Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 220

Il grande “federatore”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 giugno 2017

berlusconi-di-spalleAvevamo già scritto riguardo la rinuncia di Renzi a sostenere gli amministratori locali della sua area politica, compreso il “camuffamento” con le liste civiche in alcune città per cercare di rendere meno evidente la sconfitta del PD e abbiamo anche cercato di capire la ragione di questa débâcle preannunciata pensando al vero vincitore di questa tornata elettorale che è senza dubbio Silvio Berlusconi che ha il merito riconosciuto da tutti d’essere il solo capace di mettere insieme una coalizione di destra e di centro così come è avvenuto in passato e alla fine anche Salvini si metterà in riga stemperando il suo “protagonismo populista” che sino ad oggi lo ha distinto. Ma qui vi è anche un altro piccolo miracolo di Berlusconi riuscendo a neutralizzare, pur senza escluderlo, il lepinismo all’italiana per avere dalla sua un asso nella manica nei confronti dei “burocrati” di Bruxelles. E ora si può pensare tranquillamente alle politiche, a prescindere, dal come sarà formulata la legge elettorale. Andremo sicuramente alle larghe intese e sarà il prezzo che Renzi dovrà pagare per sperare di ritornare a palazzo Chigi. Ma lo farà pagando un prezzo molto alto perché non riuscirà a muovere un dito senza il permesso di Berlusconi che a sua volta si assicurerà d’avere nei posti chiavi ministeriali i suoi uomini di fiducia e non è detto che non tenga di riserva, se Renzi farà qualche passo falso, mandando in pista l’attuale ministro Calenda.
E il movimento Cinque Stelle? E’ una bella domanda. Si cercherà in tutti i modi di ridimensionarlo squalificandolo agli occhi dei suoi elettori ben sapendo che la vittoria delle larghe intese è assicurata solo se si riuscirà a contenere l’affluenza al voto intorno al 55-60% degli aventi diritto.
Ma Grillo se ne starà buono buono ad assistere ad una sconfitta, anche in questo caso, preannunciata alle politiche? Ha solo una possibilità e da mesi glielo abbiamo detto, ma come si dice? Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. (Riccardo Alfonso direttore centri studi politici e sociali della Fidest)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: