Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 307

Archive for 3 settembre 2017

Pensioni: Anief contro i finti aiuti ai giovani

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

Palazzo chigi1Il Governo starebbe lavorando per prevedere un assegno pensionistico minimo di 650-680 euro, in modo da aumentare la cumulabilità tra la pensione sociale e contributiva. Il problema è che le pensioni medie non supereranno di molto quella cifra. È esemplare l’assegno di quiescenza destinato agli ultimi docenti neo-immessi in ruolo: secondo l’Ufficio Studi Anief, gli assunti dal 2015 in poi, con l’entrata a regime della riforma Monti-Fornero e della Buona Scuola, sono destinati a percepire un assegno mensile decurtato tra il 38% ed il 45% rispetto a chi ha lasciato il servizio sino a quell’anno. Di fatto, un docente che due anni fa percepiva una pensione di 1.500 euro, verosimilmente non solo lascerà il servizio a a 70 anni suonati con 46 anni e mezzo di contributi versati, ma andrà a percepire una pensione collocata nella fascia 825 euro – 930 euro. Anche perché, nel frattempo, gli stipendi dei dipendenti pubblici, fermi da nove anni, sono stati divorati dall’inflazione e non saranno certo gli 85 euro medi lordi in arrivo a risollevarli. Pesa sfavorevolmente sulla pensione, quindi, il fatto che da 10 anni è rimasta illegittimamente bloccata pure l’indennità di vacanza contrattuale che avrebbe assicurato almeno la metà dell’adeguamento. Versando meno contributi è infatti evidente che la pensione non potrà che uscirne ancora più penalizzata. Come è accaduto a partire della fine degli anni 90, con il potere di acquisto delle pensioni che in soli tre lustri ha perso il 33%. Purtroppo, la parabola discendente è solo all’inizio, perché il sistema contributivo attuale prevede un’incidenza sull’accantonamento previdenziale molto più sfavorevole al lavoratore rispetto ai modelli pre-Fornero.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Raggi incontra il delegato UNHCR per sud Europa

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

campidoglioRoma La sindaca di Roma Virginia Raggi e l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità solidale Laura Baldassarre hanno ricevuto oggi pomeriggio in Campidoglio Stéphane Jaquemet, Delegato dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati per il Sud Europa.Nel corso del colloquio è stato fatto il punto sulle iniziative già intraprese da Roma Capitale per migliorare il sistema di accoglienza dei migranti e, in particolare, dei richiedenti asilo e rifugiati in un percorso di legalità e di ascolto.Il nuovo incontro con il delegato, che fa seguito a quello avvenuto lo scorso gennaio, rientra nell’ambito del continuo confronto e dialogo tra Roma Capitale e l’UNHCR sui temi dell’accoglienza e dell’inclusione di immigrati, rifugiati e richiedenti asilo in ambito cittadino.E’ stato ricordato e sottolineato l’impegno dell’Amministrazione capitolina nell’ambito della sua adesione al sistema SPRAR, oltre alle azioni per qualificare i servizi a sostegno dei migranti ed il Protocollo di Intesa già siglato con la Prefettura per sostenere attività di volontariato per i richiedenti asilo. E’ già in corso una mappatura delle competenze dei richiedenti asilo presenti in tutti i centri SPRAR con l’attivazione di singole sperimentazioni: tra queste la cura del verde. L’obiettivo è dare ai migranti una possibilità concreta di contribuire alle necessità della comunità ospitante in un percorso di legalità.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vaccini: Caos per incompetenza Ministeri e Regione

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

vaccini“Ribadiamo che sui vaccini ci vuole informazione ampia e corretta e non coercizione. L’enorme caos di questi giorni è generato dall’incompetenza di due Ministeri e dalla posizione incerta di Regione Lombardia. Il governo ha avuto una fretta del tutto ingiustificata nel trattare il tema scegliendo l’assurda via dell’imposizione, scaricando sulle scuole il peso di verifica senza valutare il caos che si sarebbe scatenato. E’ ovvio che su questo tema le linee guida del 18 agosto non potevamo trovare immediata applicazione per il 4 settembre. La Lombardia cerca di accontentare il governo e i genitori che chiedono di essere prima informati correttamente per poi decidere se far vaccinare i propri figli scontentando tutti e creando ulteriore confusione. La ciliegina sulla torta è arrivata oggi dal Ministro Fedeli che annuncia che arriveranno nuove linea guida. E’ una presa in giro, Governo e Regione hanno gettato le famiglie nel caos a pochi giorni dall’inizio delle scuole”, così Dario Violi e Paola Macchi, consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle della Lombardia. “Con una question time, che sarà presentata nel prossimo Consiglio regionale utile, chiederemo alla Lombardia di comportarsi come le Marche e il Trentino applicando la norma transitoria per avere un tempo adeguato per informare con calma le famiglie e permettere intanto alle famiglie di mandare i propri bimbi a scuola, invochiamo un metodo degno di un paese civile”, concludono i consiglieri regionali.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Test di ammissione ai corsi di laurea a numero programmato nazionale

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

parma universitàParma. Prendono il via il 5 settembre all’Università di Parma i test di ammissione ai corsi di laurea a numero programmato nazionale. Martedì 5 sarà la volta delle prove per i candidati di Medicina e Chirurgia e di Odontoiatria e protesi dentaria, mercoledì 6 toccherà a quelli di Medicina Veterinaria e giovedì 7 a quelli di Scienze dell’Architettura. Mercoledì 13 settembre sarà infine la volta delle prove di ammissione per i corsi delle Professioni sanitarie (Fisioterapia, Infermieristica, Logopedia, Ortottica e assistenza oftalmologica, Ostetricia, Tecniche audioprotesiche, Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro, Tecniche di laboratorio biomedico, Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia).Ecco i dettagli corso per corso:
Martedì 5 settembre: Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria
Sede Didattica di Ingegneria (Campus Scienze e Tecnologie, Parco Area delle Scienze 69/A), convocazione ore 8. Numero di posti disponibili per Medicina e Chirurgia: 209 (di cui 20 riservati a extracomunitari). Numero di posti disponibili per Odontoiatria e protesi dentaria: 26 (di cui 2 riservati a studenti extracomunitari). L’Aula di destinazione di ogni candidato verrà indicata sul sito http://mc.unipr.it/it/didattica/ammissioni almeno due giorni prima della data dell’esame.
Mercoledì 6 settembre: Medicina Veterinaria
Sede Didattica di Ingegneria (Campus Scienze e Tecnologie, Parco Area delle Scienze 69/A), convocazione ore 9. Numero di posti disponibili: 44 (di cui 3 riservati a studenti extracomunitari).
Giovedì 7 settembre: Scienze dell’Architettura
Sede Didattica di Ingegneria (Campus Scienze e Tecnologie, Parco Area delle Scienze 69/A), convocazione ore 9.30. Numero di posti disponibili: 115 (di cui 3 riservati a studenti extracomunitari).
Mercoledì 13 settembre: corsi delle Professioni sanitarie
Sede Didattica di Ingegneria (Campus Scienze e Tecnologie, Parco Area delle Scienze 69/A), convocazione ore 8. Numero di posti complessivi disponibili: 421 (di cui 24 riservati a studenti extracomunitari e 1 riservato a uno studente cinese). L’Aula di destinazione di ogni candidato verrà indicata sul sito http://mc.unipr.it/it/didattica/ammissioni almeno due giorni prima della data dell’esame.
Per tutte le prove di ammissione i candidati dovranno presentarsi muniti di documento d’identità personale, ricevuta dell’avvenuto pagamento entro i termini previsti dalla tassa di ammissione e copia del modulo di avvenuta iscrizione. Tale documentazione non va trasmessa alla Segreteria Studenti.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Immigrati: occorrono politiche adeguate

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

polizia-e-immigrati

“Le notizie di stampa delle ultime settimane, che continuano a raccontare di scontri tra residenti e immigrati dal Nord al Sud del Paese, dimostrano come la questione dell’integrazione non è affrontata attraverso politiche adeguate, ma continua ad essere trattato come un problema di ordine pubblico e subappaltato alle Forze di Polizia”. E’ quanto afferma Domenico Pianese, Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia. “Le indagini sullo sgombero di via Curtatone – prosegue Pianese – stanno dimostrando quanto fosse delicata la situazione in quello stabile, anche per una presenza criminale forte e pericolosa. Ma anche episodi di violenza come quello del centro di accoglienza nel quartiere Tiburtino III, la guerriglia di Torino, le risse a Catania, Cagliari e Trieste, dimostrano che ci troviamo in tutta Italia di fronte ad una vera e propria emergenza generata da politiche sociali disattente e inefficaci da parte delle amministrazioni coinvolte. Le Forze di Polizia intervengono per rimuovere le situazioni di illegalità e per garantire la sicurezza dei cittadini e spesso quando ormai, come ha rimarcato il Capo della Polizia, l’uso della forza è inevitabile. L’intero Paese è una polveriera, ed è inaccettabile che ogni intervento delle Forze dell’Ordine venga attaccato in maniera strumentale, quando in realtà il problema è a monte e riguarda le responsabilità di chi consente che si creino pericolose sacche di disagio, terreno di coltura dell’illegalità, e di intolleranza. La gestione dei flussi migratori e l’accoglienza dignitosa dei profughi non può diventare un semplice problema di ordine pubblico, scaricato sulle Forze dell’Ordine che vengono, tra l’altro, lasciate senza mezzi tecnici adeguati, senza risorse umane sufficienti, senza tutele legislative per chi opera sul campo per tutelare i cittadini onesti ed è esposto, ancor più che alle aggressioni violente, alle critiche feroci di alcuni organi di stampa e di alcuni esponenti politici che non perdono occasione per scagliarsi contro chi veste una divisa”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Governo e le sue politiche in deficit

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

ministero-finanze“L’ineffabile Padoan aveva promesso già negli anni scorsi la riduzione del debito pubblico che invece continua a crescere in modo incontrollato. L`errore è fare politiche in deficit e aver usato la flessibilità europea per investire 20 miliardi non in modo strutturale ma per gli 80 euro di Renzi e per altre forme assistenziali in chiave elettorale”. Così Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia, intervistato da ‘Tempi’. Il jobs act è un flop act “perché non genera lavoro in modo strutturale ma è legato a misure di defiscalizzazione a tempo per le imprese”. Il governo, ha continuato Brunetta, dovrebbe “ringraziare Mario Draghi. Solo grazie al Quantitative Easing della Bce i paesi europei sono cresciuti e l’Italia è rimasta fanalino di coda solo davanti al Belgio. L’iniezione di liquidità come veicolo di penetrazione ha permesso una svalutazione dell’euro che si era rafforzato troppo e una spinta all’export più tutta una serie di altri benefici. Il problema arriverà nei prossimi mesi quando questo strumento subirà una pausa e non ci sarà un sensibile deprezzamento dell’euro. E chi avrà fatto bene i compiti a casa non subirà contraccolpi. Noi – ha concluso – i compiti non li abbiamo fatti”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuance ed Epson creano una partnership strategica

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

epsonCinisello Balsamo. Nuance Communications e Seiko Epson Corporation annunciano una partnership strategica internazionale per ottimizzare l’esperienza dei clienti Epson, fornendo soluzioni Nuance di imaging dei documenti attraverso i suoi distributori e rivenditori. La nuova partnership combina i bassi costi di esercizio, l’impatto ambientale ridotto, e gli interventi di manutenzione limitati e l’alta affidabilità delle stampanti Epson alla capacità di controllare e gestire in modo sicuro i lavori di stampa per ottimizzare la produttività e ridurre i costi operativi.
Con questa collaborazione, Epson venderà e distribuirà il software Nuance eCopy ShareScan e Equitrac Office/Express sulla sua innovativa linea di multifunzione inkjet (MFP), inclusa la serie ad alta velocità Workforce Enterprise WF-C20590, dotata della tecnologia per l’allineamento delle testine di stampa pensata per le PMI sia per le multinazionali. Epson integrerà inoltre Nuance OmniPage SDK nei suoi scanner per aumentare la precisione del sistema OCR nei flussi di lavoro automatizzati e includerà il software Nuance Power PDF in alcune linee di scanner documentali Epson.
“Le soluzioni e il supporto globale di Nuance permetteranno ai nostri clienti di gestire in modo ottimale e sicuro il ciclo di vita dei loro documenti”, ha affermato Koichi Kubota, CEO della divisione Printing Solutions Operations di Epson. “Insieme alle MFP e agli scanner Epson, Nuance aiuterà i clienti ad avere il controllo su processi aziendali sempre più complicati, ottimizzando i flussi di acquisizione e la gestione della stampa per aumentare la produttività, la collaborazione e l’efficienza aziendale.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Governo guardi PMI agricole

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

agricoltura_4Nel nostro Paese ci sono diverse storture che permangono da tempo e che hanno contribuito in maniera endemica alla crisi attuale e al forte aumento delle diseguaglianze sociali. Tra queste colpisce molto la convinzione secondo la quale per ottenere lo sviluppo sia necessario svendere il Paese alle grandi imprese e alle multinazionali.
Questa “filosofia politica”, manifestatasi in diverse circostanze tra le quali Expo, l’applicazione della Pac e le politiche di investimento fatte dall’esecutivo, sta rallentando il percorso di ripresa e allontanando l’Italia dai modelli virtuosi che invece andrebbero seguiti.
Come Confeuro abbiamo più volte sottolineato la necessità di puntare sulle Pmi agricole per rilanciare il comparto e conseguentemente l’intero sistema paese, ma la verità è che si è fatto ancora troppo poco in questa direzione.
Il nostro auspicio, e siamo certi anche quello del mondo agricolo, è che la ripresa dopo le vacanze estive porti ad un sostanziale cambio di rotta capace di raccogliere le istanze e le esigenze degli agricoltori e dei cittadini, e non più dei lobbisti che cercano in ogni modo di plasmare gli interessi collettivi a quelli individuali.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italia: la malata d’Europa

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

palazzo chigi“Mi fa sorridere quello che ha scritto Renzi nel suo libro Avanti. È da irresponsabili aumentare il deficit al 2,9 per cento. Una visione politico-programmatica di spendi e spandi sbagliata che farebbe pagare all`Italia di Renzi e Gentiloni le conseguenze. Siamo ancora il malato d’Europa e questo è un messaggio incendiario per i mercati internazionali”. Così Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia, intervistato da ‘Tempi’. “Dove è finita la spending review? Dove è finito Cottarelli? Dove sono le liberalizzazioni? Dove sono le privatizzazioni fatte con serietà? Dove è finita una vera riforma fiscale? Ecco, da queste domande si capisce il fallimento delle politiche di centrosinistra”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra Opus Alchymicum

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

Opus AlchymicumOpus Alchymicum2Napoli dal 27 ottobre al 2 dicembre 2017 Castel dell’Ovo di Napoli ospita l’esposizione Opus Alchymicum: una mostra personale dell’alchemica artista lettone Lolita Timofeeva, poetessa raffiguratrice dell’indagine dimensionale metafisica del mondo e della simbologia archetipica della realtà circostante.
La mostra Opus Alchymicum, con il patrocinio del Consolato Onorario della Lettonia a Napoli, è organizzata da Kengarags in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli e alla Fondazione La Verde La Malfa, vede come co-promotore Touring Club Italiano di Territorio di Bologna e come curatore scientifico Giorgio Agnisola.La mostra vede come sponsor Fondazione La Verde La Malfa, Italò SRL, Occitane Voyages e Berengo. Per la prima volta nella città partenopea, circa 100 opere tra dipinti, disegni, sculture, installazioni e un film corto esposti a Castel dell’Ovo sono la testimonianza espressiva di un’idea nata durante il primo viaggio dell’artista a Napoli (nel 2005), quando visita la Cappella Sansevero e decide di avvicinarsi al pensiero ermetico Opus Alchymicum1di Raimondo di Sangro (Torremaggiore, 1710 – Napoli, 1771), settimo principe di Sansevero, inventore, alchimista e letterato, geniale ideatore del nobiliare mausoleo.Affascinata dall’aspetto esoterico del patrimonio artistico Sanseverino, Lolita Timofeeva sviluppa un nuovo spunto creativo, una conoscenza più profonda del suo essere grazie a un’autoanalisi delle immagini del sogno, dell’incubo e dell’allucinazione.Colori vivi, atmosfere cupe e personaggi suggestivi delineano ogni opera dell’esposizione. Tempo e spazio si legano nel dinamismo dell’azione, generato nella maggior parte delle rappresentazioni da una musa, che trasporta lo spettatore in una dimensione surrealistica. La sua ricerca di modelli e di ambienti misteriosi aperti al silenzio dell’oltre, identifica un linguaggio di una vita interrogativa, uno sguardo rivolto ai limiti e alle ragioni dell’esistere. La grande mostra allestita nel Castel dell’Ovo rappresenta perciò una tappa significativa di questo viaggio umano e spirituale, in cui emergerà la dimensione meno visibile e conosciuta della città. Non sarà infatti la Napoli solare e passionale che conosciamo, ma quella più nascosta e sotterranea, come riaffiora nella Cappella San Severo. (foto: Opus Alchymicum)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Cervia: una visita guidata gratuita fra sale e storia

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

cerviaCervia Lunedì 4 settembre alle 21.00 si terrà una visita guidata gratuita al museo e alla sala archeologica del MUSA, museo del sale di Cervia. Ad accogliere i visitatori e a condurli attraverso la storia del sale e della città saranno i salinari del gruppo culturale Civiltà Salinara. Insieme a loro la dott.ssa Giovanna Montevecchi, storica e archeologa amica del museo che arricchirà la visita illustrando la sezione archeologica del museo, inaugurata nel 2012, che racchiude i tesori del passato della città del sale. Verranno passati in rassegna i reperti rinvenuti sul territorio che oggi sono esposti a MUSA. Dai reperti della nave altomedievale ritrovati a Savio nel 1956 al frammento di monumento funerario a testa di medusa rinvenuto a metà degli anni ‘50 nella zona di Montaletto e consegnato a MUSA dai bambini della scuola elementare Buonarroti dopo l’attento restauro operato dalla Soprintendenza. Oggi, sono esposte al museo anche le ampolline da pellegrino rinvenute nei dintorni della Pieve di Pisignano e le sapienti composizioni di marmi colorati dei tappeti musivi della chiesa di San Martino prope litus maris rinvenuti nel 1989 nell’area delle saline. A completare il quadro esplicativo della storia locale, esposto nelle vetrine, anche materiale ceramico e vitreo della Cervia vecchia. Il percorso guidato accompagna i visitatori in un viaggio nel tempo, in compagnia degli esperti, alla ricerca delle origini della città di Cervia al suo sviluppo in città del sale, al suo trasferimento sul mare, alle vicissitudini dettate dalla ricchezza che il sale ha rappresentato per secoli nella città di Cervia fino alla evoluzione in realtà turistica che ha voluto studiare e valorizzare le proprie radici. Non è necessaria la prenotazione. MUSA orari di apertura: tutte le sere dalle 20.30 alle 23.30 (foto: cervia)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

58esima edizione della Sagra dei Crotti di Chiavenna

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

chiavennaChiavenna (So) domenica 3 settembre e per il weekend successivo, da venerdì 8 a domenica 10 settembre. In un continuo processo di rinnovamento avviato alcuni anni orsono, che nulla ha tolto allo spirito antico della manifestazione, aggiungendo qualità e varietà nelle proposte, il Comitato organizzatore, che vede alleati enti pubblici, associazioni e operatori privati, lancia, in questa edizione 2017, alcune novità, allo scopo di coinvolgere i partecipanti in quella che si presenta come una grande festa popolare. Enogastronomia, artigianato, storia e cultura sono gli ingredienti di una ricetta che i visitatori hanno imparato a conoscere e ad apprezzare, arricchita da musica, folclore e intrattenimento.
L’apertura di domenica 3, con l’inaugurazione prevista alle ore 10.30 presso il portone di Santa Maria, darà il via alla festa con i crotti, veri protagonisti della manifestazione, che rimarranno aperti fino alle 22 per il pranzo e la cena. In città non mancheranno i mercatini degli hobbisti, l’animazione e i laboratori per i bambini, e per spostarsi comodamente tra le vie del centro si potrà utilizzare il trenino. “Andèm a Cròt”, i tradizionali itinerari enogastronomici alla scoperta dei crotti, offrono quest’anno cinque opzioni per altrettanti percorsi denominati Chiavenna, Prata, Pianazzola, Mese-Trekking, Prosto di Piuro, ai quali si potrà accedere prenotando i pass on line (www.sagradeicrotti.it/percorso-crotti/) oppure acquistandoli il giorno stesso, solo se ancora disponibili. Si tratta di passeggiate di pochi chilometri, adatte a tutti per Chiavenna, Prata e Prosto, riservate a chi ama camminare sui sentieri di montagna con l’abbigliamento adatto per Pianazzola e Mese. Per tutti gli itinerari sono previste soste nei crotti per assaggiare antipasti, primi e secondi piatti e dolci, tutti locali. Brisaola, pizzoccheri bianchi di Chiavenna, torta Fioretto, biscutin di Prosto annaffiati da vino valtellinese, ma anche ricette della tradizione locale per non perdersi nemmeno uno dei sapori che distinguono la valle.
Dopo l’apertura di domenica 3 settembre la Sagra dei Crotti entrerà nel vivo con l’inizio del weekend successivo che si riempirà di proposte e di appuntamenti dando continuità ai percorsi di “Andèm a Cròt”. Punti fermi saranno il trenino che assicurerà i collegamenti nelle vie del centro, l’animazione, la musica, le mostre e le visite ai luoghi di cultura. Sabato 9 e domenica 10 settembre verranno proposte due delle novità di questa edizione: la “Casa delle eccellenze imprenditoriali, commerciali e produttive” e la “Merenda a Crotto”. Nella prima, ospitata in una tensostruttura allestita in Pratogiano, è racchiuso tutto il meglio della Valchiavenna, la sua vera essenza: ciò che è stata, ciò che è e ciò che sarà. Un’opportunità per i visitatori provenienti da fuori provincia, ma anche per i locali, di conoscere da vicino le eccellenze imprenditoriali della Valchiavenna. Dalle 15 alle 18, nei crotti Bertacchi, Ombra e Ubiali, per l’occasione gestiti da operatori del settore, si potrà degustare la merenda tipica. All’esordio è anche il ‘gratta e vinci’ che verrà dato in omaggio a chi consumerà un pasto nei crotti privati aperti per l’occasione: tanti i premi in palio che i più fortunati potranno ritirare nell’ex convento delle Agostiniane.
Da mattina a sera inoltrata, la mezzanotte nella giornata di venerdì, l’una di notte sabato e le 22 di domenica, la festa sarà completata dal massiccio afflusso di partecipanti, per questo gli organizzatori consigliano di prenotare in anticipo i percorsi sul sito internet http://www.sagradeicrotti.it e di chiamare i crotti convenzionati per essere certi di avere il proprio tavolo riservato. (foto: chiavenna)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

NanoFlowcell is planning entry into FIA Formula E

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

londonLondon (UK) and Kilchberg (CH), August 2017 – nanoFlowcell Holdings confirms that the company is holding discussions with Formula E Holdings on its participation in the FIA Formula E Championship and it’s intend to enter the Championship with a Formula E race car with nanoFlowcell® 48VOLT flow-cell drive.
A throttled and adapted drive system based on the type installed in the QUANT 48VOLT could be used to fulfil the criteria for the maximum battery and motor output. For the 2018/19 season, the FIA wants to allow battery output of 54 kilowatt hours and raise motor output to 250 kW. As it stands, the nanoFlowcell® all-wheel electric drive in the QUANT 48VOLT has a maximum output of 760 hp (560 kW). Energy is provided by a flow cell with six membranes which can deliver a sustained supply of 300 kWh. It enables the QUANT 48VOLT to accelerate from zero to 100 km/h in less than 2.4 seconds, reach a top speed of more than 300 km/h and cover a range of more than 1,000 kilometres without refuelling.
With its planned participation in the FIA Formula E Championship, nanoFlowcell Holdings is showing that electric mobility can be designed to be environmentally compatible and future-safe without compromising system output and inherent safety (low voltage) as well as the ecological and economic sustainability of the technology.“Our participation in the FIA Formula E Championship will help us promote the merits of flow-cell energy technology on an international stage and raise awareness within the industry that the prospects of success with nanoFlowcell® energy are reliable and future-safe – and not just in racing,” explains La Vecchia. “In terms of forward-looking, socially responsible and environmentally compatible electric mobility, we hope that the FIA permits a flow-cell-driven electric vehicle to participate in the FIA Formula E Championship, complete with its many competitive advantages. May the better technology win!” Taking into consideration the preparations required in order to participate in the FIA Formula E Championship and assuming acceptance on the part of the FIA, it will be at least the racing season after next before a QUANT flow-cell electric sports car is able to compete in its first official FIA race.
nanoFlowcell® is the product brand used by nanoFlowcell Holdings Ltd for its proprietary flow-cell based energy technology. nanoFlowcell® is requiring for energy storage and conversion only a non-toxic, non-flammable and environmentally compatible electrolyte liquid called bi-ION, developed by nanoFlowcell Research GmbH. The cost of manufacturing the bi-ION electrolyte liquid on an industrial scale is estimated at substantially less than ten cents per litre. The distribution and sale of the electrolyte liquid is straightforward as its product characteristics mean it is not bound by any laborious environmental constraints and could be handled via existing refuelling infrastructures.
Under the QUANT brand, nanoFlowcell Holdings Ltd develops prototype vehicles with low-voltage electric drive for the purpose of testing the new flow-cell based nanoFlowcell® technology. In 2016, the company demonstrated the potential of an electric vehicle powered by nanoFlowcell® mainly with its QUANTiNO 48VOLT technology showcase, a road-legal mid-size sports car with nanoFlowcell® low-voltage drive able to run fully electrically for upwards of 1,000 kilometres – with a top speed of 200 km/h and an acceleration from zero to 100 km/h of less than five seconds.In short, QUANT powered by nanoFlowcell® is a feasible form of electric mobility that protects the environment without compromises in comfort, performance or cost. nanoFlowcell Holdings Ltd is an innovative research and development company in the field of flow cell technology and its applications. Besides the prototype development of electric vehicles under the QUANT brand, the company also conducts research into the opportunities for using nanoFlowcell® technology in other sectors and industries. http://www.nanoflowcell.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Film: The Broken key

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

louis neroIl regista Louis Nero (Rasputin, Il mistero di Dante) presenta la sua ultima opera, THE BROKEN KEY che riunisce sul grande schermo un cast hollywoodiano del calibro di Rutger Hauer, Michael Madsen, Geraldine Chaplin, Christopher Lambert, William Baldwin, Maria De Medeiros, Kabir Bedi, Franco Nero, Marc Fiorini, insieme a due giovani attori italiani, Andrea Cocco e Diana Dell’Erba. Il film, tra il thriller e la fantascienza, che strizza l’occhio alla cultura Cyber Punk, racconta un’emozionante avventura ambientata in un futuro prossimo, che parte dall’antichità e da un manoscritto Egizio (ancora conservato nel Museo di Torino.) THE BROKEN KEY, che sarà distribuito in oltre 60 paesi nel mondo, è una coproduzione internazionale tra l’italiana L’Altrofilm, la Red Rocks Entertainment (UK) e l’americana Fantastic Films International. In Italia uscirà in sala il 16 novembre.
In un futuro non lontano, la libertà dell’essere umano è in pericolo. Il mondo è controllato dalla “Grande Z”: la Zimurgh Corporation. La “Legge Schuster” sull’eco-sostenibilità dei supporti regna sovrana. La carta è un bene raro. Stampare è reato. Sullo sfondo di questa realistica visione del domani, il ricercatore inglese Arthur J. Adams viene spinto all’avventura dal padre putativo, il professor Moonlight. La ricerca del frammento mancante di un antico papiro, protetto dalla misteriosa confraternita dei seguaci di Horus, viene ostacolata da indecifrabili omicidi legati ai sette peccati capitali. Arthur dovrà addentrarsi nei meandri di un’impenetrabile e misteriosa metropoli del futuro, specchio della sua anima, per ritrovare il pezzo mancante e salvare l’umanità intera.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Basta ignorare il popolo e la terra abruzzesi

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

chietiSono anni che l’Abruzzo è costretto a subire le conseguenze nefaste di disastri ambientali che si sarebbe potuto evitare.Sono anni che il popolo abruzzese richiede a gran voce la messa in sicurezza di territorio ed edifici, che richiede il potenziamento degli organi di prevenzione per una gestione organizzata e quindi migliore delle emergenze. Sono giorni che la Majella brucia e nessuno è in grado di far fronte a questa tragedia. In quest’ultimo anno la nostra regione ed il sud Italia sono stati costretti a sopportare non poco gli effetti devastanti delle nevicate, dei terremoti, delle alluvioni e ora di questi incendi di natura dolosa, arrivando anche a subire gravi perdite di natura paesaggistica, economica e purtroppo di vite umane.Il governo di questo Paese nel frattempo ha ben pensato e deciso di tagliare i costi sulla prevenzione, eliminando la Forestale accorpandola per la maggiore parte con i Carabinieri, negando la possibilità di intervento e limitando quindi ancor di più la già fragile capacità di tamponare le emergenze.L’Italia intera viene da sempre colpita da grandi catastrofi, ma mai finora un governo è stato capace di studiare a tavolino, coinvolgendo regioni, enti locali e associazioni, un piano di messa in sicurezza efficace, che eviti la morte dei territori ed il loro conseguente spopolamento, ma che anzi li tuteli portando anche posti di lavoro all’interno delle comunità.Non ci vengano a dire che i soldi non ci sono, l’Abruzzo riceve già dall’Unione Europea ingenti quantità di fondi proprio per la prevenzione e la messa in sicurezza.
I problemi sono invece rappresentati dalla mancanza di volontà politica e da interessi economici celati dietro queste catastrofi (vedi L’Aquila 2009, oppure: https://goo.gl/qxPp3P ; https://goo.gl/FCh1bE ).
Non è possibile che vengano stanziati in poche ore 20 miliardi di euro per le banche e invece per salvaguardare la vita dei territori e delle comunità che li abitano si tiri fuori “l’SMS solidale”. Basta prese in giro, basta ignorarci, basta disastri ambientali!Il popolo abruzzese intero deve ora avere il coraggio di mobilitarsi insieme per reagire all’abbandono.Per difendere la nostra terra. (Unione Sindacale di Base – sede di Lanciano)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Migranti: Minniti rischia di trasformare Sud Italia in Nord Africa

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

marco minniti“Il Ministro Minniti rischia di trasformare il Sud Italia nel Nord Africa. La volontà del titolare degli Interni di trovare soluzioni abitative per i migranti è di certo lodevole ma non bisogna farsi prendere dall’ansia. L’ipotesi paventata di voler destinare i beni confiscati alle mafie ai migranti rischia infatti di pesare come un macigno sul Mezzogiorno, zona dell’Italia già ampiamente vessata da tantissimi problemi. Ogni anno infatti il Sud perde centinaia di giovani con un livello di istruzione elevato, si perdono risorse formate, mentre si conservano risorse da assistere. Se a questa situazione già caratterizzata da una bassa scolarizzazione si va ad aggiungere anche il peso dei migranti, si rischia di portare il Meridione al collasso. Rifletta Minniti, che è uomo del Sud, se sia davvero il caso di far pesare anche quest’altro problema proprio su quella parte d’Italia con il sistema socio-economico più fragile. Invitiamo anche il Ministro dell’Interno ad attivarsi per fare piena luce sul flusso di denaro che i migranti mandano nei loro paesi d’origine attraverso i money transfert. L’Italia concede nobilmente una determinata somma ad ogni migrante che però evidentemente non viene spesa nel nostro Paese ma viene inviata ad affini, incentivando magari nuovi viaggi della speranza o finanziando attività illecite. Continuando su questa strada si corre il serio rischio di far diventare quello del migrante un vero e proprio ‘lavoro’ retribuito dallo Stato italiano.” Lo dichiara in una nota Vincenza Labriola, deputata di Forza Italia.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

UE sull’invecchiamento attivo con le aspettative dei futuri pensionati

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

pensionatiIncludere l’attività di svago e tempo libero nei fattori che misurano l’invecchiamento attivo e promuovere così alcuni degli hobby più comuni come viaggi, cinema, teatro, giardinaggio, musica, modellismo e pittura. È l’esigenza che emerge da un’indagine condotta dall’Inrca – Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico per Anziani – tesa a valutare la corrispondenza dell’agenda UE sull’invecchiamento attivo con le aspettative dei futuri pensionati. Lo studio, pubblicato sulla rivista Ageing & Society dell’Università di Cambridge, rientra nel progetto europeo Ewl – Extending Working Lives – che ha l’obiettivo di comprendere le conseguenze dell’allungamento della vita lavorativa sulla salute, oltre a indagare l’impatto del pensionamento sullo stile di vita. “Il collocamento a riposo – spiega il Direttore scientifico dell’Inrca Fabrizia Lattanzio – comporta nuove routine che riguardano una vasta serie di attività quotidiane come l’esercizio fisico, la dieta, il sonno e le relazioni sociali. È un periodo di transizione in cui possono nascere anche nuovi impegni, come volontariato e assistenza ai familiari”.Lo studio ha coinvolto 133 lavoratori prossimi alla pensione in tre Paesi: 55 in Inghilterra, 40 in Italia, e 38 negli Stati Uniti. Tramite interviste condotte 10 mesi prima del pensionamento, sono stati chiesti quali fossero i progetti per il futuro. Ne è stata valutata così la rispondenza con i fattori che compongono l’Indice di Invecchiamento attivo (Active Aging Index), che serve per misurare l’invecchiamento attivo in un contesto geografico attraverso vari fattori, tra cui il mantenimento di un lavoro dopo la pensione, la partecipazione alla vita sociale e familiare (volontariato e cura di genitori e nipoti), il grado di indipendenza economica, l’autonomia psico-fisica (che comprende attenzione alla salute, attività motoria e studio) e la capacità di mantenere relazioni con amici, parenti e colleghi.
“Benché i piani dichiarati siano nel complesso in linea con gli indicatori inclusi nell’Indice – commenta Andrea Principi, del Centro ricerche socio-economiche per l’invecchiamento – molti soggetti nei tre campioni hanno affermato di voler riprendere gli hobby abbandonati a causa degli impegni lavorativi, o iniziarne di nuovi”. “Oggi – spiega – gli anziani gestiscono efficacemente il tempo libero. Vanno al cinema, visitano musei, viaggiano, si dedicano alla manutenzione del verde, attività importanti per il benessere psico-fisico alla pari dell’attività motoria. Ciò che manca quindi è l’inclusione nell’Indice di attività dedicate allo svago, il cosiddetto ‘active leisure’, ed il fatto che questa tendenza emerga in contesti socio-culturali diversi indica che si tratta di un’esigenza diffusa e pertanto da promuovere”.Se la propensione a dedicarsi agli hobby trova d’accordo gli intervistati dei tre Paesi, diversi sono i punti di vista sull’impiego del proprio tempo da pensionati. Ritornare al lavoro non sembra tra le priorità, in particolare degli italiani. “Dopo 42 anni e sei mesi sono pronto per fare altre cose nella vita” dichiara un sessantenne italiano. Meno categorici sul tema gli anglosassoni. “Non vorrei niente di fisso. Potrebbe essere qualcosa che mi impegni un giorno a settimana, per sei mesi, così avrei altri sei mesi all’anno per viaggiare” afferma una donna inglese 55enne. L’orientamento a rimanere nel mercato del lavoro è invece più evidente oltreoceano: “Andrei in pensione per fare qualcosa di diverso: preferirei un impiego che mi consentisse di modificare lo stile di vita” dichiara invece un 64enne americano.
Anche in prospettiva di eventuali difficoltà economiche, all’estero si ipotizza un possibile impiego, mentre gli italiani consultati lo escludono totalmente. Piuttosto si accetta l’idea di limitare i consumi: “Non importa se avrò finito i soldi e dovrò aspettare dieci giorni per ricevere la pensione. Se dovessi fare rifornimento all’auto, vorrà dire che non la userò. Ma non ricomincerei di certo a lavorare per pagare le spese”, dichiara un’italiana di 59 anni.Accudire i familiari, specialmente anziani, almeno nel campione italiano non sembra una ‘scelta volontaria’, ma imposta dalla situazione. “Mi piacerebbe riprendere gli hobby, viaggiare, ma nessuna di queste ipotesi è realistica, a causa dei miei genitori. Tutti i piani sono sospesi per ora”, sostiene un’italiana 62enne. Meno marcato, in genere, l’atteggiamento inglese, visto come supporto occasionale alla famiglia: “Ho già fatto da padre ai miei figli. Ora è loro compito accudire i propri bambini. Potrei stare con i nipoti due o tre volte a settimana, ma voglio fare anche altre cose” dice un 59enne britannico.C’è chi afferma di non avere piani. “La mancata pianificazione delle attività future comporta in alcuni casi uno stato d’ansia che può compromettere le sensazioni positive generalmente associate al pensionamento. È necessario quindi un maggiore supporto durante la transizione lavoro-pensione, mediante corsi o colloqui di orientamento” – spiega Principi. Proprio per valutare in che misura i programmi dichiarati saranno rispettati, lo studio prevede due successive interviste a distanza di uno e due anni. “In Italia si tende ad uscire dall’età produttiva prima possibile, poiché si ha paura di rimanere bloccati a causa di una riforma dell’ultima ora che possa cambiare i requisiti, come l’innalzamento dell’età pensionabile. Una situazione che molti degli intervistati italiani hanno già vissuto, avendo dovuto rimandare, la data pianificata anche un paio di volte”.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In lizza per il titolo di Capitale europea dell’innovazione 2017

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

berlinoDieci città (Aarhus, Berlino, Copenaghen, Helsinki, Nizza, Parigi, Tallinn, Tampere, Tel Aviv e Tolosa) sono le candidate al concorso “Capitale europea dell’innovazione”. Le finaliste sono state selezionate tra 32 candidature ammissibili da un gruppo di esperti indipendente per aver applicato idee innovative al fine di migliorare la qualità della vita nei centri urbani e di coinvolgere maggiormente i cittadini nelle rispettive comunità.Carlos Moedas, Commissario per la Ricerca, la scienza e l’innovazione, ha dichiarato: “Ogni nuova edizione del premio Capitale europea dell’innovazione mette in luce idee sempre più stimolanti e innovative da tutta Europa. La gara dura di quest’anno dimostra la vitalità dei nostri ecosistemi locali di innovazione. Il percorso finora è stato molto eccitante e il meglio deve ancora venire. Non vedo l’ora di annunciare i vincitori a novembre e di collaborare ulteriormente con loro.”
Il vincitore del concorso sarà annunciato al Web Summit di Lisbona il 7 novembre e riceverà 1 milione di euro per continuare a sostenere le attività innovative della città, mentre due città finaliste riceveranno 100 000 euro ciascuna. Tra i vincitori delle precedenti edizioni del concorso figurano Barcellona nel 2014 e Amsterdam nel 2016.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Commercio online business-to-business

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

londraLondra. E’ sull’orlo di grandi cambiamenti poiché la crescita della tecnologia, dei clienti e dei modelli di business utilizzati pongono una sfida ai paradigmi di commercio online esistenti. Per restare competitivi, aumentare la visibilità tra gli altri soggetti interessati e creare servizi software e infrastrutture forti, i venditori devono dare priorità alle strategie mobili e omnichannel. Devono inoltre investire in modo aggressivo nell’esperienza dei clienti B2B, offrendo servizi personalizzati concentrandosi su ipermercati, vendite assistite e presenza omnichannel.
L’analisi di Frost & Sullivan intitolata “Future of B2B Online Retailing” prevede che le transazioni B2B online dei produttori raggiungeranno quota 3,68 trilioni di dollari in economie chiave come Stati Uniti, Cina, Regno Unito, Germania e Giappone entro il 2025, guidate da funzionalità esclusivamente online tra cui piattaforme digitali di vendita, possibilità di raggiungere istantaneamente i clienti, accessibilità transfrontaliera, capacità di adempimento innovativa e compatibilità dei siti web (per dispositivi mobili e altre piattaforme). Oltre a ciò, lo studio esamina le vendite online nel settore manifatturiero e classifica le relazioni B2B e i modelli di lavoro. Si focalizza sulle tecniche necessarie a migliorare l’efficienza delle operazioni online e dei servizi clienti per migliorare le future opportunità di crescita. Fornisce inoltre profili di casi di successo in ambito B2B.“Il mercato dell’eCommerce B2B sta diventando più complesso nel vasto ambiente online ora che la velocità di fornitura e l’esperienza degli utenti emergono come fattori critici. Infatti, l’utilizzo di tecnologie innovative e di soluzioni uniche e personalizzate sono ora fattori chiave di differenziazione dei servizi”, spiega Vidhya L. Ved, ricercatore del gruppo per l’Innovazione Visionaria di Frost & Sullivan. “Le aziende devono ripensare le proprie strategie e definire modelli più agili che sfruttano le economie di scala rispondendo alle richieste dei consumatori.” Dal punto di vista regionale, la Cina diventerà il leader mondiale del mercato dell’eCommerce B2B raggiungendo quota 1,25 trilioni di dollari di vendite entro il 2025. Il tasso di adozione sopra la media registrato in Cina può essere attribuito al superamento delle difficoltà associate con i sistemi e le tecnologie legacy e al successo di marketplace B2B locali come Alibaba e JD.com che hanno automatizzato il processo per molte piccole e medie imprese. Altri sviluppi regionali notevoli sono:
Forte crescita degli Stati Uniti, l’attuale leader del mercato con vendite per 0,75 trilioni di dollari
Priorità allo sviluppo di un marketplace di eCommerce B2B negli Stati Uniti
Impegno verso le nuove tecnologie e adozione di soluzioni open-source da parte delle aziende europee, specialmente in Germania
Integrazione con venditori di terze parti, come il leader locale – Rakuten – in Giappone “Le strategie di crescita B2B devono chiaramente incorporare le innovazioni dei modelli business-to-consumer (B2C) nei propri siti web per rispondere adeguatamente alle crescenti richieste e aspettative e degli acquirenti business”, osserva Ved. “I giganti come Alibaba e Amazon forniscono servizi quali il miglioramento del percorso di acquisto attraverso le proprie piattaforme cloud, fornendo una differenziazione unica dei prodotti attraverso l’innovazione, aumentando le scelte di prodotti e offrendo prezzi competitivi. Queste strategie sono destinate a plasmare il futuro dell’eCommerce B2B.”
Lo studio “Future of B2B Online Retailing” fa parte del programma Visionary Innovation (Mega Trends) Growth Partnership Service di Frost & Sullivan.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

30 milioni di euro per la competitività internazionale della bergamasca Serioplast

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

-bergamoBergamo SACE, che insieme a SIMEST costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP,ha garantito un finanziamento da 30 milioni di euro, erogato da Crédit Agricole Cariparma nel ruolo di banca agente e Banca Popolare di Milano S.p.A. (Gruppo Banco BPM),
in favore di Serioplast, azienda leader nella produzione di flaconi in plastica rigida per i beni di largo consumo.La linea di credito è destinata a supportare il Piano d’investimenti dell’azienda per il periodo 2016-2020,improntato all’acquisizione di nuove attrezzature e tecnologie produttive, al fine di soddisfare la crescente domanda internazionale e consolidare la presenza dell’azienda nei mercati extra UE e in particolare in Russia.Con questa operazione, si consolida la partnership di lungo corso tra Serioplast e le società del Gruppo CDP, che in diverse occasioni hanno supportato i piani di sviluppo dell’azienda: SACE ha infatti già garantito tre finanziamenti destinati all’avvio di stabilimenti in mercati esteri, mentre SIMEST ha affiancato il Gruppo in iniziative sui mercati di Turchia, Russia e Sudafrica. (foto: Serioplast)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »