Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Energia: il futuro è qui

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 agosto 2017

sotto l'ombrelloneLignano pineta. Il settore dell’energia è in continua crescita, soprattutto nel comparto delle energie rinnovabili, tant’è che solo in Italia si attendono investimenti pari a 9 miliardi annui per i prossimi tre decenni. Tutto ciò porterà alla creazione di sempre più posti per laureati e diplomati in materie tecnico-scientifiche (meccanica, elettronica, informatica, agraria, biologia, chimica, ecc.), ma anche per venditori e commerciali. Opportunità di lavoro che, tuttavia, i giovani potranno cogliere se sapranno formarsi nel modo migliore (fondamentale l’inglese), scegliendo i corsi di studi adeguati, mettendo in campo passione e disponibilità a impegnarsi per crescere e imparare.Lo hanno sostenuto i tre esperti intervenuti al terzo appuntamento di Economia sotto l’Ombrellone all’Aurora Beach – Summer Fruit & Bar di Lignano Pineta il cui tema era: “L’energia comparto del futuro: occupazione tra produzione e vendita”. Massimo Berka general manager di Biogaservizi, Roberto Pilat di Sky Gas&Power e Marco Tam presidente del Gruppo Greenway hanno risposto alle domande del moderatore Carlo Tomaso Parmegiani e del pubblico delineando le prospettive di un settore sempre più fondamentale per la vita di tutti noi.
«Le potenzialità di sviluppo nei prossimi anni delle energie cosiddette verdi sono notevolissime -ha affermato Tam-. La Germania, ad esempio, ha già deciso di uscire progressivamente dalle produzioni di energia più inquinanti per sportarsi verso quelle più ecologiche. Nel contempo, nelle case di tutti noi il ruolo dell’elettricità sarà sempre crescente e sostituirà progressivamente l’uso del gas, così come nei mezzi di trasporto ci sarà un forte aumento dei motori elettrici a scapito di quelli che utilizzano carburanti fossili. Per cui le prospettive di sviluppo per gli impianti in grado di produrre elettricità in modo ecocompatibile e carbon free sono davvero molto interessanti e il nostro Paese può giocare un ruolo fondamentale viste le importanti competenze sviluppate nella costruzione di impianti di produzione di energie rinnovabili come fotovoltaico, eolico, idroelettrico, biomasse, biometano».
Sulla stessa linea Berka: «Le prospettive di sviluppo del settore sono molto interessanti e, d’altra parte, i numeri lo confermano: secondo diverse rilevazioni, il comparto dell’energia verde è in grado di generare posti di lavoro pari a 15 volte quelli generati dalla produzione di energia con metodi inquinanti. Vedo solo due ostacoli potenziali: uno diffuso in tutto il mondo, ossia il cosiddetto effetto “nimby” per cui nessuno vuole gli impianti di produzione vicino a casa propria, mentre le produzioni ecosostenibili dovranno per forza vedere un grande aumento del numero di impianti; l’altro tipicamente italiano, ossia la burocrazia esasperante per cui oggi, ad esempio, per un impianto a biomasse ci possono volere le autorizzazioni di circa 50 enti diversi il che ovviamente rallenta i tempi di realizzazione, aumenta i costi e conseguentemente rende le energie verdi meno competitive e meno attraenti per gli investitori».
Economia sotto l’Ombrellone si chiude mercoledì 23 agosto, ore 18.30, con l’incontro: “Investire in un mondo che cambia, fra crisi bancarie e crescita delle Pmi” Mario Fumei – Private Banker Pierluigi Lotti – Consulente Finanziario Gilberto Bassi – Partner Manager Copernico Sim. (foto: sotto l’ombrellone)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: