Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 307

Archive for 11 settembre 2017

Gran Bretagna: le questioni degli italiani all’estero

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

london-centralLondra. “Si svolgerà da oggi a giovedì 14 settembre la missione del Comitato per le questioni degli italiani all’estero del Senato della Repubblica nel Regno Unito nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulle conseguenze della Brexit per la collettività italiana residente a cui partecipo in qualità del relatore. Si tratta di un’occasione irripetibile per conoscere nei dettagli lo scenario politico, sociale ed istituzionale entro il quale sta prendendo forma il complesso percorso della Brexit e le soluzioni percorribili per tutelare i diritti acquisiti dai nostri connazionali residenti”. Lo dichiara in una nota Aldo Di Biagio, memebro del Cqie e relatore per l’indagine conoscitiva del Comitato. “La concomitanza dell’inizio della nostra missione a Londra con la prima votazione della Camera Britannica sul progetto di legge che porrà fine alla preminenza della legislazione dell’Unione Europea su quella britannica, che dovrebbe annullare il Testo delle Comunità europee del 1972, alla cui sessione parlamentare avremo opportunità di assistere – spiega Di Biagio – rappresenta una segnale non trascurabile per il nostro lavoro di indagine e confronto istituzionale in un momento delicato e ricco di spunti di approfondimento di un fenomeno socio-politico tra i più complessi della storia dell”UE. “L’agenda della missione sarà caratterizzata da diversi momenti di incontro dapprima presso la Scuola Italiana di Londra e nel pomeriggio presso la Camera dei Comuni – sottolinea – dove incontreremo Sir Edward Leigh, Presidente della Commissione di amicizia Italo-Britannica, l’on. Alberto Costa membro della medesima commissione, l’On. Hilary Benn. Presidente della Commissione parlamentare per l’uscita del Regno Unito dall’UE e l’on. Catherine West”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In Florence: un grande evento di arte contemporanea

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

in florenceFirenze 22 settembre 2017. A due anni di distanza, Piazza Signoria ospita nuovamente In Florence, un grande evento di arte contemporanea ideato da Fabrizio Moretti e Sergio Risaliti, promosso dal Comune di Firenze e organizzato in concomitanza con la Biennale Internazionale d’Antiquariato di Firenze, giunta alla sua XXX edizione. Dopo la celebre star Jeff Koons, ospite di Firenze nel 2015, il protagonista assoluto della seconda edizione di In Florence sarà lo svizzero Urs Fischer, tra i grandi artisti del panorama mondiale. Il progetto – a cura di Francesco Bonami – consiste, come di rito, nella presentazione di un’opera monumentale all’interno di quello straordinario museo della scultura a cielo aperto che è Piazza Signoria, in un contrasto quantomeno provocante tra antico e contemporaneo. L’organizzazione dell’evento è seguita dall’Associazione Mus.e.
Urs Fischer si è reso famoso nel 2011 in occasione della 50° Biennale di Venezia, quando ha fatto sciogliere una copia in cera e a grandezza reale del Ratto della Sabina del Giambologna, uno dei grandi capolavori della statuaria rinascimentale presente dal 1583 sotto la Loggia dei Lanzi. Adesso, Fischer torna sul “luogo del delitto” con un nuovo sorprendente progetto artistico, che non mancherà di suscitare forti reazioni e discussioni sul linguaggio dell’arte contemporanea, sulla ridefinizione del gusto, sull’evoluzione delle tecniche e del concetto di bellezza, in un duello tematico e formale tra “giganti”, tra neo-classicismo e informe, tra antico e moderno, tra le immagini “senza tempo” di Bandinelli, Cellini e Giambologna e quella “senza forma” – e proprio per questo “con più immagini”- di Urs Fischer, che da anni esplora questioni come l’imperfezione e l’entropia, la relazione tra opera e spazio, tra arte e mondo del cinema, tra vivere quotidiano e immaginario artistico con una carica sperimentale e una forza espressiva tanto inusuale quanto straordinaria, anche nel rinnovare o rischiare tecniche e temi senza limiti di tempo, di genere o di stile. (foto: in florence)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Europa: Unione della sicurezza

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

Jean-Claude JunckerBruxelles. La Commissione europea ha riferito oggi in merito alle azioni intraprese per conseguire gli obiettivi stabiliti dal Presidente Juncker nel suo discorso sullo stato dell’Unione del 2016, volti a rafforzare la sicurezza alle frontiere esterne dell’UE, a migliorare lo scambio di informazioni tra Stati membri, a circoscrivere lo spazio in cui i terroristi operano e a prevenire la radicalizzazione.
A un anno di distanza la Commissione ha presentato proposte per realizzare tutte le priorità relative alla sicurezza stabilite dal Presidente Juncker. La presente decima relazione sui progressi dell’Unione della sicurezza illustra anche i progressi compiuti relativamente ad altri dossier di sicurezza e descrive il proseguimento dei lavori per i prossimi 12 mesi e oltre.
Dimitris Avramopoulos, Commissario responsabile per la Migrazione, gli affari interni e la cittadinanza, ha dichiarato: «L’anno scorso sono stati fatti grandi passi avanti per realizzare un’autentica Unione della sicurezza. Ma gli attentati del mese scorso sono sufficienti – da soli – a dimostrare che dobbiamo ancora fare molto per garantire la sicurezza dei nostri cittadini. Tutte le misure previste dal Presidente Juncker nel discorso sullo stato dell’Unione del 2016 e nel programma di lavoro della Commissione per il 2017 sono state attuate. Ciò dovrebbe essere visto come una solida base per ulteriori azioni comuni nei prossimi anni. Dobbiamo lavorare tutti insieme – istituzioni , agenzie dell’UE e Stati membri – con fiducia per mettere a punto un’efficace e autentica Unione della sicurezza.»
Julian King, Commissario per l’Unione della sicurezza, ha dichiarato: «L’UE sta riducendo lo spazio in cui i terroristi possono operare, rendendo loro più difficile viaggiare, addestrarsi, ottenere denaro, armi ed esplosivi. Abbiamo reso più sicuri i nostri confini esterni, migliorato lo scambio di informazioni sui terroristi e altri criminali, e intensificato i lavori con le imprese di Internet e le comunità locali per contrastare la radicalizzazione. Ma molto rimane da fare, come hanno ancora una volta tragicamente messo in evidenza gli attentati recenti. I cittadini guardano a noi per proteggere e rafforzare la loro sicurezza; lavorando insieme dobbiamo adempiere agli impegni che abbiamo assunto.»
La Commissione ha sostenuto gli sforzi compiuti dagli Stati membri negli ultimi dodici mesi nell’ambito di due pilastri principali: affrontare il problema del terrorismo, della criminalità organizzata e delle risorse che li sostengono; e rafforzare le nostre difese e costruire la resilienza contro tali minacce.
Potenziare la sicurezza alla frontiera esterna.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno sulle teorie delle interazioni fondamentali

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

parma universitàParma Da lunedì 11 a mercoledì 13 settembre si terrà, al Centro Sant’Elisabetta dell’Università di Parma (Campus Universitario – Parco Area delle Scienze), la V edizione del convegno “Theories of the Fundamental Interactions”.
Il convegno ha cadenza biennale e ha lo scopo di riunire esperti nel campo delle teorie supersimmetriche, delle teorie di gauge, di gravità, di stringa e delle loro applicazioni in ambiti che vanno dalla fisica delle interazioni fondamentali, alla cosmologia e a sistemi della materia condensata.
Il convegno è organizzato dai proff. Luca Griguolo e Marisa Bonini del Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche dell’Università di Parma e dal prof. Domenico Seminara dell’Università di Firenze, con il supporto dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare-INFN di Roma. Le precedenti edizioni si sono tenute a Napoli (2015), Trieste (2012), Perugia (2010) e Roma Tor Vergata (2008).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’UE lancerà un’Alleanza globale per un commercio libero da tortura

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

bruxelles-1Bruxelles. La Commissaria UE per il Commercio Cecilia Malmström ha annunciato oggi che l’UE lancerà un’Alleanza internazionale per un commercio libero da tortura. L’iniziativa, frutto di uno sforzo congiunto con Argentina e Mongolia, mira a porre fine agli scambi di merci utilizzate per la pena di morte e la tortura e sarà lanciata ufficialmente il 18 settembre nel corso della settimana dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York. L’Alleanza per un commercio libero da tortura è un’iniziativa congiunta di paesi di tutto il mondo intesa ad arrestare gli scambi di merci utilizzate per la tortura e la pena di morte. Nonostante il diritto internazionale vieti la tortura in qualsiasi circostanza, gli strumenti utilizzati per infliggere dolore e morte sono tuttora commercializzati in tutto il pianeta. Tra questi figurano manganelli chiodati, cinture a scarica elettrica e aste che tengono bloccata la vita o un arto infliggendo shock elettrici, nonché sostanze chimiche e sistemi di iniezione automatici utilizzati per l’esecuzione di sentenze capitali.
“L’unico fine di questi prodotti è infliggere dolori atroci e uccidere esseri umani. Non possiamo permettere che siano commercializzati come fossero merci qualsiasi. È giunto il momento di intraprendere azioni concrete per dire una volta per tutte ‘basta’ a questo commercio esecrabile”, ha dichiarato la Commissaria Malmström. “Le norme dell’UE in questo campo hanno ottenuto risultati positivi, ma i produttori di queste merci cercano di eludere la legislazione. Più paesi aderiscono, più la nostra cooperazione sarà efficace. Nella mia carriera di Commissaria e deputata al Parlamento europeo, ho incontrato in varie occasioni vittime di tortura: rifugiati, detenuti politici, condannati a morte. Credo fermamente che la politica commerciale possa contribuire a rafforzare i diritti umani in tutto il mondo”, ha aggiunto la Commissaria Malmström.
In occasione del lancio dell’iniziativa, che si terrà il 18 settembre presso il quartier generale delle Nazioni Unite ed è frutto dello sforzo congiunto di UE, Argentina e Mongolia, i paesi aderenti firmeranno una dichiarazione politica comune (il sito web dell’Alleanza – http://www.torturefreetrade.org – è già online). Nella giornata inaugurale è attesa complessivamente l’adesione di circa 50 paesi membri delle Nazioni Unite in tutto il mondo (Africa, America, Asia ed Europa). L’Alleanza potrebbe costituire una base per ampliare la cooperazione a livello dell’ONU in questo campo.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Volkswagen esortata a finalizzare la riparazione di tutti i veicoli interessati dallo scandalo delle emissioni

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

volkswagenBruxelles. Le autorità per la tutela dei consumatori dell’UE e la Commissione europea hanno inviato una lettera congiunta all’amministratore delegato di Volkswagen con la quale esortano il gruppo a riparare rapidamente tutti i veicoli interessati dallo scandalo del “dieselgate”. Dopo gli incontri con la Commissaria Jourová nel 2016, Volkswagen si era impegnata a riparare tutti i veicoli interessati entro l’autunno 2017. Oggi le autorità per la tutela dei consumatori dell’UE, sotto l’egida dell’autorità olandese per i consumatori e i mercati (ACM), esortano Volkswagen a confermare entro un mese che questo piano sarà mantenuto. Esse chiedono la piena trasparenza su questo processo, inclusa una relazione dettagliata su quanto sia stato fatto e quanto resti ancora da fare. Volkswagen dovrebbe garantire di risolvere qualsiasi eventuale problema successivo alla riparazione, in quanto la Commissione ha chiesto che tutti i veicoli interessati del costruttore siano resi pienamente conformi alle norme di omologazione.
La Commissaria Jourová ha dichiarato: “Sono soddisfatta di vedere che le autorità per la tutela dei consumatori preposte al rispetto del diritto dell’UE sono unite di fronte a Volkswagen e che insistono affinché le nostre richieste siano rispettate. Agendo insieme le autorità per la tutela dei consumatori possono garantire che il diritto dell’UE in materia di consumatori sia rispettato in tutta l’Unione.”
Le autorità della rete di cooperazione per la tutela dei consumatori attendono un riscontro da Volkswagen in merito ai seguenti punti, ad esempio:
Trasparenza e comunicazione: Volkswagen dovrebbe informare i consumatori individualmente e senza indugio. Volkswagen dovrebbe comunicare ai consumatori informazioni sufficienti per consentire loro di adottare decisioni ben informate. In linea con la direttiva sulle pratiche commerciali sleali, le informazioni dovrebbero includere:
o i motivi chiari e precisi per cui il veicolo deve essere riparato;
o cosa comporta la riparazione;
o cosa bisogna fare per far riparare il veicolo;
o cosa può succedere o succederà se il veicolo non è riparato;
o in quali Stati membri i veicoli che non sono stati riparati smetteranno di essere considerati conformi e quando.
Informare i proprietari di veicoli di seconda mano e i consumatori che non si rivolgono ai concessionari Volkswagen: Volkswagen dovrebbe massimizzare gli sforzi per informare i consumatori che hanno comprato i loro veicoli o che ne eseguano la manutenzione al di fuori della rete concessionaria Volkswagen (per es. veicoli d’occasione o acquistati direttamente presso gli importatori).
Sostegno ai concessionari durante il processo di riparazione: Sebbene la responsabilità di garantire la conformità di omologazione spetti ai costruttori, nell’ambito della direttiva sulla vendita e sulle garanzie il venditore è responsabile di eventuali difetti al momento della consegna dei beni. Le autorità chiedono a Volkswagen di avvalersi di tutti i mezzi disponibili per agevolare il lavoro dei concessionari.
Le autorità per la tutela dei consumatori chiedono a Volkswagen di rispondere alla domanda entro un mese e di impegnarsi in un dialogo a livello europeo. Spetterà a ciascuno Stato membro decidere il proseguimento dell’azione se Volkswagen non reagirà a questa posizione comune o se non si raggiungerà un accordo. Le autorità possono adottare le azioni appropriate alle circostanze locali, compresa un’azione di esecuzione laddove necessario.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Strengthening security: EU has key role to play, say Commissioner King and MEPs

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

europaEU security policies were debated by Civil Liberties Committee MEPs with Security Union Commissioner Sir Julian King on Thursday morning.The Comprehensive Security Assessment reviews the Union’s policies and instruments in the area of internal security over the last 15 years to see whether the activities are appropriate and effective and to identify any gaps requiring further action.After the presentation of the assessment and debate in the Civil Liberties, Justice and Home Affairs Committee, its Chair Claude Moraes (S&D, UK) said:”The serious terrorist attacks this summer have demonstrated to us yet again the need to significantly reinforce security within the EU. This comprehensive assessment provided by the Commission today responds to our request in the Civil Liberties Committee for a thorough review of the EU’s security policy to address any challenges and gaps in existing policy in the security field”.“The conclusions show that important progress has been made, but they also highlight key areas where more action is needed, such as ensuring full implementation of existing legislation by member states and better use of information already available.Parliament will continue to engage with both the Commission and the Council to ensure that particular attention is given to those instruments that have not performed as expected, and that the assessment’s findings are acted upon”, Mr Moraes ended.

Posted in Estero/world news | Leave a Comment »

Brexit: La Commissione europea pubblica i principi guida relativi all’Irlanda e all’Irlanda del Nord

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

European CommissionBruxelles. La Commissione europea ha presentato oggi i principi che guideranno il dialogo politico relativo all’Irlanda e all’Irlanda del Nord nei negoziati sulla Brexit. Il documento odierno indica la necessità di continuare a tutelare e consolidare in ogni sua parte l’Accordo del Venerdì Santo dopo il ritiro del Regno Unito dall’Unione europea così come di continuare a riconoscere la zona di libero spostamento, che facilita l’interazione fra le persone in Irlanda e nel Regno Unito. Fra gli aspetti fondamentali occorre garantire: che le istituzioni politiche congiunte sulle isole di Gran Bretagna e Irlanda, create con l’Accordo del Venerdì Santo, continuino ad operare; che la cooperazione (in particolare la cooperazione Nord-Sud fra Irlanda e Irlanda del Nord) sia tutelata in tutti i settori rilevanti; che sia tenuto in piena considerazione il diritto di nascita dei Nordirlandesi di identificarsi come Britannici o Irlandesi, o entrambi. La peculiare situazione dell’Irlanda nei negoziati sulla Brexit richiede una soluzione altrettanto peculiare. Nella prima fase dei negoziati l’UE vuole raggiungere un’intesa comune con il Regno Unito sulle conseguenze del suo ritiro sull’Accordo del Venerdì Santo e sulla zona di libero spostamento. Una volta compiuti sufficienti passi avanti sui principi presentati nel documento odierno, le discussioni potranno poi vertere sulla seconda fase dei negoziati, volta a trovare soluzioni flessibili e creative per evitare l’insorgere di una frontiera fisica sull’isola di Irlanda. Queste soluzioni devono rispettare il corretto funzionamento del mercato interno e dell’unione doganale, così come l’integrità e l’efficacia dell’ordinamento giuridico dell’UE. Poiché la decisione di uscire dall’Unione è stata presa dal Regno Unito, ad esso spetta proporre soluzioni a riguardo. Michel Barnier, capo negoziatore della Commissione europea, ha dichiarato: “Il documento pubblicato oggi sull’Irlanda e l’Irlanda del Nord è un testo conciso e completo, redatto in stretta cooperazione con il governo irlandese. Il nostro scopo è ridurre al minimo le conseguenze, per l’isola di Irlanda, della decisione britannica di uscire dall’UE. Tale decisione è stata presa dal Regno Unito: spetta quindi al Regno Unito presentare soluzioni per superare le difficoltà cui è esposta l’isola di Irlanda.” Il documento di oggi si basa sugli orientamenti del Consiglio europeo, concordati dai 27 capi di Stato o di governo il 29 aprile 2017, e sulle direttive di negoziato del Consiglio del 22 maggio 2017. Entrambi i testi riconoscono le “circostanze specifiche dell’isola d’Irlanda” e la necessità di trovare “soluzioni flessibili e creative” che rispettino al contempo l’integrità dell’ordinamento giuridico dell’Unione europea. La risoluzione del Parlamento europeo dell’aprile 2017 riconosce anch’essa la posizione unica e le circostanze particolari dell’isola di Irlanda.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

U.E. accusa italia su ritardi identificazione migranti

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

european commission“La Commissione Europea, nel documento di aggiornamento sulla situazione dei migranti pubblicato il 6 settembre (consultabile al link http://europa.eu/rapid/press-release_IP-17-3081_it.htm), ha bacchettato l’Italia per la lentezza delle procedure di registrazione dei migranti giunti sulle nostre coste, con particolare riferimento ai richiedenti asilo provenienti dall’Eritrea. Da parte dell’Europa si ipotizza quindi il caso di migranti, in questo caso eritrei che, seppur presenti sul nostro territorio, non sono stati sottoposti alle corrette procedure di identificazione. Questo, se fosse confermato, evidenzierebbe una grave negligenza: i criteri del programma di relocation, infatti, limitano ai soli siriani ed eritrei le nazionalità eleggibili che possono partecipare al ricollocamento. Sarebbe pertanto inaccettabile se le persone ricollocabili non fossero state registrate adeguatamente perché proprio la corretta registrazione è presupposto essenziale per la possibile ricollocazione. Ci auguriamo che il Governo fornisca subito al Parlamento italiano e all’Unione Europea tutti i chiarimenti necessari in merito alle accuse mosse all’Italia sulla mancata registrazione dei migranti eritrei giunti sul territorio italiano.” Lo dichiara in una nota il deputato di Forza Italia Gregorio Fontana, membro della Commissione parlamentare d’inchiesta sui migranti.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quando la pensione non basta

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

pensionatiLo dimostra la ricerca realizzata dal sindacato Domina in collaborazione con la fondazione Moressa che mette in luce l’impatto del costo della badante sui bilanci familiari. Principale risultato: solo l’8% dei pensionati può sostenere questa spesa contando solo sul proprio reddito considerando che un’assistenza costa mediamente alla famiglia 16 mila euro anni e che il 70% degli anziani ha un reddito complessivo al di sotto di circa 14.600 euro annui spendibili (al netto delle tasse). In particolare: la fascia con reddito inferiore ai 10.000 euro è la più numerosa, con il 31% dei pensionati. Il 25% ha un reddito complessivo compreso tra 20 e 40 mila euro, mentre meno del 5% dei pensionati percepisce più di 40 mila euro annui. Il costo della “badante” varia a seconda delle ore lavorate e dell’inquadramento contrattuale. Si va dai 2 mila euro annui per assistenza di 5 ore settimanali a persone autosufficienti, fino ai 22 mila euro per assistenza a non autosufficienti da parte di personale formato. Per questo la formula più accessibile resta l’assistenza part time per poche ore: il 50% dei pensionati può permettersi una badante per 5 ore settimanali, e il 20% può permettersi 25 ore.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il governo difende i maxi-cache della Rai

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

Rai: sede di roma“In Commissione Vigilanza Rai molte chiacchiere e pochi fatti. Il viceministro dell’Economia Morando ha tentato invano di dare una spiegazione all’assurda posizione presa dal governo stesso, con il parere dell’Avvocatura dello Stato, e dai vertici Rai in merito alla mancata applicazione del limite retributivo ai contratti di natura artistica.L’impalcatura su cui si poggia l’interpretazione del Mef che distingue il servizio pubblico universale dai servizi di valore aggiunto fa acqua da tutte le parti. Continuare a ribadire che i programmi si ‘pagano da soli’ è un obbrobrio dal punto di vista logico-economico poiché con le risorse pubblicitarie si deve garantire il funzionamento dell’intero servizio pubblico”.Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati. “È irragionevole difendere i maxi-cachet sulla base di una norma giuridica (articolo 3, comma 44 della legge finanziaria del 2007) risalente a dieci anni fa tacitamente abrogata da ulteriori provvedimenti intervenuti sulla stessa materia (legge n. 69 del 2009, decreto-legge n. 201 del 2011, decreto ministeriale n. 166 del 2013 e legge n. 198 del 2016) che non hanno previsto alcuna eccezione circa l’applicabilità del tetto ai compensi delle star.
In assenza di una norma giuridica valida si concludono contratti con cifre esorbitanti. Tutta la vicenda sulla mancata applicazione del limite retributivo ai contratti di natura artistica, a partire dall’incomprensibile delibera sul ‘Piano organico dei criteri e parametri per l’individuazione e la remunerazione dei contratti con prestazioni di natura artistica’, venuta alla luce solo dopo la sua prima applicazione con il contratto stellare di Fabio Fazio, assume dei caratteri sempre più ridicoli. E’ giunta l’ora che il Cda Rai si fermi di fronte a questa deriva che desta nell’opinione pubblica una reazione spaventosa in un momento di crisi per il nostro Paese. Continuare ad assistere a remunerazioni stellari, alle modalità con cui le stesse vengono elargite, alla fumoseria delle basi giuridiche sulle quali si poggiano è inaccettabile”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Singolo dei Geisha “Arriva Vale” dedicato a Valentino Rossi

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

valentino rossiI Geisha, la Rock Band emiliana, in questi giorni sono in promozione con un singolo dedicato a Valentino Rossi, il brano di chiama “Arriva Vale” ed è un chiaro cenno d’affetto della Band per il loro beniamino e per una sua pronta guarigione.Quattro minuti di pura energia, un rock graffiante e un video fatto di chitarre vibranti che si muovono all’interno del circuito di Misano. Tutto ciò è stato fatto per l’amore della musica ma anche per la simpatia nei confronti di un campione che riesce a far sorridere gli italiani ogni volta che entra in pista.I Geisha sono al loro terzo Album e il singolo “Arriva Vale” è estrapolato proprio da quest’ultimo lavoro, uscito in un momento particolare per Valentino, bloccato in casa per la riabilitazione della gamba e, chiaramente, la Band emiliana ha pensato che per consolarlo e per tenere accesi i riflettori su di lui sarebbe stato carino omaggiarlo con quello che loro sanno fare meglio; una canzone! E’ nato quindi questo brano che possiamo considerare una sorta di serenata sotto il balcone di casa del campione…ma a suonare non abbiamo i “mariachis” ma una vera e propria Rock/Band fatta di pura energia, che corre a latere con il nostro campione.Musica e Sport si uniscono, in simbiosi per augurare a Valentino un pronto rientro in pista, infatti, si parla della sua partecipazione al Gran Premio di Aragon per il prossimo 24.Settembre. Una guarigione record, tipica delle gesta di “Vale”, che merita quindi una canzone dedicata a lui.Il singolo è già in rotazione nelle principali radio italiane e la Band già propone il brano nei loro concerti, e ogni volta c’è un ovazione tra il pubblico, segno che la popolarità di Vale non si ferma con una gamba rotta. Nei prossimi mesi uscirà il secondo singolo e poi sotto Natale sarà la volta dell’Album al completo. Un percorso interessante quello che stanno portando avanti i Geisha, che inizia con questo “Tributo” e che va a completarsi poi con una collaborazione con un’artista internazionale a Natale. (foto: valentino rossi)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Silvan il “David Devant Award”

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

Silvan1Londra 15 settembre 2017. Va a Silvan il prestigioso “David Devant Award”, assegnato dal più esclusivo e autorevole club di magia, “The Magic Circle” di Londra, il nobile sodalizio di cui è membro onorario il principe Carlo d’Inghilterra. La motivazione è per aver contribuito “all’avanzamento e alla valorizzazione dell’arte magica nel mondo”.In realtà, il premio è anche destinato ai suoi fan, sempre in attesa di assistere alle sue illusioni. Sapere che Silvan c’è –  nelle sale, nei teatri, in tour – è rassicurante… siamo come confortati da questo artista elegante e signorile…
Conduttore dal 1973 al 1980 del programma “Sim Sala Bim” (più volte riproposto con nomi diversi, come “Astromagic” e “Supermagic” fino agli anni ’90), ospite per sette volte dell’Ed Sullivan Show negli States, Silvan, autore di 14 libri sulla storia della magia, è un’icona fondamentale delle nostre serate televisive. È noto per le sue performance di fronte a grandi personalità del mondo, come Ronald Reagan e la Regina Elisabetta.Attualmente in tour, l’artista veneziano, che all’anagrafe è Aldo Savoldello, si esibirà dal 26 dicembre per 23 repliche nel Teatro Olimpico di Roma con Maurizio Battista nello spettacolo: “Prego, scelga una carta…”
“L’inaspettato Award di The Magic Circle, fondato a Londra nel 1905 dal presidente David Devant – dice Silvan – conta 2000 prestigiatori ed è famoso per la sua preziosa cultura storica. Assegnato nei due anni precedenti agli americani David Copperfield e Lance Burton, mi onora perché nei suoi 100 anni di storia viene conferito per la prima volta a un italiano”. Complimenti a Silvan, l’amico di famiglia che ancora oggi continua a stupirci. Speriamo di rivederlo presto in tv con uno show tutto suo.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Leave a Comment »

Congresso Europeo di Medicina Interna

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

università studi milanoMilano. Successo di pubblico e di contenuti per la sedicesima edizione del Congresso Europeo di Medicina Interna (ECIM), ospitata dalla Prestigiosa sede dell’Università degli Studi di Milano, dove si sono alternati 40 relatori di diverse nazionalità. Numerosi gli argomenti al centro dell’evento, organizzato dall’EFIM, Federazione Europea di Medicina Interna: dal ruolo della medicina interna in un mondo di risorse limitate all’invecchiamento della popolazione; dal concetto di “Less is More” alla medicina dei migranti.
Proprio su quest’ultimo tema si è soffermato il Prof. Pietro Amedeo Modesti, Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica dell’Università di Firenze, che ha illustrato l’importanza della “Salute degli immigrati e delle minoranze etniche: una sfida per l’Europa”.
“Nel 1990 – ha spiegato il Prof. Modesti – poco più del 2% della popolazione in Italia era nata al di fuori dell’UE. Al 1° gennaio 2016 le persone residenti nell’UE-28 e nate al di fuori dell’UE erano 35,1 milioni. L’analisi della struttura per età della popolazione rivela che, per l’UE-28 nel suo insieme, la popolazione straniera è più giovane di quella autoctona. Al 1° gennaio 2016 l’età mediana della popolazione nazionale nell’UE-28 era di 44 anni, mentre l’età mediana degli stranieri residenti nell’UE era di 36 anni. Dal 2000 al 2009 l’aumento più consistente dei residenti nati all’estero si è riscontrato in Spagna (da 820.000 a 5.663.000) e in Italia (da 1.270.000 a 4.235.000). Nel nostro Paese i migranti sono una popolazione globale in espansione di crescente importanza sociale, demografica e politica e il tasso di immigrati nel numero totale di residenti attualmente supera il 10% in regioni come Lombardia, Emilia Romagna e Toscana”. “In molti Paesi europei – ha proseguito – la prevalenza di ipertensione, diabete, malattia renale cronica, obesità e sindrome metabolica è risultata più elevata nella maggior parte dei gruppi etnici rispetto alla popolazione nativa. I soggetti provenienti dall’Africa sub-sahariana e dall’Asia meridionale si trovano infatti ad avere un rischio maggiore di ictus e di insufficienza renale rispetto agli europei nativi”. “Anche in Italia – ha aggiunto – il rischio di malattia coronarica dei soggetti provenienti dal Sud Est Asiatico è attualmente 2 volte maggiore rispetto ai soggetti nati in Italia. Le linee guida per la prevenzione delle malattie cardiovascolari promosse nel 2016 dalla Società Europea di Cardiologia suggeriscono di considerare un aumento del rischio cardiovascolare di 1.4 volte per la popolazioni nate nel Sud Est Asiatico e di 1.3 volte per quelle originarie dall’Africa Sub-Sahariana”.
Il Prof. Modesti si è poi soffermato sulla comunità cinese, la terza tra le comunità di immigrati che vivono in Italia. “Secondo alcune stime – ha affermato – la prevalenza del diabete mellito in Cina è passata dall’1% nel 1980 al 11% nel 2013. Prato, con una popolazione di 185.456 al Censimento 2011, è la città italiana con la più alta percentuale di cinesi rispetto alla popolazione residente. Attualmente il 32% dei bambini che nascono a Prato ha madre cinese. Nel corso degli ultimi 15 anni oltre 40.000 immigrati cinesi si sono stabiliti a Prato dove, alla fine del 2011, erano circa 5.000 le aziende di proprietà cinese, circa 4.000 delle quali coinvolte nel settore dell’abbigliamento”. Nel 2014, grazie alla collaborazione delle Autorità Cinesi (Consolato Generale di Firenze) e delle principali associazioni cinesi della zona, è stato possibile costruire un progetto condiviso finalizzato a identificare e dare priorità ai bisogni della comunità in modo che le autorità sanitarie regionali possano rispondere alle esigenze della popolazione cinese e allocare le risorse in modo appropriato. Nella prima parte dello studio sono state indagate 1.600 persone cinesi di età compresa tra 18 e 59 anni. Nella fascia di età tra 35 e 59 anni è stato messo in evidenza che i soggetti cinesi hanno, rispetto a quelli italiani, un rischio maggiore di 2.6 volte per ipertensione, di 4.5 volte per quanto riguarda il diabete, di 2.4 volte di ipercolesterolemia, e di 2,9 volte di ipertrigliceridemia. In particolare, oltre il 40% dei soggetti cinesi di età inferiore ai 25 anni aveva prediabete (glicemia a digiuno maggiore di 100 mg/dL).Nella seconda fase dello studio sono state indagate le differenze nella distribuzione della aterosclerosi.
“Alcuni dati raccolti nei paesi orientali sulla popolazione che ha avuto un ictus cerebrale (prima causa di morte in Cina), indicavano un’alta prevalenza di aterosclerosi dei vasi intracranici – ha concluso Modesti – Per questo è stata studiata l’aterosclerosi intracranica nei soggetti Cinesi con nuova diagnosi di diabete mellito e ancora asintomatici per malattia vascolare cerebrale. Nel 18% di questi soggetti è stata rilevata la presenza di una stenosi vaso intracranico. Sono questi i soggetti nei quali si dovrà agire di più per raggiungere un buon controllo dei fattori di rischio per prevenire un futuro Ictus Cerebrale”.
Tra i temi di maggiore interesse quello legato alla medicina forense umanitaria, che ha a che fare con conflitti e guerre armati, ma che è stata applicata anche ad altre situazioni riguardanti i rifugiati, i richiedenti asilo e la migrazione corrente in generale.“Si tratta – ha spiegato durante la sua relazione la Prof.ssa Cristina Cattaneo, Sezione di Medicina Legale dell’Università di Milano – dell’applicazione della medicina e della scienza per la protezione dei diritti umani e l’individuazione della loro violazione. Per la determinazione dello stato di Rifugiato in particolare e per ottenere la protezione necessaria, la medicina forense è importante per la rilevazione di traumi recenti o passati”.“Sono molto soddisfatta di come la Federazione Europea di Medicina Interna abbia promosso il Congresso – ha dichiarato la Professoressa Maria Domenica Cappellini, Presidente ECIM 2017 – permettendo così agli internisti (5.000 quelli presenti in Italia) di fornire la migliore cura ai pazienti in tutta Europa, attraverso la conoscenza dei progressi scientifici recenti”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Medici: incongruità drammatica nella programmazione all’accesso alla specializzazione medica

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

Male doctor writing medical prescription or certificate

“La protesta messa in campo è sacrosanta e giusta. Mi piacerebbe che fosse ancora più corale e che tutti i medici, insieme, rappresentassero al governo del Paese una situazione che non si può più trascinare in queste condizioni. Da anni c’è un’incongruità drammatica nella programmazione all’accesso alla specializzazione medica. Non capisco come si possa rimandare oltre una soluzione razionale e lungimirante”. Questo il commento del presidente dell’Ordine dei medici di Roma, Giuseppe Lavra, a seguito delle proteste dei giovani medici per i ritardi sull’emanazione del bando di concorso per l’accesso alle specializzazioni mediche. “Con il numero chiuso a Medicina- prosegue Lavra- costringiamo tutti coloro che vogliono intraprendere la professione a sottoporsi a una selezione con metodi discutibili per poter accedere alla facoltà, diventando medici solo dopo un percorso lungo e duro, anche se non sempre efficace, anzi a volte dispersivo e nebbioso. Poi dopo si mette un vero e proprio collo di bottiglia all’entrata nel mondo del lavoro, dando la possibilità di specializzarsi soltanto a circa la metà dei laureati. Ma che senso ha? Non è solo ingiusto, è persino incivile. Per questo sono perfettamente d’accordo sulla protesta“.
Il presidente dei medici capitolini fa quindi sapere di volersi muovere a livello istituzionale: “L’Ordine di Roma non intende restare a guardare- annuncia- e come Ente, che deve tutelare la professione, e personalmente come suo rappresentante ci muoveremo anche presso gli organi istituzionali competenti e, se necessario, quelli di più alto livello”. La vicenda, intanto, sta montando “in maniera sempre più importante” anche all’interno dei vari Ordini provinciali d’Italia e Lavra intende associarvisi “proprio perché credo sia giusto determinare appunto una coralità– precisa il presidente di quello più numeroso d’Italia- Si tratta di una vicenda che non si risolve, come qualcuno pensa di fare, con qualche provvedimento tampone o qualche banale e inutile sottoscrizione di intenti. Aumentare i posti di 500 o 1.000 unità, per esempio, non risolve affatto il problema ma lascia intatto un aspetto vergognoso per il sistema formativo e occupazionale del nostro Paese, proprio in un settore fondamentale e critico come quello della Sanità, sia dal punto di vista del bene-salute della collettività sia da quello dell’investimento strategico in capitale umano e professionale”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Volatilità mercati azionari: Non solo rischi politici all’orizzonte

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

borsaA cura di Toby Nangle e Maya Bhandari, gestori Multi-asset di Columbia Threadneedle Investments.In occasione del decimo anniversario della crisi finanziaria globale, ci siamo trovati a riflettere sulla volatilità persistentemente contenuta dei mercati finanziari. Benché questo contesto ideale caratterizzato da un miglioramento della crescita senza pressioni sui prezzi sia giunto alquanto inaspettato, analisti e investitori sembrano tenerne sempre più conto nelle loro previsioni. La situazione può sembrare favorevole, ma le valutazioni elevate di numerose asset class (per non parlare dei premi a termine negativi delle obbligazioni) celano in realtà l’accumularsi di rischi potenziali. Gli sviluppi geopolitici, i cambiamenti ai vertici delle banche centrali, le fibrillazioni sul tapering, il dollaro e i mercati emergenti sono alcuni dei rischi che vediamo addensarsi all’orizzonte.
Le tensioni politiche restano elevate negli Stati Uniti ma sono andate accentuandosi anche in Giappone, dove i sondaggi indicano una perdita di consenso del premier Shinzō Abe tra l’elettorato nipponico. Il Giappone è uno dei mercati che prediligiamo per le allocazioni azionarie dei nostri fondi gestiti, ragion per cui la possibilità di un’uscita di scena dell’attuale primo ministro ci ha messo in allarme. Tuttavia, l’ondata di panico sembra ormai alle nostre spalle, almeno per il momento. Il miglioramento dei dati sull’espansione economica e l’atteggiamento meno ostile del pubblico dopo i recenti scandali sembrano infatti aver allontanato lo spettro di una crisi politica per Abe. Inoltre, il recente rimpasto di governo lascia ben sperare: affidando a due suoi potenziali oppositori cariche importanti all’interno del Partito liberal-democratico, Abe dovrebbe essersi liberato di due possibili minacce. In base al nostro scenario di riferimento Abe riuscirà a superare indenne questa crisi e la stabilità politica si protrarrà almeno fino al 2021.Un cambio alla guida delle banche centrali potrebbe mettere in discussione le politiche monetarie accomodanti che negli ultimi anni hanno sostenuto gli asset rischiosi, minacciando il contesto di tassi “più bassi più a lungo”. In Europa, il mandato di Mario Draghi scadrà nell’ottobre 2019, ma il prossimo anno il presidente della BCE potrebbe decidere di candidarsi alla guida dell’Italia; negli Stati Uniti, invece, l’incarico di Janet Yellen terminerà nel gennaio 2018 (benché la sua posizione dipenda, in certa misura, dal Presidente Trump). In Giappone, il mandato di Haruhiko Kuroda finirà ad aprile e il prossimo governatore della Bank of Japan potrebbe essere un tradizionalista pronto a normalizzare quanto prima la politica monetaria. Siamo consapevoli che un’accelerazione del processo di normalizzazione da parte delle banche centrali potrebbe avere serie ripercussioni sugli asset rischiosi globali.
In Europa non sono da escludere fibrillazioni sul tapering nel caso in cui la Banca centrale europea dovesse diventare meno accomodante, soprattutto dal momento che l’istituto di Francoforte è l’acquirente marginale di bund: Draghi ha parlato di un rafforzamento e di un ampliamento della ripresa nell’area euro e ha annunciato un ulteriore ridimensionamento del programma di QE con l’inizio del 2018. Idem per la Fed, dove i premi a termine dei tassi USA sono tornati in territorio negativo. A fronte del significativo rallentamento dei riacquisti azionari, le azioni potrebbero esibire vulnerabilità, anche se scontano un premio al rischio più alto rispetto, per esempio, alle obbligazioni societarie. Il dollaro ha perso slancio negli ultimi tempi, il che ha sostenuto i tassi dei mercati emergenti in particolare e delle attività rischiose più in generale. Se il trend del biglietto verde dovesse invertire la rotta, le conseguenze sugli altri mercati potrebbero essere significative.Abbiamo analizzato anche lo stato di salute dei mercati emergenti (Asia esclusa), dove deteniamo un’allocazione neutrale, e abbiamo osservato che i paesi duramente penalizzati dalle fibrillazioni sul tapering del 2013, quali Brasile, Messico, Russia e Sudafrica, hanno intrapreso riforme importanti, tradottesi in una crescita di migliore qualità. La Russia resta strettamente connessa al prezzo del barile di petrolio, che a USD 50 sembra tuttavia gestibile sia per l’economia che per le società petrolifere del paese. Il Sudafrica è probabilmente l’anello più debole nell’universo dei paesi emergenti Asia esclusa: la crescita è fiacca e il rischio politico in aumento, mentre i bassi tassi d’interesse reali limitano lo spazio di manovra per misure di stimolo. In Messico, la debolezza legata alle elezioni statunitensi ci ha offerto l’opportunità per rafforzare le posizioni in società robuste, in un contesto all’insegna di solide prospettive di consumo che potrebbero beneficiare di un allentamento monetario via via che l’inflazione rallenta. La fiducia delle imprese messicane è positiva, nonostante l’evoluzione della politica commerciale statunitense e le tempistiche di ulteriori rialzi dei tassi negli USA.Alla luce di tutti gli elementi sopra considerati, non abbiamo apportato alcuna modifica alla nostra asset allocation complessiva questo mese. Ciò nonostante, il nostro team azionario globale ha rivisto al ribasso il giudizio su tre settori: quello su industria e finanza è passato da favorevole a neutrale, mentre quello sul comparto tecnologico è stato abbassato da molto favorevole a favorevole. Rimaniamo ottimisti sulla tecnologia, ma considerate le valutazioni attuali abbiamo ritenuto prudente ridimensionare la nostra esposizione al settore.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: Selezione e formazione dei tutori volontari dei minori stranieri non accompagnati

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

laura baldassarreRoma.“Voglio ringraziare l’amministrazione capitolina per la disponibilità e la sensibilità dimostrate nella promozione del bando finalizzato alla selezione e alla formazione dei tutori volontari dei minori stranieri non accompagnati. Si tratta di una figura che sta raccogliendo moltissime adesioni: siamo a circa 300 e la maggior parte proviene dal territorio di Roma Capitale. Auspico che sia soltanto l’avvio di un percorso virtuoso, perché servirà sempre maggiore partecipazione”, così il Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Lazio Jacopo Marzetti.Le principali funzioni che il bando, pubblicato il 20 giugno, assegna alla figura del tutore volontario sono:
– svolgere il compito di rappresentanza legale assegnato agli esercenti la responsabilità genitoriale;
– perseguire il riconoscimento dei diritti della persona minore di età senza alcuna discriminazione;
-promuovere il benessere psico-fisico della persona di minore età;
– vigilare sui percorsi di educazione ed integrazione tenendo conto delle sue capacità, inclinazioni naturali ed aspirazioni;
– vigilare sulle sue condizioni di accoglienza, sicurezza e protezione;
– amministrare l’eventuale patrimonio della persona di minore età
“Stiamo sviluppando una sinergia e una collaborazione sempre più proficua con il Garante, che approderà nell’elaborazione di un protocollo d’intesa. Mi auguro che la partecipazione registri una crescita progressiva, poiché il tutore svolge funzioni essenziali e imprescindibili per assicurare ai minori non accompagnati percorsi di inclusione e integrazione basati sulla tutela dei diritti umani”, commenta l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corsi di formazione scolastica

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

scuolaPartono da oggi, con l’avvio del nuovo anno scolastico, i corsi di formazione che permettono di assolvere l’obbligo di istruzione e formazione: un‘opportunità ulteriore per i ragazzi usciti dalla scuola media. Sono principalmente corsi triennali per il conseguimento della qualifica professionale, rivolti ai ragazzi tra i 14 e i 18 anni che devono assolvere l’obbligo formativo, ma possono parteciparvi anche i giovani sotto i 25 anni privi di qualifica o diploma e assunti con contratto di apprendistato. Integrano l’offerta i percorsi annuali per il conseguimento del diploma professionale di IeFP (Istruzione e formazione professionale), rivolti ai giovani fino ai 24 anni che sono già in possesso di una qualifica IeFP e che vogliono completare il loro percorso di studi. Nella città metropolitana di Torino questi percorsi di qualifica coinvolgono ogni anno circa 6.500 giovani, inseriti in 330 corsi, grazie al finanziamento del Fondo Sociale Europeo, dello Stato e della Regione, per un importo di 47 milioni di euro.
Si tratta da sempre di un’offerta flessibile e articolata, capace di adattarsi alle diverse esigenze dei ragazzi che scelgono un percorso di studi orientato alla pratica professionale e a un più rapido ingresso nel mondo del lavoro. Alcuni dei corsi attivati saranno realizzati secondo il modello “duale”, che prevede l’alternanza tra attività formative in aula e in impresa per favorire l’occupabilità giovanile, promuovendo una maggiore interazione tra domanda e offerta di lavoro. La programmazione dei percorsi è stata definita nel rispetto degli standard formativi regionali e dei livelli essenziali delle prestazioni (Lep) individuati in campo educativo. I Lep si riferiscono a diritti fondamentali che devono essere garantiti uniformemente su tutto il territorio nazionale, come l’accesso al sistema educativo, la qualità del servizio e dell’insegnamento, l’integrazione fra istruzione e formazione, le pari opportunità di genere, l’integrazione dei soggetti deboli e il diritto all’apprendimento lungo tutto il corso della vita.
I corsi sono distribuiti su tutto il territorio metropolitano, per avvicinare il più possibile l’offerta formativa alle residenze dei ragazzi. Gli ambiti professionali spaziano dai settori produttivi consolidati a quelli più innovativi: dalla ristorazione ai servizi alla persona, dall’elettronica alla meccanica, fino ai servizi per le imprese e al settore della grafica e multimedialità. Accanto ai tradizionali corsi triennali di qualifica, sono previsti interventi specifici per i giovani a rischio di esclusione dal sistema tradizionale dell’istruzione, per le persone con disabilità e per chi ha abbandonato prematuramente gli studi.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istruzione: Supplenze, col nuovo anno inizia il “balletto” dei precari che cambiano

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

scuola-digitale-casnati-como-800x500_cPoiché il Miur non ha voluto inserire gli abilitati nelle GaE e molte di queste sono ormai senza candidati, i presidi sono costretti a coprire i “buchi” di cattedre attraverso le graduatorie d’istituto. Le quali sono tuttavia ancora in via di rifacimento perché si stanno ancora rinnovando, proprio in questi giorni, le posizioni e nuovi inserimenti del triennio 2017/2020. Con l’Amministrazione che non ha fornito le linee guida su quali liste di attesa utilizzare: le vecchie o le nuove provvisorie? Il problema che si è venuto a determinare va ricondotto alla necessità, sacrosanta, di avere tutti i docenti in cattedra dal primo giorno di scuola, che però diventa complicata da realizzare a causa del ritardo inspiegabile con cui l’amministrazione ha deciso di aggiornare la seconda e terza fascia delle graduatorie di istituto: quelle provvisorie, con oltre 700mila precari coinvolti, hanno visto la luce solo dopo Ferragosto. Con le segreterie scolastiche inondate di reclami e costrette a “mettere una pezza” ai non pochi ‘bug’ del sistema informatico gestito dal Miur tramite Istanze on line. In questa fase abbiamo anche assistito ad interpretazioni soggettive delle tabelle di valutazione titoli, ma pure all’adozione di escamotage delle segreterie per far quadrare i punteggi. Gli errori regolamentari sono stati molteplici, tanto che lo studio legale Anief ha organizzato una serie di ricorsi al Tar contro le tante esclusioni. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): non si doveva arrivare ad inizio anno con le scuole costrette a nominare fino ad avente diritto, peraltro sulle spalle di segreterie composte da pochi elementi e che già si devono sobbarcare un alto numero di impegni, come quello ‘gratuito’ dei controlli delle vaccinazioni degli alunni. In questo modo, si copre la cattedra ma dopo qualche settimana si cambia docente, con tutte le conseguenze negative, in primis per il sostegno, che il mutamento comporta. Come si fa a parlare della salvaguardia della continuità didattica se poi si commettono sempre gli stessi errori? Con il personale Ata, il Ministero dell’Istruzione si è superato, decidendo di aggiornare la terza fascia addirittura nel mese di ottobre: anche in questo caso, sarà inevitabile il cambio in corsa di tantissimo personale. E chi se ne importa se si perderanno delle risorse umane già inserite nel progetto annuale e ne arriveranno altre da formare. A noi questo modo di procedere non piace. E, siamo sicuri, nemmeno al personale. Come agli studenti e alle loro famiglie. Non siamo il sindacato dei ricorsi, ma un’organizzazione che pretende il rispetto dei diritti.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scoperti nuovi batteri intestinali

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

biblio università parmaParma. È stato pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica ISME J un lavoro dedicato allo studio della composizione delle comunità batteriche, conosciute come microbiota, che risiedono nell’intestino dei mammiferi mediante l’impiego di un approccio multi-omico basato sull’utilizzo di tecniche di genomica e metagenomica. Il progetto presentato nell’articolo è stato coordinato dal Prof. Marco Ventura, responsabile del Laboratorio di Probiogenomica del Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale dell’Università di Parma, nell’ambito di un’attività di ricerca internazionale volta alla comprensione della composizione del microbiota intestinale nei mammiferi e in particolar modo alle comunità di bifidobatteri.Il lavoro pubblicato ha permesso di scoprire come i bifidobatteri risultino essere un gruppo microbico caratteristico di tutte le specie di mammiferi, in particolare nelle prime fasi di vita. Questo è il risultato di un processo di co-evoluzione dei bifidobatteri e dei mammiferi caratterizzato da adattamento genetico dei bifidobatteri all’intestino neonatale dei mammiferi.
Lo studio ha inoltre permesso d’identificare nuove specie di bifidobatteri, fino ad ora sconosciute, che rivoluzioneranno la tassonomia di questo gruppo microbico.Al progetto hanno collaborato diversi gruppi e centri di ricerca nazionali e internazionali (Dipartimento di Scienze Medico veterinarie, Università di Parma; APC Microbiome Institute and School of Microbiology, Bioscience Institute, National University of Ireland, Cork). Vi partecipa inoltre GenProbio srl, spin off dell’Università di Parma impegnato nello studio dei batteri probiotici e del microbiota intestinale.
Il progetto è stato reso possibile grazie alla presenza nel Laboratorio di Probiogenomica dell’Università di Parma di una piattaforma di genomica microbica unica nel suo genere; infatti, oltre a sequenziatori di DNA di ultima generazione, ne fa parte anche un gruppo bioinformatico specializzato nel settore della genomica batterica e delle analisi metagenomiche.Questo studio conferma l’impegno del Laboratorio di Probiogenomica dell’Università di Parma nell’ambito della studio del microbiota intestinale, testimoniato dai diversi riconoscimenti internazionali degli ultimi anni, e rappresenta un primo importante passo nella comprensione delle basi molecolari responsabili dell’interazione microrganismi-ospite e dei derivanti effetti positivi o negativi sulla salute dell’ospite. (Prof. Marco Ventura)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »