Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 4 ottobre 2017

Our Ocean: conferenza dell’UE per un’azione globale a favore di oceani sicuri e puliti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

MaltaIl 5 e 6 ottobre a Malta si terrà la quarta edizione della conferenza “Our Ocean”, organizzata dall’Unione europea, che mira a ispirare soluzioni comuni e a raccogliere impegni ambiziosi per la conservazione e l’uso sostenibile degli oceani. Si prevede che oltre quaranta Ministri e leader provenienti da più di 100 paesi di tutto il mondo insieme ad alti dirigenti di imprese internazionali parteciperanno alla conferenza e annunceranno impegni concreti.A nome dell’UE l’evento sarà ospitato dall’Alta rappresentante/Vicepresidente Mogherini e dal Commissario Vella e vedrà la partecipazione del Primo Vicepresidente Timmermans e del Commissario Mimica.Saranno impegnate ingenti risorse per potenziare la lotta contro l’inquinamento marino, estendere le aree protette, aumentare la sicurezza degli oceani, promuovere le iniziative dell’economia blu e la pesca sostenibile e intensificare gli sforzi dell’UE nella lotta ai cambiamenti climatici, in linea con l’accordo di Parigi e gli obiettivi di sviluppo sostenibile nel quadro dell’Agenda 2030. La conferenza “Our Ocean” 2017 ha già richiamato oltre 200 impegni e manifestazioni di interesse, anche da parte di oltre 50 imprese operanti in ambiti molto diversi, dalla pesca tradizionale alle industrie ad alta tecnologia della Silicon Valley. (foto: malta)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Musica: il cassanese Vincenzo Pirillo vince la finale baby del Cantagiro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

baby prodigio.jpgFiuggi. Si chiama Vincenzo Pirillo e ha soltanto 7 anni. Eppure, questo cassanese doc, che ha già collezionato in pochissimo tempo una miriade di esperienze sul palco, è arrivato senza alcuna difficoltà a vincere la finale baby del Cantagiro di quest’anno presentando il brano dell’indimenticabile Giorgio Gaber Barbera e Champagne.Capelli tirati a lucido, sguardo birichino e giacca a righe, Vincenzo si è presentato davanti a pubblico e giuria, oltre che con la consueta simpatia, con una professionalità da artista vissuto.Forse anche perché, nel tempo, la passione per Massimo Ranieri, Vinicio Capossela, Luigi Fronte, Renato Carosone e Domenico Modugno lo ha portato a calcare tanti palcoscenici importanti tra cui quello di Sanremo e a vincere numerose competizioni, tra cui, ad esempio, Vocine nuove a Castrocaro.
Estremamente formativa anche l’ultima esperienza in ordine di tempo di questo baby cantante, capace di farsi apprezzare sempre per l’innato talento. Scelto tra migliaia di bambini, Vincenzo nei mesi scorsi è stato infatti anche protagonista del programma Piccoli Giganti, il remake del format Pequeños Gigantes, prodotto per Discovery Italia da Endemol Shine Italy e condotto da Gabriele Corsi e dal piccolo Giorgio Zacchia.Nel corso delle sei puntate le esibizioni, commentate da Enzo Miccio, Benedetta Parodi e Serena Rossi, ha messo al centro bambini dai 4 ai 10 anni che sono dei campioni assoluti nelle loro passioni e anche in quell’occasione il piccolo Vincenzo è riuscito a distinguersi.“E’ un vero portento”, ha commentato a fine serata il calabrese Enzo De Carlo, Patron della manifestazione. Prossimo appuntamento per l’edizione 2017 del Cantagiro sabato 7 ottobre. Sarà nel corso della serata che si conoscerà il titolo del vincitore assoluto di questo noto concorso canoro che quest’anno compie cinquantacinque anni.(foto: baby prodigio)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Musica: Sardegna e Calabria vincono ex aequo la finale junior del Cantagiro 2017

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

cantagiroFiuggi. La sarda Laura Aramu e la calabrese Anna Morelli vincono ex aequo la finale junior del Cantagiro 2017.Troppo complicato per la giuria tecnica scegliere solo una tra loro. Più facile, dopo giornate di prove e selezione, assegnare il titolo e l’ambitissimo premio a entrambe le ragazzine, che hanno fatto da tempo della musica una delle loro passioni principali, e che si sono distinte tra i tanti protagonisti della finale junior. Laura, undici anni appena compiuti, ha cantato Tu ci sei, Anna, invece, si è distinta per l’interpretazione di Adesso parlami.Nonostante la giovane età, entrambe sono da tempo alle prese con microfono e spartiti.Appassionata di Ariana Grande, Elodie e Beyonce, Laura – che viene da Assemini, in provincia di Cagliari, e ama ascoltare i grandi classici del rock – da anni si dedica allo studio del canto che l’ha già portata a calcare con successo diversi palcoscenici, tra cui quello di gara Sarule got’s talent, una competizione canora tra talenti sardi, e quello del concorso Punto In Alto da cui esce premiata nella sezione junior. Distintasi già nel corso de Il festival degli Autori, la kermesse non competitiva in programma a Sanremo, e nel talent de “La 5” Tra Sogno E Realtà, la Aramu ha ricevuto dal Cantagiro una delle più grandi soddisfazioni, dopo tantissime serate e lunghissime prove.Passaggio simile pure per Anna Morelli, di Cosenza. Anche la tredicenne calabrese, come la sua coetanea sarda, sul palcoscenico ha saputo dimostrare, oltre a indiscusse capacità canore, tanta grinta. E’ stato sicuramente questo che ha convinto definitivamente pubblico e giuria e le ha regalato il titolo.
All’emozione di Laura e Anna ha fatto eco quella di altre talentuose ragazzine: le pugliesi Azzurra Barberio, Ludovica del Gaudio e Alessia Bruno si sono, infatti aggiudicate il premio con menzione speciale. Premio Folk alla giovanissima Elena Chessa. La giovanissima cantante, originaria di Irgoli, in provincia di Nuoro, si è imposta all’attenzione di pubblico ed esperti con un testo scritto in sardo e firmato dal noto cantante e paroliere Benito Urgu, dal titolo Ponte Mannu.Ma non è tutto. “Questi talenti in erba – ha detto Enzo de Carlo, Patron della manifestazione – hanno dimostrato capacità e grinta che caratterizzano professionisti”. E’ per questo che alcuni di loro – Sergio Salvini, Gianmarco Gridelli ed Edoardo Guarini, rispettivamente di Cisterna di Latina, Rocca di Papa e Santa Marinella – saranno chiamati a prendere parte alla compilation Disney for peace, che uscirà a dicembre prossimo e che permetterà di raccogliere fondi a favore della ricerca contro la sclerosi multipla.Intanto, però, è sempre più vicina la serata finale del Cantagiro. Il prossimo appuntamento è in calendario per sabato 7 ottobre. Sarà nel corso di quest’ultima serata che si conoscerà il titolo del vincitore assoluto di questo noto concorso canoro che quest’anno compie cinquantacinque anni. (foto: cantagiro)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il MAXXI e Bulgari insieme per sostenere i giovani talenti nell’arte

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

Melandri BabinLondra. E’ stato presentato a Londra Il MAXXI e Bulgari Prize. Sono Talia Chetrit (1982, vive e lavora a New York), Invernomuto (Simone Bertuzzi, 1983 e Simone Trabucchi, 1982, vivono e lavorano tra Vernasca, in provincia di Piacenza, e Milano) e Diego Marcon (1985, vive e lavora a Parigi) i 3 finalisti del MAXXI BVLGARI Prize, il progetto del museo per il sostegno e la promozione dei giovani artisti che, grazie alla partnership con Bulgari, da quest’anno si rinnova, si rafforza e si proietta sulla scena artistica internazionale. La partnership tra MAXXI e Bulgari, il Premio e i tre finalisti sono stati presentati oggi al Bulgari Hotel di Londra da Giovanna Melandri, Presidente Fondazione MAXXI e Nicola Bulgari, Vice Presidente del Gruppo Bulgari, grande sostenitore del MAXXI BVLGARI Prize, appassionato collezionista d’arte e mecenate.
I membri della giuria Bartolomeo Pietromarchi, Direttore del MAXXI Arte, David Elliott, curatore indipendente, Yuko Hasegawa, Direttore artistico del MOT di Tokyo e Hans Ulrich Obrist, Direttore Artistico della Serpentine Galleries di Londra, insieme con Lucia Boscaini, Bulgari Brand and Heritage Curator, hanno illustrato il Premio in una conversazione con la giornalista Suzanne Trocme.
Erano presenti due degli artisti finalisti, Invernomuto e Diego Marcon. Hou Hanru, Direttore artistico del MAXXI e componente della giuria, era a New York per impegni istituzionali.
L’incontro tra il MAXXI, il primo museo nazionale italiano dedicato alla creatività contemporanea, e Bulgari, da oltre 130 anni emblema di creatività ed eccellenza, era già avvenuto nel 2014, in occasione della mostra Bellissima. L’Italia dell’alta moda 1945-1968, di cui la maison era main partner. PremioMAXXIBulgari_DiegoMARCONCon il MAXXI BVLGARI Prize questa partnership – basata su valori comuni quali memoria, innovazione, passione, creatività e sperimentazione e sulla consapevolezza dell’importanza del sostegno alla cultura e del ruolo strategico dell’alleanza pubblico-privato – si consolida. Perché, condividono Giovanna Melandri e Jean Christophe Babin Amministratore Delegato del Gruppo Bulgari, “sostenere i giovani talenti significa investire sulla creatività del nostro tempo e sul nostro futuro”. Il coinvolgimento di Bulgari nel Premio MAXXI, del resto, è nel solco delle collaborazioni di prestigio con artisti contemporanei del calibro di Zaha Hadid e Anish Kapoor che hanno rivisitato con il loro stile inconfondibile una delle icone più apprezzate della Maison, l’anello B.zero1. A Zaha Hadid si deve anche una magistrale interpretazione del celebre motivo Serpenti di Bulgari con una suggestiva installazione artistica che debuttò nel 2011 al padiglione Bulgari presso la Abu Dhabi Art Fair. “Oggi è un giorno speciale per il MAXXI – dice Giovanna Melandri -. Presentiamo una partnership cruciale, che farà crescere il Premio MAXXI proiettandolo in una dimensione sempre più internazionale e annunciamo i tre artisti finalisti, tutti di grande valore, scelti da una giuria di altrettanto prestigio. Ne sono particolarmente lieta e voglio ringraziare Bulgari, emblema di creatività e qualità italiane, con cui collaboreremo per sei anni. Questo accordo è la dimostrazione del valore strategico dell’alleanza non effimera tra pubblico e privato in ambito culturale. Ringrazio la giuria e voglio complimentarmi con PremioMAXXIBulgari_TaliaTalia Chetrit, Invernomuto e Diego Marcon. Attraverso l’arte rileggono e interpretano questo nostro tempo così complesso, con un linguaggio che non ha confini. Sono certa che la mostra al MAXXI con i loro lavori sarà di grande impatto”. Jean Christophe Babin ha così commentato: “Siamo molto fieri di questa partnership con il MAXXI, un museo italiano d’eccellenza che nella sua costante tensione alla sperimentazione ha molte affinità con il marchio Bulgari. Il Premio MAXXI è la perfetta espressione di questa sinergia: valorizza i giovani protagonisti dell’arte contemporanea e, al contempo, l’Italia come fonte di ispirazione.”
il MAXXI BVLGARI Prize è un importante progetto per il sostegno e la promozione dei giovani artisti. Nasce in continuità con il Premio MAXXI, nucleo fondante della collezione del museo e trampolino di lancio per tanti giovani talenti, e ne rappresenta l’evoluzione. Grazie alla straordinaria partnership con Bulgari, oggi il Premio si rinnova, cresce, allarga i propri orizzonti, con l’obiettivo di promuovere e valorizzare non più solo artisti di nazionalità italiana, ma anche artisti stranieri che abbiano prodotto negli ultimi due anni un nuovo progetto in Italia nell’ambito di istituzioni pubbliche e realtà private.orario di apertura: 11.00 – 19.00 (mart, merc, giov, ven, dom) |11.00 – 22.00 (sabato) | chiuso il lunedì (Foto: Melandri Babin, PremioMAXXIBulgari_Talia, PremioMAXXIBulgari_DiegoMARCON)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le promesse di Padoan e gli impegni non mantenuti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

“Durante la sua audizione sulla Nota di Aggiornamento del Documento di Economia e Finanze, davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato, il ministro dell’economia Padoan si è lanciato in un autentico discorso autocelebrativo sui risultati raggiunti, a suo dire, dal Governo Gentiloni”. ministero-finanzeLo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.“Il ministro ha parlato di un milione di posti di lavoro creati in soli 4 anni e che questo risultato è destinato anche ad aumentare; ha parlato di un forte consolidamento della crescita economica, che guadagna robustezza giorno dopo giorno; ha detto che l’aumento dei tassi d’interesse previsto da parte della Banca Centrale Europea non produrrà alcun effetto sull’economia e sulla finanza pubblica italiana, e via di balla in balla.
Il ministro ha poi affermato, dopo che per giorni ha continuato a ripetere che “il sentiero dei conti pubblici è stretto”, che la prossima Legge di bilancio avrà un impatto significativo sulla crescita, grazie alle misure “selettive” intraprese dal Governo, come gli investimenti pubblici e privati e le misure di promozione sociale, soprattutto per i giovani. Ma attenzione, ha chiosato infine il Ministro, “non c’è spazio per i compiacimenti, c’è ancora molto da fare”.Ci chiediamo, in quale paese vive il ministro Padoan? Crede davvero alla rappresentazione del quadro economico che ha raccontato in Parlamento, che stride enormemente con le difficoltà che vivono gli italiani ogni giorno?Ricordiamo al ministro, che evidentemente ha perso il contatto con la realtà, che l’Italia è, secondo le ultime stime ufficiali, alle ultimissime posizioni in Europa quanto a crescita economica e tra le primissime posizioni per quanto riguarda il tasso di disoccupazione, in particolare quella giovanile, nonché per la percentuale di poveri assoluti nella popolazione.Quanto agli effetti della manovra che il governo si appresta a varare, va ricordato al ministro Padoan che questa verrà fatta ancora una volta in deficit, ovvero facendo ricorso nuovamente al debito pubblico, che sotto il suo operato ha raggiunto lo straordinario record storico di 2.300 miliardi di euro. Stando alle sue promesse, questo avrebbe dovuto scendere già da diversi anni, mentre, invece, ha continuato inesorabilmente a crescere.Quindi, piuttosto che bearsi di un futuro glorioso che non ci sarà, pensi piuttosto, il ministro Padoan, a riflettere su quanto ha promesso, e non mantenuto, in passato: dalla totale assenza di privatizzazioni e dismissioni del patrimonio pubblico, alla mancata attuazione di qualsiasi piano di spending review, alle misure di contrasto all’evasione fiscale che si sono rivelate clamorosi flop e buchi di bilancio”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Italia degli sprechi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

camera deputatiRimproveriamo spesso gli amministratori pubblici di sperperare il denaro della collettività per opere o per iniziative inutili o poco redditizie, ma non ci chiediamo cosa fanno i cittadini che in quel paese vivono e se essi si comportano nel privato alla stessa maniera della scelta fatta per guidarli nella gestione del Paese. La verità è che oggi, amministratori e amministrati, stanno vivendo una stagione surreale nella quale cerchiamo di riverberare le nostre frustrazioni attraverso logiche consumistiche che un tempo ci facevano sognare e che ora sentiamo più concretizzabili. Non ci siamo resi conto, al tempo stesso, dei guasti che provochiamo nel voler “istituzionalizzare” un benessere acquistato con la falsa moneta dei facili arricchimenti, delle logiche clientelari, delle azioni indegne praticate pur di raggiungere e consolidare uno status symbol. Abbiamo finito con il creare dei mostri che con il loro cinismo hanno avvelenato le nostre coscienze, ci hanno resi aridi e amorali e fatto perdere il senso della misura nel rapporto con i valori costituenti la base del nostro vivere comune. La politica praticata con questi stessi principi aberranti ha perso il suo carisma iniziale e come un legno storto, riprendendo la celebre metafora kantiana, resta nella sua condizione poiché non siamo in grado di raddrizzarlo per l’assenza di una lucida e determinata volontà di cambiamento. Questa nostra incapacità talvolta la surroghiamo con l’alterazione del significato che c’è dato dalla politica. La consideriamo una sorta di contenitore nel quale possiamo riversarvi i nostri interessi personali e non per quella che è, ossia un’esperienza sociale, per consentirle di esplicitare tutte le proprie potenzialità. Su questo punto manca l’elemento più importante: la figura di un “reggitore” ovvero di chi è dotato di una particolare forma di intelligenza per capire le esigenze del sociale e avere la volontà di realizzarle nella loro oggettività. E’ un identikit non facile da tracciare essendo un compito così fuori dal comune in una società come la nostra portata a seguire la strada più agevole e comoda del nostro bene privato in luogo di quella del bene di tutti. E al bene privato può facilmente associarsi la “tentazione del potere” che per affermarsi e consolidarsi non ha scrupoli. Lo fu nel mondo antico con la divinizzazione del sovrano, lo è oggi nel postulato machiavellico e hobbesiano che non esista potere che non sia assoluto. Su questo presupposto è stata prima costruita la teoria della sovranità popolare e poi quella della divisione dei poteri per limitarne l’assolutezza. Ma questa non demorde. Oggi è in atto il tentativo di condizionare dall’interno l’autonomia dei diversi poteri: giudiziario, legislativo e dell’esecutivo per renderli, ove possibile, più deboli, inefficaci, ininfluenti. Se il male è questo quale potrebbe essere il suo antidoto? Continua a esserlo l’essere umano con la sua intelligenza, coerenza e valori morali. Solo in questo modo si può pensare in maniera diversa al potere non per abolirlo ma per risemantizzarlo.
(Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’occupazione in Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

Europe socialeIn questi giorni si sta ampliando il dibattito sull’occupazione in Italia e molti si stupiscono sull’entità del fenomeno e altri attribuiscono all’attuale crisi economica la perdita dei posti di lavoro. E’ che ci esaltiamo o ci deprimiamo per un decimo di punto che sale o scende il che sarebbe comico se non si trattasse di una circostanza seria. In effetti, la situazione ha avuto, se non vogliamo andare troppo a ritroso nel tempo, un precedente che forse alcuni dimenticano. Il primo effetto negativo sull’occupazione l’abbiamo avuta negli anni successivi la fine della seconda guerra mondiale. Allora vi era una ragione dettata dalle conseguenze dei danni bellici e dalla distruzione di molti stabilimenti industriali. Poi vi fu il “boom” della ricostruzione, del risveglio imprenditoriale congiunto all’aiuto del piano Marshall. Ciò non di meno fu chiaro che il Paese si trovava nell’impossibilità di coprire, per intero, la forza lavoro disponibile tanto che si ricorse ad alcuni stratagemmi. Per prima cosa si continuò a emigrare o a spostarsi dal Sud al Nord del paese. Per chi restò in Italia furono ideati degli ammortizzatori sociali dalla leva militare obbligatoria e dell’allungamento dei corsi universitari (fuori corso) che avevano lo scopo preciso di ritardare la domanda di lavoro delle nuove generazioni. Nello stesso tempo si “dilatarono”, artificiosamente, i posti di lavoro nella pubblica amministrazione e persino nelle grandi aziende private come la Fiat. Pensammo in questo modo di esorcizzare la situazione e di perpetuarla nel tempo incoraggiati, come fummo, dalla situazione politica internazionale che aveva generato la guerra fredda tra i due blocchi e l’Italia era sotto attenta osservazione per l’essere il paese occidentale con il più consistente partito comunista e l’Urss non nascondeva di foraggiarlo. Dopo la caduta del Muro di Berlino e il tracollo dell’Urss le cose cambiarono anche per l’Italia sebbene i politici nostrani sembrassero non accorgersene. E la situazione si aggravò per il semplice motivo che la crisi del sistema impose la drastica riduzione dei surplus occupazionale mentre gli ammortizzatori sociali mostrarono i loro limiti vuoi per la fine della ferma obbligatoria vuoi per l’aumento dei giovani in cerca di un lavoro resi meno pazienti d’attendere le lungaggini dei corsi universitari. Solo ora ci rendiamo conto che di là della crisi economica esiste un gap occupazionale che non è mai venuto meno sebbene si sia aggravato in certi periodi in luogo di altri. E oggi siamo nella fase più acuta. Questo significa che se ritorniamo al regime di sviluppo normale dobbiamo, comunque, convivere con non meno di due milioni di disoccupati, se non di più. E’ una forza lavoro eccedentaria che va ad aggiungersi a quella sempre più consistente degli immigrati che oggi sono tollerati, dal punto di vista lavorativo, solo perché costituiscono il nerbo del lavoro in nero con bassi salari e costi sociali minimi. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Appuntamenti musicali: Ritratti in musica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

cameristesciortinoMilano Palazzina Liberty Largo Marinai d’Italia, 1 Sabato 7 ottobre, alle h 21, Le Cameriste ambrosiane, ensemble di musiciste in residence nella stagione di Milano Classica, propone il programma Ritratti di signora, articolato in quattro parti: nobildonne e popolane, sante e malafemmine. La regina di Saba di Händel e la mozartiana Regina della Notte; le donne dei tanghi di Gardel e la cortigiana Thaïs; Violetta Valéry e Carmen: tante sono le figure, entrate ormai nell’immaginario collettivo, che verranno evocate dai suoni di flauto, arpa e quartetto d’archi. Serata benefica a favore dell’Associazione Libellule Onlus per il mese della prevenzione del tumore al seno INGRESSO UNICO: € 20.00
Domenica 8 ottobre, alle 10.45, Plim inaugura una serie di presentazioni di cd: si apre in bellezza con Orazio Sciortino, pianista-compositore fra i più talentuosi e poliedrici della sua generazione. Sciortino presenterà, suonando e colloquiando con Luca Ciammarughi, il suo nuovo album Sony Classical, dal titolo Self Portrait – Piano Works: si tratta di un ritratto composito, che comprende sia le composizioni pianistiche originali del musicista siciliano ormai di casa a Milano, sia alcune sue trascrizioni di brani a cui è profondamente legato, come Le poème de l’extase di Scriabin e alcune pagine da L’enfant et les sortilèges di Ravel. (foto. cameristi, sciortino)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Canova España organizza un evento a Fruit Attraction Madrid

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

fruitMadrid 18 ottobre 2017 alle ore 12 presso il FRUIT Forum 5 di Fruit Attraction Madrid.Un appuntamento unico che approfondirà il tema della DISTRIBUZIONE DI FRUTTA E VERDURA BIOLOGICA IN SPAGNA, con la partecipazione di Carlos Soto Lisòn Direttore di Canova España che illustrerà il percorso in continua crescita nei 10 anni di attività in Spagna. Pedro Lopez Direttore di Provotec presenterà dati inediti sul mercato spagnolo dell’ortofrutta biologica mentre Juan Antonio Martinez CEO di GranBiBio parlerà del futuro della distribuzione biologica in Spagna. Andrea Raggi, commerciale estero di Canova Italia, presenterà i nuovi format di vendita per lo sviluppo del biologico. Un programma denso di contenuti per festeggiare un anniversario importante di Canova Spagna che da 10 anni ha intercettato la continua crescita di domanda di ortofrutta biologica con una produzione di altissima qualità, efficienza e tutte le garanzie offerte dai 20 anni di esperienza sul biologico del Gruppo. (foto: fruit)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Chissà se arriverà Godot al Teatro degli Audaci”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

Flavio De PaolaRoma a partire dal 26 ottobre al 5 novembre 2017 – Via Giuseppe De Santis 29 Tutte le sere ore 21:00 – Domenica ore 18:00 – lunedì, martedì e mercoledì riposo. “Chissà se arriverà Godot al Teatro degli Audaci” ecco come esordisce il direttore artistico del Teatro degli Audaci Flavio De Paola durante la conferenza stampa, nell’annunciare lo spettacolo “Aspettando Godot”, una delle opere più famose di Samuel Beckett. Dal 26 ottobre al 5 novembre vedremo Flavio De Paola nei panni sia di attore che di regista affiancato da Gianluca Delle Fontane, Giuseppe Abramo ed Emiliano Ottaviani nella famosissima rappresentazione teatrale.
Aspettando Godot è senza dubbio la più celebre opera teatrale di Samuel Beckett, nonché uno dei testi più noti del teatro del Novecento. La storia narra di due uomini, Estragone e Vladimiro, che, vestiti come vagabondi, si trovano sotto un salice piangente spoglio in una strada desolata di campagna. Si trovano lì poiché un certo Godot ha dato loro appuntamento, anche se l’orario è abbastanza vago. I due vagabondi non sanno neanche esattamente chi sia questo Godot, ma credono che quando arriverà li porterà a casa sua, gli darà qualcosa di caldo da mangiare e li farà dormire all’asciutto. Mentre attendono il suo arrivo, passa sulla stessa strada una strana coppia di personaggi: Pozzo, un proprietario terriero, e il suo servitore, Lucky, tenuto al guinzaglio dal primo. Pozzo si ferma a parlare con Vladimiro ed Estragone, che sono da una parte incuriositi dall’istrionismo del padrone, dall’altra spaventati dalla miseria e della condizione del servo. Ma dopo una serie di battute, monologhi che terminano in una zuffa tra i personaggi, Pozzo e Lucky riprendono il loro cammino. Intanto è calata la sera, ma di Godot nessuna traccia! Arriva però un ragazzo, un giovane messaggero di Godot, il quale dice a Vladimiro e a Estragone che il signor Godot si scusa, ma che quella sera non sarebbe venuto. Arriverà però sicuramente il giorno dopo.
Ma riusciranno Vladimiro ed Estragone ad incontrare Godot? Resteranno ad aspettarlo oppure andranno via? Un’opera teatrale molto divertente, dove la parola “Godot” composta dalle parole “go” e “dot” significa, appunto, rispettivamente “va” e “fermo” e dove Samuel Beckett sottolinea la frustrazione dell’uomo nel suo tentativo fallimentare di “muoversi”, procedere e cambiare la sua posizione .L’opera è divisa in due atti, dove, apparentemente, sembra tutto fermo, ma, al contrario, “tutto è in movimento”. Orari botteghino: dal lunedì al sabato 10:00 – 13:30 / 16:00 – 20:00 domenica: 16:00 -18:00 Costo dei Biglietti: intero € 28 – € 16,00 – ridotto € 13,00 (più € 2,00 di prenotazione e prevendita) (foto: Flavio De Paola)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Personale di Massimiliano Luchetti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

Massimiliano LuchettiCortona Domenica 8 ottobre 2017 dalle ore 16.00, presso la Fortezza del Girifalco a Cortona, inaugura la mostra dal titolo 2015 – 2017, personale di Massimiliano Luchetti a cura di Tiziana Tommei. Per l’occasione l’ingresso è libero e gratuito. La mostra resterà visitabile fino al 28 ottobre 2017, aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00 e ingresso a 5 euro (ridotto 3 euro). L’evento, patrocinato dal Comune di Cortona, è parte della programmazione 2017 relativa all’arte contemporanea in Fortezza, è organizzato da Art Adoption, associazione attiva nella promozione e diffusione dell’arte contemporanea, e presentato dall’associazione OnTheMove. Sfogliando l’ultimo catalogo di Massimiliano Luchetti e osservando così la selezione dei lavori realizzati dal 2015 ad oggi – dei quali si presenta una selezione in mostra – emerge un percorso coerente e personale di ricerca. Resta ferma e immutata la scelta tecnica: pittura ad olio su tela. Parlando con l’artista, questo aspetto assume valenza assoluta, quasi religiosa. Egli è devoto a questa scelta, che non concerne solo il fare, ma bensì il modo d’intendere, pensare e sentire l’arte. Quest’ultima per Luchetti è sinonimo di pittura, esclusivamente. Avere ai propri piedi una tela intonsa su cui avviare una nuova creazione, significa per lui calarsi al suo interno, non solo entro i confini perimetrali del supporto, ma in profondità in esso. Egli mette in atto un processo fisico, oltre che mentale: sonda gli anfratti della psiche, attraverso gli interventi di addizione e sottrazione di materia, mentre il corpo si fonde con quello dell’opera, instaurando con essa un rapporto di simbiosi. I tempi di creazione ed esecuzione sono estesi e richiedono controllo e disciplina; le dimensioni, sempre maggiori dello spazio della pittura, rendono macroscopiche forme che rimandano ad organismi unicellulari (nucleo, citoplasma e membrana). Si sottolinea così la valenza organica di tali creazioni: esse riportano a parti di un organismo vivente, all’unità base del corpo umano, fino alla parte più esterna di esso, l’epidermide. Ogni opera, al termine dell’iter di realizzazione, diviene per l’artista come una seconda pelle. Il cuore di ogni lavoro è rappresentato dal nucleo centrale, che negli anni ha assunto diversa morfologia e formato, variando la relazione con il magma che lo circonda. La parte solida e densa del centro si immerge e si fonde con tale adiacenza, una corona che non rappresenta mai mero contorno, ma costituisce humus, nutrimento e amnios. L’implosione messa in atto nelle opere più recenti arriva in taluni casi a sovvertire la relazione tra questi elementi della composizione, giungendo alla genesi di micro particelle, costellazioni in apparente stato di stasi e in verità coinvolte in un moto perpetuo, lento, ma sempre in divenire. (foto: Massimiliano Luchetti)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tutti economisti nel partito democratico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

renato-brunettaDichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia:“Divertente: tutti economisti nel Partito democratico! All’amico Rosato, che ha tante qualità ma non quella di essere attrezzato con le cifre e i numeri della politica economica, e agli improbabili esperti Rotta, già brava giornalista di Telearena, e Lattanzi, esperto in accoglienza profughi – che con le loro dichiarazioni fatte con lo stampino provano a difendere l’indifendibile trio Renzi-Gentiloni-Poletti e il produttore di debito Padoan – ricordiamo quello che ha certificato nel 2005 l’università di Siena sulla creazione di posti di lavoro dei governi Berlusconi.Il quarto punto del contratto con gli italiani del 2001, da cui tutto ebbe inizio, prevedeva il dimezzamento del tasso di disoccupazione con la creazione di almeno 1 milione e mezzo di nuovi posti di lavoro. E in effetti, nel 2003 la riforma del Lavoro (Legge Biagi) ha creato 1.560.000 nuovi posti di lavoro (di cui 2 su 3 a tempo indeterminato) e ridotto il tasso di disoccupazione dal 9,6% al 7,1% .
Più tutele, più stabilità per i rapporti di lavoro precari. Con la riforma Biagi, donne, giovani, disoccupati di lunga durata, lavoratori sopra i 55 anni e disabili hanno avuto più possibilità di inserirsi o di tornare nel mercato del lavoro. Nuovi tipi di contratto per conciliare il lavoro e le esigenze di ciascuno: a tempo parziale, a progetto, a coppia, di formazione per le neo-mamme, di inserimento per i disabili. Part-time più conveniente per i lavoratori e per le imprese. Sostegno alle agenzie private di collocamento e servizi privati gratuiti per chi cerca lavoro: ecco quello che abbiamo fatto.Per quanto riguarda gli anni 2008-2011, ricordiamo infine che quelli sono gli anni della grande crisi che ha colpito l’Europa e che il nostro Paese ha comunque retto anche in quel difficile frangente. E che l’ultimo governo Berlusconi ha lasciato un tasso di disoccupazione pari all’8,7% (ottobre 2011), sotto la media dell’eurozona che era al 10,2%, con quello giovanile al 29,3%. Mentre ad agosto 2017 sono rispettivamente all’11,2% e al 35,1%, nonostante la congiuntura favorevole. E le ultime previsioni della Commissione europea riportano un tasso di disoccupazione per l’Italia nel 2017 pari all’11,5%, ben al di sopra della media dell’eurozona, che è al 9,4%.Le comparazioni, miei improbabili critici del Pd, si fanno per periodi di congiuntura omogenea e relativamente alle performance di tutti i Paesi dell’Eurozona. Mettetevi l’anima in pace, il Jobs act di Renzi è stata una politica fallimentare e costosa. Chiedetelo ai tanti giovani precari che non vi votano più. Non me ne vogliano, per questa lezioncina, la brava giornalista di Telearena, Rotta, e il bravissimo esperto in accoglienza, Lattanzi. Quanto all’amico Rosato, nulla se non bene”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scientist.com and iSpecimen Simplify Research Access to Human Biospecimens

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

Scientist.com, the life science industry’s leading online marketplace for outsourced scientific services, and iSpecimen, a leading supplier of human biospecimens used for scientific research, today announced that they will simplify access to highly annotated human samples of all types. Researchers in the pharmaceutical and biotechnology industries can now access millions of data-rich human biospecimens and acquire them online under a single pre-established legal agreement.“We are excited to offer access to iSpecimen’s services, including biofluids, solid tissue and viable cells, through the Scientist.com marketplace,” said Matt McLoughlin, Scientist.com’s Senior Director for Compliance. “Our aim is to connect researchers with the highest-quality sample providers through our new COMPLI™ framework that puts the donor at the heart of the process.”iSpecimen is a Lexington, MA-based company that has developed the iSpecimen Marketplace, which allows researchers to instantly search online for the specimens they need from a vast catalog of sources. The company’s mission is to broadly enable research sampling of any patient population based on actual specimen and patient-level data.“Today’s researchers need instant access to the latest research services, tools and technologies,” stated Christopher Ianelli, MD, PhD, iSpecimen’s CEO. “By connecting the iSpecimen Marketplace to thousands of potential research customers and dramatically simplifying the entire ‘source to settle’ process, Scientist.com helps us compete more effectively in a fast-changing industry.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gene E. Phillips Offers Plane and Donations in Humanitarian Flight to USVI St. Thomas

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

Business WireDallas real estate entrepreneur and philanthropist, Gene E. Phillips offered his private plane for a humanitarian flight to St. Thomas in the US Virgin Islands last week. St. Thomas was recently damaged by Category 5 Hurricane Irma, one of the most powerful hurricanes ever recorded in the Atlantic Ocean. The flight was the first non-military large aircraft to land on the island since before the storm. The final 300 mile approach to the island was made without air traffic control assistance.“Once we received notice that the flight was approved, we had 72 hours to coordinate donation items to fill the plane,” commented Don Phillips, brother of Gene Phillips. “I enlisted the help of a few coworkers, and by Monday night we had 10,000 pounds of cargo.”Trusted World’s CEO and Founder, Michael Garrett’s response and turnaround time was less than 24 hours. His organization donated pallets of baby items, cleaning supplies, general hygiene products, flashlights, and batteries. The Hart family of Arlington and the Dwyer family of Dallas also provided a truck full of water and food.Three firefighters helped unload the plane at St. Thomas’s Cyril E. King Airport. “They were shocked at the amount of useful items that we had carried in, and commented on how much thought had gone into what was sent,” said Joanna McDonald, Flight Attendant. “While unloading, we learned that the firefighters didn’t have much of what they needed either. They didn’t even have toothpaste. There was much excitement and a couple of tears when we shared some of the necessities with them and pulled any extra cokes and snacks off of the plane for them to have.”In total, the effort was able to bring 21 people from St. Thomas to Atlanta, Georgia and Dallas, Texas. Several passengers were in St. Thomas after Hurricane Irma to help with infrastructure repairs, insurance claim assistance, and general relief when they got stranded due to Hurricane Maria. The other passengers were all St. Thomas residents who lost everything in the storm and were leaving to live with relatives. One special passenger needed immediate evacuation to be able to continue her much needed medical treatments.“I was happy to lend my resources to get much needed donations to the people of St. Thomas,” stated Gene Phillips. “We were also approved to help people leave the island. Our ability to transport people otherwise unable to leave was such an honor. St. Thomas and its residents still need so much relief and support.”Gene E. Phillips of Dallas, Texas is the patriarch of one of the Southwest’s most prominent and respected families. Not only are they known for their accomplishments in business, but also for their philanthropic commitment to their community. They give generously to both educational and cultural institutions. Gene has been in commercial real estate for more than 40 years and has purchased, managed, developed and sold billions of dollars’ worth of real estate during this time. His philosophy is simple: identify and acquire undervalued or under-performing properties, adding capital improvements, aggressive leasing, and management programs in order to achieve long-term, above-market returns, and produce high quality real estate developments that are economically sound. (photo: business wire)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Western Asset High Yield Defined Opportunity Fund Inc. Announces Results of Annual Meeting of Shareholders

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

Western Asset High Yield Defined Opportunity Fund Inc., which is traded on the New York Stock Exchange under the symbol “HYI,” announced today the results of the votes cast at the Fund’s annual meeting of shareholders held September 29, 2017.Robert D. Agdern, Eileen A. Kamerick and Riordan Roett were elected as Class III Directors of the Fund by owners of its common stock to hold office until the annual meeting of shareholders in the year 2020 or thereafter when respective successors are duly elected and qualified or until they resign or are otherwise removed.Western Asset High Yield Defined Opportunity Fund Inc. is a non-diversified, limited-term, closed-end management investment company that is managed by Legg Mason Partners Fund Advisor, LLC, a wholly-owned subsidiary of Legg Mason, Inc. It is sub-advised by Western Asset Management Company (“WAMCo”) and certain of WAMCo’s foreign-based affiliates; WAMCo and its affiliates are also affiliates of the investment manager.Data and commentary provided in this press release are for informational purposes only. Legg Mason and its affiliates do not engage in selling shares of the Fund.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Phoenix Health Systems Ranked First by Black Book Research for Comprehensive Hospital IT Outsourcing

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

Phoenix Health Systems, the leading independent provider of hospital IT outsourcing and consulting services, has been recognized by market and public opinion research firm Black Book Research as first among the top 20 non-EHR centric hospital IT outsourcing companies. From a field of 68 qualified IT outsourcing organizations, Phoenix Health is one of only seven vendors who were recognized for “exceeding expectations” on all 18 Black Book key performance indicators. For Black Book’s 2017 survey, the company polled 1,587 users of IT outsourcing solutions, including 807 hospital CIOs and IT leaders, as well as 89 CFOs, to assess their confidence in partnering with outside IT support contractors and determine which partners they found the most professional and reliable.
“We are honored and humbled to be recognized by such a prestigious organization, especially given Black Book’s reputation for impartiality and data-driven assessment,” said Ronald L. Gue, Ph.D., president of Phoenix Health. “As Black Book says, engaging firms with insufficient healthcare experience or knowledge of industry issues is risky, which is why our fundamental concern is eliminating risk for our clients. At their core, the Black Book rankings are recognition of how professional and knowledgeable the Phoenix Health team is, and I’m grateful every day for how good they are. This confirmation that our clients also recognize our hard work is especially satisfying and inspiring.” Recognizing that “Movement toward patient-centric and value-based approaches is fueling the growth of infrastructure outsourcing,” the Black Book survey noted that shifts among healthcare organizations to ‘as-a-service’ infrastructure models has left many less than satisfied with their outsourcing experience. The strongest contributor to dissatisfaction came from the 77 percent of organizations that used vendors with limited experience in healthcare IT outsourcing.This dip in satisfaction has not, however, reduced outsourcing; around 82 percent of hospitals—“a record number,” per Black Book—have either signed IT outsourcing contracts since mid-2016 or are currently considering an outsourcing vendor, illustrating the current complexity of the healthcare IT marketplace and the need for proven, seasoned partners.Black Book also says that 83 percent of providers with more than 100 beds have made complex IT outsourcing a priority this year, and 34 percent plan to increase IT outsourcing over the next two years; in both cases, return on investment and immediate access to trained staff and needed technology are the primary motivators.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

October is ‘Payments Analytics Month’

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

Omaha-based analytics and consulting firm, The Strawhecker Group (TSG), has marked October as ‘Payments Analytics Month.’ The firm will use this month to highlight the strategic importance of using analytics to enhance decision making while providing payments industry players with a bevy of powerful data.
“This used to be a ‘spread the peanut butter’ business, where a company would treat all of its customers the same. Now, the innovators in the industry are using analytics powered by TSG’s dataset of $1 trillion in card volume to not only benchmark their performance, but more importantly, to enhance tactical initiatives,” said Mike Strawhecker, Principal at TSG.Each week in October TSG will release data on a new topic relevant to the industry. In the first week, the firm will highlight economic performance and how it relates to the payments ecosystem through its U.S. Economic Indicators Report published in conjunction with the Electronic Transactions Association. Additionally, the firm will illustrate findings built from its Acquiring Industry Metrics (AIM) data warehouse. AIM holds over seven years of data on over 3.5M card-accepting merchants in the U.S.
“In 2007, none of the top 40 U.S. merchant acquiring companies were using dynamic market data. Now, nearly half of the top 40 acquirers are using it to monitor and manage their business,” added Strawhecker.Follow TSG, by subscribing here, to guarantee access to the firm’s releases throughout ‘Payments Analytics Month.’ Additionally, watch on social media for a stream of ‘quick-facts’ you may find useful.Over the last decade TSG has transformed from a traditional boutique consulting firm into an analytics focused company. Together, TSG’s analytics and consulting create an intangible value that has helped guide the world’s leading payment players, from fintech startups to Fortune 500 companies.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Multi-omic data analytics collaboration between the University of Oxford and Holmusk

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

singapore-marinaSINGAPORE/PRNewswire/The University of Oxford and Holmusk, a digital health and data analytic company, signed a data transfer agreement to collaborate in investigating metabolism in type 2 diabetes.The collaboration will establish a working relationship between The University of Oxford and Holmusk to obtain and construct models based on metabolic and metabolomic data in type 2 diabetic hearts. The objective is to produce metabolic pathway models, to predict changes in metabolism in the diabetic heart. This will not only provide insights on the mechanisms that drive abnormal cardiac metabolism but it will also enable us to identify new therapeutic targets for type 2 diabetes.Dr. Lisa Heather will be leading the research for this collaboration from the University of Oxford while Dr. Latt Mansor, Director, Business Development and Joydeep Sarkar, Director of Data Science will be leading the initiative from Holmusk. Dr. Latt Mansor, who was Dr. Heather’s first DPhil graduate, is excited to work with his alma mater and be a part of the team to expand current understanding of diabetic metabolism using academic research data and data analytics. His passion has always been to bring together academic research and industry expertise.Nawal Roy, founder and CEO of Holmusk, stated that there should be more collaborations of this nature between industry and academia to optimise the valuable skillsets that both parties can bring to the table. He hopes that the combined international talent pool from both University of Oxford and Holmusk can accelerate knowledge generation as well as create insights for innovation in the healthcare ecosystem.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »