Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 5 luglio 2017

Migranti: Fontana (FI), intervento Minniti deludente omette tutto quanto dichiarato nei giorni scorsi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

migranti1“L’intervento del Ministro Minniti, come prevedibile, è deludente e omissivo: una dichiarazione d’intenti sul futuro che rimuove completamente le dichiarazioni espresse qualche giorno fa alla stampa” a dichiararlo Gregorio Fontana, deputato di Forza Italia e componente della Commissione Migranti alla Camera. Prosegue il deputato azzurro: “il Ministro non fa cenno alcuno sulla chiusura dei porti, nessuna parola sulla ricontrattazione degli accordi capestro firmati dal Governo Renzi per i ricollocamenti, tace sull’ipotesi di sbarchi dei profughi in Stati diversi da quello italiano. Si preoccupa della condizione di ipotetici centri d’accoglienza in Libia, ma non si preoccupa invece dello sfascio in cui versa l’accoglienza italiana, scoordinata, diseconomica e criminogena. Siamo ben lontani da soluzioni su un disastro immane dell’immigrazione fuori controllo che gli italiani stanno subendo” conclude Fontana.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma via Veneto: Ritorno ai favolosi anni 60

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

lara roggiRoma Giovedì 6 luglio, dalle ore 18.00 alle ore 21,00 in via Veneto, il tratto che va dal Westin Excelsior a Porta Pinciana diventa una passerella per far rivivere alla strada della Dolce Vita i grandi fasti degli anni ’60. Macchine e vespe d’epoca con a bordo splendide modelle che indosseranno le creazioni dell’ultima collezione della stilista Lara Roggi. Proprio da Via Veneto parte anche il progetto “Like an Angel – The First Trading International Contest organizzato dall’Associazione Naschira, presieduta da Virgina Barrett, con la Like an Angel Summer Feast. La prima, quella di Via Veneto, di tante tappe che si svolgeranno in tutta la penisola per ricercare talenti nelle varie discipline: cinema, teatro, canto, musica, poesia, letteratura, danza e moda. Il progetto, ideato sempre dalla stessa Barrett, riprende il concetto dei Business Angels, ovvero come i Business Angels aiutano le start up a nascere, così Naschira mette a disposizione le proprie competenze per aiutare artisti di ogni settore, aziende artigianali e brand innovativi del Fashion Made in Italy a crescere e svilupparsi mantenendo sempre uno stile sobrio, leggero ed elegante “like an Angel”. Un connubio perfetto tra la mission di Like an Angel e i protagonisti dell’evento. Quindi, sulla mitica strada si potranno ammirare, nella sfilata organizzata da Bici & Baci con il Museo delle Vespe di Roma, auto e vespe d’epoca con a bordo splendide modelle che indosseranno gli abiti della collezione primavera/estate della stilista grossetana samantha feltraccoLara Roggi, divisa in quattro sorprendenti momenti: Fleurs, dedicata al tripudio primaverile/estivo di fiori e colori, inteso come rinascita del corpo e dello spirito; Epoque, dedicata alla donna di ogni tempo. Particolari intramontabili che si fondono con la modernità di stoffe e ricami; Carmen, dedicata alla sensualità mai aggressiva di pizzi ed intarsi; Angels dedicata ad una sposa angelicale, per la quale veli e pietre preziose si intrecciano con armonia ed eleganza. E proprio sulla collezione ispirata alla Carmen il soprano Elena Martemianova eseguirà l’Habanera della Carmen di Bizet in versione pop rock. La poetessa Ausilia Minasi reciterà i suoi versi contenuti nel catalogo moda di Lara Roggi. Il fisarmonicista Carmine Turilli eseguirà alcuni brani in un’ originale versione rock accompagnato dalla ballerina coreografa Fabiola Zossolo. Sei coppie di ballerini della Scuola l’Olimpo del Liscio di Roma, campioni regionali e provinciali di categoria, si scateneranno in balli dell’epoca cha cha cha, samba, rumba e jive.
Dalle ore 20,00 l’inaugurazione del punto vendita della stilista Lara Roggi in Via S. Nicola da Tolentino, n.23/d presso Dany Boutique zona Piazza Barberini. (foto: samantha feltracco, lara roggi)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontro con Enrico Letta su ‘La nuova Europa’

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

lumsa-universitaRoma giovedì 6 luglio alle 15.30 LUMSA – Aula Magna Borgo Sant’Angelo, 13 ci sarà un dibattito dal titolo “La nuova Europa” con ospiti Enrico Letta, esponenti della Fondazione De Gasperi e il presidente Monica Maggioni che modererà l’incontro.
Il 25 marzo 1957 con la firma dei Trattati di Roma che istituirono la Comunità economica europea e la Comunità europea dell’energia atomica prese avvio ufficialmente il progetto di integrazione europea. Oggi a sessant’anni da quell’evento storico è opinione condivisa che il progetto europeo sia chiamato a ritrovare un nuovo slancio e una nuova identità per poter affrontare le complesse sfide sociali, economiche ed ambientali con cui le società europee e i suoi cittadini si stanno misurando.
È necessario dunque favorire una discussione ampia sul futuro dell’Unione europea che coinvolga non solo le istituzioni politiche ma tutti i cittadini, sempre più critici verso un progetto di integrazione non in grado di dare risposte adeguate e distante dai problemi socio-economici delle comunità locali. Per questi motivi l’Università LUMSA e l’Associazione ALUMNI LUMSA – in collaborazione con la Fondazione De Gasperi – promuovono un momento di riflessione non formale sulle sfide politiche e sociali da affrontare in una fase storica complessa ma ricca di stimoli e opportunità per l’Unione europea e per i suoi cittadini.L’evento vedrà la partecipazione, in qualità di keynote speaker, di Enrico Letta, Dean della Paris School of International Affairs di Sciences Po, cui si affiancheranno, in una sessione di dialogo e discussione Lorenzo Ornaghi, presidente del comitato scientifico della Fondazione De Gasperi e Carlo Secchi, vice-presidente dell’ISPI. In apertura ci saranno i saluti istituzionali di Francesco Bonini, Rettore LUMSA. L’incontro sarà moderato da Monica Maggioni, presidente RAI. Nel corso dell’evento saranno assegnati i premi di laurea LUMSA: Giorgio Petrocchi, Giuseppe Pizzardo e Luigia Tincani.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Regolamento europeo sul trattamento dati personali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

pirellone milanoMilano 14 settembre 2017 ore 10 – Hotel NH President, Largo Augusto 10 Il Regolamento europeo, introducendo un approccio nuovo, basato sul rischio nel trattamento dei dati personali di fatto obbliga a ripensare ai trattamenti in essere, a verificare l’impostazione dei sistemi e degli strumenti di trattamento. il 25 maggio 2018, data di piena applicabilità del Regolamento europeo, sembra lontano ma risulta molto vicino se si pensa alle azioni e alle misure che il nuovo principio di responsabilità richiede di mettere in atto per garantire che i principi e gli obblighi stabiliti nel Regolamento siano rispettati e per dimostrare tale osservanza, su richiesta, alle Autorità di controllo. L’incontro si soffermerà anche sulle problematiche relative ai big data e sull’analisi della recentissima sentenza con la quale è stata confermata la legittimità del licenziamento intimato da un datore di lavoro nei confronti di un dipendente che ha abusato ripetutamente per uso personale della connessione internet messa a disposizione dall’azienda.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuove norme antiriciclaggio: le novità per i pagamenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

euroFirenze. Entra in vigore da ieri 4 Luglio 2017 il decreto legislativo che aggiorna, recependo una Direttiva europea, le regole antiriciclaggio che comprendono, tra le altre cose, disposizioni e limiti relativamente ai pagamenti. Nessuna variazione alla cosiddetta “soglia del contante” ovvero il limite fissato in euro 3.000 oltre il quale i pagamenti in contante sono vietati.
Regole invariate anche per gli assegni che per importi superiori ai 1.000 euro devono emessi intestandoli ad una persona o ditta con clausola “non trasferibile”; l’emissione all’ordine “mio proprio” rimane possibile a prescindere dall’importo solo per l’incasso e non per i pagamenti.Quello che cambia sono le regole relative ai libretti di deposito, bancari e postali, che da oggi possono essere emessi solo in forma nominativa, intestati ad una determinata persona. Uno stop ai libretti al portatore, quindi, che fino ad oggi potevano circolare se di importo inferiore a 1.000 euro. Rimane vietata altresì l’emissione di libretti di risparmio in forma anonima o con intestazione fittizia.
Per i libretti al portatore attualmente in circolazione è stata aperta una finestra di tempo per l’estinzione, con scadenza 31 Dicembre 2018.Cambiano anche le sanzioni applicabili alle varie violazioni: per la soglia dei contanti e per gli assegni la sanzione varia da 3.000 a 50.000 euro, per i libretti la sanzione può variare da 250 a 500 euro per il trasferimenti di quelli al portatore, mentre per il trasferimento di quelli in forma anonima o con intestazione fittizia è in percentuale e varia dal 10 al 40% del saldo. (Rita Sabelli, responsabile Aduc aggiornamento normativo)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Utilizzare l’avanzo di bilancio di 6,4 miliardi di euro per aiuti ai rifugiati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

european parliamentBruxelles. 6,4 miliardi di euro del bilancio 2016 destinati ad essere restituiti agli Stati membri 4,9 miliardi di euro non spesi e destinati principalmente ai fondi di coesione 1,5 miliardi di euro per perdita di gettito dovuta al deprezzamento della sterlina britannica rispetto all’euro. I paesi UE dovrebbero utilizzare i 6,4 miliardi di euro, che saranno restituiti perché non spesi nel 2016, per rispettare gli impegni presi in materia di aiuti ai rifugiati. I deputati sono profondamente preoccupati dalle previsioni imprecise e dei ritardi nella gestione dei fondi UE a livello nazionale, che hanno portato a una significativa perdita di fondi per i paesi membri pari a 4.889 milioni di euro nel 2016.Gli Stati membri dovrebbero pertanto utilizzare i fondi rimasti dal 2016 “per onorare i propri impegni in relazione alla crisi dei rifugiati, e a far coincidere il contributo dell’Unione con i fondi fiduciari dell’UE e il nuovo Fondo europeo per lo sviluppo sostenibile”, ha affermato l’Aula.I deputati hanno inoltre richiamano l’attenzione sull’impatto negativo dovuto al deprezzamento della sterlina britannica contro l’euro, “che è la causa principale della diminuzione delle entrate pari a 1.511 milioni di euro”.
Hanno infine affermato che “tale diminuzione è imputabile alla decisione unilaterale del Regno Unito di uscire dall’Unione, ma che tutta l’Unione deve farsi carico della rettifica e che “tali costi dovrebbero essere tenuti in considerazione durante le negoziazioni sul regolamento degli obblighi finanziari tra il Regno Unito e l’Unione”.La risoluzione del relatore Jens Geier (S&D, DE) è stata approvata con 556 voti favorevoli 79 contrari e 61 astensioni.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aiuti di Stato: la Commissione autorizza la ricapitalizzazione precauzionale del Monte dei Paschi di Siena

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

monte dei paschi di sienaBruxelles. La Commissione europea ha approvato il piano dell’Italia a sostegno della ricapitalizzazione precauzionale del Monte dei Paschi di Siena in linea con le norme dell’UE, sulla base di un efficace piano di ristrutturazione. Questo contribuirà a garantire la redditività a lungo termine della banca, limitando nel contempo le distorsioni della concorrenza.La Commissione ha approvato aiuti di Stato per 5,4 miliardi di euro per la ricapitalizzazione precauzionale del Monte dei Paschi di Siena (MPS), a seguito dell’accordo dimassima sul piano di ristrutturazione di MPS raggiunto il 1° giugno 2017 dalla Commissaria Vestager e da Pier Carlo Padoan, Ministro dell’Economia e delle finanze italiano. Attualmente sussistono entrambe le condizioni per questo accordo: la Banca centrale europea, nella sua veste di autorità di vigilanza, ha confermato che MPS è solvibile e soddisfa i requisiti patrimoniali, e l’Italia ha ottenuto un impegno formale da parte di investitori privati ad acquistare il portafoglio di crediti deteriorati della banca.Il piano consente a MPS di soddisfare l’eventuale fabbisogno di capitale che si manifesterebbe in caso di peggioramento delle condizioni economiche (in via precauzionale). Per giungere all’approvazione di questo apporto statale, gli azionisti e i creditori subordinati di MPS hanno fornito un contributo pari a 4,3 miliardi di euro per limitare l’uso di denaro dei contribuenti, come previsto dalla normativa dell’UE in materia di aiuti di Stato. Inoltre i detentori di obbligazioni subordinate al dettaglio che sono state vendute in modo scorretto potranno richiedere un risarcimento alla banca. MPS sarà soggetto ad una profonda ristrutturazione volta a garantirne la redditività futura e ad assicurare che lo Stato italiano riceva una remunerazione sufficiente per il proprio investimentoMargrethe Vestager, Commissaria responsabile per la Concorrenza, ha dichiarato: “Abbiamo approvato l’apporto di capitale a favore di MPS da parte dell’Italia, in linea con le norme dell’UE, che aiuterà la banca a soddisfare il fabbisogno di capitale nel caso di un peggioramento inatteso delle condizioni economiche. Per garantire la sua redditività a lungo termine, MPS riorienterà il suo modello di business e ripulirà il suo bilancio da oltre 26 miliardi di euro di crediti deteriorati. Per l’approvazione di questo apporto di capitale è stato necessario il contributo ai costi della ristrutturazione da parte dei detentori di obbligazioni subordinate e degli azionisti, in linea con il requisito di “condivisione degli oneri” previsto dalla normativa sugli aiuti di Stato dell’UE.”Valdis Dombrovskis, Vicepresidente responsabile per la Stabilità finanziaria, ha dichiarato: “In funzione delle circostanze specifiche, le norme dell’Unione bancaria prevedono diverse soluzioni per le banche che necessitano di nuovi capitali. In ogni caso, le soluzioni che sono state messe in atto dovrebbero proteggere la stabilità finanziaria in Europa e ridurre l’onere a carico dei contribuenti. Per quanto riguarda MPS, sussistono le condizioni per una ricapitalizzazione precauzionale. Ai costi hanno partecipato anche gli azionisti e i detentori di obbligazioni subordinate.”
La normativa dell’UE, in particolare la direttiva sul risanamento e la risoluzione degli enti creditizi (BRRD), offre allo Stato la possibilità di iniettare capitale in una banca solvibile, a condizione che vengano rispettati determinati criteri (la cosiddetta “ricapitalizzazione precauzionale”). In questo contesto gli aiuti di Stato possono essere concessi solo in previsione dell’eventuale fabbisogno di capitale che si manifesterebbe in caso di peggioramento delle condizioni economiche e non fanno scattare la procedura di risoluzione della banca. L’opzione della ricapitalizzazione precauzionale per le banche solvibili nel quadro della BRRD è stata concordata dal Parlamento europeo e dal Consiglio al momento dell’adozione della direttiva.
Il 23 dicembre 2016 MPS ha annunciato l’intenzione di richiedere una ricapitalizzazione precauzionale a seguito del fallimento del tentativo di ottenere per intero il capitale necessario da investitori privati. Questo tentativo era scaturito dai risultati ottenuti dalla banca nelle prove di stress condotte nel 2016 in tutta l’UE dall’Autorità bancaria europea e dalla Banca centrale europea, che avevano evidenziato una carenza di capitale nello “scenario sfavorevole”, che simula un ipotetico peggioramento delle condizioni economiche.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Migranti: Se siamo soli provvediamo da noi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

marco minnitiOra basta. Sulla questione migranti, oggi muore definitivamente l’Europa: Francia e Spagna minacciano di chiudere i porti, l’Austria di schierare l’esercito al Brennero. Si alzano le frontiere e l’Europa “premio Nobel per la pace” rivela il suo vero volto: nel momento del bisogno, ognuno per sé.Siamo soli con milioni di persone che premono ai confini sud, siamo soli a mantenere centinaia di migliaia di persone senza documenti, senza meta e senza lavoro, sul nostro territorio e coi nostri soldi. Oltre 85 mila in soli 6 mesi.
Scopriamo oggi che il confine europeo, che ieri Minniti proclamava come “a sud della Libia”, in realtà si trova saldamente a nord delle Alpi. Renzi, Monti e Gentiloni sono riusciti a farci sbattere fuori dall’Europa, ma in compenso ci mantengono saldamente dentro l’Euro… Eppure i francesi hanno votato Macron, gli austriaci hanno votato il verde Van Der Bellen: o forse anche i meno sospettati di “populismo”, quando si tratta dell’interesse nazionale, poi non guardano in faccia nessuno? Probabile. Il nostro governo, invece, gli unici che non guarda in faccia sono proprio i cittadini italiani. Non a caso oggi la Farnesina mette su il teatrino del richiamo dell’ambasciatore austriaco. Domani chiameranno quelli di Francia e Spagna? E poi, dopo che ci avranno tutti riso in faccia, a chi si rivolgeranno?
Intanto, ONG e navi militari da tutta Europa continuano a trasportare migranti nei nostri porti. Che continuano a restare aperti, anche alle ONG con bandiere di fantasia che fanno servizio taxi dalla Libia.Questa emergenza l’avevo denunciata mesi fa e sono stato offeso con accuse di insensibilità e razzismo, dispensate da qualche pseudo-buonista qua e là. Oggi non chiedo le scuse, ma pretendo i fatti:
– va subito rivisto il regolamento di Dublino III, ridistribuendo i migranti per quote negli altri Paesi e sanzionando gli Stati membri che se ne lavano le mani;
– i porti italiani vanno chiusi alle navi delle ONG che non esibiscono bilanci in trasparenza e che quindi non permettono di conoscere i loro finanziatori;
– va inoltre subito inibito l’approdo nei nostri porti a tutte quelle imbarcazioni straniere, impegnate in queste operazioni, che non accetteranno la presenza della Polizia Giudiziaria a bordo, come proposto da una nostra proposta di legge a firma Bonafede.Se siamo soli, ebbene allora lo siamo fino in fondo. E provvediamo da noi! (Luigi di Maio dal blog di Grillo)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Austria schiera l’esercito al Brennero?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

passo del brennero“L’Austria sarebbe pronta a schierare fino a 750 militari al Brennero se il flusso di migranti dall’Italia non diminuirà. Le dichiarazioni del ministro della Difesa austriaco Hans Peter Doskozil sono gravissime e confermano, se ancora fosse necessario, il fallimento totale del governo rispetto all’emergenza immigrazione che la politica dell’accoglienza del Pd ha incoraggiato e alimentato, come la Francia e l’Austria denunciano. L’incapacità politica di Renzi, Alfano e, a questo punto, anche di Minniti è sotto gli occhi di tutti”. E’ quanto dichiara Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, componente della Commissione Esteri.
“L’Italia, che ha fatto saltare Schengen, decidendo in modo unilaterale di accogliere i migranti economici, si svegli una volta e per sempre – aggiunge – e fermi l’invasione con i fatti: espulsioni di coloro che non hanno diritto a chiedere asilo e a rimanere in Europa come anche Macron dice e respingimento delle domande di tutti coloro che commettono reati. Le chiacchiere degli ultimi anni hanno soltanto provocato un’immigrazione incontrollata, con disastri che si ripercuoteranno sui nostri figli e nipoti”.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Filippo Laterza: Fauves – The power of colors

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

Filippo LaterzaFilippo Laterza1Roma Venerdì 7 Luglio 2017 – ore 17:30 Largo della Fontanella di Borghese, 89 Galleria Mucciaccia. “Il colore soprattutto, forse ancor più del disegno è una liberazione”. Da questa celebre frase del grande artista Henri Matisse, promotore del movimento Fauvista, che nella prima parte del Novecento diede vita ad un’esperienza di breve durata temporale, ma di grande importanza nell’evoluzione dell’arte. Il giovane couturière Filippo Laterza prende spunto per ideare e realizzare la sua Collezione “Fauve Couture” che sarà presentata, venerdì 7 luglio alle ore 17:00, nel Calendario di AltaRoma In Town – Luglio 2017.Contrasti cromatici scoperti in giro per il mondo come testimonianza della sua libertà. Tessuti preziosi per 15 “icone” sartoriali realizzate con triple organze, gazar, duchesse, raso e mikado di seta pura in colori a contrasto, rosso scarlatto e rosso vermiglio, rosa cipria e shocking Schiaparelli, verde the e verde menta, giallo lime e blu Kline, glicine e mauve, le nuance interpretate.Nella prestigiosa Galleria Mucciaccia di Roma, impegnata sin dal 2006 nella realizzazione e promozione di mostre su illustri artisti sia italiani che internazionali del XX secolo, sarà possibile ammirare esclusivi tableau vivant che avranno nel colore, nelle forme e nei volumi, la loro esclusiva rappresentazione.Un percorso visivo e olfattivo grazie alla presenza delle fragranze di Dr. Vranjes Firenze, dove anche il gusto e la melodia hanno la loro importanza. Un’esperienza coinvolgente, capace di arrivare alla scoperta della creatività di Filippo Laterza, attraverso modalità di percezione non tradizionali. (foto: Filippo Laterza)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La novità del 2017: Scrigni Intro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

scrigniscrigni1Fiano Romano Dal 19 al 23 luglio SCRIGNI torna sulla terrazza del Castello Ducale di Fiano Romano per la sua settima edizione. Il vero e proprio scrigno è sicuramente il Castello Ducale di Fiano Romano con le sue sale e il suo splendido cortile dove si svolgono anche gli spettacoli serali del 21, 22 e 23 luglio alle 21.15. Una rassegna di teatro, danza e musica, organizzata da Giamp – un salto di qualità, agenzia di servizi per lo spettacolo, con il contributo del Comune di Fiano Romano.SCRIGNI non è solo un festival ma un luogo di ricerca, di condivisione e di formazione. Per questo ogni anno decine di danzatori, performer e attori arrivano al Castello di Fiano Romano per partecipare a workshop di danza o teatro per professionisti, semi-professionisti ed amatori.
Come sempre una parte peculiare di questa rassegna è dedicata ai workshop di formazione per la danza ed il teatro rivolti a danzatori e performer, aperti a semi-professionisti, a professionisti o a chiunque voglia sperimentare la sua creatività. Anche quest’anno alcuni dei partecipanti ai workshop prenderanno parte agli spettacoli finali sul palco di Scrigni.
Caravaggio / Seven Lights of Mercy | 19-23 luglio Workshop di Teatro danza con Antonello Tudisco
Il laboratorio per la creazione di una performance Site specific, sarà incentrato sull’analisi de Le sette opere della Misericordia di Caravaggio e indagherà il rapporto tra spazio, corpo e luce. Si intende indagare il rapporto umano e la veridicità delle azioni con cui Caravaggio decise di rileggere le opere della Misericordia, in cui gli angeli sono Lazzari saliti in cielo e la madonna e le altre figure, sono personaggi concreti di una vita reale. Corpi svelati da luci che diventano personaggi da conoscere.
Il workshop è aperto ad attori e danzatori semiprofessionisti e professionisti.
scrigni2Il risultato del laboratorio andrà in scena sul palco di Scrigni domenica 23 luglio.
Ride bene chi ride | 20- 22 luglio Laboratorio di comicità per teatro e canzone con Daniele Parisi e Ivan Talarico
Il meccanismo comico va affrontato con molta serietà: se è vero che il riso fa buon sangue è anche vero che una risata ci seppellirà. Il comico non è l’obiettivo, ma il mezzo per creare storie in grado di fotografare un’epoca, rivolgendo lo sguardo alla crisi, alla contraddizione e alla disperazione umana. È possibile raccontare dunque le nevrosi nostre e della nostra società attraverso lo strumento della comicità?
Nel corso del laboratorio analizzeremo gli strumenti e le possibilità dell’attore in scena e della scrittura comica in prosa e in canzone, partendo da testi e canzoni già scritte, creandone di nuovi, rifacendoci alla tradizione e cercando nuove strade. Ciascun partecipante dovrà portare una scena dialogata in coppia (con un altro attore del corso) o un monologo a scelta e una canzone. I materiali potranno essere originali o meno, eventuali materiali inediti saranno ben accetti e diverranno materiale di studio, di confronto. Tutti i dettagli del bando si possono trovare su http://www.giamp.it (foto: scrigno)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

20th Century at Christie’s Achieves Combined

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

Pablo PicassoLondon – 20th Century at Christie’s concluded on 30 June 2017 with a combined total of £194,366,000 / $247,569,125 / €220,484,285. The depth of bidding witnessed in the salerooms highlighted the truly global collector base with registered participation from 56 countries. Max Beckmann’s Hölle der Vögel (Birds’ Hell) was the leading work across the London season, achieving a world auction artist record of £36,005,000 / $45,834,362 / €40,865,674, double the previous record that was established in 2001. The painting continues the Germanic tradition of using allegory together with elements of Classicism and mythology to transcend the time and political situation in which it was created. In this sense it has become a universal symbol of humanity like Pablo Picasso’s Guernica of the same period. Pablo Picasso’s tender portrait of his young lover Marie-Thérèse, Femme écrivant (Marie-Thérèse), achieved the second highest price of the season, selling for £34,885,000 / $44,408,602 / €39,594,474. Vincent van Gogh’s Le moissonneur (d’après Millet) was Henry Mooreanother highlight, soaring above its estimate to realise £24,245,000 / $30,863,883 / €27,518,074. Following on from the February Impressionist and Modern Art Evening Sale bidding from Asia was notable with over 20% of works sold to clients in the region. Impressionist and Modern Art achieved a combined total of £168,068,125 / $214,071,732 / €190,595,799. There were strong sell-through rates across 20th Century at Christie’s, particularly in the evening sales.
The Modern British and Irish Art Evening Sale launched 20th Century at Christie’s, opening with a world auction artist record for Henry Lamb’s Portrait of Edie McNeill (£281,000 / $357,994 / €319,497). Sculptures led the evening sale with Henry Moore’s Family Group, which sold to an Asian collector, after spirited bidding in the saleroom and on the phone, for £3,861,000 / $4,918,914 / €4,389,957. In addition Barbara Hepworth’s Curved Form (Bryher II) was featured in ‘Sculpture in the Square’, an outdoor sculpture garden set within St James’s Square, and achieved £3,301,000 / $4,205,474 / €3,753,237. Further world auction artist records were set for Eileen Agar, Keith Coventry, Nic Fiddian-Green, Robert MacBryde, Cedric Morris, Eduardo Paolozzi, Victor Pasmore and a record in the medium for L. S. Lowry in the Evening and Day sales with a combined total of £26,297,875 / $33,497,392 / €29,888,486. (photos: Pablo Picasso, Henry Moore)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola Precariato: le GaE rimangono ‘ingessate

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

ministero-pubblica-istruzioneLe Graduatorie a Esaurimento aperte fino all’8 luglio solo per sciogliere delle riserve e per dei casi particolari. Mentre l’aggiornamento e la possibilità di sportarsi valida per tutti è slittata, attraverso il Milleproroghe dello scorso anno, addirittura al 2019. Eppure, mentre all’ultimo concorso a cattedra le commissioni facevano stragi di candidati, decretando nella maggior parte dei casi meno vincitori e idonei rispetto ai posti messi a bando, le GaE potevano rappresentare una buona opportunità per stabilizzare decine di migliaia di precari storici. E combattere la supplentite che invece imperversa più che mai. Come a Roma, a Torino e in Lombardia, dove è lungo l’elenco delle classi di concorso senza più candidati nelle GaE: matematica, lingue straniere e strumenti musicali alle medie, mentre alle superiori continuano ad andare a supplenza tantissime cattedre di discipline tecniche e di laboratorio.Per ricorrere al TAR dela Lazio contro questa ennesima ingiustizia verso i precari – forti delle sentenze della Consulta, Tar e Consiglio di Stato – c’è tempo fino a sabato prossimo. È lungo l’elenco delle motivazioni: per il mancato aggiornamento della provincia e del punteggio del personale già inserito in III fascia, per il mancato accorpamento della IV fascia con la III, per il fallito inserimento in III fascia dei docenti abilitati con diploma magistrale anche linguistico e AFAM, ITP, educatori, estero, TFA e PAS, abilitati concorso, depennati da reinserire, in vista delle prossime 50mila immissioni in ruolo e delle supplenze annuali.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): il precariato e la supplentite hanno tratto giovamento da questo ulteriore blocco per così tante categorie di docenti abilitati. Quello che fa pensare è che al Miur conoscevano bene la situazione delle tante classi di concorso esaurite e dei molti posti vacanti che da anni vanno a supplenza anziché essere coperti con l’immissione in ruolo. Non è tollerabile continuare a dire che si vuole favorire la continuità didattica e poi cadere in questi errori grossolani. A questo punto, è bene che i precari danneggiati facciano valere i loro diritti, chiedendo subito di essere inseriti nelle GaE: noi, come sempre, li tuteleremo e saremo al loro fianco in questa ennesima battaglia legale e dei diritti dei lavoratori della scuola.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

22° anniversario del genocidio di Srebrenica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

SrebrenicaRoma 11 luglio 2017, alle ore 12.00 presso la sala Caduti di Nassirya di palazzo Madama si terrà la conferenza stampa dal titolo “In Ricordo del Genocidio di Srebrenica: 1995-2017”. L’evento è promosso su iniziativa del Senatore Aldo Di Biagio, membro della Commissione Diritti Umani del Senato, e della Comunità di Bosnia ed Erzegovina a Roma.
Assieme al Sen. Di Biagio porterà il proprio saluto il Sen. Pierferdinando Casini, Presidente della Commissione Esteri del Senato. Seguiranno interventi della Dott.ssa Vesela Planinic, Ministro Consigliere dell’Ambasciata di Bosnia ed Erzegovina in Italia, dell’On. Giulio Marcon e della Vicepresidente dell’Associazione «Bosnia u srcu – Bosnia nel cuore» Slavica Josipovic. Interverranno inoltre il giornalista e scrittore Luca Leone e il foto-reporter Mario Boccia, di cui sarà proiettato un reportage fotografico su Srebrenica. L’incontro sarà moderato da Fatima Neimarlija, Presidente dell’Associazione “Bosnia”; Bosnia nel cuore».

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

il Gruppo Selex archivia un altro bilancio positivo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

familaBruxelles. Nonostante la deflazione dello scorso anno e i consumi che ancora stentano a ripartire, il Gruppo Selex archivia un altro bilancio positivo, consolidando la sua posizione al terzo posto tra i retailer nazionali. Nel 2016 il fatturato alla vendita ha raggiunto 10,35 miliardi di euro, con un incremento del + 4% rispetto al 2015, e la quota di mercato è salita a 11,9% (I+S+Spt+Cash, IRI gennaio 2017). Questi i dati presentati nel corso dell’Assemblea generale Selex, tenutasi il 30 giugno a Bruxelles. Nell’occasione è stato condiviso con i soci anche l’andamento dei primi quattro mesi dell’anno 2017. Da gennaio a fine aprile il Gruppo ha realizzato, a parità di rete di vendita, una crescita del +1,6%, che sale a + 2,7% considerando le nuove aperture. Dati che confermano la solidità delle imprese socie, attestando la loro espansione in tutte le Regioni, presidiate da Selex con oltre 2.500 punti di vendita. Soddisfacente anche lo sviluppo della rete commerciale registrato nel primo semestre dell’anno, con l’apertura di 24 nuovi impianti dei complessivi 57 pianificati entro dicembre 2017. Anche alla luce di questi risultati, il Gruppo prevede per il 2017 un giro d’affari di 10,78 miliardi (+ 4,2% rispetto al 2016).“In un contesto che rimane di grande difficoltà e competizione – ha sottolineato Dario Brendolan, Presidente di Selex – ci gratifica vedere che gli importanti investimenti fatti e la passione che, insieme ai nostri collaboratori, mettiamo nel lavoro quotidiano, sono premiati con la fiducia dei clienti. Credo che la chiave sia il radicamento nel territorio che le nostre imprese e le nostre insegne hanno costruito in questi anni, diventando un riferimento per qualità e affidabilità, prima ancora che per quota di mercato”.
Per il 2017 le imprese del Gruppo hanno stanziato più di 215 milioni di euro, finalizzati alle nuove aperture e alla ristrutturazione di oltre 50 unità esistenti, ma anche a interventi finalizzati a contenere l’impatto ambientale dei punti di vendita e a gestire le risorse energetiche in modo più efficiente.Investimenti rilevanti anche sul fronte dell’e-commerce, con il lancio di “CosìComodo” (www.cosicomodo.it) il portale che raggruppa in un unico “contenitore” l’offerta di più insegne del Gruppo Selex. Il sito è in grado di offrire varie tipologie di servizi e di coprire tutto il territorio nazionale per diventare, in tempi brevi, il riferimento per gli utenti che vogliono comprare sul web prodotti alimentari confezionati e freschi e articoli per la cura di casa e persona. Già a pochi mesi dal suo esordio, lo scorso aprile, sta realizzando interessanti risultati, con un numero crescente di famiglie che fanno la spesa online.Importanti novità anche sul fronte dell’offerta, con un deciso ampliamento, all’interno dei supermercati, dei reparti più vicini alle esigenze di salute e benessere espresse dai consumatori. Da sottolineare anche un significativo passo avanti nella specializzazione dell’assortimento dei prodotti a marca del distributore. Numerosi i lanci realizzati nel primo semestre del 2017, come la linea Vegetale 100% Selex, quella di semi e di nuove varietà di legumi secchi e l’articolata proposta di frutta secca e disidratata, con l’obiettivo di rendere l’offerta ancora più appetibile e in linea con le nuove istanze di consumo.Oggi i prodotti a marca del distributore superano le 5.000 referenze, considerando il marchio Selex, il marchio Vale, e le numerose linee specialistiche. Nel 2016 hanno segnato un incremento medio delle vendite superiore al 3%, ma con picchi del +15% nei segmenti bio, salutistico e premium, a testimonianza dell’apprezzamento crescente da parte della clientela.“Il 2016 e il 2017 ci confermano che la strada per continuare a crescere è quella della distintività e dell’eccellenza rispetto ai competitor – ha commentato Maniele Tasca, Direttore Generale di Selex – I clienti possono scegliere tra più formule e più insegne, noi dobbiamo farci scegliere per la specializzazione dei reparti strategici di ciascuna delle nostre insegne e continuare a rinnovare i negozi per aggiornarli ai nuovi trend”. Con 15 Imprese Associate, Selex è presente in tutta Italia con una rete commerciale formata da 2.542 punti di vendita e un organico di oltre 31.000 addetti. Le insegne più note e diffuse a livello nazionale sono Famila, A&O e C+C, cui si affiancano brand regionali spesso leader sul territorio. Selex Gruppo Commerciale fa parte della centrale d’acquisto ESD Italia, a sua volta partner della centrale EMD, leader in Europa, http://www.selexgc.it (foto: famila)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Omaggio a Simone Veil

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

strasburgo-parlamento-europeoIl Parlamento europeo renderà omaggio a Simone Veil, primo Presidente del Parlamento eletto con suffragio diretto nel 1979, martedì a mezzogiorno a Strasburgo.Il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani segnerà l’inizio dell’omaggio dell’Aula alla politica liberale francese con una dichiarazione. L’intervento del Presidente sarà seguito da un breve video e da un elogio di Guy Verhofstadt, leader del gruppo liberale, di cui Simone Veil era membro. L’inno europeo concluderà il tributo.Mercoledì, Il Presidente Tajani parteciperà, a nome dell’istituzione, al funerale che si terrà a Parigi. Simone Veil è deceduta il 30 giugno scorso. Tra il 1979 e il 1993 è stata membro del Parlamento europeo e dal 1979 al 1982 ha ricoperto la carica di Presidente. Dal 1984 al 1989 ha guidato il gruppo liberale. Nel 1981 Veil ha vinto il Premio Charlemagne, un premio che onora i contributi dei singoli individui all’unità europea.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il futuro della diagnosi prenatale è nei nostri geni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

università torinoTorino. I progressi della genetica stanno rivoluzionando la diagnosi e la prevenzione di numerose patologie. I maggiori progressi si stanno verificando nella diagnosi prenatale, come è stato sottolineato durante il meeting “The future of genetica in medicine and beyond”, che si è svolto recentemente a Torino. Il meeting, organizzato dal Gruppo Genetica Medica e dei Trapianti dell’Università di Torino e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini, ha visto la partecipazione di medici e ricercatori italiani, europei e statunitensi, noti a livello internazionale per le loro conoscenze nel campo della genetica e della genomica.
«Oggi grazie alla genomica siamo in grado di analizzare ogni aspetto di una singola cellula, tutte le variabilità presenti in un genoma e quindi identificare le mutazioni che causano patologie e quelle che possono aumentare il rischio di altre malattie» spiega Antonio Amoroso, Direttore del Gruppo Genetica Medica e dei Trapianti dell’Università di Torino e Presidente del meeting. «L’introduzione di nuovi test genetici, come la next-gen sequencing of cell-free DNA nel sangue materno, ha significativamente cambiato i metodi di indagine nella diagnosi prenatale. È il caso del test del Dna libero, o del Dna fetale (anche NIPT da Non Invasive Prenatal Testing). Durante la gravidanza alcuni frammenti di di DNA fetale entrano nel circolo materno. Il DNA raggiunge concentrazioni rilevabili a partire dalla quinta settimana di gravidanza e dall’undicesima settimana il DNA fetale libero è presente in quantitativo sufficiente da permetterne l’analisi per la ricerca a partire da un campione di sangue della madre». Questo test individua con altissima sensibilità (99,9%) e specificità (99.8%) le anomalie cromosomiche più frequenti, specificamente Trisomia 21 (Sindrome di Down), Trisomia 18 (Sindrome di Edwards) e Trisomia 13 (Sindrome di Patau). Va però sottolineato che l’analisi del DNA libero circolante rappresenta uno screening ad elevata accuratezza ma non sostituisce i test diagnostici invasivi (amniocentesi, villocentesi) e dunque non può essere utilizzato per modificare il percorso clinico di una gravidanza. Un risultato del test negativo, seppur fortemente rassicurante, non esclude in termini assoluti la presenza dell’anomalia indagata e, similmente, in caso di risultato positivo, il test deve essere seguito da amniocentesi o villocentesi per confermare la diagnosi. L’introduzione del NIPT nella pratica clinica ha aperto un dibattito basato su argomentazioni, rispettivamente a favore e contrarie al suo impiego come metodo di screening delle gravidanze.Di fatto, al momento lo screening è mirato a tre trisomie autosomiche, rispetto alle quali un’elevata percentuale di donne già ora richiede di essere informata; il NIPT riduce pertanto il ricorso inappropriato ai test genetici, limitatamente alle trisomie citate, permettendo di tranquillizzare e diminuire l’ansia della gestante.Il fine del NIPT è dunque quello di fornire informazioni corrette alle coppie che lo desiderano, perché le successive scelte e decisioni, qualunque esse siano, siano fondate su conoscenze il più possibile accurate, precoci e basate su protocolli che non mettono a rischio la gravidanza. Durante il meeting di Torino si è parlato anche di un’altra tecnica di diagnosi prenatale, la Next Generation Sequencing (NGS), cha analizza l’esoma (la parte del DNA che costruisce la struttura proteica della quale sono composti) gli organismi). «In futuro basandosi su questa tecnica, sarà possibile studiare i dettagli del Dna del feto e di fare ricerche ‘mirate’, ottenendo una risposta veloce, grazie a metodiche chiamate Next generation prenatal diagnosis (NGDP)» prosegue Amoroso. «Il sequenziamento completo viene già fatto da molti laboratori nel mondo, ma l’NGDP permette di andare oltre e di cercare le singole patologie genetiche, ottenendo una risposta più veloce. La novità di questa tecnica è che mentre prima si eseguiva la diagnosi di una malattia genetica per volta, oggi con la NGS vi è la possibilità di verificare simultaneamente centinaia di patologie nel campo della diagnosi prenatale. Infatti con la NGDP prevede lo studio di circa 300 geni che sono alla base della maggior parte delle malattie genetiche rilevabili in utero».

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Half Marathon Via Pacis, Roma corre per la pace

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

maratonaRoma La prima edizione si svolgerà domenica 17 settembre, con partenza alle ore 9 da Piazza San Pietro, e sarà aperta a tutti coloro che, attraverso questa grande manifestazione sportiva popolare vogliono dire No alla violenza, No al razzismo, No alla discriminazione di ogni genere e provenienza. Ecco perché, per le strade della Capitale, correranno donne, uomini, famiglie, anziani, giovani, bambini, sportivi, persone con disabilità ma anche rifugiati, ognuno con il suo pettorale, ognuno con il suo messaggio di pace che rilascerà, a traguardo raggiunto, in alcune colonne trasparenti che simboleggiano le colonne della pace. Le frasi e le testimonianze raccolte saranno successivamente pubblicate nel libro “Via Pacis”. Ispirata al tradizionale pellegrinaggio delle sette chiese, la “VIA PACIS” creerà un ideale collegamento tra alcuni luoghi di culto emblematici della Capitale.
Cinque le tappe che sottolineeranno la partecipazione delle diverse confessioni religiose: San Pietro, la Sinagoga, la Moschea, la Chiesa Valdese e la Chiesa Ortodossa, in due percorsi podistici dalla distanza equivalente a una mezza maratona di 21,097 Km per la competitiva e di 5 km per la non competitiva. La gara sarà trasmessa in diretta su RAI Sport.Diversi i personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport che si sono già resi disponibili a portare avanti il messaggio della “Via Pacis”. Tra questi, Stefano Baldini, Lino Banfi, Maurizio Damilano, Fabrizio Donato, Gabriella Dorio, Massimo Giletti, Annalisa Minetti, Nicola Piovani, Giovanni Storti, Ricky Tognazzi e tanti altri ancora.Nel Comitato d’Onore, presieduto dalla Sindaca di Roma Virginia Raggi, ci sono l’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Daniele Frongia, il Cardinale Gianfranco Ravasi, il Vescovo Paul Tighe, il Presidente della FIDAL Alfio Giomi, Il Vicepresidente della Fidal Vincenzo Parrinello, il Rabbino Capo Riccardo Di Segni, la Presidente della comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello, il Segretario Generale del Centro Islamico Culturale d’Italia Abdellah Redouane, l’Imam della Grande Moschea di Roma Salah Ramadan, il Membro del CIO Mario Pescante, il Presidente del CONI Giovanni Malagò, il Presidente del CIP Luca Pancalli. L’evento è stato promosso da Roma Capitale e dal Pontificio Consiglio della Cultura, Dicastero della Santa Sede, in collaborazione con la FIDAL – Federazione Italiana di Atletica Leggera – con il Patrocinio del CONI e del CIP. (foto: maratona)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

 Scuola, gruppo consiliare M5S al lavoro per uniformare servizi alunni con disabilità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

SCUOLA

Roma. Garantire agli alunni con disabilità centralità nel sistema scolastico, contribuendo ad assicurare loro il pieno rispetto del diritto costituzionale all’istruzione e mettendo ordine nel quadro normativo e nell’erogazione dei servizi. E’ l’obiettivo della proposta, presentata dal gruppo consiliare del M5S, finalizzata all’elaborazione di un Regolamento che disciplini il ruolo degli AEC, gli operatori impegnati nell’assistenza all’autonomia in favore degli alunni con disabilità. Un traguardo che si intende raggiungere tramite il coinvolgimento di famiglie, operatori, dirigenti scolastici, educatori e organizzazioni del settore. L’impegno è certificato anche dall’ultima variazione al bilancio di previsione 2017-19, approvata lo scorso 23 giugno dalla giunta capitolina, che prevede lo stanziamento di oltre 6,5 milioni di euro in più per i prossimi tre anni per il servizio dell’assistenza educativa agli alunni con disabilità con il preciso scopo di ridurre le ingiustificate differenze territoriali.
Il testo è stato presentato nel corso di una conferenza a cui hanno preso parte la sindaca di Roma Capitale Virginia Raggi, l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre, la Presidente della Commissione Scuola Maria Teresa Zotta, il Vice Presidente della Commissione Scuola Nello Angelucci e la Presidente della Commissione Politiche Sociali e della Salute Maria Agnese Catini. La proposta è incardinata su alcuni principi base:
– Rendere uniforme il servizio sul territorio cittadino sia per quanto attiene le modalità di assegnazione del monte-ore agli alunni con disabilità che per le caratteristiche del servizio stesso: si tratta di due aspetti che allo stato attuale variano da Municipio a Municipio e addirittura da scuola a scuola. L’assegnazione del monte-ore deve necessariamente legarsi al fabbisogno di ogni singolo alunno valutato dall’ASL secondo rigorosi criteri. Il compito di delineare e rendere operativo questo modello sarà affidato a un tavolo interistituzionale.
– Riportare l’alunno al centro del servizio attraverso l’assegnazione del monte-ore all’alunno e non alla scuola. In questo modo viene garantito il diritto individuale all’assistenza educativa scolastica, salvaguardando la flessibilità del servizio per tutto ciò che interessa l’inclusione e l’interazione con il gruppo scolastico
– Perseguire l’equo diritto all’istruzione sul territorio romano attraverso un processo strutturato di equa distribuzione delle risorse.
– Creazione di un sistema di monitoraggio qualitativo del che preveda il coinvolgimento delle famiglie e i cui risultati siano pubblici. In questo modo si intende instaurare un meccanismo virtuoso di concorrenza nel mercato che produrrà un servizio sempre più qualificato.
– Attuare modalità di selezione dell’organismo uniformi sul territorio capitolino. L’ipotesi prevista è la qualifica degli organismi attraverso un sistema di accreditamento fondato su bandi pubblici e, allo stesso tempo, recepire la volontà delle famiglie attraverso l’organo scolastico più prossimo, cioè il Consiglio d’Istituto.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ostia Antica: rilancio del borgo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

ostia anticaOstia “Mai come in questa occasione Ostia Antica ha bisogno di un rilancio, con una programmazione forte alle spalle. Si pensi ad esempio al ruolo che può giocare il Castello di Giulio II, vero e proprio catalizzatore per il rilancio economico e culturale di uno dei Borghi più affascinanti e ricchi di storia d’Italia. Nostra ferma intenzione è ricucire lo strappo tuttora – ahinoi – esistente tra gli scavi dell’area archeologica e il borghetto. Senza contare i meravigliosi 70mq dell’adiacente Parco dei Ravennati che vedranno un percorso di positiva rivisitazione nell’ottica di una migliore valorizzazione del luogo, fino a raggiungere gli antichi Lavatoi. Per non parlare di via Gesualdo, una graziosa arteria di stampo rinascimentale che corre verso la stazione di Ostia Antica: qui potrebbe essere collocato un punto di informazione turistica ristrutturato in chiave moderna. Diciamolo a chiare lettere: il nostro più grande desiderio è che Ostia Antica diventi patrimonio dell’Unesco, al fine anche di incrementare il flusso turistico verso la vicina Ostia Lido. Abbiamo inoltre pensato a un bikesharing che potrebbe tornare molto utile per il turista che ami addentrarsi nei meandri del borghetto, conducendolo magari alla (ri)scoperta delle locali aziende agricole e delle botteghe artigiane. Metteremo infine a sistema Polo museale ed Ecomuseo, vera e propria eccellenza della specifica identità culturale del territorio, e organizzare lì una serie di eventi fruibili al target turistico e alla cittadinanza lidense e capitolina”. Lo dichiarano in una nota congiunta la Presidente della Commissione Turismo, Moda e Relazioni Internazionali Carola Penna e la Delegata della Sindaca per il X Municipio Giuliana Di Pillo (M5S).

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »