Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 175

Connie Tells ospite d’eccezione al Salone Internazionale del Libro di Torino

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 maggio 2017

connie tellsTorino 18 maggio aprirà i battenti il 30° Salone Internazionale del Libro di Torino, il più importante e rinomato evento italiano nel campo dell’editoria. Ospite su invito sabato 20 maggio alle ore 16,30, nello spazio del laboratorio Biblioteca Digitale, CONNIE TELLS, nella persona dell’autrice Costanza Pintori. In questa 30° edizione gli organizzatori rinnovano l’appuntamento del Bookstock Village, la grande area del Salone del Libro dedicata al pubblico più giovane, da 0 a 20 anni. Il programma di quest’anno prevede incontri con autori e numerosi laboratori. E proprio in questo spazio sarà possibile incontrare Costanza Pintori che presenterà le sue app educative, per i piccolissimi dai 3 ai 5 anni. Il progetto Connie Tells ripropone in chiave digitale la capacità di insegnare ai bambini attraverso il gioco. Le quattro fiabe pubblicate attraverso l’App cercano in modo immediato di educare le nuove generazioni ai valori fondamentali del vivere civile quali l’amicizia, la solidarietà e il rispetto per l’ambiente. Storie attuali che si rifanno alle fiabe di Esopo, ma modernizzate attraverso l’uso intelligente della tecnologia, che permette ai bambini quell’interattività fondamentale per l’apprendimento. Imparare diventa un gioco divertente con le fiabe Connie Tells, e i valori sociali che vengono insegnati rappresentano la soluzione del gioco proposto dalla fiaba. Con le fiabe Connie Tells la noia non esiste e il bambino viene incentivato a leggere anche in inglese. Utilizzabili anche dalle scuole, le Fiabe sono disponibili anche su APP STORE.
Connie Tells è un nuovo modo di fare comunicazione: un mondo di storytelling per bambini in grado di avvicinarli a tematiche attuali, imparando a conoscere la realtà in modo semplice, divertente e interattivo. Attraverso il racconto di fiabe e l’interazione con il proprio device, i bambini possono conoscere aspetti concreti della quotidianità per risolvere un problema, come ad esempio l’inquinamento o lo smog, e stimolare la propria sensibilità sociale. (connie tells)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: