Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 307

Archive for 9 settembre 2017

Louvre Abu Dhabi: pronto ad accogliere i visitatori da novembre

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

Louvre Abu DhabiAbu Dhabi. il Louvre Abu Dhabi aprirà le porte al pubblico l’11 novembre 2017. È il primo museo del suo genere nel mondo arabo: un’esposizione universale che si concentra su storie umane condivise attraverso civiltà e culture.La cerimonia di apertura includerà un’ampia gamma di programmi e iniziative aperte al pubblico, tra cui simposi, performance, concerti, spettacoli di danza e arti visive di rinomati artisti contemporanei e classici.
Situato ad Abu Dhabi, la capitale degli Emirati Arabi Uniti (EAU), il Louvre Abu Dhabi è stato progettato come una città-museo (medina araba) sotto una vasta cupola argentata dall’architetto francese Jean Nouvel, vincitore del premio Pritzker. I visitatori potranno passeggiare attraverso le promenade che si affacciano sul mare sotto la cupola che misura 180 metri, composta da quasi 8.000 singole stelle metalliche incastonate in un complesso disegno geometrico. Quando filtrano i raggi del sole creano una “pioggia di luce” (rain of light) in movimento sotto la cupola, che ricorda le foglie degli alberi di palma che si sovrappongono nelle oasi degli Emirati Arabi Uniti.Sarà in mostra una importante raccolta di opere d’arte e reperti del museo, oltre ai prestiti provenienti da selezionati musei francesi. Questi capolavori coprono la totalità dell’esistenza umana: dagli oggetti preistorici alle opere d’arte contemporanee commissionate, evidenziando temi e idee universali e segnando un nuovo inizio rispetto alla museografia tradizionale che spesso separa le esperienze artistiche in base all’’origine. Oltre alle gallerie, il museo offrirà mostre temporanee, un Museo per Bambini, un auditorium, un ristorante, una boutique e una caffetteria.
Abu Dhabi1Sua Eccellenza Mohamed Khalifa Al Mubarak, Presidente di Abu Dhabi Tourism & Culture Authority (TCA Abu Dhabi) e Tourism Development & Investment Company (TDIC), ha dichiarato: “Il Louvre Abu Dhabi incarna la nostra convinzione che le nazioni crescano sulla diversità e l’accettazione, con una testimonianza curatoriale che sottolinea come il mondo sia sempre stato interconnesso. Il museo rappresenta l’ultima innovazione in una lunga tradizione di conservazione culturale promossa dai leader fondatori degli Emirati Arabi Uniti.
La storia del Louvre Abu Dhabi inizia nel “Grande Atrio” dove i visitatori vengono introdotti a importanti temi, tra cui maternità e riti funerari. Il dialogo tra opere provenienti da diversi territori geografici, a volte lontani, mette in evidenza somiglianze tra i canoni, nonostante ciascuno abbia una propria modalità di espressione. Le gallerie saranno sia cronologiche che tematiche, e suddivise in 12 capitoli. L’esposizione includerà opere dei primi imperi, incluse le prime rappresentazioni figurative, come la Principessa Battriana, realizzata in Asia Centrale alla fine del III millennio a.C., pratiche funerarie dell’antico Egitto con opere come il complesso di sarcofaghi della principessa Henuttaui e la creazione di nuove economie con la Decadramma di Siracusa, una moneta realizzata dall’artista Eveneto. Una galleria dedicata alle religioni universali mostra testi sacri: un Foglio del “Corano Blu”, una Bibbia Gotica, un Pentateuco e testi del Buddismo e Taoismo. Gli scambi artistici sui percorsi commerciali durante i periodi medievali e moderni vengono messi in evidenza attraverso l’esposizione di un importante numero di opere in ceramica. Tra Asia e Mediterraneo e poi tra Europa e America, i visitatori apprezzeranno come l’orizzonte del mondo si sia ampliato gradualmente. Un gruppo di pannelli provenienti da Nanban in Giappone dimostra il dialogo tra Estremo Oriente e Europa. Dall’immagine del Principe in tutto il mondo, illustrata da un importante Turban Helmet ottomano fino a una visione più intima di una nuova arte del vivere, il museo espone un’eccezionale cassettiera in lacca rossa cinese creata da Bernard II Van Risenburgh (BVRB, 1696-1766), realizzata in Francia. In una sezione sulla Modernità, si trova la Zingara di Edouard Manet (1832-1883), Lotta tra bambini di Paul Gauguin (1848-1903), e Composizione con Blu, Rosso, Giallo e Nero di Piet Mondrian (1872-1944). L’esposizione comprenderà un’installazione monumentale dell’artista Ai Weiwei (1957) e il suo interrogativo della globalizzazione.
abudhabi1Installate nelle aree esterne del museo, le prime opere del Louvre Abu Dhabi realizzate da rinomati artisti contemporanei, interagiscono con lo spirito del museo e il tessuto dell’architettura. L’artista americana Jenny Holzer (1950) ha creato tre pareti in pietra incise denominate For Louvre Abu Dhabi (2017). Queste citano importanti testi storici, dal Muqaddimah di Ibn Khaldun, il testo bilingue (sccadico-sumero) di una Tavoletta del Mito della Creazione della Mesopotamia, fino all’edizione annotata del 1588 degli Les Essais di Michel de Montaigne.
L’artista italiano Giuseppe Penone (1947) ha realizzato diverse opere specificamente per il Louvre Abu Dhabi. Leaves of Light (2017) è un vasto albero di bronzo con specchi disposti sui rami che riflettono la “pioggia della luce” (rain of light). Propagation è un muro di piastrelle in porcellana che raffigurano cerchi concentrici disegnati a mano, provenienti dall’impronta digitale di Sheikh Zayed, il padre fondatore dell’EAU. L’opera è stata realizzata in collaborazione con i laboratori di Sèvres – Cité de la céramique in Francia.
Basato su un progetto scientifico e culturale innovativo che combina l’esperienza di 13 musei e istituzioni francesi guidati dall’Agence France-Muséums, il Louvre Abu Dhabi offrirà ai visitatori sicuramente un’esperienza unica: un nuovo viaggio attraverso le maggiori opere d’arte di diverse civiltà, che rispecchiano la nostra comune umanità. Il Louvre Abu Dhabi perciò porta un messaggio di tolleranza e di pace e ribadisce l’impegno costante dei nostri due Paesi nel promuovere la cultura e l’istruzione come uno scudo contro l’estremismo.
La settimana di inaugurazione sarà inoltre caratterizzata da due eventi prestigiosi programmati nell’ambito del French-Emirati Cultural Programme, iniziato oltre un anno fa dai nostri due Paesi e supportato dal momentum creativo generato dal Louvre Abu Dhabi.
Nelle gallerie saranno presentate importanti opere d’arte in prestito da 13 musei principali francesi. Tra le più celebri, La Belle Ferronnière di Leonardo da Vinci (1452-1519), (in prestito dal Musée du Louvre); l’Autoritratto di Vincent van Gogh (1853-1890) (Musée d’Orsay et de l’Orangerie); una rara saliera d’avorio dal Regno del Benin (Musée du Quai Branly – Jacques Chirac); un Globo di Vincenzo Abu DhabiCoronelli (1650-1718) della Bibliothèque Nationale de France; una coppia di recipienti (Musée National des Arts Asiatiques Guimet); Napoleone che attraversa le Alpi di Jacques-Louis David (1748-1825) (Château de Versailles); Jean d’Aire del gruppo Burghers of Calais di Auguste Rodin (1840-1917) (Musée Rodin); una cassa reliquiaria del XIII secolo (Musée de Cluny – Musée national du Moyen Âge); una caraffa cinese con forma persiana (Musée des Arts Décoratifs); la Corazza di Marmesse (Musée d’archéologie nationale – Saint Germain en Laye); la statua di Apollo del Belvedere di Primaticcio (1504-1570) dal Château de Fontainebleau; e la Donna in Piedi II di Giacometti (1901-1966) dal Centre Pompidou.
Il prezzo dei biglietti di ingresso per il museo sarà di 60 AED (circa 14 euro) per l’ammissione generale e 30 AED (circa 7 euro) per la fascia d’età compresa tra i 13 e i 22 anni, e anche per i professionisti dell’educazione negli Emirati Arabi Uniti. L’ingresso gratuito sarà previsto per gli iscritti al programma di fedeltà del museo, i bambini di età inferiore ai 13 anni, i membri ICOM o ICOMOS, i giornalisti e i visitatori con esigenze particolari nonché i loro accompagnatori. (foto: Louvre Abu Dhabi)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Apertura serale ai Mercati di Traiano con la Casa del Jazz

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

mercati traianoRoma domenica 10 settembre alle ore 16.30 Museo Pietro Canonica di Villa Borghese con l’ensemble Barocco dei musicisti Nelita Maiolatesi (oboe), Angela Naccari (clavicembalo) e Marco Simonacci (violoncello)
Gli strumenti da loro impiegati saranno quelli tipici di questo periodo: oboe e cembalo, uniti al cello per rafforzare il continuo. Programma: G.P. Telemann: Sonata in mi minore TW 41:e6; J.S. Bach: Sonata in mi bemolle BWV 1031; A. Vivaldi: Sonata in do minore RV 52; C.P.E. Bach: Sonata in sol minore Wq 135.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

A Roma l’edizione italiana del Battle of the Year

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

SNIPES BOTY ITALY2SNIPES BOTY ITALY1Roma dal 12 al 17 settembre 2017 con il più ampio programma di sempre presso il Teatro Golden Auditorium Goethe-Institut Rom D.A.F. c/o Lanificio 159.
Sei le giornate complessive di appuntamenti con il meglio della breakdance “Made in Italy”, spettacoli di danza con creazioni coreografiche originali, un camp di quattro giorni dedicato agli appassionati più giovani e un doppio appuntamento nel week-end con le finali-spettacolo che decideranno i nomi dei rappresentati italiani alla finale mondiale in Germania.
Il programma si aprirà martedì 12 settembre con Snipes BOTY Italy CAMP, una sequenza di workshop, talk-show e battles con ospiti italiani ed internazionali, che si svolgerà dal 12 al 15 Settembre al D.A.F. c/o Lanificio 159 in collaborazione con B-Students. Fra gli ospiti in programma anche Thomas Hergenroether, fondatore del Battle of the Year in Germania. Programmazione ogni giorno a partire dalle 16:00.
Giovedì 14 settembre alle 21:00 andrà in scena Snipes BOTY Italy THEATER, la serata di spettacolo che nasce dalla collaborazione pluriennale con Goethe-Institut Rom. Coreografie originali e di repertorio per una serata in cui il Breaking e Street Dance incontrano la dimensione teatrale. Fra gli ospiti principali della serata il danzatore tedesco Raphael Hillebrand di Berlino e la Compagnia Garofoli/Nexus di Roma.
SNIPES BOTY ITALYSabato 16 e domenica 17 saranno le giornate dedicate agi appuntamenti principali e più attesi, con le sfide a CREW e 1VS1 che decreteranno i nomi dei rappresentanti italiani alla finale mondiale in Germania.
Sabato 16 Settembre il Battle of the Year sarà in programma al Teatro Golden alle ore 21:00. Le migliori CREW italiane daranno vita alla consueta competizione/spettacolo. Creazioni coreografiche, battle di breakdance, virtuosismi in consolle. Una serata condotta dal rapper Rido, guidata in consolle da Dj Uragun, e arricchita dalle performance dei giudici internazionali Fastfoot (Predatroz, Russia), Danilo (DeKlan/SardiniKlan, Italia), Raphael Hillebrand (Battle Squad, Germania) e naturalmente dai migliori talenti italiani.
Domenica 17 settembre alle 17:00, sempre al Teatro Golden, per il Battle of the Year sarà il turno della competizione 1vs1. I bboy provenienti da tutta Italia si affronteranno prima per conquistare un posto fra i Top 8 (di cui fanno parte i vincitori delle selezioni che si sono svolte da febbraio a luglio lungo tutta la penisola) e poi l’ambito podio per rappresentare l’Italia il prossimo Ottobre in Germania. In consolle Dj Uragun (Italia / Ucraina) e Dj Nersone (Italia). (foto: SNIPES BOTY ITALY)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

KLM, prima compagnia aerea con account WhatsApp

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

klmWhatsApp e KLM hanno dato inizio alla fase test di un nuovo servizio su WhatsApp. KLM ora offre ai passeggeri di tutto il mondo la conferma della prenotazione, la notifica del check-in, la carta d`imbarco e le informazioni sul volo su whatsApp tramite l`applicazione WhatsApp Business. KLM inoltre risponde alle domande dei clienti in 10 diverse lingue. KLM è quindi la prima compagnia aerea al mondo ad avere un account WhatsApp business. Assieme ad un ristretto numero di aziende, WhatsApp sta testando il modo migliore per le aziende di comunicare con i clienti utilizzando WhatsApp. A tal fine, WhatsApp ha creato una soluzione aziendale che consente alle aziende come KLM di entrare in contatto con i propri clienti in modo veloce e personale usando WhatsApp. Il test è già cominciato in un numero limitato di paesi e il servizio si estenderà in tutti gli altri paesi nei prossimi giorni e settimane.
L’offerta di informazioni sui voli attraverso un account aziendale verificato WhatsApp rende le informazioni accessibili in un unico posto, rendendole fruibili in aeroporto, in viaggio o a casa. I clienti possono anche contattare direttamente gli agenti social media di KLM, 24 ore su 24, tramite WhatsApp. Il servizio è a disposizione dei clienti che prenotano i biglietti o effettuano il check-in tramite il sito http://www.klm.it e decidono di ricevere informazioni tramite WhatsApp. I messaggi possono essere letti solo dal cliente e da KLM e da nessun altro, neanche da WhatsApp. I clienti possono facilmente riconoscere le aziende certificate utilizzando l’applicazione aziendale WhatsApp. Ciò significa che i clienti vedranno un simbolo verde accanto al nome di KLM.
Dal 2009, KLM è considerata all`avanguardia nel campo dei servizi e delle campagne di social media. KLM ha oltre 25 milioni di fan su varie piattaforme di social media. Attraverso questi canali, KLM riceve più di 100.000 menzioni a settimana, di cui 15.000 domande o osservazioni. Queste sono oggetto di risposta personale da parte di più di 250 agenti, che costituiscono il più grande gruppo dedicato ai social media al mondo. Su WhatsApp, Facebook, Messenger, Twitter, LinkedIn, WeChat e KakaoTalk (Corea), KLM offre ai propri clienti un servizio personalizzato 24 ore su 24 in nove lingue diverse: olandese, inglese, tedesco, spagnolo, portoghese, francese, cinese, giapponese e coreano. Durante gli orari di ufficio, KLM offre il servizio anche in italiano. KLM è stata la prima compagnia aerea al mondo a offrire ai clienti la possibilità di ricevere documenti di volo e aggiornamenti di stato tramite Messenger, Twitter e WeChat.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lavoro: Governo nel caos

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

infortuni-lavoro“Oggi apprendiamo dai giornali dell’ennesima giravolta del governo: Gentiloni sconfessa Renzi. Non più incentivi temporanei e riduzione del cuneo fiscale, ma decontribuzione solo per giovani e solo per tre anni. Un nuovo imbroglio del governo”.Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.“A parte l’effetto spiazzamento sul mercato del lavoro, a parte un ulteriore scasso del regime previdenziale, a parte che non si interviene su altre fasce di età, sul mercato del lavoro la confusione regna sovrana.Non si capisce più chi sia il ministro del Lavoro, non si comprende cosa si voglia fare tra sanatorie e stabilizzazioni di massa per centri impiego, un confuso e fallimentare assegno di ricollocazione, 200 tavoli di crisi irrisolti, il ritorno del sommerso dopo l’abolizione dei voucher, la confusione del sistema duale di alternanza scuola-lavoro. Insomma, tra caos e imbrogli si crea solo sfiducia. E come si finanzia tutto ciò? Ancora con deficit e debito… e restiamo ultimi in Europa per crescita”.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nel mondo 123 milioni di bambini fuori dalla scuola

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

unicefSecondo l’UNICEF, negli ultimi 10 anni la percentuale di bambini e giovani tra i 6 e i 15 anni che non vanno a scuola è appena diminuita: oggi l’11,5 % dei bambini in età scolare – pari a 123 milioni – non frequenta la scuola, nel 2007 erano il 12,8% – ovvero 135 milioni.I bambini che vivono nei paesi più poveri del mondo e nelle zone di conflitto sono colpiti in maniera sproporzionata. Dei 123 milioni di bambini che non frequentano le scuole, il 40% vive nei paesi meno sviluppati e il 20% in zone di conflitto. Le guerre continuano a minacciare – e a invertire – i progressi fatti nel settore dell’istruzione. I conflitti in Iraq e Siria si sono tradotti in altri 3,4 milioni di bambini che non seguono percorsi scolastici, portando il numero dei bambini fuori dalle scuole in Medio Oriente e in Nord Africa ai livelli del 2007 con circa 16 milioni di bambini. A livello globale, il 75% dei bambini in età da scuola primaria e secondaria inferiore che non frequentano la scuola si trova in Africa sub sahariana e Asia del Sud – dove ci sono alti livelli di povertà, rapido aumento della popolazione e ricorrenti emergenze.
Alcuni progressi però sono stati fatti. L’Etiopia e la Nigeria, che sono tra i paesi più poveri del mondo, negli ultimi 10 anni hanno fatto i più grandi progressi nel tasso di iscrizione a scuola dei bambini in età da scuola primaria con un aumento, rispettivamente, di oltre il 15% e di circa il 19%. Secondo l’UNICEF, i diffusi livelli di povertà, i conflitti protratti nel tempo e le emergenze umanitarie complesse hanno causato l’arresto di questo tasso, che necessita di maggiori investimenti per rispondere alle cause che tengono i bambini vulnerabili fuori dalle scuole. “Gli investimenti mirati a far crescere il numero di scuole e insegnanti per far fronte alla crescita della popolazione non sono sufficienti. Questo approccio tradizionale non riporterà i bambini più vulnerabili a scuola – e non li aiuterà a sviluppare il proprio pieno potenziale – se continueranno ad essere intrappolati in povertà, deprivazione e insicurezza,” ha dichiarato Jo Bourne, Responsabile UNICEF per l’Istruzione. “I governi e la comunità globale devono focalizzare i loro investimenti sull’eliminazione di fattori che in primo luogo non consentono ai bambini di andare a scuola, dovrebbero inoltre rendere le scuole sicure e migliorare insegnamento e apprendimento.” La mancanza di fondi per l’istruzione nelle emergenze sta colpendo l’accesso alle scuole dei bambini che vivono in situazioni di conflitto. In media, meno del 2,7% degli appelli umanitari a livello globale sono dedicati all’istruzione. Nei primi 6 mesi del 2017, l’UNICEF ha ricevuto soltanto il 12% dei fondi richiesti per garantire istruzione ai bambini che vivono in situazioni di crisi. Sono necessari più fondi per rispondere al numero crescente e alla complessità delle crisi e per dare ai bambini la stabilità e le opportunità di cui hanno bisogno. “Imparare garantisce ai bambini colpiti dalle emergenze un aiuto nel breve periodo, e nel lungo periodo rappresenta un investimento cruciale per lo sviluppo delle loro società. Ma gli investimenti nell’istruzione non rispondono alla realtà di un mondo instabile. Per rispondervi, è necessario che ci siano fondi per l’istruzione nelle emergenze maggiori e meglio pianificati,” ha concluso Bourne.

Posted in Estero/world news, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“La fisioterapia rimette in moto la vita”

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

san lazzaro di savenaSan Lazzaro di Savena (Bo) 9 settembre presso il palazzetto dello sport: “Una giornata importante per abbattere le barriere”, così l’ha definita Tavarnelli. “Sarà possibile per chiunque provare la scherma, quella in carrozzina e quella per non vedenti con l’aiuto di maestri e tecnici. Ci saranno poi grandi atleti che ci mostreranno dei veri ‘assalti’”, come Emanuele Lambertini vicecampione under 17 e poi 23 fioretto e spada paralimpico, un esempio di grande amore per la scherma che con il supporto della fisioterapia ha cambiato la sua vita dopo l’amputazione di una gamba. “La giornata si concluderà con un momento di musica per dare ancora di più il senso di una festa. Una giornata da ricordare, la festa della fisioterapia, che rimette in movimento la tua vita”, ha detto ancora il presidente AIFI.
La seconda iniziativa organizzata dall’Associazione italiana fisioterapisti si avvale invece della collaborazione e il sostegno di Federfarma, che oggi aderisce alla giornata informativa su tutto il territorio nazionale, presso le farmacie che si renderanno disponibili, dove i fisioterapisti soci AIFI potranno offrire un servizio informativo e consultivo gratuito sulla fisioterapia a tutti i cittadini interessati.
“Abbiamo siglato un accordo con Federfarmarma- ha spiegato Tavarnelli- con il duplice obiettivo di rafforzare nella cittadinanza il ruolo del fisioterapista e la conoscenza di questa figura, e quello dell’aspetto di centro di educazione sanitaria dei cittadini da parte delle farmacie. Saranno presenti i nostri associati per potere dare risposte a tutte le richieste e divulgare materiale informativo sul ruolo del fisioterapista e sulla valenza della fisioterapia”. Lo scopo di queste giornate, è dunque quello di sensibilizzare sulla figura del fisioterapista e sul fenomeno dell’abusivismo professionale: “Noi mettiamo in campo durante tutto l’anno iniziative contro l’abusivismo. Fino a che non ci sarà un Ordine professionale, noi saremo perennemente in campo per aiutare i cittadini a riconoscere il fisioterapista certificato. Proprio per questo l’AIFI è costantemente a disposizione delle amministrazioni pubbliche e dei singoli cittadini per la verifica dei titoli dei fisioterapisti. Tutte le iniziative che organizziamo fanno parte di quell’opera di sensibilizzazione della nostra campagna che si chiama appunto ‘Le mani giuste’”, ha concluso il presidente Tavarnelli.
“E’ assolutamente importante che il cittadino abbia consapevolezza del ruolo del fisioterapista nell’ambito del sistema salute, e sia quindi in grado di compiere scelte informate e consapevoli, in risposta ai propri bisogni. In mancanza di un Ordine professionale è difficoltoso quantificare il numero dei fisioterapisti ‘veri’, abbiamo comunque la certezza che il numero di abusivi sia spaventoso. Basta notare la quantità abnorme di pubblicità ingannevole, le locandine sui pali della luce che promettono di curare tutti i mali. Da anni abbiamo iniziato a ragionare in positivo, dicendo chi siamo e cosa facciamo, raccomandando ai cittadini di fare attenzione, ricordando a tutti che i nostri associati sono veri professionisti”. E’ quanto ha dichiarato Mauro Tavarnelli, presidente dell’AIFI, in merito alla Giornata mondiale della fisioterapia.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fortunato Depero: in mostra a Modena il suo futurismo

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

deperoModena 14 ottobre – 11 novembre 2017 Ingresso: gratuito Studio Marco Bertoli – Art Consulting via Carlo Farini 56,(terzo piano) Orari: al lunedì al sabato, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00. Catalogo: a cura di Maurizio Scudiero. E’ una selezione di olii, acquerelli, arazzi e disegni preparatori dell’eclettico artista, uno dei più importanti rappresentanti del Futurismo, sono esposti al pubblico modenese per la prima volta. Oltre venti opere provenienti da importanti collezioni private in una mostra, a ingresso gratuito, a cura di Marco Bertoli, presso lo studio di consulenza Art Consulting in via Carlo Farini 56 a Modena. A realizzare il catalogo è lo storico dell’arte e consulente per il Futurismo alla Yale University Maurizio Scudiero, uno dei massimi esperti di DeperoArazzi, acquerelli, collage e tarsie di stoffe colorate, olii e disegni preparatori, oltre ai celebri manifesti pubblicitari e a copertine di riviste: uno scorcio che va dal 1917 al 1947 sulle opere dell’artista futurista, esposto nell’ambito della mostra “Fortunato Depero”, trent’anni di produzione “eclettica e pirotecnica” come la definisce lo storico dell’arte Maurizio Scudiero che ne ha curato il catalogo.
Un’occasione unica per ammirare, in una panoramica di trent’anni di attività, pezzi che vanno da “Costruzione di gobbo” (1917, matita e acquerello su carta) a “Danza di coni” (1947 circa, matita e inchiostro su carta), dalla serie di collage di carte colorate dedicata ai “Numeri” (del 1926 circa), alle “Donne del tropico” (1945, olio su tavola).
“L’Arte dell’avvenire sarà potentemente pubblicitaria” scrive Depero nel suo “Manifesto dell’arte pubblicitaria”, sempre del 1931, fino alle copertine di prestigiose riviste, realizzate nel periodo newyorkese come “Vogue” del 1930, o subito dopo come “La Rivista” del 1930-31.
Sia sul versante della grafica pubblicitaria che in quello della realizzazione delle copertine Depero rimane fedele a una continua rivisitazione iconografica: i personaggi delle sue opere sono costituiti da forme piatte e stilizzate provenienti dal mondo del teatro. Per conferire dinamicità alle composizioni ricorre quasi sempre all’espediente di un certo diagonalismo. Figura geometrica utilizzata per eccellenza è il parallelepipedo: luci e colori sono giocati su forti contrasti, con una predilezione nell’uso del bianco, del nero e del rosso, con un approccio aggressivo che ha influenzato una buona parte della grafica pubblicitaria successiva. Così come non si può non notare l’influenza che opere come “I gondolieri (o coleotteri veneziani)” del 1924-25, esposti in mostra, hanno avuto sull’arte seriale di Andy Warhol.
“Depero anticipò di cinquant’anni la Pop art – spiega Maurizio Scudiero – Anche se la sua non era una serialità industriale, bensì artigianale: ogni lavoro era unico pur nella molteplicità delle sue realizzazioni”. http://www.marcobertoli.com (foto: depero)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Explore Audrey Hepburn’s Personal World On & Off Screen At Christie’s

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

hepburnLondon. Christie’s flagship live and online auctions of the Personal Collection of Audrey Hepburn are a celebration of the life and career of arguably the most famous screen actress of the 20th Century, as seen through the lens of the objects she collected, used and loved. Following the initial announcement, a total of almost 500 lots will be offered in September 2017, across two auctions (Part I and Part II), providing a remarkable opportunity to explore Audrey Hepburn’s personal world, both on and off screen.
The journey ‘begins’ with the earliest item from Hepburn’s collection: a 1940s black lacquered board suitcase, Nedfabrikaat (made in the Netherlands), possibly the suitcase with which she arrived in the United Kingdom (estimate: £400-600) and also the earliest professional lot: a contract for the London production of the hit Broadway musical ‘High Button Shoes’, 1948-1949 (estimate: £1,000-1,500). (photo: Hepburn)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Grand oral des europdéputés: Que font nos eurodéputés?

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

le mansLe Mans, 19 septembre 2017 18h00 > 20h00 EVE-Scène universitaire, Avenue R. Laënnec, 72000 Le Mans. L’Institut Jacques Delors, en partenariat avec Alliance Europa, l’Université du Maine et la Maison de l’Europe Le Mans – Sarthe, organise un débat avec les eurodéputés de l’eurocirconscription Ouest afin de revenir sur leur bilan à mi-mandat. Programme:
18h00 > 18h15 – Mot d’accueil Rachid EL GUERJOUMA, Président de l’Université du Maine
18h15 > 20h00 – Quel bilan et quels défis européens pour les parlementaires de l’Ouest ?
Jean ARTHUIS, Député européen, ADLE, Marc JOULAUD, Député européen, PPE, Gilles LEBRETON, Député européen, ENL, Emmanuel MAUREL, Député européen, PSE. Intervention des experts Débat avec le public. Débat animé par Fabien CAZENAVE, Journaliste chez Ouest France.
Les parlementaires européens élus en 2014 sont arrivés à mi-mandat en 2017. L’occasion pour l’Institut Jacques Delors, en partenariat avec le Mouvement Européen-France et sur la base de données VoteWatch, d’analyser les votes exprimés par les parlementaires élus en France sur 20 enjeux emblématiques soumis à leur approbation. Investiture de la Commission Juncker, TTIP, secret des affaires, Agence européenne de garde-frontières et de garde-côtes, accord avec l’Iran,… autant de sujets sur lesquels les parlementaires européens ont eu à s’exprimer au cours de deux ans et demie de mandat, et repris dans 20 infographies déclinées sur le plan national et par eurocirconscription. Elles permettent de mettre « des visages sur les clivages » politiques qui structurent la vie démocratique du Parlement européen, et qui ne sont pas mécaniquement figés par le clivage droite-gauche ou la nécessité de soutenir un gouvernement, comme au niveau national. C’est en partenariat avec Alliance Europa, l’Université du Maine et la Maison de l’Europe Le Mans – Sarthe, que l’Institut Jacques Delors organise un débat avec les eurodéputés de l’eurocirconscription Ouest pour continuer de donner un visage à ces clivages et permettre un dialogue citoyen entre eurodéputés et citoyens européens au sujet du rôle du Parlement européen, de celui des eurodéputés, et des différents enjeux européens sur lesquels ils sont amenés à s’exprimer. Ces débats permettront aussi la prise de parole de différents professeurs et chercheurs, experts des enjeux abordés, afin d’éclairer au mieux cette rencontre citoyenne. (photo: le mans)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A settembre sono molti gli studenti italiani in partenza per un interscambio all’estero!

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

Gli studenti universitari italiani si accingono ad iniziare il nuovo anno accademico e molti di questi spenderanno i primi mesi all’estero. Secondo i dati raccolti annualmente dal Consorzio interuniversitario AlmaLaurea, infatti, il numero di laureati degli atenei italiani che svolge un periodo di scambio all’estero è in aumento: nel 2016,ad esempio, più del 10% ha svolto un periodo di formazione in un altro Paese. momondo (www.momondo.it) ha quindi analizzato i prezzi dei voli dai principali aeroporti italiani verso i quattro paesi più scelti per programmi di scambio evidenziando che, in almeno una data vicina all’inizio dell’anno accademico, il prezzo di un biglietto aereo con partenza da Milano o Roma ha un costo che si aggira fra i 12 e i 34 Euro. Spagna, Francia, Germania e Regno Unito in quest’ordine sono le destinazioni maggiormente scelte dagli universitari Italiani secondo i dati di AlmaLaurea. momondo.it ha quindi analizzato i prezzi dei voli verso le città che ospitano i principali poli universitari dei quattro Paesi compresi fra l’1 e il 30 settembre 2017 e ha scoperto che è possibile raggiungere la propria destinazione di scambio preferita a partire da 12 euro.
E’ la Spagna la destinazione preferita dagli universitari italiani quando si tratta di spendere un periodo di studi all’estero. In particolare momondo.it ha rilevato che è il capoluogo lombardo la città più conveniente da cui partire per un Erasmus presso i principali poli universitari iberici con Milano direttamente collegata a Madrid e Barcellona con voli a partire da 17 Euro e a Valencia a partire da 22 Euro, leggermente più caro il prezzo del biglietto per gli studenti in partenza da Roma, connessa direttamente a Madrid con voli a partire da 43 euro, a Barcellona con prezzi a partire da 19 Euro e a Valencia a partire da 29 Euro.
Al secondo posto la Francia, con Parigi, Nizza e Lilla al centro dell’interesse degli studenti italiani. La tratta Milano – Parigi risulta la più economica in assoluto, con biglietti a partire da 12 Euro. I voli Roma – Parigi risultano anch’essi fra i più economici, con un prezzo a partire da 14 Euro. Meno fortunati gli studenti in partenza da Milano con destinazione Nizza: la tratta infatti non è coperta da voli diretti e le opzioni con scalo disponibili su momondo.it partono da 78 Euro, mentre la tratta Roma – Nizza è collegata direttamente con prezzi a partire da 30 Euro. Per chi è diretto a Lilla, invece, il trucco per risparmiare sul volo è atterrare a Brussels e spostarsi poi in treno o autobus: Milano è collegata direttamente all’aeroporto principale di Brussels (BRU) con voli a partire da 13 Euro; mentre da Roma, si trovano biglietti a partire da 21 euro.
La terza classificata fra le destinazioni più scelte dagli universitari italiani è la Germania, con prezzi simili a Spagna e Francia. Milano – Berlino è infatti servita da voli con prezzi a partire da 13 Euro. Leggermente più costosa la tratta Milano – Monaco di Baviera, (da 29 Euro). Anche la partenza da Roma è vantaggiosa anche se meno economica rispetto alla città meneghina: Roma – Berlino da 23 Euro, Roma – Monaco di Baviera da 43 Euro.
Per finire, il Regno Unito, anche grazie all’elevata domanda e ai diversi vettori in concorrenza che coprono le tratte dai principali scali italiani, è raggiungibile con prezzi altrettanto convenienti. Da Milano, infatti, Londra è raggiungibile a soli 13 Euro e Manchester con 34 Euro. Anche gli studenti romani possono approfittare di settembre per raggiungere la capitale britannica con Roma – Londra a partire da 17 Euro. Roma – Manchester è invece la tratta meno conveniente, con voli a partire da 84 euro. (foto: sorbonne, barcellona, manchester)

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola Personale: grazie a internet addio tempi “biblici” per le ricostruzioni di carriera dei neo-assunti

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

ministero-pubblica-istruzioneLa Nota Miur n. 17030/2017, recante le nuove modalità e le tempistiche di presentazione delle domande di ricostruzione della carriera per il personale di ruolo che ha superato l’anno di prova, prevede che l’amministrazione scolastica di competenza, entro il 28 febbraio dell’anno immediatamente successivo alla proposizione della domanda, verifichi i servizi dichiarati dal dipendente e provveda a emettere il decreto di ricostruzione di carriera. Basti pensare che con le procedure tradizionali potevano passare anche più di cinque anni per ottenere il decreto, a causa dell’alto numero di pratiche rispetto all’irrisoria quantità di impiegati delle Direzioni Provinciali del Tesoro, soprattutto nelle province maggiori.Il problema è che il mezzo si adegua ai tempi, ma non la norma. Perché il Ministero continua a dare indicazione ai dirigenti scolastici di riconoscere per intero solo i primi 4 anni di pre-ruolo, mentre tutto il resto del servizio svolto come supplente vale solo per due terzi. Così, ad esempio, a un precario storico con 16 anni di pre-ruolo vengono tolti illegittimamente, ai fini della carriera, ben 4 anni. L’Anief invita ad aderire al ricorso per l’integrale riconoscimento del servizio preruolo e a quello per il riconoscimento del servizio svolto nelle scuole paritarie.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Abbiamo già vinto più volte in tribunale ottenendo il riconoscimento della pari dignità al servizio da precari e anche sulla questione del servizio svolto nelle scuole paritarie, abbiamo ottenuto successo ai fini dell’attribuzione di punteggio per la mobilità e abbiamo ottenuto pronunce anche sulla valutabilità di tali esperienze ai fini della carriera. Non esistono servizi di serie A o di serie B; esistono attività lavorative che hanno incrementato l’esperienza del lavoratore e che devono correttamente essere riconosciute ai fini delle progressioni di carriera senza alcuna discriminazione.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Un popolo di analfabeti di ritorno

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

scuolaCosì ci potremmo definire, stando ai risultati dell’indagine promossa dall’OCSE sulle competenze alfabetiche e matematiche delle persone tra 15 e 65 anni, in 24 Paesi nel mondo. Siamo ultimi per quelle alfabetiche e penultimi in quelle matematiche. Insomma non siamo in grado di accedere, utilizzare, interpretare e comunicare le informazioni numeriche nè sappiamo comprendere, valutare e usare testi scritti per sviluppare conoscenze e potenzialita’. Non va meglio per le nuove generazioni, poiche’, secondo un’indagine internazionale, promossa dall’OCSE-OECD, gli studenti italiani sono penultimi in Europa per la capacità di comprensione di un testo, penultimi nelle cognizioni scientifiche e terzultimi in quelle matematiche. In una lettera al governo, del febbraio scorso, 600 docenti universitari denunciavano le carenze linguistiche dei loro studenti universitari, con errori appena tollerabili in terza elementare (grammatica, sintassi, lessico). Secondo il linguista Tullio De Mauro, scomparso recentemente, il 70 per cento degli italiani sono analfabeti funzionali, cioè hanno gravi difficoltà nella comprensione di un testo. “Il 70 per cento degli italiani non capisce quello che legge” sintetizzava il professor De Mauro.
Si capisce perché siamo diventati un popolo di creduloni (scie chimiche, teoria dei complotti, vaccini, ogm, ecc.). La paura cresce dove c’e’ ignoranza. Un compito arduo attende il prossimo governo e l’intera classe docente (a giorni inizia l’anno scolastico). Ce la faranno? (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola – Concorso a cattedra: persi il 42% dei posti per colpa del Miur

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

scuola-digitale-casnati-como-800x500_cSarebbero 22mila su 52mila le cattedre che non andranno a ruolo per mancanza di aspiranti nelle GaE e nelle graduatorie di merito: rispetto alle immissioni in ruolo previste dal Ministero, mancano 10mila docenti di sostegno, più altri 12mila su cattedra comune, di cui circa 1.500 abilitati solo in matematica. Scarseggiano poi i docenti di lingue straniere della secondaria di secondo grado, soprattutto di spagnolo e al Nord. Sempre nella parte alta della Penisola mancano tanti docenti di lettere alle superiori. Questo significa che questi posti andranno tutti a supplenze annuali, per le quali erano previsti già 85mila contratti. Per la Ministra dell’Istruzione “se quest’anno ci saranno cattedre vuote in alcune discipline è perché non ci sono più docenti nelle graduatorie, soprattutto al Nord. Anche per questo abbiamo disegnato, con i decreti attuativi della riforma, un nuovo modello di reclutamento per la scuola secondaria”. Si va avanti, quindi, con la soluzione che porterà docenti in cattedra a tempo indeterminato solo dopo un lungo periodo, che varia tra i 3 e i 5 anni. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): E nel frattempo? Continueranno a ingrossarsi i numeri delle supplenze annuali. Con chi si è già formato chiamato a iscriversi all’ennesimo corso, con l’aggravante che dovranno pure lavorare per un certo periodo con lo stipendio più che ridotto. Altro che precariato messo alle spalle. Chi governa la scuola italiana ha agito all’opposto di quello che si doveva fare: assumere gli abilitati e pagarli da professionisti. Con l’aggravante di volere scaricare le responsabilità non su amministratori, politici e Parlamento, ma sui giudici che applicano la legge e difendono i principi della Costituzione. E il rimedio al problema non può essere certo quello di attuare un concorso a cattedra ogni anno, visto che sarebbe motivo di creazione di ulteriori graduatorie. C’è da fare solo una cosa: assumere subito chi è abilitato a questa professione, dovunque sia posizionato in graduatoria e ancora di più laddove vi sono posti vacanti che andranno a supplenza.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Christo, Uto Ughi, Toscani e Gabriele Lavia ad Assisi

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

 

Teatron di San Carlo - Uto Ughi violino, Alessandro Specchi pianoforte

Assisi dal 14 al 17 settembre 2017 per la terza edizione del Cortile di Francesco alla sezione “L’arte ci guarda” fa tappa ad Assisi con diversi appuntamenti di caratura internazionale. La manifestazione coinvolgerà nella quattro giorni più di 70 relatori tra esponenti della società civile, cultura, politica e arte per ascoltare e dialogare sul tema del “cammino”. Grande protagonista sarà Christo, presente nella città di San Francesco e Santa Chiara per parlare del progetto avviato con la moglie Jeanne-Claude e che li ha visti artefici nel corso della loro attività di una serie di installazioni in cui l’arte incontrava il paesaggio. Ultima in ordine cronologico, The Floating Piers, la celebre passerella galleggiante realizzata lo scorso anno sul Lago d’Iseo. A distanza di un anno, Christo arriva ad Assisi per incontrare il grande pubblico. L’appuntamento è per venerdì 16 settembre, alle 21.30, nella Basilica Superiore di San Francesco. L’artista, inoltre, sarà protagonista in una mostra fotografica di Wolfgang Volz, dal 14 settembre al 7 gennaio. Le esclusive lezioni musicali a porte aperte, in collaborazione con l’Associazione Arturo Toscanini di Savigliano, del Maestro Uto Ughi a 20 nuovi talenti selezionati da lui stesso e dalla Toscanini il 14 settembre alle 11.00 e un esclusivo concerto nella Basilica Superiore il 15 alle 21.00.
Tra gli ospiti della sezione “L’arte ci guarda” anche il fotografo, Oliviero Toscani presente come relatore, nell’incontro dal titolo “Design for Humanity”, in programma sabato 16 settembre alle 17.30 assisinella Basilica Superiore di San Francesco, e come artista con una mostra delle sue opere intitolata “La razza umana” visibile fino al 26 settembre.Altro appuntamento sarà quello con l’artista concettuale e pittore, Emilio Isgrò, celebre per la sua poetica della “cancellatura”, strumento con cui dagli anni Settanta ormai restituisce all’immagine quel ruolo di primo piano che la parola gli ha tolto. Isgrò sarà presente domenica 17 settembre alle 17.30 nel Salone Papale del Sacro Convento di Assisi, dove terrà un incontro dal titolo “Il mio Cantico” per parlare di “riparazioni”, non di cancellature.L’evento finale della manifestazione sarà quello di Gabriele Lavia che leggerà i testi di Dante, Omero, della Bibbia e degli scritti di San Francesco accompagnati dalla musica per coro e orchestra della Cappella Musicale della Basilica di San Francesco, diretta dal Maestro padre Giuseppe Magrino, e il concerto per fagotto di Filippo Piagnani.
Il Cortile di Francesco è realizzato dal Pontificio Consiglio della Cultura, dal Sacro Convento di Assisi, dalla Conferenza Episcopale Umbra e dall’Associazione Oicos Riflessioni e si inserisce all’interno del progetto “Il Cortile dei Gentili”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La polizia locale abbandonata dallo Stato

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

vigili-urbani“La Polizia Locale rappresenta il primo presidio alla sicurezza del cittadino nelle nostre città. E nonostante queste siano sempre più pericolose, gli agenti chiamati a difendere noi e le nostre famiglie sono letteralmente abbandonati dallo Stato, ridotti nel numero e negli strumenti e sempre più in là come età media”. Lo dichiara l’On. Sandra Savino, esponente di Forza Italia.“Alla luce – prosegue la parlamentare – della mutazione che la fisionomia delle nostre città ha subito in questi anni e dei sempre più elevati rischi per la sicurezza dei cittadini, oggi più che mai è urgente mettere mano finalmente alla tanto attesa riforma della Polizia Locale. Il Ministro Minniti, presente oggi in FVG, se ne faccia carico, dimostrando per una volta che lo Stato centrale non lascia i suoi migliori e più preziosi servitori a se stessi”. “Casi come quello dell’agente picchiato a colpi di casco a Catania non devono verificarsi mai più, a costo di affiancare alla Polizia Locale pattuglie della Polizia di Stato e dell’Esercito, soprattutto nelle zone più calde del Paese. In attesa di una decisione da parte dell’Esecutivo, esprimo la mia più viva solidarietà e vicinanza a Luigi Licari, agente di Catania abbandonato dallo Stato”, conclude Sandra Savino.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“GDS Index: i parametri che rendono sostenibile una destinazione per eventi”

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

GDS IndexMilano mercoledì 13 settembre dalle ore 9.00 alle 10.30 presso gli East End Studios di Milano, nel corso di DIGITAL MICE si parlerà nel corso di un seminario di “GDS Index: i parametri che rendono sostenibile una destinazione per eventi”.
Moderato da Patrizia Semprebene Buongiorno, vice President AIM Group International, vedrà la partecipazione di Guy Bigwood, Group Sustainability Director MCI Group (co-ordinating partner del GDS Index), Ines Antti-Poika, Convention Director Helsinki Convention Bureau, e Pier Paolo Mariotti, CMP CMM di Eurac Research di Bolzano. (foto: GDS Index)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al via le iscrizioni all’edizione 2018 del premio dell’UE per le donne innovatrici

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

european-unionLa Commissione europea apre la quinta edizione del Premio dell’Unione europea per le donne innovatrici, che sarà conferito a imprenditrici che sono riuscite ad immettere sul mercato le loro innovazioni straordinarie. Il primo premio è di 100 000 euro, il secondo e il terzo ammontano rispettivamente a 50 000 e 30 000 euro, mentre una giovane imprenditrice a inizio carriera si aggiudicherà il Rising Innovator Award, un premio speciale del valore di 20 000 euro. Carlos Moedas, Commissario per la Ricerca, la scienza e l’innovazione, ha dichiarato: “Il Premio dell’Unione europea per le donne innovatrici dà riconoscimento pubblico a imprenditrici d’eccellenza e ispira altre donne a seguire le loro orme. Dall’inizio del concorso abbiamo visto risultati eccezionali. Ad esempio, le vincitrici dell’edizione 2017 hanno creato un laboratorio per l’innovazione riunendo scienziati e artisti o hanno inventato il primissimo tablet digitale per non-vedenti. Sono impaziente di scoprire molte nuove idee e numerosi nuovi talenti nella prossima edizione del premio.” Il concorso è aperto alle donne dell’Unione europea e dei paesi associati al programma Horizon 2020 che hanno fondato o co-fondato le proprie imprese e che hanno beneficiato di fondi pubblici o privati per la ricerca e l’innovazione. Le domande vanno presentate entro il 15 novembre 2017 e i nomi delle vincitrici saranno annunciati l’8 marzo 2018, in occasione della Giornata internazionale della donna.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il potere e la forza dell’euro: Esperienze da consumatore e utente

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

euro-areaLe diatribe su euro SI’ ed euro NO sembra che si siano attenuate, anche da parte dei piu’ accesi sostenitori di un’uscita dalla moneta unica, anche se -probabilmente per poter giocare, come si dice, in più scarpe- questi ultimi continuano a non escludere il ricorso ad un referendum.
La politica, quella con la “p” minuscola, e’ fatta di questi elementi: enunciare alcune proprie opinioni ed idee, presentandole come “sentimento diffuso” (la famosa “opinione pubblica”), ed evocare rimedi con metodi -popolari, per carita’- inesistenti e impraticabili: il referendum, per l’appunto, che, stante l’attuale normativa, non puo’ essere fatto in materia. Questo per capire meglio il contesto in cui si svolge questo tipo di confronto. Che, sinceramente, con la mia limitata esperienza di osservatore e protagonista del quotidiano grazie ad un’associazione come Aduc, non mi e’ mai sembrato di percepire come ostile alla moneta unica. Anzi. Sara’ il fatto che io -ed Aduc-, nella mia politica civica, non ho da vendere nulla, ma solo da offrire servizi, consigli e aiuti. Quindi l’euro ha un valore e ci serve? E lo stanno capendo anche i piu’ recalcitranti? Sembra di si’, ma andiamoci coi piedi di piombo e non molliamo nello spiegarci e spiegare come e perche’ sarebbe un disastro un’Italia senza euro. Quindi senza Unione Europea. Pur coi limiti, i difetti e tutto quello che dovrebbe servire per renderla ancora migliore, nella prospettiva -come sostengono i troppo pochi che in qualche modo la pensano come me- degli Stati Uniti d’Europa.
Esempi in merito ce ne sono a iosa. Nella economia e politica nazionale, in quelle comunitarie e in quelle internazionali. Qui ne facciamo alcuni con la logica della “borsa della spesa” del consumatore e utente, non precisi al centesimo, ma esplicativi del quotidiano.
In termini di cosiddetta macroeconomia cito soltanto la vicenda della sterlina britannica. Moneta sempre forte per definizione e fatti, su cui noi italiani abbiamo sempre avuto una certa sottomissione, tragica quando c’era la lira italiana, meno tragica da quando c’e’ l’euro. Da quando i britannici hanno deciso di uscire dalla Ue (Brexit) e’ successo che la sterlina ha quotidianamente perso valore rispetto all’euro. Nei listini ufficiali di cambio c’e’ ancora una certa differenza: mentre scriviamo il cambio e’ 1 sterlina = 0,92 euro. Solo qualche mese fa 1 sterlina era intorno a 0,75 euro. Nel quotidiano londinese, invece, ci risulta che la parita’ euro-sterlina sia nei fatti, e si osserva e percepisce anche quando si va in vacanza. Ve l’immaginate le performance che avrebbe fatto la lira se oggi l’Italia non facesse parte della zona euro? Cioe’ una valuta che avrebbe dovuto considerare solo la nostra economia nazionale nei confronti della Gran Bretagna, e non anche quelle -per esempio- francese, tedesca, olandese e belga?
In termini di cosiddetta microeconomia mi limito a descrivere alcune recenti esperienze internazionali di un consumatore e utente in vacanza, alle prese col quotidiano. Facciamo l’esempio del Giappone. E’ risaputo che sia un Paese molto costoso (soprattutto la capitale Tokyo), ma e’ un “risaputo” che, a nostro avviso, e’ incrostato sul passato, quando non c’era l’euro e la lira era la nostra moneta. Un passato che, come tutti i fenomeni culturali anche se collegati all’economia, ha bisogno di tempo per diventare solo storia. Per 1 euro, al cambio di oggi, ci vogliono circa 130 yen. Quindi per 1.000 yen ci vogliono 7,70 euro. Se si va oggi a Tokyo, con 1.000 yen ci si rende conto che si puo’ comprare quello che da noi si compra con 10 euro. Qualcuno ha l’ardire di dire che potrebbe essere altrettanto se, a Tokyo, avremmo dovuto utilizzare la lira per fare le nostre operazioni di cambio e di acquisto e consumo? Piu’ articolato sarebbe il discorso nei confronti del dollaro Usa, che pero’ ci porterebbe a risultati simili… ma lo faremo in un’altra occasione.
Questo significa avere una moneta forte. L’euro: frutto di una mediazione tra le varie economie dei Paesi comunitari e della forza dell’economia comunitaria in se’. Ed e’ questo che ci consente, nell’esempio delle vacanze e non solo, di poter affrontare la nostra quotidianita’ con forza e certezze che, altrimenti, la nostra sola economia nazionale non sarebbe capace di darci. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cresce l’attenzione attorno al futuro di Atac

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

atac-romaI dipendenti della società romana tra le più importanti a livello europeo nella gestione del servizio pubblico del trasporto sono in agitazione essendo l’azienda coinvolta nel piano di ristrutturazione e razionalizzazione sfornato dall’Assessore uscente Colomban. Per questo motivo l’USB ha convocato per il prossimo 29 settembre uno sciopero cittadino, chiamando alla partecipazione le organizzazioni e le associazioni e i movimenti del territorio, per difendere il carattere pubblico delle aziende di interesse collettivo e per far comprendere a questa amministrazione che i problemi della città non sono i lavoratori, né tanto meno i poveri e i migranti, ma la mala gestione della politica e dei dirigenti che fino ad ora hanno amministrato i servizi nella nostra città. Anche i lavoratori delle aziende degli appalti scenderanno in piazza, in solidarietà ai lavoratori Atac e per denunciare attraverso le loro testimonianze, gli effetti nefasti della privatizzazione dei servizi pubblici.Come per i lavoratori della società Corpa, che non percepiscono da due mesi lo stipendio. USB ha già rivolto un appello a tutti i consiglieri comunali chiedendo un voto di responsabilità nei confronti dei cittadini e dei lavoratori non accettando l’ipotesi del concordato, una scelta a scatola chiusa che esautora l’amministrazione comunale dalle future decisioni sul destino dell’azienda.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »