Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 307

Cala il sipario su «Il Tempo delle Donne» 2017

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 settembre 2017

MariaGrazia Cucinotta con fascia per la ricerca _ Barbara Del Neri _ Maria Teresa FerrariLa kermesse di RCS di cuiVictoria è stato Main partner – il primo progetto di comunicazione nato in Italia per le donne over 50 a cura di Procter & Gamble -, con la consegna del Premio Victoria a due donne, meravigliose cinquantenni: Maria Teresa Ferrari, donna scelta tra sei finaliste perché simbolo del «reinventarsi» a 50 anni e l’attrice Maria Grazia Cucinotta nominata anche “Ambasciatrice Victoria”.
Maria Grazia Cucinotta, modella, attrice, produttrice tra Italia, Stati Uniti e Cina, una donna capace di reinventarsi professionalmente senza togliere attenzione alla sua famiglia e all’impegno per tante cause sociali, è stata premiata e scelta dal programma di P&G come sua Ambasciatrice perché ne incarna al meglio i valori, diventando modello per le tante donne che ogni giorno scelgono Victoria: un sito – http://www.victoria50.it – e una rivista, ricchi di argomenti di interesse per le over 50. «Per me è un onore rappresentare la filosofia positiva di Victoria rispetto alle over 50. Aver accettato questo ruolo è un modo per stare vicina a tutte quelle donne che hanno difficoltà a vedere il bello dell’età che avanza. Vorrei contribuire a dare loro la forza per affrontare con positività ogni fase della vita. – ha dichiarato Maria Grazia Cucinotta, confidando – Fin da quando ero piccola, sono sempre stata affascinata dalle donne forti e coraggiose e grazie a questo Premio mi sento ancora di più una di loro. Per questo, a tutte le donne dico: non arrendetevi e non sottovalutatevi mai. L’immagine che gli altri recepiscono di noi è il frutto dei nostri pensieri, quindi circondatevi di complimenti, di allegria e di tanto rispetto e vedrete che l’età non conterà più».
La seconda donna premiata a “Il Tempo delle Donne” è Maria Teresa Ferrari, 52 anni, di Verona, una donna che dopo un cancro al seno ha deciso di lanciare una startup per creare cappellini per chi, come lei, deve affrontare la chemioterapia e che oggi vende per supportare la ricerca. Scelta dalla Giuria RCS tra una rosa di 6 finaliste selezionate dalla redazione del Corriere della Sera tra le candidature ricevute e presentate sul blog La 27esima Ora per consentire anche alle lettrici di esprimere la loro preferenza, ha dichiarato: «A 50 anni la mia vita è cambiata perché ho scoperto di avere una neoplasia mammaria avanzata e, nonostante la paura, mi sono fatta una promessa: non avrei permesso al cancro di rubarmi il sorriso. Ho sbizzarrito, quindi, la creatività e realizzato una collezione di cappellini che ha strappato un sorriso a tante donne. I cappellini sono diventati simbolo di rinascita, come quando ho indossato un basco di paillette e una donna in ospedale mi ha detto: “Sei il mio primo momento di luce in un cammino di tenebre”. Da allora, quello che era un semplice atto di leggerezza, è cresciuto fino a diventare un’Associazione che sta aggregando tantissime persone. Non avrei mai immaginato di ricevere questo Premio ma spero, nel mio piccolo, di aver mostrato a tante PremioVictoriapersone quanto sia importante prendersi cura di sé, fin da giovani, pensando alla testa e al cuore con sincerità e con il sorriso, nonostante i percorsi da affrontare siano difficili e dolorosi».
Barbara Del Neri, Direttrice Marketing Procter & Gamble Sud Europa e Direttore del programma Victoria, consegnando i riconoscimenti, ha commentato: «Sono molto orgogliosa di poter consegnare questi premi. Avere Maria Grazia Cucinotta come nostra Ambasciatrice è per noi un onore: è una donna che dimostra ogni giorno come i 50 anni siano un’età piena di consapevolezza e di progettualità, in cui non si perde, ma si guadagna qualcosa. Dunque, rappresenta tutto ciò in cui Victoria crede da sempre. E lo stesso vale per Maria Teresa: la sua è una storia bellissima che mi ha colpita particolarmente. Ha saputo trasformare un evento negativo, come una malattia, in un progetto positivo e l’ha fatto con una meravigliosa leggerezza. Il legame che è riuscita a creare, simbolicamente e materialmente, tra i cappellini, la testa e il cuore è unico ed è perfettamente in linea con i valori e la visione di Victoria”.
I Premi sono stati consegnati nel corso dell’evento “Ageless e Felicità, riprogettarsi dopo i 50”, sullo spunto della ricerca condotta tra i suoi lettori dal Corriere della Sera per Victoria. L’indagine condotta da RCS su un panel di 8.000 donne, infatti, ha dimostrato che le over 50 – in Italia già 6 milioni e raddoppieranno nei prossimi 30 anni – sono soddisfatte della loro vita e per essere ancora più felici affronterebbero anche nuove sfide: il 42% inizierebbe una nuova attività, il 35% cambierebbe lavoro, il 32% si trasferirebbe in un altro Paese, il 23% aprirebbe il proprio cuore a un nuovo amore e in campo lavorativo, il 53% lavorerebbe tutta la notte pur di prepararsi al meglio per un nuovo incarico e il 21% valuterebbe un trasferimento all’estero per ragioni professionali come un’ottima notizia. (foto: maria grazia cucinotta, premio victoria)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: