Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 307

La politica è una partita a scacchi?

Posted by fidest press agency su martedì, 1 agosto 2017

scacchieraPer certi politicanti, e non solo purtroppo, la politica si gioca davanti a una tavola quadrata composta da 64 caselle (dette case) di due colori alternati e contrastanti. I due contendenti dispongono di 16 pezzi ciascuno composti da un re, una regina, due alfieri, due cavalli, due torri e otto pedoni. L’obiettivo finale, conseguente alle mosse giuste per contrastare quelle dell’avversario, è di dare scacco matto nel senso di attaccare il re senza che abbia la possibilità di sfuggire. Se poi spostiamo questa competizione nelle “segrete” della politica ci accorgiamo che vi sono molte più assonanze di quanto non appaiono in superficie. Il gioco, se vogliamo, si fa ancora più raffinato se con le nostre mosse spingiamo l’avversario a commettere degli errori. E’ quanto sta accadendo tra il PD di Renzi e i Cinque stelle di Grillo. Un passo falso grillino è stato compiuto quando ha puntato alla conquista del Campidoglio offrendo così all’avversario motivi per metterlo in cattiva luce, data la non facile amministrazione di questo comune. Ora, a nostro avviso, i renziani hanno alzato ancora di più la posta quando hanno assecondato la battaglia tutta parlamentare sui “vitalizi” inserendovi la polpetta avvelenata della possibilità che la legge una volta approvata potesse aprisse la strada ad una revisione delle vecchie pensioni basate sul calcolo retributivo e non contributivo che a tutt’oggi interessa almeno 15 milioni di italiani. Ciò vuol dire, come minimo, una riduzione delle attuali rendite di almeno il 30%. Cosa può significare in chiave elettorale? D’avere, per lo meno, quindici milioni di pensionati a dir poco infuriati e ostili verso i pentastellati. Ora che la frittata è stata fatta c’è da chiedersi se i grillini sono o meno consapevoli che sono sotto scacco e se sono in grado di correre ai ripari. Forse nonostante tutto non siamo ancora allo scacco matto ma siamo decisamente molto vicini. (Riccardo Alfonso direttore Centro studi politici ed economici della Fidest)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: