Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 299

Obesità infantile, pubblicate le nuove raccomandazioni Usa per lo screening

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 giugno 2017

Fat boy measuring his belly with measurement tape on gray backgroundLa U.S. Preventive Services Task Force (Uspstf) raccomanda che i medici sottopongano a screening per l’obesità i bambini e gli adolescenti in base all’indice di massa corporea a partire dai sei anni e che offrano interventi sul comportamento e piani per promuovere il miglioramento del peso, secondo un rapporto pubblicato su Jama. «Circa il 17% dei bambini e degli adolescenti dai 2 ai 19 anni negli Stati Uniti è obeso, in base ai grafici di crescita del Centers for Disease Control and Prevention e quasi il 32% è in sovrappeso» afferma David Grossman, del Kaiser Permanente Washington Health Research Institute di Seattle, che ha guidato la task force in questo studio. «L’obesità nei bambini e negli adolescenti è associata a problemi di salute mentale e psicologica, asma, apnea ostruttiva del sonno, problemi ortopedici ed esiti avversi cardiovascolari e metabolici quali pressione sanguigna alta, livelli lipidici anomali e resistenza all’insulina. Bambini e adolescenti possono subire scherni e bullismo a causa del loro peso e avere problemi cardiovascolari o di diabete di tipo 2 nell’età adulta» aggiunge. L’USPSTF ha trovato prove sufficienti riguardo al fatto che gli screening e gli interventi comportamentali intensivi per l’obesità nei bambini e negli adolescenti dai sei anni di età possano portare a miglioramenti nel peso, e la grandezza di questo beneficio è stata stimata come moderata. Per quanto riguarda invece interventi con farmaci quali metformina e orlistat, la grandezza di questo beneficio è incerta perché le prove relative all’efficacia della metformina e dell’orlistat sono inadeguate. L’Uspstf ha trovato inoltre prove sufficienti per definire come lievi o assenti i danni potenziali dello screening e di un intervento comportamentale completo e intensivo per l’obesità nei bambini e negli adolescenti. «L’adozione delle linee guida dell’Uspstf nella pratica pediatrica offre ai pediatri e ai professionisti della salute un’opportunità per dare un contributo vitale al miglioramento della salute dei bambini e a una possibilità di un futuro migliore, cambiando la tendenza del loro peso e stabilendo uno stile di vita sano» scrivono in un editoriale di accompagnamento Teresa Quattrin, della University of Buffalo, e Denise Wilfley, della Washington University School of Medicine di St Louis. (fonte doctor33) (foto. obesità)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: