Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 341

Archive for 15 settembre 2017

L’ultimo segnale della sonda Cassini

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

cassiniAlle 14 ora italiana del 15 settembre le antenne australiane della NASA riceveranno l’ultimo segnale radio della sonda Cassini, partito un’ora e 23 minuti prima dagli strati più alti dell’atmosfera di Saturno. Pochi secondi dopo la sonda si disintegrerà per effetto delle potenti forze aerodinamiche dovute alla grande velocità (30 km/s – la distanza Roma Milano verrebbe percorsa in 20 secondi).
A dare il “Goodbye kiss” alla sonda, per la Sapienza è volato negli Stati Uniti il professor Luciano Iess, che ha partecipato al progetto fin dalle fasi preliminari al lancio.Durante le fasi finali della missione, iniziate il 26 aprile di quest’anno, Cassini è passata 22 volte vicinissima a Saturno, permettendo di gettare luce per la prima volta sulla struttura interna del gigante gassoso e di rivelare l’età dei suoi anelli. Giusto ieri i ricercatori di Sapienza hanno presentato al team Cassini gli ultimi e rivoluzionari dati ricevuti.Cassini ha iniziato il suo viaggio il 15 ottobre 1997, con un lancio spettacolare dal poligono di Cape Canaveral. La missione, guidata dalla NASA con importanti contributi dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e della European Space Agency (ESA), aveva il compito di esplorare il sistema di Saturno, con le sue molte lune e i suoi anelli. Giunta a Saturno il primo luglio 2004 dopo una lunga fase di crociera, Cassini ha iniziato una complessa sequenza di orbite che hanno permesso di visitare tutti i satelliti e osservare da vicino il pianeta e i suoi anelli. Le scoperte sono andate ben oltre le attese. A queste Sapienza ha contribuito con un ruolo di primissimo piano, grazie alla realizzazione di due importanti strumenti di bordo (il radar e il traslatore di frequenza, costruiti da Thales Alenia Space Italia) e al raggiungimento di risultati scientifici tra i più importanti della missione.
Un primo traguardo è stato raggiunto già nel 2002, quando la sonda si trovava ancora tra Giove e Saturno, con la misura del ritardo nella propagazione dei segnali radio causata dalla gravità solare. A tutt’oggi questa è la più accurata conferma sperimentale della teoria einsteniana della relatività generale.
SaturnDurante il tour del sistema di Saturno, Cassini ha reso possibile la scoperta di mari e laghi di idrocarburi liquidi sulla superficie di Titano, la seconda luna del sistema solare per dimensioni, nonché la determinazione della struttura interna del satellite e la scoperta di un nucleo roccioso di circa 2000 km di raggio composto da silicati idrati. Grazie alla misura delle maree di Titano, è stata rivelata l’esistenza di un oceano di acqua liquida sotto la crosta ghiacciata del satellite. La batimetria dei mari della luna mostra come questi raggiungano la profondità di 170 m.
Nel 2014 è stato poi rilevato una grande quantità di acqua liquida nella regione polare meridionale di Encelado (pari a circa 240 volte il lago di Garda), al di sotto della fredda crosta ghiacciata (-190° C) della piccola luna (252 km di raggio). Il fatto che l’oceano “poggi” su una base di rocce e di silicati costituisce una sede ideale per lo sviluppo di reazioni chimiche complesse, quali quelle necessarie per la vita.I membri del team scientifico di Cassini e i loro gruppi di gruppi di ricerca operano presso il Dipartimento di Ingegneria meccanica e aerospaziale, sotto la guida del professor Luciano Iess, e il Dipartimento di Ingegneria elettronica e delle telecomunicazioni con il professor Roberto Seu. “In più di dieci anni nell’atmosfera di Saturno, Cassini ha visitato tutte le principali lune del pianeta e prodotto una serie di straordinarie scoperte” sottolinea Luciano Iess “e l’eredità che lascia in dote alla comunità scientifica internazionale è immensa.” (foto: cassini, saturn)

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I silenzi del mare e ….altre cose

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

mostra giovanna campanamostra giovanna campana 1Cervia il 15 settembre l’apertura è alla sera dalle 20.30 alle 23.30. Dal 16 settembre il museo cambia orario di apertura tornando a quello dell’autunno-inverno con apertura sabato, domenica e festivi dalle 15.00 alle 19.00. Il mare, i luoghi silenziosi, il sale e la città nelle opere pittoriche di Giovanna Campana, artista e volontaria del Gruppo Culturale Civiltà Salinara. Giovanna, animo “silenzioso” e garbato ma vigile e attento al richiamo della natura, espone al museo del sale 14 tele ad olio che rappresentano l’ambiente nella sua versione più selvaggia e pacata. Nei dipinti vengono rappresentati gli angoli naturalistici che maggiormente evocano i silenzi, la tranquillità e la pace interiore, elemento distintivo della pittura di Giovanna. Un mondo legato soprattutto al mare e alle sue acque con lo sfondo di vari paesaggi naturalistici che vanno dalle spiagge di sabbia alla scogliera, al morbido movimento delle aree dunose, fino al mare della pesca con il richiamo a barche e vele fino al porto canale in cui si innalza l’antico faro di Cervia.
Delle 14 tele dipinte a olio ed esposte al museo del sale, alcune ritraggono i paesaggi della salina facilmente identificabili nell’area della Camillone e dei vecchi caselli di controllo. La luce del tramonto riporta ancora una volta l’idea di pace e di silenzio caratteristici dei luoghi preferiti da Giovanna.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Modugno un nuovo centro per la promozione dell’arte

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

Sabrina SchiralliModugno (Ba) Sabato 16 settembre ore 18:00 presso La dimora dell’arte – via Roma 56 prenderà il via l’attività dell’associazione culturale “La dimora dell’arte”, diretta dalla prof.ssa Sabrina Schiralli, che aprirà le porte della propria sede sita in via Roma 56, per tutti gli appassionati di arte, professionisti e non, con l’obiettivo di creare nel comune barese un centro polifunzionale atto alla promozione dell’arte. “L’associazione che dirigo – spiega la Schiralli – vuol essere un contenitore culturale dove si farà attività di formazione artistica, di musica, canto, recitazione, pittura, dizione e regia. Si rivolge sia a professionisti che vogliono affinare le proprie tecniche ma anche agli hobbisti, gli appassionati che si vogliono avvicinare alle arti”.
La dimora dell’arte nasce in un appartamento, che originariamente era proprio un’abitazione. Ora invece punta ad accogliere artisti e appassionati,sia adulti che bambini, per lavorare in e a favore di un Comune scelto non a caso, con maestri del luogo, col fine di elevare l’attività artistica del paese, sia dal punto di vista della formazione che, in futuro, quella dell’organizzazione di eventi.
Corridoio“A parte la fisicità della struttura, mia casa natia, ho scelto di insediare a Modugno questa associazione, dedicata alla memoria di mio padre, scomparso cinque anni fa, per operare su questo territorio dove ritengo che ci sia ancora molto da fare. Le rassegne, i festival e le manifestazioni artistiche in genere sono poche e le attività da noi trattate sono ancora in via di sviluppo. Puntiamo a operare sul territorio, per elevare l’arte con la collaborazione di maestri pugliesi, alcuni dei quali proprio di questo comune”.
Nel giorno dell’inaugurazione l’associazione presenterà agli invitati la propria attività. A partire dalle 18 nelle cinque aule presenti, ognuna con il nome di un grande artista del passato, saranno presenti i maestri che spiegheranno quello che verrà svolto e la metodologia utilizzata per l’insegnamento. Inoltre in tutta la sede sarà allestita una mostra di pittura di Sabrina Schiralli, cantante, musicista e pittrice, insegnante di musica nel pubblico e nel privato, concertista, laureata in pianoforte e oboe al Conservatorio Niccolò Piccinni di Bari. (foto: corridoio, Sabrina Schiralli)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata Mondiale per la Conoscenza della Leucemia Mieloide Cronica

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

Leucemia Mieloide AcutaRoma Domenica 24 settembre, in occasione della Giornata Mondiale per la conoscenza della Leucemia Mieloide Cronica (CML Day) è in programma a Roma la prima Fitwalking a sostegno di AIL. La passeggiata solidale non competitiva per il CML Day, realizzata con il patrocinio del Comune di Roma e del CONI, avrà luogo nel verde della Terrazza del Pincio di Villa Borghese alle ore 9.00 e prevede un percorso di 3 Km con partenza e arrivo a Piazzale del Pincio. La cura della Leucemia Mieloide Cronica negli ultimi anni ha avuto dei risultati estremamente significativi nel campo delle terapie. La Fitwalking for AIL sarà un’occasione per raccontare i traguardi raggiunti e le ulteriori prospettive nella cura e per sensibilizzare i pazienti affetti da questa patologia sulla possibilità di condurre una vita attiva, incoraggiandoli alla pratica dello sport. La Leucemia Mieloide Cronica (LMC) è un tumore del sangue prodotto da uno scambio di materiale genetico, o traslocazione, fra il cromosoma numero 9 e il cromosoma numero 22. Per questo motivo è stato scelto come giorno per la celebrazione della Giornata Mondiale per la Conoscenza della LMC il 22 settembre. La LMC solo 10 anni fa era una patologia considerata incurabile. Oggi, grazie agli straordinari progressi della ricerca, la malattia è sotto controllo ma c’è ancora naturalmente da fare, e tanti traguardi da raggiungere, per garantire una cura definitiva per tutti.
Quest’anno ricorre il 10° anniversario della “Giornata Mondiale” e in oltre 80 Paesi in tutto il mondo, le Associazioni di Gruppi di Pazienti organizzano eventi ed iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi legati alla malattia. In Italia, l’AIL insieme al Gruppo AIL Pazienti Leucemia Mieloide Cronica, ha scelto di celebrare la Giornata domenica 24 settembre con un’iniziativa all’insegna dell’attività fisica e della solidarietà.
Il Fitwalking è una disciplina sportiva nata solo qualche anno fa ma ormai molto diffusa, utile per mantenere il fisico allenato senza compiere sforzi eccessivi, è l’ideale per chi desidera fare sport e migliorare le proprie capacità fisiche passeggiando nella natura. In occasione della Fitwalking for AIL sulla Terrazza del Pincio verrà allestito un villaggio per l’accoglienza, il percorso prevederà la partenza dalla scenografica Terrazza, poi 3 km attraverso il parco, con il taglio del traguardo nuovamente al Pincio. Il Gruppo AIL Pazienti Leucemia Mieloide Cronica nasce nel 2009. Si tratta di un gruppo di auto mutuo aiuto costituito da pazienti e familiari, impegnato a diffondere la conoscenza della malattia, ad incoraggiare la ricerca per la sua cura, ad aggiornare i pazienti sulle innovazioni terapeutiche e a promuovere iniziative di advocacy a favore della comunità dei pazienti.
L’AIL, da oltre 45 anni, promuove e sostiene la ricerca scientifica per la cura delle leucemie, dei linfomi e del mieloma. Assiste i malati e le loro famiglie, accompagnandoli in tutte le fasi del lungo e spesso sofferto percorso della malattia, offrendo loro servizi, conoscenza e comprensione. È al loro fianco per migliorarne la qualità della vita e sostenerli nel complesso percorso delle cure. La quota di partecipazione alla Fitwalking for AIL è di 5 euro che saranno destinati interamente all’AIL. (foto: nuovi traguardi)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerti ed eventi culturali del LAC di Lugano

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

Bernard HaitinkLuganoMusica sabato 16 settembre 2017 prenderà il via la stagione dei concerti con un’apertura nel segno del coraggio e della novità: sarà infatti la musica contemporanea, che spesso è ingiustamente la cenerentola delle sale da concerto, a inaugurare il cartellone 2017/18 con una serie di composizioni di Francesco Hoch, il decano dei compositori ticinesi, fra cui spicca una commissione di LuganoMusica, “Il pendolo delle passioni”, composto appositamente per la Hall del LAC, le cui caratteristiche architettoniche sono state prese in considerazione sia per l’organico (voci e percussioni) sia per lo svolgimento dell’azione (sulle scale, sui balconi e negli ascensori).
Il programma del concerto verrà completato da altre due prime esecuzioni: “Piume di vento” per flauto dolce solo (prima esecuzione in Ticino) e “DADARP” (per quartetto vocale), in prima esecuzione assoluta. Scritto nel 2016, l’anno del centenario della creazione di Dada, si riferisce alla famosa corrente artistica nata a Zurigo e al grande pittore Hans Arp.
Il concerto – che sarà gratuito, si terrà nella Hall del LAC per garantire la massima libertà di accesso, e verrà proposto in due orari, alle 18.30 e alle 20.30 – vedrà in scena il Vox Altera Ensemble (Barbara Zanichelli, Alice Rossi, Federica Napoletani, Giovanna Bagutti, Peter Gus, Juan Manuel Bernal Jimenez, Renato Cadel).
Il concerto verrà preceduto, alle 17.00 nella Sala 3 del LAC, da una presentazione pubblica con il compositore Francesco Hoch e con Etienne Reymond, direttore artistico di LuganoMusica. L’incontro è gratuito.
Considerata la grande partecipazione di pubblico prevista per entrambi i concerti di Hoch di sabato 16 settembre (ore 18.30 e 20.30), è stato deciso di aprire al pubblico la prova generale di venerdì 15 settembre alle ore 18.30. E’ possibile riservare il posto (gratuito) chiamando direttamente la biglietteria LAC al numero 058 866 42 22.Si tratta del primo di tre appuntamenti che LuganoMusica dedicherà a compositori viventi, che sostituiranno per questa nuova stagione la figura dell’artista in residence. Oltre a Hoch, i compositori ospiti al LAC saranno il tedesco Jörg Widmann (25 gennaio 2018) e l’italiano Fabio Vacchi (6 febbraio 2018).L’avvio della stagione in abbonamento sarà invece affidata lunedì 18 settembre alle ore 20.30 nella Sala Teatro del LAC alla bacchetta di Riccardo Chailly, che dirigerà la Filarmonica della Scala nella dodicesima sinfonia di Dmitrij Šostakovič, intitolata “Anno 1917”: scritta nel 1961 come omaggio alla memora di Lenin e della Rivoluzione russa, sarà l’occasione per ricordare che quest’anno cade il primo centenario da quegli avvenimenti storici che sconvolsero il mondo. Solista il violinista David Garrett sul Concerto per violino e orchestra in re maggiore, op. 35 di Pëtr Il’ič Čajkovskij.
Biglietti: Fr. 132.- /13.20Alle ore 19.00 è in programma un incontro pre-concerto in Sala 4 (prenotazione obbligatoria).
Filarmonica Chailly RachlinDomenica 17 settembre prenderà avvio anche il ciclo “Early Night Modern” (realizzato in coproduzione con OGGIMUSICA), nel quale, prendendo spunto da alcuni dei compositori che saranno eseguiti durante i concerti in Sala Teatro (Šostakovič, Prokofev, Mozart, Strauss, ecc.) si alterneranno vari strumenti (percussione, sassofono o cantanti) ma anche espressioni artistiche diverse come film di animazione. L’appuntamento di domenica 17 settembre alle ore 11 sarà “Šostakovič Reloaded”, in vista del concerto diretta da Chailly la serata successiva, e proporrà film d’animazione e film muti musicati dal vivo dal quartetto Stones4Cinema, un’insolita formazione con strumenti di pietra e una tastiera Fender Rhodes (Dominik Dolega, Matthias Brodbeck e Felix Perret, percussioni / Mathias Steinauer, tastiera).
Tariffa Fr. 15.-, posto non numerato. Entrata gratuita per gli abbonati a LuganoMusica, i soci di OGGIMUSICA e chi ha acquistato il biglietto per il concerto del 18 settembre.
Per il resto della Stagione, che proseguirà fino a giugno 2018, sono molti gli artisti che, dopo aver suonato al LAC, si sono dichiarati così entusiasti della magnifica Sala Teatro e del suo caloroso pubblico, che non hanno esitato a confermare la loro disponibilità anche per la terza stagione. (foto: Bernard Haitink, Filarmonica Chailly Rachlin)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Per sconfiggere il terrorismo non basterà vincere l’Isis”

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

munster

Munster. “Non possiamo comprendere il terrorismo ragionando a tesi, ma bisogna guardare in faccia i giovani radicalizzati”, ha affermato Mario Giro, viceministro italiano degli Esteri, prendendo la parola in una delle tavole rotonde del convegno “Sete in Pace”, organizzato a Munster dalla Comunità di Sant’Egidio. “I reclutatori – ha spiegato Giro – hanno inventato un Islam 2.0 che è come una app: una religione diversa, aggiornata e semplificata che si rivolge a chi vuole reagire alle frustrazioni”. Il problema non è solamente militare: “Non basterà distruggere l’Isis per interrompere queste manipolazioni, perché imprenditori della paura potranno sempre manipolare i più fragili, in particolare, i giovani. Dobbiamo guardare in faccia questi giovani che hanno scelto per il lato oscuro” e investire nell’educazione.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Global Masters in Management 2017 Ranking

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

School of Management del Politecnico di MilanoMilano La School of Management del Politecnico di Milano ancora una volta tra le migliori business school del mondo con un suo prodotto storico, il Master of Science in Management Engineering: infatti, nel Global Masters in Management 2017 Ranking pubblicato oggi dal Financial Times, il Master of Science in Management Engineering si conferma tra i 95 migliori programmi in assoluto e tra i primi 6 al mondo in Ingegneria gestionale, quindi con le stesse caratteristiche. “Nel ranking del Financial Times compaiono solo 6 master in Ingegneria gestionale che possono essere paragonati al nostro prodotto – spiega Stefano Ronchi, Presidente del corso di laurea in Ingegneria Gestionale al Politecnico di Milano -. La particolarità della School of Management del Politecnico di Milano infatti è affiancare ai tradizionali corsi di economia, finanza e management dei contenuti di ingegneria e tecnologia, che sono sempre più rilevanti per uno sviluppo sostenibile della nostra società. Questo ci permette di formare persone con una forte preparazione sul management e al tempo stesso un’attitudine analitica ed ingegneristica all’identificazione e alla risoluzione dei problemi”.
La School of Management del Politecnico di Milano è composta dal Dipartimento di Ingegneria Gestionale e dal MIP, la Business School dell’Ateneo milanese. “La scelta di puntare sull’internazionalizzazione si conferma vincente, perché ci permette di restare al passo con le migliori scuole di management del mondo. Quello di FT è come sempre un riconoscimento importante, per tutti gli studenti del Master e per gli Alumni già diplomati”, commentano Alessandro Perego e Andrea Sianesi, rispettivamente Direttore del Dipartimento e Presidente MIP.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SACE (Gruppo CDP) per le Pmi: la padovana FuturaSun esporta moduli fotovoltaici in Uganda

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

nairobiGrazie al supporto assicurativo di SACE, la Pmi del distretto veneto del fotovoltaico vende i propri prodotti nel Paese africano proteggendosi dai rischi di mancato pagamento L’Africa si conferma un mercato con un forte potenziale per le PMI italiane. Con il supporto di SACE, presente nel Continente con uffici a Johannesburg e Nairobi, FuturaSun ha infatti esportato moduli fotovoltaici in Uganda del valore di 120.000 euro. L’intervento di SACE, che insieme a SIMEST costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, ha consentito a FuturaSun di offrire al cliente ugandese dilazioni di pagamento competitive, assicurandosi contro il rischio di mancato pagamento per cause di natura commerciale e politica. L’azienda di Cittadella (PD) opera nel cuore del distretto fotovoltaico veneto dal 2008 ed è specializzata nella produzione di pannelli fotovoltaici altamente performanti, che vende in Italia e all’estero (America Latina, Asia e altri Paesi dell’Africa). FuturaSun è stato il primo produttore di moduli fotovoltaici ad aver conseguito in Europa la certificazione per i nuovi standard internazionali IEC 61215:2016, emanati a marzo 2016.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

”Cardiology of Today and Tomorrow: Prepared for the Future”

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

san pietroburgoS. Pietroburgo (Russia) Dal 21 al 23 settembre 2017 si svolgerà a S. Pietroburgo il simposio internazionale “Cardiology of Today and Tomorrow: Prepared for the Future”. Il 21 settembre il simposio per la cerimonia di apertura si svolgerà alla Philarmonia – Nevskiy avenue 30, S. Pietroburgo. Sono previste tre letture da parte di Evgeny Shlyakhto (Russia), Alberto Zanchetti (Italy) ed Edward Lakatta (USA). Il 22 e 23 settembre il simposio si svolgerà al Federal Almazov North-West Medical Research Centre 2 Akkuratova st., S. Pietroburgo. Il meeting riunirà cardiologi di fama internazionale che esporranno i più recenti progressi nella cura delle malattie cardiovascolari.
S. Pietroburgo vanta una lunga tradizione nella clinica e nella ricerca in cardiologia, con una consolidata esperienza nella riduzione della mortalità e della morbilità cardiovascolare» spiega Evgeny Shlyakhto, Direttore del Federal Almazov North-West Medical Research Centre di S. Pietroburgo e presidente del simposio. «I cardiologi russi ed europei condividono una lunga storia di collaborazione scientifica ed accademica, che rappresenta un esempio di approccio innovativo di integrazione delle conoscenze e delle esperienze con il concetto di medicina traslazionale».I temi principali saranno le linee guida cardiovascolari europee, russe e statunitensi, l’ipertensione arteriosa e il danno d’organo, la dislipidemia e altre comorbilità, l’ischemia cardiaca e l’angina stabile, l’insufficienza cardiaca. Il simposio è promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tumore al polmone, diagnosi precoce con un semplice esame del sangue

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

tumore polmoneM.R. è affetto da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), una malattia dell’apparato respiratorio caratterizzata da un’ostruzione irreversibile delle vie aeree, che insieme all’asma rappresenta la più comune malattia che colpisce bronchi e polmoni. Mario ha 62 anni, è stato un forte fumatore, e avendo la BPCO è ad alto rischio di sviluppare un tumore al polmone. Per questi motivi il suo medico di famiglia gli prescrive un esame del sangue ed entro pochi giorni, dal laboratorio di analisi arriva la diagnosi: Mario ha un tumore polmonare. Per fortuna la malattia è allo stadio iniziale, e dopo aver confermato la diagnosi iniziale con ulteriori esami, il tumore viene asportato chirurgicamente. Grazie alla diagnosi precoce, Mario ha una percentuale di sopravvivenza dopo cinque anni pari al 50-75 per cento. E’ questo lo scenario che sarà possibile tra poco più di un anno, grazie a una scoperta realizzata in Italia da ImmunePharma srl, uno “spin-off” accademico del Dipartimento di Farmacia dell’Università di Salerno, e presentata in occasione del congresso della European Respiratory Society, in svolgimento a Milano. «Il test diagnostico si basa sull’individuazione di una proteina, appartenente al gruppo delle proteine caspasi, che è presente nel sangue dei pazienti con tumore ai polmoni in una quantità quasi cinque volte superiore rispetto a un soggetto sano» spiega Rosalinda Sorrentino, Ricercatrice e CEO di ImmunePharma. «Questa elevata quantità della caspasi è presente soltanto nei pazienti con il tumore al polmone, e questa caratteristica è fondamentale per la nostra scoperta e per la realizzazione del test, perché è presente solo e soltanto nel tumore polmonare e non in altri tipi di tumore. Una scoperta che si traduce in un esame diagnostico che per la sua semplicità potrà essere prescritto non soltanto dal medico specialista, ma anche dal medico di medicina generale. sarà un test estremamente semplice perché si basa su un saggio biochimico che viene già utilizzato non soltanto nei centri di ricerca ma anche nei centri diagnostici.». Lo studio condotto da ImmunePharma ha coinvolto 120 soggetti e ha prodotto risultati decisamente positivi. «Il test si è rivelato altamente selettivo e ha parametri statistici che superano il 95 per cento di selettività e soprattutto di specificità, per cui è decisamente preciso. Sono risultati oltre le aspettative che ci spingono a proseguire gli studi su un numero di pazienti più ampio» prosegue Sorrentino. Il nuovo esame potrà rappresentare lo strumento ideale per effettuare una diagnosi precoce, essenziale per combattere efficacemente il tumore polmonare. Riuscire a intervenire precocemente, quando il tumore è al primo stadio, aumenta notevolmente il successo terapeutico. «Il test diagnostico potrebbe rappresentare una soluzione per i soggetti a rischio, come i pazienti con BPCO e i forti fumatori» confermano gli pneumologi Claudio Donner, presidente della Fondazione Mondo Respiro e Paolo Zamparelli, presidente della Fondazione Giuseppe Moscati Sorrento Onlus. «Oggi il tumore viene individuato quando è a uno stadio avanzato, perché la diagnosi è occasionale. Il paziente viene sottoposto a una radiografia o a una TAC per altri motivi e in quel caso viene evidenziato il tumore. Viceversa la diagnosi precoce può salvare la vita al paziente e una qualità di vita decisamente migliore. È importante che il tumore venga diagnosticato nelle sue prime fasi, quando è di una dimensione tale da poter essere eliminato con interventi efficaci e spesso anche non particolarmente invasivi. È dunque necessario che i pazienti a rischio, che sono essenzialmente i fumatori e i pazienti con BPCO, siano sottoposti a sistemi di diagnosi precoce e soprattutto che siano applicabili su vasta scala nelle popolazioni a rischio. Il test sviluppato a Salerno potrebbe rivoluzionare l’approccio al tumore polmonare, perché ha caratteristiche di specificità e sensibilità tali da poter fornire una diagnosi precoce su vasta scala».
L’esame diagnostico sarà presto commercializzato e distribuito grazie alla partnership tra ImmunePharma e la Dr Safuan srl di Parma. «Stiamo iniziando le verifiche definitive per avviare la fase di industrializzazione» conferma Safuan Gritli, CEO di Dr Safuan srl. «Il test dovrebbe essere disponibile in Italia e in Europa nella seconda parte del 2018. Negli Stati Uniti siamo in fase di negoziazione avanzata con InspiRx Inc. per la distribuzione locale, e i tempi di registrazione con la Food and Drug Administration potrebbero richiedere circa 6-8 mesi in più. Cercheremo di contenere il costo del test attorno a 25-30 euro, quindi con risparmi importanti rispetto ad altri esami diagnostici, come la TAC. Senza contare che l’individuazione precoce della malattia comporterà risparmi notevoli in termini di trattamenti e ospedalizzazioni».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Toccano i 763 miliardi di Euro le masse servite da Private Banking

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

graficoÈ di 763 miliardi di euro il valore delle masse servite da Private Banking, un volume in crescita del 5% rispetto ai 726 miliardi di euro del 2015: il dato è stato rilevato da AIPB – l’Associazione degli operatori del Private Banking, che dal 2004 riunisce i principali player del settore – nell’analisi annuale dedicata al “Mercato Servito dal Private Banking in Italia”.La ricerca – che si pone come obiettivo quello di analizzare le dimensioni, la distribuzione, la segmentazione e l’evoluzione del mercato servito dal Private Banking in Italia – studia la gamma di offerta che le banche hanno pensato e dedicato esclusivamente a un target di clientela individuato come Private (tendenzialmente con patrimoni superiori ai 500 mila euro) e il profilo del cliente finale con le sue preferenze di investimento.Il 5% di aumento delle masse registrato da AIPB al 31 dicembre 2016 (763 mld di euro vs 726 miliardi di euro) è il frutto della raccolta sviluppata dalle reti commerciali al netto di masse in uscita (raccolta netta +1,5%) e dell’andamento dei mercati che ha prodotto un effetto negativo pari a -1,9%. La complessiva crescita del sistema Private è frutto di ulteriori flussi in entrata (5,4%) che sono confluiti nel mondo Private grazie ad una migliore identificazione della clientela Private alla quale le banche offrono un modello di servizio dedicato. Nel corso del 2016 è cresciuto di conseguenza anche il numero di professionisti che banche e istituti hanno dedicato esclusivamente al segmento “private”, con 14.856 private banker rispetto ai 13.433 del 2015 (+10,6%).
Dalla ricerca emerge che il 49% delle masse Private sono gestite attraverso un servizio di consulenza non a pagamento, a cui si aggiungono il 18% degli asset affidati a servizi di gestione patrimoniale e l’12% al servizio di consulenza a pagamento; di contro solo il 10% delle masse sono destinate a servizi di execution only, con una iniziativa diretta del cliente senza servizio di consulenza. Il restante 11% è destinato al servizio di deposito e custodia.
Un ultimo dato della ricerca, infine, riguarda la “collocazione geografica” delle masse.Da questo punto di vista, la regione che detiene la maggior quota di asset sul totale si conferma la Lombardia con il 33,2% (in crescita rispetto al dato 2015), seguita da Emilia Romagna (12,2%), Piemonte (10,9%), Lazio (10,4%), Veneto (8,8%), mentre chiudono la classifica Sardegna e Trentino Alto Adige (0,6%), Calabria (0,5%), Valle d’Aosta (0,2%), Molise e Basilicata (0,1%) (foto: grafico)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: Leggersi dentro

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

Leggersi dentroRoma Venerdì 22 settembre 2017 • ore 18.30 Libreria Paoline Multimedia International – Via del Mascherino, 94.Incontro con l’Autore P. GAETANO PICCOLO, Docente presso la Pontificia Università Gregoriana. Introduce e dialoga con l’Autore Romano Cappelletto, Ufficio Stampa Paoline.Incontro organizzato in occasione della DOMENICA DELLA PAROLA. Gaetano Piccolo, gesuita, insegna metafisica presso la Pontificia Università Gregoriana. Nella sua attività ha approfondito il tema dell’integrazione tra vita affettiva e vita spirituale, sia attraverso la riflessione che attraverso il ministero degli Esercizi spirituali. Dalla sua esperienza è nato il blog Rigantur mentes. Attraverso la sua personale esperienza spirituale, maturata anche con la lettura di sant’Agostino e un periodo di formazione in Sri Lanka, ha sviluppato un approccio alla Bibbia che prova a far emergere le dinamiche umane di ciascuno mediante l’incontro con la parola di Dio, affinché il cuore sia illuminato e guarito.È secondo questo approccio che presenta il suo nuovo libro Leggersi dentro. Con il Vangelo di Marco. Punto di partenza, come nel precedente Leggersi dentro. Con il Vangelo di Matteo, è la constatazione che non è facile leggersi dentro: spesso abbiamo paura di quello che possiamo incontrare. Eppure da sempre l’uomo è stato incuriosito dalla possibilità di viaggiare nel suo profondo. Riconoscere quello che ci abita interiormente è del resto il primo passo per crescere nella libertà, altrimenti rischiamo di essere navi in balia di venti che non riusciamo a gestire. Riflettendosi nella parola di Dio, il cuore umano può riconoscersi, senza il timore del giudizio, ma nella gioia della verità; il cristiano intraprende allora questo viaggio nella ri-conoscenza di sé, una conoscenza che è sempre anche gratitudine.Nella lettura del Vangelo di Marco, la prospettiva centrale è quella di un’esistenza umana simile a un mare, a volte sereno a volte attraversato da tempeste. Non possiamo fare a meno di passare all’altra riva, siamo continuamente in viaggio, e ogni volta dobbiamo affrontare il rischio di sprofondare e la paura di non farcela. Nel Vangelo di Marco la sovrabbondanza di parole e immagini, da cui siamo continuamente storditi, lascia spazio alla sobrietà della parola essenziale. Ci troviamo tutto a un tratto davanti a uno specchio nitido che ci mostra con semplicità chi siamo. Non a caso, questo racconto della buona notizia è il più vicino agli eventi della vita di Gesù. I sentimenti sono ancora vivi, genuini e senza filtri. È il Vangelo che veniva raccontato a coloro che si avvicinavano alla fede proprio per lasciare a ciascuno la bellezza di essere incontrato da Gesù. Come si legge nella premessa (di don Aldo Martin), “il Vangelo di Marco ci inserisce in una narrazione che non ha dunque lo scopo di spiegare chi è Gesù, ma ci invita a lasciarci guidare dalle domande che egli stesso suscita in noi. È un cammino di scoperta in un incontro personale”.Come nel precedente Leggersi dentro, anche in questo libro ogni meditazione è introdotta dal brano evangelico e seguita da alcune domande che possono aiutare la preghiera e la riflessione personale. Il libro si offre anche come strumento per i giovani che si preparano al Sinodo sul discernimento vocazionale (al pari di un altro testo dell’autore, Testa o cuore? L’arte del discernimento). (foto: leggersi dentro)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

BPCO, una malattia che gli europei conoscono poco

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

European public opinion“Hai mai sentito parlare di BPCO?” Due volte su tre, la risposta a questa domanda è “no”. Soltanto il 45% dei tedeschi, il 44% degli inglesi, il 41% degli spagnoli, appena il 20% dei belgi e, fanalino di coda, il 10% degli italiani, infatti, ha risposto di sì. A rivelarlo è un’approfondita indagine realizzata a luglio da GfK Eurisko in cinque paesi europei (Italia, Germania, Spagna, Regno Unito, Belgio) su un campione di 4.250 persone dai 18 anni in poi. In media, “ha sentito parlare di BPCO” il 35% degli intervistati e soltanto il 10% ha associato la sigla alla Bronco Pneumopatia Cronica Ostruttiva. Un numero sorprendentemente basso per una malattia che colpisce 348 milioni di persone nel mondo e che entro il 2020 sarà la terza causa di decesso. L’indagine GfK Eurisko “La BPCO (Bronco Pneumopatia Cronica Ostruttiva) le conoscenze, i vissuti, l‘impatto sulla qualità di vita”, svela molti aspetti di questa malattia e della percezione che se ne ha. Correttamente, viene considerata grave o molto grave nella quasi totalità dei casi (95%) e nella classifica delle patologie più severe viene messa al quinto posto, dopo cancro, infarto, ictus e Alzheimer. Anche riguardo alla prevenzione c’è un buon livello di consapevolezza: i dati mostrano che per la maggior parte delle persone che la conoscono, la BPCO può essere prevenuta non fumando o smettendo di fumare (84%) e facendo controlli periodici (63%). Il fumo, in particolare, è considerato la causa principale dell’insorgere della malattia (da oltre l’80% di chi ne ha sentito parlare), seguito dall’inquinamento (54%) e dalla familiarità (37%).“È indispensabile che si alzi la guardia su questa malattia, che nel mondo causa tre milioni di morti ogni anno”, afferma Leonardo M. Fabbri, già Professore di Medicina Interna e Respiratoria presso l’Università di Modena e Reggio Emilia, Visiting Professor di Medicina Interna e Respiratoria all’Università di Ferrara e Gothenburg (Svezia). “Secondo l’indagine GfK Eurisko – continua Fabbri – l’opinione pubblica la pone al quinto posto tra le malattie più invalidanti, dopo gli eventi cardiovascolari. Ma pochi forse sanno che oggi la mortalità di chi è ricoverato in ospedale per infarto è del 15% a tre anni, mentre la mortalità di un paziente con BPCO ricoverato per una riacutizzazione della malattia, cioè un peggioramento acuto dei sintomi, è del 50% nello stesso periodo”.
I sintomi della malattia più presenti risultano essere la stanchezza (48%), la mancanza di fiato/fiato corto (dispnea, 46%), la tosse secca (40%), il senso di oppressione sul petto e la difficoltà a respirare (31%).Ma al di là dell’elenco dei singoli sintomi, i dati svelano il grande impatto della malattia sulla qualità della vita. La BPCO influenza la vita in generale nel 75% dei casi, il lavoro e le attività quotidiane nel 66%, la vita sociale, le relazioni e la vita familiare nel 56% e la vita di coppia nel 51%.
Scendendo più nel dettaglio, nel 79% dei casi i pazienti hanno difficoltà a fare qualsiasi tipo di attività sportiva; nel 62% non riescono a dedicarsi come vorrebbero al proprio hobby; nella stessa percentuale (62%) non riescono a prendersi cura dei bambini o a giocare con loro; il 56% limita i viaggi, il 53% la vita affettiva, il 47% gli incontri con gli amici e il 42% le uscite per andare al ristorante, al cinema, a teatro, al pub.
Solo il 35% dei pazienti intervistati assume un solo farmaco, il 42% ne assume due e ben il 23% ne assume tre o più. Questo per molti significa dover gestire più inalatori: un problema che si riflette sull’aderenza al trattamento. Se il 75% segue le prescrizioni del medico, infatti, uno su quattro non riesce: la metà perché si sente meglio e pensa di non aver bisogno del farmaco, il 41% perché si dimentica, il 13% perché “assumere tante medicine lo fa sentire malato”. Altri commentano che “è difficile utilizzare differenti tipi di inalatore”, che la cura non è efficace e che è una cura complicata, ed è facile commettere errori.
In ultimo, l’indagine ha sondato quali siano i bisogni ancora insoddisfatti di questi pazienti. Ebbene, la stragrande maggioranza – 85% – vorrebbe un farmaco che lo facesse stare meglio, il 77% vorrebbe un farmaco che agisse più in fretta, il 65% vorrebbe usare un solo inalatore, il 60% vorrebbe dover assumere un solo farmaco.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: regolamento botticelle

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

botticelle romane“Alle dichiarazioni rilasciate dall’onorevole Brambilla sulla questione botticelle rispondiamo con alcuni dati. Il regolamento che prevede il divieto di circolazione delle botticelle a cavallo e la contestuale sostituzione di quest’ultime con quelle elettriche è pronto e, attualmente, al vaglio dell’Avvocatura Capitolina. Stiamo parlando di un regolamento dettagliato, chiaro e circostanziato, con cui Roma Capitale andrà a normare una situazione su cui nessun’altra Amministrazione precedente è mai riuscita a incidere. Una volta superato questo step, il regolamento sarà discusso in Commissione Ambiente, per poi approdare in Aula dove sarà oggetto di votazione da parte dell’Assemblea Capitolina. Nessun immobilismo, dunque, da parte dell’Amministrazione Capitolina, fermamente convinta delle proprie idee e determinata nel portarle avanti con abnegazione e senso di responsabilità”. Lo dichiarano, in una nota congiunta, l’assessore alla Sostenibilità Ambiente Pinuccia Montanari e il presidente della Commissione capitolina Ambiente Daniele Diaco.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma e la prevenzione vaccinale

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

vaccinazione-antinfluenzale-2012-2013La nuova normativa sulla prevenzione vaccinale è confusa, risulta poco chiara e viene infatti applicata in modo difforme da Regioni e Comuni in tutta Italia. È la criticità segnalata dalla sindaca di Roma Virginia Raggi in una lettera inviata alle ministre della Salute Beatrice Lorenzin e dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli.“Il Ministero della Salute ha censurato solo il nostro modello di autocertificazione per l’ammissione ad asili nidi e scuole d’infanzia, che riportava pedissequamente una parte del testo di legge, ammonendoci in modo perentorio sulle responsabilità derivanti dalla mancata attuazione del dettato normativo al quale invece Roma Capitale intende dare seguito. A parte questa singolare circostanza, lo stesso Ministero non si è accorto che nel resto d’Italia c’è il caos e che per la scarsa chiarezza delle norme ogni amministrazione si regola come ritiene più opportuno per i propri cittadini residenti”, spiega Raggi. Tale difformità evidenzia la confusione che caratterizza il quadro normativo di riferimento. Nella lettera la Sindaca illustra una serie di esempi di applicazione divergente del decreto legge in Comuni e Regioni sull’intero territorio nazionale, segnalando che in una regione addirittura non è previsto l’allontanamento dalle scuole dei bambini che non abbiano soddisfatto gli obblighi di legge.“Questa situazione rischia di generare una discriminazione tra cittadini di serie A e di serie B rispetto alla loro collocazione geografica – aggiunge Raggi – e pertanto l’Amministrazione capitolina chiede che i Ministeri coinvolti rendano immediatamente uniforme l’applicazione normativa. Vanno inoltre fornite indicazioni dettagliate sugli aspetti organizzativi e sulle procedure di non ammissione o di allontanamento dei bambini non provvisti di adeguata documentazione, così da poter rispondere alle legittime preoccupazioni delle famiglie e degli operatori scolastici, ed evitare problemi di ordine pubblico. Nel rispetto del leale principio di collaborazione tra le istituzioni, invito il Governo a definire con l’Anci modalità operative condivise e ad ascoltare gli Enti locali che sono i più vicini alle istanze e alle esigenze dei cittadini”, conclude la Sindaca.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Orti didattici nelle scuole: Il M5S dice No

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

ortiIl M5S boccia la delibera proposta dal Partito Democratico sugli orti didattici nelle scuole. Alla faccia della collaborazione che la maggioranza continua a chiedere in Aula all’opposizione, oggi i consiglieri del M5S hanno scelto di votare contro la delibera, in attesa di un Regolamento sul verde che chissà come e quando ci sarà. Perché poi gli orti delle scuole per i consiglieri pentastellati avrebbero dovuto essere in contrasto con un regolamento del verde resta un mistero, tanto che oggi risulta una bieca scusa, esclusivamente per non approvare una proposta del PD. La nostra delibera proponeva di rafforzare la bella tradizione degli orti, già viva e sperimentata in molte scuole romane, e di renderla possibile anche agli istituti scolastici privi di spazi esterni idonei, prevedendo l’uso di spazi comunali adiacenti alle strutture scolastiche, individuate e concesse dai Municipi direttamente alle scuole. Una occasione unica per Roma per proseguire in continuità con la traduzione degli orti urbani, voluta e consolidata dalla passata Amministrazione, e per coinvolgere i cittadini nella cura del verde scolastico. L’unica osservazione tecnica arrivata con il parere degli uffici era stata peraltro recepita con un emendamento dal PD nel nuovo testo della delibera. Le altre osservazioni del Dipartimento Ambiente, quelle del dipartimento Scuola erano tutte a favore, sono di natura esclusivamente politica e rimandano a un fantomatico libro dei sogni di questa Amministrazione, a generici “faremo”, “approveremo”, ma che ad oggi non ha prodotto nulla di concreto. La bocciatura di questa delibera con queste modalità non è altro che un atto ideologico. A Roma siamo di fronte al primo esempio di ostruzionismo della maggioranza nei confronti dell’opposizione, un unicum fatto di scelte scellerate che rallentano la città, impoveriscono la partecipazione e sviliscono le iniziative dei cittadini. Roma è ferma in attesa del libro dei sogni del M5S”.Così in una nota i consiglieri del gruppo capitolino del Partito Democratico.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prossima riapertura dell Biblioteca di Acilia “Sandro Onofri”

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

libri“Entro il mese di ottobre 2017, i cittadini di Acilia potranno nuovamente fruire della Biblioteca Sandro Onofri. Una buona notizia per i bimbi residenti in zona e per gli studenti che, finalmente, potranno tornare a frequentare la sala lettura, laddove è presente anche un pianoforte a coda per concerti e che ospita altresì performance teatrali. Gli interventi di ristrutturazione dureranno all’incirca due settimane e saranno eseguiti con i fondi dell’Istituzione Biblioteche di Roma. Con la riapertura della Biblioteca Onofri, sarà riqualificato l’intero quartiere e l’area verde adiacente. La Commissione Cultura di Roma Capitale esprime soddisfazione per l’importante traguardo raggiunto, conscia di aver restituito alla città un importante luogo simbolo di cultura e di aggregazione. Il nostro impegno nell’ascoltare e nell’assecondare le istanze del territorio va avanti” Lo dichiara, in una nota stampa, il presidente della Commissione Cultura di Roma Capitale Eleonora Guadagno.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma Capitale. Atac/metro: aumentano i biglietti?

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

atac-romaMentre la Sindaca, Virginia Raggi, prosegue nel racconto onirico dei cambiamenti climatici che hanno determinato gli allagamenti nella Capitale, i romani si trovano alle prese con un altro problema: lo sciopero odierno dei mezzi pubblici e relativo traffico in tilt. La Sindaca Raggi, sempre nel suo viaggio onirico, probabilmente comunicherà che i disagi sono stati limitati e che la città ha superato indenne lo sciopero Atac.
Oggi il Consiglio di amministrazione di Atac dovrebbe deliberare il ricorso al concordato e approvare il bilancio 2016 (!), ma a fronte di un debito che veleggia su 1,4 miliardi di euro, potrebbe spuntare l’idea (è frutto della nostra scellerata fantasia), di aumentare i prezzi dei biglietti della metropolitana, legandoli al tragitto percorso. L’idea non e’ peregrina: agganciare il costo dei biglietti alla distanza percorsa. La variazione di prezzo potrebbe essere applicata alla metropolitana. Insomma, se l’utente fa una fermata paga un prezzo, se ne fa dieci pagherà un prezzo superiore.
Serve a far cassa a spese dell’utente.Con il concordato preventivo, l’Atac ha bisogno di soldi con i quali giustificare l’operazione. Questa idea potrebbe portare nuovi fondi alle casse della municipalizzata dei trasporti che ne ha bisogno come l’acqua a un assetato nel deserto.L’operazione potrebbe essere facilmente giustificata: perche’ un utente che usufruisce di un tragitto breve (una fermata) deve pagare lo stesso prezzo del biglietto di chi fa tragitti lunghi? D’altronde è quanto fatto per le tratte ferroviarie. Dunque, si potrebbe partire da un prezzo base che sarà aumentato via via che aumentano i km di percorrenza.
Il problema è che Roma ha un sistema di metropolitane irrisorio, una struttura urbanistica disordinata e un trasporto di superficie del tutto insufficiente; non a caso la Capitale ha il più alto numero di motocicli in Europa (circa 600 mila).Pensare di aumentare il costo dei biglietti, legandolo alla percorrenza, incide sulla fascia della popolazione che usufruisce della metropolitana per necessità. Insomma, i costi graveranno sui meno abbienti. Ma si sa, questa idea è frutto della nostra fantasia e tutto ciò non accadrà. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Atac e il concordato preventivo

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

atac trasporti roma“Se sbagliare è umano, perseverare è diabolico. Alla maggioranza capitolina continuo a consigliare quello che ho già detto in Aula: per la via del concordato preventivo di Atac non può bastare una memoria di Giunta. L’unico atto legittimo è e deve essere una delibera approvata dall’Aula Giulio Cesare. Qual è il vero motivo per cui la maggioranza teme il passaggio in Assemblea? Forse non tutti i consiglieri sono d’accordo? E perché ad oggi non abbiamo il bilancio 2016 di Atac? Il rischio vero e sottostimato dal M5S è la svalutazione che si prospetta con la ricontrattazione dei debiti. E in assenza di un bilancio che certifichi questa svalutazione, quella del concordato è una scelta al buio e piena di rischi per i romani. Ad oggi infatti non è chiaro chi pagherà gli ammanchi delle mancate entrate. Le scelte poco trasparenti di chi sta governando in questo modo la Capitale, e ambisce al governo del Paese, non sono più tollerabili. Non è più solo una questione di buone prassi e buoni principi, i romani con questa Amministrazione rischiano di dover pagare un prezzo altissimo”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuole: Campidoglio, al via piano verifica vulnerabilità sismica

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

campidoglioSi è concluso a maggio, con esito positivo, il ciclo delle verifiche effettuate dal Dipartimento Infrastrutture (Simu – Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana) sulle condizioni degli edifici scolastici di proprietà capitolina ospitanti scuole statali (sezioni primavera, scuola materna, scuola primaria e secondaria di primo grado), effettuate dopo gli eventi sismici di agosto e ottobre 2016 e del gennaio 2017. Relativamente al triennio 2017-2019, invece, ha preso il via il Piano di verifica di vulnerabilità sismica del patrimonio di edilizia scolastica di Roma Capitale, al fine di effettuare la mappatura degli edifici rispetto alla predisposizione a danneggiamenti e crolli in conseguenza di eventi sismici.Per l’attuazione del programma – previsto dall’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3274 del 2003 – sono stati stanziati per l’anno in corso 2 milioni di euro. Il progetto è partito in modalità “pilota”, per poi proseguire con un Piano pluriennale di azione. In questo modo sarà possibile orientare i successivi interventi manutentivi/strutturali di efficientamento della tenuta sismica.
“Come dichiarato a seguito degli eventi sismici che hanno interessato il Centro Italia dal 24 agosto 2016 al 18 gennaio 2017, prosegue l’impegno dell’Amministrazione capitolina per la sicurezza delle scuole. Il piano di verifica della vulnerabilità sismica, partito ora in fase “pilota”, riguarderà nei prossimi anni tutti i 1.100 edifici scolastici di Roma, il 58% dei quali statali e il restante 42% comunali. Una mappatura urgente, che avrebbe dovuto iniziare molti anni fa, e oggi non solo doverosa ma improcrastinabile, che consentirà di avere un quadro chiaro degli interventi da effettuare, secondo un ordine di priorità, per mettere a norma gli edifici scolastici sotto l’aspetto della resistenza sismica”, dichiara l’assessora alle Infrastrutture di Roma Capitale Margherita Gatta.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »