Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 299

Gara a doppio oggetto per Roma Multiservizi

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 luglio 2017

aula-giulio-cesareRoma. L’Assemblea Capitolina, ha approvato un’importante delibera finalizzata a risolvere nel migliore dei modi la questione Roma Multiservizi e a garantire alla cittadinanza servizi sempre più efficienti e ottimali. La soluzione in essa contenuta, ossia quella relativa a una gara a doppio oggetto, è frutto di un confronto serrato sia con i consiglieri capitolini, in occasione di ben due sedute straordinarie incentratesi sul tema, sia con le sigle sindacali nostre interlocutrici nell’ambito di una serie di incontri recenti. La scelta di puntare sulla gara a doppio oggetto è dettata da una serie di vantaggi da essa offerta rispetto ad altre soluzioni indicate dalle opposizioni presenti in Aula. Attraverso tale procedura verrà individuato un socio privato di minoranza che, assieme a Roma Capitale (la quale deterrà il 51% delle quote), costituirà una nuova società cui affidare i servizi in precedenza espletati dalla Multiservizi. Un nuovo soggetto imprenditoriale economicamente sano e forte, la cui costituzione avrà luogo in maniera del tutto trasparente mediante l’espletamento di una gara europea volta a individuare sia l’individuazione del socio operativo privato che l’affidamento dei servizi. Questa soluzione consentirà, in prospettiva, l’ampliamento della gamma di tali servizi, attraverso l’attivazione di ulteriori appalti quali, ad esempio, quello inerente alla manutenzione del verde orizzontale della città. Ciò comporterà indiscussi benefici in termini occupazionali, consentendo la salvaguardia del maggior numero possibile di posti di lavoro. Al contrario, l’internalizzazione del servizio avrebbe penalizzato i livelli occupazionali, in quanto trattasi di una soluzione sulla quale il rischio ricorsi presso la giustizia amministrativa sarebbe stato molto elevato. Anche l’indizione di una o più procedure a evidenza pubblica sarebbe stata deleteria, in quanto avrebbe condotto a uno spacchettamento dei servizi in almeno 15 lotti e a un inevitabile ricollocamento della forza lavoro”. Lo dichiara, in una nota stampa, il consigliere capitolino M5S Roberto Di Palma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: