Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 4 novembre 2017

“El gran Silencio” dell’artista Enrique Moya Gonzalez

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

Moya GonzalezRoma mercoledì 15 novembre 2017 ore 19.00 dal 15 novembre al 15 dicembre 2017 dalle 10.00-13.00 16.00-19.00 dal martedì al sabato Chiusura : domenica e lunedì la Galleria triphè: via Delle Fosse di Castello 2 presenta “El gran Silencio” dell’artista Enrique Moya Gonzalez a cura di Maria Laura Perilli con il patrocinio dell’Ambasciata di Spagna e AEPE ( associacion Espanola de pintores y Escultores) “Le opere di Enrique Moya Gonzalez – scrive la curatrice Maria Laura Perilli – accolgono l’osservatore in uno spazio fatto di silenzi, tempi cadenzati, dimensioni rarefatte ed ovattate. L’opera di questo artista si propone come una suggestiva e colta accoglienza nei confronti di chi si accinge a percorrere la strada di questo ’’grande silenzio’’. Una tacita e taciuta dimensione nella quale, come funamboli su una corda, aleggiano disegni a matita di corpi quasi in trasparenza, farfalle bloccate per sempre in una non determinabile dimensione temporale e i libri, forse anche essi inseriti in un incerta falsa immortale sopravvivenza alla storia.
Nel libro sta, talvolta, una verità celata; nelle pagine bruciate rimangono anche fogli bianchi, risparmiati al sacrificio. In fondo, solo attraverso quegli scritti che giungono alle anime e alla loro libera interpretazione da lettori, si svela tra le righe, una verità celata, la propria verità e non quella universale. Nel non tutto bruciato e in una farfalla che si appoggia ,c’è la speranza di un rinnovato pensiero; un pensiero che non può esimersi dal non distruggere totalmente quella eventuale ”esposta” verità ,senza la quale ,non si scoverebbe una eventuale ”vera e propria” verità celata.
Enrique Moya GonzalezMi piace riportare una frase tratta dal libro Lettere ad un bambino mai nato di Oriana Fallaci :” Appena affermi qualcosa, ne vedi il contrario. E magari ti accorgi che il contrario è valido quanto ciò che affermavi”. Il corpo, in tutte le sue parti, quasi come un contenitore interagisce con il libro: le mani per sostenerlo, gli occhi e la bocca per leggerlo, le orecchie per ascoltare il ritorno di ciò che si legge; tuttavia solo una parte è legata al libro da un filo invisibile: la mente. La mente, infatti, assorbe quella verità scritta e poi la rielabora. La metabolizza e, successivamente, entra nel grande silenzio della riflessione. La scatola corporea si rilassa, appoggia la testa e il peso di quella verità scivola via; il pensiero gira e svuota la mente per arrivare alla verità celata. Da qui la leggerezza dei corpi disegnati da Enrique Moya; la scatola del corpo non c’é più; è rimasta solo l’anima e il corpo diviene una trasparenza in lontananza, attraversata da parole e pensieri in piena e continua rielaborazione. In alcune opere poi l’immagine della verità è avvolta in una ovale cornice dorata sulla quale si poggia una impalpabile farfalla”.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In Sicilia il voto di domani sarà nazionale più per i vinti che per i vincitori

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

sicilia-regione-default-120718100156_bigDomenica cinque novembre si vota in Sicilia, ma il test ha valenza nazionale. Non tanto per chi vince, quanto per chi perde. Per il Pd in particolare, visto che le aspettative di tutti – compreso Matteo Renzi e i massimi dirigenti del partito – sono che andrà incontro ad una sonora batosta. Ma sarà l’entità della sconfitta – il candidato Micari arriverà terzo o quarto? – a determinare le conseguenze politiche più generali. Se, come alcuni temono e altri sperano e molti sondaggi autorizzano a ipotizzare, si trattasse di una disfatta, allora gli esiti finirebbero per essere di pari entità anche sul Pd e il suo segretario. È auspicabile un simile scenario? Per certi versi sì, per altri proprio no. Sì se si pensa a quanto abbia pesato (il referendum, con il Paese fermo per un anno) e pesi (il ricatto elettoralistico al governo Gentiloni, da Bankitalia alle pensioni) la politica renziana. La gran parte degli italiani aveva accolto con entusiasmo la rottamazione, avendo maturato un profondo senso di disillusione circa uomini e pratiche della Seconda Repubblica – fino a provare nostalgia per la Prima – e volendo resistere alla tentazione dell’astensione o del voto dato ai populisti per rabbia. Renzi avrebbe dovuto usare quel capitale di consenso per ridare serenità al Paese, per fare scelte rigorose e anticonformiste e per mostrarsi lungimirante e inclusivo. Invece ha fatto l’esatto contrario. E quando le aspettative tradite gli hanno presentato il conto (4 dicembre), anziché capire la lezione ha caricato a molla il suo ego e coltivato il rancore, finendo per perdere il favore anche di chi aveva votato Sì al referendum. I reiterati tentativi (per fortuna andati a pallino) di anticipare le elezioni, la legge elettorale scritta dal suo sodale Rosato (non solo una schifezza con qualche profilo di incostituzionalità, ma anche politicamente sbagliata) e le pressioni su Gentiloni (per usare le parole del Presidente Napolitano), il tutto condito da un linguaggio populista che lo rende distinguibile dai 5stelle solo perché li ha presi come nemici, sono poi i tanti e più recenti motivi che rendono auspicabile che al Pd renziano venga impartita una lezione. Nello stesso tempo, se il risultato siciliano fosse per Renzi molto pesante e se si rivelasse la premessa di una batosta nazionale, sarebbe un problema serio. Perché del Pd ci sarà bisogno subito dopo elezioni, e i suoi parlamentari saranno indispensabili per formare una qualche maggioranza che dia un governo al Paese. E ritrovarselo troppo indebolito rischia di rende vano ogni tentativo. Per evitarlo, Renzi dovrebbe fare tre cose. Una è quella che gli ha suggerito Carlo Calenda: invece di raccontare che grazie a lui l’Italia ha cambiato verso – perché il verso non l’ha ancora cambiato e quel poco, la ripresa economica per ora solo congiunturale, non è certo per merito suo – faccia un’operazione verità, dicendo la gravità dei problemi strutturali che abbiamo e indichi, ecco la seconda cosa da fare, la strada da percorrere, lanciando un progetto decennale di rilancio e rinascita, scevro da qualunque faciloneria e tentazione populista. Infine, crei una squadra di uomini e donne che rappresentino agli occhi degli italiani le persone ideali per tradurre in fatti le scelte programmatiche. Non un “giglio magico” di amici e parenti, ma un nucleo di gente credibile in cui Renzi sia uno dei tanti. E questo ben prima del voto, perché non appaia come un’operazione di puro marketing elettorale. Se però Renzi così non facesse – e le sue recenti dichiarazioni circa la convinzione di poter raggiungere il 40% lo fanno temere – allora, per il bene non solo del Pd ma anche del Paese, altri in quel partito dovrebbero assumersi la responsabilità di farlo. E subito.Per capire il valore dell’analisi che stiamo facendo, occorre ragionare su tutti gli scenari possibili. Il Corriere della Sera, per mano di Massimo Franco, ci suggerisce di riflettere sull’ipotesi che dopo aver votato a marzo si torni a farlo a giugno, dopo aver preso atto di una impasse totale. È certamente lo scenario peggiore, tanto più se tra un voto e l’altro il parlamento non dovesse trovare la forza (della disperazione) di cambiare la legge elettorale. Ma è uno scenario plausibile, e non poco. Escludendo dal novero delle altre possibilità tre casi “impossibili”, ne rimangono quattro teoricamente plausibili. I tre si riferiscono al fatto che i soggetti del nostro sgangherato tripolarismo possano autonomamente conquistare la maggioranza dei seggi: non può essere per i 5stelle che non hanno alleati, né per i vecchi centro-destra e centro-sinistra, difficili da mettere insieme e comunque impossibilitati a fare bingo. Rimangono gli altri quattro scenari. Due sono basati sull’ipotesi che i grillini risultino il partito con più voti e che per non perdere la chance, una volta ottenuto un mandato esplorativo dal capo dello Stato, facciano cadere la loro preclusione verso le alleanze. In un caso la possono fare a destra accordandosi con Salvini ed eventualmente Meloni – e per la Lega sarebbe una via di fuga dall’abbraccio con Berlusconi – nell’altro caso si volterebbero alla loro sinistra per incontrare tutto ciò che sta oltre il Pd (ed eventualmente anche il Pd se de-renzizzato), magari coordinato dall’ormai ex democrat Pietro Grasso, che i pentastellati potrebbero anche accettare come possibile presidente del Consiglio. Dipende dai numeri, ma siamo pronti a scommettere che quale delle due li avesse per formare una maggioranza, l’operazione riuscirebbe. La terza ipotesi è che Pd e Forza Italia uniscano le forze in nome della governabilità. È lo scenario più probabile, specie se Renzi rimanesse in sella, ma anche quello che faticherebbe a raggiungere la fatidica soglia del 50% più uno, a meno che oltre a Berlusconi alla compagnia si aggiungano anche Salvini e Meloni, cosa che renderebbe indigesta l’operazione a gran parte del Pd – che rischierebbe di spaccarsi ulteriormente – e non facilmente digeribile agli stessi capi di Lega e Fratelli d’Italia. Infine c’è l’ultima ipotesi, quella più alternativa all’immediato scioglimento delle camere e conseguente ritorno alle urne. Parliamo di quello che in gergo viene già definito “governo del Presidente”, con riferimento a Mattarella, un esecutivo (molto probabilmente a tempo) in cui sarebbero chiamate ad entrare tutte le forze parlamentari che se ne rendessero disponibili. Chi ci starebbe? Molto dipenderebbe dal nome del presidente incaricato. Lo stesso Grasso? Giuliano Amato? Mario Draghi? Potrebbero starci tutti, senza eccezione alcuna. Oppure potrebbero sfilarsi le forze più estreme, e in quel caso non sarebbe improbabile vedere i 5stelle spaccarsi tra responsabili e oltranzisti. In tutti i casi stiamo parlando di situazioni maledettamente complicate, che richiedono tempo e pazienza. E che chiamano in campo gli aggregatori, non i rompitutto. Ma ne riparliamo dopo la Sicilia. (Enrico Cisnetto direttore http://www.terzarepubblica.it)

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

KB Home Announces the Grand Opening of Partin Place

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

Fuquay-VarinaKB Home (NYSE: KBH) announced the grand opening of Partin Place, its latest community of single-family homes in the Raleigh-Durham area. Located in the quaint town of Fuquay-Varina, Partin Place is just off U.S. Route 401, offering a short commute to downtown Raleigh.
Residents of Partin Place will enjoy its tranquil setting and its proximity to the shopping and dining available in charming downtown Fuquay-Varina. Nearby Honeycutt Road Park offers a variety of public recreational facilities, including soccer fields, tennis courts, picnic shelters, a walking track and playground. Partin Place is zoned for Wake County Public Schools.KB Home is offering seven home designs at Partin Place, including four one-story and three two-story plans that range from 1,445 to 2,723 square feet. Large great rooms, ample storage, and expansive master suites are just some of the desirable characteristics of the KB homes at Partin Place. Future community amenities will include a pool and cabana. Pricing begins in the low-$200,000s.As part of KB Home’s unique homebuying experience, buyers at Partin Place will have the opportunity to personalize many aspects of their new home, from selecting their homesite and floor plan, to exterior elevation and interior finishes that best fit their lifestyle and budget. As with all KB homes, those offered at Partin Place will be built to ENERGY STAR® guidelines and include WaterSense® labeled faucets and fixtures, meaning they are designed to be more energy- and water-efficient than other typical new and resale homes, potentially saving homebuyers money on their monthly utility bills.KB Home will host a grand opening celebration on Saturday, November 4th and Sunday, November 5th from 10 a.m. to 6 p.m. each day. Guests will have the opportunity to tour the elegantly appointed model homes and enjoy a cookout from Thrills from the Grill from 11 a.m. to 3 p.m. on Saturday. The Partin Place sales office is located 1428 NC-42 in Fuquay-Varina. For more information about Partin Place, or KB Home’s other new home neighborhoods, visit http://www.kbhome.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

トップのオンライン・コンサート・プラットフォームの騰訊視頻LiveMusicが日本のアイドル渡辺麻友の卒業コンサートを中国のファンに向けて生中継

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

pechino(ビジネスワイヤ) — 2017年10月31日に、騰訊視頻(テンセント動画)LiveMusicは渡辺麻友の卒業コンサートを生中継し、自身の支持を表明する絶好の機会を世界中の中国人のファンに提供しました。日本の女子アイドルグループAKB48からの卒業は熱い議論を呼び起こしましたが、卒業コンサートのチケットはすぐに売り切れました。渡辺麻友の卒業コンサートの生中継をテンセント動画で視聴した人は、197万人以上に達しました。渡辺麻友は、中国のネットユーザーに人気のAKB48メンバーであり、そのCGのような外見とエネルギッシュなステージパフォーマンスにより、中国のファンから絶大な支持を得ています。今年のAKB48の第9回選抜総選挙の生中継やその他の関連動画は、騰訊視頻LiveMusicで計260万回以上の視聴回数を記録しました。最新の渡辺麻友の卒業コンサートの放送は、一流のコンサート・コンテンツを提供して中国の数百万人のネットユーザーが音楽に関するアイデアを交換できるようにする騰訊視頻LiveMusicの熱心な取り組みを反映しています。
以前にも、騰訊視頻LiveMusicは、フェイ・ウォン、TFBoys、BIGBANG(韓国バンド)などの人気歌手の大規模コンサートを生中継してきました。2017年後半に、騰訊視頻は「二次元音楽視聴新幹線」のテーマの下に、異なる文化的背景を持つさまざまな高品質のコンサート・コンテンツをリリースしました。これには、モバイルゲームMUのオーケストラ・コンサートの生中継、渡辺麻友の卒業コンサートの生中継、リーグ・オブ・レジェンド・ミュージック・フェスティバルの生中継、初音ミクのホログラム・コンサートのVODが含まれ、より多様で個性に合わせたコンテンツを提示することで、ユーザーの「好奇心」を刺激してより多くの視聴の選択肢を提供することを目指しています。本記者発表文の公式バージョンはオリジナル言語版です。翻訳言語版は、読者の便宜を図る目的で提供されたものであり、法的効力を持ちません。翻訳言語版を資料としてご利用になる際には、法的効力を有する唯一のバージョンであるオリジナル言語版と照らし合わせて頂くようお願い致します。
渡辺麻友の卒業コンサートを生中継=中国テンセント〔BW〕【ビジネスワイヤ】中国インターネット・サービス大手のテンセント(騰訊)は、10月31日に音楽プラットホーム「騰訊視頻(テンセント動画)LiveMusic」でAKB48の渡辺麻友の卒業コンサートを生中継したと発表した。生中継の視聴者は197万人を超えた。今年、騰訊視頻ではAKB48の第9回選抜総選挙の生中継やその他の関連動画の公開を実施し、計260万回以上の視聴回数を記録したている。

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Company Profile for Iris Pharma

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

New York. Iris Pharma is a world-leading Contract Research Organization (CRO) offering preclinical and clinical ophthalmology research services. Iris Pharma works hand-in-hand with customers and has helped bring more than 70 ocular drugs and medical devices to international markets to date.The company is able to do this as efficiently as possible by maintaining a global view of the development procenew yorkss and by bringing personalized advice. Iris Pharma indeed addresses all ophthalmology challenges by offering programs and study designs that perfectly suit the needs of customers: therapeutic value assessment, full preclinical regulatory package, product value creation or à la carte studies.The CRO has expertise in all ophthalmic indications – from the ocular surface to the posterior segment of the eye – and supports customers, newcomers or experts in ophthalmology, ranging from small start-up companies to large pharmaceutical companies in moving forward products that directly or indirectly affect eye health.In addition to a wide portfolio of services such as proof of concept studies in animal models, GLP preclinical studies, clinical trials and post-market studies, bioanalytical testing, cellular and molecular biology assays, Iris Pharma also offers consulting services to help customers determine the best indication and the best route for molecules and products in development. To support more than 300 customers worldwide, Iris Pharma maintains a GLP-accredited laboratory for preclinical research and bioanalytical testing and conducts high-quality clinical trials in accordance with ICH GCP guidelines.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alibaba Group’s First Overseas eWTP Hub Goes Live in Malaysia

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

Jack-Ma-and-Malaysian-Prime-MinisterThe Electronic World Trade Platform, or eWTP, forms part of the Digital Free Trade Zone (DFTZ) spearheaded by MDEC. The eWTP hub offers Malaysian SMEs the infrastructure for doing commerce with services encompassing ecommerce, logistics, cloud computing, mobile payment and talent training. Prime Minister Dato’ Sri Najib Tun Razak said, “With the launch today and our early participation with eWTP, Malaysia is progressing its economic transformation vision and taking a step towards becoming the leading sourcing and fulfilment hub in Asia. Collaborating with Alibaba to develop the infrastructure freely available to small and medium-sized enterprises (SMEs) in the DFTZ, we have fundamentally improved the competitiveness of Malaysian firms on the global stage which will boost exports and bring wide reaching economic benefits to society.” “I’m truly amazed by the resolve and commitment of the Malaysian government to remove all the barriers in just under a year to make this day possible,” said Mr. Ma at the event. “Today we are witnessing a historic moment in Asia where one country has begun to use technology to enable its SMEs and young people to become more competitive on the world stage. As the eWTP hub in DFTZ commences operation, they will have the opportunity to global buy, global sell, global pay, global delivery and global travel. This is an opportunity for not just the small businesses and young people in Malaysia but across Asia.”The vision for eWTP is to lower trade barriers and provide more equitable access to markets for SMEs around the world, with private sector and governments working together. The eWTP initiative was accepted as a major policy recommendation of the Business 20 (B20) and officially included in the 2016 G20 Leaders’ Communique.The various initiatives under eWTP include the launch of a Malaysia Pavilion on Alibaba.com to help promote quality Malaysian products to global buyers. A one-stop solution platform has been set up with an emphasis on providing export facilitation support to local SMEs, with services ranging from marketing and customs clearance, to streamlined permit application procedures and tax declaration and more.Today’s ceremonies also included the ground breaking of a regional ecommerce logistics hub to be developed by Malaysia Airports Holdings Berhad and Cainiao, Alibaba’s logistics affiliate, through a joint venture announced today. The facility will enable speedy storage, fulfilment, customs clearance and warehousing operations.As part of the initiative to support Malaysian SMEs with cloud computing needs, Alibaba Cloud opened a local data centre in Malaysia last week. As the first local public cloud platform in Malaysia, the new center will provide Malaysian enterprises a local choice to build their businesses and run their applications on a powerful, reliable and secure cloud platform.Under the eWTP, the training of local talent is a core focus to ensure a sustainable ecosystem. Over 1,000 students from various Malaysian universities have participated in a range of B2B ecommerce curriculum and almost 140 faculty members have completed the Train the Trainers program with the expectation that this continues and the talent pool grows significantly.Malaysia represents the successful launch of the first international eHub as part of the eWTP initiative and many local merchants will benefit from the trade facilitation services. In future, more eHubs will create the global network necessary to facilitate trade for small and medium enterprises around the world. (photo: Jack-Ma-and-Malaysian-Prime-Minister)

Posted in Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il professor Luca Pietromarchi è il nuovo rettore dell’Università degli Studi Roma Tre

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

luca pietromarchiEletto a maggioranza al primo turno lo scorso 21 settembre, si è insediato ufficialmente, a seguito del decreto ministeriale, lo scorso 1° novembre.«Mi accingo a guidare e a coordinare il governo di Roma Tre puntando anzitutto a potenziare l’ateneo e ad aumentarne l’internazionalizzazione affinché diventi anzitutto un centro di mobilità, oltre che di cultura e crescita» dichiara il rettore Pietromarchi. «Dedicheremo una grande e rinnovata attenzione ai servizi di orientamento in uscita per i nostri studenti, promuoveremo le nostre startup, potenzieremo tutti i più grandi programmi di ricerca e moltiplicheremo anche i corsi di lingua con un programma di visiting professor in modo da abituare i nostri studenti a interagire e a parlare con il mondo. Roma Tre è uno spazio di studio, di ricerca e di lavoro accogliente, stimolante e sereno. Lo sarà ancora di più nella misura in cui sapremo affrontare uniti le grandi sfide che ci attendono, e rispondere alle domande che ci pongono anzitutto i sempre più numerosi studenti che s’iscrivono al nostro ateneo chiedendoci una formazione di alta qualità. La loro fiducia sollecita la nostra attenzione, le nostre competenze e la nostra responsabilità civica e intellettuale. Sarò il garante di questo patto di fiducia tra gli studenti e l’istituzione universitaria che rappresentiamo».
Luca Pietromarchi (Roma, 1959) è stato ricercatore di Lingua e Letteratura francese dal 1986 al 1998 presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento. Professore associato dal 1998 nella stessa facoltà, è stato “Professeur invité” di letteratura francese presso l’Université Sorbonne-Paris IV durante l’anno accademico 2002-03 e presso l’Université Paris III – Sorbonne Nouvelle nel 2013. Dall’anno accademico 2007-2008 ha prestato servizio presso la Facoltà di Lettere e Filosofia, ora Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere, dell’Università degli Studi Roma Tre – come docente di Lingua e traduzione francese, avendo ottenuto dal CUN il passaggio al settore disciplinare L-Lin/04 – Lingua francese. Dal giugno 2010 è professore ordinario di Letteratura Francese (L-Lin/03).Laureato in Letteratura francese all’Università di Padova (a.a. 1982-83), i suoi studi hanno riguardato essenzialmente quattro ambiti di ricerca: le avanguardie storiche (Dal manichino all’uomo di ferro. Alberto Savinio a Parigi, Unicopli, Milano, 1984; edizione di Ardengo Soffici, Rimbaud, Trento, 2001); l’esotismo romantico (L’illusione orientale. Flaubert e l’esotismo romantico, Guerini, Milano, 1990; edizione e traduzione di Nerval, La Regina del Mattino, Venezia, Marsilio, 1992); l’opera poetica di Patrice de La Tour du Pin (Les anges sauvages. La Quête de Joie de PdLTP, Paris, Champion, 2001); Baudelaire e la poesia romantica: lettura critica e problemi di traduzione (edizione commentata dei Fiori del Male nella traduzione inedita di Giorgio Caproni, Venezia, Marsilio, 2008 – Premio Saint-Vincent di Francesistica 2009; La poesia francese 1814-1914 (a cura di), Bari, Laterza 2012, La poesia e i numeri, Pisa, Pacini, 2013; La critique italienne et Baudelaire, «L’Année Baudelaire », 17/2013, Champion, 2015). Nel 2017 ha curato e tradotto per l’editore Marsilio una nuova edizione italiana delle Favole di La Fontaine.Rappresentante dal 2004 al 2007 dei professori associati nel direttivo della Società Universitaria degli Studi di Lingue e Letterature francesi, è attualmente membro del Consiglio direttivo della Association Internationale des Etudes Françaises. Dal 2013 è vice-Presidente del Seminario di Filologia francese. Membro del comitato di redazione della rivista “L’Année Baudelaire”, dirige la collana “Studi di Letteratura Comparata” (Pacini Editore) dell’Associazione Sigismondo Malatesta. Nel 2010 è stato eletto nel Comitato scientifico del Centro di Studi italo-francesi di Roma Tre.
Dal 2009 al 2015 è stato coordinatore istituzionale del Programma Erasmus, con delega del rettore alla Mobilità studentesca internazionale di Roma Tre.Dal 2016 ha ricoperto l’incarico di direttore del Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere, svolgendo anche la funzione di coordinatore del Collegio dei direttori di Dipartimento. (Loredana Diglio) (foto: luca pietromarchi)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Elezioni siciliane: Le promesse non scadono!

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

urne-voteIl rinnovo del parlamento siciliano ha offerto un indecoroso spettacolo di qualunquismo, nel quale sono emersi tutti i difetti del traffichini della politica. Non trovo nessuno spunto per salvare il salvabile e indicare un politico credibile, sul quale riporre la fiducia. Abbiamo vissuto una tragicommedia dove tutti si sono sentiti primattori, pur recitando un meschino copione trito e ritrito, fatto di promesse, anticipazioni, progetti, programmi, tutti ai limiti della farsa. Berlusconi è emerso in mezzo a quel ciarpame di nullità; è emerso senza neanche capire di essere caduto nel ridicolo. L’attontunenne ex-tutto si è reso conto di non avere più nulla da dire, così ha ripreso il vecchio e stantio copione che gli valse, or sono 25 anni, una vittoria di Pirro, con penosa sconfitta dell’intera nazione.
“Se è andata bene 25 anni or sono, non vedo perché non deve andare bene oggi”, così deve avere elucubrato, rileggendo i fasti passati, traditi e annegati nel gran mare del più becero populismo.
Ha elencato alla lettera le promesse già fatte per risanare la Sicilia: Ponte sullo Stretto, Casinò a Taormina, ammodernamento delle ferrovie con l’alta velocità, abolizione del bollo auto per la prima macchina, completamento dell’autostrata Salerno Reggio Calabria, abbattimento del carico fiscale, aumento del minimo della pensione e facezie varie alle quali nessuno ha posto la benchè minina fiducia.
Ci viene da chiederli perché nessuno di questi provvedimenti è stato realizzato nel malaugurato periodo dei suoi allori politici? Delle sue ferventi attività, la storia ci tramanda solamente la solennità delle sue cene eleganti, con il sottofondo musicale del Bunga-Bunga. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tassi/inflazione BoE: commento di Investec Asset Management

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

londra

(photo by Andrew Aitchison)

Londra. Riteniamo che la vera notizia contenuta nell’Inflation Report della Bank of England sia che il trend di crescita nel Regno Unito sia oggi solo all’1,7%, notevolmente al di sotto dei livelli pre-crisi. Questo avrà molte ripercussioni sul debito pubblico e sulla spesa pubblica.Una delle tabelle chiave nell’Inflation Report, cui gli attori del mercato prestano attenzione, è quella dell’andamento del cosiddetto implied rate. Sulla base di questo dato, la Banca formula le previsioni sull’inflazione. Ieri abbiamo assistito a un primo rialzo; devono verificarsene altri due nel giro di un paio d’anni. In questo modo, secondo la Banca, l’indice dei prezzi di consumo (CPI) sarà molto vicino al target. I rendimenti dei titoli di Stato (gilts) hanno registrato un calo perché lo scenario di crescita dei tassi è diventato meno probabile.Continuiamo a ritenere che i prezzi del mercato riflettano un range di possibili risultati. In questo caso, prima di ieri, c’era uno scenario in cui la Banca era molto preoccupata dell’inflazione e della possibilità di dover contenere le politiche in modo relativamente aggressivo; ad ogni modo, questo scenario ha meno probabilità di verificarsi considerato che, secondo l’analisi della Banca, saranno sufficienti altri due innalzamenti nei prossimi tre anni per ricondurre l’inflazione all’obiettivo. I rendimenti degli strumenti del mercato monetario e dei titoli di Stato (gilts) a breve termine sono diminuiti, ad indicare questi nuovi dati e il ventaglio di possibili conseguenze.(Commento di Russell Silberston, Portfolio Manager del Multi-Asset Team di Investec AssetManagement)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arte: a Mantova la Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

mantova biennale internazionaleMantova. La cerimonia di presentazione si terrà il 4 novembre alle ore 16,30 presso il Teatro Sociale di Mantova in Piazza Felice Cavallotti. La Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea di Mantova Museo Diocesano Francesco Gonzaga (Piazza Virgiliana, 55) curato da Francesco Saverio Russo, Salvatore Russo, Sandro Serradifalco con Catalogo a cura di EA EDITORE di Palermo e lo Studio di Consulenza Artistica Russo di Roma. Si terrà dal 4 al 10 novembre 2017 (Orari visita: Dal mercoledì alla domenica ore 9.30 – 12.00; 15.00 – 17.30. Lunedì e martedì, aperto solo a gruppi prenotati).
Nell’ambito dell’evento i corridoi adiacenti alle sale dei tesori e numerose sale interne ospiteranno l’operato di trecento artisti contemporanei provenienti da oltre quaranta paesi diversi. Le opere spazieranno tra pittura, scultura, fotografia, design e videoart, in un’esperienza fruitiva innovativa.
Ciò che si presenterà ai visitatori sarà uno spaccato significativo della creatività attuale che solleciterà uno scambio culturale qualificato.La Biennale si pone infatti l’obiettivo di proporre narrazioni visive di artisti destinati ad essere ricordati nel tempo. Un magico scenario capace di donare al fruitore uno spaccato artistico contemporaneo con tante nuove testimonianze creative.
L’evento, di rilievo internazionale, è ideato e curato da Francesco Saverio Russo, Salvatore Russo e Sandro Serradifalco con la consulenza artistica di Serena Carlino, Rino Lucia e Barbara Romeo. La supervisione artistica è di Paolo Levi.
Il Museo Diocesano ha sede nel chiostro maggiore dell’ex-monastero agostiniano di Sant’Agnese, un edificio carico di storia, in un contesto urbano che si colloca a poche decine di metri dalla Cattedrale e dal Palazzo Ducale. Il museo conserva opere provenienti dal Duomo, dalla Basilica Palatina di Santa Barbara, dal territorio diocesano e da numerose collezioni private. Al suo interno sono custodite opere di Andrea Mantegna, Correggio, Domenico Fetti, Francesco Cairo. Nelle sue sale è possibile visionare preziosi oggetti del tesoro della cattedrale di San Pietro Apostolo e della Basilica palatina di Santa Barbara oltre a un consistente numero di arazzi, ceramiche e armature.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pubblicato il primo atlante dell’emigrazione rurale in Africa sub-sahariana

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

Fao-RomaROMA/ PRN Africa /E’ stato pubblicato oggi il primo atlante che intende approfondire la comprensione dell’emigrazione rurale dell’Africa subsahariana. L’atlante – Rural Africa in motion. Dynamics and drivers of migration south of the Sahara- sottolinea inoltre il ruolo importante che le aree rurali continueranno a svolgere nel determinare i flussi migratori nei decenni a venire.Attraverso una serie di mappe e studi approfonditi, i 20 autori dell’atlante, che rappresentano diversi istituti di ricerca, think tank e organizzazioni internazionali africane e non, esplorano la complessità delle cause interconnesse che spingono le persone in Africa a lasciare le proprie case. Fanno luce sulle dinamiche e le prospettive della migrazione regionale e promuovono la comprensione della migrazione rurale.L’Africa occidentale e orientale sono le regioni più dinamiche con rispettivamente circa 5,7 milioni e 3,6 milioni di migranti intra-regionali nel 2015. I dati a disposizione suggeriscono inoltre che nella maggior parte dei paesi dell’Africa sub-sahariana la migrazione interna è il modello dominante. Ad esempio, la metà dei migranti del Kenya e del Senegal si spostano all’interno delle frontiere nazionali, e in Nigeria e in Uganda, la migrazione nel paese è pari all’80%. Questo avvalora le stime globali che indicano che il numero di persone che si spostano all’interno dei loro paesi è sei volte superiore al numero di emigranti.
La popolazione dell’Africa subsahariana tra il 1975 e il 2015 è cresciuta di 645 milioni di persone e dovrebbe aumentare di 1,4 miliardi nei prossimi quarant’anni (entro il 2055), un elemento demografico unico nella storia del mondo.Entro la metà di questo secolo, la popolazione rurale dell’Africa sub-sahariana si prevede aumenterà del 63%. L’Africa sub-sahariana è l’unica regione al mondo dove la popolazione rurale continuerà a crescere dopo il 2050.Per un’Africa prevalentemente rurale, questa crescita della popolazione significa una massiccia espansione della forza lavoro (circa 220 milioni di giovani rurali entreranno nell’età lavorativa nei prossimi 15 anni), aree rurali più fitte e una grande pressione sul settore agricolo, rendendo la necessità di diversificazione economica e la creazione di posti di lavoro più critici.
Circa il 60% dei migranti rurali sono in età compresa tra i 15 ei 34 anni. La maggior parte dei migranti sono uomini; tuttavia in alcuni paesi come il Mozambico, la Repubblica Democratica del Congo e il Burkina, le donne costituiscono la maggioranza di coloro che migrano.Le popolazioni rurali hanno in genere risultati scolastici inferiori rispetto alle loro controparti urbane, e i migranti rurali non costituiscono un’eccezione. I migranti, tuttavia, tendono a trascorrere altri anni a scuola rispetto chi resta.
A differenza di altre parti del mondo, l’Africa sub-sahariana è diventata più urbana ma senza diventare più industrializzata. Le città sono caratterizzate da un settore urbano precario, dalla povertà spesso persistente e da opportunità di lavoro formali limitate. Più che altrove, gli africani si muovono non solo verso le città, ma anche fuori da esse e tra le aree rurali.
L’Africa subsahariana è particolarmente vulnerabile al cambiamento climatico a causa della sua dipendenza dalla produzione alimentata dalla pioggia, che rappresenta il 96% del terreno agricolo, insieme a una capacità economica e istituzionale limitata di adattarsi agli impatti climatici.Gli studi indicano che le regioni tropicali sperimenteranno la perdita di grano e di mais come conseguenza perfino di piccoli cambiamenti di temperatura. Le perdite produttive per i cereali principali si stimano intorno al 20% entro il 2050 se non verranno prese misure per attenuare l’effetto del cambiamento climatico.
L’atlante riflette sul complesso legame tra cambiamento climatico e migrazioni rurali. Anche se le sfide ambientali possono influenzare la migrazione, la decisione di migrare è determinata anche da fattori sociali, economici e politici.
L’atlante osserva che la gestione del futuro della migrazione dovrebbe coinvolgere: canali migratori sicuri, ordinati e regolari; lo sviluppo di grandi città sostenibili; maggiori investimenti nelle città intermedie; e lo sviluppo di piccoli habitat rurali con la fornitura di servizi di qualità.
L’atlante è il risultato di una partnership tra il Centro di Ricerca Agricolo per lo Sviluppo Internazionale francese (CIRAD) e la FAO, con un sostegno tecnico del Centre for the Study of Governance Innovation (GovInn) del Sud Africa.L’atlante osserva che la grande maggioranza degli africani (il 75%) migrano all’interno dell’Africa, mentre la stragrande maggioranza dei nord africani (circa il 90%) emigrano verso l’Europa. Quindi, l’Africa sub-Sahariana “è in movimento”, ma principalmente all’interno del continente. (SOURCE Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite FAO)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rompighiaccio Kronprins Haakon: Consegnati i laboratori nella nave che studierà il clima del pianeta

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

rompighiaccioLabozeta Spa ha ultimato e consegnato i laboratori scientifici nella nave Kronprins Haakon, tra le più avanzate rompighiaccio al mondo ad elevato contenuto tecnologico per lo studio dell’ambiente marino. Un vero e proprio fiore all’occhiello per il Norwegian Polar Institute che, per conto del governo norvegese, ha commissionato a Labozeta Spa sia la progettazione che il realizzo dei laboratori all’interno dell’imbarcazione, i cui risultati saranno studiati dai ricercatori dell’Università di Tromsø e dall’Institute of Marine Research, l’ente di ricerca oceanografico e ittico.
La rompighiaccio Kronprins Haakon, la cui realizzazione porta la firma di Fincantieri, sarò operativa dal 2018 e monitorerà lo stato ambientale e lo stato climatico sia dell’Artico che dell’Antartide. Ma non solo. A bordo, infatti, è presente una strumentazione particolare in grado di indagare la morfologia e la geologia dei fondali marini. La “Kronprins Haakon” navigherà attraverso ghiacci spessi fino a un metro e sarà caratterizzata da particolari requisiti di silenziosità per non disturbare l’ambiente marino.
Proprio per il minimo impatto ambientale e una sostanziale riduzione del rumore irradiato sott’acqua l’imbarcazione studierà anche i pesci e i mammiferi marini, svolgendo le proprie attività di ricerca oceanografica e idrografica in qualsiasi contesto ambientale. “Siamo soddisfatti di questa nuova realizzazione – afferma Giancarlo De Matthaeis, presidente di Labozeta – che ci ha permesso di incrementare ulteriormente le nostre conoscenze scientifiche in ambito laboratoriale anche in luoghi particolari come quello di una nave rompighiaccio. Auspichiamo nella possibilità di raggiungere risultati significativi nella ricerca e nello studio dell’ambiente marino soprattutto in relazione ai preoccupanti cambiamenti climatici”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tripwire Joins IBM Security App Exchange Community

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

ibmTripwire, Inc., a leading global provider of security and compliance solutions for enterprises and industrial organizations, has launched a new Tripwire App for IBM’s QRadar Security Intelligence Platform. Using the Tripwire App for QRadar, users can incorporate file integrity monitoring (FIM) and secure configuration management (SCM) data into IBM QRadar for reporting, forensics, and correlation.
The new application is freely available to the security community through the IBM Security App Exchange, a marketplace where developers across the industry can share applications based on IBM Security technologies. As threats are evolving faster than ever, collaborative development amongst the security community will help organizations adapt quickly and speed innovation in the fight against cybercrime.
Maintaining proper configuration parameters and staying on top of any changes made to one’s environment are a couple of the most critical security controls. Tripwire Enterprise provides foundational controls that are essential for detecting cyber threats, responding in real-time and preventing against future attacks. Integrating into QRadar, the Tripwire App delivers dashboard items that can visualize FIM and SCM data within QRadar dashboards. It also allows users to detect in real-time and limit damage from threats, anomalies, and suspicious changes.“It’s critical for enterprises to maintain a good view of their security posture, considering the constantly evolving threat landscape, regulations, and IT environments,” said Tim Erlin, vice president of product management and strategy at Tripwire. “Adding Tripwire Enterprise capabilities to the IBM Security App Exchange helps better equip QRadar users to stay on top of their security state and be aware of any changes that have an impact on security or compliance.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Howsden Dermatology Joins Platinum Dermatology Partners

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

Kevin F. Kia, Akash A. PatelPlatinum Dermatology Partners (“Platinum”) announced today that Howsden Dermatology has joined its network, further enhancing Platinum’s presence in the Dallas-Fort Worth area. Platinum is a dermatology-focused physician services organization with a rapidly growing network of top-ranked dermatology practices in Texas. Howsden Dermatology serves the eastern Dallas communities of Garland, Rowlett and Mesquite, and is known for its superior medical and surgical dermatological care, as well as its keen focus on skin cancer detection and treatment. Founded in 1983 by Dr. F. Lester Howsden, MD, FAAD, Howsden Dermatology patients today are cared for by Dr. Akash A. Patel, MD, FAAD, and Dr. Kevin F. Kia, MD, FAAD. Drs. Patel and Kia are devoted to serving the communities in which they work, and the dermatology community at large, with their highest commitment to quality skin care. Both are long-time honorees of D Magazine’s “Best Doctors in Dallas,” and since 2005, both have remained actively involved in teaching future dermatologists at The University of Texas Southwestern—many of whom are now practicing in the Dallas-Fort Worth area.
“Times are most definitely changing, and we were looking for the right partner to help us grow and provide the best care for our patients. Platinum became an obvious choice,” said Dr. Patel. “Dr. Kia and I have worked very hard to maximize quality and efficiency. We want our patients to have the highest quality of care; so to us, it was really important to find a partner who shares our goals and priorities. Platinum stands apart from the rest because they don’t want to change how we operate—they have no interest in micromanaging us; they are enhancing our strengths and showing us ways we can grow through their vast resources. One other huge distinguishing factor for us was the quality of physicians we join in the Platinum network. We have tremendous respect for these Platinum Dermatologists—all are well-regarded by their peers and the medical community at large—and we wanted to be part of this strong team. Platinum was by far the best choice for us.” Platinum’s model is attractive to physicians because it empowers dermatologists to grow and enhance their practices while providing exceptional clinical care and retaining ownership and autonomy. Platinum’s management creates partnerships with physicians that lead to better operational and clinical outcomes, encourages collaboration among dermatology professionals, and drives practice growth opportunities that are unmatched in an independent practice. (photo: Kevin F. Kia, Akash)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ziel Expands to Offer APEX Radio Frequency Technology for the Cannabis Industry

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

CannabisZiel, a food safety solutions company with proven technology utilized across the globe, has launched a new cannabis division to help medium and large scale cultivators, processors, and distributors achieve regulatory compliance while maximizing product revenue. Ziel’s chemical-free, organic technology reduces total yeast and mold count in cannabis while retaining potency and terpenes.
Cannabis is placed in APEX to receive a patent-pending radio frequency treatment process that reduces yeast and mold. APEX is used by companies such as Los Suenos Farms and The Green Solution. (Photo: Business Wire)Ziel’s APEX technology is currently being used by Los Suenos Farms, the largest outdoor cannabis farm in the country, and The Green Solution, a vertically integrated retailer, cultivator and processor of cannabis flower with 13 locations in Colorado.Offering custom solutions using radio frequency (RF) technology and hand-crafted machine design, Ziel’s APEX ensures that total yeast and mold count present in cannabis falls within U.S. state regulatory guidelines of less than 10,000 colony-forming units (cfu) per gram. Ziel’s patent pending technology achieves this challenging target while retaining high potency and preserving terpenes using an efficient and organic treatment method free of chemicals. Mold and yeast count levels that rise beyond regulatory compliance will not only fail regulatory guidelines, but can pose a consumer health risk, as well as jeopardize a company’s license, brand, revenue, and enterprise value.“The ideal growing environment for cannabis is also the ideal growing environment for yeast and mold, making mold an issue for any indoor or outdoor cultivator,” explains Ketch DeGabrielle, cannabis consultant and former operations manager at Los Suenos Farms, the largest outdoor grow facility in the United States. “After exhaustively testing every disinfection option on the market, we found that Ziel’s radio frequency technology was the most effective and reliable method in removing contaminants while retaining the integrity of the plant.” Using APEX is a turnkey solution with no chemicals or waste. Up to 20 pounds of cannabis is placed in a box with probes to monitor temperature in real time, then placed in the RF cavity for 10 minutes process time. By creating an oscillating electromagnetic field at 27.12 MHz between two electrodes, any product containing polar molecules, such as water, will oscillate when placed in this field. The rapid internal gyration of molecules generates heat volumetrically, which then, based on Ziel’s proprietary processing parameters, kills targeted contaminants, pasteurizing and disinfecting the raw material, making it safe for consumption or inhalation. Ziel’s APEX also comes with a CE mark, and the design is UL compliant. Another version of the APEX with a CSA mark, suitable for the Canadian market, will be available in the first quarter of 2018. (photo: cannabis)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Viacom Appoints Kelly Day to Lead Viacom Digital Studios

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

Kelly DayViacom Inc. (NASDAQ: VIAB, VIA) today announced the appointment of Kelly Day as President of Viacom Digital Studios, a new unit focused on creating and expanding digital content across Viacom and its portfolio of global entertainment brands. Day will report to Viacom President and CEO Bob Bakish, effective November 20. As head of Viacom Digital Studios, Day will execute Viacom’s digital content strategy, leading creative and editorial production for Viacom’s branded social channels. In her role, Day will work closely with each of Viacom’s brands to facilitate a collaborative, coordinated approach to digital, building upon current programming as well as developing new, original content and branded entertainment in a variety of formats to further develop Viacom’s audiences and drive engagement and innovation across platforms.
“Kelly has an impressive track record of building successful digital businesses, and I am so pleased to have her on board to accelerate our push into digital-native content,” said Bakish. “She and our new Viacom Digital Studios group will ensure that we are delivering more, better aligned and digital-first experiences, helping us to further grow the reach of our brands with our diverse audiences and introducing more opportunities for our advertising and distribution partners.”Day joins Viacom from AwesomenessTV, where she served as the multiplatform media company’s first-ever Chief Digital Officer before being named Chief Business Officer. Previously, she was CEO of Blip Networks, a leading online video platform, later acquired by Maker Studios, and served in a variety of leadership positions at Discovery Communications, including, most recently, Executive Vice President and General Manager of Digital Media and Commerce. Prior to joining Discovery, she held positions at organizations including The Knot Inc. and America Online, among others.Day holds a BA in French from Pennsylvania State University. (photo: Kelly Day)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Filippo Grandi al Consiglio di Sicurezza dell’ONU: “Non siamo più in grado di negoziare la pace?”

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

Onu palaceFilippo Grandi, l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati, ha sollecitato i capi di Stato affinché individuino soluzioni politiche ai diversi conflitti nel mondo, se si vuole permettere al gran numero di persone in fuga di fare un giorno ritorno a casa.
In un discorso al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite a New York, Filippo Grandi ha dichiarato che il susseguirsi di gravi crisi umanitarie ha causato flussi massicci di persone in fuga, virtualmente in ogni regione del globo.“Il numero di persone costrette alla fuga in tutto il mondo sta raggiungendo i 66 milioni – nel 2009 erano 42 milioni”, ha detto. “Questo numero comprende i 17,2 milioni di rifugiati sotto il mandato dell’UNHCR – una crescita del 70% dal 2009”.L’Alto Commissario ha poi aggiunto: “Garantire soluzioni per milioni di persone sradicate dalle loro case ed evitare il ripetersi di questi grandi flussi di popolazioni a cui abbiamo assistito negli ultimi anni, dipende fondamentalmente da volontà e scelte politiche.”Filippo Grandi ha citato alcune tra le crisi umanitarie al momento in corso tra cui “il cataclisma del conflitto” in Siria e le violenze in Iraq, che da sole hanno causato un quarto del numero totale di persone costrette alla fuga. Nuove crisi si sono sviluppate laddove si sono creati nuovi spazi senza governo, alimentate da una serie combinata di fattori tra cui povertà, sotto-sviluppo, degrado ambientale, disuguaglianze e persecuzioni.”Allo stesso tempo, le situazioni che sembravano si fossero stabilizzate, quali quelle in Burundi, Sud Sudan, Repubblica Centrafricana, sono state colpite da nuove crisi che hanno portato a nuovi flussi di rifugiati; nel frattempo, situazioni che si protraggono nel tempo come in Afghanistan e in Somalia restano irrisolte.Filippo Grandi ha delineato ai membri del Consiglio di Sicurezza una serie di azioni necessarie. Prima fra tutte la necessità di attuare misure “per affrontare le cause dei conflitti e prevenire l’acuirsi delle crisi di persone in fuga.”Filippo Grandi ha anche lodato l’importante ruolo svolto dai peacekeepers nel permettere agli attori umanitari di operare, sottolineando che gli attori umanitari e i peacekeepers dovrebbero collaborare facendo leva sui rispettivi punti di forza per garantire la protezione dei civili durante i conflitti e, allo stesso tempo, preservare il carattere neutrale ed imparziale dell’azione umanitaria.
Come terzo punto, Filippo Grandi ha dichiarato che la comunità internazionale ha bisogno di rafforzare il suo impegno nel combattere i trafficanti di esseri umani e “i terribili abusi da loro perpetrati”. In ogni caso l’Agenzia ONU per i Rifugiati sta lavorando sul campo per assistere le vittime del traffico di esseri umani e supportare tutti coloro che necessitano di protezione internazionale, Filippo Grandi ha sottolineato l’importanza di azioni forti “per affrontare gli orribili abusi perpetrati dai trafficanti, identificarli e perseguirli”.Tuttavia se non si ristabiliscono pace e sicurezza, afferma Grandi, per i rifugiati e le altre persone che hanno lasciato le proprie case è impossibile far ritorno a casa. “Lo scorso anno, in tutto il mondo, solo 500.000 rifugiati sono tornati a casa. E nel decennio passato solo poche situazioni di migrazioni forzate hanno avuto una conclusione definitiva,” ha detto.
In particolare, la sicurezza, il rispetto dei diritti umani e l’istituzione dello stato di diritto saranno essenziali per il ritorno dei rifugiati Rohingya nello Stato di Rakhine in Myanmar. “È assolutamente cruciale fare progressi nell’acquisizione della nazionalità per i Rohingya, e altrettanto fondamentali saranno il processo di riconciliazione tra le comunità e gli investimenti in uno sviluppo inclusivo che porti beneficio a tutte le comunità” ha aggiunto Grandi.
Grandi ha inoltre detto che è di vitale importanza sostenere la protezione delle persone costrette alla fuga mentre si lavora alla risoluzione dei conflitti, sia negli Stati coinvolti che lavorano a una maggiore stabilità, sia nelle comunità ospitanti che provano a supportare grandi numeri di rifugiati.
onu assembleaTuttavia, la risposta per arrestare e invertire i flussi di rifugiati e di altre persone costrette a fuggire dovrebbe venire da soluzioni politiche, ha affermato Grandi, e a questo proposito la comunità internazionale ha fallito.“Siamo diventati incapaci di negoziare la pace?” ha chiesto. “Pongo questa domanda qui, al Consiglio di Sicurezza, le cui ragion d’essere sono la risoluzione dei conflitti e il mantenimento della pace, perché vedo personalmente l’impatto diretto di questi fallimenti, tutti i giorni, sulle vite di decine di milioni di persone, sradicate e costrette ad abbandonare le proprie case”.La debolezza della solidarietà internazionale sta a sua volta indebolendo la protezione dei rifugiati, ha aggiunto. “Molti Paesi d’accoglienza dei rifugiati, specialmente quelli al confine con zone di guerra, mantengono aperti i confini e ospitano generosamente migliaia – a volte milioni – di rifugiati”.“Ma alcuni Stati – spesso quelli più ricchi e meno interessati dai flussi di rifugiati – hanno reagito chiudendo i confini, limitando l’accesso all’asilo e impedendo l’ingresso”.
In riferimento al Summit sui Rifugiati e sui Migranti dello scorso anno, che ha dato vita alla Dichiarazione di New York per una risposta globale alle crisi internazionali dei rifugiati, il capo dell’UNHCR ha elogiato quelli che sono stati dei “passi importanti” intrapresi da Stati membri, istituzioni per lo sviluppo come la Banca Mondiale, società civile e dal settore privato.
“Ma una risposta completa ai flussi massicci di persone in fuga può essere ottenuta solo attraverso azioni volte a ristabilire la sicurezza, risolvere i conflitti e costruire la pace,” ha dichiarato Grandi. La popolazione mondiale di persone costrette alla fuga è in rapido aumento e “conta sulla vostra leadership per raggiungere queste soluzioni,” ha detto al Consiglio di Sicurezza.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pink Floyd Tribute show

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

Concerto Inside out GoldenDurgaPalermo venerdì 22 dicembre alle 21,30 al teatro Golden di Palermo in viaTerrasanta 60, in occasione di “Pink Floyd tribute show”, ovvero una serata di totale omaggio alla band di Roger Waters, David Gilmour, Richard Wright e Nick Mason. La prima capace di fare della psichedelia una tendenza culturale.In scena la corista Durga McBroom e il percussionista Gary Wallis, accompagnati per l’occasione dagli Inside Out, ovvero la tribute band Pink Floyd di Palermo, attiva ormai da più di cinque anni.La vocalist statunitense ha cantato negli ultimi tour ufficiali – come “A Momentary Lapse of Reason” del 1987, “The Division Bell” del 1994, l’evento mondiale “Pink Floyd Live in Venezia” del 1989 – ed ha anche registrato i cori nell’ultimo album della storica band inglese “The Endless River” del 2014. Il percussionista inglese Gary Wallis ha suonato per i Pink Floyd durante il Delicate Sound of Thunder Tour del 1988 e il Pulse Tour del 1994, risultando uno dei migliori batteristi e percussionisti adatti a fare da spalla al batterista del gruppo Nick Mason. Mentre per il tour del 1988, conclusosi con il concerto di Venezia del luglio 1989, Gary WallisWallis usava delle percussioni disposte anche in alto e si faceva notare per come saltava da una parte all’altra per suonare, per il tour successivo all’uscita dell’album “The Division Bell”, oltre alle percussioni, Gary ha suonato anche una batteria identica a quella di Nick Mason.Al fianco di Durga McBroom e Gary Wallis, gli Inside Out: Joshua Ross (voce, chitarra elettrica e chitarra acustica), Nicolò Florio (chitarra elettrica e acustica, lap steel e cori), Fulvio Signorino (tastiere e cori), Marcello Castellucci (basso), Mimmo Aiello (batteria e percussioni), Francesca Ippolito (cori e voce), Claudia Sala (cori e voce), Magda Loriano (cori e voce), Raffaele Barranca (sax).Nel corso della serata saranno eseguiti tutti i grandi classici come “Shine on you crazy diamond”, “Money”, “Another brick in the wall”, “The great gig in the sky”, “High hopes” e tanti altri.A creare l’atmosfera: l’uso di video originali, effetti luci e scenografie degne della tradizione Pink Floyd.Il biglietto di ingresso costa 29 euro (compresa la prevendita), 20 euro per gli under 10. I ticket si possono comprare al Botteghino del teatro Golden (telefono 0916264702 e online su http://www.cinemateatrogolden.it). Il concerto è organizzato da In the Spot Light e il management è di Gaetano Vicari. (foto: concerto inside out, Durga.jpg, Gary Wallis)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Catania ricorda don Oreste Benzi

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

oreste benzi1Catania. Sabato 4 novembre, alle ore 16:00, presso il Seminario Arcivescovile di Catania, in via Braille, si terrà il seminario “Dignità della Persona: tutte le volte che cadrai ti solleverò”, organizzato dalla Comunità Papa Giovanni XXIII (Apg23). Interverranno Mons. Salvatore Gristina, Arcivescovo di Catania e Presidente della Conferenza Episcopale Siciliana, Giovanni Paolo Ramonda, Presidente di Apg23 e don Aristide Raimondi. L’evento, il primo di una serie che si terranno tra la Sicilia e la Calabria, fa parte delle numerose celebrazioni che si stanno tenendo in tutta Italia per il parroco riminese.
Chi era Don Oreste Benzi? Nato nel 1925, è stato un presbitero. Fondatore della Comunità Papa Giovanni XXIII, ha speso tutta la sua vita a favore degli ultimi. Giovane sacerdote nell’Italia martoriata del dopoguerra, si impegnò da subito a favore dei giovani, cui propone «un incontro simpatico con Cristo». Nel 1968 con un gruppetto di giovani e alcuni altri sacerdoti dà vita all’Associazione Papa Giovanni XXIII (Apg23) a sostegno di coloro che nella vita non riuscirebbero a cavarsela da sole. Don Benzi guida l’apertura della prima Casa Famiglia a Coriano, sulle colline riminesi, il 3 luglio 1972. Da allora la Comunità Papa Giovanni XXIII è crescita ed ora conta oltre 400 case famiglia in Italia e all’estero. Oggi Apg23, in provincia di Catania, opera sia con una cooperativa sociale, “Rò La Formichina”, sia con 8 case famiglia. Don Benzi è stato il primo in Italia a lottare contro la cultura della prostituzione e a denunciare la tratta delle donne. Con la lunga tonaca scura ed il rosario in mano, alle donne vittime del racket della prostituzione proponeva la liberazione immediata e la speranza di una nuova vita. Quella che ancora cercano i tanti poveri lungo le strade delle nostre città.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Air France vola alle Maldive

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

air franceDal 1 ° novembre 2017 Air France ha attivato due voli settimanali a Malé, capitale delle Maldive, in partenza da Parigi Charles de Gaulle. Questi voli sono operati con Boeing 777-200, equipaggiati con le nuove cabine di viaggio Air France, con una capacità di 312 posti, di cui 28 in Business, 24 in Economy Premium e 260 in Economia.
AF222: decolla da Parigi-Charles de Gaulle alle 20:55, arriva a Malé alle 10:45 il giorno successivo;
AF223: decolla da Malé alle 12:30, arriva a Parigi-Charles de Gaulle alle 19:20.I voli sono operati, fino al 29 aprile 2018, il ​​mercoledì e il sabato in partenza da Parigi e il giovedì e la domenica in partenza da Malé.A bordo dei Boeing 777 per Malé, i passeggeri potranno avere tutta la comodità delle nuove cabine Business, Premium Economy e Economy.Nella cabina Business, il sedile si adatta alla forma di ogni singolo individuo, dalla posizione della seduta fino a un vero e proprio letto di 2 metri. All`interno della struttura curva, ogni passeggero crea il proprio spazio, secondo i propri desideri. La composizione morbida del sedile è progettata per offrire una qualità impeccabile di sonno. Grazie a un morbido piumino e una cuscino in piuma formato XXL, tutto è stato progettato per garantire un sonno tranquillo tra le nuvole. Ogni passeggero ha un ampio touch screen HD da 16 pollici (41 cm).In Economy Premium, sedili più confortevoli e un poggiapiedi con diverse posizioni migliorano ulteriormente il comfort di questa cabina. In classe economica, il nuovo sedile è completamente ridisegnato: più spazio per le gambe, nuovi sedili, poggiapiedi più morbidi e tavolino più grande.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »