Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 25

Archive for 5 giugno 2017

Trudeau sponsorizza il Ceta

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

tradeau-gentiloniby MoVimento 5 Stelle. Il primo ministro canadese, Trudeau, qualche giorno fa è venuto alla Camera dei deputati. A riceverlo in pompa magna prima la presidente della Camera, Boldrini, e poi il presidente del Consiglio Gentiloni, che, in conferenza stampa con il premier canadese accanto, ha svelato la vera mission delle vacanze romane di Trudeau: sponsorizzare il Ceta, l’accordo commerciale di libero scambio tra Canada ed Unione Europea che asfalta Made in Italy e sovranità nazionale.Un trattato simile al Ttip (quello tra Usa e Ue), che in un certo senso lo sostituisce visto che molte multinazionali statunitensi hanno una sede anche in Canada, e che, solo per citare alcuni rischi, svenderà i servizi pubblici italiani, renderà irreversibili le privatizzazioni (dagli ospedali alla gestione dell’acqua), sdoganerà in Europa gli Ogm, di cui il Canada è il terzo produttore mondiale, e circa 130mila tonnellate di carne canadese trattata con ormoni.E il Governo davanti al primo ministro canadese Trudeau, sponsor principale del Ceta, cosa fa? Lo accoglie a braccia aperte. Prima la Boldrini con i suoi panegirici, elogiandolo a tutto tondo in quanto ‘femminista’, promotore di una ‘visione multiculturale’ e della ‘lotta ai cambiamenti climatici’ in casa propria, ma del tutto favorevole alle porcate che è venuto a piazzare in Italia e nel resto d’Europa.Pochi minuti dopo è la volta di Gentiloni, che, ospitando in conferenza stampa Trudeau al proprio fianco, ha dichiarato pubblicamente che spera che il Parlamento italiano dia al più presto il via libera alla ratifica del Ceta, che l’ultimo Consiglio dei Ministri ha predisposto in tutta fretta con un disegno di legge. Un’indicazione di voto vergognosa.
Cosa faranno adesso il Pd e le altre forze politiche alla prova del voto in Aula? Risponderanno, come Gentiloni e Boldrini, al diktat delle multinazionali pro Ceta, votando a favore della ratifica, o avranno il coraggio, come il MoVimento 5 stelle, di restare fedeli ai cittadini e votare contro il Ceta per rispedirlo al mittente? Un promemoria importante per le prossime elezioni politiche in cui i cittadini italiani dovranno scegliere tra un Governo 5 stelle, che difende i loro interessi, e l’ennesimo Governo, figlio della partitocrazia, supino invece alle istanze delle multinazionali e degli altri Governi che, come il Canada in questo caso, se ne fanno portavoce.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A horrific attack in Kabul shows the Afghan government’s weakness

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

afghanistanKabul. EVEN for a city familiar with explosions, the power of the bomb that ripped through Kabul on May 31st was shocking. The device, hidden in a tanker truck, went off during rush hour in a crowded area near several foreign embassies. The blast shattered windows a mile away and sent clouds of black smoke swirling above the city. At least 90 people were killed and more than 460 wounded, making it one of the deadliest attacks in the capital in the 16-year civil war.Jan Ali Ghobar, who works for Roshan, a telecommunications company based nearby, was knocked unconscious: “When I came back, everything was dark, the ceiling had fallen down, our desk chairs, everything was crushed.” The German embassy was badly damaged; one of its Afghan guards was killed. As The Economist went to press, no one had claimed responsibility for the blast. A spokesman for the Taliban denied that they were behind it. Islamic State militants have staged several attacks in Afghanistan in recent months, though none as large as this. Whoever was behind it, the attack highlights the Afghan government’s inability to provide security, even in the capital. According to the UN, Kabul has become the deadliest province in the country for civilians, ahead of some of the country’s more notorious trouble spots, such as Helmand and Kandahar.
One effect of the explosion has been to heighten the debate in Germany over whether it is reasonable to repatriate Afghans whose applications for asylum are unsuccessful. Just after the blast, the German authorities postponed a flight carrying failed asylum-seekers to Kabul. German officials’ insistence that parts of Afghanistan are safe for deportees sounds ever less plausible.The bombing will also intensify the row within the administration of Donald Trump over whether to increase America’s military presence in Afghanistan. Mr Trump’s national-security team has endorsed a plan to deploy up to 5,000 extra troops. Others in the White House remain opposed to further entangling America in a war on which it already spends $3bn a month. Mr Trump has not yet made up his mind. The bombing certainly strengthens the case that the Afghan government is losing control and needs more military assistance. But it also makes Afghanistan look even more like a quagmire. (by The Economist)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emmanuel Macron confronts Vladimir Putin

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

macron putinFOR a republican country, the welcome could scarcely have been more royal. Exactly 300 years after a young Louis XV hosted Peter the Great at the Chateau de Versailles, on a trip to admire French imperial splendour, France’s new president, Emmanuel Macron, chose the same setting for talks with his Russian counterpart, Vladimir Putin. The gold leaf on the palace shimmered in the spring sunlight. Plume-helmeted guardsmen lined the red carpet as Mr Putin stepped from his limousine. But if the symbolism on May 29th was friendly, the meeting itself hinted at an inner steeliness to the 39-year-old French president and diplomatic novice.After two hours of talks, Mr Macron described the encounter as “extremely frank and direct”, which is as close as diplomatic jargon gets to admitting that things were tense. With Mr Putin standing by his side, in the centre of the chateau’s long gallery of paintings depicting glorious French battles, Mr Macron warned that his “red line” in Syria would be the use of chemical weapons. France would show “no weakness” in the face of any such attacks, and would not hesitate to retaliate.The French president added that he had raised the question of gay rights in Chechnya with Mr Putin, and would be “constantly vigilant” about the matter. He said that he and the Russian president had agreed to fresh talks, along with Germany and Ukraine, over the implementation of the Minsk agreements on Ukraine. But the most revealing moment was when Mr Macron was asked by a Russian journalist why he had banned reporters from Sputnik and RT, two Russian news agencies, from his campaign headquarters. The answer, he snapped, was that they had behaved like “agents of influence and propaganda” and had spread “serious falsehoods” about him and his campaign. Mr Putin, next to him, was expressionless.
The meeting in Versailles was intended to reset Franco-Russian relations. Last year Mr Putin called off a trip to Paris, ostensibly to open a new Russian cultural centre, after François Hollande, Mr Macron’s predecessor, downgraded the visit following the Russian bombing of the Syrian city of Aleppo. Mr Hollande had previously cancelled the sale of two French-built warships after the Russian annexation of Crimea. Mr Macron stressed this week that voicing differences was an important way of taking things forward. His aides said that he wanted a “demanding dialogue”. “It’s important that Russia does not act in isolation; that’s when it becomes dangerous,” said one. They are particularly concerned to make sure Russia continues to receive international feedback while Germany is focused on domestic politics during its election campaign.Mr Macron is a novice at global diplomacy, and nobody has been sure what to expect from him. The contours of his approach are now beginning to emerge, after a few days of high-level summitry last week at the NATO mini-summit in Brussels and the G7 get-together in Sicily. One point is the French president’s attention to symbols and gestures. After engaging America’s president, Donald Trump, in a lengthy, muscular handshake, Mr Macron described his firm grip as “not accidental”. It was important, he said afterwards, to earn respect from those such as the leaders of America, Russia or Turkey whose diplomatic relations were based on a balance of power.The broader point is that Mr Macron wants to preserve and exploit France’s geostrategic independence, while restoring its global voice in a reinforced Europe. To almost any question for France, Germany will be the first answer. Mr Macron chose Berlin for his first foreign trip, and singled out Angela Merkel on arrival at the G7 meeting. He hopes to make his country once more a respected partner for Germany by carrying out economic reforms. But he also sees a global role for France, continental Europe’s only serious military power. His diplomatic inexperience could be less a disadvantage than an opportunity for a fresh start. As he showed this week with Mr Putin, Mr Macron is not just about charm. Now he needs to prove he can put a broader mix of skills to good use. (by The Economist)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’impiego delle benzodiazepine nella cura dell’insonnia

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

insonniaDiversi studi indicano che le benzodiazepine (BDZ) sono tra i farmaci più prescritti in tutti i paesi occidentali. In particolare in Italia l’ultimo rapporto OSMED 2015 mostra che il consumo di BDZ nel nostro Paese è relativamente alto ed è stimato in 52,9 DDD/1000 abitanti/die. Un adulto su 10 ne fa uso ma la percentuale sale a 1 su 4 nella popolazione oltre i 65 anni di età. Complessivamente il 5% della popolazione generale italiana (circa 3 milioni di persone) fa uso cronico di questa classe di farmaci. Le BDZ rappresentano una classe di psicofarmaci la cui struttura chimica è caratterizzata dalla fusione di un anello benzenico e un anello diazepinico. Queste molecole agiscono prevalentemente legando il recettore GABA-A, un canale ionico per il cloro. Le BDZ, legandosi a un sito specifico, aumentano l’affinità recettoriale del GABA, con conseguente aumento della permeabilità allo ione. La struttura pentamerica del recettore GABA-A è costituita da almeno tre delle subunità recettoriali alfa, beta, gamma, delta, ed epsilon, di cui esistono innumerevoli isoforme, ciascuna avente una distribuzione peculiare nelle diverse aree cerebrali. La subunità á1 sembra mediare gli effetti sedativi, amnesici e anticonvulsivanti; la subunità alfa2 gli effetti ansiolitici; le subunità alfa3 e alfa5, rispettivamente, gli effetti miorilassanti e cognitivi. Mentre l’azione ansiolitica è correlata al potenziamento della trasmissione GABAergica, l’induzione dell’azione ipnotica si verifica mediante un prevalente effetto sulle strutture del tronco encefalico; l’azione anticonvulsivante è legata, invece, all’inibizione dei centri mesencefalici e diencefalici, che svolgono un ruolo attivante rispetto all’eccitabilità corticale; l’azione miorilassante è, infine, correlata a una inibizione sui centri che regolano il tono muscolare sia a livello corticale, sia a livello sottocorticale. I diversi effetti terapeutici delle BDZ (azione ansiolitica, sedativo-ipnotica, miorilassante e anticonvulsivante) ne determinano l’indubbia utilità nel trattamento di disturbi psichiatrici e neurologici complessi e di varia gravità 1-2. Le principali indicazioni terapeutiche delle BDZ variano a seconda delle singole molecole e includono: insonnia, ansia e disturbo di panico, convulsioni e stato di male epilettico, mioclono, spasmi muscolari, sindrome da astinenza alcolica, pre-anestesia, sedazione in alcune manovre diagnostiche o terapeutiche, induzione e mantenimento dell’anestesia bilanciata.
In particolare tra le terapie farmacologiche supportate da studi che ne confermano la sicurezza e l’efficacia, le benzodiazepine (BDZ) sono farmaci di prima linea nel trattamento dell’insonnia. Se usate a breve termine (meno di due settimane), le BDZ sono considerate sicure ed efficaci per il trattamento dell’insonnia(4). Approvate per l’uso come ipnotici/sedativi in commercio in Italia sono brotizolam, estazolam, flunitrazepam, flurazepam, lorazepam, lormetazepam, nitrazepam, nordazepam, temazepam e triazolam(3). Le principali controindicazioni all’assunzione di BDZ sono la nota ipersensibilità, la miastenia gravis, la grave insufficienza respiratoria o la depressione respiratoria acuta e l’insufficienza epatica avanzata. Le BDZ sono anche controindicate nel primo trimestre di gravidanza e durante l’allattamento, sebbene i dati in letteratura non siano univoci a tal proposito (nel primo e secondo trimestre l’assunzione di BDZ si assocerebbe a un aumentato rischio di palatoschisi, stenosi pilorica e malformazioni cardiache, mentre nel terzo trimestre al rischio di eccessiva ipotonia muscolare nel neonato (floppy infant syndrome). Altre controindicazioni sono rappresentate dall’intossicazione alcolica acuta, dalla sindrome da apnee notturne del sonno, dallo stato confusionale e da tutte quelle condizioni caratterizzate da decadimento cognitivo(1-2). Le benzodiazepine si differenziano dal punto di vista farmacodinamico (potenza e persistenza del legame recettorial) e altre alle caratteristiche farmacocinetiche (emivita e metabolismo)(1-2).
Rispetto all’emivita, le BDZ si distinguono in molecole a emivita breve, intermedia e lunga. Tra quelle a lunga emivita diazepam, delorazepam, durata di 24-72 ore (talora oltre). Fra le BDZ a emivita intermedia (10-20 ore) sono ampiamente utilizzati il lorazepam e il lormetazepam. BDZ a emivita medio-breve (6-12 ore) sono l’alprazolam e l’etizolam, ad azione breve il triazolam ecc. L’emivita è un criterio importante anche per operare la scelta di una BDZ ipnoinducente: nell’insonnia iniziale che corrisponde alla difficoltà nell’addormentamento possono essere utilizzate molecole a breve emivita, nell’insonnia centrale o terminale (risvegli nel cuore della notte o risveglio prematuro),” possono essere impiegate molecole con emivita più protratta. Va inoltre tenuta in considerazione il possibile fenomeno hangover, ovvero del protrarsi dell’azione sedativa non desiderata. Benché molecole caratterizzate da elevata maneggevolezza, le BDZ possono determinare l’insorgenza di effetti indesiderati che, insieme al rischio di dipendenza, devono essere monitorati. Tra gli effetti collaterali vengono riferiti sedazione, amnesia anterograda, astenia, atassia, sonnolenza e riduzione delle performances cognitive e psicomotorie. In particolare la sedazione presenta un effetto dose dipendente, maggiormente evidente nei primi giorni di trattamento, rappresenta un possibile fattore di rischio per le cadute accidentali negli anziani. (by Doctor33) (foto: insonnia)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il risanamento ambientale deve essere una priorità per il governo

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

cinzia pellegrinoTaranto “I tarantini stanno pagando e pagheranno ancora per i veleni che per oltre 50 anni l’industria siderurgica ha riversato nella loro città. Lo confermano anche i dati del Registro Tumori della ASL TA: per alcune patologie ci si ammala molto più che nel resto d’Italia e del Mezzogiorno. Le diossine, i PM 10 e i PCB causano cancro e tumori e capire che c’è un nesso fra chi emette inquinamento e le neoplasie che si sviluppano nella zona non è poi così assurdo.
Lunedì arriverà il decreto di assegnazione dell’ ILVA alla nuova cordata industriale. Non vogliamo un nuovo carrozzone statale che succhia soldi pubblici, licenzia i lavoratori e non provvede alla bonifica dei terreni contaminati.
Ci aspettiamo, invece, che la priorità assoluta sia il risanamento ambientale del quartiere Tamburi.Pretendiamo anche che vengano assegnate più risorse al Registro Tumori, eccellenza tarantina che lavora senza mezzi economici adeguati, per la quale come Fratelli d’Italia tramite i nostri Deputati portammo già un anno fa una interrogazione in Parlamento.Interrogazione a tutt’oggi rimasta senza risposta, perché è evidente che questo Governo ha da sempre altre priorità, non certamente la salute degli italiani.” (Cinzia Pellegrino, Coordinatore Nazionale Dipartimento tutela Vittime di FdI-AN Giovanni Caragnano, Referente del dipartimento per la Provincia di Taranto) (foto: cinzia pellegrino)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra ‘Nove scatti. Nove viaggi fotografici di Cecilia Mangini’

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

Roma Martedì 6 giugno 2017, alle ore 18:00 / 31 Luglio 2017 Dipartimento di Architettura, (ingresso via Aldo Manuzio 68) in Via Orazio Giustiniani 5 si inaugura, alla presenza di Cecilia Mangini, la mostra Nove scatti. Nove viaggi fotografici di Cecilia Mangini a cura di Paolo Pisanelli e Claudio Domini, con Francesca Romana Stabile. Ideazione e realizzazione: Cinema del reale, Erratacorrige, Officina Visioni, Big Sur, in collaborazione con il Dipartimento di Architettura e AUT – Archivio Urbano Testaccio.
L’esposizione è stata programmata nell’ambito di una serie di iniziative dedicate a Cecilia Mangini grande autrice del cinema documentario italiano.
Cecilia Mangini sarà al centro, dal 31 maggio al 10 settembre 2017, dell’omaggio che Roma, sua città d’adozione, ha scelto di dedicarle, ospitando presso il Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari la mostra Cecilia Mangini – Visioni e passioni (fotografie 1952-1965), ideata e realizzata da Associazione Cinema del reale, Erratacorrige, Big Sur e Officina Visioni, con Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia e Museo delle Civiltà.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Biophotonics Challenge a Ingegneria

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

Roma Martedì 6 Giugno 2017, ore 11:00 Dipartimento di Ingegneria, Aula N17 Via della Vasca Navale 109. Gli studenti cureranno una breve presentazione sulle esperienze di laboratorio svolte durante il corso e cinque gruppi di studenti competeranno per l’assegnazione di alcuni premi (gadget) offerti dalla Dnaphone.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I linguaggi della Riforma: architettura, immagine, rappresentazione

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

Roma Martedì 6 giugno ore 9:30-17 Aula Magna del Rettorato via Ostiense 159. Il convegno “I linguaggi della Riforma: Architettura, immagine, rappresentazione”, organizzato da Roma Tre in collaborazione con Sapienza e Tor Vergata, s’inserisce nel ciclo d’incontri “Dialoghi sulla Riforma 1517-2017” inaugurato in Campidoglio lo scorso 10 maggio e organizzato dal Comitato regionale di coordinamento delle università del Lazio (Crul) in occasione del quinto centenario dall’affissione delle “95 tesi di Lutero” e dell’avvio della Riforma protestante in Europa.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Les precieuses ridicules al Centro di Studi italo-francesi

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

Roma Lunedì 5 Giugno 2017, ore 18:30 Centro di Ateneo di Studi Italo-francesi , Sala Capizucchi Piazza di Campitelli 3. La Compagnia di Teatro in lingua francese Les jeunes filles en fleur presenta Les precieuses ridicules di Molière Regia: Cristiano Arsì Aiuto regia: Flavia Angelucci Coordinatore e referente del progetto.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Corso di perfezionamento NVivo Giugno 2017

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

Roma Lunedì 5 Giugno 2017, ore 14:30 / 23 Giugno 2017 Laboratorio LASER Piazza della Repubblica 10. Il corso offre una messa a punto sulle problematiche e sulle prospettive delle metodologie di ricerca relative all’analisi qualitativa, con particolare riferimento alla Grounded Theory; consente inoltre di acquisire competenze operative, teoriche e pratiche, per l’utilizzo del software NVivo. NVivo supporta la ricerca qualitativa, la codifica e l’organizzazione dei dati ed è classificabile come software finalizzato alla costruzione e alla rappresentazione della teoria. Il programma del corso è estremamente flessibile anche grazie alla sua componente online e risponde in maniera efficace alle impostazioni della ricerca qualitativa, soprattutto in relazione all’applicazione della metodologia Grounded Theory. NVivo consente di lavorare non solo su dati testuali, ma anche su dati multimediali. Informazioni costo di partecipazione: € 350,00 domanda di ammissione: entro l’ 8.05.2017 durata del corso: 28 h in presenza + 3 settimane online sulla piattaforma Moodle del Dipartimento di Scienze della Formazione.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ciclo di lezioni prof. Gerald Epstein

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

Roma Lunedì 5 Giugno 2017, ore 10:30 / 12 Giugno 2017 Scuola di Economia e Studi Aziendali Via Silvio D’Amico 77.Il prof. Gerald Epstein (Professor and Co-Director PERI – Political Economy Research Institute- UMassAmherst, MA – US), nell’ambito del Dottorato in Economia, terrà un ciclo di lezioni sul tema “The Bankers Club and Rise of Right Wing Populism”.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Incontro di Björn Stenvers

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

Roma Lunedì 5 Giugno 2017, ore 9:30 / 9 Giugno 2017 Centro di Didattica Museale Via Daniele Manin, 53 (I piano) I corsisti del Master di II livello “Standards for museum education” incontrano Björn Stenvers, Director of Foundation of the Amsterdam Museums, sul tema “Beauty and business: come valorizzare il patrimonio culturale”.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Genere e sessualità nella letteratura di Roma Antica: un’introduzione

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

Roma Lunedì 5 Giugno 2017, ore 10:00 / 9 Giugno 2017 Dipartimento di Studi Umanistici, Sala riunioni dell’Area di Studi sul Mondo Antico Via Ostiense 234/236.Il prof. Marco Formisano, Università di Gent (Belgio) terrà un ciclo di lezioni su Genere e sessualità nella letteratura di Roma Antica: un’introduzione. Programma:
Introduzione a genere e sessualità nella cultura e letteratura di Roma antica. – Una sessualità romana: Cornelio Nepote e Valerio Massimo.
Mercoledì 7 giugno ore 10-12, Sala Riunioni (Area di Studi sul Mondo Antico) – Lo stupro in Ovidio. – La donna ‘attiva’: Cicerone, Pro Caelio. – Invettiva: Marziale, Seneca, Gellio. – Catullo.
Venerdì 9 Giugno, ore 10-12, Sala Riunioni (Area di Studi sul Mondo Antico) – ‘Parler femme’ in Plauto e Virgilio. – Genere e sessualità nel cristianesimo: Passio Perpetuae et Felicitatis

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The United States and the Middle East in historical and political perspective Roma

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

Lunedì 5 Giugno 2017, ore 10:00 / 7 Giugno 2017 Dipartimento di Scienze Politiche Via Chiabrera 199. Il seminario, tenuto dal prof. Yossi Shain e realizzato nell’ambito del corso The United States and the World in the 20th and 21st centuries, vuole offrire agli studenti del percorso magistrale in International Studies la possibilità di approfondire un tema centrale nelle relazioni internazionali oggi.Yossi Shain, docente di Scienze Politiche all’ Università di Tel Aviv e alla Georgetown University di Washington, approfondisce l’analisi sulla politica degli Stati Uniti in Medio Oriente sia in prospettiva storica che in quella delle relazioni internazionali. Gli incontri seminariali non prendono in esame solo il conflitto israelo-palestinese, ma affrontano più in generale le tensioni e i problemi che attraversano i paesi del MO nella attuale difficile fase storica, con particolare riferimento al cambio radicale che la nuova amministrazione americana sembra voler imprimere alle relazioni internazionali, e in particolar modo nei sui rapporti con Israele e i paesi arabi.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Studio dei sistemi di numerazione

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

Roma Lunedì 5 Giugno 2017, ore 9:00 / 9 Giugno 2017 Argiletum, Aula Urbano VIII Via della Madonna dei Monti 40. Obiettivo di questo convegno è quello di riunire ricercatori interessati alle interazioni tra diverse discipline quali sono quelle coinvolte nello studio dei sistemi di numerazione: la teoria ergodica, la teoria dei numeri e la combinatorica. Nei cinque giorni della conferenza, i relatori provenienti da tutto il mondo, esporranno in più di 40 interventi gli ultimi risultati di ricerca nei vari temi che caratterizzano da un punto di vista matematico i sistemi di numerazione:
– Sistemi di numerazione in generale;
– Rappresentazioni geometriche, frattali di Rauzy, tassellazioni del piano;
– Rappresentazione di operazioni in base un numero di Pisot mediante automi a stati finiti;
– Sistemi Sofici associati con i numeri Pisot;
– Rappresentazioni ridondanti e crittografia;
– Sistemi Shift-Radix;
– Sistemi di numerazione astratti;
– Numeri Beta-interi e loro proprietà combinatorie;
– Spettro e misure spettrali associate ai sistemi di numerazione;
– Somme di cifre per i sistemi di numerazione classici e non classici;
– Studio Analitico e probabilistico di funzioni aritmetiche in relazione alla numerazione;
– Combinatoria sulle parole e approssimazione Diofantea;
– Numeri Algebrici e trascendenti collegati con i beta-interi.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »