Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 327

Decreto vaccini fra pro vax, no vax e free vax

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 luglio 2017

IMG_0294Più passano i giorni, più sembra plausibile che il decreto vaccini non verrà convertito, fosse anche solo per una questione di tempi. Mi direte: il Senato è stato destato dalle istanze dei “vaccini gratis” (free vax), dai timori che fosse tutto un inciucio con big pharma e dal risveglio di coscienza partito dal basso: cittadini che hanno fatto comprendere alla politica quanto pericolosi siano i vaccini, quanto estesi siano i danni che causano.
Vi dirò, sta vincendo chi urla e strepita. O meglio sta vincendo, ancora una volta, il timore di perdere consenso.
Dove sono i pro vax? A casa, come me, come tanti. Convinti che i parlamentari avrebbero difeso il diritto dei bambini che non possono vaccinarsi ad avere la tutela della loro collettività; che l’idea del complotto mondiale dell’intera comunità scientifica contro l’umanità stessa era una baggianata; che la memoria corta dei genitori di oggi, nati quando vaiolo e poliomielite erano poco meno di un racconto (un po’ come i racconti della prigionia in tempo di guerra del nonno barboso), non avrebbe avuto la meglio. E invece, giorno dopo giorno, seduta dopo seduta, la difesa dei progressi della ricerca sta venendo meno. L’argine cede.
E nessuno è riuscito finora a distogliermi dall’idea che, in fondo in fondo, nella testa di ogni persona che indossa una maglietta arancione ci sia un retropensiero. Non rischio sulla pelle di mio figlio, ma vorrei che fosse protetto dagli altri, dall’effetto gregge.
vacciniUna meschina pretesa che tutto avvenga nel giardino del vicino.
Perché se i “vaccini gratis” avessero il mondo che chiedono, moriremmo o subiremmo danni irreversibili a causa di malattie che possiamo debellare, abbiamo quasi debellato.
Perché non ci credo che chi lotta contro i vaccini obbligatori li farebbe se non fossero tali. Perché non hanno vaccinato finora e non lo faranno domani. E se lo faranno “con i tempi giusti”, “non tutti insieme”, “non così presto”, potrebbe comunque essere troppo tardi. E se lo faranno “solo quando sarà possibile fare seri esami prevaccinali” probabilmente non lo faranno mai (i nostri pronipoti, chissà…). E nessuno mi leva dalla testa che quei parlamentari che oggi si sentono “risvegliati” siano in malafede. E miopi perché, anche volendo seguire le loro logiche, i numeri di elettori pro vax sono molto più alti dei vaccini gratis.Non auguro ai vaccini gratis un mondo senza vaccini, ma se il decreto non passa, farò gli esami necessari per capire quali vaccini dovrei fare o richiamare, perché ho paura del delirio che mi circonda, non solo in senso sanitario. (Emmanuela Bertucci, legale Aduc)

Una Risposta to “Decreto vaccini fra pro vax, no vax e free vax”

  1. omar said

    …e se il problema non fossero i vaccini, ma la libertà di scelta?
    …e se in discussione fosse una legge dove ci obbligano, per la sicurezza del Paese, a passare alla censura tutti gli articoli prima essere pubblicati o a dichiarare ad un ente tutte le volte che fai sesso, ovviamente dichiarandolo in anticipo, con chi lo fai ed aspettare ok… tutto per la sicurezza sanitaria?
    L’unica cosa che conta è la libertà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: