Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 5 novembre 2017

I limiti alle intercettazioni proposti dal governo e il diritto di cronaca

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

GiornalistiLo affermano, Federazione nazionale della Stampa italiana e Ordine dei giornalisti nella seguente nota: “Le critiche sollevate da magistrati, avvocati, giuristi e associazioni dei giornalisti dovrebbero indurre il governo a rivedere la proposta sulle intercettazioni e il Parlamento a sollecitare radicali modifiche. Sulla cosiddetta “essenzialità” rischia di innescarsi un grave conflitto con pesanti ripercussioni sullo stesso diritto di cronaca e sul diritto dei cittadini ad essere informati su questioni essenziali come la conoscenza di vicende di mafia, corruzione e malaffare. Nel testo, non casualmente, manca per l’ennesima volta il riconoscimento del diritto di pubblicare ogni notizia che abbia il requisito del “pubblico interesse” e della “rilevanza sociale”, a prescindere dalla rilevanza penale, così come stabilito in diverse occasioni dalla Corte europea dei diritti dell’uomo. Il governo finge di ignorare che non tutto ciò ha rilevanza per l’opinione pubblica deve avere necessariamente rilevanza penale. Per questo va salvaguardato il diritto dei giornalisti di pubblicare le notizie, anche se coperte da segreto o senza alcuna rilevanza penale, che possano contribuire a rendere l’opinione pubblica informata. Per questa ragione, oltre a sollecitare le opportune modifiche, Federazione nazionale della stampa italiana e Ordine dei giornalisti saranno al fianco dei colleghi che dovessero essere denunciati, o subire qualsiasi forma di censura, per aver deciso di rispettare gli obblighi deontologici ed il dovere di informare. La nostra critica al testo approvato dal governo è ulteriormente rafforzata dall’assenza di una qualsiasi iniziativa tesa a contrastare le cosiddette “querele bavaglio”, diventate il vero strumento di aggressione e minaccia contro i cronisti che tentato di “illuminare” i territori occupati da mafie e malaffare. Di fronte a questo quadro la Federazione nazionale della Stampa italiana e l’Ordine nazionale dei giornalisti promuoveranno riunioni congiunte degli esecutivi, predisponendo un calendario di iniziative che coinvolgeranno tutte le strutture regionali e nazionali. Non è più possibile accettare che si trovino tempi e maggioranze in Parlamento quando si tratta di dare una “stretta” sulle intercettazioni e non si trovi mai la volontà politica per cancellare il carcere per i giornalisti e per dare una “stretta” a chi insidia il diritto di cronaca e l’articolo 21 della Costituzione”. (fonte: Franco Abruzzo)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il pensiero, le cose, il futuro

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

il pensiero(saggistica Vol. 6) (Italian Edition) Kindle Edition di Riccardo Alfonso. Tutto sembra ruotare intorno all’intelletto e alle sue capacità di progettazione e di crescita. Accade quando le facoltà psichiche elaborano pensieri a volte semplici e altri complessi. Lo fanno quando i processi sono sottoposti a regole ben precise, frutto dei nostri studi e delle nostre ricerche.
Lo fanno se il pensiero si avvale dei canali sensoriali che rasentano il razionale e si tuffano, senza un salvagente, nel mare magnum dell’esoterismo che percorre le vie della telepatia e della chiaroveggenza, della precognizione e della percezione.
Il nostro tentativo è di comprendere l’universo attraverso una realtà meno limitata e una certezza priva di dubbi. In noi vi è forte la sensazione che dietro il mondo che percepiamo esista una realtà molto diversa dal concetto psicologico che c’è più familiare.
I fenomeni psichici, in questa fattispecie, sembrano rappresentare un’opportunità da tenere ben da conto se non altro perché essi germinano e si maturano in un “ambiente” più vicino alla sorgente della nostra vita. D’altra parte noi siamo consapevoli d’essere immersi in un mondo più grande di quanto non sembri e da questa prospettiva noi ci sentiamo più dei mortali legati ai propri sensi, quali ci vuole uno stadio meccanicistico della scienza. E’ come dire che non si nasce e non si vive invano. Dobbiamo logicamente presupporre che vi è abbastanza spazio perché qualcosa della nostra personalità e quella del mondo “vivente” continui dopo che i sensi hanno cessato di funzionare. E’ un’evenienza da non trascurare. Non vorrei dare delle certezze, di là del ragionevole, ma semmai indicare un tracciato di probabilità meno accidentato sulla sopravvivenza della nostra indole dopo la morte. Di certo posso dire che è un terreno ancora inesplorato e la scienza, così come oggi la conosciamo, non credo ci possa aiutare più di tanto. Forse una possibilità esiste scandagliando la pratica esoterica, anche se l’indagine resta molto aleatoria e i fenomeni rilevati non tutti sembrano assumere una valenza probatoria, di là di ogni ragionevole dubbio.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prima edizione del Campari Art Prize

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

Campari Art PrizeTorino. È Sári Ember (São Paulo, 1985) presentata dalla Ani Molnár Gallery di Budapest la vincitrice della prima edizione del Campari Art Prize, realizzato da Artissima in collaborazione con Gruppo Campari.
Il premio è dedicato a un artista under 35 scelto tra tutti quelli presenti nelle sette sezioni di Artissima, selezionato in base alla sua ricerca sul potere evocativo del racconto, sulla dimensione comunicativa e sulla capacità narrativa dell’opera.
Sári Ember riceverà un premio in denaro; verrà inoltre ospitata una sua mostra personale presso Galleria Campari, museo aziendale del Gruppo, ubicato nella sede storica di Campari, presso gli HQs di Sesto S. Giovanni (Milano).La giuria internazionale composta da Adam Budak, capo curatore National Gallery di Praga, Carina Plath, vice direttrice Sprengel Museum Hannover, Francesco Stocchi, curatore arte moderna e contemporanea Museum Boijmans Van Beuningen, Rotterdam e Curatore Fondazione Memmo Roma, ha selezionato Sári Ember con la seguente motivazione: La giuria ha deciso di premiare l’artista per la sua ricerca sulla dimensione comunicativa e sulla capacità narrativa dell’opera. Sári Ember è in grado di creare una mitologia privata a partire da schemi archetipici ed esperienze collettive. La giuria ha apprezzato la varietà di tecniche e materiali, come ceramica, pietra, collage, fotografia, che l’artista usa per costruire un’archeologia del contemporaneo. Gli ambienti onnicomprensivi e delicati che la Ember crea restituiscono il senso di una presentazione museale e dello spazio come totalità.
Il nuovo premio si inserisce coerentemente tra le novità della ventiquattresima edizione di Artissima, sottolineando la vocazione della fiera alla scoperta e alla valorizzazione di talenti e riconfermandone il ruolo di autorevole laboratorio di ricerca per il futuro dell’arte. Il Campari Art Prize segna inoltre l’inizio di una partnership triennale tra Artissima e il Gruppo Campari, con l’obiettivo di creare una collaborazione innovativa tra il brand e gli artisti contemporanei.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

T-Mobile and Sprint End Merger Discussions

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

Sleeve_Gastrectomy_Devices_MarketT-Mobile (NASDAQ: TMUS) and Sprint (NYSE: S) today jointly announced that they have ceased talks to merge as the companies were unable to find mutually agreeable terms.“The prospect of combining with Sprint has been compelling for a variety of reasons, including the potential to create significant benefits for consumers and value for shareholders. However, we have been clear all along that a deal with anyone will have to result in superior long-term value for T-Mobile’s shareholders compared to our outstanding stand-alone performance and track record,” said John Legere, President and CEO of T-Mobile US, Inc. “Going forward, T-Mobile will continue disrupting this industry and bringing our proven Un-carrier strategy to more customers and new categories – ultimately redefining the mobile Internet as we know it. We’ve been out-growing this industry for the last 15 quarters, delivering outstanding value for shareholders, and driving significant change across wireless. We won’t stop now.” Sprint President and CEO and Softbank Board member Marcelo Claure said: “While we couldn’t reach an agreement to combine our companies, we certainly recognize the benefits of scale through a potential combination. However, we have agreed that it is best to move forward on our own. We know we have significant assets, including our rich spectrum holdings, and are accelerating significant investments in our network to ensure our continued growth. As convergence in the connectivity marketplace continues, we believe significant opportunities exist to establish strong partnerships across multiple industries. We are determined to continue our efforts to change the wireless industry and compete fiercely. We look forward to continuing to take the fight to the duopoly and newly emerging competitors.” (photo: Sleeve_Gastrectomy_Devices_Market)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La società dei diritti esiste ancora?

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

01 Aldo Moro, 2010, acrilico su tela, cm. 60x50La seconda metà dello scorso secolo ha maturato in Italia un tempo pieno di tensioni ma anche provvido di successi sul piano dei diritti dei lavoratori e sull’evoluzione dei costumi. Un po’ meno, purtroppo, sul piano culturale e politico. I primi scricchiolii furono avvertiti da politici del taglio di Fanfani, Moro, Berlinguer quando posero in rilievo la questione morale e il rischio della degenerazione della corruzione e del malaffare a partire dagli appartenenti ai partiti, all’associazionismo e al mondo degli affari. Vi concorse, probabilmente, la congiuntura internazionale che intese allentare le maglie dei controlli e delle censure dovendo reggere da una parte e dall’altra l’urto dei due blocchi contrapposti: Urss e capitalismo occidentale. Il dopo è storia dei nostri giorni. I governi che da allora si sono succeduti non hanno saputo porre mano alla creazione di un sistema di contenimento del rilassamento dei costumi preferendo gestire l’esistente e concorrendo persino ad aggravare la stagione dei corrotti, corruttori e corrompibili dando loro l’impressione di essere immuni ai rigori della legge e di avere l’opportunità di prendersi beffa dell’opinione pubblica rallentando i suoi rigori morali. Così accade che se colti sul fatto ci sarebbe stata sempre la salvifica prescrizione favorita dalla cronica lentezza dell’iter giudiziario scremato su tre livelli di pareri. Così stanno cadendo uno dopo l’altro i valori della coesione sociale, di una società egualitaria, del rispetto per la legalità, della tutela dei ceti più deboli e dei comportamenti virtuosi. A questo punto non si può governare un paese perché mancano le certezze sul piano delle garanzie individuali e collettive e le stesse istituzioni hanno perso il rispetto che ad esse è dovuto per l’incapacità di chi le gestisce di farsene un garante in obiettività e fermezza e, soprattutto, nel tenersi al di sopra degli interessi di parte. E qui non è in gioco solo la stagione dei diritti ma la stessa democrazia. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

China Lithuania International Fin-Tech Cooperation Forum Held at DHgate Headquarters

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

Main Forum ParticipantsThe China Lithuania International Fin-Tech Cooperation Forum was held at the headquarters of the leading Chinese cross border e-commerce marketplace DHgate. The Lithuanian Ambassador to China Ms. Ina Marciulionyte, DHgate Founder and CEO Ms. Diane Wang, Board member of the Bank of Lithuania Marius Jurgilas, and over 100 government officials and FinTech executives from both nations attended the forum. The forum featured an in-depth discussion on how China and Europe can collaborate to capture the rising opportunity of FinTech to facilitate bilateral trade.
“The two countries have actively cooperated in various fields, but today’s forum is the first time ever for the Internet finance sector,” said Ambassador Ms. Ina Marciulionyte of the Republic of Lithuania in her keynote speech, “enterprises of the two countries can start a more concrete and pragmatic cooperation and contribute to economic development.” Ms. Diane Wang, the Founder and CEO of DHgate.com, China’s first and biggest B2B cross border e-commerce marketplace, made an introduction, “DHgate is very honoured to host this forum to encourage more discussion and cooperation between China and Lithuania in the area of FinTech, to use China’s practices, serve global needs, through Lithuania, to bring benefits to society”. (photo: Main Forum Participants)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dirigenti scolastici, ma quale aumento di 400 euro netti al mese? Sono appena 160 e pure a rate

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

ministero-pubblica-istruzioneUdir ha verificato che le tanto strombazzate risorse aggiuntive previste dalla Legge di Stabilità portano realmente ad un aumento intorno ai 400 euro netti mensili. Peccato che, a fronte di tale aumento della retribuzione fissa, sia anche prevista una forte diminuzione della retribuzione variabile ed accessoria. Ciò per effetto da una parte dei tagli del Fondo unico nazionale degli ultimi anni, dall’altra parte per l’aumento numerico di dirigenti scolastici in servizio che verranno assunti – con ogni probabilità dal 2019 – a seguito del prossimo concorso: dovendo dividere la stessa somma per più capi d’istituto, la “fetta” che spetterà ad ognuno è destinata infatti a rimpicciolirsi.Conteggi alla mano, nel 2015, in base all’Atto di Indirizzo, i dirigenti di Università e Ricerca guadagnavano 96.216,56 euro l’anno, a fronte dei 57.893,28 euro dei Dirigenti Scolastici: la sperequazione è quindi pari a 38.323,28 euro annui, ovvero 2.947,94 al mese.Marcello Pacifico (Udir): Per parlare di vera equiparazione agli altri dirigenti pubblici della medesima area servirebbero ben altri finanziamenti. Non ci sembra proprio il caso di fare salti di gioia. Inoltre, i soldi della Legge di Stabilità arriveranno a tappe, con intervalli di tempo molto lunghi: a partire dal 2018 per arrivare al 2021. In pratica, i Dirigenti Scolastici faranno due contratti in uno. La domanda che poniamo pubblicamente, anche agli altri sindacati, è: vale la pena giocarsi il contratto 2019/2022 per 160 euro al mese?

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Un terzo delle riserve fossili deve rimanere sotto terra”

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

centrale-a-carboneSolo un terzo delle riserve fossili possono essere usate se vogliamo sperare di mantenere l’innalzamento delle temperature sotto i 2°C. Lo ha spiegato Mark Campanale, direttore esecutivo di Carbon Tracker, intervenuto a Larderello (Pisa) al 14° Forum dell’Informazione ambientale organizzato da Greenaccord Onlus e dai ministeri degli Esteri e dell’Ambiente.“L’innalzamento della temperatura ha subito un’accelerazione negli ultimi decenni, a partire dagli Anni 80 dello scorso secolo” ha ricordato Campanale. “I cambiamenti del nostro assetto economico e industriale quindi devono essere più rapidi. Le concentrazioni di CO2 devono rimanere sotto le 450 parti per milione. Ciò vuol dire che la domanda di carbone deve diminuire del 45% rispetto al livello attuale e quella di gas e petrolio del 30%”. Nonostante le promesse e le esigenze del clima mondiale, però, le grandi corporation sembrano ancora procedere come se nulla fosse, “mettendo a rischio gli investimenti dei propri azionisti, che sono in pericolo proprio a causa degli shock climatici”, denuncia Campanale: “la BP prevede un incremento dell’uso di fonti fossili del 24% da qui al 2035, la Exxon del 27% entro il 2040 e Shell del 37%”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legge elettorale e voto estero

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

urne-voteL’articolo 6 della legge elettorale appena varata dal Parlamento e le dinamiche che hanno condotto alla sua approvazione sono diventati un argomento quasi da romanzo d’appendice di cui però si rischia, tra speculazioni complottismi ed appropriazioni indebite di meriti, di veicolare informazioni parziali o errate.Facciamo quindi un po’ di chiarezza. Sarebbe troppo facile (o semplicemente banale?) etichettare la proposta emendativa come volontà estemporanea di un certo deputato. Pensate davvero che il Pd o Maurizio Lupi si siano svegliati la mattina con il desiderio di stravolgere le regole di ingaggio elettorali all’estero? Le modifiche all’articolo 6 sono espressione di una sorta di “cambiale in bianco” con cui la maggioranza ha dovuto fare i conti in ragione di molteplici sollecitazioni che arrivavano da alcuni contesti, in primis il sud America dove l’attuale sistema, fresco di aggiornamento legislativo, potrebbe condurre a vantaggi comparati.Fa invece riflettere, e anche sorridere, che alla Camera nessuno abbia mosso un dito. Dove erano i tanti deputati indignati che avrebbero poi dichiarato di votare contro alla fiducia? Perché attendere la platealità della fiducia quando si poteva combattere- coltello tra i denti – in commissione affari costituzionali in sede referente quando in quel pomeriggio di venerdi venne presentato l’emendamento?
Ah dimenticavo, a detta di qualcuno in Commissione a votare e discutere ci sono solo i “peones”.
Non posso non pensare ad una strategia disarmante nella sua semplicità, messa a punto scientificamente, che a sollecitazioni in camera caritatis orientate a quella modifica, contrappone l’indignazione formale fatta di voti contrari in aula. Nel mezzo il vuoto operativo, il silenzio e l’inattività.Con un testo blindato in Senato, malgrado gli emendamenti presentati, non c’è stato margine di discussione, risolvendosi la trattazione in poche ore.Abbiamo avuto le mani legati e abbiamo assistito inermi a ciò che avveniva in Commissione alla Camera nel silenzio totale di chi avrebbe dovuto difendere quel testo. E meno male che i resoconti di commissione possono testimoniare. Posso ammettere con tranquillità che sicuramente, qualora l’incursione emendativa all’articolo 6 fosse avvenuta in Senato, non sarebbe mai passata all’interno della legge.Credo che la chiarezza sia prioritaria quando si affrontano argomenti così delicati e quando ci si trova dinanzi al classico dito puntato contro questo e quello cercando di far passare una precisa linea studiata a tavolino, senza poi pianificare alcuna ulteriore strategia nella prospettiva di ridimensionare i danni e le criticità che deriveranno dall’applicazione di questa nuova disciplina.Ipocrisia? Strategia elettorale? Ai posteri l’ardua sentenza ma nel frattempo si smettesse di prendere in giro i connazionali.(Sen. Aldo Di Biagio Vice Presidente Commissione Industria)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il presidente della repubblica ha firmato la legge elettorale

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

quirinaleI numerosi appelli di una parte delle opposizioni che invitavano il presidente della repubblica a rinviare alle camere la legge elettorale per quelle parti incostituzionali che contiene sono caduti nel vuoto. C’è ancora qualcuno che si sorprende che possa essere accaduto pensando che Mattarella è un esperto in leggi elettorali ed è stato un giudice costituzionale. Da parte nostra come cronisti e conoscitori della vita politica italiana la circostanza non ci sorprende. Ci rammarica, semmai, il fatto che sono le istituzione a pagare il prezzo più alto in fatto di credibilità. Lo ha fatto di recente la Corte Costituzionale con la questione pensionati mettendo da parte le ragioni di diritto per una supposta ragione di stato che riguarda il bilancio pubblico. A tale proposito in quanti ci siamo chiesti: ma come ancora una volta i pensionati devono salvare i conti della finanziaria mentre il governo con nonchalance con trenta miliardi di euro ha coperto gli ammanchi bancari provocati da amministratori di pochi scrupoli e con complicità più o meno occulte tra taluni politici e dirigenti pubblici addetti alla sorveglianza? E ancora: si continuano a fare leggi permissive che consentono ai grandi evasori, ai corruttori e ai dissipatori di professione, per mancanza di adeguati controlli, di accumulare una perdita d’introiti nelle casse pubbliche di oltre trecento miliardi e si arriva ad erogare solo pochi spiccioli per quei milioni di italiani ridotti in miseria, a ridurre le risorse per mantenere le spese sanitarie a livelli accettabili ma preferendo costringere milioni di altri italiani a rinunciare all’assistenza sanitaria universale, e via di questo passo. Quando si usano due pesi e due misure soprattutto per colpire i ceti più deboli come si fa a credere nelle istituzioni e innanzitutto nella correttezza e obiettività di giudizio dei suoi rappresentanti? (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Long-Lost Treasures Await Hearthstone® Players in Kobolds & Catacombs™

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

Kobolds and CatacombsVenture into the dark, winding dungeons deep beneath Azeroth in search of ancient, legendary treasures in Kobolds & Catacombs™, the upcoming expansion for Hearthstone®, Blizzard Entertainment’s smash-hit digital card game due out in December. Those daring enough to brave the hazards and monstrosities of this subterranean realm will have ample chance to stuff their bags with awe-inspiring treasures in the form of 135 wondrous new cards!
Pesky Kobolds have been tunneling beneath Azeroth for thousands of years, uncovering and hoarding artifacts long forgotten by mortals and surface dwellers . . . but whispers of these mighty treasures ripe for the taking have begun to spread throughout taverns far and wide. Some of the most alluring rumors speak of powerful Spellstones among the 135 cards included in Kobolds & Catacombs: enchanted items that you hold in your hand to empower before playing. Intrepid adventurers will also be able to arm themselves with one of nine new class-specific Legendary Weapons! Players will receive one free Legendary Weapon the first time they log in to Hearthstone after Kobolds & Catacombs has launched.The bravest and most foolhardy adventurers will need all the help they can get as they delve into Hearthstone’s free new single-player game mode: Dungeon Runs! Coming with the launch of Kobolds & Catacombs, Dungeon Runs will send Hearthstone players on challenging, high-stakes subterranean adventures inspired by the classic fantasy dungeon crawl. Players start with a novice deck from their class of choice and face a series of progressively stronger foes, randomly selected from a huge pool of unique bosses. As they progress, they’ll bolster their decks with cards looted from defeated bosses, including some immensely powerful treasures exclusive to Dungeon Runs. Heroes should plunder with caution, however, because losing a single battle will spell the end of their Dungeon Run.Coming this December to Windows® and Mac® PCs; Windows, iOS, and Android™ tablets; and mobile phones, Kobolds & Catacombs card packs will be winnable in Hearthstone’s Arena mode and players can purchase them with in-game gold or real money at the same prices as Hearthstone’s other card packs. Starting today and up until the expansion is released, eager treasure seekers can pre-purchase Kobolds & Catacombs card packs in a special 50-pack bundle for a one-time price of $49.99 on Blizzard Battle.net and in Blizzard’s game shop (one purchase per account) and receive the sparkling, jewel-encrusted “For the Hoard!” card back for free! Starting November 6, this pre-purchase offer will also be available in-app for iOS and Android players for 49.99 USD, and will reflect local pricing in Canada for 69.99 CAD. (photo: Kobolds and Catacombs)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The creature creeps! di Jack Sharkey

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

Symmetrical view of gothic cathedral interior 3d CG illustrationRoma dall’8 al 19 novembre Teatro San Genesio Via Podgora, 1 (Piazza Mazzini) Dal martedì al sabato ore 21.00; domenica ore 17.00 Prezzi: 15,00 € (intero); 12,00 € (ridotto per under 16 e over 65) per la prima volta in Italia, debutta al teatro San Genesio di Roma la divertente horror comedy dell’americano Jack Sharkey, per la regia di Emilia Miscio, che ne ha curato anche la traduzione e l’adattamento con: Olimpio Pingitore, Dario De Vecchis, Albamarina Dei, Simone Giulietti, Chiara Carpentieri, Flaminia Grippaudo, Gabriele Vender, Claudio Carnevali, Paola Aluigi, Daniela Zoffoli, Martina Carlini, Simona Carnevali, Letizia Floreani.
Dopo il recente successo di “Mentre le luci erano spente”, dello stesso autore, Emilia Miscio torna a dirigere una pièce adatta ad adulti e bambini, grazie a irresistibili dialoghi nonsense, atmosfere lugubri e frizzanti personaggi estremamente caratterizzati.
Fine ‘800. Un antico castello della Transilvania è avvolto dal mistero. Il barone Von Blitzen, scienziato gentile, ma dalla doppia personalità, progetta, insieme al suo deforme assistente, Mord, un piano mostruoso. Tra lampi e tuoni, porte scricchiolanti e improvvise scomparse, gli abitanti del villaggio, terrorizzati, si chiedono cosa mai stia tramando il barone, e dove si trovi il suo diabolico laboratorio segreto da cui provengono urla e rumori inquietanti. L’allestimento di Emilia Miscio punta su un’ambientazione da vecchia pellicola cinematografica, grazie all’ausilio di soli tre colori sulla scena: nero, bianco e diverse tonalità di grigio. Questa scelta non solo risponde all’esigenza di ricreare un’atmosfera tetra, ma vuole anche omaggiare alcune storiche trasposizioni cinematografiche dei romanzi di Dracula e Frankenstein, fino al più recente Frankenstein Junior di Mel Brooks, del 1974, da cui “La creatura!” prende ispirazione, nella demenzialità e nei ritmi altamente serrati in cui si alternano tensione e ilarità. (foto: la creatura)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Paesaggio tra incisione e poesia

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

il paesaggioCaerano di San Marco (TV) Inaugurazione venerdì 10 novembre ore 21 con presentazione di Federica Vettori. Apertura dal 10 al 19 novembre con i seguenti orari: giovedì, venerdì e sabato dalle 15 alle 19, domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19 – Ingresso libero. Catalogo, a cura di Federica Vettori e Gianfranco Schialvino disponibile su sito http://www.incisoricontemporanei.it. Dopo il grande successo agli Spazi Bomben della Fondazione Benetton Studi Ricerche di Treviso, la mostra “Il Paesaggio. Incisione moderna e contemporanea fra vedute e poesia” arriva a Villa Benzi Zecchini.
L’immagine del paesaggio, ovvero la trasposizione grafica del paesaggio, ha impegnato e impegna tuttora la ricerca di numerosi artisti. Dalla veduta calcolata sulla resa puntuale, sino al saggio pittoresco, dallo scorcio del paese natio sino ad orizzonti evocati da emozioni e versi poetici, il connubio fisico ed emotivo fra natura e cultura umana realizzato dal soggetto paesaggistico continua ad affascinare; come testimoniano le opere grafiche esposte in questa nuova mostra nelle sale di Villa Benzi Zecchini. L’Associazione Nazionale Incisori Contemporanei riunisce nel tema della rappresentazione del paesaggio una ventina circa di soci oltre a cinque grandi nomi della grafica del Novecento, indiscussi protagonisti della stampa d’arte dedicata al soggetto naturale: Leonardo Castellani, Giovanni Giuliani, Nunzio Gulino, Fabio Mauroner e Virgilio Tramontin. A fare da anello di legame fra i maestri del Novecento e i contemporanei sono Cesco Magnolato e Mario Guadagnino, pure membri dell’associazione, che con Giuliani e Tramontin costituiscono il nucleo storico della scuola d’incisione dell’Accademia di Belle Arti di Venezia.Il tema di questa esposizione, che conta un centinaio di opere, permette l’omaggio alla sensibilità e alla finezza tecnica ed estetica dei cinque maestri, riuniti in questa occasione con una selezionata, ma emozionante, scelta delle loro opere più significative. A fare da contorno, una rosa di valenti incisori contemporanei, membri dell’associazione, che declinano l’estetica del paesaggio nelle varianti visive fra vedute, orizzonti panoramici, cartoline e suggestioni poetiche, per raccontare la scoperta della bellezza del nostro paesaggio, da una regione all’altra d’Italia, sulle tracce dell’incanto delle tecniche grafiche.
Oltre ai cinque maestri del ‘900, a Mario Guadagnino e Cesco Magnolato, espongono i seguenti artisti dell’Associazione: Debora Antonello, Sandro Bracchitta, Paolo Ciampini, Graziella Da Gioz, Giovanni Dettori, Gino Di Pieri, Francesco Geronazzo, Erico Kito, Lanfranco Lanari, Stefano Luciano, Raffaello Margheri, Guido Navaretti, Olivia Pegoraro, Daniela Savini, Gianfranco Schialvino, Francesco Sciaccaluga, Gianni Verna.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Le Dame di Alfonso Rocchi” personale di Alfonso Rocchi

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

Alfonso RocchiMilano 8 Novembre 2017 dalle ore 18,30 alle ore 21,00 In mostra fino al 21 Novembre mattino Galleria d’Arte Contemporanea Statuto13 Via Statuto, 13 (corte int.) Apertura al pubblico: dalle h 11 alle h 19 dal martedì al sabato. Le opere pittoriche di Alfonso Rocchi a cura di Massimiliano Bisazzasono senza dubbio eleganti ed intriganti al contempo. Nascono in seguito ad una eco che ha un’originale mescolanza tra una pseudo matrice stilistica “botticelliana” e una modernità e soavità quasi elegiache. Trattasi di un universo femminile che non rappresenta la realtà, bensì la vivificazione del tutto personale che l’artista dona ai suoi stimoli mentali e che si manifesta sotto forma di tecnica pittorica.E’ puramente mentale l’elaborazione di Alfonso Rocchi e spesso è frutto delle proprie esperienze di vita. Le immagini che osserviamo sulle tele o sulle tavole sono pre-esistenti, all’interno della sua coscienza; sono frutto di una fervida fantasia quasi favolistica e piacevolissima ai sensi.L’idea risulta dunque molto attuale nel panorama contemporaneo dell’arte internazionale – Rocchi ha esposto con grande successo di pubblico a New York, e non solo – è generatrice di splendide creature diafane, eleganti e dai colli e mani assottigliati, che ci osservano in modo del tutto infantile, cioè intendo prive di sguardi maliziosi. Le gote rosa, le labbra rosse, le capigliature che ci conducono verso luoghi lontani e surreali, gli abiti, i tessuti sottili che ricordano altri tempi; altro non sono che la declinazione della fervida immaginazione dell’artista.Una singola bottiglietta di “Coca-Cola” è lì, vuota, in primo piano, come accadeva nella rappresentazione degli oggetti nei quadri fiamminghi e nella pittura di Antonello da Messina, e lì è volutamente adagiata per ricordarci la reale epoca nella quale ci troviamo. Questo è forse l’unico elemento che ci permette di dare una connotazione temporale ai soggetti rifranti.In effetti quel senso di piacevolissimo spaesamento sensitivo ci induce a perderci, fantasticando ma non permettendoci di comprendere il secolo nel quale queste splendide dame siano collocate; se non fosse proprio per quel piccolo particolare della nota bevanda, che ci ricorda una datazione annessa all’attualità. E’ chiaro allora che l’obiettivo del pittore sia che il fruitore subisca il fascino che scaturisce dai dipinti e che potrebbe a sua volta suscitare da un individuo reale, cioè osservando una persona in carne ed ossa.In epoca di brutture e di opere d’arte che spesso risultano anti-estetiche o di immagini globalizzate; trovo che le opere di Alfonso Rocchi – che spesso ripropongono anche delle moderne pale d’altare in stile neo-giottesco – diano un respiro ampio a quel ricordo rinascimentale che frequentemente la nostra società tende a dimenticare. L’ibridazione tra queste nobili e il contemporaneo credo sia l’elemento precipuo nell’arte di questo pittore bergamasco. (foto: Alfonso Rocchi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: Storia di Roque Rey

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

Da una delle voci più interessanti della letteratura argentina odierna, un grande romanzo sudamericano intriso di umorismo, amore, umanità e storia. Accolto in patria come uno dei libri più attesi dell’anno, racconta la storia commovente di un viaggio in Argentina lungo quarant’anni. Il libro Il giorno in cui lo zio Pedro muore, Roque, dodici anni, indossa le sue scarpe su richiesta della zia, per ammorbidirle un po’ in modo che, nel suo viaggio nell’aldilà, l’uomo possa stare più comodo. Così Roque esce di casa per fare una passeggiata: non tornerà più. Camminerà per quarant’anni, senza meta, in una lunghissima fuga costellata di scoperte e riflessioni. I compagni di viaggio saranno i più svariati: c’è Umberto, prete epilettico parricida; ci sono Los Espectros, un gruppo di musicisti itineranti che lo ingaggia come ballerino; c’è Marcos Vryzas, un bohémien alcolizzato che lo introduce alla vita dissoluta della capitale; c’è Natalia, una bambina dall’intelligenza eccezionale che si innamora di lui e lo tenta col suo fascino ammaliatore. E poi ci sono le centinaia di morti che Roque troverà lungo il suo cammino: tolte quelle dello zio, indosserà le loro scarpe, che gli indicheranno la via. Sullo sfondo, quarant’anni di storia dell’Argentina, paese così lontano eppure così vicino che non ha mai smesso di esercitare il suo grande fascino.
Ricardo Romero Nato a Paraná nel 1976, vive a Buenos Aires ed è una delle voci più interessanti della letteratura argentina odierna. Ha diretto la rivista letteraria «Oliveiro» e attualmente è editor per Gárgola Ediciones, dove dirige la collana Laura Palmer no ha muerto, e Ner Negro Absoluto. Ha pubblicato una raccolta di racconti e cinque romanzi. Collana Le strade/ Traduzione di Vittoria Martinetto / pp. 528 ca. / euro 18,50 (foto: Storia di Roque Rey)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Wilkie Collins Uomo e donna

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

uomo e donnaUn’altra grande opera dal padre della narrativa del mistero in cui la critica sociale è combinata al ritmo serrato e alla trama ben congegnata dei più famosi romanzi di Wilkie Collins. Il libro Anne Silvester, giovane e raffinata, è accolta come istitutrice presso la famiglia di Lady Lundie, ami- ca d’infanzia della sua sfortunata madre, e diviene inseparabile dalla figlia di lei, Blanche. Quando il nobile Geoffrey Delamayn, aitante sportivo da tutti idolatrato per le sue doti atletiche ma privo di cervello, la seduce compromettendone la reputazione, Anne, pur non amandolo, è costretta a cercare di salvare il proprio onore progettando un matrimonio segreto. Ma siamo in Scozia, e qui le leggi sul matrimonio sono così ambigue e inconsistenti che finisce con l’essere accusata di aver sposato Arnold, il fidanzato della sua cara amica Blanche. Dopo una serie di colpi di scena, la verità verrà ristabilita, ma per Anne si rivelerà la peggiore delle condanne: Geoffrey, infatti, minato nel fisico e nello spirito dal troppo allenamento sportivo, decide di tenerla segregata in casa finché non avrà trovato il modo di ucciderla per essere libero di sposare una ricca ereditiera… Wilkie Collins (1824 – 1889) Londinese, scopre la vocazione per la scrittura dopo aver lavorato per qualche tempo come avvocato. Grande amico di Charles Dickens, è unanimemente considerato un maestro della narrativa del mistero. Fazi Editore ha pubblicato La donna in bianco, Senza nome, Armadale, La pietra di Luna, La Legge e la Signora, Basil. Collana Le strade/ Traduzione di Alessandra Tubertini / pp. 720 ca. / euro 18,50 (foto: uomo e donna)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Poesie: “Certe stanze” di Anna Marchitelli

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

anna marchitelliNapoli mercoledì 8 novembre 2017 – ore 18 presso Laterzagorà la piazza interattiva del Teatro Bellini a cura di A Voce Alta (via Conte di Ruvo 14) presentazione al pubblico Poesie: Certe stanze di Anna Marchitelli Manni Editori (ottobre 2017) collana La scrittura e la storia diretta da Romano Luperini prefazione di Massimiliano Virgilio pp. 80, € 12. con l’Autrice intervengono Enzo D’Errico direttore del Corriere del Mezzogiorno Massimiliano Virgilio giornalista e scrittore reading di Ettore Nigro e Lorenza Sorino con l’Autrice commento musicale di Mario Autore.
La raccolta poetica di Anna Marchitelli è il frutto del felice incontro tra la casa editrice Laterza, il teatro Bellini e l’associazione culturale A Voce Alta: una libreria all’interno del foyer del teatro, animata dall’esperienza decennale di un’associazione che da sempre si occupa di libri e di cultura.
Una realtà piccola, ma carica di fermenti e di idee, che ha da poco festeggiato il suo primo compleanno e si appresta a dare vita ad un’altra stagione di incontri e ospiti, offrendo momenti di dialogo e di dibattito su temi di grande attualità, ma anche attimi di narrazioni più intime, con le presentazioni di poesie e romanzi. Nel suo primo anno di attività, Laterzagorà ha ospitato nomi importanti del panorama culturale napoletano e nazionale – tra cui Luigi e Martino Lo Cascio, Paolo Nori, Paolo di Paolo, Massimiliano Virgilio, Valeria Parrella, Costantino Visconti, Stefano Liberti e Paolo Frascani – ed il calendario dei prossimi mesi non mancherà di essere ugualmente vivace ed interessante, arricchendosi di importanti collaborazioni con l’associazione Un’Altra Galassia e il Goethe Institut. Anna Marchitelli è nata nel 1982 a Napoli, dove vive e lavora. Dopo aver collaborato con le pagine culturali del dorso napoletano di “Repubblica”, adesso scrive per il “Corriere del Mezzogiorno”. Questa è la sua prima raccolta poetica. (foto: anna marchitelli)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Non si può disgiungere la vendita delle armi dal fenomeno delle migrazioni

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

armiNel 2014 l’Italia ha esportato armi nei Paesi asiatici e africani per 2,9 miliardi di euro. Nel 2015 l’esportazione di armi verso quei Paesi è lievitata fino a 8,2 miliardi di euro. La conflittualità e l’insicurezza dei Paesi da cui provengono i migranti è anche diretta conseguenza delle politiche scellerate attuate dal neoliberismo in tema di esportazioni di armi. Esportiamo allegramente guerra e disperazione e non sappiamo gestirne le conseguenze. Il fenomeno migratorio non ha le dimensioni catastrofiche che certa politica vuole far credere, mentre ciò che è catastrofica è l’incapacità politica di gestire l’accoglienza e l’integrazione, alimentando paure e razzismo. I dati reali danno la misura di quanto il fenomeno migratorio, in termini numerici, abbia assunto dimensioni apparentemente ingestibili solo nella strumentalizzazione dei partiti xenofobi e populisti.La Germania ha registrato il numero totale più elevato di immigrati (884 900) nel 2014, seguita dal Regno Unito (632 000), dalla Francia (339 900), dalla Spagna (305 500) e dall’Italia (277 600).In rapporto al totale della popolazione residente, il tasso di immigrazione più elevato nel 2014 è stato registrato dal Lussemburgo (40 immigrati per 1 000 abitanti), seguito da Malta (21 per 1 000 abitanti) e dall’Irlanda (15 per 1 000 abitanti).Un immigrato, un rifugiato un profugo, rispondono a condizioni umane differenti e la tutela giuridica che ne consegue è altrettanto differente.
Gli immigrati sono coloro che lasciano il proprio Paese in cerca di una condizione di vita migliore, e la permanenza nello stato in cui giungono è regolamentata da autorizzazioni amministrative.
Il profugo è un immigrato che lascia il proprio Paese fuggendo da guerre, da persecuzioni o catastrofi. Ma è profugo anche chi subisce queste condizioni pur non riuscendo a fuggire dal proprio Paese.
Il richiedente asilo, dal punto di vista giuridico-amministrativo, è una persona cui è riconosciuto lo status di rifugiato perché se tornasse nel proprio paese d’origine potrebbe essere vittima di persecuzioni per motivi di razza, religione, nazionalità, opinione politica o appartenenza a un determinato gruppo sociale.
Gli immigrati che arrivano nel nostro Paese per tentare di migliorare le proprie condizioni di vita sono soggetti alla regolamentazione della legge che prende il nome dai suoi primi firmatari ovvero Bossi-Fini, e che ha sostituito la precedente legge Napolitano-Turco.La ratio contenuta nella Bossi-Fini aveva una chiara finalità repressiva e l’effetto, ampiamente previsto, ha alimentato nella società una legittimazione agli istinti della xenofobia che nel corso degli anni si è trasformata in consenso politico verso quelle formazioni che hanno fatto del razzismo la loro bandiera.Democrazia Atea propone di abrogare la legge Bossi-Fini e di ripristinare, con correttivi per le mutate condizioni anche del quadro internazionale, la legge Napolitano-Turco.Quanto al diritto d’asilo occorre ricordare che già nella Roma imperiale aveva una sua regolamentazione, e l’evoluzione normativa, nel corso dei secoli, è approdata alla Costituzione italiana nella quale all’art.10 si statuisce che «Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d’asilo nel territorio della Repubblica, secondo le condizioni stabilite dalla legge.»Nel 2003 è intervenuta la Convenzione europea di Dublino II, che fu ratificata in Italia quando il Governo era sostenuto da Forza Italia e dalla Lega Nord. Furono dunque queste due forze politica a ritenere quel trattato idoneo a regolamentare i flussi migratori in Italia, e oggi possiamo misurare quanto fu miope la loro prospettiva.Nel 2013 la Convenzione di Dublino ha subito ulteriori implementazioni con la Convenzione Dublino III e anche in questo caso sono state due forze politiche di destra ad occuparsene, il Partito Democratico e il Nuovo Centro Destra.Il disastro umanitario, per ciò che attiene all’Italia, si è vergognosamente aggravato con gli accordi bilaterali per il respingimento dei migranti nei centri di detenzione libici che l’Italia ha sottoscritto in spregio ad ogni ragionevole sensibilità umanitaria.
Credere di poter arrestare la migrazione umana equivale a credere di poter fermare le onde del mare.
Democrazia Atea ritiene, piuttosto, che sia doveroso fermare immediatamente la violenza dei centri di detenzione dei migranti nei quali si consuma una barbarie disumana.E nel contempo ritiene che siano necessari progetti di integrazione affidati a soggetti qualificati e non ad organizzazioni criminogene, come si è maggiormente fatto fino ad ora.Ma non è sufficiente. (fonte: democrazia atea)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Habanos, S.A Presenta a Londra Cohiba Talismán Edizione Limitata 2017

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

The Cohiba Talismán 2017 Limited Edition’s (PRNewsfoto/HABANOS SA)Londra 7 novembre. Per la presentazione mondiale di Cohiba Talismán Edizione Limitata 2017, Hunters & Frankau ha scelto The Garden Lounge dell’Hotel Corinthia, riconosciuto per la sua esclusiva Cigar Terrace, specializzata in Habanos.
Habanos, S.A, insieme a Hunters & Frankau, presenterá in esclusiva presso l’Hotel Corinthia, Cohiba Talismán, Edizione Limitata 2017, una vitola inedita nel portafoglio Habanos, creata per gli amanti dei migliori sigari Premium del mondo. Tutti gli Habanos di questa Edizione Limitata sono stati elaborati “Totalmente a Mano con Tripa Larga” e con foglie selezionate provenienti dalla regione di Vuelta Abajo*, Pinar del Río*, Cuba* la migliore area del tabacco al mondo. L’attenta concezione e sviluppo di questo prodotto è stato condotto nella mitica fabbrica El Laguito, a L’Avana.
Il nome Cohiba si rifá agli abitanti originali dell’isola, la popolazione aborigena Taino, che chiamavano così le foglie di tabacco che fumavano. Il nome Talismán, misterioso, evocativo e riconoscibile in molte lingue come elemento fantastico e straordinario che porta fortuna e protegge gli uomini, si ricollega all’origine magica e rituale del tabacco il cui primo nome era proprio Cohiba.Cohiba Talismán (lunghezza 54 x 154 mm) è un sigaro che, in linea con gli ultimi lanci del marchio, si caratterizza per la sua forza Medio-Forte, tipica della Línea Clásica, e si distingue per la sua elegante e caratteristica finitura “pigtail”. Al trattarsi di un’edizione limitata, tutte le sue foglie sono state invecchiate per due anni, cosa che rende questo straordinario Habano molto aromatico.Cohiba è il marchio più prestigioso nel mondo del tabacco. Inizialmente prodotto in quantità molto limitate, è disponibile in tutti i negozi Habanos di tutto il mondo. In occasione del 50 ° anniversario, Habanos, S. A ha presentato recentemente l’edizione speciale Cohiba 50 Aniversario (lunghezza 60 x 178 mm), uno dei lanci più lussuosi ed esclusivi della storia di Habanos, Cohiba Majestuosos 1966 (58 x 150 mm), nuova vitola nel portafoglio di Habanos e Cohiba Medio Siglo (52 x 102 mm), nuova vitola che entra a far parte del portafoglio regolare della Línea 1492, seguendo le tendenze attuali. (foto: avana)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anabolic androgenic steroids may be associated with early coronary artery disease

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

san paolo brasileSão Paulo, Brazil. Anabolic androgenic steroids may be associated with early coronary artery disease, according to research presented at the Brazilian Congress of Cardiology (SBC 2017). The annual congress of the Brazilian Society of Cardiology (SBC) is held in São Paulo from 3 to 5 November 2017. Experts from the European Society of Cardiology (ESC) will present a special programme.1 “Anabolic androgenic steroid abuse among young people is a widespread problem worldwide, and adverse events such as sudden cardiac death and heart attack have been reported in athletes,” said lead author Francis Ribeiro de Souza, PhD student, Heart Institute (Instituto do Coração; InCor), Medical School, University of São Paulo (Hospital das Clínicas da Faculdade de Medicina da Universidade de São Paulo; HCFMUSP), Brazil. “In Brazil, around one million people have used anabolic androgenic steroids at least once, and they are the seventh most commonly used drug in the country,” he added.This study examined whether anabolic androgenic steroids could be associated with early coronary artery disease. It also tested whether reduced high-density lipoprotein (HDL) function could be a mechanism leading to coronary artery disease in anabolic androgenic steroid users. The study included 51 men with an average age of 29 years (range 23 to 43 years). Of those, 21 did weight lifting and had taken anabolic androgenic steroids for at least two years, 20 did weight lifting but did not take steroids, and ten were healthy but sedentary. Participants underwent computed tomography coronary angiography (a type of imaging used to visualise the arteries) to assess the presence of atherosclerosis in the coronary arteries. A urine test was performed in all participants to confirm steroid use. Blood samples were taken to measure lipid levels including HDL. The researchers used cell cultures to measure the ability of each participant’s HDL to perform its normal function of removing cholesterol from macrophages (white blood cells). The researchers found that 24% of steroid users had atherosclerosis in their coronary arteries, compared to none of the non-users and sedentary participants. The steroid users with atherosclerosis also had significantly reduced HDL levels and HDL function.Mr Ribeiro de Souza said: “Our study suggests that anabolic androgenic steroid use may be associated with the development of coronary artery disease in apparently healthy young people. Steroids may have an impact on the ability of HDL to remove cholesterol from macrophages, thereby promoting atherosclerosis.”
“This was a small, observational study and we cannot conclude that steroids cause atherosclerosis,” he continued. “Larger studies with longer follow-up are needed to confirm these results.” Mr Ribeiro de Souza concluded: “We observed coronary atherosclerosis in young anabolic androgenic steroid users, which in combination with lower HDL levels and reduced HDL function could increase the risk of cardiovascular events. Greater awareness is needed of the potential risks of these drugs.” Raul Santos, scientific chair of SBC 2017, said: “This study despite its small sample size is well done and calls attention to a possible important health problem in Brazil and elsewhere since it shows not only the classical lipid disturbances induced by steroids but actually associates them with subclinical atherosclerosis presence, something that we are not supposed to find in young individuals.”
Fausto Pinto, ESC immediate past president and course director of the ESC programme in Brazil, said: “This is an important issue in cardiovascular prevention which deserves further study. During SBC 2017, ESC experts will highlight hot topics in prevention and other fields of cardiology that were presented at ESC Congress 2017 in Barcelona.”

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »