Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 327

Ritorno dal coma

Posted by fidest press agency su martedì, 18 luglio 2017

ritorno dal coma(Fantascienza) (Italian Edition) Kindle Edition. Scrive l’autore: “L’insondabile mondo, che molti di noi pensano ci possa essere di là della vita, e che carichiamo di particolari significati solo per cercare di togliere il velo da questo grande mistero che ci circonda e ci compenetra, resta immutabile nel tempo che abbiamo vissuto e per le generazioni venienti.
Per quanto mi riguarda, e così hanno fatto e continueranno a procedere molti altri, ho già cercato una spiegazione avvalendomi di quanto la scienza possa avermi offerto, con una ricerca ardita e appassionata al tempo stesso, e per quanto mi abbia consentito la fantascienza e l’esoterismo con le sue storie fantastiche ma anche inquietanti sul comportamento umano e sulla capacità della mente d’influire sul soma.
Devo dire che già due volte ci ho provato. La prima con il mio libro “Vulnus”, nel quale ho descritto la vita di un umano che ha abitato la terra nel tremila d.C., ma che, per effetto di alcuni flash-back, ricorda una sua precedente vita nel XX secolo. Il confronto è diventato, in questo modo, inevitabile. Eppure per quanto il ricordo, che ho riesumato nelle sue rimembranze, fosse nitido e circostanziato, non mi ha consentito di trovare una spiegazione al lunghissimo tempo che è intercorso tra l’essere stato e la sua nuova identità. Questo vuoto non si è rivelato né è mutata la comprensione per ciò che l’avrebbe atteso, oltre la vita, anche se il suo nuovo permanere sulla terra, senza passioni e particolari interessi e stimoli emozionali, lo ha reso un essere passivo, quasi un meccano nelle mani di un creatore che sembra aver perso ogni interesse per la sua creatura. Nella seconda ipotesi creativa, con “Le ombre”, ho descritto una mia personale esperienza con un’entità che potrei definire extraterrestre, ma umana nell’aspetto e nel comportamento, anche se misteriosa nel suo agire e tessere i rapporti con me.
Ora ci riprovo e questa volta vorrei dimostrare come sia possibile, dopo la morte, assumere nuove sembianze, ma questa volta senza ricominciare dall’inizio, per ripetere la propria esperienza terrena. E per questo sono già pronto a cimentarmi con i “Sette cavalieri dello spazio”.Si tratta di reincarnazione? Non esattamente, almeno secondo una certa letteratura in proposito.Nella reincarnazione, infatti, si muore e si torna a vivere in un altro corpo, ma questo deve essere, necessariamente, in fase di formazione nel ventre della genitrice e non, com’è nel mio caso, “in corso d’opera” sebbene in particolari condizioni da parte del ricevente. Un’altra ipotesi da me considerata, e alternativa alla reincarnazione, è la teoria degli iperspazi che prevede un passaggio che oggi è oltremodo arduo immaginare. Nella teoria degli iperspazi , infatti, il discorso è più complesso. Ho previsto, infatti ne “Le ombre” la presenza di un ologramma che viaggiando nello spazio fosse in grado di superare le diversità esistenti, dal suo punto di partenza, per passare da uno spazio all’altro e di materializzarsi sino ad essere non solo visibile, ma anche di comportarsi alla stessa stregua di un umano adulto e d’invecchiare salvo poi dissolversi, prima della morte fisica, per ritornare nella sua quarta o quinta o sesta dimensione”. (foto: ritorno dal coma)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: