Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 6 luglio 2017

Sciopero auto-ferro-tranvieri

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

atac trasporti romaRoma sei luglio 2017. Le lavoratrici e i lavoratori autoferrotranvieri incrociano oggi le braccia in tutte le città del paese. Lo fanno per difendere il diritto dell’esercizio di sciopero nei servizi pubblici essenziali, contro la politica delle privatizzazioni, le norme per la riorganizzazione dei Servizi Pubblici Locali (SPL) e delle aziende partecipate che prevedono fusioni, chiusure/ liquidazioni, con un esubero di personale previsto di oltre 300.000 lavoratori, prevedendo l’applicazione anche ai dipendenti delle partecipate le norme relative agli ammortizzatori sociali, così come ridisegnati dal Jobs Act, insieme alle regole sulle crisi d’impresa e legge fallimentare, con una parificazione alle società private; contesto nel quale si inserisce l’abrogazione del Regio Decreto 148/31 per il settore del Trasporto Pubblico Locale;
Ecco il quadro della giornata di lotta e di protesta.
A Roma chiuse tutte linee metropolitane così come la Roma-Lido; oltre il 90% delle linee su gomma è rientrata nei depositi.Altissima l’adesione nella città di Napoli dove le tre linee funicolari della ANM sono ferme così come la linea 1; chiuse la linea Cumana e la Circumflegrea di EAV, adesione allo sciopero di oltre il 70% dei lavoratori ATC che gestisce i collegamenti per l’isola di Capri. Il servizio su gomma entrerà in sciopero nella fascia oraria pomeridiana a partire dalle ore 13,00.E’ di circa il 70% l’adesione nel servizio urbano di Modena, Reggio e Piacenza. Alla SAD di Bolzano oltre il 60% dei lavoratori hanno aderito allo sciopero con il 100% negli impianti di Egna e Monte San Pietro; rilevanti adesioni alla Trentino Trasporti, con ricadute sul servizio della ferrovia Trento-Malè e della Trento-Bassano.Ampie le adesioni in tutte le maggiori città, dove lo sciopero si sta svolgendo in fasce orarie diversificate con percentuali destinate a crescere nei turni serali che coinvolgeranno anche i lavoratori della Lombardia, Umbria, Toscana.Gli autoferrotranvieri, in queste ore, stanno di nuovo dimostrando la loro strordinaria volontà di non cedere il passo a chi sta aggredendo il mondo del lavoro: non hanno alcuna intenzione di restare a guardare e non saranno certo le minacce di norme sempre più stringenti sul diritto all’esercizio di sciopero ad intimorirli.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Banche: colpo di mano del governo

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

Boldrini lauraDichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia:“Ennesimo colpo di mano del governo e della maggioranza in Commissione Finanze a Montecitorio in merito al percorso parlamentare del decreto legge sulle banche venete.L’esecutivo ci ripensa, si pente, e, con la presentazione sotto forma di emendamenti di due nuovi articoli, riscrive di fatto metà legge. Il tutto lasciando solo due ore ai membri della Commissione per presentare sub-emendamenti al testo. Un atteggiamento indecente e inaccettabile.Ancora una volta questa maggioranza calpesta il Parlamento ed esautora le istituzioni.Chiediamo un intervento immediato del presidente della Camera, Laura Boldrini”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immigrati: La verità sugli sbarchi in Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

boninoda MoVimento 5 Stelle. Emma Bonino è un ex commissario europeo nonché l’ex-ministro degli esteri del governo PD di Enrico Letta: dobbiamo quindi pensare che quando parla di accordi con Paesi esteri o con l’Europa sappia quel che dice.
Quello che dice in questo video è impressionante. E si riferisce -sia chiaro- agli anni del governo Renzi. Ascoltatela: è un’intervista dei giorni scorsi. Racconta come, per il 2014-2016, il governo italiano abbia chiesto che “gli sbarchi avvenissero tutti quanti in Italia”. “L’abbiamo chiesto NOI! L’accordo l’abbiamo fatto NOI!” sottolinea accorata l’ex ministro. Di quale accordo sta parlando? Che cosa, precisamente, abbiamo chiesto?
I cittadini italiani si erano già accorti che TUTTI gli immigrati vengono sbarcati nel nostro Paese, ed ora è arrivata un’illustre conferma. Il governo deve rispondere: le decine di migliaia di sbarchi sono frutto di un preciso accordo? Il fatto che l’Italia sia costretta ad accogliere e mantenere tutti coloro che vengono trasportati qui dall’Africa, anche da navi battenti bandiere straniere (in violazione degli accordi di Dublino, come precisa anche la Bonino), è scritto da qualche parte nero su bianco? E perché il governo Renzi avrebbe concluso un accordo così folle e deleterio per il Paese, cosa ha ottenuto in cambio? Forse che la troika si giri dall’altra parte fino alle prossime elezioni, e non metta i bastoni fra le ruote al PD? Oppure si tratta semplicemente di convenienza, lauti guadagni per coop e mondi di mezzo assortiti, che sui migranti ingrassano? Vogliamo sapere la verità su questi accordi indicibili. Se l’Italia deve ospitare chiunque parta, abbiamo il diritto di sapere che l’ha deciso e perché. Non vi lasceremo in pace.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Cervia va in scena la “Tosca”

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

toscaCervia Giovedì 20 Luglio alle ore 21 nella bellissima Piazza Garibaldi di Cervia andrà in scena una delle Opera più conosciute del melodramma Italiano TOSCA di G. PUCCINI. Un evento unico in Romagna organizzato dall’ Associazione La Pomme in collaborazione con Torre del Lago e il Comune di Cervia. Un Cast di altissimo livello Tosca Raffaella Battistini, Cavaradossi Ganni Leccese, Scarpia Carmine Monaco, il Coro di Bologna e l’Orchestra Città di Ferrara e sotto la magica bacchetta del grande M° Alberto Veronesi.
Prevendita biglietti presso tutti i punti vendita Ciaotickets e On-line http://www.ciaotickets.it
Ritiro e vendita biglietti la sera dello spettacolo dalle 19 presso la biglietteria in Piazza Pisacane sotto il comune. (foto: tosca)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Piccolo Atlante delle Costellazioni Estinte”

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

FARISELLIRIONDINOTeatro Comunale di Cagli (Pesaro Urbino – Marche) – Piazza Papa Niccolò IV. Due serate, domenica 9 e Lunedì 10 luglio 2017 alle 21.15, posto Unico 10.00 euro, con David Riondino e Patrizio Fariselli che presenteranno al pubblico per la prima volta un nuovo progetto artistico dal titolo “Piccolo Atlante delle Costellazioni Estinte” che gli stessi artisti definiscono “Un’antologia ragionata di due esploratori caucasici”.
Il “Piccolo Atlante” è un viaggio “cosmico” tra musica e parole, ispirato dal disco omonimo che Fariselli ha pubblicato tempo fa con Sony Classical. Il lavoro musicale è dedicato a tutte le costellazioni “estinte”, perchè rimaste fuori dalla classificazione ufficiale fatta negli anni venti del ‘900 dall’Unione Astronomica Internazionale.
Sulla scena si intrecciano le riflessioni musicali di Patrizio Fariselli e quelle letterarie di David Riondino, una combinazione “celeste” che produce una originale e affascinante performance di musica e racconti, che ci portano verso le galassie sconosciute.Le immagini evocate dalle costellazioni sono tra le più significative testimonianze del pensiero simbolico dell’antichità, e affondano nella notte dei tempi. Esse raccontano aspetti dell’iconografia occidentale, che vanno ben al di là di esigenze di orientamento e dell’aspetto di puro calcolo dell’astronomia arcaica. È come se, riconoscendo immagini familiari nel cosmo, fosse possibile avvicinarsi a una comprensione o quantomeno limitarne la spaventosa e splendida immensità. http://www.teatrodicagli.it
Piccolo Atlante delle Costellazioni Estinte – Improvvisazioni per pianoforte e modulatore ad anello – Sony Classical. I brani del Piccolo Atlante delle Costellazioni Estinte indagano il carattere di figure astronomiche fantastiche, creando un percorso tra i suoni, come l’occhio traccia sentieri tra le stelle. Il ring modulator, uno dei classici dispositivi della musica elettronica, viene accostato al pianoforte ottenendo così un suon composito e inatteso. Il Piccolo Atlante delle Costellazioni Estinte si rivolge al cielo, suggestionato da alcune di quelle visioni che per un motivo o per l’altro hanno “fallito”.
(foto: FARISELLI, RIONDINO)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’amore di carne e fiori di Joosie

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

JoosieSarà pubblicato lunedì 10 luglio “L’amore di carne e fiori” il nuovo singolo di Joosie, cantautrice originaria di Gravina in Puglia, dalla voce “soul”, calda e suadente.
“Questo brano parla del rapporto tra due persone – spiega l’artista – di quello che sostanzialmente si conosce come dipendenza affettiva. Il testo mette in evidenza quel momento in cui si percepisce che l’altra persona è razionalmente sbagliata per se stessi, ma che si desidera comunque. C’è una sorta di distorsione del romanticismo in senso classico nel testo di questo brano, in cui domina l’intimità”.
Giusy Abbruzzese, nome anagrafico della cantautrice, innamorata della musica fin da giovanissima, ha scelto di accrescere la sua cultura musicale girando il mondo. Gli Stati Uniti d’America e l’Inghilterra sono le principali zone nelle quali Joosie ha viaggiato arricchendo il suo bagaglio e formandosi sia come persona che come artista, spinta da una forte attrazione per il blues, il soul e anche per il rock. Con una laurea in economia e una specializzazione in management, conclusa con votazione 110 e lode, Joosie ha arricchito il curriculum anche dando corda alla sua passione artistica. Infatti ha conseguito, Joosie1dopo qualche anno, la laurea in canto jazz, studiando con il maestro Mario Rosini, noto cantante e musicista che nel 2004 ha partecipato al Festival di Sanremo con il brano “Sei la vita mia”. Ha seguito corsi dedicati ai cantautori presso il C.E.T. del maestro Mogol, ha frequentato molti corsi inerenti l’utilizzo dell’apparato fonatorio, la logopedia e l’uso delle diverse qualità vocali. Dividendo il suo tempo fra studio musicale, danza e teatro, ha formato varie band, passando per diversi generi musicali, dance ‘70-‘80, r&b, funky, soul e rock. Nel 2014 ha realizzato lo spettacolo “mia mamma non deve sapere che sono fuori “ con l’attore cabarettista Antonio Tirelli e ha composto numerose sigle per società di servizi al turismo. A dicembre 2013 ha pubblicato “Fuori” il suo primo album, nel quale hanno collaborato Mario Rosini e Gatto Panceri, mentre nel dicembre 2016 è arrivato il singolo “Il cuore non odia”. “Sono una cantautrice da sempre, si può dire. Inizialmente scrivevo solo poesie e successivamente, dopo aver studiato la musica e imparato a suonare, ho cominciato a trasformare quei miei testi in canzoni”.
“Amore di carne e fiori”, ultimo lavoro di Giusy, che tra le tante attività sta studiando recitazione con l’obiettivo di essere sempre più un’artista completa, sarà pubblicato insieme al videoclip nel quale ci sarà la presenza della giovane web star barese Daniele Condotta.“Il brano ha un testo abbastanza intenso e avvolgente. Il video invece è carico di allusioni e tende a sfatare diversi cliché con un pizzico di ironia. Per tale motivo abbiamo pensato di coinvolgere Daniele Condotta che gentilmente e senza pensarci troppo ci ha dato il suo appoggio”.A seguito della pubblicazione, a partire già dal giorno seguente partendo da Peschici (FG), Jossie presenterà il suo brano in varie piazze italiane attraverso un tour con il quale sarà impegnata per tutta l’estate. (foto: Joosie)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Immobili: rallenta ancora il calo dei prezzi

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

immobiliarePer la seconda rilevazione consecutiva, il calo dei prezzi degli immobili residenziali in Italia è da record: il -1,1% registrato nei primi sei mesi del 2017 dall’Osservatorio di Immobiliare.it è la nuova riduzione più contenuta degli ultimi tre anni. A giugno 2017 il prezzo delle abitazioni italiane è stato pari a 1.918 euro al metro quadro, valore che però varia nelle tre diverse aree del Paese. Il Centro è sempre la zona più cara con prezzi medi pari a 2.305 euro al metro quadro. Al Nord la stabilità del mercato è più vicina che altrove: qui la cifra di 1.938 euro al metro quadro è il risultato di un calo di appena lo 0,7% nell’ultimo semestre. La prima metà del 2017 si chiude per il Sud con un -1,4% dei prezzi immobiliari e la cifra media richiesta è stata di 1.606 euro al metro quadro.
Firenze rimane il capoluogo di regione più caro in Italia, con una media dei prezzi richiesti in crescita e pari a 3.447 euro al metro quadro. I costi del residenziale tornano a crescere anche a Milano, che con i suoi 3.221 euro al metro quadro accorcia le distanze nei confronti di Roma (3.265 €/mq).Prezzi richiesti nel mercato residenziale già in risalita anche a Potenza, Venezia e Bologna. (foto: immobiliare)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Fedeli promette la partenza del nuovo anno regolare

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

valeria-fedeliLa Ministra dell’Istruzione ha detto che tutti i trasferimenti saranno attuati con almeno un mese di anticipo rispetto al 2016, che le nomine in ruolo si concluderanno entro agosto, che le assegnazioni provvisorie termineranno entro la fine dello stesso mese e che le supplenze lunghe su posti liberi si completeranno in corrispondenza dell’inizio delle prossime lezioni. Ha anche ricordato che le assunzioni a tempo indeterminato saranno 52mila e si ultimeranno entro il 14 agosto. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): su trasferimenti e nomine stavolta si rispetteranno semplicemente i tempi previsti dalla legge che da alcuni anni venivano sistematicamente elusi. Quello che è accaduto lo scorso anno, con le assegnazioni provvisorie concluse quasi a Natale, rappresenta uno dei punti più bassi toccati dall’amministrazione scolastica centrale. Evitare che ciò si ripeta appare il minimo risultato per chi ha il dovere di dirigere l’istruzione pubblica. Sulle supplenze si continua a giocare con i numeri e dire che si sono ridotte è riduttivo: perché gli Ambiti territoriali e dirigenti scolastici a settembre dovranno comunque stipulare ancora quasi 90mila contratti al 30 giugno o al 31 agosto 2018. Quindi l’85 per cento del precariato degli insegnanti rimane vivo e vegeto. E questo, francamente, rappresenta un vero fallimento. Contro cui continuiamo a opporci, anche ricorrendo al Tar contro l’assurda chiusura a doppia mandate delle GaE. Basti pensare ai circa 45mila, forse 50mila, per il sostegno. Tenerli nel limbo non fa bene a nessuno: ai supplenti, condannati in questo stato per troppi anni, agli alunni, alle famiglie, a tutta la scuola italiana.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola Concorso dirigenti: test scritto a settembre

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

scuolaLa pubblicazione del bando è legata all’approvazione del Regolamento che, dopo le modifiche apportate e volute dalla Funzione Pubblica e dal MEF, ha ripreso l’iter consueto passando al vaglio di: CSPI, Consiglio di Stato e Funzione Pubblica. Con la prova preselettiva che si potrebbe svolgere subito dopo l’estate. Ma qualora si allunghino ancora i tempi, nel 2018 avremo 2.300 reggenze: un problema enorme per la conduzione regolare delle scuole, oltre che per i milioni di alunni, ma anche di tutto il personale, che le vivono e frequentano ogni giorno. Come rimane da risolvere il problema dell’esclusione del personale titolato ma non di ruolo: a sostenere che l’assunzione a tempo indeterminato non è indispensabile per partecipare alle prove è stato, tre anni fa, il Tar Lazio che, con la sentenza 5011/2014, mai sospesa dal Consiglio di Stato, ha ammesso senza indugi i candidati alla precedente selezione ottenuta sempre dai legali Anief. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): pensare di tirare su dei paletti, superati dal tempo, anche quando i giudici e l’Europa sostengono da tempo il contrario, non fa altro che elevare in modo esponenziale il numero di contenziosi che i lavoratori attivano con l’amministrazione centrale. Ricordo che a favore della partecipazione dei precari ai concorsi pubblici si è espressa anche la Corte di Giustizia europea con il procedimento C-177/10 dell’8 settembre 2011. Fare finta di niente, continuare a fare ostruzionismo, è l’atteggiamento peggiore che si possa tenere. E i motivi verranno spiegati in tribunale.
È già attivo il ricorso contro l’esclusione illegittima dal concorso per dirigenti scolastici. Nel frattempo, Eurosofia ha avviato da tempo corsiin presenzaea distanzaper prepararsi alle prove del concorso a preside.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Migranti: Un piano d’azione Ue?

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

european commission“Siamo francamente preoccupati dalla lettura delle prime indiscrezioni in merito al Piano d’azione della Commissione europea per alleviare la pressione migratoria sull’Italia. Siamo davanti a un’emergenza senza precedenti e l’Europa se ne esce con delle linee guida da temino delle scuole medie: pannicelli caldi invece di azioni forti e concrete”.
Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.“La Commissione Ue, a quanto si apprende, si dovrebbe impegnare a sostenere l’organizzazione di un fantomatico ‘Centro di coordinamento per i salvataggi in mare pienamente operativo in Libia’. L’Italia – secondo il Piano d’azione – dovrebbe preparare, in consultazione con la Commissione, e sulla base di un dialogo con le organizzazioni non governative, un codice di condotta per le Ong che effettuano attività di ricerca e soccorso nel Mediterraneo centrale.La Commissione Ue invita, inoltre, Tunisia e Libia a dichiarare le rispettive aree di ricerca e salvataggio (Sar) e a istituire un centro ufficiale di coordinamento e soccorso marittimo, e sollecita gli Stati membri a contribuire maggiormente al Fondo per l’Africa, per completare il contributo da 2,6 miliardi di euro dal budget europeo; accelerare i ricollocamenti dall’Italia; ad andare avanti sulla riforma del regolamento di Dublino; oltre a mobilitare le loro capacità per sostenere i rimpatri dei migranti irregolari dall’Italia. Infine, udite udite, Bruxelles è pronta a un nuovo esborso da 35 (trentacinque) milioni di euro per la gestione della migrazione in Italia.Con tutto il rispetto per i burocrati Ue, questo Piano d’azione della Commissione è una vera e propria presa in giro nei confronti dell’Italia, del suo governo e dei suoi cittadini. Una favoletta con buoni propositi e buone intenzioni, nulla di più.Il premier Gentiloni e il ministro Minniti – dopo aver fatto mea culpa in merito ad una gestione dilettantistica da parte dei governi di sinistra (Renzi e i suoi inutili mille giorni…) di questa emergenza, gestione che ci ha condotto in queste tragiche settimane sull’orlo del baratro – mostrino finalmente decisione e determinazione. Non serve alzare la voce, non serve sbattere i pugni sul tavolo, ma non è più possibile sopportare oltre questa inaccettabile situazione.
Blocchiamo subito i nostri porti e apriamo una crisi a livello internazionale. Difendiamoci, finché siamo in tempo, dall’immobilismo di questa Europa. Se il governo italiano resterà ancora a lungo inerte ad essere travolta non sarà l’Europa, ma il governo stesso”, conclude Brunetta.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Monitorare il rischio di metastasi grazie alla “biopsia liquida”

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

tumore metastaticoUtilizzare un test che permetta una diagnosi preventiva e precoce del tumore individuando le prime cellule tumorali circolanti nel sangue; le raccomandazioni scientifiche, i risvolti etici e politici che le modificazioni sul DNA possono determinare; la possibilità di potenziare la risposta immunitaria dell’organismo, al fine di permettergli di eradicare il tumore, grazie alla reinfusione di cellule prelevate dal sangue periferico del paziente e ingegnerizzate ex vivo. Sono alcuni dei temi del meeting “The future of medicine starts now” che si è svolto recentemente a Genova. L’evento è stato organizzato dall’Istituto Giannina Gaslini di Genova ed è stato promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini. «La continua introduzione di nuove tecnologie genera l’impressione che ogni anno stia per iniziare una nuova era in medicina» spiega Francesco Frassoni, Direttore del Centro Cellule Staminali e Terapia Cellulare dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova. «Ogni scoperta scientifica entra rapidamente nella pratica clinica e viene inclusa tra i possibili trattamenti. Abbiamo riunito in questo meeting un gruppo numeroso di speaker internazionali che sono leader assoluti nel loro settore, e siamo orgogliosi del fatto che abbiano accettato di partecipare e di illustrare ai partecipanti i progressi scientifici, tecnologici e terapeutici che saranno sviluppati già da domani e per i prossimi dieci anni».
Il meeting si è aperto con una mattinata dedicata al sequenziamento e all’interpretazione del DNA. «Si tratta della prima di cinque sessioni in cui è stato suddiviso il meeting» racconta Alberto Martini, Direttore Scientifico dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova. «Un’apertura non casuale, dato che lo studio e l’utilizzo del DNA sono uno dei nuovi approcci terapeutici nell’era della nuova medicina, così come la terapia cellulare e le nuove frontiere tecnologiche, come le nanotecnologie. Una mattinata che si è chiusa con un’interessante relazione sull’utilizzo delle cellule tumorali circolanti nel sangue per realizzare una “biopsia liquida”, in grado di diagnosticare precocemente il possibile sviluppo di metastasi nelle persone colpite in precedenza da un tumore».
Le metastasi infatti possono essere causate da singole cellule tumorali circolanti o da raggruppamenti di esse (circulating tumor cells o CTC) che si staccano dal tumore originario e che possono raggiungere organi anche distanti. «Le CTC possono essere generate da ogni organo colpito da tumore e rappresentano le cellule con il maggiore potenziale metastatico mimando l’eterogeneità di differenti tipi di cellule tumorali» avverte Harriet Wikman, ricercatrice dell’Istituto di Biologia Tumorale all’Università di Amburgo, Germania. «Il numero e la persistenza delle CTC sono associati a una peggiore prognosi. Specialmente nei tumori al seno, alla prostata e al colon la presenza di CTC rappresenta un fattore prognostico forte e indipendente, sia allo stadio iniziale del tumore sia nei pazienti con metastasi».
La possibilità di raccogliere campioni di sangue consente di monitorare in tempo reale la progressione della malattia. Inoltre l’individuazione di CTC consente di monitorare la risposta del tumore durante il trattamento e l’eliminazione o la riduzione delle CTC a seguito del trattamento è associato a una migliore prognosi. Le CTC mostrano anche nuove alterazioni che possono essere trattate, come nel caso di tumori HER2 positivi e che non sono stati identificati nel tumore primario.
«Lo studio delle CTC, conosciuto come biopsia liquida, ha ricevuto un’attenzione crescente per le numerose applicazioni cliniche nei pazienti con tumore. A causa della rarità di queste cellule nel sangue, generalmente è necessario un approccio a due fasi per identificare le CTC. La prima fase prevede l’arricchimento delle CTC per aumentarne la concentrazione, cui segue l’individuazione delle CTC» prosegue Wikman.
La biopsia liquida può inoltre contribuire a monitorare l’efficacia delle terapie e la risposta di ogni singolo paziente. «Le interazioni tra cellule immuni e cellule tumorali giocano un ruolo importante durante la progressione tumorale e per questo la risposta immune è considerata uno dei segnali caratteristici di tumore. Per la prima volta un significativo numero di pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule e melanoma hanno ricevuto grandi benefici dall’immunoterapia, sperimentando una remissione duratura e una sopravvivenza prolungata. Sfortunatamente pochi esistono marcatori efficaci che possano predire quali pazienti possono avere la migliore risposta a queste terapie. Anche in questo caso, l’utilizzo della biopsia liquida potrebbe aiutare a individuare quei pazienti che rispondono meglio alla terapia».
In conclusione le CTC non soltanto aiutano nella definizione della carica metastatica del paziente, che potrebbe essere anche correlata alla sorveglianza immunologica, ma possono essere utili per determinare le caratteristiche del profilo genomico presente nelle macrometastasi e anche aiutare i clinici a definire il trattamento ottimale per il singolo paziente.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rotta del Mediterraneo centrale: la Commissione propone un piano d’azione

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

european commissionStrasburgo. La situazione lungo la rotta del Mediterraneo centrale, ogni giorno più pressante, ha indotto la Commissione a presentare oggi una serie di misure immediate che possono essere adottate dagli Stati membri dell’UE, dalla Commissione, dalle agenzie dell’UE e dall’Italia stessa.Valorizzando il lavoro svolto negli ultimi due anni per salvare vite umane in mare e gestire il numero crescente di arrivi lungo la rotta del Mediterraneo centrale, è necessario che tutti i soggetti coinvolti intensifichino e accelerino ora i loro sforzi per fronteggiare l’urgenza crescente della situazione e in linea con gli impegni assunti dai leader dell’UE. Le misure odierne dovrebbero costituire una base per le discussioni che si terranno nella riunione informale del Consiglio “Giustizia e affari interni” in calendario giovedì a Tallinn.Il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha dichiarato: “La situazione drammatica nel Mediterraneo non costituisce un fatto nuovo e non ha carattere temporaneo. Negli ultimi due anni e mezzo abbiamo compiuto enormi progressi verso la creazione di una genuina politica UE della migrazione ma l’urgenza della situazione ci impone ora di dare un serio impulso ai nostri sforzi collettivi e di non lasciare sola l’Italia. Tali interventi devono essere incentrati sulla solidarietà – con le persone che fuggono dalla guerra e dalle persecuzioni e con i nostri Stati membri maggiormente sotto pressione. Allo stesso tempo dobbiamo intervenire, in sostegno alla Libia, per combattere i trafficanti e rafforzare i controlli alle frontiere così da ridurre il numero di persone che intraprendono viaggi pericolosi verso l’Europa.” La Commissione intende:
incrementare ulteriormente la capacità delle autorità libiche grazie a un progetto dotato di 46 milioni di euro e preparato congiuntamente con l’Italia;
finanziare la creazione in Libia di un centro di coordinamento e soccorso marittimo pienamente operativo;
aumentare i finanziamenti per la gestione della migrazione in Italia di ulteriori 35 milioni di euro da mobilitare immediatamente;
garantire una piena mobilitazione delle agenzie dell’UE:
l’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo (EASO) è pronto ad aumentare il numero delle unità mobili che contribuiscono al trattamento delle domande;
l’Agenzia europea della guardia costiera e di frontiera dovrebbe esaminare urgentemente le proposte dell’Italia in relazione all’operazione congiunta Triton;
e la riserva di reazione rapida della guardia di frontiera e costiera europea, forte di 500 esperti sul rimpatrio, è pronta per essere dispiegata su richiesta dell’Italia;
avviare e finanziare un nuovo sistema di reinsediamento, in particolare da Libia, Egitto, Niger, Etiopia e Sudan di concerto con l’UNHCR e con decorrenza immediata;
collaborare con la Libia per rafforzare i controlli sulla frontiera meridionale, in cooperazione con i paesi del G5 Sahel e gli Stati membri e con il sostegno finanziario dell’UE;
intensificare gli interventi per stipulare accordi di riammissione (o accordi informali equivalenti) con i paesi di origine e di transito, con il sostegno degli Stati membri;
intensificare la cooperazione con Niger and Mali nell’ambito del quadro di partenariato per prevenire gli spostamenti verso la Libia;
continuare a lavorare con l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (IOM) per accelerare i rimpatri volontari assistiti dalla Libia e dal Niger verso i paesi di origine, anche mediante un aumento dei finanziamenti;
garantire di concerto con gli Stati membri la piena attuazione del quadro di partenariato, anche estendendolo ad altri paesi rispetto ai 5 prioritari, esercitando pressioni di tipo sia positivo che negativo;
in aggiunta ai 200 milioni di euro già stanziati nel 2017 per la “finestra” per l’Africa settentrionale (“North Africa window”) del Fondo fiduciario UE-Africa, garantire finanziamenti equivalenti per il 2018 e gli anni successivi con contributi del bilancio dell’UE e degli Stati membri.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immigrazione e interessi italiani

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

mediterraneo“Quella dell’immigrazione è classica tragicommedia all’italiana. Come tipicamente italiana è la debolezza dei Governi di sinistra che in questi anni hanno gestito (si fa per dire) l’emergenza dei flussi migratori”. Lo dichiara l’On. di Forza Italia Sandra Savino.
“Invece di riempirsi la bocca – prosegue la parlamentare – con l’accoglienza e organizzare marce pro-migranti, salvo poi alzare i toni perché la situazione non è più sostenibile e minacciare respingimenti delle navi delle ONG non battenti bandiera italiana quando si accorge che perde le elezioni, sarebbe ora che la sinistra al Governo si decidesse una volta per tutte a difendere gli interessi italiani, come fanno (giustamente) gli altri. L’Italia non può diventare il corridoio di passaggio e di bivacco di tutti coloro che decidono di partire dall’Africa, tanto meno dei moltissimi migranti economici”. “La tragedia più grande per un Paese è avere dei governanti che non amano il loro Paese”, conclude Sandra Savino.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tassazione: le multinazionali devono rivelare quante tasse pagano per paese

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

strasburgoStrasburgo. I deputati europei hanno approvato in prima lettura nuove regole UE che obbligherebbero le grandi multinazionali a fornire informazioni pubbliche sul quante tasse che pagano in ogni Paese del mondo.I deputati hanno approvato una proposta legislativa che obbligherebbe le multinazionali di fornire al pubblico le dichiarazioni contabili paese per paese – con possibili esenzioni in caso di informazioni commercialmente sensibili. Si tratta del cosiddetto ‘country by country reporting’ (Cbcr).L’obiettivo è quello di aumentare la trasparenza fiscale rendendo pubblico il quadro delle imposte pagate dalle imprese e il luogo in cui tali imposte vengano pagate.Secondo le misure proposte dai deputati, che dovranno essere concordate con i ministri UE, le informazioni sull’imposta sul reddito delle multinazionali con un fatturato globale pari o superiore a 750 milioni di euro verrebbero pubblicate per ogni giurisdizione fiscale in cui l’impresa o la sua affiliata opererebbe. Questi dati sarebbero disponibili gratuitamente e resi accessibili a tutti sul sito web dell’impresa.La società sarebbe inoltre responsabile di inserire le informazioni in un registro pubblico gestito dalla Commissione europea.Tra le informazioni da condividere ci sono:
· il nome della compagnia e, ove possibile, la lista di tutte le affiliate, una breve descrizione delle attività e la posizione geografica di ognuna di essa;
· il numero di impiegati a tempo pieno;
· l’ammontare del fatturato netto;
· il capitale dichiarato;
· l’ammontare dell’utile o della perdita prima dell’imposta sul reddito;
· l’importo dell’imposta sul reddito pagata durante l’anno fiscale in questione da parte dell’impresa e delle sue succursali nella relativa giurisdizione;
· l’ammontare dei guadagni totali, e
· se le imprese, le affiliate o le succursali beneficiano di un trattamento fiscale preferenziale.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Circular economy can be a game changer, globally

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

BruxellesBrussels. Businesses and consumers all over the world will win from an inclusive circular economy. Europe is moving ahead. European business wants to maintain the value of products that we use as long as possible, and the Earth’s resources that we use to make those products. Extracting raw materials from used end-of-life products will payoff. BusinessEurope has now taken an important step in support of more circular economy actions and built the European Circular Economy Industry Platform http://www.circulary.eu to provide good practices to businesses around the world, showing what’s happening in Europe. The platform showcases what small and medium-sized enterprises and large industrial producers in Europe are doing and what challenges they face. It allows a global knowledge sharing Markus J. Beyrer, Director General of BusinessEurope said:
“The circular economy can be a game changer for job creation in Europe and globally. It makes business sense but it’s also a monumental task. To succeed, we should focus on all aspects to improve ‘circularity’: product design, industrial processes, consumer habits and workforce skills. We need to close skills gaps and create new jobs for the transition to a circular economy. Be it architects trained in eco-design or people with knowledge about new materials or at ease with new technologies. The EU needs an overarching policy approach that covers the ‘full circle’. The European Circular Economy Industry Platform shows innovative ways in which the European industry is adding to protecting natural resources and the environment.” The new European Circular Economy Industry Platform will showcase EU businesses actively engaging in the circular economy. It outlines the regulatory barriers and the challenges that SMEs, industry and other companies face when shifting towards circularity. New circular economy examples will be constantly added to this platform.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Vivere in città aumenta rischio diabete

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

diabete_21-300x224Nel mondo sono 2 su 3 le persone con diabete che vivono in ambiente urbano, secondo i dati dell’IDF – International Diabetes Federation, e diventeranno 3 su 4 nel giro di 25 anni. Ciò è vero anche per l’Italia, come testimonia l’analisi condotta da Health City Institute sul “diabete urbano” nella penisola: 22 milioni di persone, il 36 per cento della popolazione nazionale, vivono nelle 14 Città metropolitane, che ospitano 1,2 milioni di persone con diabete ossia oltre 1 diabetico su 3 in Italia; nel complesso, il 52 per cento dei 3,3 milioni di persone con diabete abita nei primi cento nuclei urbani italiani.
Il concetto di “diabete urbano o urban diabetes” è al centro dei lavori della due giorni organizzata a Roma, con la partecipazione dei massimi esperti nazionali, dei rappresentanti delle istituzioni e di ospiti internazionali, promossa da Italian Barometer Diabetes Observatory (IBDO) Foundation e da Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” per celebrare la decima edizione dell’Italian Barometer Diabetes & Obesity Forum in svolgimento a Roma, con il patrocinio di Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Salute, Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) e Roma Capitale. “Con ‘diabete urbano’ si vuole definire la malattia diabetica che riguarda le persone che vivono nelle aree urbanizzate, ambiente che come è ben dimostrato influenza il modo in cui le persone vivono, mangiano, si muovono, tutti fattori che hanno un impatto sul rischio di sviluppare il diabete”, spiega Andrea Lenzi, Presidente di Health City Institute. “Anche gli aspetti demografici e sociali sono importanti – aggiunge -. Nelle città c’è maggior rischio di fragilità: soprattutto per gli anziani, il cui numero è sempre più elevato, spesso soli, in nuclei monofamiliari. E la fragilità è un fattore di rischio per un adeguato controllo della malattia.” Il termine “urban diabetes” è stato coniato dal programma Cities Changing Diabetes, una partnership tra lo University College London (UCL) e il danese Steno Diabetes Center nata con l’obiettivo di creare un movimento di collaborazione internazionale che proponga e trovi soluzioni e best practice per affrontare il crescente numero di persone con diabete e obesità nel mondo, e il conseguente onere economico e sociale, partendo dal tessuto e dal vissuto urbano che tanta parte ha in questo fenomeno. Al programma hanno già aderito Città del Messico, Copenaghen, Houston, Shanghai, Tianjin, Vancouver, Johannesburg e Roma, protagonista per il 2017. “Roma purtroppo non si sottrae alla regola che vede il diabete come emergenza nelle città – dice Simona Frontoni, Presidente del Comitato scientifico dell’Italian Barometer Diabetes & Obesity Forum e diabetologa nella capitale -. Con il 6,5 per cento di persone con diabete sulla popolazione residente, Roma è ben oltre la media nazionale del 5,4, come ci dice Istat. Inoltre, all’interno della città c’è una grande variabilità tra zone centrali e periferiche, più o meno disagiate, con valori che vanno dal 5,9 al 7,3 per cento, anche questa una chiara evidenza dell’impatto che l’ambiente ha sullo sviluppo della malattia.” Il rapporto “Atlas 2017” del programma Cities Changing Diabetes per Roma conferma inoltre per la capitale le stesse fragilità tipiche dell’ambiente cittadino: il numero di anziani che vivono da soli, che rappresentano quasi il 30 per cento degli over-64, e la sedentarietà, dimostrata dal tempo passato in macchina per gli spostamenti – su 1 milione e 339 mila persone che ogni giorno si spostano per motivi di lavoro o studio, ben 1 su 5 impiega oltre 45 minuti per il viaggio e quasi il 60 per cento utilizza l’auto.
“Iniziative come il programma Cities Changing Diabetes per Roma e più in generale la conferenza Italian Barometer Diabetes & Obesity Forum che IBDO organizza da ben 10 anni, hanno un grande merito: mettono a confronto clinici, accademici, decisori politici e Istituzioni nazionali, amministrazioni locali, società civile e terzo settore e favoriscono il dialogo, facilitando la ricerca e l’affinamento di soluzioni condivise alle sfide di salute del terzo millennio,” conclude Renato Lauro, Presidente IBDO.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Brunetta: da Boeri gestione Inps approssimativa e discutibile

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

inps“L’Inps ha poco più di 28mila dipendenti distribuiti sul territorio nazionale in modo disorganico. Le sedi sono al collasso, le giacenze di produzione aumentano in maniera esponenziale e con conseguenti disservizi. Parte del patrimonio immobiliare non è censito ed è lasciato allo sbando, manca una seria politica di gestione dello stesso. Basti pensare che solo nel Lazio circa 800 immobili sono occupati abusivamente e l’Inps incassa appena il 10% dei costi complessivi di gestione”.Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.“La razionalizzazione immobiliare di tipo strumentale è ancora al palo, la riorganizzazione delle funzioni una bufala. I dirigenti apicali sono sempre gli stessi, i posti vengono assegnati senza criteri meritocratici.Tito Boeri si sta rivelando un cattivo presidente. Ha avviato una sperimentazione territoriale creando megastrutture territoriali in Lazio, Lombardia e Campania, con duplicazioni di funzioni e costi che alla luce dei primi risultati si stanno dimostrando un fallimento.La giustificazione addotta da Boeri è ‘la prossimità al cittadino’. Mentre, allo stesso tempo, parallelamente si sta procedendo, su tutto il territorio nazionale, alla chiusura massiva delle agenzie territoriali.Una gestione quanto meno discutibile dell’istituto nazionale di previdenza sociale che meriterebbe maggior attenzione e una minor dose di approssimazione. Magari il presidente Boeri potrebbe chiarire tutte queste cose al Parlamento. In ogni caso noi chiederemo conto delle sue azioni con un’interpellanza, al ministro del Lavoro, Giuliano Poletti”, conclude Brunetta.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immigrazione in Italia vista da Macron

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

macron“Lo ha detto anche il presidente Macron: ‘noi (francesi) non possiamo accogliere i migranti economici come fossero profughi politici’. Anche il governo italiano dovrebbe avere la lucidità e il coraggio di dire e fare altrettanto. In questi ultimi tre anni, tra i 550mila e i 500mila non sono profughi ma ‘migranti economici’. Invece di essere riaccompagnati a casa viene loro concessa la protezione umanitaria, escono dai centri d’accoglienza, si diffondono sul territorio nazionale senza sapere dove dormire e come sostenersi, prima bivaccano e vivono di stenti, poi si consegnano al lavoro nero o alla criminalità organizzata di cui diventano manovalanza. Questa condizione viene definita dalla sinistra italiana ‘solidarietà’, mentre noi lo definiamo ‘razzismo’. Gentiloni la smetta di rimpallare sull’Ue le sue responsabilità. Abbiamo le nostre Forze armate, impegnate in complessi teatri di crisi e possiamo quindi predisporre autonomamente un pattugliamento dissuasivo a largo delle coste libiche, come farebbe qualunque Paese nei nostri confronti qualora milioni di italiani provassero a raggiungerlo in maniera irregolare per stabilizzarsi. Basterebbe destinare gran parte delle risorse impiegate per l’accoglienza in Libia e riusciremmo a garantirci interventi efficaci da parte delle autorità locali tali da interrompere gli imbarchi e la distruzione delle ‘carrette del mare’”. È quanto ha dichiarato il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli intervenendo a Coffee Break. (n.r. ci siamo affossati da soli e dovremmo dire “chi è causa del suo mal pianga se stesso” ma suonerebbe come un’ammissione di colpa di chi colpa non ne ha per il solo fatto che ha un governo “irresponsabile”. Dovremmo solo non avere la memoria corta e ricordarcelo al momento del voto.)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immigrazione: Il governo sbaglia e i comuni ne pagano le conseguenze

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

palazzo chigi«Il Governo italiano non scarichi sui Comuni il peso della sua insensata politica migratoria e sostenga il diritto a non emigrare dei popoli, affermato anche da Papa Benedetto XVI», è quanto dichiara il vicepresidente dell’Anci e sindaco di Pergola, Francesco Baldelli.«Sono i Comuni a pagare il prezzo più alto, dal punto di vista economico e di sicurezza, dell’accoglienza a tutti i costi voluta da Palazzo Chigi. Per rendersene conto chi ci governa dovrebbe scendere tra i cittadini che ci raccontano dei loro quotidiani problemi di povertà, disagio e insicurezza – continua il Sindaco del comune della Provincia di Pesaro e Urbino – L’atteggiamento del nostro governo non può essere quello di pietire perché gli altri Stati europei si facciano carico di migranti economici, fatti sbarcare in Italia da chi lucra su persone che saranno infine abbandonate a povertà e criminalità. L’Ue ha dimostrato di non accettare la politica delle ‘porte aperte a tutti’ che attira sempre più migranti economici e sempre meno profughi. Dovunque, tranne che in Italia, si è compreso che non si può finanziare l’invasione dei propri Stati ma occorre risolvere il problema alle origini: blocco navale e chiusura dei porti, riaffermando il diritto a non emigrare con un piano di sostegno economico nei territori africani. Se non lo comprenderà il governo Gentiloni scaricherà sulle città nuovi poveri, decretando la fine del welfare dei nostri comuni», conclude Baldelli.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“M5s nega pulizia e sanificazione postazioni di raccolta rifiuti”

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 luglio 2017

cassonettiRoma “Incredibilmente oggi il m5s ha bocciato la mozione per sollecitare la sanificazione dei cassonetti di raccolta della spazzatura nella nostra città. Sono mesi che questo servizio non viene più erogato con il conseguente disagio dovuto all’accumulo di sporcizia e ai cattivi odori che ne derivano. L’appello da noi accolto che arriva da condomini, singoli cittadini, ristoratori e scuole – che lamentano il disservizio – oggi è stato negato dal gruppo dei 5 stelle in Campidoglio. Anche questa semplice misura igienica irresponsabilmente viene ancora una volta ignorata dalla Sindaca e dalla sua maggioranza che come gli struzzi continuano a nascondere la testa sotto la sabbia rispetto al degrado dovuto al disservizio più generale sulla pulizia della città.” Così in una nota la consigliera capitolina del gruppo PD Giulia Tempesta.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »