Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 299

Sociale Roma: verso la paralisi nei servizi?

Posted by fidest press agency su sabato, 29 luglio 2017

federanziani“Una manovra di assestamento che assegna “ciò che realmente i Municipi possono spendere” e che di fatto non solo conferma il nostro allarme di gennaio sul decremento delle risorse sociali in sede di discussione del bilancio, ma che garantisce piccoli dividenti solo per i servizi municipali di autonomia e integrazione sociale per anziani (Saisa) e minori (Sismif). Nulla di aggiuntivo è infatti previsto per l’autonomia e l’integrazione sociale dei cittadini con disabilità (Saish). A queste briciole, che la maggioranza dice di aver concordato con i Municipi, si aggiunga anche la difficoltà di una macchina amministrativa ferma che rischia di mettere in discussione l’assegnazione dei servizi in corso: questo è il desolante e preoccupante quadro “del cambiamento” che vediamo nei servizi sociali romani. Poche briciole di assestamento che non garantiscono la continuità dei servizi – se non “toccando” la loro qualità e quantità – e non tentano nemmeno quella uniformità tanto sbandierata in altre occasioni, e paralisi nell’assegnazione dei servizi nei territori come si legge dai giornali. Problemi ad Ostia e a Cinecitta’ nell’assegnazione del servizio Aec, nessuna firma per l’apertura di due case rifugio antiviolenza e per una casa delle autonomie, nessun orizzonte e nessuna risposta sul bando per l’assegnazione del servizio di Segretariato sociale a Monteverde. Nessuno stop, ovviamente, neanche ad altre ferite sociali come la Delibera 140 che continua a mietere vittime nella città: l’esempio è il centro “Marie Anne Erize” di via Aspertini a Tor Bella Monaca che ha fatto appello alla Sindaca pochi giorni fa. Appello ad oggi ancora inascoltato. Lancio un allarme diffuso a riprova che avevamo ragione ad essere preoccupati del primo bilancio a 5 Stelle, ma voglio sperare che la maggioranza si renda almeno conto in queste ore di discussione della manovra di assestamento al Bilancio in Aula Giulio Cesare del contributo del Pd che poteva essere accolto mesi fa. Non potendo intervenire sui fondi, la maggioranza intervenga almeno sulle misure a sostegno di quel personale dipendente quotidianamente offeso e impaurito che oggi cerca di “evitare” la partecipazione alle commissioni di gara per l’assegnazione dei servizi, invece di proporre una loro sostituzione con “personale specializzato esterno” come recita la Memoria di Giunta di giugno scorso e come riportano i quotidiani. In Campidoglio purtroppo non c’è Politica e non c’è fiducia. Spero in una maggior sensibilità nel futuro e nell’accoglimento delle tante proposte del PD che sono state invece respinte in questi mesi: le politiche sociali romane e municipali non hanno bisogno di briciole in bilancio e nemmeno del blocco nell’assegnazione dei servizi. Sono nuove difficoltà che non rispondono ai bisogni di quanti a Roma vivono in povertà, con una disabilità o anche in situazioni di pesante fragilità ed esclusione sociale”. Così in una nota Erica Battaglia, delegata all’Assemblea romana del Pd.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: