Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 341

Caso Ilva e responsabilità del governo

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 ottobre 2017

ilva“Il vaso di Pandora si è aperto mostrando tutta la sua mostruosità fatta di 12 decreti salva Ilva e di un Commissariamento esule da ogni responsabilità penale amministrativa e giuridica che ha portato a svendere l’unica azienda a ciclo integrato italiana. Nel libro dei sogni di Renzi, Boschi, Calenda, Galletti, Bellanova la vendita dell’Ilva è un successo, ma la realtà è che lascia un peso enorme in termini di occupazione, bonifiche e rilancio aziendale. Quattromila esuberi, azzeramento delle attuali condizioni contrattuali e di inquadramento, è indubbiamente un ottimo affare per chi compra ma non per le famiglie, sempre più preoccupate per il loro futuro”. Lo dichiara la deputata di Forza Italia Vincenza Labriola, che aggiunge: “L’indotto – 7603 lavoratori e lavoratrici, dipendenti di circa 346 aziende che hanno traghettato la vendita dell’Ilva senza essere retribuite – è senza liquidità. Lo Stato ha più volte disatteso gli impegni assunti con l’indotto e con i lavoratori, pur annunciato nelle sedi ministeriali, ha disatteso le norme inserite nei vari decreti solo per tutelare gli acquirenti, ma non i lavoratori. L’indotto soffre da molto tempo problemi di liquidità e senza liquidità non si può investire né aiutare a trovare soluzioni per i futuri disoccupati. Da cittadina di Taranto ho vissuto sulla mia pelle, prima di diventare deputata, il ricatto occupazionale, condizione che rende invivibile e incerto il futuro. Il Governo si dimostra irresponsabile nei confronti dei cittadini che hanno e continueranno a pagare in termini di salute. Si apra un tavolo di confronto anche con l’indotto per cercare di riuscire a gestire la partita con serietà. La questione Ilva sta sfuggendo di mano ad un Governo irresponsabile e arrogante. Forza Italia, una volta al Governo, dovrà gestire una drammatica situazione, eredità lasciata dal Partito Democratico. Noi – conclude la deputata azzurra – sapremo già cosa fare avendo per cinque anni cercato di correggere gli errori di Matteo Renzi”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: