Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 1 luglio 2017

Manifestazione a Roma di Pisapia: Dichiarazione Leoluca Orlando

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

leoluca orlandoRoma 1/7/2017 Piazza SS. Apostoli. “Ho deciso di partecipare all’incontro di oggi perché credo che la sinistra e il centrosinistra in Italia abbiamo necessità di costruire percorsi di unità e dialogo. Percorsi che richiedono un lungo ed incessante lavoro di confronto che valorizzi e riconosca che tutti e ciascuno sono portatori di valori e istanze.
Ho deciso di partecipare per portare l’esperienza di Palermo, che ha unito storie politiche e idee diverse attorno ad alcuni punti programmatici fermi quali il rispetto della persona umana, il rispetto dei diritti di tutti e di ciascuno, la difesa dei beni pubblici e dei beni comuni, l’alternativa al sistema di potere mafioso ed affaristico.
Sono questi i valori che a Palermo hanno permesso di vincere mostrando che il popolo del centrosinistra sa essere alternativo ed esprimere una alternativa seria al moviventismo sterile e inconcluendente del M5S che sempre più guarda a destra.
Sono questi i valori attorno ai quali a Palermo i partiti, tutti i partiti hanno saputo fare un passo indietro rispetto ai propri apparati e ai propri litigi, riconoscendo nel bene della collettività il bene comune.
Sono queste le parole, i valori e i metodi su cui abbiamo costruito un percorso condiviso, rispettoso di tutti.
Spero che l’esperienza che comincia oggi a Roma a quelle stesse parole e a quegli stessi valori e metodi voglia e sappia ispirarsi, altrimenti rischiamo di compiere altri passi che invece di costruire programmi chiari e percorsi comuni, saranno fautori di nuove divisioni, personalismi e autoreferenzialità di cui tante volte in Italia la destra, il malgoverno e la mafia hanno tratto gran giovamento”.Lo ha detto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando. (By Pietro Galluccio)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aperture straordinarie serali Galleria dell’Accademia di Firenze

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

perugino assunzioneFirenze Per tutta l’estate, fino alla fine di settembre, sarà possibile ammirare le opere d’arte custodite nella Galleria dell’Accademia di Firenze anche dopo il tramonto, grazie alle aperture straordinarie serali fino alle 22.00 ogni martedì e giovedì.
Un’opportunità per ammirare i capolavori inestimabili della Galleria dell’Accademia nelle ore più fresche della giornata e con minore affluenza di visitatori.
Saranno due serate all’insegna dell’arte per osservare con la dovuta calma non solo il David di Michelangelo ma anche i dipinti e le sculture realizzati tra il tredicesimo secolo e la fine dell’Ottocento da alcuni maestri dell’arte italiana, come Botticelli, Ghirlandaio, Giambologna, Pontormo, Bronzino, Andrea del Sarto, oltre alla gipsoteca e l’ampia collezione di strumenti musicali del museo.
Inoltre, il martedì si potrà aderire allo speciale programma di visite guidate gratuite “Non solo David: tesori svelati” per scoprire alcune delle opere meno conosciute ma altrettanto preziose ospitate nelle sale di uno fra i più importanti musei italiani, illustrate da operatori dei Servizi educativi.
Per partecipare è sufficiente presentarsi alle 20.00 al meeting point, nei pressi della biglietteria muniti di biglietto di ingresso al museo. Consigliata la prenotazione: Firenze Musei +39 055 294883. La biglietteria chiude alle ore 21.30. (foto: perugino assunzione)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trapani: Incontri letterari al San Domenico

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

inchiostrodautoreTrapani. Dal 21 luglio al 23 agosto 2017 Chiostro Ovest Complesso Monumentale di San Domenico Piazzetta San Domenico Ore 19:00 Ingresso Libero torna, tra gli archi del Chiostro di San Domenico, una nuova edizione di InChiostro d’Autore, la rassegna letteraria che porta a Trapani autori internazionali e tematiche importanti grazie all’Ente Luglio Musicale Trapanese. Per questa quarta edizione, ancora una volta a cura del giornalista e scrittore Marco Rizzo, InChiostro d’Autore guarda oltre i confini della città e del Mediterraneo, mantenendo uno sguardo di predilezione verso tematiche care ai trapanesi.
Il 21 luglio apre la rassegna l’agronomo Giuseppe Barbera, che parlerà del libro Abbracciare gli alberi (il Saggiatore), un’occasione per discutere sul rapporto tra l’uomo e la natura, i cambiamenti climatici e la cura del verde pubblico. Il 28 luglio Trapani ospita un grande giornalista, Enrico Deaglio, e la sua inchiostrodautore1inchiesta su razzismo e pregiudizio negli Stati Uniti dei primi anni del XX secolo, Storia vera e terribile tra Sicilia e America (Sellerio Editore), per ricordare quando i migranti eravamo noi. Il 4 agosto, per la prima volta in Sicilia, l’attivista e giornalista italo-tunisina Takoua Ben Mohamed ci parlerà di Sotto il velo (Beccogiallo Editore), raccolta di vignette satiriche che fanno riflettere su pregiudizi e integrazione, ma con il sorriso sulle labbra. Un grande ospite internazionale e un indiscusso maestro del fumetto e dell’illustrazione è l’argentino José Muñoz. Il 9 agosto, oltre a raccontarci la sua straordinaria carriera, il disegnatore del fumetto cult Alack Sinner ci parlerà dell’edizione da lui illustrata di L’inseguitore (Edizioni Sur), capolavoro di Julio Cortázar, uno dei padri della letteratura sudamericana. Chiudono la rassegna il 23 agosto la scrittrice Carola Susani e l’illustratrice Rita Petruccioli, autrici di una versione de L’Eneide (La Nuova Frontiera Junior) rivolta ai più piccoli ma non solo. Il primo appuntamento targato “InChiostro d’Autore Kids” sarà un’occasione per ripercorrere il viaggio di Enea… passando da Trapani, dove approdò.Un’altra novità di quest’anno riguarda il rapporto tra internet e la letteratura: ogni incontro sarà raccontato in diretta su Twitter da @CasaLettori, che con i suoi 52.600 Follower è uno degli account Twitter dedicati ai libri più seguiti d’Europa. Media partner: Itacanotizie.it. Partner: Communico e Scuola del Fumetto Palermo Grafimated Cartoon. (foto: inchiostrodautore)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Polizze mutui: 5 regole per scegliere bene

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

casaL’unica assicurazione obbligatoria quando si sottoscrive un mutuo, è bene ribadirlo, è quella contro il caso di scoppio e incendio. Nonostante questo molti istituti, prima della firma, propongono al cliente la sottoscrizione di altre coperture che, se non valutate corettamente possono far salire inutilmente il costo della pratica, fino ad aumentare anche del 12% il costo che il mutuatario deve sostenere. Per questo motivo Facile.it, in collaborazione con l’esperto di mutui Umberto Stivala, ha creato un breve vademecum che consenta, a chi sta per sottoscrivere un mutuo, di muoversi con cognizione di causa fra le varie proposte.
1) Come prima cosa è bene conoscere le sigle e capire a cosa corrispondono.
Il mondo delle assicurazioni legate ai mutui ha molte, forse troppe sigle. Cosa stanno a significare gli acronimi che con assoluta leggerezza alcuni funzionari di banca snocciolano davanti ai clienti? Vediamolo assieme. Le più comuni sono senza dubbio TCM, CPI, ITP, ITT, PI ed RO che, nell’rdine vogliono dire: Temporanea Caso Morte, Creditor Protection Insurance o Assicurazione per la Protezione del Creditore, Invalidità Totale Permanente, Invalidità Totale Temporanea, Perdita Impiego e Ricovero Ospedaliero. Queste, come detto le più diffuse e proposte, ma per queste come per le altre vale la regola del buon senso; se non sapete di cosa vi stanno parlando, chiedete fino a che non lo capirete perché, nel caso, a pagare il premio sarete comunque voi.
2) Prodotti diversi hanno regole, e modalità di utilizzo, diverse.
Tutti i prodotti che vi abbiamo elencato si differenziano tra loro per coperture, durata e nidalità di pagamento del premio così come, peraltro, anche lo stesso tipo di assicurazione può variare in questi parametri da un proponente all’altro. Ricordatevi che se anche volete acquistare una copertura, non siete obbligati a prendere quella che vi propone l’istituto con cui voi state sottoscrivendo il mutuo; se ritenete più adatto alle vostre esigenze il prodotto offerto da un’altra compagnia potete comprarlo e unirlo alla vostra pratica di finanziamento, mentre la Banca con cui state attivando il mutuo non potrà rifiutarsi di accettare l’assicurazione sottoscritta altrove.
3) A cosa prestare attenzione nel ramo vita
Nel momento in cui la polizza che state associando al vostro mutuo è derivante dal cosiddetto ramo vita, verificate con attenzione se il capitale ad essa collegato sia costante o decrescente nel tempo e se l’indennizzo copre il solo caso di morte per infortunio o, invece, anche quello di decesso conseguente a malattia. Considerate anche che, ove la polizza non fosse collettiva e quindi identica per qualunque tipologia di cliente, il costo potrebbe variare notevolmente al variare dell’età del sottoscrivente.
4) A cosa prestare attenzione nel ramo danni
Quando consideriamo coperture aggiuntive che rientrano nel cosiddetto ramo danni, la vera discriminante da considerare è la professione di chi sta stipulando il mutuo. Se si è lavoratori automoni o dipendenti pubblici, la scelta migliore è quella di associare al finanziamento una assicurazione di Invalidità Totale Permanente o Temporanea; se si è dipendenti privati può essere molto utile unire al mutuo anche una polizza contro la perdita dell’ impiego mentre, se si è già in pensione o, anche, non si lavora affatto, bene includere la polizza detta di Ricovero Ospedaliero.
Fatta questa doverosa permessa, è bene comunque capire, per ogni categoria, in quali casi l’assicurazione pagherà e per quanto tempo. Se si considera la copertura contro la perdita dell’impiego, ad esempio, le assicurazioni garantiscono il pagamento della rata per un periodo compreso fra i 12 e i 36 mesi, ma potrebbero rifiutarsi di corrispondere quanto dovuto, se esplicitamente scritto nel contratto, in caso di cassa integrazione o messa in mobilità.
5) Spacchettare può fare risparmiare
Alla luce di quanto sopra è bene capire se l’assicurazione permette di “spacchettare” le coperture in funzione della tipologia d’impiego e/o dell’incidenza del reddito dei richiedenti. Ad esempio, considerando il caso di una coppia di cointestatari in cui il marito è un dipendente privato con reddito mensile di 2.500 euro, la moglie dipendente pubblica con reddito mensile di 1.400 euro, si potrebbe risparmiare e contestualmente avere delle coperture coerenti andando ad assicurare la Perdita Impiego per il marito e una Invalidità Totale Permanente per la moglie; si potrebbe anche valutare di assicurare per un importo maggiore il marito, che ha reddito più consistente e per cui la mancata produzione di reddito avrebbe più impatto sull’economia della famiglia. Insomma, prima di firmare, informatevi bene e scegliete responsabilmente. (foto: casa) (fonte: Facile.it S.p.A.)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fibrosi Polmonare Idiopatica

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

fibrosi polmonarePrende il via la seconda fase di Voci sott’acqua, il progetto su scala nazionale realizzato da Reverb srl con il contributo non condizionato di Boehringer Ingelheim e che ha la finalità di sensibilizzare sulla Fibrosi Polmonare Idiopatica (IPF). A partire da questa settimana, sul portale vocisottacqua.org, i pazienti e le persone coinvolte nella cura dei malati potranno prendere voce intervenendo sul blog, spazio pensato come bacheca per raccogliere le esperienze di “sopravvivenza” che vengono messe in atto nella quotidianità. È fondamentale migliorare le proprie condizioni di vita nel convivere con l’IPF e spesso è possibile farlo grazie a piccoli escamotage che si scoprono con l’esperienza. Condividerli può essere un aiuto concreto per tutte le persone che ogni giorno devono fronteggiare le difficoltà della patologia.
Nel corso delle settimane sul sito e con l’aiuto dei social network verranno proposte delle tematiche di discussione, i pazienti potranno lasciare il loro contributo inviando un sms o un messaggio whatsapp al numero 3349424325, le esperienze condivise verranno pubblicate sul blog, con la possibilità, per i suggerimenti più significativi, di essere raccontati in modo più ampio sul sito.Il blog sarà promosso anche grazie a interviste e ritratti di pazienti realizzati dal team artistico di Reverb, pillole di sopravvivenza quotidiana, che saranno condivise nel tempo per dare spunti ai malati, accoglierli, farli sentire meno soli e portare l’attenzione, ancora una volta, su questa patologia. Ogni mese, sui canali di Voci sott’acqua verrà raccontata la storia di un paziente, ogni settimana verrà svelato un pezzo del suo percorso di sopravvivenza.
Il primo argomento proposto per il blog è la condivisione delle modalità messe in atto dai pazienti per svolgere le attività che amano di più e a cui non vogliono rinunciare. Nelle interviste svolte fino ad ora sono emersi infatti tanti modi attraverso cui le persone affette dall’IPF portano avanti la loro quotidianità: chi non riuscendo a dormire visualizza le gite in barca a vela, chi alza l’orto da terra per poterlo coltivare, chi fa un minuto di pausa prima di fare le scale per fare scorta di ossigeno, e molti altri semplici sistemi che aiutano a mantenere una buona qualità della vita.
Il progetto è ideato e sviluppato da Reverb srl, realtà che opera nel campo delle arti performative e della comunicazione, grazie anche al sostegno di Boehringer Ingelheim che fin dall’inizio ha creduto nel progetto al punto di decide di destinargli un contributo non condizionato. Diverse le finalità che si propone: aiutare i pazienti ad entrare in contatto fra loro, far conoscere le associazioni diffuse in tutta Italia, portare l’attenzione sui sintomi per dare uno strumento in più per individuare la malattia sempre più precocemente.La prima parte delle attività previste dal progetto è già in essere da alcuni mesi: il reading teatrale Respirare sott’acqua, piccoli esercizi di sopravvivenza spirituale che è stato a Roma, Napoli, Milano, Catania e Bologna coinvolgendo le associazioni pazienti locali e riscuotendo un grande successo di pubblico e di risultati grazie anche alla partecipazione di medici ed esponenti delle Istituzioni. Ma non solo, la pagina Facebook e il profilo Instagram Vocisottacqua, vetrine delle attività sviluppate, insieme al portale vocisottacqua.org, fulcro del progetto.Tante ancora le attività che arriveranno dopo l’estate in primis la realizzazione di un piccolo corto d’autore di forte impatto emotivo con la regia di Davide Gentile, il giovane regista milanese già premiato al concorso “I love GAI” in occasione della 73esima Mostra del Cinema di Venezia e al Festival Internazionale della Creatività a Cannes.
La Fibrosi Polmonare Idiopatica (IPF) è una patologia polmonare di cui non si conoscono le cause che colpisce principalmente gli uomini sopra i 60 anni: gli alveoli si riempiono di tessuto cicatriziale che rende impossibile lo scambio di ossigeno e anidride carbonica del sangue. Si tratta di una malattia che non ha una cura risolutiva e porta alla morte nel giro di alcuni anni, l’unica speranza di guarigione è il trapianto dei polmoni che si può però effettuare solo in alcuni casi. Esistono diversi farmaci che rallentano notevolmente lo sviluppo della malattia e i suoi effetti sul corpo, allungando le aspettative e la qualità della vita dei pazienti. La diagnosi precoce è fondamentale per poter intervenire efficacemente.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al via sperimentazione Steward Taxi a Stazione Termini

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

stazione-terminiTutela dei passeggeri che usufruiscono del servizio pubblico non di linea e lotta all’abusivismo. Con questi obiettivi parte alla Stazione Termini la sperimentazione del progetto Steward Taxi che sarà attivo da oggi, tutti i giorni, per due mesi. Il servizio prevede la presenza di personale dedicato ad attività d’informazione e assistenza a favore dei tanti turisti che affollano la Capitale. Ai passeggeri saranno distribuite anche brochure informative, dove sono indicate tariffe, ordinarie e agevolate, così come i principali punti di stazionamento. “Abbiamo deciso di investire sul servizio di assistenza ai taxi per la cittadinanza, perché sappiamo che in luoghi nevralgici come Termini il passeggero può trovarsi disorientato e soggetto alla morsa dell’abusivismo. I turisti e i cittadini devono essere tutelati e con questa prova sul campo vogliamo dare una risposta efficace anche per sostenere i tassisti che combattono e vivono sulla loro pelle le tante forme di illegalità”, dichiara l’Assessora alla Città in Movimento di Roma Capitale Linda Meleo. “Il servizio di assistenza è fornito dal personale di Roma Servizi per la Mobilità e potrà contare sulla supervisione della Polizia locale che garantirà maggiore sicurezza e controllo in un luogo nevralgico come Termini. Questo è solo uno dei progetti della nostra Amministrazione, messi in campo per migliorare e rendere ancora più funzionale il servizio pubblico non di linea. In questo senso è stato già avviato un sistema di formazione per i tassisti per aiutarli nel lavoro con i turisti, perché loro devono essere il biglietto da visita della nostra città”, spiega.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Migranti. Gruppo PD: “Da M5S rozzezza e sciacallaggio”

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

migrantes“Per definire politicamente i comunicati dei consiglieri M5S di Roma, che denunciano una attività del PD tesa a riempire Roma di migranti non esiste altra definizione possibile che quella di: #SciacallaggioM5S. E’ una espressione che sintetizza meglio il tentativo rozzo di chi copre le proprie colpe prendendosela con altri. Il sindaco della capitale e della città metropolitana, al contrario di quel che si vuole far apparire, può fare moltissimo ed essere parte attiva nell’affrontare il problema dei rifugiati e dei migranti. Noi abbiamo sempre detto di essere pronti a collaborare su un protocollo di accoglienza condiviso che si richiami al modello Milano. Attendiamo dal sindaco Raggi un segnale in tal senso. Purtroppo, al momento rimane la triste constatazione di un movimento come quello di Grillo che si caratterizza per posizioni conservatrici e antitetiche al periodo storico che viviamo. Nonostante i reiterati richiami del Presidente Mattarella e quelli del Pontefice, dobbiamo purtroppo riscontrare che il M5S preferisce svilire il dibattito alla stregua della mera propaganda politica”. Così in una nota il gruppo capitolino del Partito democratico. (n.r. di là dell’aspetto propagandistico che. giornalisticamente parlando, non ci interessa, la questione degli immigrati nella capitale si sta facendo molto seria e in questo senso sarebbe auspicabile non la regola delle accuse e delle smentite ma una costruttiva presa di posizione comune tra maggioranza e opposizione. Vi sono persino immigrati che sono stati assegnati nei comuni della provincia romana che fanno i pendolari per venire a Roma per chiedere l’elemosina anche se sono stati decentemente alloggiati e alimentati. Tutto ciò moltiplica la presenza di irregolari tant’è che si era abituati a vedere fuori dai magazzini i soliti immigrati questuanti e ora ci accorgiamo che si stanno raddoppiando. Persino il volontariato messo in campo per impegnare gli immigrati in lavori utili si sta dimostrando un flop. Il discorso, sia chiaro, non è la collocazione e la logica dell quote ma il fatto che se cercano un lavoro nelle grandi città, nello specifico, esso si rivela molto scarso e allora cominciano a dare segni d’insofferenza che facilmente potrebbero sfociare in qualcosa d’altro e da qui all’accusa di razzismo per chi reagisce alle intemperanze ci vuole poco a dispetto della cultura dell’ospitalità che distingue da sempre il popolo romano. Questa gente, sia chiaro, vuole realizzarsi con un lavoro regolare. Siamo in grado di darlo, fatta salva una ristretta minoranza? No di certo e allora?)

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torna l’appuntamento della prima domenica del mese Il 2 luglio gratis al museo

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

villa torloniaRoma Anche domenica 2 luglio 2017, come tutte le prime domeniche del mese, torna l’ingresso gratuito nei Musei Civici della città per tutti i residenti a Roma e nell’area della Città Metropolitana con molte iniziative per bambini e adulti e una grande varietà di mostre da visitare.Inoltre, come prima domenica del mese, il percorso di visita nell’area dei Fori Imperiali sarà aperto al pubblico gratuitamente dalle ore 8.30 alle 19.15, con l’ultimo ingresso alle 18.15. L’apertura straordinaria prevede l’ingresso alla Colonna di Traiano e, dopo il percorso con passerella attraverso i Fori di Traiano e Cesare, la prosecuzione attraverso il breve camminamento nel Foro di Nerva che permette di accedere al Foro Romano, mediante la passerella realizzata presso la Curia dalla Soprintendenza di Stato.Iniziative ideate e promosse da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Servizi museali Zètema Progetto Cultura.
Ai Musei Capitolini è in corso la mostra Pintoricchio pittore dei Borgia. Il mistero svelato di Giulia Farnese in cui è esposta per la prima volta la Madonna del Pintoricchio, ritenuta dal Vasari il ritratto di Giulia Farnese, amante di papa Alessandro VI Borgia, accanto al più noto Bambin Gesù delle mani. Presso le Sale Terrene del Palazzo dei Conservatori, La bellezza ritrovata. Arte negata e riconquistata in mostra.
Ai Mercati di Traiano I Fori dopo i Fori, che illustra le vicende dell’area archeologica dei Fori Imperiali attraverso i rinvenimenti degli scavi degli ultimi 25 anni.
Al Museo di Roma in Palazzo Braschi nelle Sale al pianoterra CONTATTO. Sentire la pittura con le mani. Caravaggio, Raffaello, Correggio in un’esperienza tattile. Quattro capolavori pittorici sono presentati in forma di rilievi, per consentire al pubblico di scoprire un’opera bidimensionale attraverso l’esperienza tattile e non visiva.
Al Museo di Roma in Trastevere le foto dell’urbanista, storico, autore di “Roma moderna”, Italo Insolera: il bianco e nero delle città, Immagini 1951-84 e OSTKREUZ. La mostra dell’agenzia fotografica tedesca: la retrospettiva racconta la storia dell’agenzia OSTKREUZ, fondata nel 1990 da fotografi della Germania Est e oggi il collettivo fotografico più celebre in Germania. In mostra ci sono oltre 250 fotografie di 22 fotografi, dai lavori immediatamente successivi il crollo del Muro fino ai giorni nostri.
Al Museo Napoleonico Minute visioni. Micromosaici romani del XVIII e del XIX secolo dalla collezione Ars Antiqua Savelli, una delle più importanti in ambito internazionale dedicate a questo peculiare genere artistico, frutto di oltre quarant’anni di acquisizioni e ricerche.
Alla Centrale Montemartini da ammirare, oltre alla magnifica collezione permanente, il treno di Pio IX realizzato nel 1858 dalle società ferroviarie “Pio Centrale” e “Pio Latina”, che lo hanno commissionato ad aziende francesi per farne dono al pontefice.
Al Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco All’ombra delle piramidi. La mastaba del dignitario Nefer, il preziosissimo rilievo funerario del dignitario Nefer, databile al regno del faraone Cheope: una ricostruzione 1:1 della struttura della cappella funeraria e una ricchissima documentazione grafica, fotografica e multimediale per descriverne lo spazio interno.
Al Museo Carlo Bilotti Markku Piri. Vetro & Dipinti. Un finlandese all’Aranciera di Villa Borghese: in mostra oggetti di vetro realizzati in collaborazione con artigiani finlandesi e/o maestri vetrai di Murano, associati a dipinti e serigrafie di Piri, e da tessuti stampati aventi temi e motivi legati alla Finlandia. Silvia Codignola. Autobiografia della madre presenta invece quadri a tempera e olio, alcuni disegni e sculture in gesso tutti di piccole e medie dimensioni, realizzati nell’arco del decennio 2006/2016. L’esposizione, incentrata sul rapporto tra la madre e il figlio, è organizzata in un percorso temporale dall’ingresso nel cerchio materno all’uscita nella “realtà”, col neonato che diventa un ragazzo.
campidoglioSempre all’interno di Villa Borghese, al Museo Pietro Canonica, Benjamin Hirte – Chadwick Rantanen, un progetto ispirato al contesto storico e culturale del Museo.
Al Casino dei Principi di Villa Torlonia Magia della luce. Specchio e simbolo nell’opera di Lorenzo Ostuni e nella vicinaCasina delle Civette due mostre: Il meraviglioso mondo di Wal. Sculture fantastiche, animali magici e dove cercarli – mostra personale di Walter Guidobaldi in arte Wal, uno dei più originali esponenti della pattuglia dei Nuovi-nuovi organizzata nel 1980 da Renato Barilli – e
Lo chat noir e i teatri d’ombre a Parigi. Influenza sull’arte illustrativa fra ‘800 e ‘900, una delle raccolte d’epoca del Museo Parigino a Roma che presenta una notevole collezione di immagini consacrate alle “silhouettes” che per anni hanno animato le scene prima dell’avvento del cinema.
Alla Galleria d’Arte Moderna Stanze d’artista. Capolavori del ’900 italiano. Sironi, Martini, Ferrazzi, De Chirico, Savinio, Carrà, Soffici, Rosai, Campigli, Marini, Pirandello e Scipione.
Molte possibilità, come sempre, al MACRO di via Nizza: ARAZZERIA PENNESE – La contemporaneità del basso liccio; Danilo Bucchi – Lunar black; GEHARD DEMETZ – Introjection; Giovanni De Angelis – ART REWIND #1; VISIONI GEOMETRICHE. Opere dalla collezione MACRO #5; Cross the Streets; I Think Art is… Briciole D’Arte – Un video di Lara Nicoli e Carlo Carfagni:
palazzo braschiAl MACRO Testaccio Giancarlo Limoni – Il giardino del tempo / Opere 1980-2017; Alfredo Pirri – i pesci non portano fucili.
Non rientrano nelle gratuità: Piranesi. La fabbrica dell’utopia al Museo di Roma Palazzo Braschi,. un’ampia selezione delle opere più significative del grande artista veneziano, straordinario incisore all’acquaforte e figura centrale per la cultura figurativa del Settecento europeo.
Spartaco. Schiavi e padroni a Roma, un’interessante mostra al Museo dell’Ara Pacis che indaga la realtà della schiavitù nella vita quotidiana e nell’economia della Roma imperiale; MACROMANARA – Tutto ricominciò con un’estate romana al MACRO La Pelanda.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: concessioni delle palestre scolastiche

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

“La giunta Raggi in un anno di attività anche sulle concessioni delle palestre scolastiche si è contraddistinta per inerzia e inaffidabilità. Come in altri settori non è riuscita ancora ad adeguare i criteri per l’affidamento delle concessioni per l’utilizzo delle palestre scolastiche a scuole chiuse lasciando ai dirigenti municipali la facoltà di procedere con criteri spesso improvvisati senza tener conto dell’esperienza e del radicamento delle realtà sportive”. – Commenta così Marco Palumbo consigliere del PD Capitolino lo stop ai bandi municipali e le proroghe delle concessioni dei centri sportivi- “ Sono mesi – prosegue Palumbo- che lanciamo l’allarme, più volte inascoltato, sui bandi municipali pubblicati in ritardo e mal formulati per il rinnovo delle concessioni per l’utilizzo delle palestre scolastiche a scuole chiuse. Abbiamo anche paventato il serio rischio di uno stop dei servizi dei centri sportivi municipali a causa del mancato rinnovo delle concessioni. Sull’argomento ci sono state diverse riunioni della commissione trasparenza in cui oltre al danno per tanti bambini e anziani costretti a rivolgersi in alternativa a centri privati e più costosi, si prefigurava anche un danno erariale per l’amministrazione, perché il Comune avrebbe perso i canoni pagati dalle società, in base a una tariffa oraria, per l’uso degli spazi. E’ dagli anni settanta che il Comune gestisce il servizio dei centri sportivi municipali in regime di sussidiarietà, affidando alle associazioni le palestre e le strutture delle scuole elementari e medie, in orario extrascolastico. Gli affidamenti di durata triennale vengono concessi sulla base di una delibera del 2003 che ne individua i criteri, procedure e quote associative. Ci sono realtà di alta professionalità e fortemente radicate nei quartieri cui probabilmente si è già creato un danno di programmazione nell’attività a causa dell’improvvisazione cui ha dato prova ancora una volta la giunta capitolina. Con l’introduzione del nuovo codice degli appalti infatti è sopraggiunta la necessità di adeguare le norme per l’affidamento dei servizi e in attesa di recepire la nuova normativa si è proceduto con proroghe di concessione l’ultima delle quali scade il prossimo 30 giugno. In un anno però la giunta Raggi, dopo aver creato il caos nei municipi che hanno interpretato ognuno a proprio modo le regole del nuovo Codice degli appalti e creando quindi difformità di giudizio a seconda del territorio di appartenenza si è vista costretta, nell’imminenza della scadenza temporale, ad un nuovo rinnovo delle proroghe. E’ grave che dopo un anno di attività la giunta non riesca ancora ha dare un indirizzo univoco nel recepimento delle nuove disposizioni di legge”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio, interventi di pulizia sulla pista ciclabile tra Ponte Milvio e Castel Giubileo

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

pinuccia_montanariRoma Sono ripresi i lavori di pulizia e manutenzione del verde sulla pista ciclabile dorsale Tevere nel tratto tra Ponte Milvio e Castel Giubileo. Oggi i mezzi del Servizio Giardini, su impulso dell’Assessorato alla Sostenibilità Ambientale e dell’Ufficio di Scopo per il Tevere, hanno effettuato operazioni di sfalcio per rendere più sicura e accessibile l’area. “Questi sono i primi interventi di una programmazione che seguirà nei prossimi mesi. L’operazione rientra nel piano di riqualificazione del fiume Tevere. Abbiamo appositamente istituito un Ufficio di Scopo, che coinvolge 10 enti istituzionali e 15 strutture capitoline, con l’obiettivo di valorizzare sotto il profilo storico-ambientale il fiume nel suo tratto urbano, attraverso attività di manutenzione, sviluppo e tutela delle aree golenali e dei ponti”, spiega l’assessora alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale Pinuccia Montanari.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Andrea Casu nuovo segretario PD di Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

“Sono davvero soddisfatta del risultato che ha ottenuto la lista “Eccoci” in tutta Roma. Ci tengo a ringraziare chi si è candidato e chi ha dato il proprio sostegno a questo grande progetto, ma soprattutto vorrei ringraziare i quasi 1500 iscritti che hanno scelto la lista “Eccoci”. Lo scrive su facebook la consigliera comunale del PD, Giulia Tempesta.
“Un congresso intenso e molto partecipato: 6000 votanti in questo periodo dell’anno testimoniano un partito romano in salute, che ha davvero voglia di rimettersi in gioco per le sfide future che lo attendono. La lista “Eccoci” ha eletto più di 60 delegati, è prima lista in sei municipi ed è stata determinante per l’elezione di Andrea Casu a segretario di Roma. Siamo partiti con un documento politico corposo, che pensavamo potesse essere un utile contributo di analisi per il nuovo Partito Democratico di Roma. Senza alcun rimpianto per il Partito degli anni precedenti, valorizzando il lavoro svolto durante il periodo di commissariamento, abbiamo girato circoli e partecipato a tante iniziative. Molte delle nostre proposte sono state inserite nella mozione che ha vinto il congresso. Andrea Casu oggi è il nuovo segretario! A lui e a tutti noi il compito di rimettere in cammino il PD a Roma. Buon lavoro Andrea, noi ci saremo e daremo il nostro contributo.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parco Archeologico Centocelle: alla salute dei cittadini non ci pensa nessuno

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

incendio centocelleGiorni fa si sono verificate due esplosioni nel quartiere Collatino che hanno diffuso un denso fumo nero in tutto il quadrante Est della città. E’ l’ennesimo incendio degli ultimi giorni: è di ieri infatti l’ultimo intervento dei Vigili del Fuoco nell’area del Parco Archeologico di Centocelle che ha evitato che l’incendio di sterpaglie si propagasse con effetti catastrofici sugli autodemolitori di via Palmiro Togliatti. Questo non ha comunque impedito al fuoco di bruciare copertoni e rottami sparsi nell’area limitrofa, liberando fumi tossici in tutto il quartiere di Centocelle e creando anche problemi respiratori tra i residenti.È il quarto episodio in pochi giorni che si verifica nella zona e uno degli ormai innumerevoli nell’area romana, tra depositi di rifiuti e autodemolitori. Considerato il forte sospetto dell’origine dolosa dei roghi, risulta allarmante l’immobilismo delle Amministrazioni locali: nessun intervento è stato messo in campo relativamente al problema-rifiuti e alla delocalizzazione degli autodemolitori, che operano in deroga con l’ennesima proroga in scadenza il 30 giugno 2017.Ancora più allarmante è la mancata attivazione di normali procedure di Protezione Civile, che mettano in atto le più elementari misure precauzionali, avvertendo i cittadini del possibile incendio centocelle1pericolo e allertando i luoghi più a rischio, come scuole, ospedali, centri anziani. Soprattutto considerando che si tratta di fumi ad alto livello di tossicità, con effetti permanenti sulla salute.In questo contesto di inefficienza PAC Libero ha cercato di raccogliere informazioni dai Vigili del Fuoco e dai cittadini della zona, cercando poi di allertare tramite la propria rete quanto meno le scuole e i nidi della zona.
È risultato invece del tutto inutile cercare di contattare il Municipio per avere aggiornamenti. Chiediamo, ancora una volta, l’allontanamento degli autodemolitori in deroga e la chiusura di quelli – non pochi – che operano a titolo del tutto abusivo e senza rispettare le norme ambientali e le prescrizioni antincendio. Vorremmo anche vedere i Municipi e Roma Capitale attivarsi per approntare subito dei piani di Protezione Civile finalizzati a fronteggiare con prontezza eventuali nuovi incidenti. E continuiamo a chiedere che si proceda con la bonifica complessiva dell’area del Parco per restituirlo a una piena e sana fruizione pubblica, così come stabilito da un’Ordinanza Sindacale che a tutt’ora risulta inapplicata. (Comitato PAC Libero) (foto: incendio centocelle)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libri scolastici, Campidoglio sigla protocollo d’intesa con Confcommercio e Confesercenti

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

baldassarre1Roma Garantire la fornitura gratuita dei libri di testo, tramite cedole librarie digitali, agli alunni residenti nel territorio di Roma e frequentanti le scuole primarie (statali e paritarie) per l’anno scolastico 2017-18. E’ l’obiettivo del protocollo d’intesa siglato oggi, in Campidoglio, tra l’amministrazione capitolina, Confcommercio (ALI e Assocart) e Confesercenti (Sil).L’accordo è stato firmato con forte anticipo rispetto agli scorsi anni, grazie alla sinergia sviluppata tra Roma Capitale e gli esercenti librai convenzionati. Obiettivo del percorso condiviso è anche valorizzare la funzione delle piccole librerie e elle cartolibrerie, creando le migliori condizioni per mettere in connessione le famiglie e le realtà dei territori.Le cedole, legate a Codici Pin utilizzabili per un solo alunno, saranno distribuite dal Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici, Politiche della Famiglia e dell’Infanzia ai vari istituti, in misura equivalente al fabbisogno segnalato, e poi alle famiglie degli alunni iscritti. L’utente presenterà la cedola all’esercente, che ne curerà la lavorazione fornendo i testi già disponibili e prenotando quelli mancanti per la successiva consegna.
Il libraio annoterà, a consuntivo, le cedole accettate e per le quali si sia concluso validamente l’intero ciclo di utilizzo, elaborando i dati su piattaforma digitalizzata, nell’apposita pagina di lavoro che consentirà la gestione dei titoli e trasmettendoli direttamente al Dipartimento. Il codice potrà essere utilizzato, entro e non oltre il termine del 20 dicembre 2017, presso una delle librerie convenzionate con Roma Capitale. Le librerie e le cartolibrerie inserite nell’Elenco degli esercizi aderenti al Protocollo d’Intesa saranno visionabili sul sito http://www.comune.roma.it/dipscuola.Ogni esercente potrà adottare le misure organizzative giudicate più opportune per garantire l’ottimizzazione e lo snellimento delle operazioni. Ogni messaggio informativo relativo alla procedura di acquisizione e gestione dei buoni libro e delle cedole dovrà essere, oltre che redatto in linguaggio semplice e chiaro, visionato e approvato da Roma Capitale prima dell’esibizione alla clientela.Roma Capitale provvederà, inoltre, all’erogazione dei sussidi per la gratuità, totale o parziale, dei libri di testo in favore degli alunni baldassarreappartenenti a famiglie meno abbienti frequentanti le scuole dell’obbligo e secondarie superiori, in possesso dei requisiti, mediante rilascio di specifici codici pin univoci (Buono-Libro Digitale) agli utenti che ne abbiano fatto richiesta on line.“Confermiamo il nostro metodo di lavoro improntato a un’oculata programmazione, anticipando i tempi dell’accordo con i librai. In questo modo garantiamo un netto miglioramento delle procedure organizzative, così da assicurare alle famiglie un miglior livello qualitativo per un servizio essenziale. La scuola si conferma una priorità per questa amministrazione che continua a lavorare per costruire un sistema sempre più vicino agli studenti, mettendo a sistema il contributo di tutti i soggetti coinvolti”, spiega l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre.“Siamo contenti di aver firmato questo Protocollo, che riteniamo un documento fondamentale e che ci aiuta a migliorare il servizio che le librerie possono rendere ai cittadini. Continueremo a lavorare insieme al Comune per fare sempre meglio, anche mediante il tavolo di lavoro da noi richiesto, e fatto inserire dall’Assessora Baldassarre nel Protocollo” dichiarano Alessandro Alessandroni e Matteo Roccas per ALI e Assocart in rappresentanza di Confcommercio Roma.“Finalmente siamo giunti in tempi più consoni alla firma del Protocollo d’Intesa sulla scolastica garantendo a librerie e cartolibrerie di Roma una modalità di accesso più in linea rispetto ai problemi che la categoria vive e per dare un miglior servizio alle famiglie degli aventi diritto. La nostra associazione auspica che il lungo confronto avuto con Roma Capitale produca effetti positivi anche su rispetto dei tempi di pagamento previsti dal Protocollo ed in particolare sul controllo che le regole in esso contenute siano rispettate”, commenta Maurizio Piscetta, Presidente Sil Confesercenti di Roma. (foto: baldassarre)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tariffe RC-auto e nuove regole

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

camera deputatiAlcune norme contenute nel DDL Concorrenza, in discussione in questi giorni alla Camera, possono seriamente compromettere il rigoroso procedimento scientifico che porta alla determinazione delle tariffe RC Auto, delicata funzione alla quale gli attuari, in virtù delle loro specifiche competenze professionali, sono preposti all’interno delle compagnie di assicurazioni. Anche i recenti emendamenti al disegno di legge non hanno modificato il punto di vista degli attuari: i costi per gli assicurati non sono destinati a scendere e alcune categorie di automobilisti rischiano di essere ingiustamente penalizzate.
Come accade per il prezzo di qualsiasi bene o servizio, anche quello delle polizze RCA dovrebbe infatti essere calcolato a partire dai costi sottostanti, nell’ambito del rispetto delle regole stabilite dal libero mercato. Il DDL Concorrenza prevede invece delle norme destinate a modificare aprioristicamente i prezzi delle polizze, il cui effettivo impatto sulla riduzione dei costi (che nel ramo RCA sono costituiti essenzialmente dai risarcimenti a chi subisce danni da incidenti stradali) non è stato oggetto di alcuna valutazione; nel contempo, il DDL introduce ulteriori voci di costo (si pensi per esempio ai costi per la gestione delle scatole nere e per l’ispezione dei veicoli) senza prevederne un’adeguata copertura. Dagli emendamenti tesi a favorire, secondo varie modalità, gli assicurati residenti nelle zone dove la sinistrosità è più elevata, e più in generale la mobilità degli assicurati tra le imprese, secondo gli attuari non c’è ragionevolmente da attendersi nessuna riduzione dei costi. I limiti imposti dal DDL alla libera determinazione delle tariffe (si pensi appunto alla residenza dell’assicurato e alla sua storia contrattuale, che oggi sono tra i fattori tariffari più rilevanti), non potranno comportare, in assenza di una riduzione dei costi, alcuna diminuzione del premio medio. Anzi, il divieto di valorizzare correttamente questi fattori di rischio, che oggi consentono un’adeguata differenziazione dei prezzi, tecnicamente del tutto giustificata perché basata su inequivocabili evidenze statistiche, comporterà invece soltanto un livellamento delle tariffe, con ingiustificati aggravi per gli assicurati che per meriti soggettivi (non aver causato sinistri) e/o oggettivi (residenza in zone a bassa sinistrosità) oggi a pieno diritto stanno pagando i premi più bassi.
La “tecnica” del calcolo tariffario non è un’alchimia finalizzata a promuovere improprie discriminazioni fra assicurati, ma un procedimento scientifico rigoroso condotto da professionisti specializzati – gli attuari – la cui funzione è definita dalle normative europee: proprio per tale motivo rappresenta una garanzia di correttezza ed equità erga omnes nel rispetto delle regole dettate dal mercato.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il consorzio turistico del Centro Sicilia inizia a prendere forma

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

siciliaIl territorio del centro Sicilia le sue strutture ricettive B&B e alberghi assieme alla Uno@Uno, KaraSicilia, OmniaTurist, Pro Loco di Caltanissetta, ALFA Ricerche & Sviluppo, Confesercenti ed altre associazioni sta per diventare realtà. La scommessa era quella di far conoscere e valorizzare territori spesso fuori dai tradizionali circuiti turistici, come la Sicilia centrale, utilizzando linguaggi e strumenti non convenzionali, ma di grande familiarità per tutti noi, e raggiungere il sold out nelle strutture turistiche, sold out raggiunto e consolidato grazie a Taste&win.
Il collante che appunto ha messo assieme le strutture e gli organizzatori del centro Sicilia è l’evento concorso “Taste&Win” lanciato dalla Uno@uno in occasione dell’esposizione della vara de “L’ultima cena” del Biangardi nell’area del Cluster Biomediterraneo per la settimana conclusiva a Expo 2015. I visitatori che avessero scattato un selfie dinanzi alla vara, postandolo poi sulla pagina Facebook di Taste & Win, avrebbero partecipato all’estrazione di alcuni soggiorni premio in Sicilia. Diversi gruppi di persone, tra italiani e stranieri, hanno quindi potuto vincere e godere di vacanze premio che hanno offerto loro l’occasione di conoscere l’isola durante le suggestive celebrazioni della Settimana santa o nel pieno dell’estate. La partecipazione è stata intensa, tanto da far conseguire il primo obiettivo, raggiungere i potenziali visitatori “u n o ad u n o”, per citare la metodologia di comunicazione che sta alla base del format. Il centro Sicilia, le sue peculiarità, le sue bellezze, il suo passato storico possono diventare oggetto di iniziative culturali volte a veicolare la conoscenza di questo territorio da sempre trascurato dagli itinerari turistici convenzionali. La rete di operatori turistici del centro Sicilia già operante da alcuni mesi, dopo aver partecipato alla Bit di Milano, è al lavoro per la realizzazione di iniziative volte a valorizzare il grande patrimonio dell’entroterra isolano. In quest’ottica si pone l’incontro, tenutosi a Piazza Armerina, con i rappresentanti delle manifestazioni federiciane. Caty Procaccianti afferma: “Capitolo nuovo per il panorama turistico del centro e sud Sicilia, una volontà nata da operatori turistici, associazioni, enti e istituzioni che finalmente hanno iniziato a dialogare e interscambiarsi pareri su strategie turistiche, eventi, manifestazioni e non solo.
Una voglia di riscatto di un territorio a vocazione turistica ma poco conosciuto per tour operato sempre più impegnati a fare cassa con le mete blasonate in voga fino a 5/ 7 anni fa , oggi scontate e poco rinnovate per attrattività e servizi.
Nuove forze derivanti da iniziative private che dovranno essere affiancate da amministrazioni locali pronte a riscuotere i successi che da qui a un triennio, potrebbero influenzare scelte e strategie turistiche di notevole importanza; complici anche gli attuali incentivi a disposizione per creare start up, reti turistiche, innovazione nei servizi per abbracciare un territorio che sconfina da ambiti prettamente geografici .
L’innovazione è la parola chiave che rappresenta anche l’obbiettivo comune di tutti i partners che aderiscono oggi in questo protocollo d’intesa che porta alla nascita del consorzio, la cui governance sarà gestita da tecnici per ambiti specifici, dalla archeologia, alla scuola, alla cultura al managment, comunicazione e marketing etc.. per non dare spazio all’ improvvisazione e con il supporto di città nordiche europee gemellate e da gemellare per auspicare sempre più in alleanze che porteranno flussi nuovi e molto interessati ai nuovi panorami turistici isolani. Sicilia vuol dire cultura, e per chi non crede che la cultura dia da mangiare siamo pronti e dimostrare l’esatto contrario.”Promuovere questo angolo di Sicilia, cuore verde dell’isola più nascosta e per questo ancora da scoprire, valorizzare la strategica posizione di vicinanza rispetto ad altre mete turistiche siciliane, sono fattori che possono trainare la crescita di un territorio che finalmente assume consapevolezza delle proprie potenzialità. In questa fase di progettazione di sviluppo turistico fondamentale diventa l’uso dei fondi comunitari legati alle misure di sostegno al settore. (foto: sicilia)

Posted in Spazio aperto/open space, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immigrazione: Fontana (FI), chiusura dei porti non sia ennesimo annuncio del Governo

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

marco minniti“Siamo molto scettici sull’annuncio del Governo che promette la chiusura dei porti alle navi straniere che sbarcano migranti. La notizia da sola non basta, ora occorrono i fatti”. Ad affermarlo il deputato di Forza Italia Gregorio Fontana, componente della commissione migranti alla Camera dei Deputati, che prosegue: “il ‘pacchetto sicurezza’, con i decreti Minniti, ci ha abituati agli annunci a vuoto del Governo e alle continue promesse che seguono tutte un solo copione: coprire l’incapacità del centro sinistra nel gestire il fenomeno migratorio. Con il Governo Berlusconi nel 2010 sbarcarono 4406 migranti non in un giorno ma in un anno: negli ultimi quattro giorni siamo a più di diecimila sbarchi. La situazione è insostenibile, occorre un provvedimento immediato e serio, no slogan e dichiarazioni d’intenti ai quali non crediamo più. Il Governo vuole chiudere i porti alle navi-taxi delle sedicenti Ong? Lo faccia davvero e subito”. (nr. la verità è che gli sbarchi continuano e il governo continua a “mercanteggiare” con la commissione europea)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Primo edificio al mondo realizzato in tulipier americano lamellare a strati incrociati

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

tulipier americanoIl Maggie di Oldham, il primo edificio al mondo in legno di latifoglia americano lamellare a strati incrociati (CLT) ha aperto i battenti in Inghilterra. Progettato da dRMM Architects con il supporto di American Hardwood Export Council, esso rappresenta una svolta per l’architettura e l’edilizia moderna.
Maggie’s è un ente benefico che fornisce supporto pratico ed emotivo alle persone colpite da tumore. Costruiti come gli ospedali specialistici per il cancro del Servizio Sanitario Nazionale (NHS, National Health Service), i centri Meggie sono luoghi caldi e accoglienti, con personale qualificato per offrire un programma di supporto che migliora il benessere fisico ed emotivo.
dRMM ha scelto il tulipier per la progettazione del Maggie a Oldham per l’influenza positiva che il legno ha sulle persone e per la bellezza, la forza e il calore che lo caratterizzano. Il legno è noto per ridurre significativamente la pressione sanguigna, le frequenze cardiache e i tempi di recupero; esercita inoltre benefici sulla salute e sul benessere più di qualsiasi altro materiale usato nell’edilizia, come testimoniato dal Wood Housing Humanity Report 2015.
Questa opera di architettura pionieristica permanente è formata da più di 20 pannelli di tulipier americano lamellare a cinque strati, di dimensioni da 0,5 a 12m di lunghezza.
Il tulipier americano CLT è stato pioneristicamente utilizzato nel 2013 da dRMM, AHEC e Arup per la sua impareggiabile forza, leggerezza, velocità di costruzione e sostenibilità. Il tulipier americano è tulipier americano1approssimativamente il 70% più resistente alla flessione di un tipico legno di conifera CLT. I pannelli strutturali CLT per il Maggie di Oldham sono stati sviluppati da Züblin Timber, specialisti in CLT.
Il primo esperimento pubblico con questo materiale da costruzione è stato The Endless Stair, realizzato per il London Design Festival del 2013. I calcoli ingegneristici di Arup mostrano che la struttura avrebbe potuto sostenere 100 persone contemporaneamente.
Il tulipier CLT è una delle specie di legno più sostenibili grazie alla sua capacità di ricostituzione, attraverso la crescita naturale.
Il rivestimento esterno del Centro è costituito da frassino americano trattato termicamente. Fotografia: Jon Cardwell. Il Maggie di Oldham contiene 27.6m³ di tulipier americano e 1.1m³ di frassino americano, pari rispettivamente a circa 55,22m³ e 2,1m³ di segato, che significa circa 115,7m³ di tulipier americano2tronchi. Tutti questi tronchi sono capaci di ricostituirsi in soli 120 secondi (108 secondi per il tulipier e 12 secondi per il frassino).
Gli esperimenti con il legno ingegnerizzato di Alex de Rijke, co-fondatore di dRMM, hanno fatto grandi progressi durante 30 anni di pratica e accademia. Gli studi in ambito costruzione e arredo hanno spinto le proprietà strutturali, ambientali ed estetiche del legno ingegnerizzato, dal legno compensato al legno di conifere ingegnerizzato, e ora all’invenzione collaborativa del legno di latifoglia CLT.”Dall’inizio del progetto di Oldham sapevamo che era il materiale giusto per il Maggie, non solo dal punto di vista strutturale ma anche dal punto di vista ambientale ed estetico. Un edificio sopraelevato, open space, tutto in legno e vetro – con alberi che crescono intorno e all’interno e ogni dettaglio pensato in funzione di usabilità, salute e piacere – che sarà sempre speciale “, afferma Alex de Rijke. (foto: tulipier americano)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Senza progressi quasi 70 milioni di bambini moriranno entro il 2030 prima del 5° compleanno

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

unicef1Secondo un nuovo studio dell’UNICEF, investire nella salute e nella sopravvivenza dei bambini e delle comunità più svantaggiati ha una maggiore efficacia: per ogni milione di dollari speso vengono salvate quasi il doppio delle vite rispetto ad un uguale investimento in favore di gruppi meno svantaggiati.Se i progressi nella riduzione della mortalità dei bambini non aumenteranno, entro il 2030 saranno in quasi 70 milioni a morire prima di aver compiuto 5 anni. Secondo i nuovi dati, nei 51 paesi in cui si verifica circa l’80% delle morti di neonati e bambini sotto i 5 anni, migliorare la copertura degli interventi salvavita tra i gruppi più poveri ha aiutato a far diminuire la mortalità infantile ad una velocità circa 3 volte superiore rispetto a quanto accade tra i gruppi non poveri. Lo studio utilizza nuovi dati e strumenti per dimostrare che gli investimenti per raggiungere i bambini dei gruppi più poveri sono 1,8 più efficaci in termini di vite salvate.“Narrowing the Gaps: The power of investing in the poorest children” (“Colmare il divario: il potere di investire nei bambini più poveri”) presenta nuovi e interessanti dati che danno supporto a quanto l’UNICEF aveva previsto nel 2010: il costo maggiore per raggiungere i bambini più poveri attraverso interventi sanitari e salvavita ad ampio impatto sarebbe stato controbilanciato da risultati migliori.“I dati mostrano che investire in favore dei bambini più poveri non è solo giusto come principio, ma anche in pratica: si risparmia infatti un numero maggiore di vite per ogni dollaro speso”, ha dichiarato Anthony Lake, Direttore generale dell’UNICEF. “Questa è una notizia estremamente importante per i Governi che stanno lavorando per porre fine a tutte le morti prevenibili di bambini, in un momento in cui ogni singolo dollaro è importante. Investire equamente nella salute dei bambini significa investire nel futuro e aiuta a spezzare cicli intergenerazionali di povertà. Un bambino in salute ha migliori possibilità di apprendere a scuola e di avere uno stipendio migliore da adulto.”
Lo studio evidenzia che paesi come Afghanistan, Bangladesh e Malawi, che hanno alti tassi di mortalità sotto i 5 anni, le politiche focalizzate sui più deprivati hanno fatto la differenza per i bambini. Tra il 1990 e il 2015, il tasso di mortalità sotto i 5 anni è diminuito di circa la metà in Afghanistan e del 74% in Bangladesh e in Malawi.Questi dati vengono lanciati in un momento delicato, in cui i Governi proseguono il proprio lavoro per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, tra i quali è compreso anche l’obiettivo di porre fine a tutte le morti infantili tra i neonati e i bambini sotto i 5 anni entro il 2030. Investire nella salute e nella sopravvivenza dei bambini può anche supportare il raggiungimento di altri Obiettivi di Sviluppo, come quello di porre fine alla povertà.Lo studio chiede ai paesi di intraprendere azioni pratiche per ridurre le disuguaglianze, tra cui: dati disaggregati per identificare i bambini lasciati indietro; investire maggiormente in interventi efficaci per prevenire e curare i più grandi killer dell’infanzia; rafforzare i sistemi sanitari per rendere le cure di qualità più facilmente disponibili; innovare per trovare nuove strade per aiutare le persone ancora non raggiunte e monitorare le diseguaglianze utilizzando indagini sui nuclei familiari e sistemi d’informazione nazionali.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Banche. Santander e Intesa: pari non sono

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

stress banchePotrebbe sembrare che le operazioni di acquisizione del Banco Popular (fallita), effettuata della banca Santander (Spagna), e quella delle due banche venete (Banca Veneta e Banca Popolare di Vicenza, fallite), compiuta da Banca Intesa San Paolo, siano state fatte con le stesse modalità. Non è così. Vediamo. Santander capitalizza 85 miliardi di euro, ha acquistato il Banco Popular per un euro, ha azzerato azionisti e creditori subordinati, ha deciso un aumento di capitale di 7 miliardi per assorbire analoghe svalutazioni del Banco Popular.Banca Intesa capitalizza 45 miliardi, ha acquistato le due banche venete a 1 euro, non aumenta il capitale, riceverà circa 5 miliardi di euro pubblici (cioè del contribuente) per rilevare i crediti in bonis.Le analogie si fermano al prezzo di acquisto: 1 euro. Per il resto sono state seguite due strade diverse: quella spagnola non porta a esborso di denaro pubblico, quella italiana si.In sintesi, in Spagna si è applicata la normativa europea sul fallimento delle banche, in Italia, invece, si è applicata la normativa nazionale. (Primo Mastrantoni, Segretario Nazionale Aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetti di apprendimento automatico basati sul genoma e salvare vite umane

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

inovaPALO ALTO, Calif. Cloudera, Inc. (NYSE: CLDR), fornitore globale della piattaforma di analisi, gestione dei dati e apprendimento automatico basata sulle più recenti tecnologie open source, annuncia che l’Inova Translational Medicine Institute (ITMI), un importante istituto di ricerca medica mondiale, ha implementato Cloudera Enterprise per analizzare in modo sicuro un’ampia raccolta di dati clinici e genomici in modo rapido e su scala senza precedenti al fine di innovare più velocemente nell’ambito della ricerca della medicina traslazionale.
Come parte del Centro Inova per la Salute Personalizzata (ICPH), il team di scienziati, ricercatori, analisti e collaboratori leader di ITMI utilizza algoritmi di apprendimento automatico su terabyte di informazioni cliniche e genomiche con l’obiettivo di identificare i legami genetici con le malattie. Realizzano scoperte dalle informazioni sui dati e, in collaborazione con il medico curante, sviluppano piani di trattamento personalizzati per i pazienti. Questo approccio è anche conosciuto come medicina di precisione e ha il potere di aiutare i pazienti a vivere più a lungo e ad avere una vita più sana.La genetica svolge un ruolo importante nella maggior parte delle principali cause di morte negli Stati Uniti, tra cui malattie cardiache, cancro e diabete. L’Istituto raccoglie dati clinici da migliaia di pazienti di Inova di oltre 110 Paesi. Il DNA unico di una sola persona contiene sei miliardi di bit di informazioni. La mappatura dei codici DNA degli individui nelle sequenze genomiche aiuta gli scienziati a determinare la causa delle malattie e scoprire le terapie trasformative. Come parte di questo processo, l’ITMI sta assemblando quello che si prevede sarà uno dei più grandi database di sequenze di genomi di tutto il mondo collegato alle informazioni sui pazienti in un sistema sanitario.
La piattaforma di Cloudera ha permesso a ITMI di ottimizzare l’analisi dei dati genomici a fini diagnostici. Questa analisi dei dati genomici consente a uno scienziato di bioinformatica di studiare le correlazioni genomiche di persone con condizioni come l’artrite, le malattie autoimmuni o il cancro. In passato, data l’enorme dimensione di genomi completi, il completamento di questo processo poteva richiedere a ITMI fino a due mesi. Utilizzando Cloudera, ITMI è in grado di eseguire l’analisi end-to-end dei dati in una settimana. Per il futuro ITMI prevede di eseguire queste analisi dei dati in poche ore.Lavorando con Cloudera, ITMI ha creato un’infrastruttura bioinformatica globale per la raccolta di dati dei genomi dell’Istituto – sempre più consistente –contrapposta agli archivi clinici. L’infrastruttura è stata progettata per archiviare ed elaborare questa convergenza di dati biologici, in velocità e in modo scalabile, oggi e anche in futuro.
Considerando che un genoma è pari a più di tre miliardi di coppie di base di DNA, ITMI attualmente tiene traccia di circa 9.000 genomi completi sequenziati, con una previsione di crescere a 15.000 in futuro. Il moderno database analitico di Cloudera, alimentato da Apache Impala (in fase di progettazione), fornisce analisi SQL ad elevate prestazioni per i big data. Con la flessibilità, la scalabilità e la velocità offerta dalla soluzione Cloudera, il team ITMI applica la contemporaneità multiutente e analisi ad alte prestazioni dei dati genomici acquisiti da madri, padri e bambini partecipanti a diversi studi familiari di base. Per esempio, ITMI è stata in grado di sfruttare la sua esperienza nell’analisi clinica e genomica per aiutare a individuare anomalie congenite precedentemente non diagnosticate nei bambini. Si tratta di un processo iterativo che richiede tempo ma, grazie a strumenti come Cloudera, ITMI prevede di accelerare ancora di più il processo di diagnosi per aiutare le famiglie. (foto: inova)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »