Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 175

Macron e l’italiana del suo staff

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

eliseoCaterina Avanza, giovane ed unica italiana dello staff di Emmanuel Macron, oggi è stata ospite di Un Giorno da Pecora, il programma di Rai Radio1 condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. Al talk show di Radio1, la Avanza, che fa parte del dipartimento Studi ed Opinioni del Presidente francese, ha raccontato della festa per la vittoria di Macron, rispondendo a molte domande sull’uomo del momento.“Stanotte ho dormito pochissimo, praticamente dopo ieri sera non siamo proprio andati a letto…”, ha esordito l’italiana. Come avete festeggiato? “Dopo il Louvre siamo tornati al quartier generale e abbiamo chiuso le telecamere, zero giornalisti, e siamo rimasti solo coi volontari, lo staff e gli esperti che hanno partecipato alla campagna”. Quanti eravate? “Più o meno cinquecento”. La festa era ‘free drink’? “Si. Almeno questo, dopo un anno di lavoro…” Il Presidente Macron ha bevuto con voi? “Il Presidente – ha detto la Avanza a Un Giorno da Pecora – non beve mai davanti a noi”. E’ astemio? “Non è astemio. Immagino che in famiglia beva, però davanti a noi no. Ha fatto un brindisi a Natale ma di solito no. Nelle foto de ‘la Rotonde’ lo si vedeva con la coppa di champagne, c’è stato tutto uno scandalo quindi evitiamo”. Cosa ha fatto? “E’ stato un po’ con noi, ho l’impressione che, da ieri, sia diventato più inaccessibile”. Che soprannome aveva Macron per voi dello staff? “Lo chiamavamo lo ‘chef’, il capo”. Come ha visto ieri la sua compagna, Brigitte? “Molto commossa, molto umana, molto bella e vera. Alla festa, con lei, c’era tutta la sua famiglia”. Quale politico italiano le fa venire in mente Macron? “Come programma non è molto lontano da quello di Renzi: molto pro europeo e social democratico. La differenza tra i due – ha spiegato la Avanza a Rai Radio1 – e che Macron ha avuto il coraggio politico di non ‘surfare’ mai sul populismo”. E che differenza di stile c’è tra i due? “Macron è molto francese, ieri ha fatto un occhiolino chiaro a Mitterand, con la camminata. Lui è un Presidente ‘En Marche’, quindi ci voleva la ‘marche’”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: