Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 25 giugno 2017

Unione Naz. Consumatori su Istat fatturato: nulla di buono

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

istatSecondo i dati resi noti oggi dall’Istat, ad aprile il fatturato dell’industria, corretto per gli effetti di calendario, sale su base annua del 4%, mentre per gli ordinativi totali l’indice grezzo scende del 2,2%. “Nulla di buono, dati negativi. Dopo i valori molti positivi di febbraio e marzo, si registra un calo mensile sia del fatturato, -0,5%, che degli ordinativi, -0,7 per cento. Anche su base annua, andiamo male. Cresce il fatturato del 4%, ma solo per un fatto tecnico, perché i giorni lavorativi sono stati 18 contro i 20 di aprile 2016. L’indice grezzo, infatti, scende del 2,5%, con un crollo del 3,1% per quello interno. Gli ordinativi, infine, diminuiscono del 2,2%” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma Capitale. Raggi e la Croce Rossa. Errori strategici

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

virginia raggiAbbiamo evitato di “sparare” sulla Croce Rossa, vale a dire che abbiamo evitato di “sparare” su Virginia Raggi, sindaca di Roma Capitale, in questi giorni nei quali ricorre l’anniversario della sua elezione (19 giugno) e della sua proclamazione (22 giugno). Troppo facile. I media sono pieni di resoconti di quel che non è stato fatto. Abbiamo sostenuto fin da principio che la sindaca Raggi non aveva la bacchetta magica, che i problemi della Capitale d’Italia erano di una tale gravità che occorrevano anni di buon ed efficace governo per affrontarli e portarli a soluzione.
La sindaca Raggi aveva tutti i presupposti per governare: l’elezione con il 67% dei voti e una maggioranza assoluta in Consiglio Comunale, la facoltà di nominare gli assessori e di scegliere i vertici amministrativi comunali. C’era e c’e’, però, una condizione fondamentale: scegliere un percorso politico diverso dai suoi predecessori. Lo ha fatto? No. Indichiamo due esempi: gestione Atac (l’azienda dei trasporti) e Ama (azienda rifiuti), entrambe di proprietà del Comune. Per decenni queste due aziende hanno “offerto” disservizi alla cittadinanza, come ha rilevato l’Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici locali di Roma Capitale. Occorreva, e occorre, un cambiamento radicale perche’ le due aziende sono costituzionalmente incapaci: sono pubbliche ma non al servizio del pubblico, cioè dei cittadini. Non aver capito questo assioma è stato, ed è, l’errore strategico della politica della sindaca Raggi e, più in generale, del M5S. (Primo Mastrantoni, Segretario Nazionale Aduc)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Porto Ercole vetrina estiva dei giovani talenti della moda

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

Forte-in-FashionPorto Ercole, Monte Argentario (GR) 21-27 agosto Forte Stella – La moda sbarca all’Argentario anche questa estate con la seconda edizione di Forte in Fashion. La manifestazione, organizzata da StyleBook con il contributo della Pro Loco di Porto Ercole e il patrocinio del Comune di Monte Argentario, si svolgerà in una spettacolare location, Forte Stella, fortificazione spagnola del Cinquecento che domina il mare da un’altura nei pressi di Porto Ercole.Dopo il successo della sfilata della scorsa edizione, quest’anno Forte In Fashion amplia i contenuti toccando anche la fotografia di moda con la mostra dei giovani talenti dell’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata di Roma.
Forte-StellaLa mostra, aperta al pubblico per tutta la durata della manifestazione, farà da cornice all’appuntamento clou, la sfilata che vedrà in passerella le creazioni di otto designer emergenti della scuderia di StyleBook, in programma sabato 26 agosto.Gli stilisti interessati a prendere parte alla sfilata sono ancora in tempo per presentare la richiesta di adesione. Le informazioni e il regolamento per partecipare alle selezioni, che termineranno il 30 giugno, sono disponibili su StyleBook, il social network della moda, all’indirizzo http://www.stylebook.it
Forte in Fashion diventa un appuntamento fisso dell’estate portercolese, con il duplice scopo di incrementare l’offerta di intrattenimento artistico di alto livello per il turismo di élite dell’Argentario e al tempo stesso di fornire ai giovani talenti della moda una grande occasione di visibilità e di crescita professionale.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

F.U.C.I. propone per gli studenti universitari due Settimane Teologiche a Camaldoli

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

locandinalocandina1Camaldoli. Si terranno anche quest’anno a Camaldoli le Settimane Teologiche estive per studenti universitari, la prima dal 23 al 29 Luglio e la seconda dal 30 Luglio al 5 Agosto. Uno spazio di riposo, incontro, confronto e approfondimento, al termine della sessione estiva di esami che molti studenti decidono di vivere per ricaricarsi e distendersi dalle fatiche di studio e di vita quotidiana appena passate. Le iscrizioni sono ancora aperte.Dialogo come esperienza di relazione ed Ecumenismo i temi scelti quest’anno, volendo rispondere alla chiamata della Chiesa ad approfondire queste tematiche quanto mai urgenti ed attuali. La continua esortazione del Papa all’incontro con l’altro in un clima di apertura sia a livello relazionale che ecclesiale, vuole essere da esortazione per l’approfondimento di queste tematiche che, da giovani studenti universitari, sentiamo di affrontare.Ad aiutarci nella riflessione per la Prima Settimana dal titolo “Dia- o mono -logo? Alle radici della relazione” saranno la prof.ssa Maria Armida Nicolaci, docente presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose della Facoltà Teologica di Sicilia, il prof. Vincenzo Pace, prof. Ordinario di Sociologia Generale presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Padova, il dott. Emanuele Bordello, monaco camaldolese, e Padre Gianfranco Testa, missionario della Consolata e fondatore dell’Università del Perdono.A guidare la riflessione della Seconda Settima Teologica dal titolo “Ecumenismo: il coraggio di una strada comune” saranno il Prof. Riccardo Burigana, direttore del Centro per l’Ecumenismo a Venezia, il Prof. Brunetto Salvarani, docente di Teologia della Missione e del Dialogo presso la Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna e il Prof. Fulvio Ferrario, pastore Valdese e Coordinatore della Commissione Consultiva per le Relazioni Ecumeniche della Tavola Valdese. http://www.fuci.net

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Interparliamentary Assembly on Orthodoxy in visita al Centro dei Focolari

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

maria voce focolariRoma il 26 e 27 giugno 2017, un incontro dei parlamentari ortodossi con la presidente Maria Voce. Sono 115 i parlamentari della Interparliamentary Assembly on Orthodoxy (I.A.O.) che partecipano alla loro 24ª Assemblea generale, ospiti il 26 e 27 giugno 2017 del Parlamento italiano a Montecitorio. Provengono dai Parlamenti di 46 paesi dei 5 continenti. Particolarmente consistenti le delegazioni di Cipro, Georgia, Grecia, Kazakistan, Federazione Russa, Siria e Ungheria.
Hanno voluto far precedere l’inizio dei lavori da una visita, domenica 25 giugno, al Monastero Bizantino di San Nilo a Grottaferrata, Roma, e da un incontro del Bureau Internazionale della I.A.O. con Maria Voce, al vicino Centro internazionale dei Focolari a Rocca di Papa.La I.A.O. è nata nel 1993 da un’iniziativa del Parlamento greco, nel quadro dei profondi cambiamenti che avvenivano in seguito alla caduta dei regimi comunisti in Europa Centrale e Orientale, e dalla constatazione che l’Ortodossia è espressione comune di un grande numero di cittadini europei. All’adesione dei Parlamenti di paesi europei e mediorientali con tradizionale presenza Ortodossa è seguita, dal 2001, la partecipazione di gruppi parlamentari di paesi dell’Africa, America, Asia e Oceania.
Tra gli obiettivi della I.A.O.: la messa in rilievo del ruolo dell’Ortodossia come espressione politica, culturale e spirituale; il contributo dello spirito ecumenico e unificante dell’Ortodossia sia per il superamento di contrasti nazionalistici e confessionali, sia nella ricerca di mezzi efficaci di protezione delle minoranze; lo sviluppo del patrimonio culturale ortodosso come contributo al rispetto dei diritti umani e alla coesistenza pacifica dei popoli; la partecipazione più attiva dell’Ortodossia nella ricerca di soluzioni per l’ambiente. Un campo di azione in consonanza con gli scopi del Movimento dei Focolari, in particolare con le iniziative intraprese da una delle sue espressioni, il Movimento politico per l’unità, con cui la I.A.O. collabora da alcuni anni.A conclusione dei lavori dell’Assemblea generale, il 28 giugno i parlamentari hanno in programma una visita culturale ad alcuni luoghi significativi della Roma cristiana del primo millennio, come il Colosseo, le Catacombe di Domitilla, la tomba di San Cirillo alla Basilica di San Clemente, la partecipazione alla preghiera dei Vespri a Santa Maria in Trastevere con la Comunità di Sant’Egidio. Il 29 giugno, festa dei santi Pietro e Paolo, parteciperanno alla celebrazione eucaristica in Vaticano presieduta da papa Francesco, che a conclusione saluterà personalmente una delegazione della I.A.O.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sud Sudan: si attenua la carestia, ma la situazione rimane disperata per il diffondersi della fame

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

Fao-RomaSecondo nuove analisi pubblicate oggi, a seguito del significativo incremento della risposta umanitaria la carestia in Sud Sudan appare attenuata. Tuttavia, la situazione è tuttora disperata in tutto il paese poiché il numero di persone che ogni giorno cercano di trovare cibo sufficiente ha raggiunto i 6 milioni – dai 4,9 milioni di febbraio – ed è il più alto livello di insicurezza alimentare che si sia mai registrato in Sud Sudan.
Secondo l’aggiornamento della Integrated Food Security Phase Classification (IPC) (Quadro integrato di classificazione della sicurezza alimentare, N.d.T.) la nuova valutazione congiunta del governo, della FAO, dell’UNICEF, del WFP e di altri partner umanitari, la definizione tecnica approvata di carestia non si applica più nelle contee di Leer e Mayandit dell’ex Unity State, dove era stata dichiarata a febbraio. In altre due contee ritenute ad alto rischio nel mese di febbraio – Koch e Panyijiar – l’immediata e capillare assistenza umanitaria ha svolto un ruolo significativo nel prevenire un ulteriore deterioramento della carestia.Tuttavia, circa 45.000 persone (25.000 nell’ex Unity State e 20.000 nell’ex Jonglei State) stanno ancora sperimentando condizioni catastrofiche per il grande numero di sfollati provocato dai conflitti e dallo scarso raccolto dello scorso anno. Queste popolazioni sono ora di fronte alla prospettiva della fame a meno che non arrivi una robusta assistenza umanitaria.Un deterioramento della situazione si registra in tutto il paese. Il numero di persone che affrontano livelli di fame di emergenza – un gradino in meno rispetto alla carestia sulla scala IPC – è di 1,7 milioni, 1 milione in più rispetto al mese di febbraio.
Le tre agenzie ONU hanno messo in guardia che i passi avanti fatti nelle peggiori situazioni di fame non devono andare perduti. La capacità della popolazione di nutrirsi è stata fortemente erosa e il sostegno salva vita e d’emergenza per la salvaguardia del cibo e dei mezzi di sussistenza deve continuare a prevenire una ricaduta nella carestia.
L’aumento dell’insicurezza alimentare è stato determinato dal conflitto armato, dai raccolti inferiori alla media e dall’aumento dei prezzi alimentari, oltre che dagli effetti dell’annuale stagione magra.Nel sud-ovest del paese, fino a poco tempo fa il granaio del paese, ci sono livelli di fame senza precedenti, causati in gran parte dal conflitto. Le comunità agricole sono state costrette a varcare i confini e cercare un aiuto alla propria sopravvivenza nei paesi limitrofi, lasciandosi alle spalle campi non custoditi che ha portato gli analisti a prevedere un elevato disavanzo nazionale di cereali per il 2018.Sulla riva occidentale del fiume Nilo, nell’angolo nord-est del paese, la fame si è moltiplicata dopo che il rinnovato conflitto ha provocato grandi spostamenti di popolazione e l’interruzione dei mezzi di sussistenza, dei mercati e dell’assistenza umanitaria.
Dall’inizio dell’anno il WFP ha raggiunto in Sud Sudan 3,4 milioni di persone. Questo comprende assistenza alimentare e nutrizionale di emergenza a 2,6 milioni di persone dislocate o colpite dal conflitto e a 800.000 persone attraverso le operazioni di recupero, per aiutare le comunità a rafforzare la propria capacità di risposta agli shock, oltre che con il continuo sostegno ai rifugiati.Finora quest’anno, l’UNICEF, insieme ai suoi partner, ha curato più di 76.000 bambini con grave malnutrizione acuta (SAM). I bambini con SAM hanno nove volte più probabilità di morire di quelli ben nutriti. Il Fondo dei bambini delle Nazioni Unite ha come obiettivo per l’anno di raggiungere 700.000 bambini malnutriti in tutto il paese. Nell’ambito del suo approccio multisettoriale per affrontare la questione, l’UNICEF ha inoltre fornito a 500.000 persone acqua potabile e ad altre 200.000 ha dato accesso a strutture sanitarie.L’UNICEF, il WFP e i loro partner hanno anche aumentato le missioni di Risposta Rapida, che utilizzano elicotteri e lanci aerei per raggiungere le comunità rimaste isolate. Da febbraio sono state completate 25 missioni nello Unity State, nell’Upper Nile e nello stato di Jonglei, raggiungendo oltre 40.000 bambini.La FAO ha fornito a oltre 2.8 milioni di persone, tra cui 200.000 nelle aree affette da carestia, kit per la pesca e sementi per coltivare verdure e altre produzioni, oltre a vaccinare più di 6 milioni di capi di bestiame per salvare vite umane attraverso i mezzi di sussistenza.La carestia può essere ufficialmente dichiarata solo quando sono soddisfatte condizioni molto specifiche: almeno il 20% delle famiglie di una zona soffrono di carenza di cibo estrema con una capacità limitata di farvi fronte; i tassi di malnutrizione acuta devono superare il 30%; e il tasso di mortalità giornaliera deve superare la media di due adulti per ogni 10.000 persone. (SOURCE Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite (FAO)

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mutui: aumentano dell’11,5% gli importi erogati

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

House Of Model With Coins On Wooden TableContinua il trend di crescita degli importi richiesti dai mutuatari e quelli erogati loro dalle banche; è questo il primo dato importante che emerge dall’Osservatorio realizzato da Facile.it e Mutui.it che evidenzia come, a maggio 2017, l’importo medio richiesto in Italia sia stato pari a 131.112 euro, in aumento del 2,25% rispetto a dodici mesi prima.
L’analisi, realizzata su un campione di oltre 15.000 domande di finanziamento, ha registrato soprattutto un significativo aumento delle somme erogate dalle banche (+11,57%) che ha portato i valori concessi, mediamente, a 125.898 euro.
«La crescita dell’erogato medio», ha commentato Ivano Cresto, responsabile mutui di Facile.it, «è un innegabile segnale di maggiore disponibilità da parte degli istituti anche se, a ben guardare, i valori sembrano rallentare nel corso dei mesi; nell’ultimo semestre l’erogato è cresciuto dell’1,91%, nel trimestre dell’1,79%.»
Il tasso fisso perde terreno Con i tassi di interesse ancora a valori piuttosto bassi, il mutuo a tasso fisso rimane di gran lunga quello preferito dagli italiani anche se, complici i segnali di ripresa mostrati dall’Irs – quello a 20 anni è passato dall’1.25 di dicembre 2016 all’1.39 di maggio 2017 – diminuisce la percentuale di italiani che opta per questa formula; se a dicembre 2016 era l’83% dei richiedenti, a maggio 2017 la percentuale è scesa al 70%, valore comunque maggiore rispetto a quello di un anno fa, quando a chiedere il tasso fisso era il 67%.La richiesta di mutui a tasso variabile, aumentando di 12 punti percentuali negli ultimi sei mesi, passa dal 14% di dicembre 2016 al 26% di maggio 2017.
Il Loan to Value cresce, soprattutto negli erogati. Guardando al rapporto tra valore dell’immobile e importo del mutuo richiesto, la domanda degli italiani a maggio 2017 rimane poco sotto il 60%, in leggero aumento sia nel trimestre (+0,99%), sia nel semestre (+1,07%) e sia nell’anno (+1,90%).
Incremento più importante, invece, nel rapporto tra il valore dell’immobile e l’importo effettivamente erogato dalle banche; a maggio 2017 gli istituti hanno finanziato in media il 57,22% del valore, in crescita di oltre 6 punti percentuali rispetto all’anno precedente (era 50,77% a maggio 2016) anche se, negli ultimi mesi, l’atteggiamento è stato più cauto, con incrementi meno incisivi (+1,37% nel semestre e +1,86% nel trimestre). Invariate, da oltre un anno, sia la durata media del piano di restituzione (22 anni), sia l’età del richiedente tipo (40 anni).
mutui1Facile.it ha monitorato anche l’andamento dei mutui prima casa registrando un aumento dell’importo medio richiesto con questa finalità, che a maggio 2017 è stato di 141.334 euro, il 4,02% in più rispetto a un anno fa.
Più importante, invece, è l’aumento delle somme erogate dalle banche per l’acquisto della prima casa; se a maggio 2016 gli istituti di credito hanno concesso importi medi pari a 118.189 euro (loan to value 56,90%), a maggio 2017 l’erogato è cresciuto del 9,76% toccando quota 129.719 euro (loan to value 62,47%).Anche per i mutui prima casa rimangono sostanzialmente identici l’età media dei richiedenti (38 anni, uno in meno rispetto a maggio 2016) e i tempi di restituzione (24 anni, erano 23). Ultimo dato interessante che emerge dall’Osservatorio è legato alle surroghe erogate che, nel corso dell’anno hanno avuto un trend altalenante; se rispetto a dodici mesi fa queste sono aumentate del 16,90%, nell’ultimo periodo l’andamento si è invertito, con una diminuzione del 12,63% nel trimestre marzo – maggio 2017. (foto: mutui)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emigranti usati come bombe umane?

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

migranti“Dal novembre 2011 in Italia viviamo in una parentesi della democrazia, da quando ci hanno rubato la vittoria del 2008, da quando hanno fatto fuori Berlusconi abbiamo avuto quattro presidenti del Consiglio non eletti dal popolo: Monti, Letta, Renzi, e adesso Gentiloni”.
Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo a Gorizia a un’iniziativa per sostenere il candidato sindaco del centrodestra Rodolfo Ziberna.“Con Renzi abbiamo avuto mille giorni di vuoto cosmico, mille giorni di violenza alla democrazia parlamentare, un riformismo finto finito in nulla, grazie al popolo sovrano che il 4 dicembre ha detto con forza e determinazione ‘no’, 60-40, ad una cattiva riforma della Costituzione.Adesso abbiamo Gentiloni, il governo fotocopia, il governo del familismo amorale. Pensate a Consip, pensate al nostro modo di stare in Europa, pensate alla gestione assurda dell’immigrazione clandestina. Le invasioni fatte con i gommoni sono un altro modo di attaccare in maniera terroristica la nostra società. Dietro i trafficanti di esseri umani c’è la stessa mano della strage di Manchester: l’Isis, il fondamentalismo islamico.La prima cosa che faremo quando andremo al governo: diremo basta a questa follia connivente dell’accoglienza a prescindere, del ricatto attraverso i disgraziati, basta alle Ong opache.E non perché noi siamo cattivi, ma perché noi vogliamo difendere la società, la vita nostra e quella dei migranti che vengono usati come bombe umane contro di noi”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Equilibrio demografico. Senza ci condanniamo al suicidio

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

Onu palaceNew York. I dati ONU sono espliciti. Oggi siamo 7 miliardi e mezzo. Un miliardo in piu’ entro il 2030. Quasi 10 nel 2050 e 11,2 nel 2100. Ovviamente, a parte gli Usa, gli incrementi sono tutti nei cosiddetti Paesi in via di sviluppo, con la Nigeria al top e l’India che supererà la Cina. Vari i trend, incluso l’altalenare dell’Europa, oggi in crescita, domani in calo.
Ne prendiamo atto e andiamo avanti come capita, o la politica ha un senso e un’utilita’ anche in questo ambito? La domanda non e’ semplice, visto che i binomi politica/ideologia e politica/religione sono purtroppo all’ordine del giorno. E tra ideologia e religione fanno a cazzotti a chi propone -spesso con metodi violenti e coercitivi delle liberta’ degli individui- di fare piu’ figli per la famiglia, la nazione, il proprio dio, l’economia, l’argine contro i migranti di vario tipo (rifugiati ed economici). Lo vediamo con tanti discorsi e allarmi e politiche: da quella nostrana sugli 800 euro regalati a chi figlia, a chi con atti terroristici vorrebbe obbligare tutti a sposare la sua religione che lui interpreta come macchina per far figli. Metodi diversi, ma finalita’ simili (dobbiamo far finta che non e’ cosi?). Entrambe -a nostro avviso- ci portano al suicidio. Tutti: Nazioni e Continenti. Oppure vuol dire che nel mondo sono in diversi che si sono
inventati, per esempio: la sovrapopolazione, l’effetto serra con conseguente scombussolamento climatico, l’urbanesimo sconclusionato, etc.. Tutte situazioni a cui sicuramente non giova l’aumento della popolazione.
Non che facendo meno figli automaticamente si migliora la situazione, ma va da se’ che se dobbiamo concepire politiche per 7 miliardi o per 10 miliardi di persone, l’impegno e la spesa e’ diversa. E visto che in questi anni in cui abbiamo una migliore percezione e migliori dati sulla situazione mondiale, la situazione e’ peggiorata, questo vuole dire che non abbiamo una buona capacita’ in merito. Quindi: e’ meglio farsi meno male o si preferisce rincorrere le proprie ideologie del passato, nate quando la terra era creduta piatta?Purtroppo la rincorsa di cui sopra, che coinvolge anche coloro che lo fanno solo per difendere un presunto valore prioritario economico e umano dell’italianita’, e’ all’ordine del giorno. Soprattutto perche’ la maggior parte delle persone, in Italia e nel resto del mondo, preferisce -con la non-partecipazione- a delegare tutto alle maggioranze di quella (grossomodo) meta’ degli elettori che partecipa col voto alla formazione dei governi e delle amministrazioni. Siamo quindi in uno sbando che diventa sempre piu’ tale, dove tutto regge grazie al fatto che le piu’ o meno solide democrazie ed istituzioni occidentali (ONU in primis) continuano ad essere dominanti pur con tutti i difetti possibili ed immaginabili. Crediamo che occorra agire per un contenimento demografico tendente al ribasso. Una simile politica non potrebbe mai avere un effetto immediato, ma dovrebbe essere una tendenza di lungo respiro, i cui effetti positivi li vedremo solo molto in la’ nel tempo. E solo se, in contemporanea, gli altri problemi che stanno distruggendo il Pianeta verranno affrontati di petto. Vediamo sul pratico del nostro quotidiano. Un solo esempio. La scellerata scelta di regalare 800 euro per ogni figlio nato in Italia, portera’ ad un aumento della popolazione. Ma se si vogliono aiutare le famiglie, perche’ non si danno agevolazioni su consumi e utenze a chiunque, sganciandoli dalla prolificita’? Certo, cosi’ si conquistano meno voti sull’onda della presunta popolarita’ del provvedimento, ma cosa diremo ai figli fatti in piu’ quando fra qualche anno prenderanno atto della precarieta’ della loro condizione di cittadini e lavoratori, aggravata dal fatto che insieme a quelli nati sul territorio ci saranno anche quelli arrivati in fuga da parti piu’ disgraziate del mondo, persone alle quali non e’ possibile opporre resistenze o chiusure, che’ altrimenti ci si ritorcono contro, sia sul nostro specifico territorio che su quello europeo e mondiale? Le uniche politiche possibili devono e possono essere concepite a livello mondiale, cercando in esse -grazie anche a indicazioni e aiuti degli organismi europei e mondiali- di individuare il nostro specifico ruolo… ed e’ qui che conterebbe l’italianita’, non certo nel contrapporla alla richiesta di aiuto e di collaborazione del resto del mondo. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bce: Pil Eurozona +1,9%

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

Bce taglia stima inflazione Eurozona 2014 a 0,7%

(FILE) A file photo dated 17 February 2014 showing the glass facade of the new building of the European Central Bank, ECB, (R) in the last light of the day in Frankfurt Main, Germany. ANSA/BORIS ROESSLER

Nell’Eurozona gli esperti dell’Eurosistema prevedono una crescita annuale del PIL, in termini reali, dell’1,9 per cento nel 2017. “Questo vuol dire che se anche l’Italia confermasse la previsione del FMI, +1,3% nel 2017, che ha suscitato l’entusiasmo del presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, che ha parlato di lancio spaziale, il nostro Paese sarebbe comunque, tanto per cambiare, l’ultima ruota del carro dell’Eurozona” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Tra le ragioni c’è sicuramente la questione irrisolta del Mezzogiorno, che secondo i dati Istat di oggi, nel 2016 registrerà un incremento del Pil dello 0,9%, contro un +1,2% del Nord –Est. Inoltre, si registra una preoccupante disparità territoriale anche nel Centro, che si ferma addirittura a +0,7, con un crollo dell’1,9% in agricoltura che invece prende il volo nel Nord Est, con un +4,5 per cento. Un’Italia troppo diversa che richiederebbe politiche più mirate” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Romaest un grande polo sportivo aperto ai bambini e ragazzi della Capitale

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

romaestRoma Dal 26 giugno al 16 luglio, al via la grande festa dello sport, con le Olimpiadi di Romaest. Per tre settimane il Centro Commerciale Romaest, Via Collatina, 858, ospiterà un grande polo sportivo con diverse strutture: campi da pallavolo e da basket, cyclette, campi da ping pong e calcio balilla usufruibili da tutti i visitatori che potranno giocare e divertirsi. All’interno e all’esterno del Centro saranno collocati vari impianti sportivi, gli allestimenti interni si troveranno al primo piano (area food), mentre i campi da pallavolo e da basket saranno disposti all’esterno del Centro, presso l’ingresso sud.La mattina dalle 10 alle 13, i centri estivi potranno partecipare con i loro ragazzi alle attività sportive. Per le prime due settimane i ragazzi si alleneranno nelle diverse discipline e al termine verranno selezionati gli ‘atleti’ più bravi in vista delle gare che si disputeranno l’ultima settimana. Infatti, nell’ultima settimana ogni giorno a Romaest avrà luogo una sfida tra due centri estivi.Nel pomeriggio e nei weekend le strutture sportive potranno essere utilizzate da tutti i visitatori del Centro, bambini, ragazzi e anche adulti.”Ospitiamo volentieri le ‘Olimpiadi’ a Romaest, un momento di aggregazione che sottolinea l’importanza dello sport e dei suoi valori. Lavoriamo ogni giorno affinché Romaest possa essere considerato un luogo di incontro e, in questo caso, un punto di riferimento per socializzare attraverso le discipline sportive che da sempre aiutano ad apprendere i valori dell’amicizia, della lealtà e della solidarietà”. – Ha dichiarato Marco Torresan, Direttore del Centro Commerciale Romaest.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Banche e la “farsa” della commissione d’inchiesta

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

meloni«Dopo anni di rinvii e bugie il Pd si è degnato di votare l’istituzione della commissione d’inchiesta sulle banche. Ma lo ha fatto bocciando l’emendamento di Fratelli d’Italia che chiedeva la proroga della sua durata oltre la fine di questa legislatura: questo vuol dire che la commissione avrà pochissimo tempo per fare un lavoro enorme. E qualora si andasse a elezioni anticipate la commissione non avrebbe nemmeno la possibilità di iniziare la sua attività. Quale sarà il risultato? Nessuna giustizia per i risparmiatori truffati e impunità per Renzi, Boschi e i loro amici banchieri che hanno messo sul lastrico migliaia di italiani». Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sui treni locali la sicurezza è in un colpo d’occhio. Su 64 convogli i Driver Console Panel di Ermetris

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

claudio borrelloTutto il treno sotto controllo con un colpo d’occhio con i Driver Console Panel di Ermetris. È finalizzato ad incrementare la sicurezza dei treni ad alta frequentazione – i cosiddetti Taf a due piani – l’intervento che l’azienda di Gorizia sta facendo per i treni di Trenitalia. In totale 64 treni a due piani in servizio sulle tratte locali verranno dotati di 256 innovative console che permettono di monitorare tutto il funzionamento del treno. «Più che un computer di bordo, possiamo dire che si tratta del “cuore” del treno. Da questi pannelli da 10.4 pollici passano tutte le informazioni relative al convoglio: lo stato dell’impianto frenante, l’efficacia del condizionamento, l’apertura e la chiusura delle porte e persino le informazioni relative al funzionamento dei servizi igienici», spiega Claudio Borrello, ingegnere che nel 2011 ha fondato Ermetris come start-up basata sulle soluzioni innovative per il settore ferroviario. In pochi anni, l’azienda goriziana ha saputo ritagliarsi un ruolo di primo piano in un settore ad elevata innovazione conquistando clienti in Italia, Canada, Danimarca, Francia, Germania, Norvegia e Usa.
Con la tecnologia sviluppata e applicata da Ermetris, il passo in avanti è stato notevole. Innanzitutto plancia«parliamo di sistemi che utilizzano un’elettronica di nuova generazione basata sul principio del “low power”, quindi con un minore consumo di energia, e con una vita superiore – quasi doppia – alle precedenti tecnologie», spiega Borrello. Anche sotto il profilo dell’utilizzo, la nuova interfaccia garantisce diverse innovazioni. «Lo schermo è “sun readable”, ovvero facilmente leggibile anche con il sole o in presenta di molta luce. Questo assicura sempre la possibilità di avere sotto controllo tutti gli strumenti. Inoltre, è antivandalico: risulta particolarmente difficile romperlo. Non certo ultimo, ha fatto propria la tecnologia touch screen, tecnologia che non solamente è ormai entrata a far parte in modo diffuso della nostra vita quotidiana, ma soprattutto garantisce un più agevole utilizzo. Sono tutti accorgimenti fondamentali per un sistema di controllo della sicurezza. E qualora il monitor non dovesse funzionare, il treno non può entrare in servizio».Nel complesso, l’intervento di Ermetris vale circa un milione di euro. «È un ulteriore tassello che mettiamo sul cammino della crescita», conclude Borrello. L’azienda in pochi anni è infatti cresciuta in modo esponenziale vincendo gare per diciassette carrozze bistrot-ristorante delle ferrovie norvegesi, per una ventina di treni della nuova tramvia di Firenze, per 40 treni della circumvesuviana di Napoli, per manutenzioni e fornitura di componentistica per i vecchi “Etr 500” ed “Etr 480” di Trenitalia e per la manutenzione dei sistemi di bordo dei treni di TreNord. (foto: claudio borrello, plancia)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Microcitemie: “Assemblea Capitolina vota mozione a unanimità per riattivare al più presto Centro Studi”

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

regione-lazioRoma. L’Assemblea Capitolina ha approvato all’unanimità la mozione – di cui ero il primo firmatario – in merito alla riattivazione dei servizi di prevenzione e assistenza del Centro Studi Microcitemie di Roma. Purtroppo dal mese di maggio 2015 la Regione Lazio targata Pd ha chiuso il Centro Studi Microcitemie della Capitale, un’eccellenza italiana nel campo della diagnostica e della prevenzione dell’Anemia Mediterranea e delle emoglobinopatie. Il mancato finanziamento della struttura – con i relativi contributi regionali – ha causato l’inevitabile arresto dei servizi offerti dal Centro, con gravissime ripercussioni sulla salute di centinaia di pazienti e per le migliaia di utenti che ogni anno potevano usufruire gratuitamente dei servizi di diagnostica emoglobinica e delle indagini di biologia molecolare per la prevenzione, nei propri figli, di patologie insidiose e devastanti come le Talassemie. Con la chiusura del Centro Studi Microcitemie si è inoltre disperso il patrimonio di esperienza scientifica rappresentato dal team di medici, biologi e tecnici che, insieme al personale ausiliario, hanno assicurato per 40 anni gli screening scolastici e la diagnostica ambulatoriale per le anemie rare nella nostra Regione. Penso che a questa grave ingiustizia deve essere posto rimedio nel più breve tempo possibile. Per questo motivo faremo di tutto per identificare, con urgenza, una struttura pubblica disponibile a ospitare i servizi ambulatoriali e diagnostici relativi alla prevenzione e all’assistenza alle patologie emoglobiniche. Bisogna riattivare, in collaborazione con la Asl competente, il Centro Studi Microcitemie di Roma per garantire il diritto alla prevenzione, oggi scaricato sulla coscienza individuale, dei circa 70.000 pazienti di Roma e del Lazio”. Lo dichiara in una nota il consigliere capitolino del M5S Fabio Tranchina.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma. Municipio IV. Piccolo-Corrado (PD):”Non si governa con scaricabarile su uffici”

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

Roma “Spiace constatare che la Presidente Della Casa prenda le distanze dalla parte amministrativa che lei dovrebbe essere in grado di governare nella quotidiana continua ricerca delle soluzioni ai problemi dei cittadini. Nel merito suggeriamo alla Presidente di non scaricare sugli uffici il malgoverno del municipio, poiché dovrebbe essere compito di una giunta efficiente dare a cittadini, professionisti, operatori del commercio un quadro chiaro di come affrontare senza penare gli ostacoli della asfissiante burocrazia amministrativa su cui i 5 Stelle in città avevano promesso semplificazioni e su cui, come per tanto altro, non hanno mosso un dito. Chiudiamo consigliando alla Presidente di leggersi con più attenzione le carte da dove potrà evincere che la domanda non è stata presentata da nessun “Gruppo” come da Lei asserito. Capisco la difficoltà ma ricordo ai 5 stelle che anche gli iscritti al Partito Democratico sono cittadini come tutti gli altri.Rinnoviamo stima personale, pur nella divergenza politica, alla Presidente Della Casa certi che quanto accaduto potrà essere di lezione per tutti per il futuro. Andiamo avanti preoccupiamoci di risolvere problemi più pressanti”.Cosi in una nota la consigliera capitolina del PD Ilaria Piccolo e il consigliere dem del UV municipio Niccolò Corrado.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Online la graduatoria provvisoria dell’Estate Romana

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

luca-bergamoRoma. Con due giorni di anticipo rispetto a quanto annunciato nei giorni scorsi dal Vicesindaco con delega alla Crescita Culturale Luca Bergamo, dal 21 giugno è online la graduatoria provvisoria per la composizione del programma dell’Estate Romana per il triennio 2017-2019 e per l’anno 2017.“Le novità principali – dichiara il vicesindaco Luca Bergamo – sono due: il bando triennale che permette agli operatori di fare una programmazione sul medio periodo e il fatto che tutto il territorio della città è coinvolto da manifestazioni dell’Estate Romana, non solo il centro. Stando a questa graduatoria provvisoria gli operatori hanno risposto al bando proponendo attività diffuse su tutto il territorio di Roma Capitale e non solo al centro”.Ottimo riscontro per i progetti triennali: “In totale i progetti triennali eleggibili ricevuti sono stati il 70% del totale, mentre quelli annuali il 30%. Questo vuol dire che gli operatori del settore hanno compreso e apprezzato la possibilità di fare una programmazione di medio periodo. Questo vuol dire lavorare ad un’offerta culturale strutturata”.In totale sono arrivate 199 domande (triennali e annuali) e ne sono state ammesse 183. Sulle 183 ammesse, 129 sono idonee e sono rientrate nella graduatoria provvisoria dei progetti triennali e annuali. Rispetto al totale delle eleggibili (129), 92 sono triennali e 37 annuali.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Massimo Colomban lascia la giunta Raggi?

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

campidoglio“Prosegue il fuggi fuggi dal Campidoglio e dalla corte di Virginia Raggi. Apprendiamo dai quotidiani che l’Assessore alle Partecipate, Massimo Colomban, fedelissimo della premiata ditta Grillo-Casaleggio, a settembre lascerà la giunta. Ufficialmente per aver completato la sua mission di risanamento della governance delle partecipate, in realtà per aver sostanzialmente fallito. Come può farci credere, l’assessore Colomban, di aver portato a termine il suo compito dopo nemmeno un anno di lavoro? Cosa si nasconde dietro la sua decisione di lasciare il Campidoglio? C’è qualcosa – come spesso accade quando c’è di mezzo la Sindaca – che ancora non sappiamo? (n.r. abbiamo lasciato nel titolo del nostro lancio un punto interrogativo perchè non è la prima volta che le notizie riguardo la giunta Raggi sono state poi smentite o rettificate.)

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dialogo im-possibile attraverso le fotografie storiche dell’Archivio Alinari

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

alinariVBA-S-A05491-0344Cisano di San Felice del Benaco Inaugurazione: sabato 1 Luglio 2017 ore 18.00, e resterà aperta sino al 1 ottobre 2017. Negli spazi di Palazzo Cominelli saranno esposte una cinquantina di fotografie storiche che si propongono di creare un viaggio bizzarro e sorprendente tra l’eleganza dell’architettura e la bellezza inconsueta del mondo animale attraverso un secolo di scatti dell’Archivio Alinari.
L’esposizione nasce da un rinnovato incontro tra la Fondazione Raffaele Cominelli e il prestigioso Archivio fotografico Alinari di Firenze.
Per la mostra “AnimAlinari” – curata da Rosanna Padrini Dolcini e Nicola Rocchi per la Fondazione Cominelli con Rita Scartoni e Anna Luccarini per Alinari – è stato possibile attingere direttamente allo straordinario patrimonio raccolto a partire dal 1852 dalla società fiorentina, operando in questo caso una selezione fondata su una chiave di lettura insolita, più allusiva e poetica che vocata ad una razionalità ordinatrice.
Sono esposte 50 fotografie, realizzate entro un arco temporale che va dal 1865 al 1981. Ne sono autori, oltre agli stessi Alinari, molti importanti studi fotografici italiani del secolo scorso i cui archivi sono confluiti a Firenze. La mostra è stata suddivisa in sezioni, ognuna delle quali fa capo all’immagine di un animale, scattata – nella maggior parte dei casi – in studio davanti a un fondale neutro, con una scelta che produce oggi un effetto insolito di straniamento. Dalla fotografia “capofila” discendono, per associazione, le successive: con l’intento di evidenziare affinità non soltanto evocative ma anche tecniche, come ben chiariscono nel testo in catalogo Anna Luccarini e Rita Scartoni, che per conto di Alinari hanno collaborato con partecipazione e competenza alla scelta degli scatti inclusi in mostra.
ARA-F-01156M-0000ACA-F-016237-0000“La natura che parla alla macchina fotografica – scrive Walter Benjamin – è una natura diversa da quella che parla all’occhio; diversa specialmente per questo, che al posto di uno spazio elaborato consapevolmente dall’uomo, c’è uno spazio elaborato inconsciamente”. Procedendo per vie inconsce può così avvenire che, partendo dall’immagine di una coppia di pony scattata a inizio Novecento, sia possibile risalire all’indietro, fino ai primi esperimenti ottocenteschi di fotografie stereoscopiche; e quindi scavalcare il secolo per ritrovare, in un’ispirata inquadratura del 1981 di Filiberto Pittini, soltanto le ombre di quella lontana coppia proiettate su un muro. Oppure può accadere che un uomo tranquillamente inginocchiato in un intrico inquietante di alligatori e caimani, ripreso intorno al 1915, trovi la sua eco, nei primi anni Sessanta, nell’operaio che lo Studio Villani ritrae solitario all’interno di uno stabilimento metallurgico, tra tubi in metallo scintillanti di luce.
Molti altri accostamenti propone la mostra, invitando i visitatori a completare con la fantasia gli ellittici percorsi tra architetture, ritratti, fotografie di moda e industriali, e proponendo allo stesso tempo un sintetico colpo d’occhio sulla qualità dell’arte fotografica italiana novecentesca. Una piccola selezione, dedicata al fotografo Luigi Leoni, accosta infine le vite degli umani a quelle di animali per lo più selvatici, addomesticati in fondo illusoriamente: così come è impossibile incatenare il potere evocativo della fotografia.La mostra è accompagnata da un catalogo che riproduce tutte le opere in mostra. Orari, sabato: dalle 16,30 alle 20.00 domenica: dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16,30 alle 20.00 Ingresso libero. (foto: alinari)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro Colosseo: programma della stagione 2017/2018

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

teatro colosseoTorino Inizia il mese di luglio e il Teatro Colosseo in Via Madama Cristina, 71 svela il cartellone della stagione 2017 – 2018, per un nuovo viaggio nella più attuale e interessante cultura teatrale e musicale italiana e internazionale. Trentaquattro appuntamenti per delineare il percorso del più grande teatro privato del Piemonte che si consolida sempre di più come protagonista della vita culturale del territorio. One-man-show, teatro-canzone, danza, prosa, musical, grandi show per offrire al pubblico, insieme al meglio della musica italiana e internazionale, un panorama ricchissimo e vario da ottobre 2017 a maggio 2018. Come sempre non è facile trovare un filo conduttore all’interno di una proposta così ricca. Siamo guidati dall’ossessione della qualità e dall’attenzione nei confronti di un pubblico che insieme a noi è cresciuto nelle esigenze e nella capacità di giudizio. Il Teatro Colosseo per questa nuova stagione propone come sempre i grandi nomi, ma si apre a produzioni nuove offrendo al pubblico l’occasione di vedere in scena straordinari talenti da valorizzare e mega show nazionali e internazionali. Saranno tante le donne in scena: artiste che hanno fatto la storia del teatro e nuove realtà amatissime dal grande pubblico. In questa nuova stagione – dichiara Claudia Spoto, direttrice del Teatro Colosseo. – il nostro pubblico potrà scattare la fotografia dei propri interessi, così come farsi sorprendere da una proposta del tutto nuova. Le collaborazioni del Teatro Colosseo con le migliori realtà piemontesi e italiane portano in teatro la grande musica fra concerti e grandi show musicali. Il cartellone della nuova stagione si apre, il 19 ottobre, con l’atteso concerto della rivelazione dell’ultimo festival di Sanremo, l’italo albanese ERMAL META. Il 9 novembre sarà ancora grande musica con i THE MUSICAL BOX, la band canadese famosa in tutto il mondo per la capacità di far rivivere le emozioni del repertorio e dei costumi dei Genesis con una versione unica di Selling England by The Pound che la band di Phil Collins ha realizzato unicamente nel tour americano del 1974. Protagonista anche il prog italiano, il 14 novembre, con il ritorno al Teatro Colosseo della PFM. Per gli amanti della musica e dei grandi personaggi è davvero imperdibile il concerto annunciato per il 23 novembre: ARA MALIKIAN, uno dei più espressivi violinisti della scena musicale contemporanea, capace di mescolare musica classica e musiche popolari, senza dimenticare il rock. Il giorno dopo sarà la volta di EDOARDO BENNATO, rocker cantastorie che dopo il sold out della scorsa stagione ritorna in teatro per coinvolgere il pubblico con i suoi più grandi successi.
Nel cartellone del Teatro Colosseo non possono mancare i grandi spettacoli, la danza e il musical: il 19 novembre si continua con il grande ritorno di uno degli show più amati a livello internazionale, il RED BULL FLYING BACH, nel quale danza classica e breakdance si mescolano in una interpretazione mozzafiato del repertorio del grande compositore tedesco. Dal 28 novembre al 3 dicembre il Teatro Colosseo ospiterà la produzione tutta italiana di MAMMA MIA!, la più celebre commedia musicale degli anni 2000. Divertente e romantico, il musical porta in scena tre amatissimi attori – Luca Ward, Paolo Conticini e Sergio Muniz – e altri 30 artisti che si muoveranno in un’ambientazione tecnologica e sorprendente. Dicembre segnerà l’arrivo di GREEN DAY’S – AMERICAN IDIOT, l’esplosiva rock opera dei Green Day. Il 15 e il 16 dicembre sarà possibile immergersi nel mondo della nota band di Billie Joe Armstrong e nelle vite di tre giovani amici alla ricerca di un senso e di un posto nel mondo post 11 settembre. Il 16 gennaio ci sarà da ridere con i comici di MADE IN SUD, capitanati dalla bravissima Fatima Trotta. Un giorno solo e sarà la volta della storia d’amore più famosa di tutti i tempi: rinnovato dell’allestimento e nel cast, arriva in teatro una delle produzioni di maggior successo della compagnia del Balletto di Roma, GIULIETTA E ROMEO, firmata dal coreografo e registra Fabrizio Monteverde. Ha il sapore del grande evento, dopo il grande successo delle passate stagioni, il ritorno al Teatro Colosseo di ARTURO BRACHETTI. Dal 26 febbraio al 4 marzo il maestro del trasformismo sarà in scena con Solo, the Master of quick change, un imperdibile spettacolo tra reale e surreale, verità e finzione, in cui Brachetti apre le porte di casa sua tra ricordi e fantasia, e propone un viaggio nella sua storia artistica, attraverso le altre affascinanti discipline in cui eccelle, come le ombre cinesi e il mimo. Ancora danza il 17 e il 18 febbraio con BREAK THE TANGO, lo show che porta in scena due stili di danza diametralmente opposti: tango argentino e break dance. Con la primavera arriverà il tour ufficiale del racconto che ha emozionato e fatto sognare milioni di donne in tutto il mondo, DIRTY DANCING (dal 23 al 25 marzo). Il 7 e l’8 aprile sarà la volta di Angela Finocchiaro e Laura Curino in CALENDAR GIRL: una divertente commedia che racconta la storia di un gruppo di donne fra i 50 e i 60 anni che si impegna in una raccolta fondi destinati a un ospedale nel quale è morto di leucemia il marito di una di loro.
Grande spazio è riservato agli spettacoli fra comicità, ironia, e storie di oggi. Grandi protagonisti che – qualche volta da soli, qualche volta accompagnati da musicisti e coprotagonisti – Si inizia il 3 novembre con LELLA COSTA e la sua Traviata, un’opera teatral-musical, sapientemente diretta da Gabiele Vacis. La bravissima autrice-attrice si supera in un lungo e divertente monologo, mescolando il romanzo di Dumas, il libretto di Piave e le musiche di Verdi, recitando tutte le parti della storia accompagnata dal vivo da straordinari musicisti e cantanti lirici. Il comico di Zelig, ANTONIO ORNANO, salirà sul palco il 17 e il 18 novembre con Horny Crostatina Stand Up vol. II, un divertente monologo al naturale, la cronaca di uomo che confessa al pubblico le proprie fragilità e debolezze. Dopo il grande successo della passata stagione, Andrea Baccan, in arte PUCCI, torna al Teatro Colosseo il 7 e l’8 dicembre con In…tolleranza zero. Il 23 e il 24 febbraio si tornerà a ridere con la bravissima TERESA MANNINO che presenta a Torino il nuovo spettacolo Sento la terra girare. Dopo quindici anni MASSIMO LOPEZ e TULLIO SOLENGHI (16 marzo) tornano in scena con uno show fatto di parodie, imitazioni, gag, improvvisazioni e tantissima musica. A seguire Perfetta, il divertente monologo con cui GEPPI CUCCIARI il 21 e il 22 marzo racconterà un mese di vita di una donna attraverso le quattro fasi del ciclo femminile. I grandi personaggi non fanno solo ridere: spesso anzi salgono sul palco per raccontare storie esemplari, per rendere universale uno sguardo, una esperienza, per trasformare una vita in teatro. Debutta al Teatro Colosseo con il suo Eleganzissima un personaggio capace di colpire l’immaginazione: è DRUSILLA FOER, attrice e musa di registi e fotografi una delle ultime vere dive del contemporaneo racconterà la sua storia il 6 dicembre. ENRICO BERTOLINO, osservatore ironico e tagliente del contemporaneo, condurrà dal palco del Colosseo un particolare talk show politico intitolato Perché boh: un esperimento di instant theatre nel quale attraverso l’incontro con ospiti di grande richiamo ci sarà modo di ridere, ma anche di riflettere. Quella di VITTORIO SGARBI su Michelangelo sarà una vera e propria lezione, ma appassionante, viva e palpitante: dopo il successo del ciclo su Caravaggio il critico teatrale e guastatore televisivo accompagnerà il pubblico, il 22 febbraio, in un viaggio alla scoperta di uno dei più grandi talenti della storia dell’arte. FEDERICO BUFFA, sempre di più star del giornalismo sportivo italiano, ritorna in teatro l’8 marzo per una inedita festa della donna: attraverso il racconto dell’incontro fra Mohammed Ali e George Foreman a Kinshasa nel 1974.Ampio spazio è dedicato in questa stagione ad un genere che sta ritrovando energia grazie a interpreti appassionati e appassionanti. Il teatro-canzone con la leggerezza della musica e la poesia della parola riesce a portare alla luce ciò che troppo spesso si vorrebbe dimenticato. Amatissimo dal pubblico del Teatro Colosseo NERI MARCORE’ porta in scena, il 19 e 20 gennaio, la sua interpretazione della lezione dei due maestri Fabrizio De André e Pier Paolo Pasolini in Quello che non ho. Il 9 e il 10 marzo, ALE & FRANZ rendono omaggio a due giganti della musica italiana. Nel nostro piccolo – Gaber, Jannacci, Milano è un’occasione per mostrare al pubblico quanto il contributo di Giorgio Gaber ed Enzo Jannacci sia stato importante per loro e per tanti altri artisti. In una veste diversa da quella che il pubblico televisivo conosce, ENZO IACCHETTI torna in teatro con Libera Nos Domine, la cronaca di un uomo prigioniero dell’attualità e desideroso di liberarsi dai dubbi che lo affliggono sulle più importanti questioni della vita.In cartellone infine anche due progetti di prosa, due chicche che sapranno coinvolgere ed emozionare il pubblico attraverso la forza delle loro storie. Novità assoluta è il grande spettacolo teatrale firmato da Mario Gelardi e Roberto Saviano, LA PARANZA DEI BAMBINI (12 gennaio). Un gruppo di giovani attori scelti dal Nuovo Teatro Sanità di Napoli trasporterà il pubblico in una realtà difficile e troppo spesso ignorata in un grande allestimento che ricorda, per impatto e potenza, quello del cinema o delle serie televisive. Dal 1 al 4 marzo la splendida CLAUDIA CARDINALE torna in teatro accanto a OTTAVIA FUSCO nella versione al femminile de La strana coppia, uno spettacolo che vuole raccontare la forza che l’amore ha di unire e non separare.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fidanzamento con il botto

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

fidanzamento con il bottoPalermo Martedì 4 luglio alle 19,45 al cinema Rouge et noir, in piazza Verdi 8 a Palermo – all’interno della rassegna “Arena condizionata – il regista siciliano Manfredi Russo presenterà in anteprima nazionale “Fidanzamento col botto”, il suo nuovo cortometraggio.
Un documento cinematografico per non dimenticare l’orrore della guerra, ma anche un omaggio alla città di Palermo, dove il ruolo dolce e amaro della risata è protagonista di una commedia che farà discutere.Diciotto minuti di immagini – ambientate tutte a Palermo tra Villa Filippina e alcuni spazi privati – che vedono protagonista, oltre al regista, tra gli altri, gli attori Maurizio Bologna, Luciana Turina e Benedetto Raneli.
La storia si svolge tutta il 9 maggio 1943, giorno in cui gli angloamericani – in occasione dell’anniversario della proclamazione dell’Impero fascista – decisero di bombardare Palermo con bombe al fosforo, attaccando in particolare l’area della stazione e del porto, con lo scopo di isolare la città. La trama racconta di un pranzo di fidanzamento che si svolgerà nelle stesse ore dell’attacco, fidanzamento con il botto1partendo dal protagonista, Franco Campanella, personaggio bislacco che, partito da Campofiorito, raggiunge la famiglia a Palermo. L’incontro sarà occasione di tanti equivoci tra il serio e il faceto, con la guerra a cambiare tutto.«Se avessi raccontato la parte cruda della guerra – dice il regista – non avrei aggiunto nulla a quel che si sa già. All’interno di una commedia degli equivoci, ho voluto raccontare, una storia, in parte vera e in parte surreale, dove spiccano i sentimenti dei personaggi, in un momento storico particolare».Il cortometraggio, prodotto da Cinepro, col patrocinio gratuito del Comune di Palermo, è stato presentato in gara a giudizio a giugno, in anteprima mondiale, alla settantaquattresima edizione della Biennale di Venezia. Le scenografie sono degli allievi dell’Accademia di belle arti di Palermo. Fotografia e montaggio sono di Veronica Randazzo. Responsabile del suono è Roberto Garilli Seregni Steri. Le musiche sono di Roy Pecorella. I costumi sono di Marisa Massarelli. Ingresso gratuito, fino a esaurimento posti. (Vassily Sortino) (foto: fidanzamento con il botto)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »