Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 307

Di populismo si può morire?

Posted by fidest press agency su martedì, 8 agosto 2017

populismoChi ha letto l’interessante libro “Il populismo tra storia, politica e diritto” a cura di Raffaele Chiarelli con i tipi della Rubbettino in vendita nelle librerie da circa due anni, sa bene che la parola “populismo” non è così malvagia come si vorrebbe far credere. Scrive, tra l’altro, Aldo Giannulli: “I movimenti populisti aspirano a presentarsi come portavoce del popolo”. Ne devo dedurre che il “populismo” è una realtà fortemente esistita sia nella storia recente europea sia dagli stessi predecessori di Grillo in Italia come Achille Occhetto, Mario Segni e Marco Pannella. Se poi metto da parte la raccolta di Chiarelli sul pensiero populista, se non altro per non coinvolgerlo nelle mie personali opinioni, devo dedurre che il populismo è una parola che è capace di conciliare le attese popolari per ciò che la politica dovrebbe sostenere e salvaguardare, ma che nei fatti disattende.
Partiamo da ciò che vorremmo sia la politica: un sensore delle aspettative popolari in difesa dei ceti più deboli e per un’equa distribuzione delle risorse, nel garantire la giustizia sociale, la difesa per i più deboli e nel saper mantenere gli impegni che assume con il suo elettorato. Non dimentichiamo che nel mondo su sette miliardi di abitanti almeno il 90% manifesta un disagio esistenziale per colpa di quel dieci per cento di accaparratori ed avide sanguisughe.
E’ forse usato in maniera negativa il populismo se pretendiamo che oltre al diritto alla vita vi sia anche quello a vivere? E cosa significa “vivere?” Vuol dire pretendere dalla società che ti ospita il rispetto di altri diritti: alla salute, ad un tetto dove ripararsi, al libero accesso alle fonti alimentari ed energetiche, all’istruzione, al lavoro, all’assistenza sanitaria e ad un vecchiaia serena.
Se tutto questo si chiama populismo ben venga il populismo. (Riccardo Alfonso direttore centri studi sociali e politici della Fidest)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: