Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 11 novembre 2017

La Caritas presenta il Rapporto “La povertà a Roma: un punto di vista”

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

povertàRoma. Lo studio è stato presentato questa mattina nel corso dell’assemblea di inizio anno dei volontari della Caritas di Roma e delle parrocchie con l’arcivescovo Angelo De Donatis, vicario di Papa Francesco per la Diocesi di Roma, che si è svolta presso la Pontificia Università Lateranense. 240 pagine in cui si affrontano attraverso dati e testimonianze alcune tra le maggiori emergenze sociali della Capitale approfondendo diverse dimensioni: “Povertà socio-economica”; “Integrazione”; “Salute, dipendenze, disabilità”; “Educazione e cittadinanza”.
Mons. Enrico Feroci, direttore della Caritas: «un’iniziativa che viene presentata a ridosso della prima Giornata Mondiale dei Poveri voluta da Papa Francesco per sostenere le comunità, attraverso la conoscenza, che si impegnano a vivere la carità come basilare valore del cristianesimo e come quotidianità nell’esistenza dei credenti».
Il Rapporto della Caritas di Roma “La povertà a Roma: un punto di vista” è un volume che affronta attraverso dati e testimonianze alcune tra le maggiori emergenze sociali della Capitale approfondendo diverse dimensioni: “Povertà socio-economica”; “Integrazione”; “Salute, dipendenze, disabilità”; “Educazione e cittadinanza”. Il Rapporto si completa con una rilevazione sui centri d’ascolto delle parrocchie romane riguardanti 22 mila persone in situazioni di disagio.
Dallo studio emerge un malessere della città sempre più palpabile.  Oltre il 45% degli utenti dei centri di ascolto Caritas sono italiani. A Roma quasi il 22% della popolazione è composto da anziani, in alcuni municipi questi superano il 43%. Un terzo degli ultrasessantacinquenni di Roma è a rischio povertà. Crescono i comportamenti della disperazione e con essi gli esercizi commerciali legati al gioco d’azzardo e ai “compro oro”. Le persone senza dimora censite sono 7.500, ma stime attendibili parlano di 14-16mila.
Occupazione. In 10 anni il tasso di disoccupazione a Roma è passato da 7,2% al 9,8%. La disoccupazione giovanile è al 40,2 % (15-24 anni). Nell’edilizia la crisi ha cancellato 35.000 posti di lavoro. Si stimano 308mila lavoratori irregolari nel terziario. I Neet (not engaged in education, employment or training), giovani che non studiano né lavorano, a Roma sono il 22,5% nella fascia 15-29 anni.
La casa. Nella Capitale sono oltre 130.000 gli alloggi sfitti. L’emergenza casa coinvolge più di 30mila famiglie, tra queste 5mila persone vivono in case occupate abusivamente. Manca un’offerta abitativa in affitto a prezzi accessibili. La quota degli alloggi in affitto sociale è il 4,3 % a fronte di media europea del 13,7%. A Roma vi è stato uno sfratto per morosità ogni 279 abitanti (media nazionale uno ogni 419 abitanti). Nel 2016 sono state sfrattate con l’intervento della forza pubblica 3.215 famiglie.
Integrazione: nella provincia di Roma l’incidenza della popolazione straniera residente è pari al 12,5 %, un valore inferiore rispetto a Milano o Firenze. Nel Comune di Roma l’incidenza della popolazione straniera è di 377.217 su un totale di 2.877.215 residenti, gli stranieri sono il 13,1% ma va precisato che di questi il 44,3 % sono europei. I richiedenti asilo ospitati nel territorio provinciale di Roma sono 4.063. Il sistema di accoglienza e le sue strutture(SPRAR, CAS) è chiaramente in affanno, diminuiscono i posti nei grandi centri, si auspica la riduzione delle dimensioni dei centri e la loro diversificazione, per evitare la crescita dell’allontanamento volontario di quanti vengono accolti che favorisce rischi di cooptazione nella criminalità, nella prostituzione, nel traffico di organi. I minori non accompagnati giunti in Italia nel 2016 sono stati più del doppio dell’anno precedente: 25.846. A fine luglio 2017 i minori sbarcati sulle coste italiane sono stati 12.478, di essi molti sono attratti da Roma per le possibilità di lavoro irregolare.
slot machinesSalute mentale. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che le famiglie in povertà sono a rischio di disturbi mentali. Nel Lazio le persone affette da disturbo mentale trattate nel servizio sanitario pubblico sono 68.217. Il quadro complessivo dei Dipartimenti di salute mentale risente fortemente di una stagione di tagli che hanno interessato le risorse umane e i posti letto del Servizio Sanitario Nazionale, in tale situazione la quota della domanda che ha possibilità economiche si rivolge alla psichiatria privata e dunque può curarsi, mentre gli altri, compresi i migranti, finiscono spesso col vivere in maniere ingravescence la loro malattia. In generale si registra una crescita della domanda di cure psichiatriche a elevata complessità a fronte di un’offerta impoverita e disomogenea.
Dipendenze. All’inizio del 2017 risultano presi in carico a Roma dalle strutture pubbliche 6.785 utenti per uso di stupefacenti e quasi mille per l’alcool. È solo la punta dell’iceberg: il traffico di stupefacenti è in crescita. Nel 2016 le operazioni antidroga effettuate nella provincia di Roma sono state 3.446 con il sequestro di 9.966 chili di sostanze.
Gioco d’azzardo. In Italia, primo mercato d’Europa, il fatturato del gioco d’azzardo ha superato i 96 miliardi di euro. Sono circa 3 milioni le persone che per frequenza di gioco e importo di denaro sono a rischio di ludopatia, 300mila sono chiaramente patologici. Nel Lazio il gioco d’azzardo ha movimentato 7,8 miliardi di euro, il numero delle persona in cura presso i SerD a Roma sono solo la punta dell’iceberg. Il profilo del giocatore prevalente è maschio, oltre 40 anni, con titolo di studio madio-baso. Il 44% degli studenti abita o frequenta una scuola a pochi passi da un luogo dove si può giocare, quasi il 50 % degli studenti tra i 14 e i 19 anni ha giocato d’azzardo almeno una volta nel corso dell’anno scolastico 2015-2016.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La serata romana di Forche Caudine omaggia Capracotta

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

serata molisanaOltre 150 persone hanno partecipato alla manifestazione in Cna alla Garbatella Nonostante lo sciopero generale che ha paralizzato Roma e la partita della nazionale di calcio, oltre 150 persone hanno preso parte della serata molisana promossa dall’associazione Forche Caudine, lo storico sodalizio dei romani di origine molisana, in collaborazione con la Cna e con l’associazione Amici di Capracotta. Un evento che ha inteso valorizzare la cultura molisana in tutti i suoi aspetti, da quelli storico-paesaggistici a quelli enogastronomici, grazie al ricco buffet di prodotti dell’Alto Molise che ha accompagnato la manifestazione. Il presidente di Forche Caudine, il giornalista Giampiero Castellotti, ha aperto l’iniziativa ribadendo come la salvaguardia dell’identità molisana e sannita sia alla base della missione del sodalizio romano, che ha ormai oltrepassato i duemila iscritti e che ha nel curriculum oltre 300 eventi (dettagliatamente descritti nel sito) realizzati nei quasi trenta anni di attività. A seguire, Lorenzo Tagliavanti, presidente della Camera di Commercio di Roma, ha delineato il quadro della rilevante presenza imprenditoriale dei molisani a Roma. Prendendo in considerazione solo le ditte individuali di persone nate in Molise e residenti a Roma, si raggiunge il migliaio di presenze, cioè più di piemontesi, valdostani, liguri, veneti, trentini, altoatesini, friulani, emiliano-romagnoli e lucani, un dato più o meno allineato a quello di lombardi, toscani e sardi. Considerate anche le prime e le seconde generazioni, nate a Roma, si possono stimare tremila unità. Tra i settori dominanti si registrano l’edilizia e l’automobile in tutte le sue declinazioni (autorimesse, autocarrozzerie, autonoleggio, vendita auto, taxi, ecc.). La serata è entrata nel vivo con la presentazione di tre libri: la Guida del Molise edita dal quotidiano La Repubblica, illustrata dal giornalista Giuseppe Cerasa; “A la Mèrica”, storia degli emigrati capracottesi nel Nuovo Mondo, di cui ha parlato il giornalista Francesco Di Rienzo; “Il cappotto di quarta mano” di Sebastiano Di Rienzo, con il quadro ambientale delineato da Domenico Di Nucci e la disamina a cura della giornalista Maria Stella Rossi. L’attrice molisana a Roma, Chiara Iannaccone, ha letto alcune pagine del libro. Numerosi i giornalisti del settore turistico presenti in sala, tra cui Enzo Di Giacomo di Taccuino di viaggio, Ida Santilli di Plein Air; e Valentino Castaldo di Lazionauta. Candido Paglione, sindaco di Capracotta, ha concluso la serata “facendo parlare” uno splendido filmato realizzato da Giorgio Paglione con i droni, immagini che valorizzano al meglio la suggestiva natura molisana e le bellezze di Capracotta. Il primo cittadino ha quindi illustrato le qualità del Molise, dicendosi ottimista per il riscatto della regione grazie proprio alle tipicità.Tra i presenti in sala, il segretario di Forche Caudine Gabriele Di Nucci, originario di Capracotta, il già presidente del Consiglio provinciale di Roma, Sabatino Leonetti, l’ex parlamentare Angelo Sollazzo, il maestro concertista Luca Turrisi, gli ingegneri Giuseppe Fazioli di Frosolone e Claudio Camillo di Pietracupa, l’architetto Giovanni Germano, animatore di Cammina Molise. Presente per la Regione Molise il consigliere Michele Petraroia, che nel suo saluto ha messo l’accento sull’importanza di quel milione di persone d’origine molisana sparso per il mondo. Alla degustazione finale hanno concorso le aziende Altisapori, Comegna, DiMenna, Le Ife, San Nicola, Caseifici Del Castello, LaMasseria e Pallotta, Macelleria Cenci, Panifici Capracotta e Di Lullo, Trotta seleziona & stagiona e Vini Valerio. (foto: serata molisana)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“The ethical chefs”: A conversation between Italy and Canada

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

Norbert NiederkoflerToronto (Canada) talian Cultural Institute 496 Huron Street Mon, 20 November 2017 6:30 PM – 8:30 PM On the occasion of the 2nd edition of the “World Week of Italian Cuisine”, Chef Norbert Niederkofler will be in conversation with Jason Bangerter, Rob Gentile and Alida Solomon to share with the IIC audience his culinary philsophy based on local products and sustainability. The event will be moderated by John Higgins (Director/ Corporate Chef – George Brown Chef School).
Norbert Niederkofler is the Executive Chef of Hotel & Spa Rosa Alpina (www.rosalpina.it) in the village of San Cassiano, Italy. With a broad background in the culinary arts, including working closely with renowned chefs throughout Europe and in the United States, Niederkofler is responsible for all dining operations at the mountain retreat, including menu creation at two Michelin – star St. Hubert us and kitchen operations at the Wine Bar & Grill, Fondue Stube and Limonaia. He also oversees all in – room dining operations as well as private events through the Rosa Alpina.
Norbert was born in 1961 in Lutago, a small town right in the heart of the Dolomites. His parents owned a hotel for the skiers in winter and climbers in summer, and he was always exploring the outdoors. Norbert loved the local wild berries, which were full of flavour thanks to the region’s volcanic soils, and the freshwater fish which could be caught from the rivers and streams. However, despite his love for South Tyrol, Norbert desired to see the rest of the world: ‘I wanted to become a Chef, so I could travel,’ he tells us. ‘I was tired of looking at mountains all the time, so I left the first chance I got.’
After finishing his studies at a culinary college in Germany, Norbert worked in London, Zurich and Milan, before arriving in Munich to work with Eckart Witzigmann, his greatest mentor. Eckart taught him how to respect nature and its produce to achieve culinary perfection. After seven years in Munich, he travelled to New York and learnt the secrets to innovation under restaurateur David Bouley. It was here that he truly began to develop his own style, but after a while he started to miss the mountains and flavours of his hometown.In 1993, Norbert returned home to work at the Castel Colz in La Villa for a year, before being offered the chance to run the kitchen at Rosa Alpina Hotel & Spa in San Cassiano , at the base of the Dolomite mountains. At the time the restaurant was a pizzeria, but Norbert set about turning it into a fine dining establishment, using the cuisines of Austria and Italy as inspiration. He eventually decided to dedicate a small part of the restaurant to the local mountain range, refused to use ingredients produced outside of the Dolomites and named the restaurant St. Hubertus. News spread of this ‘Cook the Mountain’ philosophy, as it came to be known, and in 2000 the restaurant won its first Michelin star. Shortly after, the owner of the Hotel decided to close down the pizzeria and let Norbert have full control over the menu, which eventually led to a second star in 2007.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Art As Jewellery, Online-only Sale Open for Bidding

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

JewelleryLondon Christie’s second edition of Art as Jewellery, an online-only sale that is dedicated to wearable artworks by artists of the 20th and 21st Centuries, is open for bidding from 9 to 16 November, running concurrently with Christie’s 20th Century week in New York. Throughout the last 100 years, artists have often created jewellery as an extension of their practice, viewing them as miniature sculptures that could be worn. A focal point of the auction is a group of objects by BillyBoy*, multi-disciplinary artist and muse of Andy Warhol, including pieces once loaned to Warhol and Hollywood star Elizabeth Taylor. A group of nine Georges Braque jewels demonstrate the translation of his Metamorphoses iconography, crafted by the renowned Baron Heger de Lowenfeld, into elegant and striking pieces with several examples featuring Braque’s bird in flight motif; a diamond-encrusted brooch (1963, estimate: $10,000-15,000), a jasper and diamond pendant (1962, estimate: $18,000-25,000) and a ruby-set brooch (1958, estimate: $10,000-15,000). In addition, two pieces by Alexander Calder are examples of his unique, hand-fashioned works that were often given as gifts to friends. Picasso’s muse and second wife Jacqueline Roque is immortalised in two of the seven works presented that feature the artist’s designs. Further artists include Pol Bury, Salvador Dalì, Max Ernst, Yves Klein, Wifredo Lam, Roy Lichtenstein, Man Ray and Victor Vasarely. Highlights from the auction can be viewed in London, Geneva and New York until 13 of November 2017. (photo: Jewellery)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sport e solidarietà: torna Pedala per un sorriso

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

Pedala per un sorrisoRoma Domenica 12 novembre 2017 appuntamento alle 8:30 all’Università Europea di Roma per la nuova edizione di Pedala per un Sorriso, manifestazione ciclistica benefica. Ha lo scopo principale di raccogliere fondi per costituire un fondo di finanziamento per Squadre Ciclistiche Giovanili; finanziare la ricerca sulle lesioni del midollo spinale, Marina Romoli Onlus; sostenere l’iniziativa di Arcobaleno della Speranza Onlus nella lotta contro la leucemia. In questa corsa, nessuno perde… tutti vincono.
Parteciperanno numerosi corridori professionisti, che testimonieranno la loro sensibilità per queste iniziative di beneficienza. Saranno presenti: Ivan Basso della Trek Segafredo, Giulio Ciccone della Bardiani CSF, e Valerio Agnoli della Bahrain Merida; gli ex campioni mondiali Leonardo Giordani e Marta Bastianelli insieme ad altri ex del ciclismo italiano: Alessandro Proni, Luigi Sgarbozza, Roberto Petito, Stefano Zanatta e Bruno Centomo.Ospite d’onore sarà Marina Romoli. Altri invitati speciali sono Omar Di Felice, rappresentante numero uno dell’Ultracycling in Italia e Gianmaria Bruni, campione mondiale alla 24ore endurance di Le Mans.Un ringraziamento speciale, per la fondamentale coordinazione e dedizione, al DS Stefano Zanatta e a Ivan Basso, campioni su due ruote e nella vita. www. pedalaperunsorriso.org (foto: Pedala per un sorriso)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In aumento i debiti e le richieste d’aiuto delle famiglie italiane

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

saluteIl 23% degli intervistati si indebita per garantire prestazioni sanitarie a un familiare in condizione di fragilità. Aumentano quelli che rinunciano per motivi economici alle cure mediche. È salito a 12,2 milioni il numero degli italiani che nell’ultimo anno ha rinunciato o rinviato una prestazione sanitaria per ragioni economiche, 1,2 milioni in più rispetto all’anno precedente. (Dati Censis). Sono numeri che spingono a riflettere sulla concreta e drammatica difficoltà economica delle famiglie italiane, una condizione aggravata anche da un Servizio Sanitario Nazionale debole, tra liste d’attesa troppo lunghe per gli esami e l’elenco dei farmaci rimborsabili sempre più esiguo.
Da un’indagine condotta dall’Osservatorio Prodeitalia che, nell’ultimo anno ha analizzato la situazione economica di circa 300 famiglie assistite, è emerso come il 23% dichiara di essersi indebitato per poter garantire un’adeguata assistenza medica ad un proprio familiare invalido o anziano, debiti che, in alcuni casi, arrivano a sfiorare i 3.000 euro; inoltre, sono sempre più frequenti i casi in cui i prestiti presi o i mutui accesi, vanno a gravare o a peggiorare una condizione di indebitamento preesistente. Sempre secondo la Ricerca, il 46% dichiara di aver rinunciato da anni alle visite mediche esami e controlli di prevenzione, proprio perché non in grado di far fronte alle spese sanitarie.
“A complicare il quadro, un marcato divario regionale che sottolinea in modo impietoso un diverso accesso alla tutela della salute e alle cure dei cittadini. Sono, infatti, numerose le richieste di aiuto che Prodeitalia riceve ogni giorno da nuclei familiari che non riescono a sostenere le spese mediche. La nostra indagine evidenzia che la maggior parte delle richieste proviene proprio dalle Regioni del Sud Italia, quasi l’80% del totale, ma ci sono anche famiglie provenienti da territori normalmente considerati ‘ricchi’, come il Veneto e il Trentino. Nelle grandi città, come Roma per esempio, si ricrea questo microcosmo con le sue differenze. Abbiamo notizia di famiglie che nelle periferie rinunciano in qualche caso alle cure mediche e molto spesso alla prevenzione. Questo succede quando si rivolgono ad una struttura sanitaria in cui le liste d’attesa sono impossibili e dove non ci si possono permettere le parcelle del privato. Gravissima poi la situazione di molte famiglie con uno o più disabili a carico. L’assistenza pubblica viene ridimensionata di continuo e molte famiglie a fronte di un’esigenza 24 ore su 24 sono costrette ad indebitarsi” – dichiara l’Avvocato Francesca Scoppetta, uno degli ideatori del Progetto Prodeitalia. Progetto Prodeitalia Nasce allo scopo di offrire un aiuto a chi per motivi di salute, economici, organizzativi o di varia natura, non riesce più a onorare i propri debiti. Sulla base della legge 3/2012 che regola il sovraindebitamento e introduce nell’ordinamento giuridico italiano la procedura di esdebitazione, Prodeitalia assiste e aiuta le aziende e i cittadini che, almeno in una prima fase, hanno la necessità di essere guidati. I professionisti che hanno aderito al Progetto offrono le proprie competenze fornendo una prima consulenza gratuita sugli strumenti che la legge mette a disposizione, trovando lo strumento giuridico utile a risolvere il problema e riducendo i debiti fino all’80%. Osservatorio Prodeitalia Ideato dalla squadra di professionisti dell’omonimo Progetto, l’Osservatorio si pone l’obiettivo di rilevare dati sulla crisi economica che non compaiono nelle statistiche istituzionali. Le ricerche, infatti, si basano sulla raccolta e analisi di dati in riferimento alle esperienze concrete dei soggetti intervistati, allo scopo di fornire numeri e informazioni più aderenti possibili alla realtà.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Terza età: Contro la solitudine ci si può assicurare

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

anziani-come-risorsaSara Assicurazioni, Compagnia ufficiale dell’ACI, propone la polizza SerenEtà, che associa la protezione assicurativa in caso di truffe e infortuni a una serie di servizi che hanno l’intento di combattere la solitudine degli anziani. In Italia, nella fascia di età compresa fra 65 e 85 anni, ci sono 13,5 milioni di donne e uomini. SerenEtà è una novità assoluta nel panorama assicurativo.Un call center dedicato sarà in ascolto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19. Ricercherà medici, veterinari e artigiani. Prenoterà ristoranti, spettacoli, trasporti, visite guidate, viaggi, palestre. Proporrà corsi di guida sicura mirati e di aggiornamento sul Codice della Strada. Sara Assicurazioni collaborerà con la Federazione Ginnastica del CONI per far partecipare gli anziani assicurati al programma non agonistico “Salute e Fitness”. Ha inoltre preso accordi con l’Autodromo di Vallelunga e con “Il Cenacolo dei Viaggiatori”.
Infine Sara Assicurazioni ha contattato Beghelli, brand protagonista e di grande esperienza nel settore della teleassistenza e del telesoccorso, con il quale ha iniziato l’esame di un’intesa che prevederà la concessione di uno sconto esclusivo per gli assicurati che acquisteranno dispositivi e servizi di telesoccorso. Entro il prossimo mese verranno concordate anche le modalità operative.
Il call Center di SerenEtà ricorderà scadenze e compleanni, suggerirà occasioni di attività culturali e di socializzazione. Informerà sull’uso del computer e sui vantaggi dell’e-commerce.
Giappone, Spagna e Italia sono i Paesi con la maggiore percentuale di anziani. In Italia la speranza di vita per gli uomini è salita a 80,1 anni e a 84,7 anni per le donne. Il 48,7% delle famiglie composte da una sola persona è formato da over 65 e man mano che cresce l’età, le donne sole diventano quasi il doppio degli uomini. Si stima che il 10% degli anziani in Italia soffra della cosiddetta “solitudine maligna” che compromette la salute fisica ed emotiva.Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha voluto aprire ad anziani e disabili, il 29 settembre scorso a Castel Porziano ha dichiarato che: “Gli anziani arricchiscono la nostra società”. Gli ha fatto eco la vice direttrice dell’OMS, Flavia Bustreo: ” Dobbiamo apprezzare l’importanza dell’invecchiamento, ma è necessario garantire che questi anni in più siano vissuti in salute e in modo dignitoso”.
“SerenEtà è un bundle che coniuga la copertura assicurativa a un pacchetto di servizi a valore, sviluppato secondo la logica di una conciergerie in grado di assistere il cliente su una serie di servizi. E’ quindi una polizza che va oltre la polizza. E’ una soluzione unica: nessuno oggi in Italia offre un prodotto assicurativo dedicato alla fascia di età 65/85 a cui viene associata una componente di servizio particolarmente interessante, a un prezzo assolutamente accessibile. In sintesi – ha concluso Tosti – un prodotto che ben si colloca nell’ambito della nostra strategia di diversificazione dall’auto con modalità innovative anche in ambito sociale, contando sulla professionalità della nostra rete di agenti che si conferma il nostro prezioso canale di intermediazione con la clientela”.La continua crescita delle truffe (+ 19%) e la diffusione delle cadute (sono il 50 % degli incidenti domestici, con le fratture come conseguenza più frequente) hanno generato l’esigenza di offrire una copertura mirata per gli eventi tipici di questo target. A questo si aggiunge un pacchetto di servizi di valore, con una specie di “maggiordomo” a disposizione del cliente per aiutarlo a soddisfare le sue esigenze quotidiane ricreative e di socializzazione, o semplicemente offrendo compagnia nei momenti di solitudine.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cambiano i requisiti che disciplinano i dispositivi medici

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

dispositivi medici.Con il nuovo Regolamento UE per i Dispositivi Medici (MDR), le facoltà degli Organismi Notificati relativamente alla valutazione delle evidenze cliniche dopo l’immissione dei prodotti sul mercato si ampliano, includendo gli audit non annunciati ed il campionamento e i test sui prodotti.
“Inoltre, i fabbricanti di dispositivi medici saranno tenuti a raccogliere una quantità molto maggiore di dati clinici rispetto a quello che avviene attualmente, così da poter condurre una continua valutazione dei potenziali rischi e benefici sulla sicurezza”, afferma Dr Bassil Akra, Direttore del Centro di Eccellenza Clinico di TÜV SÜD Product Service.Ad esempio, i fabbricanti saranno tenuti a condurre continui aggiornamenti della valutazione clinica e della relativa documentazione per l’intero ciclo di vita del prodotto, a questo scopo dovranno raccogliere sistematicamente e proattivamente i dati clinici. Inoltre, i fabbricanti di dispositivi di classe IIa, IIb e III dovranno produrre un rapporto di sicurezza per ogni singolo dispositivo e, se necessario, per ciascuna categoria o gruppo di dispositivi. Questi rapporti dovranno essere aggiornati a intervalli regolari, con revisione annuale obbligatoria per i fabbricanti di dispositivi di Classe IIb e III. Nel caso di impianti (classe IIa e IIb) e dispositivi di classe III, il report dovrà essere regolarmente valutato da un Organismo Notificato. I fabbricanti di dispositivi impiantabili e dispositivi di classe III (ad eccezione dei dispositivi su misura) dovranno emettere report riepilogativi sulla sicurezza degli stessi e sulle prestazioni cliniche, oltre ad aggiornare annualmente il rapporto.
Il nuovo Regolamento sulla Diagnostica In-Vitro (IVDR) si differenzia dalla normativa precedente per numerosi aspetti. I cambiamenti più importanti riguardano l’ampliamento del campo di applicazione del Regolamento, un nuovo sistema di classificazione delle classi dei prodotti, dalla A alla D, basato sul rischio, regole molto più rigorose che disciplinano la documentazione tecnica e la valutazione delle prestazioni cliniche ed un maggior coinvolgimento degli Organismi Notificati nell’approvazione dei dispositivi IVD, classi da B a D che rappresentano circa il 70% di questi prodotti. “I fabbricanti devono anche essere consapevoli del fatto che l’Unione Europea non ha previsto la ‘grandfather clause’’ nella messa a punto del nuovo IVDR”, sottolinea Dieter Schönwald, responsabile per i dispositivi diagnostici in vitro di TÜV SÜD Product Service. “Ciò significa che tutti i dispositivi per la diagnostica in-vitro immessi sul mercato UE dovranno essere riesaminati secondo i nuovi requisiti e potrebbero richiedere una nuova certificazione”. I produttori di IVD hanno tempo fino a maggio 2022 per presentare evidenza che i loro prodotti sono conformi alle nuove disposizioni del IVDR.
Per soddisfare la crescente domanda in termini di sicurezza, qualità ed efficacia, i produttori di dispositivi medici devono intraprendere sempre più spesso una valutazione di completa biocompatibilità per prodotti e materiali, così da poter determinare eventuali effetti su tessuti biologici, cellule e fluidi corporei. Lo standard più comune per la valutazione biologica dei materiali e dei dispositivi medici è definita dalla famiglia delle ISO 10993. La scelta dei test tiene conto della composizione chimica dei materiali, comprese le condizioni di esposizione, nonché la natura, la frequenza, la tipologia, la durata del contatto del dispositivo verso il paziente. Questi test devono essere eseguiti in base a rigide linee guida e preferibilmente in conformità alle buone pratiche di laboratorio (GLP – Good Laboratory Practices).I laboratori TÜV SÜD offrono una gamma completa di test di biocompatibilità in accordo alle GLP e alla famiglia delle norme ISO 10993 e hanno grande esperienza nell’ambito dei dispositivi medici e delle relative regolamentazioni nei principali mercati. È possibile eseguire un’ampia gamma di test biologici per dispositivi medici o materiali, nel pieno rispetto di norme e regolamenti internazionali, come: EN, US FDA, JMHLW, ISO, USP, ICH e ASTM. (foto. dispositivi medici)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sapienza Università di Roma presenta il suo progetto di casa del futuro

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

Microsoft House milanoMilano Lunedì 13 novembre 2017 dalle ore 10.30 alle ore 12.30 presso la Microsoft House in via Pasubio 21, avrà luogo la conferenza stampa per la presentazione in anteprima assoluta del progetto del prototipo di casa del futuro “ReStart4Smart” del Team della Sapienza, in gara in rappresentanza dell’Italia al Solar Decathlon, le Olimpiadi universitarie dell’architettura sostenibile che, nel 2018, saranno ospitate per la prima volta in Medio Oriente a Dubai con la partecipazione di 21 atenei da 15 Paesi del mondo. Obiettivo della competizione, che ha gli studenti quali protagonisti, è quello di progettare e costruire il miglior prototipo in scala reale dell’abitazione del futuro: green, smart e interamente alimentata dall’energia solare. Secondo un rivoluzionario modello definito Architettura 4.0, il progetto della Sapienza intende applicare e testare gli strumenti, i materiali e le tecnologie più avanzati oggi a disposizione della filiera edilizia, inclusi sistemi domotici di ultima generazione, al fine di realizzare un’abitazione sostenibile che sia in grado di rispondere alle numerose esigenze di efficienza, comfort, sicurezza ed economicità poste dall’Architettura del XXI secolo. Durante la Conferenza stampa saranno mostrati in anteprima il plastico, il video e i rendering con tour virtuale a 360° del progetto e illustrate le soluzioni altamente innovative adottate. Vista l’importanza e gli obiettivi che si propone, il progetto del Team Sapienza, patrocinato tra gli altri da MIUR e MIBACT, è pienamente supportato da oltre 30 imprese leader di settore, tra le quali Microsoft Italia che, in qualità di partner, collaborano attivamente all’iniziativa al fine di garantire l’individuazione delle soluzioni più innovative e la diffusione su larga scala dei risultati che saranno raggiunti e che interverranno, insieme agli studenti del Team, alla conferenza stampa. La conferenza sarà aperta da un intervento introduttivo dell’Amministratore Delegato di Microsoft Italia.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La casa ha un effetto positivo sul benessere degli italiani

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

casa-vivaLa Divisione Climatizzazione di Mitsubishi Electric, leader mondiale nella produzione, nel marketing e nella commercializzazione di apparecchiature elettriche ed elettroniche, ha presentato oggi i risultati della ricerca “I love ME”, che ha indagato il rapporto tra gli italiani e il benessere in casa per fotografare lo stato dell’arte e offrire agli addetti ai lavori informazioni su tendenze e caratteristiche della casa, secondo le aspettative dei loro abitanti. La ricerca, commissionata a OnePoll e condotta su un campione di 1.000 individui rappresentativo della popolazione italiana, è stata sviluppata a partire dalla definizione di tre aree chiave: il concetto di benessere, la casa ideale e il clima in casa. I risultati sono navigabili sull’app sviluppata da Qlik, leader nella data analytics. Grazie a quest’applicazione interattiva è possibile combinare i dati delle diverse tab, selezionando parametri o campi specifici, per comparare le risposte e ottenere insight data driven.
Il rapporto tra gli italiani e la propria casa è reciproco e gli intervistati dichiarano di prestare attenzione al proprio benessere in casa mantenendo l’ambiente ordinato e pulito (69%), vivendo nel comfort e nel design (68%) e godendosi gli spazi (54%) – e sono soprattutto le donne a farlo!
Se pace e tranquillità, un ambiente luminoso e colorato, e la luce naturale sono gli aspetti più importanti per il benessere degli italiani a casa, comfort, connessione Internet e una buona qualità dell’aria sono altri elementi molto importanti. Non a caso, per il 73% degli italiani, climatizzatore / deumidificatore / pompa di calore è l’elemento tech più importante per il proprio benessere in casa, seguito dai dispositivi di sicurezza (55%) e dai purificatori d’aria (36%).
Secondo lo studio, infine, l’82% degli intervistati è completamente (37%) o abbastanza d’accordo (45%) nel dire che una casa ecosostenibile da un punto di vista ambientale abbia un impatto più positivo per il proprio benessere.
Pensando alla casa ideale, gli italiani dimostrano di essere un popolo a cui non piacciono gli eccessi. Interrogati su dove vorrebbero vivere, quasi un italiano su due (48%) preferisce la cittadina alla grande città (26%) e al piccolo paese (24%). La stessa inclinazione emerge parlando della temperatura ideale che dovrebbe esserci in casa: solo il 2% vorrebbe avere meno di 18° e solo il 4% vorrebbe vivere in una casa con una temperatura superiore ai 23°. Vicinanza alla famiglia (28%) e vicinanza al lavoro (25%) sono gli elementi più importanti per il benessere degli italiani – ma il primo lo è in particolar modo per le donne, mentre il secondo lo è per gli uomini. Inoltre, l’88% degli italiani intervistati che lavorano vorrebbe che la propria casa ideale si trovasse entro 15km dal luogo di lavoro, con una media di 7,6km.
Su un elemento però gli italiani non sono disposti a scendere a compromessi: l’impatto della casa sul proprio benessere e, dunque, l’87% degli italiani sarebbe disposto a spendere di più per avere una casa che li faccia stare bene.Un italiano su quattro non ha o non è sicuro di avere una buona qualità dell’aria in casa propria. Non stupisce dunque che l’86% degli intervistati ha comprato (49%) o comprerebbe (37%) un sistema di climatizzazione / pompa di calore per migliorare il proprio benessere in casa. Pensando al benessere, il riscaldamento a pavimento (37%) è il sistema più desiderato per la propria casa, seguito dal climatizzatore / pompa di calore (23%) e dai termosifoni (23%).
Se è vero che l’85% degli italiani intervistati trova irritante avere una casa troppo calda o troppo fredda è altrettanto vero che il 39% non ha (28%) o non è sicuro di avere (11%) una buona coibentazione termica in casa propria.Mitsubishi Electric, con oltre 90 anni di esperienza nella produzione, nel marketing e nella commercializzazione di apparecchiature elettriche ed elettroniche, è riconosciuta quale azienda leader a livello mondiale.

Posted in Recensioni/Reviews, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Costituzione: Il vincolo di mandato. Cosa vuol dire?

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

costituzione-de-nicola-de-gasperi_650x447“Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato”. Articolo 67 della Costituzione. Questo articolo della Costituzione italiana fu scritto e concepito per garantire la libertà di espressione più assoluta ai membri del Parlamento italiano eletti alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica. In altre parole, per garantire la democrazia i costituenti ritennero opportuno che ogni singolo parlamentare non fosse vincolato da alcun mandato né verso il partito cui apparteneva quando si era candidato, né verso il programma elettorale, né verso gli elettori.
La norma contenuta dell’art. 67 non è un’esclusiva della Costituzione italiana, ma è comune alla quasi totalità delle democrazie. Tale norma fu inserita nella Costituzione francese del 1791 e nello Statuto Albertino del 1848.
Non ci vogliamo dilungare nella spiegazione complessa di un articolo che è ignorato dai più e, in particolare, da quelli che dovrebbero rispettarlo: i partiti. Infatti, con la minaccia di non ricandidatura alle successive elezioni, i partiti hanno sistematicamente violato il dettato costituzionale che, ricordiamo, è stato confermato, a stragrande maggioranza, dal referendum del 4 dicembre scorso. Imporre i deliberati partitici ai parlamentari significa violare apertamente la Costituzione, oltre a dar prova di evidente antidemocraticità. Purtroppo, i seguaci della democrazia scarseggiano. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Congresso Mondiale dell’American Heart Association

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

_anaheimAnaheim California dall’11 al 15 novembre 2017 uno studio di ricerca condotto dalla cardiologia del Santo Stefano di Prato, diretta dal dottor Francesco Bellandi, sarà presentato al Congresso Mondiale dell’American Heart Association. Ad illustrare la ricerca, denominata “Prato ACS 2“, sarà la dottoressa Anna Toso, cardiologa del Santo Stefano. L’importante studio riguarda il ruolo delle statine ad alta potenza, somministrate ai pazienti ricoverati per sindrome coronarica acuta al momento della diagnosi.
Le statine sono farmaci impiegati per ridurre l’ipercolesterolemia, cioè l’eccesso di colesterolo nel sangue. La novità della ricerca è quella di aver somministrato le statine ad alta potenza al momento della diagnosi e non alla dimissione del paziente che ha avuto una sindrome coronarica acuta.
Lo studio, nel quale sono stati impegnati i medici e gli infermieri della cardiologia del Santo Stefano, coordinati dai dottori Anna Toso e Mario Leoncini, ha dimostrato che l’uso precoce di statine ad alta potenza permette, già in fase intraospedaliera ed a breve termine, un significativo beneficio clinico che si esplica prevalentemente, attraverso la protezione della funzione renale. I valori di colesterolo e dei fattori di infiammazione dei pazienti sottoposti a statine ad alta potenza si sono ridotti marcatamente dopo un mese di terapia, ma per circa il 30% dei pazienti l’obiettivo terapeutico auspicato è ancora distante. Proprio i pazienti compresi nella percentuale del 30% saranno i possibili candidati all’impiego delle nuove molecole (antilipidici, antiinfiammatori), oggi studiate dai più grandi Centri di ricerca mondiali.E’ importante sottolineare che lo studio è stato sostenuto dall’Associazione Centro Cardiopatici Toscani – sezione di Prato.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Giovani, Istruzione e Lavoro”

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

università roma treRoma 17 Novembre 2017, ore 9.30 Aula Volpi, Dipartimento di Scienze della Formazione Università ROMA TRE Via Milazzo 11/b “Relazionalità e Orientamento” è il tema scelto dai docenti universitari dell’AIDU-Associazione Italiana Docenti Universitari per l’edizione 2017 del Convegno Nazionale, che si terrà a Roma il prossimo 17 Novembre, alle ore 9.30, presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università ROMA TRE.AIDU è la più grande associazione di docenti universitari cattolici, sono più di 70 le Università rappresentate al suo interno.Il Convegno Nazionale è promosso da AIDU, in collaborazione con: UNESU-Ufficio Nazionale per l’Educazione, la Scuola e l’Università della CEI, FUCI-Federazione Universitaria Cattolica Italiana, AIMC-Associazione Italiana Maestri Cattolici, UCIIM-Unione Cattolica Italiana Insegnanti Medi).«L’AIDU ha voluto che quest’anno il Convegno nazionale fosse “interassociativo” perché riteniamo necessario coinvolgere su temi attuali come Giovani-Istruzione-Lavoro tutti i protagonisti del mondo dell’Istruzione: scuole, università, docenti, studenti, istituzioni, esperti del settore», afferma Roberto Cipriani, Presidente AIDU e professore ordinario emerito di Sociologia nell’Università Roma Tre.
Rimettere la “Relazione” al centro dei rapporti interpersonali e della comunicazione nel mondo dell’Università e della Scuola: ritornare a dare valore al rapporto diretto studente-docente, sempre meno diretto e personale, sempre più mediato dalle nuove tecnologie e modalità di comunicazione (come i social network), che al di là della oggettiva utilità, di fatto da puro strumento rischiano oggi di diventare protagonisti sinequanon della “relazione”, anche all’interno delle Scuole e delle Università, luoghi in cui al centro deve essere l’essere umano, lo studente, che forma e costruisce la sua formazione, e dunque il suo futuro.Ridare valore e concretezza alla relazione tra studente e docente vuol dire poter incidere positivamente da parte del docente sull’“Orientamento” dei giovani, sia nella scelta della facoltà universitaria più giusta per le proprie attitudini e aspirazioni, ma anche per affrontare in maniera consapevole il mondo del lavoro, una volta concluso il percorso universitario.
Mondo del Lavoro che è oggi in continua e veloce trasformazione: si basa sempre più su inventiva, creatività, innovazione, parole come star-up e spin-off sono concetti entrati nel linguaggio quotidiano per i giovani alla ricerca di occupazione. L’importanza del lavoro nella vita delle persone è al centro delle riflessioni di Sua Santità Papa Francesco, il quale nella Evangelii Gaudium afferma che il lavoro deve diventare l’attività nella quale “l’essere umano esprime e accresce la dignità della propria vita”, in modo libero, solidale, creativo.Nel corso del Convegno verrà consegnato il Premio AIDU “Humboldt-Newman” 2017 (premio intitolato a due grandi innovatori del sistema universitario): quest’anno, in occasione del cinquantesimo anniversario della morte, il premio verrà assegnato alla memoria di don Lorenzo Milani ed alla Scuola di Barbiana.
Saranno presenti docenti (di Università, Scuole Secondarie e Primarie), rappresentanti del mondo studentesco, Istituzioni, esperti, personalità del mondo della Cultura; tra questi: Mons.Mariano Crociata, Presidente della Commissione Episcopale Italiana (CEI) per l’Educazione cattolica, la Scuola e l’Università; Ernesto Diaco, Direttore Ufficio Nazionale per l’Educazione cattolica, la Scuola e l’Università; Ivano Dionigi, Università di Bologna, Presidente del Consorzio AlmaLaurea; Eraldo Affinati, scrittore finalista “Premio Strega”; Daniele Livon, Direttore Generale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca; Marco Mancini, Capo Dipartimento della formazione superiore e ricerca del MIUR.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Terza edizione concorso nazionale dedicato al teatro emergente under 35

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

Anna CappelliGenova. Da giovedì 16 a sabato 18 novembre si terrà al Teatro Akropolis di Genova la terza edizione del concorso nazionale Intransito organizzato dal Comune di Genova in collaborazione con Teatro Akropolis, La Chascona e Officine Papage, componenti di ATS-TEGRAS. Le sei compagnie, selezionate da bando cui hanno partecipato oltre 130 candidati, avranno l’opportunità di rappresentare il proprio lavoro di fronte ad una giuria formata da Angela Fumarola – direttore artistico di Armunia, Angelo Pastore – direttore del Teatro Stabile di Genova, Arianna Terzoni – addetta all’ufficio programmazioni della Fondazione Toscana Spettacolo, Lucia Compagnino – giornalista collaboratrice alle pagine culturali del Secolo XIX e Mario Bianchi – regista, fondatore del Teatro Città Murata e critico per KLP e Hystrio.
Il concorso, in questa edizione selezionato e finanziato nell’ambito del Programma SIAE “SILLUMINA – Copia privata per i giovani, per la cultura (ed. 2016) ”, Bando 1 – Periferie urbane – Settore Teatro e Danza, è nato per valorizzare il lavoro di giovani compagnie e artisti emergenti della scena nazionale che portano avanti una ricerca nell’ambito del teatro, prevede un contributo di € 1500 al soggetto vincitore, quale sostegno all’opera realizzata ed è patrocinato dal GAI, Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani che ha lo scopo di sostenere la creatività giovanile attraverso iniziative di formazione, promozione e ricerca.
Aprirà la programmazione, alle ore 20 del 16 novembre, Mondo cane, della Compagnia Turconi/Deblasio (Milano) in collaborazione con Frigoproduzioni e Ass. Gli Scarti. Scritto, diretto e interpretato da Daniele Turconi, Mondo cane è una tragedia dell’ambizione nell’epoca dell’impossibilità, messa in scena attraverso un non dialogo con la madre e con l’ex fidanzata, nella quale il protagonista, un ragazzo che ha appena terminato l’esame di maturità e vuole fare l’avvocato, usa l’arma della menzogna e intraprende una lotta passiva contro gli altri, lasciandosi scorrere addosso una vita imprendibile e crudele.
A seguire, alle ore 21.30, C&C Company (Brescia), compagnia formata da Chiara Taviani e Carlo Massari, in Anna Cappelli. Il celebre monologo di Annibale Ruccello è portato in scena en travesti da Carlo Massari, che alle parole del drammaturgo accompagna una profonda ricerca sul movimento, creando una figura poliedrica capace di evocare con forza i propri lati oscuri.
Venerdì 17 novembre la serata si apre, alle ore 18, con dialoghi con l’artista, appuntamento in cui il pubblico incontra gli artisti presenti alla rassegna presso il Caffè dei Glicini – Giglio Bagnara Via Sestri 46, Genova. Una preziosa occasione di confronto sia per gli artisti sia per gli spettatori.
Alle ore 20 si torna al Teatro Akropolis, dove il Collettivo L’Amalgama, di Garbagnate Milanese, porta in scena Fil Rouge, il loro secondo lavoro, drammaturgia originale scritta a dieci mani e interpretata dalle cinque ragazze del collettivo. Alle ore 21.30 Anomalia Teatro, compagnia torinese formata da Amedeo Anfuso e da Silvia Saponaro, sarà in scena con uno spettacolo di e con Debora Benincasa, Antigone – Monologo per donna sola. Originale interpretazione del mito classico Antigone.
Sabato 18 novembre, la serata si apre alle ore 20 con la compagnia palermitana Vicari/Aloisio in Eoika, viaggio visionario che trae le sue origini dalle arti visive. Fra arti visive, teatro fisico e ricerca musicale, Eoika – in greco sembrare qualcosa – riflette sul confronto fra se stesso e l’altro da sé, su cosa appare reale e su cosa è immagine effimera, in un continuo cortocircuito identitario.
Concluderà la programmazione, alle ore 21.30, la Compagnia Habitas, compagnia romana formata da Niccolò Matcovich, autore e regista, e Livia Antonelli, attrice, con L’imbroglietto – Variazioni sul tema. Prendendo ispirazione dal genio di Karl Valentin e Liesl Karlstadt, nonché dagli Esercizi di stile di Queneau e il celebre spettacolo La lettera di Paolo Nani, L’imbroglietto è un divertissement rappresentato da due tipi con sembianze di clown, che riflette con leggerezza sulla situazione critica che vive il teatro oggi in Italia, in un gioco al massacro condotto da una sadica bigliettaia, un “gioco di ruolo” teatrale con un sadico narratore multiforme, due pedine e l’intervento del pubblico. Alle ore 23 si procederà all’assegnazione del premio. L’ingresso agli spettacoli è libero, si raccomanda la prenotazione. (foto: Anna Cappelli)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Banche conflitto Bankitalia/Consob: Irrisolvibile? Risparmiatori in balia del caso?

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

consobScambio di accuse, in ambito di Commissione bicamerale di inchiesta sulle banche, sulla scarsa e superficiale informazione ricevuta da Consob da parte di Bankitalia relativamente ai “problemi” di Veneto Banca per l’aumento di capitale del 2013. Bankitalia dice che erano sufficienti perche’ Consob intervenisse, quest’ultima dice di no.Un rimpallo di responsabilita’ che, alla fine mette in evidenza il maggiore problema di tutto il nostro sistema di controlli incrociati, e ce lo dice proprio Bankitalia: sottolineando di effettuare circa 250 ispezioni l’anno “e gli esiti … li inviamo ma non tutti i verbali… Ogni rapporto sono 50 pagine più gli allegati e non possiamo inondare la Consob ….. Per questo inviamo l’esito dell’ispezione quando riteniamo ci siano profili rilevanti per l’altra Autorità”. Ovviamente un minimo di soggettiva discrezionalita’ di Bankitalia in questi passaggi non puo’ non esserci, ma la vicenda Veneto Banca ci dice che, nella fattispecie, e’ stata letale grazie al vaglio dell’altra soggettiva discrezionalita’ (Consob). Veneto Banca ha quindi continuato a fare quello che ha fatto a danno dei risparmiatori/investitori. Quindi c’e’ qualcosa che non funziona nel meccanismo, e cosa viene fatto/proposto per farvi fronte? Per ora c’e’ una commissione parlamentare chedovrebbe fotografare situazione ed eventuali resposabilita’ (comunque gia’ acclarate visto che, pur se in maniera disperata, sono in corso tentativi di rimborso a chi e’ rimasto incastrato nella truffa).
A noi sembra che i risparmiatori siano in balia del caso… dando sempre per scontata la buona fede di tutti gli attori di controllo. Si puo’ uscire da questo caso? Metodi e tecnologia per farlo ce ne sono a iosa, ma -al momento, commissioni parlamentari o meno e elezioni politiche imminenti- ci si permetta di dubitare che manchi l’essenzialita’ di un’azione del genere, cioe’ la volonta’ politica ed economica.(Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il valore del tempo in oncologia, se ne parla a Trieste al congresso Cipomo

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

Young and old hand on walking frameTrieste. Organizzato da Cipomo, il Collegio italiano dei primari oncologi medici ospedalieri, il convegno che si svolge in questi giorni a Trieste affronta da punti di vista differenti, “il valore del tempo nella cura del cancro”. A presiedere la conferenza, oltre all’attuale presidente Cipomo Mario Clerico e alla coordinatrice regionale Alessandra Guglielmi, c’è Giampiero Fasola, past president e direttore del dipartimento di oncologia dell’Azienda ospedaliero universitaria di Udine, che ci spiega le diverse declinazioni con cui viene affrontato l’argomento. «La prima è quella classica clinico-professionale, – dice il professore – discuteremo del valore del tempo guadagnato negli ultimi anni con i nuovi trattamenti, anche in termini di qualità di vita; ci sono molti nuovi trattamenti oncologici, alcuni rappresentano un progresso indubitabile, altri forse meno e il tempo è l’unità di misura più solida della validità di queste innovazioni. Il secondo argomento è il tempo per la comunicazione con il paziente, che anche le linee guida appena uscite dell’Asco sulla comunicazione con il paziente enfatizzano». Si parlerà anche di aspetti organizzativi e, in particolare, di come negli ultimi anni è cambiata la quantità di tempo che serve a impostare correttamente il percorso di cura di un paziente con il cancro. «C’è una serie di attività lavorative dietro le quinte che non si vedono, non sono censite e vanno invece rese esplicite, trasparenti, e anche negoziate. Recentemente – ricorda Fasola – Aiom (Associazione italiana di oncologia medica) e Cipomo hanno presentato al ministero della Salute un documento che si chiama “I processi organizzativi in oncologia” del quale io sono coautore, che contiene indicazioni anche di dettaglio temporale: quanto tempo serve per svolgere le diverse attività». Il convegno serve anche a riflettere su alcune delle ragioni di confronto e qualche volta conflitto tra sistema sanitario e università, nella sessione “La diversa percezione del tempo tra Università e Servizio Sanitario”. Infine, nella mattina di sabato, si segnala un tema di grande interesse, il tempo per la ricerca: «le aziende attribuiscono i costi elevati dei farmaci alla ricerca e sviluppo, ma poi si vede che le spese di marketing per alcune delle principali aziende sono ancora maggiori e allora ci si fa qualche domanda». (foto: Assistenza domiciliare)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Europa: modifica dei criteri di ripartizione dei fondi strutturali

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

europa“Il Governo italiano sostenga in sede europea la proposta della Commissione di modifica dei criteri di ripartizione dei fondi strutturali che, a partire dal 2020, non sarebbero più ripartiti in base al solo reddito pro capite ma anche in base a disoccupazione, fragilità dei territori, migrazione, ecc. In questo modo al nostro Paese, e in particolare al Mezzogiorno, arriverebbero circa dieci miliardi in più da destinare a politiche di coesione e sviluppo. Inoltre ripristini quel vincolo di destinazione dei fondi europei da destinare per l’85% alle Regioni del Mezzogiorno e per il 15 a quelle del Centro – Nord, come stabilito per Legge dall’ultimo Governo Berlusconi”. È quanto ha chiesto in Aula alla Camera, durante il question time con il ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno, il deputato di Forza Italia Rocco Palese, vicepresidente della Commissione Bilancio della Camera.
“Solo parzialmente – dice Palese – posso dirmi soddisfatto dalla risposta del Ministro nella parte in cui ha garantito che il Governo italiano è impegnato in sede europea ad ottenere la conferma delle risorse e delle politiche di Coesione mentre ritiene prematura la battaglia sulla modifica dei criteri. Su questo non possiamo essere d’accordo perché l’Italia deve ribadire con forza il fatto che contribuisce con cifre anche superiori ad altri Paesi al Bilancio della comunità europea ed ha tutto il diritto di contribuire a determinare scelte fondamentali per garantire il futuro sviluppo del nostro Paese e, in questo caso del Mezzogiorno”. “Il Governo – spiega – peraltro colpevole di aver cancellato il Mezzogiorno dalla propria agenda, destinandogli solo fondi comunitari e cercando in ogni modo di farne arrivare sempre meno al Sud, ora ha il dovere politico e morale di sostenere questa battaglia in favore dell’Italia. In base a quanto sostenuto dalla Commissione Europea, se i criteri di ripartizione restassero quelli attuali, a causa della grave crisi economica degli ultimi dieci anni, fondi aggiuntivi andrebbero ai Paesi dell’Europa dell’Est, a discapito dei nostri territori. La stessa Commissione quindi propone di sostenere questa modifica dei criteri che noi chiediamo al nostro Governo di sostenere con ogni mezzo. Allo stesso modo, chiediamo anche di valutare con attenzione l’altra proposta della Commissione di aumentare le quote di cofinanziamento, posto che il tasso di cofinanziamento garantito dall’Italia e già più alto rispetto a quello di altri Paesi. Infine – conclude Palese – se il Governo vuole essere coerente rispetto agli annunci ed alle promesse sull’aumento di attenzione per il Mezzogiorno, deve ribadire per Legge, come fatto dal Governo Berlusconi nel 2009, un vincolo di destinazione dei fondi europei che devono essere destinati per l’85 percento alle Regioni del Mezzogiorno e per il 15 a quelle del Centro – Nord. Solo così, fermo restando che deve aumentare il senso di responsabilità delle classi dirigenti del Mezzogiorno nella gestione dei fondi, nell’efficacia e nell’efficienza della spesa, si potrà riparlare di politiche di coesione, crescita e sviluppo”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anteprima lavori sessione plenaria

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

Strasburgo Antidumping: voto finale sulle nuove norme UE per tutelare occupazione e industria i deputati voteranno martedì le nuove norme per contrastare le importazioni da paesi terzi oggetto di dumping e sovvenzioni.
Riforma del sistemstrasburgo-parlamento-europeoa di asilo: Parlamento pronto per i negoziati con i governi UE Il Parlamento sarà pronto a iniziare i negoziati con i governi dell’Unione per la revisione del sistema di asilo EU non appena il mandato negoziale avrà il via libera durante la sessione plenaria.
Acquisti on-line: rafforzare la tutela dei consumatori. Nuove regole UE, che mirano a proteggere in maniera più efficace i consumatori da possibili truffe durante acquisti effettuati online, saranno discusse e sottoposte a votazione finale martedì.
Sicurezza stradale: dispositivi di assistenza alla guida dovrebbero essere obbligatori Secondo una risoluzione che sarà votata martedì, i moderni dispositivi di sicurezza dovrebbero essere montati di serie su tutte le nuove vetture.
Premio LUX: il vincitore sarà annunciato a Strasburgo. Il Presidente del PE, Antonio Tajani, annuncerà il vincitore dell’edizione 2017 del Premio LUX martedì a Strasburgo.
Stato di diritto in Polonia. Gli sviluppi nel dialogo tra l’UE e il governo polacco sul rispetto dello Stato di diritto saranno discussi dal Parlamento mercoledì. Una risoluzione sarà messa ai voti lo stesso giorno.
Stato di diritto a Malta. In seguito al brutale assassinio di una giornalista investigativa, i deputati discuteranno martedì la situazione dello Stato di diritto a Malta e mercoledì voteranno una risoluzione.
Paradise Papers: dibattito con Consiglio e Commissione,
Almaviva: 3,35 milioni di euro per aiutare 1.610 ex dipendenti
Voto di conferma su sette nuovi membri della Corte dei conti.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Europa: più unione, no frammentazione

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

BUDAPESTBudapest. Come si ridurrebbe l’Europa se vincessero tutti gli indipendentismi? Per Agostino Spataro “l’Europa verrebbe frammentata in 80 micro stati e staterelli che ne scardinerebbero la sua unità fisica, economica e culturale. In pratica, cancellerebbero una civiltà che, più nel bene che nel male, dura da oltre tremila anni.Tali indipendentismi, in gran parte egoistici e sempre anacronistici, provocherebbero gravi conseguenze per il futuro dei popoli, dei lavoratori e dei giovani d’Europa, dei suoi livelli di benessere e pacifica convivenza. In particolare:
1) segnerebbero la fine del progetto di Unione Europea che bisognerebbe accelerare e farlo uscire dalle secche di una sudditanza alle politiche neoliberiste e mercantiliste;
2) potrebbero trasformare l’Europa in uno sterminato campo di battaglia, dopo 73 anni di pace tornerebbero l’instabilità permanente, i conflitti locali, perfino la guerra;
3) l’Europa, divisa e indebolita, sarebbe percepita come una pingue preda che scatenerebbe i più ingordi appetiti di conquista;
4) L’Europa non potrebbe più aspirare (pur possedendo oggi i “fondamentali”) a diventare uno dei poli principali del nuovo ordine internazionale, lasciando campo libero alla bipartizione Usa e Cina.
Certo, sappiamo che nell’U.E. vi sono tanti problemi (che possono, devono essere risolti), ma nessuno dei suoi popoli è oppresso: ci sono libertà, democrazia, autonomie.
Perciò, non abbiamo bisogno di stati e staterelli in mano a piccoli satrapi locali, alla criminalità organizzata, a magnati della finanza, ecc.Tale pericolo sta correndo la Spagna. Da un’altra parte, in Sicilia, una delle regioni europee che ha subito un sanguinoso conflitto armato separatista, domenica scorsa la lista degli indipendentisti ha preso solo lo 0,7 % dei voti!L’Europa, per uscire dalla crisi più unita e più forte e socialmente più giusta, deve darsi nuove politiche sociali più rispondenti alle attese dei suoi popoli e istituzioni davvero democratiche e non burocratiche come quelle attuali.
Non si può continuare con l’assurdità di un Parlamento europeo, eletto dai popoli, ma privo di poteri legislativi e di pieno controllo e una Commissione, nominata dai capi di stato, che accentra quasi tutti i poteri e le competenze amministrative e di spesa.Per salvare il progetto di Unione Europea (oggi in pericolo) sono necessari una seria riforma dei meccanismi e un avanzamento del quadro giuridico e istituzionale, di una nuova ripartizione dei poteri e delle risorse finanziarie che privilegi il rapporto fra Regioni e l’auspicato “governo europeo”.
Insomma, un’Europa dei popoli e delle Regioni, da realizzare mediante graduali e bilanciati trasferimenti di quote di sovranità, di competenze dagli Stati nazionali alle due entità individuate come portanti dell’Unione.Ricordo che nella seconda metà degli anni ’80, nel Pci si discusse attorno a un’ipotesi del genere. Infine, insisto a dire che per garantire un futuro al progetto di un’ Europa unita e pacifica bisogna lavorare per unire Europa e Russia, per creare una nuova entità geo- economica e politica dall’Atlantico al Pacifico. Ovviamente, se qualche Paese non desidera partecipare a tale processo può uscire dalla UE. Dispiacerebbe, ma pazienza! Brexit docet.” (Agostino Spataro)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto pilota per il benessere: oltre 700 persone coinvolte in due istituti

Posted by fidest press agency su sabato, 11 novembre 2017

bolognaBologna. A un anno dal lancio della sperimentazione in due istituti scolastici della regione emilia-romagna, è pronto per essere reso pubblico il progetto pilota di affiancamento psicologico alle scuole per il miglioramento del benessere scolastico. Nato dall’impegno del Gruppo di Lavoro dell’Ordine degli Psicologi dell’Emilia-Romagna sulla Psicologia Scolastica, cui hanno partecipato anche le Università di Bologna e di Parma, il progetto ha coinvolto oltre 700 tra insegnanti, studenti e genitori nel corso dell’anno scolastico 2016/2017. L’obiettivo è favorire il benessere in molti modi, che vanno ben oltre il solo sportello d’ascolto (CIC), in linea con quanto scritto nella legge nota come “La Buona Scuola”.
Strutturato appositamente per essere ripetibile anche in altri contesti scolastici, il progetto è stato messo in pratica presso il “Pascal Comandini” di Cesena e il “G. Leopardi” di Castelnuovo Rangone (MO). Alla base una impostazione che favorisce da un lato l’apprendimento e la crescita personale degli alunni, dall’altro un contesto collaborativo tra gli adulti impegnati a vario titolo nel mondo scuola, permettendo interventi di prevenzione su ogni tipo di disagio. Lo psicologo che opera nella scuola, infatti, non si limita solamente alla “soluzione dei problemi” e alla presa in carico dei casi più difficili, ma soprattutto collabora con l’istituzione per promuovere un clima relazionale positivo in un atteggiamento di rete. Il progetto è stato infatti mirato al miglioramento e al potenziamento, dal punto di vista psicologico, di modelli educativi e didattici efficaci, in un’ottica di prevenzione e crescita del benessere. Come sottolinea Anna Ancona, la Presidente dell’Ordine degli Psicologi ER, d’altra parte, “quelle normalmente viste come situazioni emergenziali e improvvise sono spesso, in realtà, del tutto prevedibili, poiché connesse a difficoltà strutturali che possono essere individuate preventivamente, come insegna la psicologia di comunità”. Il progetto ha fatto uso di vari strumenti psicologici, dai questionari di autovalutazione, ai focus group e alle attività transdisciplinari e interclasse, fino al questionario e al confronto conclusivo. Ne è emerso un quadro dove sono le scuole stesse a esprimere la necessità di comprendere meglio sia in che cosa consista la “cittadinanza attiva e democratica” menzionata nella legge de La Buona Scuola, sia come mettere in pratica le prescrizioni che pure sono contenute nella legge.
Più nel dettaglio, il testo, (art. 7 comma d), tratta di “sviluppo delle competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica attraverso la valorizzazione dell’educazione interculturale e alla pace, il rispetto delle differenze e il dialogo tra culture, il sostegno dell’assunzione di responsabilità, nonché della solidarietà e della cura dei beni comuni e della consapevolezza dei diritti e dei doveri”, ma non chiarisce quale sia la definizione di questi aspetti, né come realizzarli. “Il progetto ha anche questo fine – spiega Anna Ancona – fornire alle scuole indicatori chiari, individuati ad hoc, per contribuire a rendere osservabili e misurabili queste competenze di cittadinanza attiva, valorizzando negli studenti le capacità di essere autonomi, responsabili, consapevoli dei propri e degli altrui diritti e doveri.” L’occasione per la restituzione del lavoro svolto sarà il convegno “Scuola e Psicologia: un’alleanza possibile” – aperto a psicologi, dirigenti scolastici, insegnanti e a tutti gli operatori degli istituti scolastici della regione -, che si terrà il 16 novembre dalle 14:30 presso l’Hotel Europa a Bologna. L’accesso è gratuito e per partecipare è necessaria l’iscrizione sul sito dell’Ordine.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »