Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

La storia d’Italia in cento anni di maglie rosa

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 luglio 2017

locandinaRescaldina (MI) martedì 11 luglio Statale Saronnese 31, presentazione del libro “La corsa del secolo” di Paolo Colombo e Gioachino Lanotte. Un testo che, partendo dal quel 13 maggio del 1909 quando davanti all’albero Loreto di Milano 127 ciclisti partirono per il primo Giro d’Italia organizzato dalla Gazzetta dello Sport, arriva fin quasi ai giorni nostri mettendo in parallelo la storia della corsa rosa con la storia del nostro Paese. Partendo dalle fonti più disparate – canzoni, testi letterari, articoli di giornale, ricordi e testimonianze -, Paolo Colombo, professore ordinario di Storia delle istituzioni politiche alla Facoltà di Scienze Politiche e Sociale dell’Università Cattolica di Milano e Gioachino Lanotte, docente di Storia Contemporanea presso la Facoltà di Scienze Politiche e Sociale dell’Università Cattolica di Milano raccontano l’Italia dell’ultimo secolo passando dal Giro d’Italia. Così è facile imbattersi nei protagonisti dell’epopea del Giro e della Storia italiana, spaziando da Alfredo Binda e Girardengo fino a Giolitti e Mussolini. E ancora, dai mitici Coppi e Bartali a Eddy Merckx e Gimondi, quindi da De Gasperi e Togliatti a Moro e Berlinguer, fino a Moser, Saronni, Craxi, Berlusconi e Pantani. Con l’intento di rendere omaggio a una corsa che ha compiuto un secolo, gli autori offrono una panoramica originale ed efficace del Novecento, un secolo che è andato davvero di corsa. Del resto il Giro d’Italia ha segnato il nostro Paese e chi ha raccontato nel suo evolversi la corsa in rosa ha di certo raccontato anche un pezzetto della storia nazionale.L’incontro è in programma martedì 11 luglio con inizio alle 21. Alla serata saranno presenti gli autori. L’ingresso è libero.
La Tela è un bene sequestrato alla criminalità organizzata, affidato al Comune di Rescaldina e gestito dalla Cooperativa ARCADIA insieme con altre associazioni del territorio. È diventato ristorante e centro di aggregazione e di promozione sociale e culturale. (foto: locandina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: