Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 30 Mag 2017

Il brano degli Enten Hitti dal titolo “Il Mare Verticale” è stato inserito nella compilation “Within a Dream”

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

ENTEN HITTI è un gruppo musicale di ricerca e sperimentazione che nasce e si sviluppa a partire da un’idea di Pierangelo Pandiscia e Gino Ape. “Within a Dream” è una compilation in stile neoclassico evanescente composta dai brani di 34 band, per una durata complessiva di 2 ore e 30 minuti. Questa raccolta di brani si ispira alla celebre poesia di Edgar Allan Poe pubblicata nel 1849 dal titolo “A Dream Within A Dream” ed è stata registrata proprio per omaggiare l’opera del poeta. Il progetto nasce dalla volontà di costituire un gruppo aperto, un laboratorio sonoro dedicato all’esplorazione e alla ricerca delle intersezioni sonore fra musica elettronica, canti etnico-rituali e canzone d’autore. Le loro sonorità sono fortemente ispirate dall’arcaico e dalle suggestioni dei suoni primari, insieme alla quale coesiste la canzone d’autore in cui parole, testi e poesia svolgono un ruolo di rilievo. La poesia di Poe è un viaggio esplorativo tra due mondi, quello reale e quello immaginario. Attraverso di essa l’esistenza mortale sembra scivolare via come sabbia tra le mani che cercano di trattenerla. Il tempo diventa così una riflessione sulla vita che abbiamo vissuto. Come un sogno all’interno di un altro sogno.Il testo lirico è composto da due strofe, il cui ritmo richiama la metrica giambica. Ognuna di esse introduce una scena diversa. La prima strofa è scritta in prima persona, quella del narratore, che in quel momento si trova lontano dalla sua amata. Il poeta ci comunica impressioni di morte, il sentimento intimo che qualcosa stia per finire. La seconda strofa è ambientata su una spiaggia e “i granelli di sabbia dorati”, come vengono descritti nella poesia, diventano il simbolo del tempo che passa e della vita che si consuma; proprio come la sabbia di una clessidra che, passando attraverso di essa, lentamente si esaurisce.La poesia viene spesso associata dagli studiosi alle tragedie che Poe dovette affrontare durante la sua breve vita, come la morte della sua amata moglie e della cugina Virginia.
Within a Dream“A Dream Within A Dream”
Take this kiss upon the brow!
And, in parting from you now,
Thus much let me avow —
You are not wrong, who deem
That my days have been a dream;
Yet if hope has flown away
In a night, or in a day,
In a vision, or in none,
Is it therefore the less gone?
All that we see or seem
Is but a dream within a dream.
I stand amid the roar
Of a surf-tormented shore,
And I hold within my hand
Grains of the golden sand —
How few! yet how they creep
Through my fingers to the deep,
While I weep — while I weep!
O God! Can I not grasp
Them with a tighter clasp?
O God! can I not save
One from the pitiless wave?
“Within A Dream” è inciso e pubblicato dall’etichetta Do What Thou Wilt Records. Nel web: http://entenhitti.it/ (foto: Within a Dream)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Salon Art Shopping

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

locandina parigiParigi dal 9 all’11 giugno 2017 Carrousel du Louvre 99, Rue de Rivoli Vernissage: venerdì h.19-22 Orario di apertura: sabato h.10-20 e domenica h. 10-19 Sabrina Falzone presenterà i suoi artisti al Palazzo del Louvre presso la Sala del Carrousel, esponendo al pubblico internazionale i nuovi traguardi della ricerca artistica contemporanea. Più di diecimila visitatori hanno visitato l’ultima edizione del Salone Art Shopping del Carrousel du Louvre. Per la categoria scultura, la curatrice ha scelto 4 talenti dalla conclamata esperienza come la finlandese Eva Rossi-Kivimaki, Daniela Rancati e due scultori della famosa Fornace Curti di Milano: Stefano Iosca e Yaya in Arte.Per la sezione di arti visive, invece, sono stati selezionati l’iraniana Marjan Babaei Nasr, l’inglese Kiki Fleming, l’autore storico Tony Priolo (1925-2010), Giorgio Buccolini, Luisa Fabris, Gianfranco Gobbini, Krisma, Maristella Laricchia, MaRinò, Mauro Martin, Moirym, Traversi Guerra. In mostra sarà esposta anche una parte della collezione fotografica “Amarcord Sardinia” di Ferdinando Longhi.
Espongono gli artisti: Marjan Babaie Nasr (Iran), Giorgio Buccolini (Italia), Luisa Fabris (Italia), Kiki Fleming (Inghilterra), Gianfranco Gobbini (Italia), Stefano Iosca (Italia), Krisma (Italia), Maristella Laricchia (Italia), “Amarcord Sardinia” di Ferdinando Longhi (Italia), MaRinò (Italia), Mauro Martin (Italia), Moirym (Italia), Tony Priolo (Italia), Daniela Rancati (Italia), Eva Rossi-Kivimaki (Finlandia), Traversi Guerra (Italia), Yaya in Arte (Italia),

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra Superyacht Gallery

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

Superyacht GalleryLondra dal 1 al 3 giugno all’interno della prestigiosa Saatchi Gallery. Nel cuore di Chelsea, una rassegna dedicata al mondo dei superyacht: una carrellata emozionante per vivere, attraverso fotografie, immagini, installazioni, filmati, quadri e modellini di prestigiose imbarcazioni, l’atmosfera esclusiva a bordo di meravigliose creature del mare.Gli ospiti potranno assistere a un inedito connubio tra arte e nautica in un contesto che, a differenza dei più tradizionali appuntamenti fieristici, guida lo spettatore attraverso un percorso sofisticato alla scoperta di quello che il “superyacht lifestyle” può offrire.La mostra sarà divisa in 8 aree tematiche: “Business of yachting”, per approfondire le tematiche relative all’industria dei superyacht; “Imagination” si concentra sulle fasi della progettazione e sulla possibilità di realizzare prodotti tailor-made; il terzo spazio espositivo “Craftsmanship” vuole essere un excursus lungo tutto il processo di costruzione di un megayacht fino alla consegna dell’imbarcazione all’armatore; “Innovation”, dedicato a tecnologia e design; “Exploration” per scoprire le più belle mete del mondo a bordo di imbarcazioni di lusso; assaporare il savoir vivre a bordo di un superyacht nella sezione “Lifestyle”; tra i protagonisti della zona “Performance” il modellino del 46 Fast firmato Baglietto. In questa area i visitatori potranno rendersi conto di come queste imponenti imbarcazioni rappresentino delle straordinarie opere ingegneristiche con eccezionali performance su mare. Inoltre, anche la VIP area sarà allestita con il modello 55m Dislocante di Baglietto: gli ospiti potranno così ammirare un progetto che si caratterizza per le sue linee fortemente anticonformiste, dal design deciso ed elegante.“Un’occasione fuori dagli schemi – commenta Michele Gavino, Chief Executive Officer del Cantiere – per far vivere il brand Baglietto in contesti perfettamente in sintonia con l’esclusività e la filosofia che vogliamo offrire a bordo dei nostri progetti”.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Venosa la seconda edizione del festival del libro Borgo d’Autore

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

Venosa-1Venosa (Potenza) dal 1° al 4 giugno 2017 il festival Borgo d’Autore, rassegna dedicata ai libri e alla lettura che coinvolge le piazze e le vie del centro storico, promossa dall’associazione culturale “Il Circo dell’Arte”. La seconda edizione della manifestazione si preannuncia ricca di contenuti, con un programma di oltre sessanta eventi e numerosi ospiti, tra cui nomi importanti del mondo della cultura. Più di trenta saranno le presentazioni di libri che andranno a comporre il cartellone del festival, arricchite dalla presenza degli autori, che dialogheranno con i giornalisti chiamati a intervistarli e interagiranno con il pubblico. Ad esse si alterneranno appuntamenti dedicati ai ragazzi e alle famiglie, realizzati in collaborazione con associazioni e scuole cittadine, ma anche incontri, dibattiti, letture, attività ludiche, piccoli spettacoli, momenti di intrattenimento. Previsti anche laboratori gratuiti aperti a ragazzi e adulti: dai laboratori di teatro d’ombre e di scrittura creativa per gli alunni delle scuole a quello di teatro comico per allievi di ogni età. Punti nevralgici del festival saranno l’area di Piazza Umberto I e il piazzale antistante la Chiesa di San Filippo Neri, Largo San Filippo Neri e Piazza Orazio, ma molti altri saranno i luoghi del borgo antico coinvolti.
Borgo d’Autore nasce dalla volontà di portare il mondo del libro fuori dai contesti tradizionali, per recuperare l’idea della piazza come “agorà”, luogo di incontro, di parole e di festa.
Il festival si aprirà giovedì 1 giugno con un convegno dal titolo “Gli studenti digitali e le trappole della rete”, previsto in mattinata presso l’IISS “Q. Orazio Flacco”. Tra gli appuntamenti del pomeriggio spicca, invece, la presenza dell’attore Marco Marzocca, noto al grande pubblico per i numerosi ruoli televisivi e teatrali, specialmente comici, che di recente ha pubblicato il suo primo romanzo dal titolo “Il frammento” (Historica).
Tra gli ospiti di venerdì 2 giugno ci sarà Leonardo Palmisano, sociologo pugliese autore di numerosi libri d’inchiesta, che presenterà “Mafia caporale” (Fandango Libri), incentrato sul legame esistente tra caporalato, impresa e organizzazioni mafiose. Seguirà l’incontro con Marco Revelli, autorevole professore di scienza della politica, che parlerà del suo libro “Populismo 2.0” (Einaudi), in cui analizza un fenomeno sempre esistito, che riemerge ogni volta sussista un deficit di democrazia. Chiuderà il programma del 2 giugno la presentazione del libro “Il capolavoro” (Mondadori), ultima fatica letteraria di Cinzia Tani, giornalista, conduttrice televisiva e autrice di decine di romanzi di successo.
Sabato 3 giugno Giusy La Piana, giornalista esperta del fenomeno mafioso, con il libro “Fare del male non mi piace” (Castelvecchi) ricostruirà la carriera criminale e i mille volti del boss di Cosa Nostra Bernardo Provenzano. Ospite d’onore della serata sarà Michele Mirabella, uno dei più noti volti Rai, ma anche autorevole esperto della comunicazione e delle sue dinamiche, protagonista di un incontro con l’autore sul tema “Mito, storia e comunicazione”, per un lungo viaggio nel tempo in cui gli strumenti del comunicare vecchio e nuovo si intrecceranno in analogie sorprendenti, svelando anche l’illuminante attualità della cultura classica. In piazza Orazio poi alle 17,00 per la rubrica la voce agli editori alle 17,00 è previsto l’incontro con l’editore Stefano Donno de iQdB Edizioni (I Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno) introdotto dal giornalista Piero Russo che dialogheranno sul libro di Nunzio Festa “Lucania senza santi” e sarà presentato in anteprima il nuovo lavoro di Nunzio Festa per I Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno dal titolo “Matera ai margini. Matera Capitale Europea della cultura 2019”
Domenica 4 giugno arriverà a Venosa Ilaria Macchia, sceneggiatrice del recente film “Non è un paese per giovani” diretto da Giovanni Veronesi, al suo esordio letterario con “Ho visto un uomo a pezzi” (Mondadori). Dopo di lei sarà la volta di Chiara Marchelli, il cui romanzo “Le notti blu” (Giulio Perrone) è una delle più interessanti novità editoriali dell’anno, tanto da essere stato selezionato fra i dodici libri che si contenderanno la LXXI edizione del prestigioso Premio Strega.
Gli altri autori che prenderanno parte a Borgo d’Autore sono: Matteo Abbate, Sabrine Aouni, Nunzio Festa, Valentina Barile, Arturo Bascetta, Tania Cammarota, Renato Cantore, Massimo Carulli, Carmen Cirigliano e Carmine Menzella, Domenico D’Alelio, Luciana De Palma, Vincenzo De Marco, Nunzio Festa, Fulvio Gatti, Vito Maselli, Mark Mc Candy, Velia Minutiello, Esmail Mohades, Leandro Pisano, Alessandro Schino, Sabrina Vasciaveo, Claudio Vergati, Germana Zappatore.
Le case editrici che interverranno alla fiera del libro sono, invece: Arturo Bascetta Editore, D’Abruzzo Edizioni Menabò, Edizioni Appia 2, Edizioni dell’Ippogrifo, Edizioni Radici Future, Gruppo Editoriale Tangram, Falvision Editore, Il Cerchio Editore, I Quaderni del Bardo Edizioni, Les Flâneurs Edizioni.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Muoversi in bici: la classifica delle città più sicure fatta da chi pedala

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

bici in cittàIl miglior amico di chi usa l’auto in città dovrebbe essere il ciclista. Sì, perchè il ciclista oltre a non inquinare, non crea congestione e non occupa parcheggio, rendendo di fatto più facile la vita anche all’automobilista: città come Amsterdam o Copenhagen, tra le più bike friendly del mondo, hanno i tempi di attraversamento in automobile più bassi in assoluto.E invece. E invece le tragiche notizie di questi giorni, amplificate dal coinvolgimento di vittime illustri (prima il ciclista Michele Scarponi, poi il pilota Nicky Hayden e la triatleta Julia Viellehner), ci riportano di colpo alla questione fondamentale: garantire l’incolumità di chi si sposta in bici ogni giorno. Avventurarsi su una bicicletta – in città o fuori città – è praticamente un atto eroico. Lo dicono, freddamente, i numeri sugli incidenti stradali diffusi dall’Istat: nel 2015 ben 16.827 ciclisti sono stati feriti e 252 sono morti. Fa un morto ogni giorno e mezzo per 45 incidenti al giorno, una vera e propria ecatombe. La sicurezza dei ciclisti è un tema che fino a oggi la politica non è riuscita ad affrontare compiutamente, spesso con annunci cui non sono seguiti fatti concreti.In attesa di interventi istituzionali ci ha pensato l’App WECITY, insieme ai propri utenti, a creare delle innovative mappe di pericolosità di decine di città italiane. WECITY, già scelta e apprezzata da 30mila persone per la sua originale proposta di premiare le diverse forme di mobilità sostenibile (a piedi, in bici, con i mezzi pubblici, con l’auto condivisa), ha rilasciato una nuova funzione, Bike Safe (http://maps.wecity.it/it): al termine di un tragitto in bici è possibile ora “votare” il livello di sicurezza del viaggio. Esattamente come siamo ormai abituati a fare con un ristorante o un hotel: l’utente assegna una stella ai tragitti più pericolosi, e fino a 5 stelle per quelli più sicuri. La risposta degli utenti nei primi 6 mesi di utilizzo è stata immediata: una conferma che il problema è estremamente sentito. In poco tempo i dati raccolti hanno permesso di mappare decine di città, e di definire un indicatore generale, chiamato Indice di Ciclabilità Urbana (ICU), che classifica le città in base alla loro sicurezza per chi pedala. L’aspetto interessante dell’ Indice di Ciclabilità Urbana è che rappresenta il punto di vista di chi si sposta ogni giorno in bicicletta, ma è mediato da alcuni fattori correttivi, come il numero minimo di votazioni o la percentuale di copertura della città. In questo modo si può ridurre il fenomeno per cui, pochi utenti, molto attivi, possano alterare nel bene o nel male la valutazione della città. Attualmente Reggio Emilia guida la classifica come città più sicura e bike friendly, con un’indice di ciclabilità urbana di 3.33 (il massimo è 5): è la città che permette alle bici di girare addirittura contromano e i km mappati crescono ogni giorno (ad oggi sono mappati 246,9 Km per una copertura del 14%); segue Torino, con un’indice di 3.13: con 800,5 km pedalati (una copertura del 29,5%) la community di Torino ha messo in evidenza le zone sicure e quelle pericolose; Modena, al terzo posto in classifica con un indice di 3.05, è al momento la città con la più alta copertura di strade mappate, quasi il 40% (ovvero 650 Km); Bologna – forse per merito della “tangenziale delle bici” – ha oltre un quarto delle strade mappate (25.9% e 477.9 Km), e il 4° posto in classifica, con un’indice di ciclabilità urbana di 2.81.Secondo Paolo Ferri, CEO di WECITY, le mappe “Sono una forma di restituzione dei dati raccolti grazie agli utenti. In un mondo dove ogni giorno accettiamo, senza neanche leggerli, terms & conditions che stabiliscono come verranno utilizzati i nostri dati, abbiamo voluto rendere evidente lo sforzo e il risultato collettivo, mettendo queste mappe a disposizione di chiunque”.Un primo risultato importante è gia stato raggiunto: le Amministrazioni Pubbliche iniziano a considerare l’Indice di Ciclabilità Urbana come un criterio oggettivo su cui misurare i risultati delle politiche di mobilità, e uno strumento per analizzare a fondo i dati relativi agli spostamenti in bici. Il prossimo passo sarà quello di rendere le informazioni sulla sicurezza direttamente nell app wecity, realizzando un navigatore in grado di guidare l’utente attraverso il percorso più sicuro.Guarda il progetto: http://maps.wecity.it/it (bici in città)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Asiago DOP va alla conquista dell’area ASEAN

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

asiagoBangkok dal 31 maggio al 4 giugno, a Bangkok, alla quattordicesima edizione di Thaifex – World of Food Asia, il principale salone dedicato al food & beverage del sud-est asiatico, con espositori provenienti da quaranta paesi e visitatori professionali dall’area e da Cina, Giappone, Corea, Hong Kong e Taiwan.Ad oggi, 1700 tonnellate di Asiago DOP prendono la strada dell’export. Un successo che ha visto, negli ultimi sei anni, aumentare le esportazioni del 66%. Proprio da qui parte la rinnovata azione del Consorzio di Tutela che sceglie di essere presente nell’area ASEAN (Association of South-East Asian Nations), dal 2015 diventata zona di libero scambio con un’economia che, entro il 2030, si annuncia essere il quarto tra i più importati mercati unici al mondo. Nel più grande paese produttore ed esportatore di prodotti lattiero-caseari dell’associazione di stati sud-est asiatici, la Tailandia, con una capacità di produzione di latte crudo di poco superiore al milione di tonnellate l’anno (dati 2015), il marchio Asiago DOP è stato da tempo depositato, passo necessario per proteggere la proprietà intellettuale e commercializzare il prodotto in sicurezza. Ora, con la presenza a Thaifex – World of Food Asia, il principale salone dedicato al food & beverage del sud-est asiatico, il Consorzio di Tutela intende proporre direttamente, al terzo partner commerciale dell’UE tra i paesi aderenti all’ASEAN, la propria specialità, già apprezzata dal consumatore tailandese per la sua riconosciuta qualità e naturalità. Il programma del Consorzio proseguirà in Vietnam, paese in cui il PIL è cresciuto del 6,3% (anno 2016), raggiungendo i 182,8 miliardi di euro e dov’è programmata, dal 15 al 18 novembre 2017, la partecipazione al Foodexpo Vietnam, appuntamento in forte espansione per le tecnologie e i prodotti agroalimentari tricolori.Dopo il successo ottenuto in Messico, che ha visto il Consorzio avviare un’intensa azione di tutela e consentire il pieno ed esclusivo diritto alla commercializzazione attraverso l’uso della denominazione, il rafforzamento dei due driver “tutela e promozione” si conferma in Tailandia e Vietnam con l’obbiettivo di creare i necessari presupposti per l’azione di sviluppo commerciale, elemento imprescindibile per un aumento dell’export della specialità veneto-trentina. (foto: asiago)

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Focus di Anticimex sull’industria alimentare

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

Duomo di Milano at dusk. Milan, Italy.; Shutterstock ID 102912281Milano. Il numero delle aziende dell’industria alimentare è in sostanzialmente stabile (+0,2%): nel I trimestre del 2017, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, sono 58.129 le imprese attive, che rappresentano quasi il 12% del totale industria in Italia. A livello geografico sono concentrate prevalentemente in Sicilia con 7.355 imprese (+1,4%) e Campania con 7.043 (+1,4%), Lombardia con 5.860 (+0,1%), Puglia con 4.837 (+0,1%) ed Emilia Romagna con 4.681 (-1,1%). A livello provinciale, le più attive risultano Napoli (3.042), Roma (2.147), Bari (1.975) e Salerno (1.776).Questa la fotografia di Anticimex, azienda specializzata nel Pest Management e nei servizi di igiene ambientale, elaborata su base dati InfoCamere-Movimprese in occasione del recente workshop “Quality Day – Biocidi: dubbi e certezze”. Insieme ad esperti del settore ed esponenti istituzionali, durante il convegno si è fatto il punto sia sui danni che i roditori possono causare alle aziende e alle industrie alimentari, sia sul recente Regolamento UE biocidi. Una normativa fondata sul principio di precauzione al fine di tutelare la salute degli animali, dell’uomo e dell’ambiente, e che richiede un approccio diverso da quello adottato fino ad oggi.L’industria alimentare è quindi un settore strategico per il Paese, ma per tutelare la salute dei consumatori richiede un’attenzione sul tema della sicurezza e dell’igiene, e in particolare sul reale rischio rappresentato dagli infestanti, tra cui i roditori.Come si pone l’industria alimentare su questo fronte? Anticimex ha analizzato i propri dati sul territorio nel 2016 e ad emergere è come l’attenzione delle imprese sia sempre alto, con un aumento del +4% degli interventi eseguiti contro i roditori rispetto allo scorso anno.
A crescere maggiormente sono le richieste di intervento con l’impiego di nuove tecnologie, che permettono di ridurre l’utilizzo di prodotti chimici e al contempo di rispettare l’ambiente circostante: nel 2016, rispetto al 2015, le richieste per questo tipo di servizi sono aumentate del +57%.Per questo Anticimex ha sviluppato sistemi all’avanguardia che prevedono il monitoraggio e il controllo elettronico dei roditori, attraverso la tecnologia smart, attiva h24, 7 giorni su 7, e in grado di comunicare dati sull’attività murina in tempo reale, permettendo quindi di avere la situazione sempre sotto controllo e di intervenire prima che i roditori possano provocare danni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spettacolo teatrale: Le colonne siamo noi

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

locandina paxRoma Sabato 3 Giugno alle ore 16,30 al Teatro”Anfitrione” via San Saba 24, verrà messa in scena la prima dello spettacolo teatrale “LE COLONNE SIAMO NOI”. Lo spettacolo è organizzato dalla Compagnia 50&Più Università, con il patrocinio e la collaborazione di Unipax, Fondazione Etica ed Economia, Associazione Nazionale Bersaglieri, Civicrazia, Triskel, Effe2Edizioni, River. Si tratta di un lavoro teatrale di grande interesse sotto il profilo artistico-culturale, con riferimenti concreti all’importante ruolo che l’ONU ha e ancor più dovrà avere in futuro per la salvaguardia dei diritti fondamentali dell’uomo e dei popoli in tutto il pianeta. Oltre 40 attori di diverse etnie e religioni si esibiranno per affermare la necessità dell’impegno individuale per la costruzione di un mondo migliore, un Nuovo Umanesimo del quale appunto “LE COLONNE SIAMO NOI”, noi popoli delle Nazioni Unite……. L’allestimento è stato reso possibile grazie al grande impegno di volontariato profuso a livello organizzativo e di preparazione del testo, delle scenografie, dei ruoli e delle prove di tutti gli attori. Lo spettacolo è liberamente tratto dal saggio di Orazio Parisotto ” La rivoluzione globale per un nuovo umanesimo”, Effe2Edizioni ed è ad ingresso libero.E’ prevista una ripresa video che sarà diffusa in rete e proiettata nelle scuole e nelle varie sedi di associazioni nazionali.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La musica è pericolosa: Concertato di Nicola Piovani

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

nicola piovaniRoma dal 7 all’11 giugno (Orari spettacolo: ore 21.00 _ domenica ore 18.00) al Teatro Argentina Largo Argentina 1 Concertato di Nicola Piovani che è un’opera polidisciplinare nella quale la musica è protagonista assoluta, corteggiata o ispirata da immagini e parole, a esprimere con le note, le partiture e le interpretazioni ciò che non si riesce a dire con altri linguaggi e arti. Sulla scena il pianoforte del maestro sarà accompagnato dalle tastiere e dalla fisarmonica di Rossano Baldini, dal sax e dal clarinetto di Marina Cesari, dal violoncello, dalla chitarra e dal mandoloncello di Pasquale Filastò, dalla batteria e dalle percussioni di Ivan Gambini, dal contrabbasso di Marco Loddo e da proiezioni video che integreranno e arricchiranno il racconto con fotogrammi di film, di spettacoli e, soprattutto, immagini che artisti come Luzzati e Manara hanno dedicato all’opera musicale di Piovani.
Il maestro, autore di alcune tra le più belle e celebri colonne sonore del nostro cinema, guiderà gli spettatori in un viaggio di note e suggestioni, ripercorrendo i suoi lavori accanto a De André, Fellini, Magni, e altri registi spagnoli, francesi, olandesi. Veri e propri protagonisti assoluti saranno però gli strumenti musicali, come il pianoforte, il contrabasso, il sassofono, le percussioni, la chitarra, il violoncello, la fisarmonica, i quali daranno voce a ciò che non si può dire e a ciò che non si può tacere, ma che la musica può invece con la sua potenza esprimere. (foto: nicola piovani)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Investec Asset Management: accordo di distribuzione con Banca Generali

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

bancageneraliInvestec Asset Management, società globale di risparmio gestito con attivi per circa 120 miliardi di dollari americani, ha siglato un accordo di distribuzione con Banca Generali per il collocamento della sua intera gamma SICAV Global Strategy Fund di diritto lussemburghese autorizzata e distribuita in Italia. In base ai termini dell’accordo, inoltre, 5 tra i suoi prodotti di più alta qualità saranno inclusi anche nella soluzione contenitore BG Stile Libero.Il collocamento dei fondi attraverso BG Stile Libero inizierà il 1° giugno e a seguire partirà anche il collocamento diretto.Grazie a questo accordo, Investec Asset Management mette a disposizione della rete di consulenti finanziari e private banker di Banca Generali la sua intera offerta di investimento in Italia, rafforzando ulteriormente la propria presenza nel mercato. Arrivata in Italia nel 2014, infatti, la società ha intrapreso un rapido percorso di crescita, che ne fa oggi un player riconosciuto, con un’estesa base di clienti e uno spettro di soluzioni sempre più completo e adatto alle esigenze degli investitori italiani.
Tra le strategie che entrano a far parte dell’accordo spicca innanzitutto il fondo Investec Global Multi Asset Income, che offre l’opportunità di ritorni attraenti e sostenibili, con un profilo di volatilità contenuto, attraverso una strategia multi-asset che si pone l’ambizioso obiettivo di occupare quello spazio che l’investimento obbligazionario non riesce più a ricoprire. In ottica azionaria, il comparto Investec Global Franchise** investe, in tutto il mondo, principalmente nei titoli di società ritenute dal gestore di alta qualità e generalmente associate a marchi o brevetti esclusivi globali, mentre, in un orizzonte europeo, il fondo Investec European Equity** investe nelle azioni di compagnie europee e si contraddistingue nella categoria per il suo processo d’investimento peculiare. Nel settore delle materie prime, l’Investec Global Gold Fund** punta a realizzare una crescita del capitale nel lungo periodo attraverso l’esposizione ai titoli azionari delle società aurifere a livello globale. Infine Investec Asset Management, facendo leva sul suo DNA sudafricano (infatti la società è stata fondata nel 1991 a Cape Town), guarda anche alle obbligazioni dei mercati emergenti, a cui gli investitori italiani possono accedere attraverso il fondo Investec Emerging Markets Corporate Debt. Gianluca Maione, Country Head per l’Italia di Investec Asset Management da giugno 2016, ha commentato: “Siamo orgogliosi di aver siglato questo accordo con un player come Banca Generali, che ci permette di rendere ancora più capillare la nostra presenza sul mercato italiano e di offrire a una clientela sempre più ampia, sia istituzionale che retail, l’accesso alle nostre migliori strategie. Siamo un asset manager globale, con una storia e un DNA unici, che danno valore aggiunto al nostro approccio di gestione e ci permettono di guardare ai mercati da una prospettiva differente e del tutto peculiare con lo scopo di generare valore anche in uno scenario di incertezza e volatilità come quello attuale”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Salute e sicurezza del viaggiatore internazionale

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

viaggiatoriRimini mercoledì 31 maggio dalle ore 17.30 alle 19.00 presso la sala della Provincia di Corso d’Augusto 231. Il Vice Ministro degli Esteri, Mario Giro illustrerà le strategie della Farnesina per tutelare la sicurezza dei nostri connazionali che affrontano viaggi all’estero. Il dr Walter Pasini, direttore della nuova Travel Clinic di Rimini, già direttore del primo Centro Collaboratore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per la Medicina del Turismo, illustrerà le strategie da adottare per tutelare la salute dei viaggiatori. L’incontro è stato patrocinato dall’AUSL Romagna, dall’Ordine dei Medici della Provincia di Rimini e dall’Ordine dei Farmacisti. Il viaggio, ogni tipo di viaggio rappresenta un’esperienza di grande importanza per la crescita e la formazione dell’individuo, per le sollecitazioni culturali, le emozioni, i contatti, le bellezze visitate.
Il viaggio internazionale, però, può essere fonte di rischio per la salute e sicurezza dell’individuo per una serie di ragioni: la situazione socio-sanitaria del paese visitato, la situazione politica, lo stato di salute del viaggiatore, il suo stato vaccinale, il comportamento adottato in viaggio.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Come prevenire i calcoli renali

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

reneRoma dall’8 al 10 giugno 2017 Grand Hotel Palatino, in Via Cavour 213/M meeting, organizzato dalla Divisione di Nefrologia e Dialisi della Fondazione Policlinico Universitario“A. Gemelli”, Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini. La presenza di calcoli renali è una condizione in continua crescita ed è frequentemente associata a patologie come ipertensione, osteoporosi, malattie cardiovascolari, insulino-resistenza. Le cause della malattia possono essere genetiche e ambientali. L’alimentazione è sicuramente il fattore ambientale più importante, ma la formazione di calcoli può essere prevenuta anche con alcuni farmaci. Saranno questi i temi principali del terzo meeting internazionale sulla nefrolitiasi dal titolo “RENAL STONES IN PRACTICE. «Gli interventi più importanti del meeting, presentati da relatori internazionali provenienti da Europa, Stati Uniti e America Latina, saranno l’epidemiologia della malattia, l’associazione con altre patologie, la genetica, l’influenza della dieta e le diverse opzioni per prevenire i calcoli» spiega Giovanni Gambaro, Docente di Nefrologia all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e co-presidente del meeting.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Assegnazioni provvisorie docenti e Ata

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

ministero-pubblica-istruzioneSarebbe illogico e irragionevole dopo la firma del contratto che ha abolito per il 2016/17 ogni vincolo alla mobilità provinciale e interprovinciale non derogare all’attuale blocco per la mobilità straordinaria annuale legata a effettive esigenze familiari. Il sindacato ha conferito già ai suoi legali di valutare le opportune azioni giudiziarie, al fine di tutelare il personale docente e Ata ingabbiato in province e regioni lontano dagli affetti.
Marcello Pacifico (Anief-Cisal): aver immesso in ruolo decine di migliaia di persone dopo averle obbligate a indicare scuole lontanissime è stato un errore palese, che il Governo ha pagato a caro prezzo, inimicandosi tutto il mondo della scuola. Anche per la contemporanea approvazione di norme sbagliate, come l’introduzione della chiamata diretta e del merito professionale. Lo scorso anno fu trovato, saggiamente, un compromesso, introducendo una deroga alla legge, proprio per sanare gli errori strategici del Miur, cui hanno fatto seguito pure gli errori dell’algoritmo ministeriale. Oggi quel compromesso va confermato, perché le condizioni di titolarità del personale sono rimaste nella maggior parte dei casi immutate. Dal Governo e dai vertici del Ministero dell’Istruzione continuano ad arrivare segnali di volontà nel reintrodurre il blocco triennale delle assegnazioni provvisorie nei confronti dei docenti e del personale Ata assunti negli ultimi anni. In particolare, si vuole negare il sacrosanto diritto ad avvicinarsi a casa, anche in presenza di esigenze familiari, pure in tutti quei casi di assunzioni spostate a centinaia di chilometri pur in presenza di posti nella propria provincia o in siti scolastici collocati geograficamente più vicini.Secondo l’Anief sarebbe illogico e irragionevole soprattutto dopo la firma del contratto collettivo nazionale che ha abolito per il 2016/17 ogni vincolo alla mobilità provinciale e interprovinciale non derogare all’attuale blocco per la mobilità straordinaria annuale legata a effettive esigenze familiari. Il sindacato ha conferito già ai suoi legali di valutare le opportune azioni giudiziarie, al fine di tutelare il personale docente e personale Ata ingabbiato in province e regioni lontano dagli affetti.Il giovane sindacato ricorda che lo scorso anno, a metà giugno, dopo un lungo “tira e molla”, nell’accordo sottoscritto sulle utilizzazioni e sulle assegnazioni provvisorie furono inclusi anche i neoassunti del personale docente, educativo e Ata: in questo modo, la collocazione annuale dei lavoratori non si è attuata sui famigerati ambiti territoriali, introdotti dalla Legge 107/2015 e come avrebbe voluto il Ministero dell’Istruzione, ma con le procedure classiche, quindi direttamente su scuola, distretti o province. Il giovane sindacato ritiene che quella soluzione va replicata, perché tantissimi insegnanti e Ata sono rimasti nelle stesse condizioni.“Aver immesso in ruolo decine di migliaia di persone, dopo averle obbligate a indicare scuole lontanissime è stato un errore palese, che il Governo ha pagato a caro prezzo – ricorda Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal – inimicandosi praticamente tutto il mondo della scuola. Anche per la contemporanea approvazione di norme sbagliate, come l’introduzione della chiamata diretta e del merito professionale, sempre più rivolto a pochi dipendenti e dimenticando intere categorie come lo stesso personale Ata e gli educatori”. “Lo scorso anno fu trovato, saggiamente, un compromesso, introducendo una deroga alla legge, proprio per sanare gli errori strategici del Miur, cui hanno fatto seguito pure gli errori dell’algoritmo ministeriale. Oggi quel compromesso va confermato, perché le condizioni di titolarità del personale sono rimaste nella maggior parte dei casi immutate. In caso contrario, il nostro sindacato ha già predisposto le azioni giudiziarie da attuare. Perché non derogare all’attuale blocco per la mobilità straordinaria annuale legata a effettive esigenze familiari, si tradurrebbe in clamoroso autogol dell’amministrazione. Con i giudici che – conclude il sindacalista Anief-Cisal – saranno così inevitabilmente chiamati ancora una volta a rimettere le cose a posto”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dirigenti scolastici: la protesta continua

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

scuolaLa categoria chiede compatta di cancellare immediatamente il Decreto n. 106 e la conseguente Nota Miur 9936 del 2017, prima di riaprire i Contratti Integrativi Regionali. Se lo sciopero proclamato da Udir ha convinto l’amministrazione a ripristinare i 10 milioni di euro tagliati al Fondo Unico Nazionale, è evidente che devono essere rideterminati tutti i finanziamenti regionali, e recuperati con ilricorso Udirtutti gli arretrati. Nessun contratto può essere firmato, se non si ottiene la perequazione interna (RIA) ed esterna alle altre aree dirigenziali degli enti locali e centrali. E nemmeno se non sirecuperail costo dell’inflazione (nel frattempo salita del 14%). Ma la mobilitazione continua anche perché sulla sicurezza (D.lgs. 81/08) e sulla valutazione (L. 107/15) deve essere cambiata la legge. In caso contrario, siano i presidi a scegliere con un referendum. Il 17 giugno a Palermo nuovo incontro tra DD. SS. di tutta Italia per determinare le ulteriori azioni di Udir.Marcello Pacifico (Confedir-Udir): oggi in Italia ci sono 11mila dirigenti pubblici delle funzioni centrali e locali che percepiscono 517 milioni di Fondo Unico Nazionale, a discapito di 8 mila dirigenti scolastici che hanno avuto 150 milioni di FUN. Oltre alla perequazione degli stipendi, ci sono tutti gli altri problemi, fatti di reggenze impraticabili e sottopagate, di segreterie ridotte all’osso, di rischi civili e penali sempre maggiori, di competenze allargate a dismisura senza nessun riscontro o supporto adeguato.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al lido Ilmaredentro si festeggia la famiglia tra laboratori e happy hour

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

festa famigliaBari Venerdì 2 giugno Via dello Speziale ore 9 non si festeggerà soltanto la Repubblica, infatti al lido Ilmaredentro è in programma l’evento “Festeggiamo la famiglia”. Giunta alla sua seconda edizione, questo appuntamento vuol essere una giornata incentrata sul divertimento e sul relax di grandi e piccini, con animazione, musica e attività ricreative in riva al mare. “La nostra struttura – ha affermato Resy Tassiello, organizzatrice dell’evento e responsabile della struttura – non ha barriere architettoniche tali da creare particolari modi di farsi male. Ciò ci rende un lido family friendly, ovvero adatto alle famiglie con bambini. In linea con questa caratteristica abbiamo pensato di organizzare una giornata speciale che unisse divertimento e relax per tutti”. Ad inizio giornata si darà spazio al divertimento dei bambini con attività acquatiche che si svolgeranno nelle due piscine, in quella grande e in quella salata, dedicata ai bambini. Dopo la pausa pranzo saranno due i momenti che caratterizzeranno la giornata. Per i bambini ci saranno i laboratori e per i più grandi uno speciale happy hour. Saranno cinque le attività principali proposte per i più piccoli, alle quali si potrà partecipare previa prenotazione. Ci sarà il laboratorio creativo a cura di Creative Lau Illustrazioni dell’illustratrice Laura Fusco. Insieme a lei e al suo staff i bambini tireranno fuori l’artista che c’è in loro creando forme creative con tanti colori acrilici vivaci e allegri e con divertenti pennelli artigianali fai-da-te. Con la collaborazione di Primi Applausi di Rosa Amoruso, sarà proposto il laboratorio manipolativo durante il quale si reciterà, si creeranno animali, fiori e cuori con i festa famiglia1palloncini e un grande acchiappasogni. Si gareggerà a preparare il miglior piatto con il laboratorio di cucina. Lo staff di galena chef infatti dividerà i partecipanti in due squadre e sotto la loro guida farà cimentare i bambini ai fornelli. Il laboratorio di pittura, a cura di Lefabulè, i piccoli daranno sfogo alle loro idee utilizzando corpo e mani e ispirandosi ad artisti bizzarri come Klein e Pollock. Con il laboratorio ludico, sarà ricreata un’atmosfera da luna park nella quale i partecipanti, divisi in squadre, si sfideranno in giochi circensi, proposti dagli animatori del lido, per vincere numerosi e vari premi. Tutti i laboratori avranno inizio simultaneamente alle 15 e avranno una durata di circa un’ora e mezza. L’happy-hour che avrà inizio alle 16:30 circa, sarà caratterizzato dalle selezioni musicali del dj Simon, resident del lido. I suoi mix faranno da cornice al pomeriggio estivo in cui si potrà ascoltare musica e ballare sulle note delle più belle hit della prossima estate. “Festeggiamo la famiglia” terminerà alle 18. (festa famiglia)

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Magistratura onoraria: La commissione giustizia della camera nega l’audizione

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

corte europea giustizia«Solidarietà di Fratelli d’Italia al Procuratore Spataro e alla magistratura onoraria per l’ennesima mortificazione inflitta dal Pd e dalla maggioranza che, attraverso il presidente della Commissione Giustizia della Camera Donatella Ferranti, ha chiuso la porta in faccia a 97 Procuratori della Repubblica che chiedevano un’audizione per scongiurare i disastrosi esiti del decreto legislativo sulla riorganizzazione della magistratura onoraria. Il braccio di ferro con la magistratura sta producendo da mesi, nell’irresponsabile disinteresse del Governo, la paralisi della giustizia italiana che non può essere riformata prendendo a calci la magistratura onoraria e sbattendo in faccia la porta alle Procure. Per Fratelli d’Italia bisogna partire dalla valorizzazione di una categoria composta da persone qualificate e competenti formate dallo Stato: per questo continueremo la nostra battaglia per una riforma della magistratura che soddisfi le esigenze di giustizia del popolo italiano».
Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Coisp dopo le parole del Capo della Polizia sulla perfetta riuscita del G7

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

franco gabrielli“Un impegno di straordinaria importanza, delicatezza e difficoltà come il G7 ha trovato un altrettanto straordinaria risposta delle Forze dell’Ordine a cui esprimiamo orgogliosi la nostra massima soddisfazione, facendo eco al riconoscimento già tributato dal Ministro dell’Interno, Marco Minniti, e dal Capo della Polizia, Franco Gabrielli. La Forze che compongono il Comparto Sicurezza sono e restano il fiore all’occhiello dell’Italia intera, sempre e comunque, nonostante tutto, e siamo grati al nostro Capo per la sua volontà di ribadire questa cosa alla ‘sua gente’ ed anche a tutti gli altri ad ogni occasione”. Lo afferma Domenico Pianese, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, facendo eco ai commenti del Capo della Polizia a seguito del perfetto svolgimento del G7 a Taormina. “Con altrettanta convinzione – aggiunge Pianese – ci uniamo al Prefetto Gabrielli con feroce critica nei confronti non solo dei pochi sciocchi che hanno pensato di poter riuscire a creare qualche problema di ordine pubblico in un’occasione la cui riuscita poteva e doveva essere solo un vanto per il nostro Paese, e così è stato; ma soprattutto nei confronti di chi ha sollevato le solite sterili e strumentali critiche, che tuttavia non hanno gettato alcuna ombra sul volenteroso ed impeccabile lavoro di donne e uomini in divisa. A loro – conclude il Segretario Generale del Coisp – ribadiamo i nostri complimenti, ancora una volta onorati che il Ministro ed il Capo lo abbiano fatto pubblicamente perché i cittadini non sempre sanno quale sacrificio stia dietro a una macchina che opera così fedelmente e perfettamente, ed inoltre perché la condivisione, la comprensione e l’apprezzamento altrui è la più grande gratificazione su cui dobbiamo poter contare”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Individuare la “firma motoria” dell’autismo per una diagnosi sempre più precoce

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

autismoDiagnosticare precocemente l’autismo, fin dai primi mesi di vita o addirittura in gravidanza, osservando i movimenti dei bambini. E poi modificare la motricità dei bambini con autismo e di conseguenza la loro interazione sociale grazie ai robot. Sono temi di ricerca di cui si è parlato durante il meeting “Autismo: verso un futuro migliore”, promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini e svoltosi recentemente a Genova. «Le recenti acquisizioni della ricerca ci dicono che c’è rapporto tra fare e vedere. Il modello a “sandwich” che ha dominato per lungo tempo le scienze cognitive e le neuroscienze è ormai superato» spiega Edvige Veneselli, Direttore dell’Unità di Neuropsichiatria Infantile all’Ospedale Pediatrico Gaslini di Genova e presidente del meeting. «In questo modello fare e vedere sono separati, non c’è una connessione diretta tra i sistemi percettivi e il sistema motorio . Oggi sappiamo che il sistema motorio partecipa a molte funzioni percettive e che la cognizione non è separata dal sistema motorio. I processi cognitivi, tradizionalmente considerati come isolati, sono invece radicati nell’azione e molti processi cognitivi vedono la partecipazione del sistema motorio». Questa concezione ha avuto conferma con la scoperta dei neuroni a specchio, che rispondono non soltanto quando si esegue un movimento, ma anche quando si vede un altro individuo eseguire lo stesso movimento o uno simile.
«I nostri studi riguardano la capacità di leggere l’intenzione dalla semplice osservazione dei movimenti» aggiunge Cristina Becchio, Senior Researcher dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova. «Tradizionalmente le intenzioni sono state considerate fenomeni intracranici, che non si possono vedere perché sono racchiuse nella scatola cranica dell’individuo e come tali non sono osservabili. Abbiamo invece osservato che le intenzioni, gli stati mentali, si traducono in pattern di movimento visibili. Si tratta di differenze del movimento quasi impercettibili e per studiare le variazioni nel pattern del movimento abbiamo bisogno di una metodologia non semplicemente quantitativa, ma anche qualitativa, utilizzando tecniche di modelling, neuro-imaging e stimolazione. Inoltre abbiamo abbinato alla tecnica di risonanza magnetica funzionale una tecnica di analisi multivariata. In collaborazione con l’unità i neuropsichiatria infantile dell’Istituto Gaslini ci siamo chiesti se un’analoga modulazione intenzionale si potesse osservare nel movimento effettuato da bambini con diagnosi di autismo e se ci fossero differenze tra bambini con autismo rispetto ai bambini a sviluppo tipico nelle intenzioni e nei movimenti. E la conclusione è che la quantità di informazioni trasmesse dalla cinematica circa l’intenzione al movimento è maggiore nel gruppo a sviluppo tipico rispetto al gruppo con autismo, a conferma quindi di un’anomalia nel movimento. Dalle prime osservazioni di ricerca possiamo trarre anche implicazioni per la diagnosi. Queste osservazioni, infatti, potrebbero fornire un nuovo marker comportamentale utile per una diagnosi precoce, dato che queste anomalie sono presenti fin dalla nascita e quindi potrebbero essere indagate fin dai movimenti nei primi mesi di vita. E per favorire la diagnosi, i ricercatori dell’IIT stanno pensando di realizzare una nuova tecnologia portatile che possa catturare la firma motoria dell’autismo in un ambiente al di fuori del laboratorio. Un dispositivo non invasivo, a basso costo, che possa monitorare i movimenti durante le 24 ore e fornire utili indicazioni per l’individuazione precoce della malattia».
Altri ricercatori stanno studiando il rapporto tra movimento e autismo. I fratelli minori di bambini già diagnosticati sono a rischio di sviluppo di autismo, soprattutto i maschi. Infatti nei maschi minori di fratelli con autismo il rischio di sviluppare la stessa condizione è pari al 25,9 per cento, tanto che nel mondo sono nati diversi “baby sibling network”, reti di ricercatori che monitorano i bambini a rischio fino ai tre anni di vita. In Italia è stato istituito il NIDA, Network Italiano per il riconoscimento precoce dei Disturbi dello Spettro Autistico, promosso dal Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie del Ministero della Salute. «Abbiamo monitorato sia bambini a basso rischio, cioè senza precedenti casi in famiglia, sia ad alto rischio, cioè con fratelli autistici» racconta Maria Luisa Scattoni, Ricercatrice del Reparto di Neurotossicologia e Neuroendocrinologia dell’Istituto Superiore di Sanità. «Di recente abbiamo incluso altre popolazioni a rischio, cioè i bambini prematuri tra la 26ma e 31ma settimana di gestazione. Il monitoraggio riguarda due indici di benessere: il pianto prenatale e l’analisi dei movimenti nei primi mesi di vita. Il pianto è il primo sistema con cui il bambino comunica con il mondo esterno e la sua caratteristica è data dal numero di picchi di frequenza generato dalle vibrazioni delle corde vocali, che agiscono sotto il controllo del sistema nervoso centrale. Mettendo a confronto i diversi gruppi di bambini, monitorati per i primi sei mesi di vita, abbiamo osservato che i bambini a basso rischio hanno una frequenza fondamentale del pianto diversa rispetto ai bambini ad alto rischio. Per quanto riguarda l’altro indice di benessere, il presupposto è che il bambino nelle prime settimane di vita effettua dei movimenti di stiracchiamento delle braccia e delle gambe. Dalla nona settimana di vita il movimento coinvolge tutto il corpo, che poi precede il movimento finalizzato e intenzionale, per esempio portare qualcosa alla bocca. Abbiamo osservato i movimenti di tre gruppi: i bambini a basso rischio, quelli ad alto rischio ma non ancora diagnosticati per autismo, e un terzo gruppo con diagnosi di autismo. Nelle prime sei settimane di vita i bambini a basso rischio presentano un punteggio ottimale mentre i bambini ad alto rischio che non hanno ancora ricevuto una diagnosi hanno una traiettorie differente, e i bambini con diagnosi di autismo hanno un repertorio povero. Ora stiamo avviando un nuovo studio, all’interno di un progetto europeo, per registrare i movimenti fetali durante l’ecografia 3D e 4D, in modo da poter identificare i bambini a rischio fin dalla gravidanza».
Le nuove tecnologie possono essere utili non soltanto per una diagnosi precoce, ma anche per migliorare il movimento dei bambini con autismo. «Un progetto dell’ITT riguarda lo sviluppo di nuovi approcci senso-motori utilizzando piattaforme robotica» spiega Becchio. «Pensiamo di utilizzare iCub, il robot realizzato nei laboratori del nostro Istituto (1). Partendo dal presupposto che i bambini con autismo si muovono diversamente, l’idea è che se potessimo modificare la loro cinematica, potremmo ottenere un impatto non soltanto sul loro controllo motorio, ma verosimilmente anche sulla loro capacità di percepire l’azione altrui e quindi sulla loro capacità di interazione sociale. Poiché non possiamo istruire un bambino a muoversi diversamente, perché il controllo motorio non è sottoposto a un controllo consapevole, potremmo grazie al robot sfruttare un fenomeno che si chiama “contagio motorio”: dato che le azioni altrui sono contagiose, possiamo trasferire parametri di movimento dall’azione altrui ai bambini con autismo. Per cui ci prefiggiamo di cambiare i pattern motori di iCub per contagiare i bambini a muoversi con una cinematica via via più simile a quella dei bambini a sviluppo tipico».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Indagine per la difesa degli psoriasici

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

psoriasiA scattare una fotografia accurata del vissuto del paziente affetto da Psoriasi e Artrite Psoriasica (circa due milioni e mezzo in Italia, 250mila nel Lazio), e dei clinici coinvolti nel percorso di cura è un’indagine realizzata dall’Associazione per la difesa degli Psoriasici (Adipso) e dalla Società Italiana di Comunicazione Scientifica e Sanitaria (Sics) chiamata Bridge, il ponte, appunto che riunisce tutti i protagonisti della cura: pazienti, dermatologi, reumatologi, farmacisti ospedalieri. Azioni comuni come andare a lavorare, recarsi a scuola e anche vivere serenamente la propria vita sociale possono infatti diventare difficilissime. Una diagnosi di malattia quasi mai precoce e un conseguente allungamento dei tempi di accesso a terapie adeguate rendono poi il loro cammino ancora più faticoso. I pazienti preferirebbero poter assumere i medicinali per bocca ed evitare di andare in ospedale per sottoporsi alle cure. Anche i dermatologi prediligono la somministrazione orale e i loro “desiderata” sono avere una terapia con un migliore livello di sicurezza a lungo termine, costi contenuti e una migliore tollerabilità.
I sintomi più pesanti della psoriasi e dell’artrite psoriasici sono l’arrossamento e desquamazione della pelle(34%), prurito (25%) e alterazioni delle unghie (12%) sono le manifestazioni maggiormente segnalate dai pazienti con Psoriasi (PSO). I segni della malattia colpiscono prevalentemente gomiti (19%), cuoio capelluto (14,5%), ginocchia (12,9%) e tronco (11,4%). Per quasi la metà del campione (46,9%) le lesioni cutanee evidenti impattano negativamente sulle attività quotidiane come lavoro, scuola e relazioni sociali. Soprattutto i pazienti denunciano una compromissione della loro qualità di vita. Nel complesso, il 65,1% è soddisfatto della terapia prescritta dal medico anche se un paziente su 3 (27,1% del campione) vorrebbe farmaci a somministrazione orale e 1 su 5 (il 19,75%) preferirebbe non doversi recare in ospedale per assumere la terapia.Però ha ricordato Mara Maccarone, Presidente Adipso: “La garanzia delle cure, in particolare con terapie di ultima generazione, non è assicurata ai pazienti in maniera uniforme sul territorio nazionale per problemi di sostenibilità economica, una criticità che si sta presentando anche in quelle Regioni che fin ora si erano dimostrate virtuose”. “Non avere certezza e continuità delle cure, così come non ricevere informazioni dettagliate da parte dei clinici – ha detto – porta il paziente alla depressione con il rischio di abbandono delle terapie. Per questo porteremo avanti le nostre istanze all’Aifa: questa discriminazione verso i pazienti con psoriasi e psoriasi artropatica è inaccettabile, le persone non possono rimanere senza garanzia di terapie perché la salute è un diritto dei cittadini. Nel Lazio inoltre non c’è comunicazione tra le Associazioni dei pazienti e la Regione. Una mancanza di interlocuzione gravissima e non più accettabile”. “La malattia psoriasica è una patologia particolarmente complessa – ha spiegato la Professoressa Ketty Peris, Direttore della Uoc Dermatologia all’Università Cattolica del Sacro Cuore Policlinico Gemelli di Roma – richiede infatti un approccio multidisciplinare e multidimensionale in quanto i pazienti presentano numerose comorbidità e malattie associate di tipo cardiovascolare e metabolico. L’approccio deve partire quindi da una diagnosi il più precoce possibile sia per quanto riguarda la parte cutanea che articolare. Sul fronte terapeutico oggi abbiamo a disposizione molte opportunità che ci consentono di andare incontro alle necessità di vita di ogni paziente. Ad esempio chi è in piena attività lavorativa e magari si sposta frequentemente sarà più propenso ad assumere una terapia orale piuttosto che iniettiva. Non dimentichiamo che la soddisfazione dei pazienti e la loro qualità di vita sono i due capisaldi nella aderenza alla terapia”.Per i dermatologi del Lazio i sintomi che spingono il paziente con Psoriasi non ancora diagnosticato a recarsi in visita sono principalmente la desquamazione (50%), l’arrossamento (37,5%) e il prurito (12,5% nel Lazio, 15%, media italiana).
L’obiettivo principale della terapia prescritta è quindi ridurre l’estensione delle manifestazioni cutanee (per il 46,5% del campione dei dermatologi del Lazio contro il 32,5% in Italia), migliorare il benessere generale del paziente (25,6%), desquamazione e arrossamento cutaneo (21,3%).Invece, sintomi che spingono il paziente con Artrite Psoriasica a rivolgersi allo specialista sono il gonfiore (per il 38% del campione dei dermatologi del Lazio), il dolore (27,6% nel Lazio,) e il coinvolgimento delle unghie (13,8%).L’indagine Bridge è stata realizzata con il contributo non condizionato di Celgene.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Recent Advances in Causal Inference for Policy Evaluation

Posted by fidest press agency su martedì, 30 Mag 2017

università roma treRoma Fino al 31 Maggio 2017 Dipartimento di Scienze Politiche, Aula 3B Via Gabriello Chiabrera, 199. The Department of Political Science, University Roma Tre has organized an international workshop: Recent Advances in Causal Inference for Policy Evaluation to be held from May 4th to May 31st. that is endorsed by Italian Association of Regional Science (AISRe). This is an advanced workshop in policy evaluation, focused on several econometric methods used to draw causal claims about the effectiveness of public policies and programs. The topics covered have special salience in the field of program evaluation. Often depending on the identification strategy used, different empirical studies might give different or even opposite answers to the same policy question. For this reason, it is crucial to understand pro and cons of the research designs and the econometric tools employed to generate such findings. To this end, the workshop will present recent advances in the field of casual inference such as mediation analysis, interaction among units, sample selection, and endogeneity in the presence of heterogeneous effects. Schedule: May: 4, 5, 11, 12, 18, 19, 30, 31 Weekly Seminars on May 2017 Guest Speakers: Giovanni Mellace, University of Southern Denmark May: 4, 5, 11, 12, 18, 19, 30, 31 Laura Forastiere, University of Florence May: 18 The venue is Department of Political Science, University Roma Tre, Via Gabriello Chiabrera, 199 Rome.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »