Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 8 giugno 2017

Salone dell’Auto Parco Valentino 2017

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

8 giugno giorno dell’inaugurazione

 

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Un grande happening per presentare, “Anima”, l’esordio letterario dell’attrice e fotomodella Alessia Arati

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

alessiaRoma 9 giugno alle ore 19.00 presso la galleria d’arte “Area Contesa” di via Margutta 90 la narrazione di questo romanzo, che descrive le vicissitudini di un gruppo di amiche dispiegate tra il lavoro, le esperienze di vita e relazionali pregresse e le nuove in corso, rappresentanti il vero fulcro del libro, è affidata alle letture dell’attore Marco Di Stefano. L’autrice, Alessia Arati, ha uno stile diretto e moderno, veloce nei tempi di ricezione e ironico a tratti, mantenendo una densità di concetto mentre descrive, con dovizia di particolari, la protagonista femminile, Arya, un’infermiera dalla mente tumultuosa e romantica che svolge con dedizione il suo ruolo di sostegno e cura dei pazienti, e quello maschile, definito empaticamente Anima, un pittore, conosciuto in una galleria che diviene un luogo focale, un uomo intuitivo e affascinante, riverso in se stesso ma fluido e ben amalgamato nel suo concedersi anche se a piccole dosi. Un connubio che non può non esplodere. Anima e Arya, protagonisti assoluti, vivranno una storia che alterna una passione erotica e un incastro spirituale reale. Personaggi moderni ed estremamente umani, cedevoli di errori e capaci di riprese, forti delle loro fragilità. La fragilità diviene forza qualora fa perno su se stessa per elevarsi a potenza. Durante la serata la scrittrice, che ha perseguito studi in materie umanistiche e letterarie, presenterà anche il booktrailer del libro, girato dal regista Tony Paganelli, le cui riprese sono state effettuate tra Lazio ed Abruzzo. (Federica Rinaudo) (foto: alessia)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concorso miss Italia a Galliate

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

miss italiaSelezione di Sale (AL) - ph Alberto BardusSelezione di Sale (AL) - ph Alberto BardusGalliate (No) venerdì 9 giugno alle ore 21:30. Davanti alla splendida scenografia del Castello Sforzesco, 27 ragazze si contenderanno il titolo di Miss Miluna, sfilando prima in abito e poi in costume. A presentare l’evento l’ex gieffina Martina Pascutti, torinese classe ’90, già aspirante Miss Italia di qualche edizione fa ed oggi volto noto del piccolo schermo, impegnata come presentatrice su un canale nazionale del digitale terrestre.
“Siamo pronti alla selezione del 9 giugno – dice l’agente regionale del concorso, Vito Buonfine – ci prepariamo a calcare la scena di uno delle location più belle e prestigiose del Piemonte. Ringrazio l’amministrazione comunale e la Pro Loco che per la prima volta ospitano il concorso a Galliate, la cornice magica del Castello saprà valorizzare la kermesse, che anche quest’anno ripropone il binomio vincente bellezza/territorio”.
L’evento è stato preceduto a Sale, nell’alessandrino, per la seconda selezione di Miss Italia in Piemonte, svoltasi al ristorante “La Vecchia Botte”, in frazione Gerbidi. Ad aggiudicarsi il titolo di Miss “La Vecchia Botte” Carola Briola, 21 anni, di Asti, alta 1,72 capelli castani e occhi verdi, studentessa all’Università del Piemonte Orientale, frequenta un corso di canto e di teatro, pratica danza, in particolare ballo liscio e latino-americano. (foto: carola briola, gruppo, miss italia)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Colosseo: Raggi, bene Tar su ricorso Roma Capitale. Hanno vinto i cittadini

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

colosseo-internoRoma “Hanno vinto i cittadini. Bene il Tar che ha accolto il nostro ricorso sull’istituzione del Parco archeologico del Colosseo. È stato sconfitto il tentativo del Governo di gestire in totale autonomia e senza concertazione il patrimonio culturale della nostra amministrazione. Roma resta di tutti. Questo mi sembra un momento importante e positivo per riprendere un discorso sulla gestione integrata e unitaria del patrimonio culturale della città così come proposto più volte dall’amministrazione capitolina al Ministero dei Beni culturali”. Così in una nota la sindaca di Roma Virginia Raggi.”Apprendo che le argomentazioni che hanno motivato il nostro ricorso sono state riconosciute fondate dal Tribunale amministrativo – dichiara il vicesindaco e Assessore alla Crescita culturale Luca Bergamo – Quello che rende unica Roma è la straordinaria presenza di una civiltà che ininterrottamente ha trasformato il proprio territorio lungo l’arco di oltre 2700 anni. Questa unicità è un valore dello sviluppo del Paese, oltre che della città stessa, solo se viene concepita come parte integrante di una politica il cui obiettivo primario non è l’attrazione di turisti, che pure sono benvenuti, ma lo sviluppo di nuova cultura e la valorizzazione dell’enorme sistema di produzione della conoscenza che la città ospita”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ricostruzione storica dello “Sbarco di Enea”

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

Sbarco di EneaPomezia 18 giugno 2017. Cittadinanza, turisti e cultori della storia sono invitati a partecipare alla XXIV edizione della tradizionale ricostruzione storica dello “Sbarco di Enea”. L’evento si ripeterà anche quest’anno nella data di Domenica 18 giugno, al tramonto. Nel periodo e nel luogo identificati come “teatro” dell’evento: il solstizio d’estate e la foce del Numicus, l’attuale Fosso di Pratica di Mare, adiacente lo stabilimento Celorimare. Qui, attori, danzatrici e volontari, daranno vita alla più attesa manifestazione storico/culturale del territorio. La necessità di riscoprire le origini di questo territorio, ricolonizzato poco più di 70 anni fa, e rilanciarlo sulla scena nazionale ed internazionale sono state le molle che hanno spinto i volontari dell’Ass. Tyrrhenum a dar vita a questa manifestazione. L’episodio rappresentato in questo “Sbarco di Enea” è il “Pasto delle Mense”, riproposto con costumi, musiche, danze, cibi, letture, falò, ecc., che si verificò subito dopo l’approdo dei Troiani. La manifestazione ha il patrocinio del Comune di Pomezia e rientra nell’ambito degli eventi dell’Estate Pometina.
(foto: Sbarco di Enea)

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gianluca Galletti aderisce alla Dichiarazione di Amsterdam

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

amsterdam

Il Ministro ha risposto positivamente all’invito di Campagne Liberali di firmare la Dichiarazione che impegna i Paesi firmatari a promuovere l’impiego di olio di palma 100% sostenibile entro il 2020. Per Campagne Liberali, l’adesione del Ministro Galletti conferma che l’olio di palma è un ingrediente salubre ed anche compatibile con criteri elevati di sostenibilità ambientale.Dopo la sentenza della Corte di Appello di Bruxelles, che ha ribadito la salubrità dell’olio di palma, questa firma è un segnale forte contro la campagna denigratoria nei confronti di questo ingrediente, portata avanti solamente per fini commerciali ai danni dei consumatori.“Per noi di Campagne Liberali si tratta di un ulteriore vittoria contro gli interessi ideologici e commerciali che in questi anni hanno negato la scienza e il diritto alla libera scelta dei consumatori” dichiarano da Campagne Liberali e concludono “Restiamo fiduciosi che tutte le aziende e le catene di distribuzione che hanno contribuito a demonizzare l’olio di palma senza alcun argomento scientifico, ritornino sui loro passi eliminando dalle etichette la dicitura “senza olio di palma” che è ingannevole come dimostrato dal Tribunale di Bruxelles pochi giorni fa”.Campagne Liberali è la piattaforma di cittadini e attivisti che difende la libertà di scelta e promuove il corretto dibattito scientifico. Campagne Liberali si propone di sostenere tutti quei prodotti e quei servizi che subiscono campagne denigratorie da parte di organizzazioni non governative, movimenti e gruppi di interesse il cui obiettivo è danneggiarne il commercio sfavorendo il libero mercato.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Banche italiane: Continua la serie infinita di errori politici

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

salva bancheHa dell’incredibile la serie di errori madornali che la politica ha fatto negli ultimi anni sul sistema bancario italiano. Lo schema di base è sempre il solito: prima si sottovaluta il problema fino a quando diventa non più ignorabile (ed i costi per risolverlo lievitano). A questo punto… si dichiara di volerlo affrontare ma… si perde altro tempo. Passato un po’ di tempo, troppo, si prende la decisioni minimalista che inevitabilmente si dimostra inadatta. Risultato: ulteriore perdita di tempo. Solo quando la situazione è completamente incancrenita si ricorre alla soluzione definitiva. Sono anni ormai che scriviamo della necessità di un rimedio strutturale al problema dei crediti in sofferenza per l’intero sistema bancario.Questo avrebbe imposto dei negoziati con l’Europa ritenuti troppo complessi per il Governo e si è preferito rimandare il problema per troppo tempo. L’anno scorso il ministro Pier Carlo Padoan ha partorito una soluzione pasticciata (l’invenzione dei GACS ed il Fondo Atlante) che hanno dimostrato ormai in maniera inequivocabile la sua inefficacia. Circa un anno fa scrivevamo in proposito: “Mezzucci come il Fondo Atlante per tamponare le urgenze, sono – appunto – tamponi che non risolvono la questione, al massimo comprano un po’ di tempo.”Fummo profeti fin troppo facili. Era chiaro a chiunque che le soluzioni proposte dal Governo erano largamente insufficienti.
Non avendo affrontato la soluzione strutturale, il Governo si è trovato ad affrontare le varie crisi caso per caso.Il primo grande errore fu sulle 4 banche (Banca dell’Etruria, Banca Marche e le Casse di Risparmio di Ferrara e di Chieti) “salvate” dal decreto della fine del 2015, il quale ha inguaiato molti risparmiatori e creato un panico che ha sicuramente peggiorato la situazione dal punto di vista sistemico.Poi c’è stata tutta la vicenda del Monte dei Paschi di Siena, ancora una volta si è agito tardivamente e male e si è finito per dover sborsare molti più soldi pubblici di quello che avremmo potuto fare se si fosse risolto subito il problema in modo definitivo con la provvisoria nazionalizzazione.Adesso è la volta delle banche venete. Ancora una volta si è perso un sacco di tempo. Ancora una volta sono i negoziati con la burocrazia europea il “problema”. Sicuramente l’Europa, su questo punto, ha le sue grandi responsabilità. Ma le responsabilità maggiori sono indubbiamente del Governo che per non prendere una posizione drastica, una volta per tutte, si costringe ad intavolare tanti negoziati sempre più difficili. La Direzione Competition della Commissione Ue ha dato 30 giorni per trovare una soluzione al problema delle 2 banche venete minacciando, di fatto, la risoluzione delle stesse. Politicamente siamo in un momento particolarmente delicato, perché con l’estate alle porte e le possibili elezioni in autunno, il Governo non potrà permettersi di far saltare le banche mettendo migliaia di obbligazionisti sul lastrico. Dall’altra parte la Direzione Competition della Ue ha politicamente bisogno di dimostrare che non cede continuamente alle richieste degli Stati.E’ ragionevole pensare che ci saranno tante tensioni, ma alla fine il Governo italiano salverà le banche venete con o senza il consenso della Commissione Ue la quale, eventualmente, potrà aprire una procedura d’infrazione. Nel frattempo la parte più solida del sistema bancario sta dismettendo i propri crediti in sofferenza con enormi ricapitalizzazioni, ma restano grandissimi problemi per la parte più debole del sistema bancario. Riusciremo ad affrontare, finalmente, il problema in modo sistemico con una Bad Bank così come chiede la stessa Banca d’Italia? Oppure dobbiamo aspettare il nuovo caso che ci porti ad una nuova estenuante trattativa con l’Europa? (Alessandro Pedone, responsabile Aduc Tutela del Risparmio)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Un Fondo europeo per la difesa

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

european commissionBruxelles. La Commissione vara un Fondo europeo per la difesa al fine di aiutare gli Stati membri ad utilizzare il denaro dei contribuenti in modo più efficiente, ridurre le duplicazioni della spesa e ottenere il miglior rapporto qualità/prezzo nella spesa sostenuta. Annunciato dal Presidente Juncker nel settembre 2016 e avallato dal Consiglio europeo nel dicembre 2016, il Fondo coordinerà, integrerà e amplificherà gli investimenti nazionali per la ricerca nel settore della difesa, nello sviluppo di prototipi e nell’acquisizione di tecnologie e materiali di difesa.Il Fondo europeo per la difesa comprende due sezioni:
Ricerca: l’elemento “ricerca” del Fondo sta già dando risultati. A partire dal 2017 l’UE concederà, per la prima volta, sovvenzioni destinate alla ricerca collaborativa in tecnologie e prodotti per la difesa innovativi, interamente e direttamente finanziate dal bilancio dell’UE. I progetti ammissibili al finanziamento dell’UE si concentreranno sui settori prioritari precedentemente concordati dagli Stati membri e possono comprendere l’elettronica, i metamateriali, i software cifrati o la robotica. I finanziamenti saranno i seguenti:
90 milioni di EUR stanziati fino alla fine del 2019, con 25 milioni di EUR stanziati per il 2017. Oggi viene pubblicato un invito a presentare proposte per progetti nel settore dei sistemi senza pilota in ambiente navale e dei sistemi per i soldati. La firma delle prime convenzioni di sovvenzione è prevista per la fine dell’anno.
500 milioni di EUR l’anno dopo il 2020. Nel 2018 la Commissione proporrà un programma UE specifico di ricerca nel settore della difesa con una dotazione annua stimata di 500 milioni di EUR, che renderà l’UE uno dei maggiori investitori nella ricerca nel settore della difesa in Europa.
Sviluppo e acquisizione: il Fondo introdurrà incentivi affinché gli Stati membri cooperino nello sviluppo congiunto e nell’acquisizione di tecnologie e materiali di difesa attraverso il cofinanziamento a titolo del bilancio dell’UE e il sostegno pratico della Commissione. Gli Stati membri possono ad esempio investire congiuntamente nello sviluppo della tecnologia dei droni o della comunicazione via satellite, o acquistare in blocco elicotteri per ridurre i costi. Saranno ammissibili solo i progetti collaborativi e una parte della dotazione complessiva sarà destinata ai progetti che comportano la partecipazione transfrontaliera delle PMI. Il cofinanziamento offerto dall’UE sarà pari a:
una dotazione complessiva pari a 500 milioni di EUR per il 2019 e il 2020 nel quadro di un programma specifico di sviluppo del settore industriale della difesa, proposto in data odierna.
1 miliardo di EUR l’anno dopo il 2020. Un programma più ingente verrà preparato per il periodo successivo al 2020, con una dotazione annua stimata di 1 miliardo di EUR.
Guardando al futuro, e a seguito del Libro bianco della Commissione sul futuro dell’Europa, la Commissione pubblica anche un documento di riflessione per avviare un dibattito pubblico su come l’UE a 27 potrebbe svilupparsi nel settore della difesa entro il 2025.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Stati Uniti d’Europa: Un ministro delle Finanze europeo?

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

europa“Non basta la semplice somma delle scelte delle politiche di bilancio dei Paesi membri: serve un ministro delle Finanze europee in grado di guidarla”. Così le dichiarazioni del nostro ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan. D’accordo, a patto che l’Europa sia uno Stato federale, altrimenti che senso ha? Il ministro delle Finanze europeo o assume un ruolo del tutto insignificante, tipo la nostra Federica Mogherini, Alto Rappresentante dell’Unione per gli Affari Esteri, la cui funzione rimane confinata alle abilità personali, o gli si attribuisce l’incarico di mettere mano al bilancio dei singoli Stati (il che in Italia non guasterebbe), con espropriazione della potestà statuale (chi è d’accordo?), o tale ufficio passa attraverso la formazione degli Stati Uniti d’Europa. Affrontare un problema dalla coda non sembra una buona soluzione. (Primo Mastrantoni, Segretario Nazionale Aduc)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Marianne Thyssen, ha visitato la Fondazione europea

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

Marianne ThyssenLa Commissaria responsabile per l’Occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità dei lavoratori, Marianne Thyssen, ha visitato la Fondazione europea per la formazione professionale (ETF),al fine di scambiare opinioni sulla situazione dell’istruzione e della formazione professionali nei paesi partner dell’ETF e di discutere del processo di Torino e dell’attività di supporto alla mobilità della Fondazione.
Dopo la visita, la Commissaria Thyssen parteciperà alla conferenza 2017 sul processo di Torino, il cui tema sarà “Changing skills for a changing world” (competenze che cambiano in un mondo che cambia). Alla conferenza, la Commissaria visiterà il “Mercato delle Idee”, in cui saranno presentati progetti innovativi di giovani provenienti dai paesi partner dell’ETF sull’imprenditorialità nell’istruzione e nella formazione professionali, e poi interverrà in qualità di oratrice principale sul tema “Una nuova agenda per le competenze per l’Europa ­ Un’agenda per un mondo che cambia”. Il discorso sarà disponibile qui. La Commissaria Thyssen concluderà la sua visita a Torino partecipando a un dialogo con i cittadini sul futuro dell’Unione europea e la sua dimensione sociale presso l’Università di Torino.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il nuovo Consenso europeo in materia di sviluppo

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

europa comunitaria2Bruxelles. L’Unione europea e i suoi Stati membri hanno firmato oggi un piano strategico che definisce a grandi linee il futuro della politica europea di sviluppo. Il “nuovo Consenso europeo in materia di sviluppo” rappresenta una nuova visione collettiva e un nuovo piano d’azione per eliminare la povertà e realizzare uno sviluppo sostenibile.
logo EClogo EPlogo Maltese. La strategia, elaborata congiuntamente sotto forma di dichiarazione comune, è stata sottoscritta oggi, nel quadro delle Giornate europee dello sviluppo – due giornate che ogni anno vengono dedicate a questo tema – dal Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, dal primo ministro maltese Joseph Muscat, a nome del Consiglio e degli Stati membri, dal presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker e dall’alta rappresentante/vicepresidente Federica Mogherini.
Il nuovo Consenso europeo in materia di sviluppo costituisce un quadro comune generale di riferimento per la cooperazione europea allo sviluppo e per la prima volta si applica in tutti i suoi elementi a tutte le istituzioni dell’Unione europea e a tutti gli Stati membri, che si sono impegnati a cooperare più strettamente.
Il nuovo Consenso ribadisce con forza che l’eliminazione della povertà rimane l’obiettivo principale della politica europea di sviluppo, integrando le dimensioni economica, sociale e ambientale dello sviluppo sostenibile. Così facendo, esso allinea l’azione europea a favore dello sviluppo all’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, che costituisce una dimensione trasversale della strategia globale dell’UE. I leader europei hanno ribadito il loro impegno in tre settori: essi riconoscono le forti interconnessioni tra i diversi elementi di tale azione, che comprendono lo sviluppo, la pace e la sicurezza, gli aiuti umanitari, la migrazione, l’ambiente e il clima, nonché dimensioni trasversali quali le nuove generazioni, la parità di genere, la mobilità e la migrazione, le fonti di energia sostenibili e i cambiamenti climatici, gli investimenti e gli scambi, la buona governance, la democrazia, lo Stato di diritto e i diritti umani, un impegno innovativo con i paesi in via di sviluppo più avanzati e la mobilitazione e l’utilizzo delle risorse nazionali;
il nuovo Consenso prevede inoltre un approccio globale ai mezzi di attuazione, che combina gli aiuti allo sviluppo di tipo tradizionale con altre risorse, politiche solide e un approccio rafforzato alla coerenza tra le strategie, ricordando che la cooperazione allo sviluppo dell’UE deve essere sempre considerata nel contesto dell’impegno dei paesi partner. Il consenso costituisce la base a partire dalla quale l’UE e i suoi Stati membri possono esplorare forme innovative di finanziamento dello sviluppo, stimolare e incentivare gli investimenti del settore privato e mobilitare ulteriori risorse interne da destinare allo sviluppo;
l’UE e i suoi Stati membri daranno vita a partenariati più mirati, che coinvolgono una più ampia gamma di portatori di interessi, tra cui la società civile, e di paesi partner, in qualsiasi fase di sviluppo essi si trovino. Essi dovranno inoltre migliorare la fase dell’attuazione sul campo, collaborando meglio e tenendo conto dei rispettivi vantaggi comparativi.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quanti sono gli islamici radicalizzati che vivono o hanno base logistica in Italia?

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

bolognaBologna. Dopo l’uccisione a Sesto San Giovanni, a un passo da Milano, di Amis Amri, l’attentatore tunisino di Berlino, si scopre che il terzo terrorista di Londra, Youssef Zaghba, aveva nazionalità e passaporto italiani, e incontrava la madre che vive in provincia di Bologna. Un altro campanello d’allarme utile a richiamare gli amministratori locali, vecchi e nuovi, alla cautela. Infatti non è solo un problema per l’intelligence o per le forze dell’ordine, la prevenzione anti terrorismo”. Così Mariastella Gelmini, vice capogruppo di Forza Italia alla Camera e coordinatrice lombarda. “I sindaci – continua -, sia dei piccoli comuni, che delle grandi metropoli dove nelle periferie vivono comunità islamiche spesso fuori controllo, sono in prima linea nell’affrontare le difficoltà di periferie e realtà religiose a rischio radicalizzazione. Tocca al ministero degli Interni, che ha precise responsabilità, offrire strumenti adeguati per individuare e contrastare le sacche di radicalismo che possono aprire le porte al terrorismo. Il problema – prosegue l’esponente azzurra – non sono solo gli immigrati irregolari radicalizzati, che possono arrivare via mare, ma tutte le realtà violente e intolleranti, a prescindere dalla nazionalità, che sono già insediate nelle nostre città, e che possono cedere alla radicalizzazione e al terrorismo. Gli episodi drammatici verificatisi in Europa – conclude Gelmini – devono spingere il Governo ad assumere provvedimenti forti, anche in chiave di prevenzione”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Difficoltà e sovra indebitamento delle famiglie italiane

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

equitalia1Le buone notizie ed i provvedimenti atti a sostenere le famiglie in difficoltà e sovra indebitate, non hanno mai fine in questo Paese.Infatti, dal 1° luglio 2017, grazie alla nuova forma giuridica nata dall’accorpamento tra Equitalia e Agenzia delle Entrate, ci sarà la possibilità per questo nuovo “Giano Bifronte” di prelevare direttamente il denaro dal conto corrente, dato che la cartella esattoriale di pagamento è già un atto esecutivo.Quindi maggiori poteri per questo nuovo ente pubblico, che comunque rimane controllato dal Ministero delle Finanze. Potrà verificare i redditi ed i beni in possesso dei contribuenti per pignorarli, semplicemente accedendo a qualsiasi banca dati telematica. Inoltre potrà venire a conoscenza di eventuali spostamenti di denaro che sono stati fatti per evitare il pignoramento.Equitalia potrà poi venire a conoscenza del luogo in cui lavorate e pignorarvi lo stipendio.Ovviamente Equitalia smentisce argomentando che è una norma in vigore dal 2005 e perciò dal 1° luglio nessuna novità:” Equitalia procede alle azioni esecutive solo dopo che il contribuente non ha dato seguito agli atti che gli sono stati notificati (cartella di pagamento, solleciti di pagamento, avvisi di intimazione), né provvedendo al loro pagamento, neanche in forma rateale, né contestandone il contenuto”, afferma in una nota l’ente.Codici ritiene il pignoramento di un conto corrente un atto di inciviltà estremo, si pensi alle famiglie che sul conto hanno i soldi con i quali devono pagare oltre alle utenze o all’affitto, ad esempio proprio un finanziamento, una rata qualsiasi, l’asilo dei figli, o semplicemente con il denaro depositato devono vivere.
Tra l’altro, prima Equitalia ti pignora il conto corrente con i soldi che vi sono depositati, poi è il cittadino a dover fare causa rivolgendosi ad un giudice. Dopo quanto tempo rivedrà i propri soldi? Dati i tempi delle cause italiane, tre o quattro anni.E’ una barbarie autorizzata, per vessare il cittadino già ulteriormente provato, afferma il Segretario Nazionale di Codici, Ivano Giacomelli.Equitalia prima di adottare questi provvedimenti coattivi, dovrebbe capire che situazione vi è sotto una mancata risposta di qualsivoglia natura da parte del cittadino, e non metterlo spalle al muro rischiando che si rivolga agli strozzini.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dossier Statistico Immigrazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

immigrazione-via-mareI redattori regionali del Centro Studi e Ricerche IDOS hanno avviato la redazione del nuovo Dossier Statistico Immigrazione, che come di consueto verrà presentato in autunno. L’incontro è avvenuto presso la sede del Centro Studi Confronti che collaborerà alla cura redazionale del rapporto. Alla Tavola Valdese – Unione delle Chiese Valdesi e Metodiste, per il terzo anno consecutivo è stato chiesto di sostenere questa impegnativa iniziativa.
IDOS (acronimo di “Immigrazione Dossier Statistico”) ha calcolato che, a partire dalla prima edizione del 1991 (3.000 copie) fino a quella attuale (10.000), il numero totale dei volumi destinati alla distribuzione arriva a 265.000: un livello che dà un’idea dell’ampiezza della campagna di sensibilizzazione attuata nel corso degli anni.
Le copie del “Dossier”, infatti, vengono utilizzate per promuovere un dibattito informato sul fenomeno migratorio. Vengono organizzate annualmente oltre 100 presentazioni, ricorrendo alla collaborazione degli enti locali, del terzo settore, dei sindacati delle organizzazioni professionali e delle associazioni degli immigrati, chiamati a intervenire direttamente, quest’anno anche con il supporto del progetto “Voci di confine”, promosso dall’Agenzia per la Cooperazione allo Sviluppo e portato avanti da strutture direttamente impegnate con gli immigrati. Un fattore che da diversi anni perfeziona questa strategia di comunicazione è la presentazione del “Dossier” in contemporanea a Roma e in tutti i capoluoghi regionali: una sfida vinta grazie alla collaborazione della rete IDOS (a sua volta affiancata da una rete provinciale). Questa strategia prevede la distribuzione gratuita del rapporto a ciascun partecipante alle presentazioni che vengono organizzate. Alla base di questa impostazione sta la convinzione che la diffusione di un sussidio sull’immigrazione, periodicamente aggiornato con dati puntuali e attendibili, rappresenti un servizio da assicurare in tutte le province italiane. Il rapporto si caratterizza anche nella completezza dei dati presentati. Non è agevole raccogliere in maniera organica statistiche che provengono da differenti fonti e riuscire a presentarne il significato con chiarezza e brevità. A questa esigenza si riesce a rispondere con l’apporto di oltre 100 autori dei capitoli provenienti dai più diversi ambiti: pubblica amministrazione, università, centri studio, sindacati, associazionismo e mondo dell’immigrazione. Questa coralità di contributi dà corpo alle 480 pagine del volume e assicura un equilibrio di giudizio ispirato all’oggettività e attento anche ai diversi contesti regionali.
La nuova edizione del Dossier Statistico Immigrazione non mancherà di riconoscere, da una parte, che questo fenomeno pone dei problemi, specialmente con riguardo all’accoglienza dei richiedenti asilo cui bisogna far fronte senza trascurare l’integrazione degli immigrati già insediati e, dall’altra, che le carenze principali sono riferibili, in gran parte, al nostro “sistema paese”. In Italia, il bisogno di nuovi flussi in entrata, indispensabili per far fronte all’andamento demografico fortemente negativo per l’invecchiamento e la diminuzione della popolazione autoctona, sottolinea la necessità di politiche di inserimento più dinamiche insistendo sullo sviluppo economico e occupazionale. Questo obiettivo è a portata di mano se si pensa che prima della crisi un pur modesto tasso di sviluppo ha consentito di inserire nel mercato del lavoro sia gli italiani che gli immigrati. In positivo, invece, vanno sottolineate le innumerevoli iniziative di dialogo interreligioso portate avanti in molti contesti territoriali e a livello nazionale. Il Dossier Statistico Immigrazione 2017 entrerà nel merito di tutti gli aspetti del fenomeno, inclusi quelli legati alla multireligiosità, curando una diversa narrazione dell’immigrazione, fornendo in diversi casi una vera e propria opera di controinformazione e invitando a superare le impostazioni pregiudiziali.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italia e Brasile uniti nel segno della pietra naturale

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

carrara cave di marmoSta per concludersi a Vitória, nello stato brasiliano di Espirito Santo la 43ª edizione di Vitória Stone Fair/Marmo+Mac Latin America, la manifestazione di riferimento in Sudamerica per l’industria di marmi, graniti e tecnologie di lavorazione.Un settore che vede la nazione verdeoro come 5° esportatore di materiali lapidei al mondo (dopo l’Italia) con oltre 1,1 miliardi di dollari di controvalore raggiunto nel 2016. Mercati di riferimento si confermano la Cina, per il granito grezzo (con il 62% delle vendite totali), mentre i marmi lavorati sono diretti per i 4/5 verso Stati Uniti, Canada e Messico. Per quattro giorni, fino al 9 giugno, 300 aziende espositrici da 19 paesi si danno quindi appuntamento a Vitória, in attesa di buyer e operatori specializzati nel campo di costruzioni, architettura e design in arrivo da quasi 80 nazioni. Si tratta di una fiera con radici nel più importante distretto della pietra in Brasile, responsabile dell’80% dell’export nazionale di marmi, ma che poggia su know how tutto italiano. Ad organizzarla, infatti, è Milanez&Milaneze, controllata di Veronafiere do Brasil che fa parte del gruppo Veronafiere.«Il Brasile si conferma una piazza strategica per la filiera lapidea internazionale – commenta Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere Spa –. Come organizzatori in Italia di Marmomac, salone leader a livello mondiale per il comparto della pietra naturale, abbiamo le competenze e l’esperienza per continuare a far crescere l’evento di Vitória. In questi anni abbiamo così supportato la presenza di aziende e operatori italiani in Brasile, favorendo al contempo l’incoming di buyer brasiliani a Marmomac, quasi 800 nel 2016, pari al 43% di tutti quelli provenienti dal Sudamerica».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Si possono prevedere gli attacchi terroristici?

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

terrorismoGiorni fa un team del laboratorio di data science [RIDS Res Institute for Data Science] dell’Università di Pavia coordinato dalla professoressa Silvia Figini ha presentato a Roma presso il Dipartimento delle informazioni per la sicurezza della Presidenza del Consiglio dei Ministri una ricerca finalizzata all’elaborazione di modelli di rischio basata sull’analisi dei dati in grado di prevedere eventi terroristici.Il lavoro svolto all’interno del laboratorio di data science dell’Università di Pavia, presenta modelli descrittivi e inferenziali per la previsione di attacchi terroristici attraverso un’analisi della serie storica di dati a disposizione opportunamente integrati con dati esterni quantitativi e qualitativi. L’idea è che, partendo da una mappatura storico-geografica degli attentati a livello globale e incrociando queste informazioni con indici specifici e altri attinti dal traffico web e dai social network, si possa arrivare a sviluppare un algoritmo in grado di prevedere dove sarà il prossimo attacco.La metodologia deriva inoltre early warning e key risk indicators capaci di identificare aree di rischio e fornisce previsioni running time con una accuratezza del 90% rispetto all’accadimento di un possibile attacco. L’implementazione dei modelli predittivi e descrittivi potrebbe consentire ai responsabili della sicurezza di pianificare azioni in modo opportuno e ottimale per contenere i danni di un possibile attacco. Lo studio ha portato allo sviluppo di modelli di previsione dinamici innovativi in un contesto di big data analytics per migliorare, sfruttando tutte le tipologie di dati disponibili, l’accuratezza della previsione. I ricercatori hanno fissato come punto di partenza gli attentati dell’11 settembre 2001. Da allora ci sono state più di 83mila azioni in 158 Paesi riconducibili a 1.098 gruppi terroristici differenti che hanno fatto circa 192 mila morti. L’algoritmo consente di tener conto di dati quantitativi, qualitativi, strutturati e non strutturati per ottimizzare la capacità predittiva e può ipotizzare dove sarà il prossimo attacco.
I modelli messi a punto potranno essere ulteriormente migliorati con l’integrazione di dati riservati e possono essere di interesse per i dipartimenti nazionali ed internazionali di intelligence e in generale per la sicurezza e sono pronti per essere integrati nei processi.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ore di sostegno agli alunni disabili, la Cassazione: nemmeno le scuole paritarie possono ridurle

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

cassazioneA stabilirlo sono state le Sezioni Unite che hanno accolto il ricorso dei genitori di un alunno con handicap grave, contro la sentenza emessa dalla Corte d’appello di Trieste che aveva associato la mancata assegnazione al minore dell’intero piano orario di sostegno contenuto nel suo Programma Educativo, già adottato nella scuola statale, con la mancata assegnazione di fondi ad hoc da parte dello Stato. Per la Cassazione spetta alla singola scuola, anche se privata, ‘garantire il supporto per il numero di ore programmato, senza lasciare ad essa il potere discrezionale di ridurne l’entità in ragione delle risorse disponibili, sicché la condotta dell’amministrazione che non appresti il sostegno pianificato si risolve nella contrazione del diritto del disabile alla pari opportunità nella fruizione del servizio’. Inoltre, non vi è alcuna disposizione di legge che faccia carico al Miur ‘di accollarsi integralmente i costi del sostegno presso una struttura estranea all’apparato statale’. Pertanto, ‘svolgendo un servizio pubblico, le scuole paritarie accolgono chiunque, accettandone il progetto educativo, richieda di iscriversi, compresi gli alunni e gli studenti con handicap’. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): questa sentenza dimostra che nessuna amministrazione scolastica, statale o paritaria, può arrogarsi il diritto di ‘risparmiare’ sulle spalle degli alunni più indifesi. È per questi motivi che il nostro sindacato si impegna per la tutela dei loro diritti e per ripristinare la legalità e il rispetto di precetti di rango costituzionale. La presenza del docente specializzato per l’insegnamento ai disabili non può essere negata. Perché in materia di sostegno all’alunno in situazione di handicap il ‘Piano educativo individualizzato’ obbliga l’amministrazione a garantire all’alunno il corretto supporto per il numero di ore programmate, senza lasciare alcun potere discrezionale nel ridurne l’entità in ragione delle risorse a disposizione.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Visitatori in crescita nei Musei in Comune Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

Museo Nazionale del Palazzo di VeneziaIl dato positivo, già riscontrato nel 2016 sul 2015 (+5,6%) viene rafforzato dai dati del primo quadrimestre del 2017 (gennaio-aprile) raffrontati con lo stesso periodo del 2016: da gennaio ad aprile 2017 si è registrato un incremento del +20,14% sui visitatori totali che raggiunge il +22,72% considerando solo i visitatori dei musei a pagamento. Gli ottimi risultati raggiunti in questo primo quadrimestre del 2017 sono dovuti alla programmazione di mostre di grande successo come Artemisia Gentileschi e il suo tempo (dal 30 novembre 2016 al 7 maggio 2017 al Museo di Roma Palazzo Braschi con 127.163 visitatori) e Vivian Maier. Una fotografa ritrovata (in corso al Museo di Roma in Trastevere con circa 38.000 visitatori fino ad oggi); e alla vasta programmazione di eventi di animazione dei musei a pagamento e gratuiti, all’ottimo riscontro di pubblico delle domeniche gratuite per i residenti a Roma e nella città metropolitana, all’ampliamento e al riallestimento di alcuni spazi museali – come il Museo di Roma Palazzo Braschi completamente ripensato o la Centrale Montemartini che ospita nuovi importanti capolavori tra cui il treno di Pio IX.
Tanti anche i nuovi progetti in programma nel Sistema Musei Civici di Roma. Per i prossimi appuntamenti il comune denominatore è rendere i musei degli spazi sempre più aperti e inclusivi. Con questo obiettivo l’Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali di Roma Capitale in collaborazione con Zètema Progetto Cultura vuole procedere sulla buona strada tracciata con ottimi risultati negli ultimi mesi, realizzando eventi in fasce orarie differenti per raggiungere diverse tipologie di pubblico, coinvolgendo le istituzioni cittadine e i giovani artisti e puntando sempre di più sull’innovazione tecnologica.A partire da ottobre i musei civici ospiteranno un nuovo contenitore di eventi, sviluppato in 7 percorsi. Gli appuntamenti spazieranno dall’arte contemporanea all’illustrazione e il fumetto, dalla letteratura ai laboratori, alle visite guidate tematiche e animate alle conferenze. Anche questo progetto è stato ideato con l’intento di rendere gli spazi museali un luogo di incontro e partecipazione attiva, attrarre target diversi di pubblico (adolescenti, giovani, famiglie, anziani, cittadini stranieri residenti a Roma) per far conoscere loro gli spazi e farli vivere con modalità inconsuete.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Qatar: Cosa farà il governo italiano?

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

qatar“Arabia Saudita, Egitto, Emirati arabi uniti, Bahrein e Yemen hanno rotto le relazioni diplomatiche con il Qatar, accusato di sostenere il terrorismo. Cosa dice il governo italiano? Cosa intende fare alla luce di quanto accaduto? Ci auguriamo che l’esecutivo fornisca quanto prima spiegazioni sulle ottime relazioni che intercorrono tra il Qatar e l’Italia”. È quanto dichiara Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, componente della Commissione Esteri di Montecitorio.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ministro dell’Ambiente, Gianluca Galletti, aderisce alla Dichiarazione di Amsterdam

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

olio di palmaIl Ministro ha risposto positivamente all’invito di Campagne Liberali di firmare la Dichiarazione che impegna i Paesi firmatari a promuovere l’impiego di olio di palma 100% sostenibile entro il 2020. Per Campagne Liberali, l’adesione del Ministro Galletti conferma che l’olio di palma è un ingrediente salubre ed anche compatibile con criteri elevati di sostenibilità ambientale. Dopo la sentenza della Corte di Appello di Bruxelles, che ha ribadito la salubrità dell’olio di palma, questa firma è un segnale forte contro la campagna denigratoria nei confronti di questo ingrediente, portata avanti solamente per fini commerciali ai danni dei consumatori.“Per noi di Campagne Liberali si tratta di un ulteriore vittoria contro gli interessi ideologici e commerciali che in questi anni hanno negato la scienza e il diritto alla libera scelta dei consumatori” dichiarano da Campagne Liberali e concludono “Restiamo fiduciosi che tutte le aziende e le catene di distribuzione che hanno contribuito a demonizzare l’olio di palma senza alcun argomento scientifico, ritornino sui loro passi eliminando dalle etichette la dicitura “senza olio di palma” che è ingannevole come dimostrato dal Tribunale di Bruxelles pochi giorni fa”.Campagne Liberali è la piattaforma di cittadini e attivisti che difende la libertà di scelta e promuove il corretto dibattito scientifico.Campagne Liberali si propone di sostenere tutti quei prodotti e quei servizi che subiscono campagne denigratorie da parte di organizzazioni non governative, movimenti e gruppi di interesse il cui obiettivo è danneggiarne il commercio sfavorendo il libero mercato.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »