla conferenza Food Security for developing countries si affronterà invece il tema dell’approvvigionamento alimentare nei Paesi in via di sviluppo.
A Seeds&Chips saranno presentate anche due importanti ricerche, una panoramica d’eccezione sul comparto della food innovation: la ricerca di SWG per Seeds&Chips offrirà una panoramica dettagliata e completa sui temi dell’alimentazione e della food innovation in Italia: dallo spreco alimentare alla sostenibilità alimentare; dal legame tra cibo e opinione pubblica al grado di comprensione dell’innovazione alimentare in Italia; da etichette e tracciabilità alla realtà delle mense collettive. La ricerca-strumento di Simbiosity – the innovation hunters, prima società di (head) hunting specializzata sull’innovazione, presenterà invece i dati sull’ecosistema delle startup in Italia, per misurarne il valore. Lo studio, condotto attraverso un data base proprietario (Innovation Tracking System), è indirizzato specificamente ai settori Agri Food e Agri Tech e conferma la forza di un’imprenditorialità innovativa, da leggere e valorizzare.
Seeds&Chips è in collaborazione con TUTTOFOOD 2017, con un’azione sinergica generativa di effetti virtuosi per molti settori del sistema Paese.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »