Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 307

Il Teatro di San Carlo lancia #MA_NON

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

manifesto manonNapoli lunedì 5 e martedì 6 giugno per le strade della città iniziativa di sensibilizzazione sul tema delle tratta delle schiave.
Lunedì 5 giugno 2017, con partenza dal teatro alle ore 17.30, in un itinerario attraverso via Toledo e via Chiaia e martedì 6 giugno 2017, con partenza dalla stazione centrale alle 10.30, in un itinerario che intercetterà il rione Sanità fino ad arrivare al Vomero le allieve della scuola di Teatro dello Stabile di Napoli, diretta da Mariano Rigillo (Anna Bocchino; Elisa Guarraggi; Marilia Testa; Angela Bertamino; Annabella Marotta; Caterina Girasole; Sara Guardascione; Beatrice Vento; Sharon Amato), ed altre ragazze ancora, loro coetanee (Libara Valenzi, Claudia Scuro; Clara Morlino) vestite come Manon (anch’essa deportata come prostituta nelle Americhe), srotoleranno per le strade di Napoli un rotolo di carta, una simbolica pipeline bianca tesa verso un futuro migliore, su cui chi lo vorrà potrà scrivere o riscrivere, utilizzando l’hashtag #MA_NON, le storie e i sogni di queste giovani donne.Secondo il Financial Times, la tratta di esseri umani riguarda, ormai, 21 milioni di persone in tutto il mondo. Di queste, circa 4,5 milioni, la maggior parte sono donne, vengono destinate allo sfruttamento sessuale. Si stima che alle donne ridotte alla schiavitù sessuale occorrano fra i tre e i sette anni per ripagare i propri debiti coi trafficanti. Complice anche la rete della criminalità, sono, infatti, costrette a lavorare in strada fino a 15 ore al giorno; devono spesso provvedere da sole a vitto e alloggio e, se non guadagnano abbastanza, vengono picchiate e maltrattate dai loro “protettori” (o “protettrici”).
Martedì 6 giugno 2017: partenza dalla stazione centrale alle 10.30, in un itinerario che intercetterà il rione Sanità fino ad arrivare al Vomero. In concomitanza con la messa in scena di Manon Lescaut, capolavoro di Giacomo Puccini in programma al Massimo napoletano, dal 15 al 21 giugno, in una nuova produzione firmata Davide Livermore, con Daniel Oren sul podio, e sull’onda delle emozioni suscitate dal recente sbarco nel porto di Napoli di 1500 di migranti stipati a bordo di una nave, la “Vos Prudence”, che in realtà poteva contenerne solo la metà, la Direzione Marketing del Teatro di San Carlo, insieme a numerose associazioni, tra cui Casa Ruth, promuove #MA_NON, iniziativa volta sensibilizzare l’opinione pubblica su un problema di cui si parla poco: lo sfruttamento delle donne nigeriane nel mercato italiano della prostituzione.
Una vera e propria tratta delle schiave, che giungono nel nostro Paese attraverso delle rotte chiamate pipeline nella speranza di trovare accoglienza e la possibilità di costruirsi una vita normale e che si ritrovano avviluppate in una spirale di violenza e abusi, degrado e maltrattamenti. (foto: manifesto manon)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: